Il Blog delle Stelle
Le autostrade concesse in gestione ai privati dopo che erano già state pagate con le tasse degli italiani - Intervista a Gianni Barbacetto

Le autostrade concesse in gestione ai privati dopo che erano già state pagate con le tasse degli italiani - Intervista a Gianni Barbacetto

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 88

Sul tema delle concessioni autostradali, il Blog delle Stelle ha intervistato il giornalista e scrittore Gianni Barbacetto.

Cos'è che non quadra se con ricavi che ammontano a 3,9 miliardi e un margine lordo di 2,4, nel 2017 Autostrade per l'Italia ha investito in infrastrutture circa 400 milioni? Come è stato possibile arrivare a profitti così elevati?

È il sistema delle concessioni autostradali italiane che non funziona. Le autostrade sono state in gran parte concesse in gestione ai privati dopo che erano già state pagate con le tasse degli italiani. La concessione diventa così un regalo che permette di realizzare utili grandissimi a concessionarie che fanno sostanzialmente la riscossione dei pedaggi, investendo poco in manutenzioni e sicurezza. Nel quinquennio 2013-2017, gli azionisti di Atlantia (gruppo Benetton) hanno incassato 3,75 miliardi di utili, e hanno speso in manutenzione solo 2,1 miliardi. Un bene pubblico (la rete autostradale) è servito a far crescere gruppi privati, come quello controllato dai Benetton, che ha impiegato gli utili per acquisire quote dell’Eurotunnel, dell’aeroporto di Nizza e per ottenere il controllo delle autostrade spagnole (Abertis).

Anche dall'Ue arriva conferma che la manutenzione delle autostrade è a carico del concessionario. Ma chi deve vigilare affinché avvenga in maniera congrua? Di fronte al crollo di un ponte con la storia del Morandi ritiene inappropriato verificare la possibilità di revocare la concessione?

Un’Authority indipendente che vigili sulle concessioni autostradali è mancata per 17 anni. Quando è stata costituita, nel 2011, le è stata data competenza soltanto sulle nuove concessioni, ma non su quelle già assegnate, come quella di Autostrade per l’Italia o del gruppo Gavio. Dunque è una Authority che vigila sul nulla. Le concessioni assegnate vengono poi prorogate senza alcuna possibilità di creare un mercato aperto alla concorrenza. In questa situazione, il problema di ridisegnare il sistema delle concessioni, rendendole più convenienti per lo Stato e più utili per i cittadini, si dovrebbe porre anche a prescindere dalle sciagure e dai ponti crollati. Il crollo del ponte Morandi impone anche il recupero dei danni provocati, avendo reso evidente la mancanza di sicurezza per i cittadini utenti del servizio. Lo Stato deve tornare a riappropriarsi di un bene collettivo, per decidere come gestirlo, o farlo gestire, per il bene dei cittadini.

Perché si aspettano decenni prima di investire 20 milioni per ristrutturare Ponte Morandi e soltanto dopo il crollo si afferma che si è in grado di ritirarlo su in 5 mesi?

Al solito: si chiude il recinto quando i buoi sono già scappati. Solo dopo la sciagura, Autostrade per l’Italia (Aspi) ha promesso di rifare il ponte in pochi mesi: per restare in partita. Il ponte dovrà essere rifatto, Aspi dovrà sostenere i costi che saranno ritenuti necessari, ma le modalità della ricostruzione e i soggetti che la realizzeranno dovranno essere decisi dal governo.

Pedaggi alle stelle e concessioni date a prezzi stracciati. Manutenzione e investimenti al minimo quando si tratta di migliorare il servizio, mentre per acquisizioni all'estero, nuove autostrade da costruire e dividendi da redistribuire i soldi si trovano sempre. Possibile che davanti a una gestione del genere i governi precedenti non potessero intervenire?

I pedaggi aumentano regolarmente in Italia, garantendo ai concessionari privati di perpetuare i loro utili anche in caso di diminuzione del traffico. Questo è spiegabile solamente con l’esistenza di una lobby potente e trasversale che ha mantenuto il suo potere sotto governi di destra e di sinistra, da cui ha sempre ottenuto non solo gli incrementi tariffari, ma anche il prolungamento delle concessioni e la possibilità di far fare i lavori necessari sulla rete gestita da aziende proprie, senza gara. Un ulteriore guadagno, un ulteriore sfregio alla concorrenza e al mercato.

La gran parte dei media ha evitato finora di citare la famiglia Benetton, che ha finanziato per anni politica e giornali. Non crea un corto circuito democratico questo intreccio tra politica, media e imprenditoria?

La famiglia Benetton ha sempre goduto di un trattamento di favore da parte della stampa italiana. Perché in passato ha posseduto quote di gruppi editoriali (da Rcs-Corriere al Messaggero), perché è un grande investitore pubblicitario che finanzia i giornali e le loro iniziative (come la Repubblica delle idee), perché è inserita in una rete di rapporti industriali, politici e personali che la rende inattaccabile. Democrazia è controllo indipendente sui poteri, politici, industriali, finanziari. In Italia invece spesso i poteri si intrecciano tra loro e con il sistema dell’informazione.

