Il Blog delle Stelle
Perché un volo per New York può costare meno di uno in Sicilia e Sardegna?

Perché un volo per New York può costare meno di uno in Sicilia e Sardegna?

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 14

di Ignazio Corrao

Sapevate che viaggiare a New York può costare meno che volare in Sicilia e Sardegna? Questo grazie ai Governi precedenti che non hanno mai avanzato all'Europa la richiesta di misure per riconoscere il principio di insularità. Noi ci stiamo battendo da anni affinchè sia riconosciuta la Continuità Territoriale.

Per questo nel mese di giugno abbiamo organizzato un'audizione al Parlamento Siciliano. Da questo incontro siamo riusciti ad ottenere dal Governo 32 Milioni di Euro per la continuità territoriale per la Sicilia. E lo stesso intendiamo fare anche per la Sardegna. Ma non basta, stiamo infatti lavorando qui in Europa affinchè si raggiungano altri traguardi come:

- Garantire un sostegno agli aeroporti in difficoltà cercando di incrementare il flusso di passeggeri a prezzi più accessibili.
- Ottenere maggiore flessibilità sugli obblighi di servizio pubblico e per incentivi fiscali per le regioni insulari
- Adottare delle misure anche accedendo a fondi europei per migliorare la logistica e l'accesso alle infrastrutture su base locale.

E' una battaglia lunga ma che possiamo e dobbiamo vincere.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

7 Ago 2018, 10:01 | Scrivi | Commenti (14) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 14


Tags: continuità territoriale, ignazio corrao, sardegna, sicilia

Commenti

 

Sono un esperto nel settore turismo e trasporti e anni che mi batto,e i miei articoli non si contano più su tutti i giornali di turismo per l attuazione di un piano nazionale trasporti che in Italia manca da tren tanni:un sistema di trasporti intergrato fra trasporto aereo,marittimo e ferroviario che permetta,appunto,di abbattere i costi per i cittadini e i turisti ed evitare storture come quella di un biglietto aereo per la Sicilia con un costo superiore a un biglietto per New York.Per questo ho messo la mia esperienza a supporto del Movimento 5 Stelle

Rino Siconolfi, Ferrara Commentatore certificato 08.08.18 04:47| 
 |
Rispondi al commento

Ah questa è una battaglia?

Fare riconoscere all'Europa.... che i voli in Italia devono costare meno?
E l'Europa lo riconosce!
E ALLORA?
ma per piacere...non facciamo ridere i polli

Mauro Magni 08.08.18 01:30| 
 |
Rispondi al commento

DUNQUE ???

PIO Z., Trento Commentatore certificato 07.08.18 22:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

incentivate l'aereoporto di trapani....

Tommaso Giannitrapani 07.08.18 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Per Sauro v, Carpi

Un aereo a lungo raggio, come un 777 o un A330 ha un consumo di carburante in crociera, "maggiore" di un 737 Ryanair perchè un 777 o un A330 consumano circa 8/9 litri/km di carburante mentre un 737 ne consuma circa 5,5 litri/km ma c'è da considerare che nella "realtà" un 777 o un A330 consuma "meno" di un 737 perchè ce ne vorrebbero due di 737 per trasportare gli stessi passeggeri di un 777 o A330.

Un'altro aspetto da considerare, tra voli lungo raggio e quelli, p.e, corto raggio di Ryanair, è che il consumo al decollo di una aereo è elevato e i consumi incidono meno se un aereo fa meno decolli quotidiani.

Quanto a Ryanair, se hai letto il mio post sulle Società aeroportuali italiane gestite dalle Regioni, significa che su ogni biglietto che Ryanair emette, incassa il costo del biglietto pagato dal passeggero e in "più" ci sono i soldi che gli...abbiamo dato noi contribuenti, senza...mai prendere quel volo! Ovviamente altri...nostri soldi, Ryanair li potrebbe riceve re dalle...Regioni che controllano le Società che gestiscono gli aeroporti, per avere voli internazionali diretti,

A ciò va aggiunto che Ryanair paga meno i dipendenti, le pulizie interne a terra tra un volo e l'altro, le fanno gli A/V , usano scali europei secondari che applicano tasse aeroportuali più basse e quando è possibile riforniscono i loro aerei dove il carburante costa meno considerando che con un pieno possono fare più voli a breve raggio, senza rifornirsi.

Roberto ., Roma Commentatore certificato 07.08.18 15:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si vero è una vergogna tantissimi del sud sono migrati al nord dare a loro la possibilità di tornare a casa dai parenti a un prezzo moderato e una questione di giustizia sociale . oggi conviene ancora mettersi in viaggio i macchina.se vogliamo limitare l'inquinamento bisogna abbassare i costi di treno e aereo e i cittadini ringrazieranno di sicuro

Massimiliano conti 07.08.18 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Salve,

E' importante che l' Europa riconosca che volare all' interno dell ' Italia debba avere costi più accessibili rispetto a quelli all' estero, specie per tutti i cittadini che dal sud si spostano al centro nord per ovvie ragioni lavorative o perché hanno parenti che vivono da tempo al nord. È molto importante che l' UE riconosca che devono applicare misure economiche che più accessibili specie per le compagnie estere che vengono in Italia per investire nelk' offerta dei servizi, cosi come migliorare l' accesso agli aeroporti, penso a quello di Trapani- Birgi o Comiso quest' ultimo in procinto di chiudere a causa dei costi do mantenimento annui molto elevati. Ma non solo per incrementare lo svililuppo lavorativo, è altresì prioritario anche migliorare gli aeroporti delle pucvoke isole come me Lampedusa ma anche realizzarne di nuovi come Lupari oppure Favignana ed ammodernare anche quello di Cagliari e programmare la realizzazione di un secondo aereoporto anche a nord della Sardegna nella provincia di Sassari ad esempio o Alghero, ecco cosa ne penso in proposito di questo problema.

Francesco Corrao 07.08.18 13:53| 
 |
Rispondi al commento

ineggiare al più non significa ineggiare al meglio: più mobilità non porta necessariamente ad un mondo migliore, diamoci una calmata!

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 07.08.18 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Riprendendo questo articolo del Blog delle stelle:

http://www.ilblogdellestelle.it/2017/10/ecco_i_soldi_pubblici_regalati_a_ryanair_e_alle_altre_low_cost.html

dove si fa accenno alle...demenziali parole dette dal pidiota...del rio, lo scorso 19/3/2017, da ministro dei trasporti, in risposta ad una interrogazione parlamentare del M5S sugli incentivi che arrivano alla Compagnie aeree low cost, il buffone dichiarò: " Il ministero non eroga contributi statali in nessun modo e nemmeno altre forme di finanziamento surrettizio ai vettori aerei e,non sono assolutamente un aiuto di Stato e fanno parte delle regole con gli aeroporti minori".

Questo cretino doveva dirci quale è la differenza tra non finanziare una Compagnia low cost, con soldi pubblici dello Stato ma farlo con...soldi pubblici di...Regioni o di un Comune?!

Lo scorso anno queste Società che gestiscono gli aeroporti, hanno erogato a Ryanair i seguenti incentivi e leggete da chi sono gestite:


Airgest, areoporto Trapani-Birgi, 5 milioni di euro. La maggioranza della Società la detiene la Regione Sicilia.

Seap, per gli apt di Bari e Brindisi ha erogato lo scorso anno, 7 milioni di euro all’anno, per 5 anni, come lostesso trattamento è stato fatto per Easy Jet. Il 99% della Società è della Regione Puglia.

Aerodorica ad Ancona-Falconara...3 milioni. 80% Regione Marche.

Sacbo controllata da SEA il cui capitale, 55% è del Comune di Milano ha erogato lo scorso anno a Rynair, appena...30 milioni di euro!

Roberto ., Roma Commentatore certificato 07.08.18 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Io vivo in Sardegna ed è veramente un salasso spostarsi dalla Sardegna. Io non lo faccio per andare a fare le vacanze, ma per ragioni di salute e mia figlia per ragioni di studio. Aggiungo che oltre al costo dei voli e delle navi, si aggiunge il fatto che soprattutto nei periodi estivi e Natale, spesso non si trova posto, ed è impossibile sia partire dalla Sardegna che rientrare.
Non si potrebbe creare una corsia preferenziale per chi lavora, studia o sta fuori dalla Sardegna per problemi di salute? Ovviamente per i residenti sardi.
Grazie per l'attenzione

Patrizia Pinna 07.08.18 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Scusa la mia ignoranza,ma non ho capito come volare a New York spendendo meno che andare in Sardegna !!

sauro v., Carpi Commentatore certificato 07.08.18 11:43| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori