Il Blog delle Stelle
ILVA: c'è un conflitto di interesse tra l'avvocatura dello Stato e Arcelor Mittal?

ILVA: c'è un conflitto di interesse tra l'avvocatura dello Stato e Arcelor Mittal?

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 25

di Giovanni Vianello, Alessandra Ermellino, Rosalba De Giorgi, Gianpaolo Cassese, Mario Turco - portavoce del MoVimento 5 Stelle

Sulla vicenda Ilva si è perso troppo tempo, adesso basta: c’è la necessità di fare chiarezza, immediatamente! Le ultime indiscrezioni relative a un potenziale conflitto di interessi tra l’Avvocatura dello Stato e il colosso ArcelorMittal, ci spingono a intervenire celermente anche con azioni parlamentari. Per tale motivo presenteremo una interpellanza presso la Camera dei Deputati. Un atto dovuto a tutela dei cittadini che attendono risposte concrete sul caso Ilva da troppo tempo. Cittadini che meritano di sapere la verità!

Come più volte ribadito, il Ministro Luigi Di Maio sta attenzionando con grande minuzia il dossier Ilva. Una questione delicata, resa poco chiara dall’inefficace azione del precedente governo, che non ha mai pensato a tutelare la salute dei cittadini e dei lavoratori, svendendo al primo offerente un impianto che crea eventi di malattia e morte. Una situazione che si è aggravata dopo che l’Anac ha rilevato delle anomalie nella procedura con cui le acciaierie sono finite al colosso ArcelorMittal. E in attesa di ricevere il parere dall’Avvocatura dello Stato, scopriamo che tale parere potrebbe essere “annacquato” da un potenziale conflitto d’interessi: Bernardo Massella Ducci Teri - figlio di Massimo Massella Ducci Teri, Avvocato generale dello Stato - lavorerebbe in un studio legale che assiste Mittal nell’affare Ilva. I dubbi, a questo punto, sono più che legittimi: la situazione continua a nascondere troppi “misteri”.

Attendiamo, dunque, risposte dai diretti interessati. Sarebbe un atto dovuto per una totale trasparenza sulla delicata vicenda.

Che sia chiaro: saremo sempre accanto ai cittadini per difendere i loro diritti!



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

12 Ago 2018, 15:50 | Scrivi | Commenti (25) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 25


Tags: conflitto di interessi, ILVA, Mittal

Commenti

 

Legiferare subito sul CONFLITTO DI INTERESSI!!!

GINO GINO 16.08.18 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Mi raccomando, Caro Di Maio!, fai le cose con calma e per bene. Ci sono in ballo 500 milioni (= mezzo milardo di Euro) - lo hai precisato tu nel precedente video - e appare chiaro che essendoci di mezzo il gruppo Marcegaglia le cose non possono essere troppo pulite! A buon intenditor...

Settimo C. Commentatore certificato 14.08.18 19:41| 
 |
Rispondi al commento

LEGIFERARE SUBITO IL CONFLITTO DI INTERESSI!!!!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.08.18 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
Credo che far partire subito l'Ilva sia importante per tutto il Salento e l'Italia
A condizione che si rispettino i parametri
Antinquinamento a tutela di tutti.
La soluzione potrebbe essere con una bella
Fidejussione personale di tutti i consiglieri del CDA e i soci di maggioranza e inserirei
Pure i dirigenti dell'arpa che è l'organo di controllo, spessissimo in Italia l'organo di controllo non fa il proprio lavoro .
Forza Di Maio fai ripartire l'Italia.
Buon lavoro.
Francesco

Francesco Costantini 14.08.18 09:23| 
 |
Rispondi al commento

Calenda inetto fazioso e volgare con lei mio ministro, vada avanti sempre cosi LUIGI..forza

simona porta 13.08.18 17:10| 
 |
Rispondi al commento

E il ex ministro Calenda ha detto che tutto va bene e si è eclissato Ma sarà mai possibile ,in Italia, che si faccia un qualcosa e i politici non ci mettano lo zampino privato?

beppe z., Capoterra Commentatore certificato 13.08.18 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Nella vicenda ILVA, mi sembra che tutti si sono dimenticati dei famosi 1,2 Miliardi di Euro sequestrati ai Riva.
Questi fondi, immagino, dovevano essere utilizzati per il risanamento ambientale dell'Area ILVA.
Dove sono finite queste ingenti somme?
Come entrano nel contratto MITTAL?
Sono curiosità che i cittadini, ma soprattutto i residenti di Taranto hanno diritto di sapere.
Scusa DI MAIO, nel tuo impegnativo lavoro, vedi di approfondire anche questo argomento non marginale.
G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 13.08.18 11:08| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia è da rovesciare come un calzino, ed il conflitto di interessi è uno dei problemi che i 5 stelle da tempo si sono prefissati di risolvere.
Un giorno si ed uno no ci rendiamo conto dei danni che può causare alla nostra società ma purtroppo siamo impreparati ad affrontarlo.
Credo che sia un argomento non più rinviabile.

giuseppe belotti, ranica -bg- Commentatore certificato 12.08.18 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Bernardo Massella Dicci Serri e uno che si accontenta di poco altrimenti prendeva anche il cognome della madre .

Antonio D., CARRARA Commentatore certificato 12.08.18 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Arriva finalmente la verità chiedete anche il risarcimento x danni ambientali e salute agli eredi Riva .

rosaria marsano Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 12.08.18 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Il familismo amorale che percorre tutta la società e le strutture dello stato. Bisogna dire basta ,cominciando dai doppi incarichi , dalle consulenze ,dagli affitti pagati dagli enti pubblici e dalle forze dell'ordine ,scuole ,ecc. ecc.i direttori generali dei ministeri e gli alti funzionari degli stessi non possono aver lavorato o successivamente lavorare per società ,enti e quant'altro che hanno rapporti con lo stato e le sue strutture e ciò vale per parenti ed affini;stesso discorso deve valere per la magistratura ordinaria ,amministrativa e contabile,i cui membri non possono provenire da qualsivoglia struttura della Commissione europea e ciò per un'evidente conflitto tra le attività legislative del governo e del parlamento che rappresenta il popolo SOVRANO che viene cosi sottoposto ad un surrettizio ,illegittimo ,illecito controllo della Commissione:ciò vale sopratutto per la Corte dei Conti e delle magistrature superiori :Consiglio di Stato e CASSAZIONE.Altrimenti non si va da nessuna parte.

giuseppe femia Commentatore certificato 12.08.18 19:19| 
 |
Rispondi al commento

A questo punto bisogna riformare lo stato dalle fondamenta.

Roberto Maccione Commentatore certificato 12.08.18 18:12| 
 |
Rispondi al commento

CARO MARCO S. SVEGLIATI TU
non capisci che le due posizioni sono ben differenti? il presidente della rai è poco importante viste le sue mansioni e Foa ancora deve essere eletto e probabilmente non ce la farà, l'avvocato dello stato Massimo Massella è già insediato da tempo come da tempo il figlio lavora con ArcelorMittal. Le due posizioni sono molto diverse e quella dell'avvocatura sono state procurate dal PD.

giovanni ., Roma Commentatore certificato 12.08.18 18:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fate dimettere Massimo Massella Ducci Teri, Avvocato generale dello Stato. Chi lo ha messo in quel posto?
E' evidente che deve essere sostituito con qualcuno che sia estraneo ad attività che possono influenzare il suo lavoro.

newmail ***** Commentatore certificato 12.08.18 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Ah, ma il conflitto di interessi del proposto presidente RAI Marcello Foa e del figlio che lavora per il ministro Salvini, invece vi lascia indifferenti?
Bisogna che certi conflitti di interessi li vediate anche quando riguardano le vostre nomine.
Sveglia eh!

Marco S. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 12.08.18 17:47| 
 |
Rispondi al commento

É incredibile,dove si mette mano viene fuori un verminaio . Come hanno ridotto questa povera Italia i parassiti pdL e pd-L .
FORZA RAGAZZI , unica speranza

Stefano 12.08.18 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Se non ci si può più fidare dei dipendenti dello Stato che potrebbero avere un conflitto di interesse bisogna allontanare e licenziare il tronco l' avv. Non si può lavorare per due soggetti e/o persone giuridiche che hanno un conflitto tra di loro.

scipione SCAPATI, CERVIGNANO DEL FRIULI Commentatore certificato 12.08.18 17:38| 
 |
Rispondi al commento

QUELLO CHE HO APPENA LETTO È PAZZESCO. "Sbrigatevi" a fare con CONSIP, IMPS, ecc. quello che avete fatto con agenzia delle entrate e RAI. NE SCOPRIRETE DI COSE COME QUESTA. FANTASTICI.

Maurizio Rizzi 12.08.18 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Beh...roba da non credere! Ancora più orgogliosa di sostenere chi finalmente va a mettere le mani nel fango. Fatelo fino in fondo! Grazie e avanti così, sempre!

Carol 12.08.18 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Tutto il mio sostegno al popolo tarantino che è la sola vittima di questa vile vicenda.
Da molto tempo ci sono i soliti potenti mafiosi e massoni di turno che stanno lucrando sulla pelle dei cittadini onesti della città tarantina, di cui tanti sopravvivono loro e famiglia per il lavoro che l'acciaieria più grande d'europa offre ma in cambio dei tanti problemi di salute per tutta la città!
Io personalmente penso che Arcelor Mittal sia la capofila di una cordata di imprenditori mafiosi e massoni italiani, tra cui la Santa EMMA MARCEGAGLIA (la donna più potente d'italia e la più svergognata e superpagata manager a DELINQUERE ITALIANA). Nata a Mantova nel 1965, è Presidente di Eni da maggio 2014. Da novembre 2014 è Presidente della Fondazione Eni Enrico Mattei. È Presidente e Amministratore Delegato di Marcegaglia Holding SpA e Vice Presidente e Amministratore Delegato delle società operanti nel settore della trasformazione dell’acciaio dalla stessa controllate. È inoltre Presidente e Amministratore Delegato di Marcegaglia Investments Srl, holding di controllo delle attività diversificate del gruppo. È Presidente dell’Università Luiss Guido Carli, e membro del Consiglio di Amministrazione delle Società Bracco SpA e Gabetti Property Solutions SpA!
Da maggio 2004 a maggio 2008 è stata Vice Presidente di Confindustria con delega per le infrastrutture, l’energia, i trasporti e l’ambiente, nonché Rappresentante per l’Italia dell’High Level Group per l’energia, la competitività e l’ambiente creato dalla Commissione Europea. Da maggio 2008 a maggio 2012 è stata Presidente di Confindustria. Da luglio 2013 a luglio 2018 è stata Presidente di Businesseurope. Ha ricoperto il ruolo di membro del Consiglio di Gestione del Banco Popolare e del Consiglio di Amministrazione di Finecobank SpA e Italcementi SpA. È stata infine Presidente della Fondazione Aretè Onlus.
Dopo i RIVA, ecco la prossima padrona dell'ILVA e della vita dei tarantini, che devono ancora SOFFRIRE TANTO!
BASTA!

giova31 12.08.18 17:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avanti senza guardare in faccia nessuno.

rolando c. Commentatore certificato 12.08.18 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Speriamo di sì,
così riusciamo a far chiudere tutto.

speriamo 12.08.18 16:42| 
 |
Rispondi al commento

.......si va bene, ma ci dite anche quanto sta costando al giorno questo rallentamento???!

Valerio Cera 12.08.18 16:41| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori