Il Blog delle Stelle
La bufala del giovane tornato disoccupato per colpa del decreto Dignità

La bufala del giovane tornato disoccupato per colpa del decreto Dignità

Author di Luigi Di Maio
Dona
  • 166

"Nei giorni scorsi i principali quotidiani nazionali hanno rilanciato la storia del "giovane che ha perso il lavoro per colpa del decreto dignità". Hanno preso uno dei milioni di tweet che vengono pubblicati ogni giorno su Twitter e, senza compiere nessuna verifica, lo hanno proclamato verità assoluta per puro scopo di propaganda. Repubblica: "Grazie Di Maio, sarò un disoccupato anche grazie a lei". E il tweet diventa un caso". Corriere: «Da settembre sarò disoccupato», il tweet del giovane torinese contro il decreto dignità divide il web. Il Giornale: Perde il lavoro e il suo tweet contro Di Maio diventa virale. La Stampa: Il precario che ha sfidato Di Maio: “Licenziato per il decreto dignità”. Tutti questi articoli per sostenere la stessa falsità, ossia che il decreto fa perdere posti di lavoro. Niente di più falso perchè il Decreto Dignità rende finalmente il lavoro più stabile. L'altro giorno si è scoperto che la storia del giovane era una bufala, una bufala megagalattica. Nessuno dei giornali citati si è premurato di fare un articolo per dire che avevano scritto solo delle falsità. Nessuno. Quindi forse c'è ancora qualcuno che ha creduto a questa ennesima fake news diffusa dalla propaganda del patto del nazareno. L'articolo che segue spiega tutto per filo e per segno. Condividetelo il più possibile per informare chi ha creduto alla fake news. E dateci una mano a difenderci dalle bufale dei giornali, abbiamo la Rete: usiamola per smascherare le notizie false e diffondere la verità. Non lasciamogliene passare più nemmeno una. Grazie." Luigi Di Maio

di Paola Pintus, editorialista, pubblicato su Tiscali.it

Colpo di scena: Tony Nelly, alias Simone Bonino, il ragazzo che a poche ore dal “Si” alla Camera sul Decreto Dignità aveva “osato” sfidare il Ministro di Maio non è stato congedato dal Credit Agricole per colpa del provvedimento del Governo , ma se n’è andato lui più di un anno prima. Ne dà notizia Alessandro Robecchi, giornalista del Fatto Quotidiano che per primo aveva scoperto quale fosse la misteriosa occupazione del giovane, pubblicando la smentita dell’istituto di credito francese che precisa: “Il rapporto di lavoro tra il signor Simone B. (da alcune testate identificato come titolare dell’account Tony Nelly) e Crédit Agricole Cariparma si è concluso nel febbraio 2017 dopo uno stage di due mesi per volontà unilaterale del lavoratore, che ha deciso di accettare un contratto a tempo determinato offerto da un’altra azienda”.

La vicenda si trasforma dunque in un boomerang per il giovane biellese, che qualche giorno fa su Twitter aveva denunciato: “Oggi mi hanno confermato che da settembre sarò finalmente un disoccupato. Non è che per caso Boeri aveva ragione? Ma tanto io aspetto il suo reddito di cittadinanza, no?”. Il tweet era diventato subito virale, tanto che anche Repubblica aveva ripreso la denuncia e le successive precisazioni del ragazzo che spiegava come i suoi responsabili gli avessero comunicato, dopo l’approvazione del decreto Dignità, di non poter far fronte alla trasformazione del suo contratto ormai in scadenza da tempo determinato a indeterminato, in quanto avrebbe “ingessato troppo l’azienda”. Ed ancora: "È (anche) a causa di questo decreto se rimarrò a casa. Non è impedendo di fatto i tempi determinati che le aziende si metteranno a fare indeterminati. Quindi no, questo decreto, per come è ora, è una piaga per il lavoro".
Ora però i conti non tornano più, e quella di Tony Nelly inizia a sembrare più che un grido di dolore un vero ballon d’essay mediatico, scoppiato fra le mani del suo giovane autore.

Il ragazzo, infatti, non avrebbe fatto in tempo in nessun caso a maturare i 24 mesi dopo i quali, stando al Decreto, non sarà più possibile prorogare il tempo determinato. La stretta sui contratti a termine introdotta dal ministro Di Maio per l’appunto prevede la riduzione della loro durata da 36 a 24 mesi: dopo i primi 12 mesi sarà possibile effettuare uno o più rinnovi, per un tempo non superiore ad un anno, con la reintroduzione della cosiddetta “causale”: l’imprenditore dovrà cioè spiegare il motivo del rinnovo. Scende anche il numero complessivo dei rinnovi che da 5 passano a 4, con un onere contributivo dello 0,5% a partire dal secondo contratto di rinnovo. Insomma, se le cose stanno come afferma la smentita del Credit Agricole, Simone-Tony Nelly si è congedato nel febbraio 2017 per accettare un nuovo lavoro, ed il nuovo datore avrebbe potuto prorogare il suo contratto fino a febbraio 2019, senza necessariamente doverlo convertire in una stabilizzazione a tempo indeterminato.


Ci piacerebbe saperne di più dallo stesso Simone, che ora ha reso inaccessibili tutti i suoi account dicendosi sorpreso ed impreparato davanti al clamore suscitato dalla sua vicenda, e alle polemiche che ne sono seguite. L’effetto “boomerang” del suo tweet rischia di compromettere la sua serenità e la ricerca di un nuovo lavoro, che gli auguriamo di ritrovare al più presto. Forse ora sul suo curriculum potrà scrivere un nuovo motto: la prudenza non è mai troppa, soprattutto sui social e soprattutto di questi tempi, in cui si fa in fretta, in modo più o meno ingenuo, più o meno consapevole a diventare gli utili strumenti di un nuovo tipo di propaganda digitale. Buona fortuna Simone, e buon lavoro.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

11 Ago 2018, 11:00 | Scrivi | Commenti (166) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 166


Tags: bufale, decreto dignità, fake news, MoVimento 5 stelle, posto fisso, precari, stabilità, tony nelly

Commenti

 

interessante conoscere l'eventuale nuovo posto di lavoro del Tony Nelly magari lo assume qualche giornale che nella sua fake news ci ha sguazzato.
O dai medesimi giornali ha preso un cachet???

Tullia C., Milano Commentatore certificato 18.08.18 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Il link al profilo Facebook di questo "buffone", cosi lo definisco questo sig. Simone Bonino, in arte "Tony Nelly", è questo: https://www.facebook.com/simone.bonino.18 ...
Complimenti a Lui e al suo PD...

Luca Sabatini 15.08.18 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se il post è un po' fuoritema ma...
a proposito del 'decreto dignità' vorrei contestare l'assurdità del 'ESONERO DEI CONTRIBUTI' per gli 'UNDER 35'.
Praticamente le aziende non pagheranno contributi (che mancheranno e qualcuno dovrà pagare, ma non saranno le aziente) per lavoratori NEL FIORE DEGLI ANNI LAVORATIVI!!!
È ASSURDO! Capisco per un ragazzino, sarei d'accordo per gli 'OVER 55' rimasti disoccupati e senza specializzazioni... ma così è folle!!!

Anna M. 15.08.18 00:24| 
 |
Rispondi al commento

E Chi ci assicura che non sia stato un polverone creato ad arte per screditare il governo visto che anche politici di grosso calibro si sono esibiti a portare lo stesso esempio o o simili?

De Lauro Enrico Commentatore certificato 14.08.18 23:12| 
 |
Rispondi al commento

caro zazà, mi preme innanzitutto sgombrare il campo da un eqivoco:
E' vero i giornali italiani non mi piacciono.
Ma solo perche NON SONO GIORNALI, nel senso onorevole del termine, MA SOLO
SQUALLIDI ORGANI DI POTENTATI, FAZIONI POLITICHE, MAFIE ECONOMICHE VARIE,
ECC. ECC.
non hanno più nulla della NOBILE FUNZIONE CHE FU.
Purtuttavia nessuna cosa è più lontana dal mio pensiero come quella di
CENSURARLI, IMBAVAGLIARLI, PERSEGUITARLI.
Possono dire tutto quello che vogliono ma nei limiti dei LORO MEZZI, sara
il mercato e la democrazia a giudicarli, a farli prosperare o a farli chiudere.
Il punto è che nella tormenta attuale, con l'avvento del governo del
cambiamento, il loro atteggiamento ostile si è fatto molto più virulento, e
il poter contare su un mezzo come la TV che ripropone le loro squallide e
MENZOGNERE PRESE DI POSIZIONI e molto nocivo e non voglio dire
diseducativo, perche ognuno ha diritto per prevalere di DIRE quello che
vuole, MA CON I PROPRI MEZZI.
-----------------------------------------
Lascio perdere le tv private CAIRO E BERLUSCONI, facciano come gli pare, è
già sufficiente anomalia che il capo di un partito sia proprietario di una tv,... ho rivisto canale5 perche ha trasmesso i
mondiali, non la vedevo da 20 anni e ho dovuto risintonizzare
l'apparecchio,
MA E' STATO GIA' RICANCELLATO.

LA rai è di tutti. I suoi TG, le trasmissioni
di COMMENTO, L'ATTEGGIAMENTO DEI CONDUTTORI
non può essere perennemente ostile al M5S, o alla
LEGA.

Non può contrapporre alle opinioni del presidente
del consiglio, dei ministri, dei parlamentari di
le opinioni di REPUBBLICA,
non si puo trattare con ironia o sufficienza quello che dice il MINISTRO
DELLA SANITA, e poi
contrapporle con tutti gli onori il pensiero
di qualche pennivendolo o opiniosta d'accatto.

Massima espressione di questo andazzo sono le
RASSEGNE STAMPE ...MA ANCHE TG E TALK SHOW.

CAPISCO che ci sono in ballo cose molto importanti
sottovalutare questa...E MOLTO PERICOLOSO.
SALUTI.
franco rosso"

franco rosso 14.08.18 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Questo luridume di giornalismo FALSO, BUGIARDO E PENNIVENDOLO deve finire. Spero che al rientro si cominci a pensare alla ELIMINAZIONE DEI CONTRIBUTI STATALI AI GIORNALI. Non se né può più. BASTA!

Gabriele Longo 14.08.18 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Io vi racconto una storia inversa: quella di un uomo da due anni con un lavoro a tempo determinato che si trova, nonostante possa pagare un affitto, senza una casa. Perché mai? Perché nessuno affitta più un appartamento se non a persone con un contratto a tempo indeterminato. Nemmeno se queste persone hanno qualcuno pronto a garantire per loro. Non ci credevo. Mi sono messa a chiamare agenzie immobiliari e privati in prima persona: niente da fare. Non resta che la macchina per chi non ha più la fortuna di avere una famiglia pronta ad ospitarlo. E' giusto ridare dignità alle persone.E' giusto che il lavoro esca dal concetto di precarietà.

Consuelo Terrin 13.08.18 21:00| 
 |
Rispondi al commento

Il lavoro dipendente come è stato concepito fino ad oggi non ha più senso.
Prima di tutto perché dovrei dipendere da qualcuno che mi tiene in scacco?
Non sarebbe meglio essere liberi saper fare qualcosa e vendere questo qualcosa che sia un prodotto un servizio o l'uso di uno strumento di lavoro?
Non avremo così più soddisfazione da quello che facciamo e svilupperemo persone più sicure di se così la finiremo di piangerci addosso?
Siamo sicuri che il lavoro dipendente non sia una invenzione per tenerci un po' schiavi?
Certo ci vuole del coraggio per cambiamenti epocali.
Sono stato dipendete e non tornerei mai più indietro troppo avvilente.

BRUNO 13.08.18 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Le studiano tutte per poter infangare l'ottimo lavoro che state facendo. continuate cosi!

Case Catania, catania Commentatore certificato 13.08.18 10:25| 
 |
Rispondi al commento

A differenza di DI MAIO io auguro a questo "giovane" che usa un avatar di un nostro Ministro di rimanere disoccupato a vita senza se e senza ma e ... di vedere le testate giornalistiche riportanti le sue dichiarazioni con un + che chiaro scopo di chiudere per fallimento ... non ne posso più di essere benevolo e di fare buon viso a cattivo gioco

MAURIZIO PAVIOTTI, PASIAN DI PRATO Commentatore certificato 12.08.18 20:02| 
 |
Rispondi al commento

"È dall'ironia che comincia la libertà".

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 12.08.18 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Buone vacanze a tutti. Fatene buon pro!

https://www.youtube.com/watch?v=TckQe8g01a4

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 12.08.18 15:28| 
 |
Rispondi al commento

tutti i governi passati hanno sempre privatizzato lo ha chiesto l europa, ma i nostri governanti del passato hanno legiferato leggi senza tener conto dei consumatori tant e che riceverai sempre una informativa "modifica unilaterale del contratto" da parte delle societa, con cio si potrebbe, constatare che le leggi emanate in passato erano leggi e decreti legge a servizio di una sola categoria non tutelando i terzi. se vai a spulciare bene potresti accorgerti che alcuni descreti, guarda banche e telecomunicazioni o altro chi governava era socio diretto o indiretto, nella bolletta elettrica troverai la voce trasporto energia pensa un po che cosa si sono inventati, le linee elettriche gia le avevamo pagate noi italiani se per la manutenzione e il rafforzamento di esse dovrebbe essere a carico delle societa non su i consumatori, come le assicurazioni prendendo in esempio il grave incidente avvenuto della cisterna, l assicurazione ha il dovere di pagare tutti i danni sia materiali che fisici non incrementando e aumentando le tariffe e stato troppo facile per tante societa entrare nella liberalizzazione dei mercati, i facenti parte governativi erano azionisti delle stesse societa vedi bancarie vedi telecomunicazioni e tant altro, come vedi tante leggi e decreti sono stati emanati su loro misura senza alcuna interlocuzione verso il consumatore-cittadino ecco perche si definisce governo delle lobby ed ecco perche si viene attaccati, questo granellino che interrompe l ingranaggio degli affaristi e bello sentire che i ministeri sono aperti a tutti,oggi, che chi vuole entrare si deve registrare e specificare l argomento trattato mi sembra una favola che diventa realta

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 12.08.18 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Innanzitutto cominciamo a sputtanarli con nome e cognome in televisione..... e questo potete farlo solo voi; intanto noi ci diamo da fare sul web.

Comunque vorrei sottolineare quanto ha scritto, più sotto, Franco Rosso in merito: questo gioco di rimbalzo delle rassegne stampa a gettito continuo sulle varie reti televisive ottiene il famigerato effetto della bugia ripetuta sette volte che diventa verità.

Vi confesso che non vedo cosa si possa fare, attaccare i media è cosa che potevamo fare quando eravamo all'opposizione, adesso che siamo al governo non dobbiamo commettere lo stesso errore che ha caratterizzato personaggi squallidi come Renzi e Berlusconi.
Non ci resta che fare la nostra ''controinformazione'' confidando nel fatto che alla lunga la gente, anche quella meno avvertita, aprirà gli occhi. Inoltre i pennivendoli si stanno rovinando la reputazione da soli, lasciamoli fare! A proposito, che peccato che Renzi e Monti non si stiano facendo più intervistare in tv..... loro sì che ci darebbero un grande aiuto!

Saluti
Zazà

Il Barone Zazà 12.08.18 10:59| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Italiani come noi – Rider: nuovo lavoro tra sfruttamento e opportunità. “Disposti a pagare di più per garantire diritti?”:https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/08/12/italiani-come-noi-rider-nuovo-lavoro-tra-sfruttamento-e-opportunita-disposti-a-pagare-di-piu-per-garantire-diritti/4465000/ "Italiani" la prima è l'esatto specchio di chi siamo diventati..gli altri "giovani" non mi esprimo.

Keith Richards 12.08.18 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera su La7 c'era quel tale, quello che sembra uscito da un cartone animato e che si crede intellettuale, quel filoeuropeista convinto vestito ridicolo, Daverio, che ha detto di stare con l'elite e contro il populismo. Sparando una serie di bestialità contro il M5s e Beppe Grillo, ha fatto capire che si sta preparando a entrare in politica per contrastarci. La cosa che più mi ha fatto incazzare, da ciò che ho inteso, è che prevedeva la divisione dell'Italia in staterelli come al tempo dei Borbone se non ci fosse stato un altro a governarci e che bisogna stare sotto l'UE. Dovrebbe essergli tolta la cittadinanza ed essere esiliato dal Paese, un individuo simile. E insieme a lui Parenzo, che sorrideva come un ebete, e tutti gli altri.

Igor Zante Commentatore certificato 12.08.18 09:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Dima
bisogna rispondere al fuoco con il fuoco e cominciare a denunciare o querelare giornalisti e direttori di giornali, i quali hanno l'obbligo morale prima ancora che per legge di accertare le notizie prima di pubblicarle. Nello stesso modo devono essere trascinati in tribunale quelli come Renzi, Faraone, Martina, Gelmini & co, tutti quelli che dicono male di noi, che hanno diffuso la balla degli 80 euro a scopo di infangare il M5S e i nostri rappresentanti, tutti i diffamatori di ogni luogo, siano essi giovani filopiddini che scrivono su twitter e facebook, siano pseudo-intellettuali, opinionisti prezzolati di TV e carta stampata, e via dicendo. Insomma, devono essere mandati davanti al giudice. Quella sarà la nostra miglior pubblicità, e rispecchierà il motto legalità e trasparenza.

Igor Zante Commentatore certificato 12.08.18 09:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT SPRECONE
da il FQ:...Spreco di Stato: 12 miliardi di immobili pubblici sono inutilizzati
Immobili pubblici - 283 miliardi in totale...

I capaci che hanno governato per una vita!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 12.08.18 08:54| 
 |
Rispondi al commento

Il governo dovrebbe fare in modo che le tariffe di luce, gas, acqua (tornare all'acqua pubblica), assicurazioni RCA, subiscano una revisione al ribasso visti gli aumenti spropositati degli ultimi anni. Anche questo e' un modo per abbassare le tasse e aumentare il potere d'acquisto delle famiglie. P.S. Ne abbiamo abbastanza di tutte queste fake news dei mezzi d'informazione atte a screditare i provvedimenti del governo!

Luciano C. 12.08.18 08:45| 
 |
Rispondi al commento

O.T.
Direi che è arrivato il momento per depotenziare la signora del Demanio, Elisabetta Spitz. Un vero rinnovamento si ha quando cambiano anche i "inamovibili".

https://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=9318

https://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/spreco-di-stato-12-miliardi-di-patrimonio-inutilizzato/

antonella g. Commentatore certificato 12.08.18 08:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://www.avvenire.it/economia/pagine/lavoro-irregolare-multa-ridicola. Vi invito a leggere questa interessante analisi, perché Luigi tu possa capire meglio l entità del problema....

Carla Gobbi 12.08.18 07:30| 
 |
Rispondi al commento

https://www.avvenire.it/economia/pagine/lavoro-irregolare-multa-ridicola

Carla Gobbi 12.08.18 07:29| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno e buona domenica, non faccio nemmeno a tempo ad aprire il sito del giornale (repubblica) che subito trovo:

Anzaldi: "Crisi Rai, Santoro presidente
di garanzia, come fa l'M5s a dire di no?"
Il deputato del Pd: "Dovrebbe votarlo anche Forza Italia"

FI non avra' di certo problemi, il voto dei forzisti e' assicurato. Si un bel presidente di garanzia, come lo fu l'Annunziata.

E basta, e vedete di annarvene ad Ostia, e fatela finita. Sto' Anzaldi di domenica mattina , ma questo e' turbativa di una serena domenica, attentato alla pace interiore dei singoli .
Ma dove stava sto' Anzaldo, se lo riprendesse padron Renzi e lo accudisse lui nella villa nuova come deterrente per gli intrusi. Quello e' il posto suo.
Il presidente e' FOA , perche' noi cosi' abbiamo deciso.
Buona domenica.

Antonio G., Napoli Commentatore certificato 12.08.18 06:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Penso che l'unione europea debba essere forte assieme alla gran bretagna con una sua politica una sua polizia un suo esercito ecc.per fronteggiare con successo le grandi potenze come usa Russia Cina e penso inoltre che l'unione europea debba avere dei corretti alleati come la Cina.
Poi l' ue deve darsi importanza nel mondo dicendo il suo punto di vista fra cui che gli usa non devono essere più i padroni del mondo e che la Palestina come deciso dall' onu ha diritto ad un proprio stato dove poter vivere in pace!!!

franco rina Commentatore certificato 12.08.18 05:41| 
 |
Rispondi al commento

Chiudete questo blog se non c'è nessuno che controlla!!!e' un vero schifo!!!fate passare post di cani e porci!!!

Sandy***** S., Sandonaci Commentatore certificato 12.08.18 01:54| 
 |
Rispondi al commento

mi dispiace doverlo dire ma riscontro veramente
poca sensibilità verso la questione presso
TUTTI I MASSIMI RESPONSABILI DEL MOVIMENTO
che adesso sono anche responsabili
DELLE ISTITUZIONI, GOVERNO E QUINDI ANCHE POTERE.
----------------------------------------------
E facciamo una breve analisi.
LA MEDIARIA vive di soldi e tempo. come tutte le cose
SENONCHE, i soldi ce li mettiamo noi e il tempo pure
Il tempo che passiamo a sciropparci centinaia di spot al giorno.
I SOLDI quando andiamo a comprare quelle cose degli SPOT il cui prezzo contiene anche i soldi PER PAGARE gli spot.
PER SOVRAMMERCATO, paghiamo a questo IMMONDO SISTEMA
anche una tassa chiamata canone.
Su questo sistema poi squazzano anche tutte le CAROGNE che vogliono che cosi si continui
i cosidetti EDITORI, e tutta la truppa che sono un
vero e proprio esercito di PENNIVENDOLI,
INTELLETTUALI D'ACCATTO TROLL PENSATORI (!) ECC.ECC.
---------------------------------------------
Io capisco che ci vuole tutta la calma di questo mondo, perche la situazione è delicata, e il complesso gioco di equilibrismo fatto da chi scrive il post qui sopra lo dimostra.

ma da qualcosa bisogna pur inziare per tentare
di iniziare a raddrizzare la barca.

due giorni fa ho scritto un commento in cui dicevo
che il gioco di RIMBALZO-TELEVISIONE-CARTA STAMPATA-le cosi dette RASSEGNA STAMPA- ERANO
un moltiplicatore FORMIDABILE di qualunque FAKE NEWS si inventi, e questo caso sta proprio qui
a DIMOSTRARLO.

E ALLORA DICO A CHI E' RESPONSABILE,
VOGLIAMO PERLOMENO INIZIARE COL TAGLIARE
QUESTO DANNOSISSIMO MOLTIPLICATORE DI FAKE NEWS
CHE SI CHIAMA RASSEGNA STAMPA.

PERLOMENO NEI CANALI RAI
e per finire apprendo che un noto
TAROCCATORE DI NOTIZIE E APPRODATO A RETE 4

ECCO SE NON VI SVEGLIATE, noi abbiamo coscienza
di quel che capita e un po di anticorpi li
abbiamo messi su,
ma quel che puo capitare a voi
E ALLE SPERANZE DI QUESTO PAESE SE NON VI
SVEGLIATE SU QUESTA QUESTIONE NON MI PIACE AFFATTO.

franco rosso

franco rosso 12.08.18 00:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“Una piccola vacanza e un buon riposo a tutti.
Io son fuggito a Napoli.

Da quanto si dica, si narri, o si dipinga, Napoli supera tutto: la riva, la baia, il golfo, il Vesuvio, la città, le vicine campagne, i castelli, le passeggiate… Io scuso tutti coloro ai quali la vista di Napoli fa perdere i sensi!

Oggi mi son dato alla pazza gioia, dedicando tutto il mio tempo a queste incomparabili bellezze. Si ha un bel dire, raccontare, dipingere; ma esse sono al disopra di ogni descrizione. La spiaggia, il golfo, le insenature del mare, il Vesuvio, la città, i sobborghi, i castelli, le ville!

Ieri sera poi ci siamo recati alla Grotta di Posillipo, nel momento in cui il sole, passa con i suoi raggi alla parte opposta. Ho perdonato a tutti quelli che perdono la testa per questa città e mi sono ricordato con tenerezza di mio padre, che aveva conservato un’impressione incancellabile proprio degli oggetti da me visti oggi per la prima volta.

A Napoli ognuno vive in una inebriata dimenticanza di sé. Accade lo stesso anche per me. Mi riconosco appena e mi sembra di essere del tutto un altro uomo. Ieri pensavo: “O eri folle prima, o lo sei adesso.

Una dolce e bellissima compagna, almeno cinque stelle per sentirsi al riparo da qualsiasi luna storta, del buon cibo e un po’ di ottimo vino. La vita è troppo breve per bere vini mediocri.

Una donna e un bicchiere di vino soddisfano ogni bisogno e chi non beve e non bacia è peggio che morto. Guardo il vino scintillante, bevo un piccolo sorso e brindo senza astio alla faccia di chi ci vuole male" (Rivivendo e parafrasando Goethe).

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 12.08.18 00:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse ho capito cosa sta succedendo: sono i troll russi.

maria g. Commentatore certificato 11.08.18 23:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma come mai ultimamente si leggono solo post di squilibrati? Non ci dovrebbe essere qualcuno che controlla quello che viene scritto? Vi sembra normale che ci siano tutte quelle volgarità e quegli insulti? Chi di dovere veda di fare qualcosa immediatamente. Grazie.

maria g. Commentatore certificato 11.08.18 23:20| 
 |
Rispondi al commento

la RAI va immediatamente CHIUSA e disinfestati tutti i locali e gli studi in cui hanno proliferato gli insetti nocivi che ci hanno rotto le scatole e continuano a farlo da ormai TROPPI ANNI !
coloro che hanno frequentato tali ambienti devono essere trattati con TSO e vaccinati con i previsti 35 vaccini studiati dalla grandi industrie farmaceutiche in quanto contagiati in modo adiabatico; possono essere epidemici ed anche portatori sani di falsità congenite, ipocrisia pertinace, puzzosità diffusa, carognosità cancrenosa ed altre malattie di derivazione pidinista e berluschinismo becero;
per i soggetti compromessi in maniera grave ed irreversibile deve essere previsto un affidamento ai servizi sociali con cura progressista ed eventuale successivo prepensionamento sociale.
Comunque la TOTALITA' della RAI va da subito e completamente CHIUSA per un minimo di 40 giorni e fino a 4 mesi; un tempo necessario alla disintossicazione di tutti i cittadini italiani che accusano malesseri diversi ed assuefazione cinica ai programmi che causano demenza ed imitazio imbecillis..
Poi, se i risultati della disintossicazione obbligatoria fossero incoraggianti, si potrebbe riformulare una qualche Radio Televisione Italiana Libera, con veri professionisti assunti dallo stato italiano tramite concorso pubblico promulgato da un Agenzia Autonoma Statale delle Comunicazioni equidistante dalla politica e dal mercato.
Forse, in questo modo si potrebbe tornare a respirare ascoltando una notizia o guardando una gioiosa trasmissione; senza più sentire il tipico odore di c...a che si sente oggi.
Sarebbe un sogno poter sentire delle notizie vere da dei giornalisti professionisti e professionali, ascoltare e vedere dei programmi televisivi intelligenti e gioiosi, non essere continuamente disturbati da messaggi pubblicitari !!!!
Troppo per l'attuale governo del Cambiamento ??
Comunque NOI lo CHIEDIAMO a GRAN VOCE !!!
CHIUDETE QUESTA RAI !!!!

PIO Z., Trento Commentatore certificato 11.08.18 22:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Notte ragazzi, speriamo che domani sia migliore...

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 11.08.18 22:27| 
 |
Rispondi al commento

eppure una Grande frase detta da un Piccolo uomo si dovrebbe ricordare
" che figura di merda "
alcuni dicono che sul blog e come fossimo al bar, non pensando che cio che si scrive e divulgato in modo indelebile il caro amico, purtroppo , consapevolmente ne subisce le conseguenze in riguardo alla stampa, gia vedendo le testate giornalisti elencate, non mi sognerei mai di acquistare i quotidiani la carta igienica costa di meno, per imballaggio delle spedizioni mi fornisce i suoi quotidiani un accolito pd settantaquattrenne, da parte loro mi vergognerei per il semplice fatto che pagano un face e vengono derisi a livello mondiale per le loro capacita

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 11.08.18 22:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Via i finanziamenti subito.

Giovanni Perini 11.08.18 21:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Eleviamoci:

http://www.beppegrillo.it/la-settimana-del-blog-27/

Grazie Beppe, ora e sempre

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 11.08.18 20:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sapete che e' cosi' da tempo!!! Che aspettate a togliere il finanziamento publico ai giornali!!!ci fate innervosire ma poi non fate niente!!!

Sandy***** S., Sandonaci Commentatore certificato 11.08.18 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Calma

Per pulire a fondo una casa da scarafaggi e blatte infestanti si lascia la casa “vuota” dai legittimi inquilini giusto il tempo per far uscire le bestioline, indisturbate e allo scoperto.

Eliminarle non basta; se hanno sparso le uova invisibili nella casa non basta uccidere la blatta madre.

Il tempo estivo per le pulizie è congeniale per una serie di motivi, anche perché le bestioline escono col caldo.

Ci siamo quasi...Il nostro Blog è ed è destinato ad essere la coisa mais linda du mundo!

P.s. @m.m. Non mi sei mai piaciuto, fin dalla tua prima immonda e ingrata apparizione.

Firmato: Max Fini Oreste Fabio Patty harry undefinied massimo ed altri 99.995 mila iscritti di nome Stirner:

impossibile provare a dividere un plotone compatto e unito fino alla morte.
Uno psicopàta che volesse attaccare uno di noi attacca tutti noi, cioè…
Si attacca!

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 11.08.18 20:34| 
 |
Rispondi al commento

C'è proprio da ridere sapete i nick di Max Stiner?
No?
Ve li elenco:
Nando
m.m
Equipe 84
o:o
o.O
O.o
:O.o
o.o
^^^^
Aoooo...tutti certificati a suo tempo.
Evidentemente oggi ritornati in auge perchè lautamente pagati per disturbare.
Tutti OT... cioè Ottusi!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 11.08.18 19:49| 
 |
Rispondi al commento

A proposito della stupidaggine dei bambini immunodepressi che verrebbero in contatto con altri bambini eventualmente non vaccinati. Ma è possibile che a nessuno dei responsabili del ministero è venuto in mente di ribattere con la seguente risposta. Per assicurare che questi immunodepressi non vengano a contatto con non vaccinati bisognerebbe rinchiuderli in una camera sterile perchè basta andare in giro per la città e trovare migliaia di extracomunitari, magari nei mezzi pubblici ormai pieni solamente di questi individui che sicuramente non sono vaccinati contro un bel niente, per non parlare poi dei bambini e adulti rom che si trovano in ogni dove e non sanno neanche cosa sia un vaccino. Poi ci sono gli stranieri, moltissimi non vaccinati perchè nei loro paesi hanno altri obbligi sanitari, che arrivano da noi, magari in vacanza al mare. Non è che un immunodepresso debba vivere esclusivamente a scuola o all'asilo, non salire mai in un bus o giocare sulla spiaggia. Come si fa a non capire questa semplice banalità e spiegarla almeno una volta in TV ?

enzo ariano 11.08.18 19:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per tutti gli anni 70' i poteri forti, per

impedire cambiamnenti in favore del lavoro e del

salario e favorire capitale industriale e

finanziario hanno utilizzato la famosa "strategia

della tensione", vedi "stragi-di-Stato" che ormai

sono sui libri di Storia.

Ora gli stessi poteri modificano la strategia

d'intervento: dalla "strategia della tensione"

alla "strategia della delegittimazione" ovvero

avviare la "macchina del fango" mediatica:

calunnie, diffamazioni, mistificazioni,

insinuazioni, discredito, falsificazioni,

indiscrezioni infondate o fondate su illazioni...

Infatti l'altra sera DiMaio ospite dei 2

conduttori di In onda su la7, che per pietà

non oso nominare,

ha dichiarato che è necessario costituire

un comitato spcializzato in demistificazione

una sorta di "contraerei mediatica" con lo scopo

di demolire tutte le falsificazioni approntate

Ma il progetto è difficile perchè se non ve foste

ancora accorti siamo circondati

e forse un comitato (o commissione) solo non può

riuscire a realizzare un'efficace controffensiva

Nella storia della Repubblica Italiana non è mai

accaduto che un governo democraticamente eletto

fosse sistematicamente fatto oggetto di fuoco

incrociato da parte si stampa, radio,

televisioni...

E' la prima volta.

Pertanto l'idea lanciata da Di Maio è corretta

ma bisogna realizzarla in fretta e bene.


a LA7

antonio corino, torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.08.18 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Basterebbe togliere il finanziamento pubblico a questa carta stampata. Le fake news se le dovrebbero pagare con le loro tasche!

paolo boccali, sarteano Commentatore certificato 11.08.18 19:36| 
 |
Rispondi al commento

allo staff del Blog:
c'e' un'idiota, a cui viene permesso di scrivere caxxate sui falsi nick name.....
cortesemente me lo levate dalle p....e......?????
non vorrei avere qualcuno sulla coscienza.....
grazie!

fabio S., roma Commentatore certificato 11.08.18 19:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...e questi sarebbero i "Signori" della carta stampata!Roba da carta igienica...

NICOLINO DE NAPOLI, acquaviva delle fonti Commentatore certificato 11.08.18 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Basta falsi giornalisti pagati con soldi pubblici per fare propaganda politica. NO AL FINANZIAMENTIO PUBBLICO AI GIORNALI prima possibile. altro taglio indispensabile doppiamente utile agli Italiani.
Grazie Luigi.

Piselli Antonio 11.08.18 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Occorre quanto prima togliere ogni tipo di finanziamento pubblico all'editoria. Se in rete si trovano notizie false, e ce ne sono tante, almeno non sono finanziate dai cittadini. Se i giornali e le televisioni vogliono continuare a diffondere falsità devono farlo con in loro soldi, soldi dei loro editori e finanziatori. Quando avranno finito i soldi finiranno le notizie diffamatorie.

Luca P., Bologna Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 11.08.18 18:35| 
 |
Rispondi al commento

è l'ennesima conferma del perché i giornali sono in caduta libera: a quando l'eliminazione del finanziamento pubblico ? L'idea che siano mantenuti con i soldi dei cittadini e non con i proventi delle loro vendite la trovo insopportabile......

Avanti cosi Luigi!!!

gpl3 11.08.18 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Protesta dei migranti a Monfalcone

Nei giorni scorsi alcuni migranti si erano rifiutati di interloquire con delle operatrici in quanto donne al centro per l’impiego di Monfalcone, vicino Gorizia. Ma in Regione Friuli Venezia Giulia certi atteggiamenti non sono più tollerati ed ecco che su iniziativa dell’assessore al Lavoro Alessia Rosolen della giunta Fedriga è stato affisso un cartello esemplare: «Qui vige la regola universale e inderogabile dell’educazione e del rispetto reciproco. La disponibilità e la professionalità degli operatori sono requisiti indispensabili, è parimenti doveroso che tutti i cittadini si comportino in modo civile e rispettoso». L’assessore è molto chiara e anche esasperata per l’aggressione subita al centro di San Daniele (Udine) da un’operatrice nei giorni scorsi da parte di alcuni migranti. Basta subire o giustificare. «Se qualche retaggio culturale induce una persona a oltraggiare le donne, o a comportarsi in modo maleducato con gli operatori, ci sono due possibilità: o cambia abitudini, o cambia Paese. Qui la sopraffazione non è ammessa», ha dichiarato al Giornale. Parole da incorniciare.

Il cartello è stato appeso all’ingresso del centro. Il testo riprende l’articolo 3 della Costituzione italiana («tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali») scritto in diverse lingue: italiano, sloveno, tedesco e inglese, oltre che in friluano. La Regione ha annunciato che lo stesso cartello verrà affisso in tutti i centri per l’impiego del territorio. L’aria è cambiata.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 11.08.18 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Attendiamo ancora l'abolizione della Legge Tornerò (se non era anche questa una delle fake news)

Marcello 11.08.18 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Credo che bisogna prendere il coraggio di fare un po di pulizia nel sistema mafioso italiano della sistematica disinformazione di stampo Pe.De. ed affiliati. Questi vigliacchi traditori della Patria a cui si lascia ancora spazio di ingiuriare il popolo italiano ogni giorno con la loro propaganda di menzogne, bisogna metterli a tacere.Sono stati cacciati dal voto degli Italiani dal continuare ad affondare questo paese.Non li vogliamo piu' vedere e non vogliamo piu' sentire le porcate che il loro misero cervello spare a ripetizione.

Nicola Addorisio Commentatore certificato 11.08.18 17:48| 
 |
Rispondi al commento

che vergogna

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 11.08.18 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Repubblica , il Corriere della sera, la Stampa, sono pieni di denunce di parenti di ragazzi immunodepressi che accusano il Ministro Grillo che con l’autocertificazione sui vaccini i loro cari correranno seri rischi di contagio e di morte. Repubblica ospita l’appello sarcastico di un medico che chiede alla sen Taverna cosa deve fare per iscrivere la propria nipotina di 6 anni senza che corra rischi contagio. Tutti ad indignarsi contro la Grillo che è pure medico e avvalla scelte pericolose
Purtroppo la sen Taverna e la ministra Grillo non possono farci nulla perchè è la legge Lorenzin che non vieta l'ingresso alle scuole elementari dei bambini non vaccinati. Basterebbe leggersi la legge prima di pontificare.La nipote avendo sei anni frequenterà la scuola elementare e la legge Lorenzin prevede per gli alunni della scuola primaria, della scuola secondaria di primo e secondo grado (sino a 16 anni), l’obbligo vaccinale non costituisce requisito d’accesso, ma i genitori inadempienti vanno incontro ad una multa da 100 a 500 euro. Per cui si dovrebbe criticare la Lorenzin per avere fatto una legge semplicemente propagandistica. Naturalmente i giornaloni tutto questo non lo dicono perché l’unico loro intento è dire che c’è il caos, la rivolta delle madri, e che il governo giallo verde è formato da incapaci e irresponsabili.

pino tassi, vibo valentia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 11.08.18 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Vi chiedo di dirmi quando il vertice della RAI entrerà in azione, formato dai nuovi componenti delle testate della RAI, sperando che nei telegiornali si possa finalmente parlare delle fake news denunciandole apertamente afinchè tutti vengano a conoscenza delle notizie false che vengono scritte nei giornali. Questa sarebbe una buona cosa, anche perchè non tutti vanno a leggere la verità in FB, e percio si fanno montare la testa da queste porcate.

maria c., castelfrancoveneto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 11.08.18 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo una raccolta fondi sul blog , compriamo una pagina pubblicitaria su Repubblica e pubblichiamo la verità sulla bufala di twitter-
Oppure occupiamo tutti gli spazi televisivi con la presenza dei nostri parlamentari,ne abbiamo parecchi, e smentiamo la bufala sui giornali-
condividiamo,ovviamente, il più possibile la smentita sui social.- non c'è altro da fare.

Vincenzo . Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 11.08.18 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Le parole dette da tutti i partiti contro il nuovo governo evidenziano più che una preoccupazione per l'Italia la paura che venga fuori il loro lassismo.

Giovanni . Commentatore certificato 11.08.18 17:12| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi/e........io non so voi.....ma io non ne posso più.......
leggere queste cose inventate, è un'insulto all'intelligenza altrui.......
o si parte con delle denunce (io per primo donerò soldi per pagare gli avvocati), oppure, visto che siamo il Governo, per decreto, già da lunedi ci si può iniziare a lavorare, e penso che la Lega sia daccordo:
MULTE AI GIORNALI E AI GIORNALISTI.....MULTEEEEEE!
è un buon metodo per tutelare i giornalisti "normali".....
è un buon metodo per regolamentare una categoria
di gente che lavora senza regole......
è un buon metodo per farla finita con questa ciurma ubriaca di CIALTRONI...NON GIORNALISTI...
si crea un comitato di controllo delle notizie, che verifca, e poi MULTAAAA!!!!!
con quei soldi, ci paghiamo redditto di cittadinanza, Flat Tax e anche qualcos'altro....
ma soprattutto, si rende regolare un lavoro che oggi assomiglia al METODO MAFIOSO INTIMIDATORIO!

fabio S., roma Commentatore certificato 11.08.18 17:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con questo giornalismo di basso livello rischia la democrazia in Italia. Non confondiamo la libertà di far cronaca con questo giornalismo. La libertà di opinione dicendo anche falsità strumentali a fini politici non credo sia fare la professione di giornalista. Il M5S è sotto attacco da anni da questi finti giornalisti ma ancora non si riesce a smontare questo sistema. Occorre una vera riforma del giornalismo italiano con regole e normative che diano vera dignità al serio professionista. Un ordine professionale da rivedere.

Giuseppe C., ROMA Commentatore certificato 11.08.18 16:37| 
 |
Rispondi al commento

É sempre controproducente pubblicare o ripubblicare articoli senza averli verificati.
Oltre a brutte figure si possono dire un sacco di scemenze che potrebbero creare anche problemi.
Tornando a noi, a parte la "bravata" del giovane protestante, quello che mi stupisce sono i giornali (sono i 3 che si sentono di più), anzi i giornalisti.
Nei giorni precedenti la votazione, ma anche nei seguenti, tanti erano i twit che accennavano a perdite del lavoro alla prossima scadenza del contratto e tante le lamentele per l'anticipazione della propria fine lavoro.
Quello che Mi e Vi chiedo é: ma con tanti twit che c'erano, possibile che 3 giornalisti diversi, di 3 giornali diversi, abbiano avuto la stessa idea, lo stesso giorno, ed abbiano beccato proprio lo stesso twit (anche se poi hanno scritto l'articolo con parole diverse)?
Al giorno d'oggi, é così semplice fare il giornalista? É sufficiente andare in internet , leggere una frase che ti ispira e facendo un copia incolla si crea un articolo?
Ero rimasto alla scuola di giornalismo (e scusate l'ignoranza ma, credevo servisse per imparare a scrivere bene ed insegnasse a fare le domande intelligienti, senza indisporre l'intervistato) e all'albo (che doveva garantire la professionalità), ma pare non servano a molto se (purtroppo non sempre) semplici cittadini per puro piacere, per collaborazione o per senso civico, riescono a fornire informazioni valide, verificabili, chiare e diverse dalle solite dei giornali (che, basta seguire le varie rassegne stampa, sembrano tutti uguali).

Scusate la "lungaggine" e bell'articolo Paola Pintus.

Paolo B. 11.08.18 16:18| 
 |
Rispondi al commento

E' sempre Repubblica a pompare le false notizie , specie in chiave anti M5S

Antonio G., Napoli Commentatore certificato 11.08.18 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Di Maio non ce la fanno e sono costretti ad inventarsi di tutto pur di denigrare.
Si vergognino.

Antonio G., Napoli Commentatore certificato 11.08.18 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Questo è il titolo dell'articolo " Finanziamento pubblico ai giornali, ecco l’acconto da 12 mln: 5 big fanno il pieno" dove c'è la lista dei giornali con le relative cifre percepite con questo anticipo.

C'è da considerare anche, come descritto nell'articolo, tutti gli altri benefici che l'Editoria italiana riceve dallo Stato.

https://www.primadanoi.it/news/italia/578676/finanziamento-pubblico--ai-giornali---editoria-crimi--acconto-ecco-a-chi-vanno.html

Roberto ., Roma Commentatore certificato 11.08.18 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Come godoooooo!!

Fabrizio G. 11.08.18 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Quando un 73enne,non legge più da anni un giornale e non guarda più un tg o un talk show,qualcosa di "strano"sta accadendo in Italia.Potete pensare che un ex portantino o un palazzinaro,oppure i banchieri, petrolieri,o gli evasori e puttanieri,vengano a dirmi, tramite i loro stipendiati,dai calabrese ai feltri,cerasa,sallusti e compagnia cantando,chi ..devo votare? .Siamo seri queste persone sono quella combriccola, che hanno contribuito con i loro "commenti ..
imparziali" allo sfascio ed alla rovina del "bel paese" sono e resteranno i responsabili delle fake news ed avendo le facce..ed il cervello da pd, incolperanno sempre il web o...la Raggi.

Canzio R. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 11.08.18 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Luigi, a quando l'eliminazione del finanziamento pubblico hai giornali, io lo aspetto con impazienza e ogni giorno che passa e' sempre troppo tardi, cosi ci prendono in giro 2 volte ci danno notizie false e ci tocca pure mantenerli, basta !

Alessandro Soncini, Reggio emilia Commentatore certificato 11.08.18 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

oreste *****, sp
Da quanto ne so io, i quotidiani grandi non ricevono sussidi da un pò, mentre Avvenire, Opinioni nuove-libero quotidiano, Italia oggi, il manifesto ecc. ricevono fondi; qui la lista https://www.lettera43.it/it/articoli/media/2017/08/29/fondi-pubblici-per-leditoria-brindano-cattolici-e-renziani/213241/

Forse è una balla, tenuto in considerazione che Repubblica ha scritto
“In campagna elettorale, Di Maio l'ha ribadito più volte: "Aboliremo i finanziamenti ai giornali". Grillo pure. Di Battista di più. Lo fanno da anni, sempre. Parlavano di quelli alle coop e alle Onlus, cioè coloro che hanno realmente bisogno di sostegno per tenere in piedi uno straccio di pluralismo, ma ciurlano nel manico del fraintendimento per far passare l'idea che tutti, a pioggia, beneficino ancora delle antiche prebende.” https://rep.repubblica.it/pwa/generale/2018/05/25/news/_vi_togliamo_i_soldi_la_super_bufala_m5s_sui_fondi_ai_giornali-197321583/
Mi piacerebbe AVERE DATI, NON SLOGAN che possono essere errati, e che fa fare la figura del pirla a chi scrive senza un appoggio.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 11.08.18 14:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A) Se volessi cambiare le cose suoi contratti a tempo determinato, non mi affannerei a variare il numero di volte che una persona può essere riassunta. Lo dice uno che ha cambiato tanti luoghi di lavoro, e è stato partita IVA.
E' una cosa di burocrazia, quello che Giggino ha modificato, e le aziende risponderanno con più rotazione dei dipendenti, o facendo mettere in partita IVA gli ex dipendenti, o andando all'estero o...

Le ditte non hanno un'esclusiva di un prodotto nella CEE, in Italia, ma sono tutte in concorrenza. Pertanto se la ditta A ruota i dipendenti, per essere sul mercato lo devono fare anche la ditta B, C.. ZZ. Altrimenti perdono quote di mercato, e alla fine chiudono. Anche i datori di lavoro “buoni” si adeguano alla realtà; se per il bene della ditta devono licenziare le donne che rimangono incinte, le licenziano, con la morte nel cuore.

Con la burocrazia fuori dalla realtà, o con un Giggino fuori dalla realtà non si fa un tubo.
-Continua-

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 11.08.18 14:28| 
 |
Rispondi al commento

B) Dobbiamo avere solo le ditte che sono in grado di assumere e pagare i dipendenti, anche e sopratutto stagionali, con una buona paga. SCEGLIERE. E con una dignità, che si traduce in miglior condizioni di lavoro.
Cosa ne faccio delle ditte che lavorano solo sul prezzo del prodotto, e che risparmiano su tutto; dagli edifici con le finestre scassate ( attenzione agli uffici pubblici :-))) ), fino ai dipendenti che devono versare parte della paga al datore. Queste ditte, non le ho mai cercate, perchè hanno sempre problemi a saldarti il conto. Per me era meglio che non esistessero.

E chi è in grado di visionarlo? Non un Giggino, che non sa che problemi si possono avere sul posto di lavoro, dalla sicurezza alla giusta paga.
Ma Giggino ha le leve, bisogna che le muova. Bisogna che ci sia gente competente.
Pertanto, abbiamo bisogno di persone competenti; migliaia di persone, che sappiano come si lavora in una fonderia, un call center, in banca, nelle spiagge.... e con una legge dietro, E QUESTE NON SI FORMANO DALL' OGGI AL DOMANI !
E Giggino, darà il potere di visionare le realtà a questi ufficiali dello stato;
-Continua-

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 11.08.18 14:27| 
 |
Rispondi al commento

C) è quello che succede, nella sicurezza, quando un dipendente si fa male e interviene lo SPISAL ( succede in Veneto; in altre regioni si chiama PSAL, SPSAL, SPreSAL, Spesal, Spisll, UOPSAL, UOML, PISLL, ecc.) ; per non incorrere nel rischio SPISAL le ditte serie cercano di avere attrezzature a norma.
Anche lì ci sarebbe da dire, sulle normative, ma siamo umani.

Con questo voglio dire che con una legge sul numero di riassunzioni, non si risolve niente;
dobbiamo essere in grado di far chiudere le ditte cattive che non pagano, o che non pagano abbastanza, e mettere dei tecnici ufficiali dello stato, che chieda alle ditte “perchè assumi a tempo determinato?” . Le risposte saranno varie, qualcuna giusta, e quando saranno risposte cattive, il tecnico farà la multa, come succede con lo SPISAL; E NON MI INTERESSA SE DOVRA' CHIUDERE LA DITTA; è una ditta che fa concorrenza sleale.

Capisco che le cose fatte bene ( leggi ) richiedono tempo, ma nei 5 anni che hai trascorso all'opposizione, Giggino, non parlavi di dignità, ma prima di tutto di reddito di cittadinanza....
Paolo TV

Purtroppo la matematica o le altre scienze applicate ai conti pubblici, non sono democratiche, o che basta una maggioranza, altrimenti l'Italia avrebbe vinto la guerra; pochi erano quelli contrari all' entrata in guerra nel '40.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 11.08.18 14:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

che pena vivere in un paese dove non c' e'informazione e vige il pensiero unico politicamente corretto.Un solo giornalone una sola televione.


Stop al finanziamento pubblico ai giornali, muovetevi, tanto i giornali che avete nominato hanno alle spalle finanziatori super dotati.


Ribadisco quanto gia' espresso: divulgare le false notizie segno di poca, anzi , nessuna professionalita', sarebbe ora che questi scribacchini vadano a fare altri tipo di lovori, .........

Claudio Chiani 11.08.18 13:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di Maio potresti preparare una legge per chi pubblica su giornali o vari metodi di propaganda una sanzione riparatrice, se per caso la notizia pubblicata non fosse vera.E di fare eseguire dallo stesso giornale una prima pagina di scuse a chi e stato danneggiato e forse fargli pagare una multa salata forse la prossima volta ci pensano bene di veicolare notizie false.
Grazie e saluti


i media italiani..la vergogna!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 11.08.18 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Alfonso , ti stai dando da fare ? L'urgenza della riforma della giustizia è al massimo , senza una revisione dei processi scapperanno molti pesciolini e qualche bel cefalo !

vincenzo di giorgio 11.08.18 13:35| 
 |
Rispondi al commento

"Repubblica, Carlo Bonini e il giornalismo killer"

Non ricordo bene chi lo disse, sicuramente qualcuno sano di mente, di cuore e che riesce indomito ad elevarsi sopra la melma dolosa e ancora esizialmente impunita di certi spacciatori di notizie "false, fuorvianti e non verificate".

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 11.08.18 13:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo è dove arrivato il...riconglionimento dei pidioti!

Video di Franco Bechis da titolo : " Periferie, i Pd che protestano hanno la faccia come il..."

https://www.youtube.com/watch?v=V-uIwpC7njU

Roberto ., Roma Commentatore certificato 11.08.18 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Forse sarebbe meglio legiferare im modo da limitare un eccesdo di protagonismo. Per cui si inventano fake.

Roberto Maccione Commentatore certificato 11.08.18 13:33| 
 |
Rispondi al commento

quante sciocchezze leggo e sento sul decreto dignità di DI maio , in parte vere falsità in mala fede , ma anche vera e propria ignoranza in merito . E così difficle capire che dopo due anni di precariato durante il quale il dipendente ha avuto modo di formarsi e raggiungere una produttività elevata il datore di lavoro se è anche incentivato a trasformare il contratto in indeterminato , così come nel decreto dignità , non ci pensa nemmeno lontanamente di riiniziare con un nuovo assunto che avrà bisogno di tempo per raggiungere la produttività del primo e procederà quindi alla trasformazione del contratto a tempo determinato in indeterminato ? Pensate davvero che sia vantaggioso per un'azienda cambiare sempre dipendenti ,che poi hanno bisogno di tempo per qualificarsi , periodo di bassa produttività quindi danno per l'azienda ?E proprio il contrario . Le aziende quando i dipendenti diventano bravi e produttivi , competenti , e fanno bene il lavoro se li tengono e come !! Con il decreto dignità cambia che il precariato durerà di meno e ci saranno quindi più assunti a tempo indeterminato.

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 11.08.18 13:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

______

......poverino ...Erdogan strilla a Trump che la sua

"Sovranità" deve essere rispettata...

lui che invade la Siria bombarda i Curdi a casa e

spara ad un Jet Russo che precipita ed il pilota

linciato ed ucciso dai terroristi di zona ...a

detta sua per essere entrato per 17 secondi in

territorio Turco..mentre compra il petrolio che

l'ISIS ruba dalla Siria e lo da a suo figlio e

cura i feriti dell'ISIS nei suoi ospedali sul

confine mentre li arma con la benedizione di Obama

lui che fa attentati giorni prima dalle

elezioni per polarizzare il voto e

presentarsi da vittima...

lui che arresta 50,000 dei suoi oppositori dopo la finta rivolta..

ora piange e chiama Putin per aiuto

dopo che i mercati hanno venduto le azioni

Turche rischiose dei loro portafogli azionistici

per minimizzare le loro perdite in un mercato speculativo vendi compra dove

il "Guadagno" fa da padrone no cio che Erdogan vorrebbe ma attribuisce i guai della sua finta economia quotandosi in borsa con soldi degli altri anziche i suoi

invece di creare vero lavoro e vere ditte che si finanziano con prestiti.. a Trump come colpevole dei suoi problemi a casa !


a quando l'eleminazione del finanziamento pubblico dei giornali?
Datevi da fare.

mzee.carlo 11.08.18 13:20| 
 |
Rispondi al commento

1) “Sono almeno vent’anni che l’Italia si fa uccellare dai suoi alleati, americani in testa ma anche francesi. Nel 1999 gli Stati Uniti attaccarono la Serbia per la questione del Kosovo. C’erano due ragioni sul terreno: quella degli indipendentisti albanesi che nel tempo erano diventati la maggioranza, che facevano uso del terrorismo come inevitabile per ogni resistenza che si scontri con un esercito regolare (terrorismo incoraggiato e foraggiato dagli americani) e quella della Serbia a mantenere l’integrità dei propri confini, in particolare per una regione, il Kosovo, che era considerato storicamente “la culla della patria serba” (un po’ come per noi il Piemonte). Avrebbero dovuto vedersela fra loro. Invece gli americani decisero che la ragione stava solo dalla parte dei kosovari, il torto dalla parte della Serbia di Slobodan Milosevic e bombardarono per 72 giorni una grande e colta capitale europea come Belgrado. Noi italiani (governo D’Alema) partecipammo a quell’aggressione nella poco onorevole parte del ‘palo’ (gli aerei yankee partivano da Aviano).

Ora, noi con la Serbia non avevamo nessun contenzioso, ma anzi ottimi rapporti che risalivano storicamente ai primi del ‘900 quando i serbi vedevano nell’unità d’Italia, da poco conquistata, un modello per la loro (a Belgrado si pubblicava un quotidiano titolato “Piemonte”). Ruggini storiche le avevamo casomai con i fascisti croati che, travestiti da comunisti durante la dittatura di Tito, avevano ‘infoibato’ migliaia di italiani durante le convulsioni della fine della seconda guerra mondiale. Non avevamo nessuna ragione per partecipare a quell’aggressione. Neanche l’alleanza nella Nato ci costringeva, tant’è che la piccola Grecia si rifiutò. Quando a una trasmissione di Floris cui era presente Massimo D’Alema gli dissi che la guerra alla Serbia oltre che illegittima (perché l’Onu non solo non aveva dato il suo assenso ma si era detta contraria) era stata anche “cogliona” l’allora leader della sinistra non fiatò.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 11.08.18 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2) Il progetto americano aveva un suo senso: creare un cuneo di islamismo ‘moderato’ (Albania+Bosnia+Kosovo) nei Balcani ad uso di quello che era allora il loro grande alleato nella regione, la Turchia.

Peccato che nel frattempo la Turchia quasi laica di Hataturque sia stata sostituita da quella di Erdogan che, oltre ad essere un famigerato tagliagole, laico non è affatto. In quanto a noi italiani le conseguenze sono state disastrose. Per due motivi entrambi legati al fatto che Milosevic, checché se ne sia sempre scritto in contrario, era una sorta di ‘gendarme’ stabilizzatore nei Balcani.

Adesso nei Balcani, in particolare in Bosnia e Kosovo, ci sono cellule Isis poco lontane dai nostri confini, inoltre sono concresciute grandi organizzazioni criminali (droga, traffico d’armi) che vanno a concludere i loro primi affari nel Paese occidentale più vicino, l’Italia.
Nel 2011 i francesi, con l’appoggio degli americani, attaccarono la Libia di Muammar Gheddafi che finirono con un linciaggio che avrebbe fatto orrore persino ai ‘tagliagole’ dell’Isis.

L’obiettivo dei francesi era chiaro: sostituire l’Italia nella posizione economica privilegiata che avevamo con la Libia del Colonnello. Sono arcinoti gli ottimi rapporti che il presidente del Consiglio italiano di allora, Silvio Berlusconi, aveva con Gheddafi.

Eppure, sempre sotto la presidenza di Berlusconi, doppiamente coglione perché a quell’aggressione non voleva partecipare e invece vi partecipò, contribuimmo all’eliminazione di Gheddafi. Le conseguenze sono oggi sotto gli occhi di tutti: la Libia è in mano a formazioni di guerriglieri, fra cui l’Isis, e di trafficanti di uomini che scaricano i migranti innanzitutto sulle coste italiane e greche.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 11.08.18 13:12| 
 |
Rispondi al commento

3) Adesso Donald Trump ha deciso di ritirare gli Stati Uniti dal patto che, con Gran Bretagna, Francia, Russia, Cina più la Germania (il noto 5 più 1) era stato concluso nel 2015 con l’Iran: gli Ayatollah rinunciavano a portare avanti il loro programma nucleare in cambio dell’eliminazione delle sanzioni economiche che da trent’anni gli erano state comminate, del tutto arbitrariamente perché l’Iran aveva firmato da tempo il Trattato di non proliferazione nucleare e aveva accettato le ispezioni dell’Aiea che avevano sempre accertato che l’arricchimento dell’uranio iraniano non aveva mai superato il 20%, aveva cioè scopi unicamente civili e medici (per arrivare all’Atomica l’arricchimento deve essere del 90%).

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 11.08.18 13:11| 
 |
Rispondi al commento

4) Dal 6 agosto Trump ha proibito alle imprese americane di avere qualsiasi commercio con l’Iran. E fin qui sta nel suo. Ma ha anche minacciato le imprese di altri paesi: “Chi concluderà affari con l’Iran, non ne farà più con gli Stati Uniti. O il mercato iraniano o quello statunitense, cinquanta volte più grande”.

La misura è diretta in realtà contro l’Europa, perché è molto dubbio che possa essere applicata alla Cina con cui gli Stati Uniti sono indebitatissimi. Le aziende italiane hanno in sospeso circa 20 miliardi di euro in investimenti diretti con l’Iran: ci sono le Ferrovie dello Stato, Enel, Saipem, Danieli, Fincantieri, Pessina, Italtel, Belleli, Marcegaglia, Fata spa e Sistema Moda Italia. Non si vede perché l’Italia dovrebbe stare a questo diktat imperiale. O meglio lo si vede benissimo: perché l’Italia da sola non può nulla contro un colosso come gli Stati Uniti.

Solo un’Europa compatta (con buona pace del ‘sovranista’ Salvini) può rispondere, bloccando le importazioni americane nel Vecchio Continente che ha una popolazione di 500 milioni di abitanti (gli americani sono 325 milioni) in maggior parte forti consumatori. Un’operazione molto difficile perché è dalla fine della seconda guerra mondiale che gli americani tengono in stato di minorità l’Europa, militarmente (in Germania ci sono 80 basi militari Usa, molte nucleari, in Italia 60, alcune nucleari), politicamente, economicamente e alla fine anche culturalmente con i loro film del cazzo...” (Massimo Fini: Il Fatto Quotidiano, 10 agosto 2018).

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 11.08.18 13:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La cosa più grave nel codice degli appalti che non esiste una rotazione tra le imprese e quelle che hanno l'incarico per mantenerlo cercano e dispensano amicizia che si traduce poi in altro, la rotazione dà la possibilità a tutti di partecipare

giancarlo ., Treviso Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 11.08.18 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Si d'accordo bisogna condividere x far sapere che sono fake News,ma sarebbe ora di togliere i finanziamenti a questi "burattinai di parte"che tutti i giorni sputano veleno sul nuovo governo mettendo in giro false notizie x screditarlo...viva ☆☆☆☆☆

Maddalena Sacchi 11.08.18 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Il Premier Conte su Facebook :

Un breve messaggio per condividere con voi un bilancio di questi primi due mesi di governo. Con l'augurio di un sereno agosto per tutti voi.

https://www.facebook.com/GiuseppeConte64/videos/454306518384652/?hc_ref=ARQinTEEdHaN1Y3UYo52C43on5KfLcQjQAJLqzd8DnRRruqCjUg65Fui20Ekph1lT4w

Roberto ., Roma Commentatore certificato 11.08.18 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Avanti tutta! Per impegno e competenza siete bravissimi!
Ricordate sempre che uno Stato sovrano, e l'Italia fino a prova contraria lo è, deve poter creare e/o reperire le risorse per fare ciò che intende fare. Non ci sono alternative se non morire lentamente per dissanguamento come una colonia. Ma noi le lotte per l'indipendenza, con tanti morti, le abbiamo fatte da che mo'. Ergo attiviamoci per trovare i fondi per fare ciò che intendiamo fare. L'Italia sovrana è una miniera d'oro...altro che debito o disoccupazione...

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 11.08.18 12:03| 
 |
Rispondi al commento

_____


i centri del lavoro come Adecco ecc fanno annunci "panchina"

cioè falsi lavori per prendersi milioni di finanziamenti pubblici..

diamo questi soldi o una parte di questi ai veri centri del lavoro regionali che ne hanno bisogno

e che hanno annunci veri !


BUONA CONTINUAZIONE A TUTTI.

Flavio Guglielmetto-Mugion, Torino Commentatore certificato 11.08.18 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Sono sempre più convinto che va posto un freno al Web: chi scrive se ne assume tutte le responsabilità che andranno perseguite d'ufficio. Senza coinvolgere la magistratura, multa e chiusura della connessione per tre mesi. Smetterebbero subito, secondo me.

Gioacchino P., Occhiobello (RO) Commentatore certificato 11.08.18 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Belin, certe cazzate le scrivono solo i giornali italiani. Neanche Clarence si abbassa a tanta idiozia.
Invece di leggere belinate la gente è meglio guardi Boing tv. Molto più interessante.
A riveder le stelle

Giuseppe V. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 11.08.18 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro simone, in minuscolo, ti auguro il meglio. Sono sarcastico naturalmente. Ciao piddino bugiardo!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 11.08.18 11:43| 
 |
Rispondi al commento

_________

... Monsanto sborsa US$289 milioni dopo che provoca il cancro

ad un giardiniere ammalatosi per l'uso dell'erbicida di Roundup !

Poi "l'esperto" da un'Università da Napoli su RaiNews dichiara che non esiste nessun problema di cancro se mangi 1000

piatti di pasta al giorno di 100 grammi l'uno per tutto l'anno

trattati con il principio attivo di Roundup!

Si farà carico legalmente di questa dichiarazione da vandali !

Voglio ricordare che Monsanto è a braccetto con

la UE e la Germania per rimpiazzare i nostri semi naturali

con quelli suoi ad OGM ...

e vendere i diserbanti cancerogeni ad uso di massa in tutta la UE.

Poi ricordo a "l'esperto" che il contadino

che spruzza le vigne ed il grano con questi cancerogeni che mentre spruzza la nuvola non rimane circoscritta solo li ma vola via portata dal vento su altri prodotti agricoli o sull'erba circostante ...

che il diserbante non solo finisce nella pasta...

ma anche nella mucca che mangia il fieno trattato con prodotti Monsanto percio

nelle bistecche nel latte nei formaggi..
nei maiali che mangiano la crusca


perciò nei prosciutti e salumi ...

perciò oltre al piatto di pasta alla "Monsanto" per secondo ti

mangi anche una bistecca alla "Monsanto" o una salsiccia spalmata sul pane alla "Monsanto"

o un bicchiere di vino alla "Monsanto" o una costoletta impanata fritta di agnello o pecora alla "Monsanto"!

Perciò la dose cancerogena che ingestiamo si moltiplica !

Dopo questa vittoria vedremo una valanga di class action negli USA e nella UE e certamente in Italia.. speriamo di mandare la Monsanto in galera per sempre.


Solamente Repubblica poteva fare questo tipo di giornalismo da strapazzo...vergognoso declino.

rolando c. Commentatore certificato 11.08.18 11:41| 
 |
Rispondi al commento

correggo

John Buatti 11.08.18 11:38| 
 |
Rispondi al commento

____

... Monsanto sborsa $290 milioni dopo che provoca il cancro

ad un giardiniere ammalatosi per l'uso dell'erbicida di Roundup !

Poi "l'esperto" da un'Università da Napoli su RaiNews dichiara che non esiste nessun problema di cancro se mangi 1000

piatti di pasta al giorno di 100 grammi l'uno per tutto l'anno

trattati con il principio attivo di Roundup!

Si farà carico legalmente di questa dichiarazione da vandali !

Voglio ricordare che Monsanto è a braccetto con

la UE e la Germania per rimpiazzare i nostri semi naturali

con quelli suoi ad OGM ...

e vendere i diserbanti cancerogeni ad uso di massa in tutta la UE.

Poi ricordo a "l'esperto" che il contadino

che spruzza le vigne ed il grano con questi cancerogeni che mentre spruzza la nuvola non rimane circoscritta solo li ma vola via portata dal vento su altri prodotti agricoli o sull'erba circostante ...

che il diserbante non solo finisce nella pasta...

ma anche nella mucca che mangia il fieno trattato con prodotti Monsanto percio

nelle bistecche nel latte nei formaggi..
nei maiali che mangiano la crusca


perciò nei prosciutti e salumi ...

perciò oltre al piatto di pasta alla "Monsanto" per secondo ti

mangi anche una bistecca alla "Monsanto" o una salsiccia spalmata sul pane alla "Monsanto"

o un bicchiere di vino alla "Monsanto" o una costoletta impanata fritta di agnello o pecora alla "Monsanto"!

Perciò la dose cancerogena che ingestiamo si moltiplica !

Dopo questa vittoria vedremo una valanga di class action negli USA e nella UE e certamente in Italia.. speriamo di mandare la Monsanto in galera per sempre.

John Buatti 11.08.18 11:32| 
 |
Rispondi al commento

altro che buona fortuna,questo imbecille andrebbe,invece,denunciato . almeno impara a vivere e se si scoprissero mandanti per questi suoi explois ,denunciare anche loro. è sconfortante prendere atto che ci sono ancora giovani che si fanno irretire dai vecchi partiti e non capiscono che le cose stanno cambiando in meglio

franco bertocci, taranto Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 11.08.18 11:30| 
 |
Rispondi al commento

a parte il caso nello specifico di quel tizio, chiaramente una bufala. e' comnunque vero che tanti lavoratori verranno madati a casa prima della scadenza dei 36 mesi prima pattuiti.

non capisco perche' riducendo i tempi dei rinnovi, si possano aumnetare i contratti a tempo indeterminato.

semplicemente, manderanno a casa la gente prima e ne assumeranno altra.

le aziende hanno la fila di disoccupati davanti ai cancelli da cui attingere.

l'unico modo per avere un lavoro a tempo indeterminato, eì riporatre la sua tassazione a livelli "normali", europei. invece i passati goevrno hanno abbassato il costo del lavoro precario e alzato esageratqmente e insopportabilmente quello fisso, vreanfo eserciti di precari e/o disoccupati.

va solo cambiato questo meccanismo.+, facendo il contrario.

abbassare i tempi dei contratti a tempo determinato invece, se non e' seguito da una politica di calo del costo del lavoro, n on servira' a niente, anzi provochera' un ricambio di lavoratori piu' rapido, cioe' la gente lavorera' me o tempo, sconvolgendo spesso piani e progetti che si erano fatti.

carlo 11.08.18 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Ormai se si mettono insieme tutti i "cervelloni" dei pennivendoli, si ottiene...1 di quoziente d'intelligenza!

Ma la vera...tragedia è che, per tutti i... vaffa che ricevono per le...cazzate che scivono, solo...uno ci va!

Roberto ., Roma Commentatore certificato 11.08.18 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Quando eliminerete il finanziamento a questa carta igienica stampata,saranno loro i nuovi disoccupati visto con le misere vendite che hanno e avranno quello gli aspetta.
Troppa stampa è come i partiti ma che serve!! sono soldi buttati dove possono essere utilizzati in altro modo.

Giorgio P. ( stellato) 11.08.18 11:19| 
 |
Rispondi al commento

La barzelletta:Polverini la coerenza è un valore.“mecojoni” ah ah ah

mario 11.08.18 10:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori