Tutta la verità sulle visite gratis ai musei, ai monumenti e ai siti archeologici

di Alberto Bonisoli, ministro della Cultura

Sono rimasto un po’ sorpreso da alcune reazioni di alcuni esponenti politici sul tema delle domeniche gratuite. Quello che ho detto è che le domeniche gratuite vanno superate. Grande e bella cosa all’inizio per promuovere, andare i musei, quindi grande apertura, tante persone che sono andate, ma adesso ci sono delle opportunità per fare di più e meglio quello che abbiamo fatto fino adesso e quindi abbiamo questa possibilità di fare qualcosa di nuovo.

Cosa vuol dire? Vuol dire che magari si potrà differenziare per giorno della settimana, differenziare per stagione, differenziare magari per tipologia fascia di orario e quant’altro e soprattutto adattare quelle che sono le regole alle singole specificità, perché Milano non è Pompei. Detto questo, vuol dire che la gratuità che è importante con tanto di dare accesso alle persone in modo gratuito ai nostri beni monumentali, ai nostri siti archeologici e principali famosi grandi musei.

La gratuità resterà, ed anzi realmente sarà pure aumentata proprio per far sì che attraverso un’operazione di valorizzazione intelligente si riesca a rendere più fruibile quello che il nostro enorme patrimonio a un grande numero di cittadini indipendentemente dalle condizioni economiche. Questo è un nostro impegno e continuerà in futuro.


Sostieni la campagna ContinuareXCambiare. Per arrivare in Europa, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Dona ora e diventa parte del cambiamento: dona.ilblogdellestelle.it