In base a quale esigenza nel nostro Paese si secretano per legge i contratti delle concessioni autostradali?

La secretazione in un mercato aperto potrebbe avere motivi industriali. Ma in un mercato chiuso e sostanzialmente monopolistico come quello delle concessioni autostradali, diventa un privilegio e una garanzia per il monopolista, invece di servire a garantire le migliori condizioni per l’utente.

L'ex presidente del Consiglio Enrico Letta (Pd) è entrato nel board della società spagnola Abertis, di proprietà di Atlantia (Benetton) nel novembre 2016. Eventi del genere non minano la credibilità di un politico e del partito a cui appartiene quando poi si trova a schierarsi a favore o contro un'opera o, peggio, quando deve esercitare un ruolo di vigilanza?

Il sistema italiano delle concessioni (non solo quelle autostradali, ma anche quelle delle telecomunicazioni e delle tv) è cresciuto come un gomitolo di conflitti d’interessi tra pubblico e privato, tra politica e affari, tra destra e sinistra. I signori delle concessioni italiane assomigliano molto agli oligarchi russi che si sono spartiti l’economia dopo il collasso dell’Unione Sovietica.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

22 Ago 2018, 10:35 | Scrivi | Commenti (88) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 88


Tags: autostrade, benetton, concessioni autostradali, genova, gianni barbacetto, manutenzione, ponte morandi

Commenti

 

La gestione delle infrastrutture (ospedali, scuole, strade e autostrade, ecc.) in Italia fa spesso arrabbiare il cittadino che può confrontare l'efficienza del privato con l'inefficienza pubblica.
In situazioni dove la numerosità delle aziende garantisce una vera concorrenza, il privato garantisce anche il miglior prezzo (vedi telefonia).
Come tutti sappiamo questo non funziona quando la concorrenza viene a mancare (monopolio), come nel caso delle autostrade. Chi ne ottiene la gestione è esente dalla concorrenza (che non c'è) e fa i prezzi che vuole (con il silenzio assenso di chi dovrebbe fare gli interessi dello stato che siamo poi noi cittadini).
Il politico disonesto invece fa i suoi, di interessi.
Riscuoterà in futuro in modalità da stabilire? (assunzioni, consulenze, ecc).
Non credo che se Autostrade fosse stata gestita come in passato dallo stato, la tragedia si sarebbe evitata. Ricordo bene com'era gestita allora.
Nel caso delle autostrade, possiamo eliminare il monopolio? Impossibile, noi cittadini non possiamo scegliere, andando da Milano a Roma per esempio, tra tre o quattro diverse autostrade.
Quindi, il mio punto di vista è di continuare ad affidare ai privati la gestione (ma non la proprietà) ma con ben altre condizioni:
1) gara pubblica (chi offre di più si aggiudicherà il contratto)
2) contratto di 10 anni, massimo 12 (non devono costruire nuove autostrade, investimenti mostruosi che solo noi cittadini tutti insieme possiamo fare, devono solo fare manutenzione)
3) lo stato affida un bene che dovrà (come per le case a fine locazione) essere restituito nelle medesime condizioni
4) Controllo dell'operato del gestore effettuato ogni anno da una diversa società privata indipendente e soprattutto
5) votazione dei cittadini (recensioni e numero di stelle) sui servizi ricevuti in relazione al pedaggio pagato. Automatica riduzione o aumento dei ricavi perchè saranno parametrati al grado di soddisfazione o di insoddisfazione dei cittadini/utenti.

Franco Pagliarini 24.08.18 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Aggiungerei che servirebbe vietare per legge la possibilità di privatizzare o dare in gestione ai privati, qualsiasi infrastruttura in regime di monopolio. Perfino il più coglione dei mercatisti sa o dovrebbe sapere, che il monopolio è la negazione del mercato sano. Infatti un sano capitalismo prevede un sistema di antitrast. Dunque la difesa e la nazionalizzazione dei beni pubblici, autostrade, reti telefoniche, acquedotti, rete ferroviaria ed elettrica, cioé tutto ciò che è RETE, in quanto monopolio va tenuto nelle mani pubbliche. Naturalmente questo non lo può capire quel ''Brunetta'' che non è altro!
A proposito, il prof. Giulio Sapelli ha suggerito una ipotesi interessante che andrebbe studiata: dare le autostrade in gestione a società ''non-profit''. Questa soluzione garantirebbe l'efficienza del privato aggiunto al controllo pubblico, ma senza la distorsione del guadagno da perseguire, poiché essendo società ''non-profit'', sarebbe sufficiente ricavare solo quanto basta per pagare gli stipendi. Inoltre questo sistema eliminerebbe il rischio che, statalizzando si dia troppo potere ai politicanti di turno e che per clientelismi politici, si vengano a creare dei carrozzoni con assunzioni inutili a carico della collettività.

Saluti

Zazà

Il Barone Zazà 24.08.18 05:52| 
 |
Rispondi al commento

la prima stella del movimento non luccica piu'.Mi riferisco alla ripubblicizzazione dell'acqua-Ormai il servizio idrico subentrato nei Comuni e' divenuto insopportabile :mancano i controlli e le bollette dei consumi sono senza controlli Ora siete al Governo perche ancora tutto tace?? La soluzione sarebbe a costo zero... l'elettorato che condivideva e'deluso e vi chiede di mantenere gl'impegni!!

gennaro amich 23.08.18 22:37| 
 |
Rispondi al commento

sono tornato a scrivere e a scusarmi per riparare alle enorme gaffe fatta in precedenza lo so che non si commentano certe cose per un sano equilibrio mentale ,nessun orrore ne cancella un altro , mi sono fatto prendere e ho sbagliato , bisogna andarci piano con quel ponte e non scrivere castronate come ho fatto io .... anch io ho partecipato ad un soccorso al seguito di una strage annunciata non dico quale certe cose non te le dimentichi più , comunque l aria è sempre fetida , sempre e per sempre m5s

Mario ., Padova Commentatore certificato 23.08.18 19:36| 
 |
Rispondi al commento

lo so ..ma barbacetto non è fra gli ospiti graditi dai " famosi conduttori" ..preferiscono sansa perchè sanno benissimo che come apre bocca ..spara sul mov .come fa da tempo di pietro ...

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 23.08.18 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Il commento , agevolato dalle domande pertinenti del giornalista, spiega a grandi linee ma molto chiaramente il meccanismo perverso dei conflitti di interesse i cui effetti sono devastanti non solo per l'economia e che vengono messi in luce nel momento in cui il danno viene reso visibile da qualche disastro o evento che nessun mass-media potrebbe mai sognarsi di nascondere. Ora tocca alle TV , che di conflitti di interessi è cresciuta moltissimo da quando è sceso in campo il cavaliere.
La puzza si sente anche a TV spenta ;-)

GIANCARLO TETTAMANTI, VILLA GUARDIA Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 23.08.18 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Autostrade concesse ai privati criminali che hanno fatto morire decine di persone...
E ora massima severità con loro!!!

Freeman 23.08.18 10:12| 
 |
Rispondi al commento

PAM!...PAM!....PAM!
..e' bastato dire:" CI RIPRENDIAMO QUELLO CHE QUALCHE SERVO VI HA REGALATO".. che SALTANO TUTTI FUORI DAL VASO COME POP CORN...PAM! PAM!....Nazionaliziamo...PAM!..PAM!..giornalisti con la bava alla bocca..politici con le labbra secche..morti che parlano..servi..sottospece di umanoidi al soldo di qualsiasi magnaccio li paghi..PAM!..PAM!
IL VASO SI E' APERTO
IL COPERCHIO E' CADUTO,
La PACCHIA E' FINITA..venite siori al circooo..oggi..merda SCOPPIETTANTE COME POP CORN..venitttte..venittteee!🎠🎡🏟

Luca Fini, Brescia Commentatore certificato 23.08.18 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma si accertasse che il contratto di concessione sia stato palesemente concepito a scapito dello Stato italiano, cioè di noi cittadini tutti proprietari di quelle infrastrutture, non si potrebbe procedere legalmente contro coloro, i politici firmatari della concessione, che ne sono stati gli artefici e che quindi non avrebbero curato e difeso i nostri interessi? Perchè il privato è normale che faccia i suoi interessi e se gli viene concesso un contratto favorevole è normale che lo accetti. Non sarebbe normale che chi invece dovrebbe curare gli interessi di noi italiani non lo faccia o non l'abbia fatto.

cristina albieri 23.08.18 09:30| 
 |
Rispondi al commento

bene non sapevo che enrico letta è nel cda di albertis , credevo fosse soltanto a parigi ad insegnare in una università , evidentemente non gli basta ha bisogno di altri benefit .Non sappiamo quanto venga remunerato per la poltrona del cda di albertis presumo che abbia un lauto compenso . SUBITO UNA LEGGE CHE EVITI QUESTI INCARICHI A CHI HA RICOPERTO RUOLI DI PRIMARIA IMPORTANZA NELLO STATO ITALIANO ANCHE PERCHE' SI VIENE A CONOSCENZA DI INFORMAZIONI DI ESTREMA RILEVANZA CON LE CONSEGUENZE DEL CASO . BASTA NON SE NE' PUO' PROPRIO PIU' LEGGE SUBITO.

francesco bruschi 22.08.18 22:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non quadra il fatto che siamo il paese dove si ruba di piu, ma questo già lo sapevamo, ormai mettiamocelo bene in testa PER RUBARE ALLA GRANDE BISOGNA AVERE ALMENO DUE DOTTORATI, e se possibile essere in politica.

rosario b. Commentatore certificato 22.08.18 20:39| 
 |
Rispondi al commento

siamo alle solite sempre a litigare su tutto è colpa mia, no è tua , bene andate quì e leggete https://www.agi.it/politica/stato_autostrade_contratto_salva_benetton-4289022/news/2018-08-21/ poi ,vi dico comincino i cittadini a comportarsi in maniera civile poi giudicate non buttate mozziconi per terra o fuori dal finistrino in corsa pulite il vostro camino a legna che è cancerogeno o la caldaia a gas fate manuntenzione , non telefonate mentre guidate che poi mi venite addosso , non buttate plastica o rifiuti sui binari della ferrovia non si può vedere e non bevete prosecco che vi alza la gamma gt o birra o qualsiasi altro alcolico che costate miliardi in spesa pubblica eppoi con tutto il rispetto la vera catastrofe è l' inquinamento dell ' aria li si fioccano morti 70 80 mila all ' anno , Nisida è un isola ma ... e non litigate mai con nessuno se no fate il loro gioco .

Mario ., Padova Commentatore certificato 22.08.18 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Ma come si fa dico io a lavorare e non rendersi contro che il ponte è pericolante! Anche mio nonno si sarebbe reso conto che quel ponte era pericolante! Revoca concessione, spese per ricostruzione ponte, ma soprattutto manette e pene esemplari per i responsabili! Galeraaaaaaaaa per i responsabili! La vita non ha prezzo e chi l'ha persa in quella disgrazia non l'ha restituirà nessuno! Spero che non sarà la classica insalata all'italiana dove col passare del tempo viene tutto dimenticato in attesa di altre catastrofi ed altri morti!

Luigi Tucci Commentatore certificato 22.08.18 17:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NAZIONALIZZARE LE AUTOSTRADE A COSTO ZERO.
CHIEDERE COME RISARCIMENTO LA RESTITUZIONE DI TUTTI GLI UTILI PRELEVATI DALLE SOCIETA' CONCESSIONARIE INADEMPIENTI. NEI PASSATI 20ANNI HANNO SUCCHIATO TUTTO SENZA FARE LE MANUTENZIONI.
NO A COMPARTECIPAZIONI PUBBLICO PRIVATO, NO A INTERVENTO DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI.

Gianni s. 22.08.18 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Sono ovviamente d'accordo con la revoca della concessione, ma quanto alla gestione da parte dello stato o dei privati, condivido molto l'affidamento ai privati (però con controlli incisivi da parte dello stato su manutenzione e pedaggi) e con gare molto più brevi di quelle attuali, come sostiene il prof. Ponte.

aldino c., Messina Commentatore certificato 22.08.18 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Grande Gianni Barbacetto bella intervista.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 22.08.18 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Barbacetto, non ti sembra strano che i politici non paghino mai i loro errori?

Eppure continuano a dire che si assumono la responsabilità e di metterci la faccia.

Mi sembrano rischi molto astratti, preferirei che rischiassero qualche euro dei loro od almeno anno di carcere.

giuseppe belotti, ranica -bg- Commentatore certificato 22.08.18 16:44| 
 |
Rispondi al commento

Daniele B., Tarcento
Se tu sei il prototipo del giovane di 5stelle, così capace/istruito, in grado di argomentare, alla fin fine devo essere contento che mi arrivino i “nuovi” italiani, che hanno i nonni in Etiopia, Camerun, Nigeria.
Salvini: contro ordine; apri le porte!!
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 22.08.18 16:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se ora Abertis con sede attualmente in Spagna e' di Atlantia, con sede in Italia, non e' detto che azionisticamente avvenga il contrario.
Non per niente la presenza dell'ex Presidente d C. ed ex Ministo Letta e' attualmente nel CdA della partecipata Spagnola e non nel CdA della partecipante Italiana ! Quindi...... meditate gente, meditate !
Il bypass azionario della holding proprietaria di comando non e' detto che delocalizzi come una fabbrica di saponette !

giuseppe n., Dozza Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 22.08.18 16:13| 
 |
Rispondi al commento

Tanto stanno le aziende private nel mercato, specie se quotate con le finalita' di produrre risultati lucrativi.
Quanto stanno quei partiti nella politica, specie se continuamente nei governi e/o ministeri con finalita' di produrre risultati sociali.
L'azioni dei primi (aziende) e' rivolto ai consumatori.
Nei mercati produttivi con finalita' lucrative, l'aspetto competitivo, conferisce il potere economico e
finanziario ai consumatori, (che sono anche risparmiatori, investitori ma anche elettori), chi, che cosa, come, dove, quando e perche' e' ben chiaro !
Nei mercati politici con finalita' sociali l'aspetto competitivo conferisce democraticamente agli elettori votanti, il potere politico di delegare uno o piu' alla gestione delle risorse pubbliche.
Aziende attive sul mercato e Partiti attivi nei Governi politici, possono realizzare accordi profittevoli anticompetitivi ma: chi, che cosa, come, dove, quando e perche' solo per i cittadini in quanto consumatori~elettori come unica entita' democratica. Non possono lucrare (cioe' ricavare utili e/o distrarre risorse di qualsiasi tipo e con qualsiasi modalita'), od ottenere vantaggi politici (cioe! rendite politiche, distrarre l'elettore dalla finalita' sociale) con l'inganno che lo sia !
Quindi il verdetto giudiziario per il primo e l'incostituzionale esistenza di quei partiti e' lampante
I termini letteralmente leciti e pubblicabili definiteli Voi !


giuseppe n., Dozza Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 22.08.18 15:34| 
 |
Rispondi al commento

un classico
un esempio di questi vecchi spilorci-

Sono malati
sono vecchi
sono dei bagagli che alimentano altri bagagli_

tutta robaccia
nocivi anche
agli immondezzai.

FABIO B., bologna 22.08.18 15:26| 
 |
Rispondi al commento

chi ha detto ROMA LADRONA?
haa Bossi...il ladro cretino
A Milano hanno costruito la linea 5 - 140 MILIONI di Euro e va a "corda" orizzontale.
Quando c'è troppo traffico indovina un po' che succede...ingestibile
chiusa per motivi di sicurezza

Mauro Magni 22.08.18 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Ma la lega a che gioco intende giocare ?! Qui c'è da fare la 'rivoluzione' sul sistema che ha MALgovernato il nostro paese negli ultimi trentanni , chi é daccordo lo espliciti senza se e senza ma , chi invece arranca tra tentennamenti e lasciando parlare i Toti e gli altri picari si faccia da parte . M5S avanti tutta , senza preoccuparsi troppo che per il riconoscimento dei GIUSTI PRINCIPI si possa rischiare di far saltare il banco . Saranno poi gli italiani a emettere il loro giudizio.

Alesca 22.08.18 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Signori è inutile girare attorno al dito, quello di cui parliamo è corruzione.

La segretazione, il rinnovo della concessione per i prossimi 30 / 40 anni senza alcun vincolo e controllo, un pseudo-contratto capestro che solo un usuraio può scrivere, e uno Stato Ladrone sottoscrivere, questa è semplice corruzione..., anzi il vero volto della corruzione, il cancro che in metastasi stà uccidendo il Paese , altro che conflitto di interessi....

Il contratto, se fossimo in un paese serio , dovrebbe essere invalidato per manifesta incapacità di uno dei contraenti ( lo STATO ITALIANO ) incapace di intendere e volere ....

Vedrete che quando gli atti saranno resi pubblici ci sarò da divertirsi ....

Renato Russo, Napoli Commentatore certificato 22.08.18 14:21| 
 |
Rispondi al commento

Le autostrade quando erano pubbliche erano da pagare ( e non tanto poco ); mi ricordo con nostalgia , che per esempio ogni 20 km nella FI-LI era da pagare l' obolo, arrivando dalla A 13 a Padova bisognava pagare, anche a Roma se proseguivi verso Napoli... ah bei tempi.
Tanti casellanti. Avrei preferito delle donne dopo aver aspettato :-)
La SA-RC la A2 non era, e non è, da pagare. Giusto. (?). Però non ho capito perchè in Sicilia si paga; boh... forse per il poco traffico...
Ma nonostante questo erano in perdita. E questo è statale...
Adesso scopro che le autostrade sono una gallina dalle uova d'oro. Forse per i pedaggi, ma la RAI non mi risulta che quest'anno mi trasmetta la F1...
Domanda; ritornando pubbliche, sarà sempre una gallina o sarà da foraggiare come 25 anni fa?
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 22.08.18 14:20| 
 |
Rispondi al commento

bisognerebbe risparmiare su opere colossali INUTILI
Bisogna mettere in galera chi ha depenalizzato i reati Vedi berluskoni e compagni (e camerati e amici degli amici)
A Milano Stanno costruendo la linea metropolitana 4 e non serve a nessuno
500 MILIONI regalati a LIGRESTI & company e NOI PAGHIAMO A DEBITO..... ma è colpa dell'Europa

Mauro Magni 22.08.18 14:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PERCHÉ LA POLITICA E I PARTITI
"SPONSORIZZANO " LA LOGICA
PRIVATISTICA E LE LOBBY ?

IL M5S, LA LEGA, IL GOVERNO TUTTO DE VONO PORSI LA DOMANDA E FORNIRE AL POPOLO ITALIANO, AGLI ELETTORI, AI
CITTADINI UNA RISPOSTA CREDIBILE,
CONVINCENTE, ONESTA, RISPETTOSA DELL'INTELLIGENZA E SAGFEZZA DEL POPOLO ITALIANO, ALTRIMENTI POSSIA MO TRANQUILLAMENTE CONCLUDERE CHE "QUESTO E QUELLO PER ME, NOI PARI SONO" .
COME PENTASTELLATO NON VOGLIO ESSERE ASSOLUTAMENTE CONFUSO, PEGGIO ASSIMILATO, IDENTIFICATO COME UN ANTISTATALISTA .

CREDO NELLO STATO, NELLE SUE CHIARE ED ESPLICITE FUNZIONI E COMPITI A TUTELA E A GARANZIA DEL POPOLO ITALIANO.

Salvatore Cannatà (salvo niketeras), Mentana Commentatore certificato 22.08.18 14:14| 
 |
Rispondi al commento

La leva con cui potremo sollevare tutta questa merd.. è la giustizia ! Prima lo capiamo e prima risolviamo ! Una giustizia vera , onesta e rapida !

vincenzo di giorgio 22.08.18 14:08| 
 |
Rispondi al commento

BISOGNA RI nazionalizzare le istituzioni che attualmente sono in mano PRIVATE

Andrebbero chiusi e riformati e accorpati gli enti improduttivi esempio
le province ancora succhiano tasse
LA RAI gode di un canone ingiustificabile

La motorizzazione civile deve anche essere PRA
Basta soldi pubblici all'ACI eccetera....

Mauro Magni 22.08.18 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Pisa, addio Festa dell'Unità. I militanti: "Abbandonati dal popolo"

"La nostra gente ci ha abbandonato". Questo il motivo che ha spinto il circolo Pd di Riglione, frazione di Pisa, ad annullare il classico appuntamento del primo martedì dopo Ferragosto. I militanti: "Stanchi di un partito autoreferenziale"

*******

Se ne sono accorti ora.....

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.08.18 13:57| 
 |
Rispondi al commento

È SPLICEMENTE VERGOGNOSO

sostenere che non è utile, efficace, vantaggioso procedere alla NAZIONALIZZA ZIONE DEI SERVIZI.
Ancora più grave se a sostenere ciò è il go
vernatore della Liguria .
Non si può giustificare un comportamento simile.
Sostenere quanto sostiene Totti equivale a screditare la politica in senso assoluto !
Domanda ma Totti non è un politico e per giunta Governatore della Liguria ?

Salvatore Cannatà (salvo niketeras), Mentana Commentatore certificato 22.08.18 13:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Uccisioni illecite di capre e pecore, sette denunciati

A Empoli e Castelfiorentino sono stati controllati dai carabinieri due allevamenti dove alcune persone marocchine stavano macellando gli animali per la festa del sacrificio

***********

Integrazione?

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.08.18 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tragedia in porto a Marina di Carrara, muore un operaio di 39 anni

E' rimasto schiacciato sotto un carrello elevatore durante le operazioni di scarico di una nave. Il collega addetto alla manovra è stato colto da malore. La Cgil: "Mancato rispetto delle norme di sicurezza".

Morti sul lavoro, la scia di sangue in Toscana nel 2018. Salgono a 20 le morti bianche da gennaio.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.08.18 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Tutto colpa del PD + FI

Rebani mohammef 22.08.18 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Nazionalizzare potrebbe anche favorire l'occupazione perchè mi sembra assurdo che con questi utili non si possa pensare di assumere casellanti al posto degli strumenti di pagamento automatico.

Fabio Formica 22.08.18 13:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

YoSoyDePuraCepa 09:07
ho risposto con il mio sottocommento 21.08.18 21:21 al sottocommento di harry haller 21.08.18 19:32 . Non mi pare che la mia risposta era fuori argomento, anzi.

YoSoyDePuraCepa 22.08.18 08:02
I prenditori c'erano solo al nord/ovest d'Italia fino al 1950; altrove contadini, mezzadri, qualche ricco e varie mafie, compresi gli ecclesiastici.
Dopo i prenditori sono cresciuti di numero, e l'età media del paese si è alzata, perchè sfruttando i soldi che fanno i prenditori, tutta la società si è arricchita.

“Ti ricordi l'arrivo del prenditore dei prenditori: il berlusca col suo amichetto bossi ?”
Senza B. c'era il PDS; forse dalla padella alla brace!!

“ORA C'E' UNO STATO: L'ITALIA HA COMINCIATO A NASCERE CON I 5 STELLE...
FINORA ERA SOLO UN PROGETTO MAI REALIZZATO IN PRATICA” Ti ricordo che i 5 stelle in Veneto e in Lombardia sono stati in favore del referendum per l'autonomia, non penso che tutte le regioni siano d'accordo su questo argomento. Ma io aspetto il reddito di cittadinanza, quello del 2013 http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/17/DDLPRES/0/814007/index.html?part=ddlpres_ddlpres1 e le varie promesse.

Perchè non posso citare Stern o Mario Corona? Non l'ho citato in rapporto alla fede politica, ma il modo di pensare.

Dato che ho innanzitutto 3 figli, ho potuto valutare le differenze tra le persone della mia età e i giovani d'oggi, in buona parte figli unici; tu dici “E lascia stare i giovani... che stanno dimostrando il coraggio di creare una nuova terra per le loro radici, dove "i vecchi" il nulla hanno lasciato.”
Come no; i ragazzi se non riescono a convivere tornano dai genitori, e la maggior parte danno sempre la colpa ai procreatori di qualsiasi cosa; dalla scelta della scuola, a non essere stati in grado di far una casa bella ecc ecc. Tu la terra non sai neppure cos'è; è una cosa dura da lavorare, e ti fa sudare.

segue sotto

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 22.08.18 13:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CANTONE PRENDE SOLO CANTONATE....

aniello r., milano Commentatore certificato 22.08.18 13:40| 
 |
Rispondi al commento

prova

cristiano i. Commentatore certificato 22.08.18 13:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

____

...Toti dice che lo Stato è meno efficiente dei privati

a gestire le Autostrade !

Abbiamo visto l'efficienza di Autostrade società

privata il 14 Agosto a Genova e a Fermo nelle Marche!


Ecco l'efficienza di Autostrade:

https://youtu.be/jOx3LtbSZrc


Sono d'accordissimo!!!!

Paolo V 22.08.18 13:09| 
 |
Rispondi al commento

X piperno: ... appunto, ha detto "anche". Così se lo stato, per negligenza o altro, non ha provveduto a controllare il diretto controllore (Autostrade spa), implicitamente si fa carico della responsabilità in toto. E i Benetton sono a posto così, non ci devono nulla!


I GRANDI DISASTRI che finora sono successi in tutta Italia (elencarli tutti si farebbe un libro di TERRORE) sono la conseguenza della MALAGESTIONE di chi doveva controllare, manutenzionare e del MENEFREGHISMO dei POLITICANTI e caste privilegiate della P.A., ISTITUZIONI ed ORGANI DI STATO corrotti dalle tangenti di chi ha avuto concessioni FACILI con GROSSI VANTAGGI e GUADAGNI a sprezzo della vita e della sicurazza dei cittadini onesti!
Oltre il ponte di genova, voglio ricordarne solo due: la strage del treno a Viareggio nel 2009 (32 morti) e lo scontro tra treni tra andria e corato del 2016 (23 morti e 51 feriti) che sono quelli più emblematici!
Tutti i giorni morti sul lavoro, ieri quattro!
CACCIAMO e MANDIAMO IN GALERA i responsabili che devono controllare le sicurezze e non lo fanno ma si pappano fior di stipendi, i capi di queste persone che a loro volta girano le spalle alle porcate!
BASTA!
Col GOVERNO DI CAMBIAMENTO c'è ARIA NUOVA e PULITA che sterilizzerà i microbi PD/dc-FI che hanno INFETTATO l'italia in questi anni!!!

giova31 22.08.18 12:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Proviamo ad immaginare che Autostrade avesse detto: anche con le dovute manutenzioni non non ci sentiamo di garantire la sicurezza di questo ponte. Questo ponte (come dice Brencich) è un fallimento dell'ingegneria, per quanto doloroso occorre, se si vuole vera sicurezza, rifarlo in acciaio; comporterà l'abbattimento del ponte stesso e delle case.

Proviamo soltanto ad immaginare la reazione dei genovesi e non solo... ahaha la 'favoletta' del ponte che crolla ahahah Autostrade...maledette sanguisughe, non lo toiccherete il ponte! Sbaglio?

Il problema è che Morandi, l'ingegnere dico, è un Totem, e toccarlo è Tabù! Qualcosa di simile a quel che succede se critichi Israele: vieni tacciato di antisemitismo.

pippo aroni 22.08.18 12:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da Huffington Post di oggi 22 /8 /2018 : Raffaele Cantone: "Anche lo Stato è responsabile per il crollo del ponte a Genova.
E quindi? Si sta preparando il terreno per far risultare che i Benetton non sono responsabili di quanto accaduto? E allora che senso ha dare loro in concessione le autostrade? A cosa servono i Benetton? Solo ad incassare i pedaggi? Dopo averli pagati in maniera più che profumata dobbiamo ancora pensarci noi cittadini ai controlli?


I politici erano figli di puttana prima dell'intervento di Garibaldi e, dopo, hanno proseguito, raffinando le tecniche per metterlo in tasca ai sudditi-italiani.

Nulla è cambiato fino a quando il M5S è entrato nella stanza dei bottoni.....

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.08.18 12:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

__________

...che cosa dice Matteo Renzi su Twitter in merito della strage

del crollo doloso del ponte Morandi di Genova il 14 d'Agosto 2018 ?

Zero assoluto !


..in questo e unico tweet da Renzi nel giorno

della strage parla di "ricostruire" fregandosene

dei morti poi si contraddice e dice che non si

deve parlare di altro perche è il giorno del "dolore" :

"...Chi ha sbagliato deve pagare. E forse finalmente si potrà discutere di infrastrutture, senza ideologie. Ma oggi, PER FAVORE, oggi è solo il giorno del silenzio. Del cordoglio. Del dolore. E della gratitudine immensa per i soccorritori....."

https://twitter.com/matteorenzi/status/1029394774791532545


Bravissimi!!!

Paolo V 22.08.18 12:27| 
 |
Rispondi al commento

peter1943@alice.it
*seguito da precedente**
per dividerci, per riprendere il potere perduto. Tuttavia il loro intento si scontrerà con la verità dei fatti e l’unità che gran parte del Popolo Italiano sta ritrovando. Sempre Viva l’Italia!
Cincinnatus da Genova

Pietro Marini, GENOVA Commentatore certificato 22.08.18 12:11| 
 |
Rispondi al commento

peter1943@alice.it
**Lo Stato è produttore di beni**
*Un tempo mi raccontarono che lo Stato è un “distruttore di beni” ed è preferibile che il patrimonio pubblico venga gestito da privati. Poi mi capitò di studiare il pensiero di Luigi Einaudi e socraticamente convenni che lo Stato costituisce un “insostituibile fattore di produzione del patrimonio collettivo di uno Stato”. Einaudi propugnava la gestione pubblica, con l’accortezza di “separare il grano dal loglio”e sappiamo cosa intendesse. *Nel corso di lunghi anni in cui nella nostra amata Patria abbiamo assistito alla svendita del patrimonio nazionale. Rarissimi appartenenti alla categoria dei media, consci di quanto stava accadendo ci hanno vanamente provato a denunciare, tutti gli altri hanno abbozzato, pascendosi con gli avanzi dalle mense dei potenti di turno e sono diventati i prezzolati lecchini che conosciamo. Contro la scogliera dell’indifferenza e del malaffare costituito si sono infrante anche autorevoli voci, come quella di Italo Calvino, incontrato molti anni fa e che ora riposa sulla dolce collina di Castiglione della Pescaia, condiviso luogo dell’anima. *Ci voleva l’Ideale Cinquestelle, un Governo del Cambiamento, per rincuorare chi taceva,per fare uscire allo scoperto i tanti che credevano di essere soli, che ora si avvedono quanto il Popolo Italiano sia politicamente maturo.In questa fase storico-politica riportare le Autostrade nel pieno controllo dell’ambito pubblico rappresenta solo l’inizio di una positiva rinascita civile ed economica del nostro Paese. Quelli che non ci amano, gli amici delle lobbies dell’oggi a te e domani a me, hanno messo in campo tutto l’apparato mediatico e non solo

Pietro Marini, GENOVA Commentatore certificato 22.08.18 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno
In questi giorno ho attentamente seguito i diversi dibattiti televisivi e mi son fatto un'idea chiara dei responsabili, sono gli stradini addetti al ponte.

fiorangelo forno Commentatore certificato 22.08.18 11:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

... è sconsolante, vedere come anche davanti alla più lapalissiana delle verità, ci si ponga ancora degli scrupoli nel voler azzerare la situazione; Autostrade per Benetton, ha già succhiato miliardi dalle tasche degli italiani senza aver onorato il contratto di concessione; se l'avesse fatto, non saremmo qui a piangere 43 morti e lamentare una marea di danni ancora non quantificabili; degli azionisti, di chi ha investito/speculato sapendo o pensando di andare sul sicuro, non me ne importa una sincera e beata cippa: avete vinto abbastanza, ed avreste vinto molto meno, se dei soldi intascati, la maggior parte, fossero stati spesi in sicurezza,prevenzione e manutenzione.......

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.08.18 11:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande Verità,ogni metodo per fare denaro.Poi il resto è Storia e quasi sempre è il Popolo a farne le spese.

Luca omodeo 22.08.18 11:38| 
 |
Rispondi al commento

________

...Renzi Matteo ti ricordi quando nel 2016 eri

alla camera ardente di Tina Anselmi, e ti sei

fatto un selfie con tanto di sorriso?

vedi qui se non ricordi:

http://tribunatreviso.gelocal.it/treviso/foto-e-video/2016/11/04/fotogalleria/matteo-renzi-alla-camera-ardente-di-tina-anselmi-selfie-e-bagno-di-folla-1.14360163#1

http://tribunatreviso.gelocal.it/polopoly_fs/1.14360154!/httpImage/image.jpg_gen/derivatives/gallery_978/image.jpg

John Buatti 22.08.18 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Grande Gianni Barbacetto, uno dei pochi giornalisti seri rimasti nello sconsolante panorama dell'informazione italiana. Sarebbe bello vederlo presto in RAI a dirigere un TG.
Grazie per il tuo lavoro prezioso!

Enzo Rossi 22.08.18 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Dopo la sconfitta alle comunali di Pisa
Pd cancella la Festa dell’Unità di Riglione
“Stanchi di un partito autoreferenziale”....
ne faremo un'altro "PDL" ...il cambiamento per ritornare da dover eravamo partiti.

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.08.18 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Prima che sia tardi e che ci giochiamo la coerenza e i voti non solo della Val di Susa usciamo dal TAV e usiamo il risparmio di quell'opera inutile per fare altro. Direi che le occasioni di spesa in Italia non mancano !

Giovanni Baroso, Torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 22.08.18 10:56| 
 |
Rispondi al commento

La fortuna che abbiamo ancora dei giornalisti seri!
Grazie.

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.08.18 10:56| 
 |
Rispondi al commento

ENRICO LETTA.. DEGNO NIPOTE DEL COMPARE DEL NANO..

aniello r., milano Commentatore certificato 22.08.18 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Questi sono i risultati degli ultimi 25 anni di malgoverno del cd e cs che ci hanno svenduto spremuti come limoni. Mi chiedo come si possa continuare a votare questi partito che degli italiani non frega un caz... Il governo carioca deve asfaltare una volta x tutte queste metastasi .

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 22.08.18 10:52| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori