Il Blog delle Stelle
Fuori i responsabili e nuovi investimenti per la sicurezza. Mai più morti per il crollo di un ponte

Fuori i responsabili e nuovi investimenti per la sicurezza. Mai più morti per il crollo di un ponte

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 12:54
Dona
  • 127

di MoVimento 5 Stelle

Il crollo del Ponte Morandi di Genova è una ferita profonda per il capoluogo ligure e per l’intero Paese. Decine di persone, bambini, famiglie e lavoratori hanno perso la vita in una vigilia di Ferragosto che fino a quel tragico momento era un giorno come un altro. Queste sono le ore del dolore per le vite spezzate e della vicinanza di tutti gli italiani e dello Stato ai loro cari. Sono le ore del sostegno e della gratitudine ai soccorritori, al personale sanitario e alle forze dell’ordine, che stanno garantendo il massimo impegno e il massimo spiegamento di forze. Il MoVimento 5 Stelle è accanto a chi piange le persone care e il nostro raccoglimento e la nostra vicinanza sono fatti anche di azioni concrete. Pochi minuti dopo il crollo, con il ministro delle Infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli e con l’intero governo, eravamo già impegnati a capire se la macchina dei soccorsi era partita e a monitorare la tempestività e l’efficacia degli interventi.

Ci siamo concentrati sull’emergenza che avevamo e abbiamo davanti e abbiamo scelto di non replicare ad alcune dichiarazioni polemiche nei nostri confronti (purtroppo c’è chi non ferma la macchina della propaganda nemmeno davanti a una tragedia come questa). Ora è il momento di mettere invece in fila le cose fatte per affrontare il nodo della sicurezza della nostra rete viaria e infrastrutturale e le cose che stiamo facendo e intendiamo fare già nelle prossime settimane. È il momento di ribadire che non è possibile, nel 2018, morire a causa del crollo di un ponte e soprattutto è il momento di fare in modo che non accada ancora.

Nei nostri cinque anni all’opposizione, durante la passata legislatura, non abbiamo mai smesso di denunciare il pericolo derivante dalla vetustà di alcune infrastrutture viarie e autostradali. Nel caso specifico di Genova, già nel 2015 e nel 2016 era stata evidenziata in Parlamento la criticità legata a un preoccupante cedimento dei giunti della struttura: la situazione del Ponte Morandi era dunque nota e l’abbiamo segnalata all’allora ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio. Con una nostra interpellanza al governo, infatti, in connessione con la purtroppo nota questione del rischio idrogeologico, a giugno 2017 un’interrogazione del nostro portavoce Alberto Zolezzi (Atto Camera Sindacato Ispettivo Interpellanza: 2/01828 presentata da Zolezzi Alberto il 08/06/20187 nella seduta numero 811) richiamava l’attenzione sulle criticità delle infrastrutture nel capoluogo ligure. Chiedevamo a Delrio un controllo su tutte le infrastrutture genovesi, consapevoli che il dissesto idrogeologico è strettamente connesso alla manutenzione di strade e autostrade.

Come ha ben spiegato il ministro Toninelli, il Ponte Morandi è una struttura concepita negli anni Cinquanta del Novecento e realizzata nel decennio successivo: i successivi lavori di raddoppio e consolidamento non hanno evidentemente ovviato alla sua inadeguatezza a sopportare il peso di un traffico di mezzi pesanti e di automobili in continuo aumento. Esistono però oggi le tecnologie e gli strumenti per monitorare la sicurezza di queste strutture, così come esiste una concessione in virtù della quale la società che gestisce l’autostrada si impegna a garantirne la manutenzione e la sicurezza, peraltro pagando un canone che non esitiamo a definire ridicolo e riscuotendo invece un pedaggio che nel nostro Paese è il più caro d’Europa.

Allora attendiamo il lavoro dei tecnici inviati dal ministro Toninelli, attendiamo il lavoro della magistratura nell’accertare eventuali responsabilità, ma non attendiamo neanche un minuto di più a esigere – insieme ai ministri Di Maio e Toninelli – le immediate dimissioni dei vertici di autostrade per l’Italia. Quel ponte necessitava di una profonda manutenzione da decenni! Bene ha fatto il ministro delle Infrastrutture, a evocare, qualora ce ne siano le condizioni, anche il ricorso alla revoca della concessione e alle eventuali multe connesse ad inadempienze.

Interveniamo, come nostra consuetudine, per risolvere il problema alla radice, ripercorrendo l’intera filiera delle responsabilità. Ma interveniamo con tempestività anche per risolvere il problema immediato dei cittadini genovesi e delle persone che attraversano quel tratto della A10: con il fondo Emergenze della Protezione civile sarà ripristinata al più presto la viabilità ordinaria, anche valutando la possibilità di prolungare fino a Voltri la “Strada a mare”. Per la ricostruzione del viadotto, invece, il ministro Toninelli ha già individuato il possibile ricorso ai fondi del Piano economico e finanziario di autostrade, da discutere eventualmente a settembre, e ad altre risorse provenienti da fondi dedicati anche alle infrastrutture.

Serve un piano Marshall per garantire una seria e continua analisi della sicurezza delle nostre infrastrutture viarie, spesso ultracinquantenni. Serve una profonda opera di mappatura e servono interventi piccoli e grandi, con il ricorso alle tecnologie più avanzate, come i sensori di monitoraggio che lanciano l’allarme in caso di problemi. In una parola, per evitare le continue emergenze e le loro drammatiche conseguenze, serve prevenzione. E la prevenzione si fa stanziando risorse economiche, peraltro foriere di crescita e nuova occupazione, che l’Europa ci deve consentire di utilizzare senza l’incubo dello sforamento dei vincoli di bilancio.

A chi collega il crollo con la mancata realizzazione della cosiddetta “Gronda di Genova”, il passante che dovrebbe alleggerire il traffico nello snodo autostradale della città su cui il Governo del cambiamento ha avviato un’analisi costi-benefici, ricordiamo poi che questa è concepita come opera complementare e non alternativa al ponte crollato. Il progetto della Gronda, che peraltro sarebbe pronta non prima del 2029, non prevede dunque la sostituzione del viadotto sulla A10. Ciò conferma la strumentalità degli attacchi rivolti al MoVimento 5 Stelle, che non è aprioristicamente contrario alle grandi opere, ma valuta caso per caso con il solo parametro dell’utilità per i cittadini. Infrastrutture e grandi opere si fanno quando servono a tutti, non per arricchire qualcuno che poi magari neanche si occupa della loro manutenzione.

Il nostro auspicio e il nostro impegno è che la ferita ancora sanguinante di Genova, questo dramma che non deve rimanere impunito sia di monito a chi pensa di potersi ancora arricchire progettando e proponendo infrastrutture inutili, a chi si dimentica della manutenzione ma puntualmente si ricorda dei dividendi. E anche a chi vuole imporci vincoli di bilancio che finiscono per diventare una minaccia per la sicurezza delle persone.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

16 Ago 2018, 12:54 | Scrivi | Commenti (127) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 127


Tags: crollo, genova, m5s, ponte morandi, toninelli

Commenti

 

MA CHE CAZZO STIAMO ASPETTANDO A CHIUDERE IL PONTE " DON ACCIAI " A GENOVA. STA' CROLLANDO !!!!
GRILLO LO AVEVA DETTO..." SIAMO UN PAESE IN MACERIE!!!!"
DOBBIAMO FAR INTERVENIRE IL GENIO MILITARE....CI SONO I MORTI....SIAMO IN GUERRA!!!
DECIDETE VELOCEMENTE, CORAGGIO!!!

Gianni s.. 21.08.18 14:02| 
 |
Rispondi al commento

A Beppe con simpatia
Il popolo Italiano ed in particolare i ciitadini di Genova non vuole più essere preso in giro; si dia seguito all'accertamento delle responsabilità nel piu breve tempo possibile cominciando dalla revoca delle concessioni dei contratti senza avere indugi e incertezze dettate da timori e ricatti di chi ha governato facendo gli interessi dei poteri forti.
Con simpatia
Roberto

Roberto Masi Masi, Sesto Fiorentino (FI) Commentatore certificato 19.08.18 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo rendere statale le Autostrade italiane è una vergogna morire per un improvviso crollo di un ponte a causa di cattiva o inesistente manutenzione è inammissibile; è pure vergognoso pagare molto per un pedaggio in particolare tratta Sv-Ventimiglia, già abbiamo la benzina più costosa d'Italia. Consideriamo che in Liguria il lavoro è precario e gli stipendi sono uguali al resto d'Italia perché allora siamo tartassati su tutti i fronti? Ora Preghiamo per le vittime innocenti per i parenti affinché non siano mai più versate lacrime, siamo certi che grazie al ns Governo Movim5 stelle e alla compagine politica i nostri morti riceveranno giustizia

Gualtiero Silvestro Marras, ORTOVERO Commentatore certificato 18.08.18 23:11| 
 |
Rispondi al commento

Vivo a Genova da 33 anni e per passare da levante a ponente , quel ponte lo prendevo solo quando ero costretto: di solito entravo a Cornigliano o a Genova Est attraversando la città, salve rare eccezioni. Quel ponte che vibrava con il vento, la sensazione che provavi, ma sopratutto un ponte che getta le fondamenta dei piloni su un greto di un fiume anche su palafitta non mi ha mai convinto, sopratutto di un fiume che alterna siccità a piene. E se il pilone centrale si sposta troppo da perdere l'appoggio laterale il ponte viene giù. Si tratta di una struttura mal progettata e realizzata, che avrebbe richiesto un monitoraggio continuo H24 e non periodico tramite un sistema di misura degli spostamenti in tempo reale. Purtroppo la legge e quindi anche il contratto di concessione non parlano di ciò. E in questa situazione ci sono molti ponti italiani. Esiste un vuoto Normativo. Il Governo non può revocare la concessione, ma fare un decreto legge a tempo di record sulla monitoraggio in tempo reale, i tempi minimi di collaudo (legandoli al traffico effettivamente percorso), la messa in sicurezza che include la limitazione del traffico annuale o l'accorciamento del ciclo di vita che deve prevedere la chiusura del ponte. Tutti gli oneri sarebbe in carico al Concessionario attuale, che avrà la facoltà di rescindere dal contratto (se antieconomico) entro un periodo di 60 giorni, salvo l'obbligo economico/penale sul pregresso costituendo u fondo di garanzia a favore dello Stato per anni 5. Questa non sarebbe una revoca con penali a carico dello Stato, ma un approccio costituzionalmente accettabile, he salvaguardia tutti gli italiani.

Enrico Botta 17.08.18 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco perché nessun giornale o testata non esponga correttamente le informazioni: Semplicemente basta una condanna a Società Autostrade ai sensi della 231 del 2010 affinché la società non sia più idonea a contrarre appalti e concessioni pubbliche, in tal caso la concessione decade automaticamente e i danni li chiede lo stato e gli azionisti. Poi spero che qualcuno valuti la possibilità di fare una bella classe action per la incompetente manutenzione e il rischio al quale ci ha esposto ogni volta che passavamo su quel viadotto.


Con molto piacere do atto a Luigi Di Maio di aver sgomberato il campo dagli equivoci sorti sulla revoca della concessione nel corso di una partecipazione all'edizione odierna de "In Onda" su La 7. Ha confermato con nettezza la revoca della Concessione.

Bravo Luigi ! Hai messo le palle sul tavolo !!!!

Rinaldo A., Roma Commentatore certificato 16.08.18 21:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON FACCIAMO SCHERZI !!!!

Dopo che Salvini ha auspicato indennizzi alle vittime e risarcimenti allo Stato, i media stanno esultando per il "realismo" che sta prevalendo verso i criminali responsabili della strage di Genova, allontanando la revoca della Concessione.
Analoga prudenza pare rilevarsi nelle parole di Toninelli, che parla di "eventuale" revoca.

Sia chiaro, con il popolo M5S non si gioca come con gli altri elettorati! Abbiamo condiviso la misura della revoca ad un potentato economico che ha sempre spadroneggiato con i governi precedenti; adesso non possiamo farci condizionare da una Lega che è sempre ricattata dalla imprenditoria del nord e segnatamente veneta.
Se Di Maio, Toninelli e il M5S cedono su questa revoca annunciata con squilli di tromba, comincerà un declino di consenso popolare, perché si sarà dimostrato che ha lasciato l'egemonia nelle ambigue mani di Salvini e della Lega !

Occhio, ragazzi, il consenso conquistato per coerenza di comportamenti si può perdere in poco tempo se si constata che questa coerenza è di carta !!!!

POPOLO M5S, FATTI SENTIRE A GRAN VOCE !!!!

Rinaldo A., Roma Commentatore certificato 16.08.18 20:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di fronte a questo disastro bisogna ricordare ai sigg. Benetton che esiste oltre al risarcimento materiale, quello morale per la città di Genova e per tutti i genovesi per risarcirli per i danni e i disagi che dovranno sopportare chissà per quanto tempo. Quindi incomincino da subito a sborsare parte dei guadagni accumulati negli anni. E per il resto silenzio! G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.08.18 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Revocare subito le concessioni e devono pagare anche i danni recati al porto di Genova
Un pensiero alle famiglie che piangono i morti e dispersi!
Giustizia sia sta volta,che usino i soldi portati a Lussemburgo
per risarcire i danni alla gente .
Togliete subito il pedaggio autostradale sui tratti che devono percorrere i genovesi perché non c’è piu il ponte
Salvini vuole trattare con Benetton che hanno ammazati più di 40 persone di cui bambini ma siamo matti!!!


Avanti tutta governo Conte fuori i nomi dei responsabili

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 16.08.18 17:55| 
 |
Rispondi al commento

poi raccontate a tutti gli italiani come fate ad acquistare beni con un deposito in cc di 15 mila euro se qualcuno lo spiega sara credibile, si sa che i poveri pensionati non possono accedere a mutui di 9oo mila euro e oltre ne tanto meno un medio o medio alto lavoratore o dipendente italiano il tuo padrino per salvare le sue proprieta et tv ha dovuto cedere grandi governanti per interesse proprio quanti azioni avevi in banca?

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 16.08.18 17:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER UNA CULTURA DELLA PREVENZIONE

INVESTIRE IN PREVENZIONE, EFFICIENZA AMMINISTRATIVA, SVILUPPO SOSTENIBI
LE È QUANTO DI MEGLIO POSSA FARE UNO STATO .

È ATTRAVERSO I GOVERNI NAZIONALI E REGIONALI CHE SI CONCRETIZZANO GLI OBIETTIVI DI CRESCITA FUNZIONALE E ARMONICA RISPETTO AI BISOGNI DELLE POPOLAZIONI E DELLE COMUNITÀ.

LO STATO QUINDI ATRSVERSO LE VARIE ISTITUZIONI DEVE GARANTIRE IL MASSI MO DEL BENESSERE E DELLA SICUREZZA
AI SUOI CITTADINI.

È IMPENSABILE PER UNA NAZIONE ,UNO STATO DI DIRITTO POTER DEROGARE DA TALI PRINCIPI E OBIETTIVI .

GLI ITALIANI SONO FIN TROPPI TANCHI DI ASSISTERE A INEFFICIENZE, MALGOVER NI, MALA GESTIO E TANTO ALTRO.

VIA I CORROTTI, GLI INCAPACI , GLI SPECU LATORI, GLI AFFARISTI, LE LOBBY CHE ALTRO NON FANNO CHE MINARE LA CRESCITA SANA DEL PAESE

Salvatore Cannatà (salvo niketeras), Mentana Commentatore certificato 16.08.18 17:18| 
 |
Rispondi al commento

In un paese civile è un paese dove vige lo stato di diritto. Ho sentito giustizialismo,vendetta e processi sommari. Sono veramente costernato per l'immane tragedia ma non lo sono di meno a sapevi al governo del paese.


In mattinata, poi, ecco Renzi su facebook. “Chi come Luigi Di Maio dice che il mio Governo ha preso i soldi da Benetton o Autostrade è tecnicamente parlando un bugiardo. Se lo dice per motivi politici invece è uno sciacallo. In entrambi i casi la verità è più forte delle chiacchiere: il mio Governo non ha preso un centesimo da questi signori, che non hanno pagato la mia campagna elettorale, né quella del Pd, né la Leopolda. Utilizzare una tragedia per attaccare gli avversari, mentendo, dà il senso della caratura morale e politica del Vicepresidente del Consiglio”, è un passaggio di un lungo post dell’ex segretario del Pd. da evidenziare
il mio Governo non ha preso un centesimo da questi signori, che non hanno pagato la mia campagna elettorale, né quella del Pd, né la Leopolda.
inoltre farei far presente all ex vice premier che esso come il suo partito non e un avversario politico ma il piu malsano politico sia ideologicamente che come espressine di chi doveva rappresentare, egli si e insediato ha rappresentare senza alcuna volonta popolare non se lo dimentichi ma solo per giochi politici che qualcuno ha ammeso si faccia per piacere una analisi politica del suo insediamento e delle sue capacita di governare con la G maiuscola

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 16.08.18 17:04| 
 |
Rispondi al commento

il governo Gentiloni è decaduto e prorogato da Mattarella fino a nuove elezioni ... avrebbe dovuto occuparsi solo dell'ordinaria amministrazione... invece hanno nominato vertici, riorganizzato ministeri... e fatto cose che spettano ad un governo legittimo al 100% ... cosa che Gentiloni non è stato più ... ma non ricordo la data! Il fatto è che questo provvedimento che esonera Autostrade SPA dalle norme del codice degli appalti è di dicembre ... forse non poteva farlo!

FERRONI N., ROMA Commentatore certificato 16.08.18 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Tutta colpa del magna-magna dei governi precedenti, appalti truccati per incassare tangenti hanno permesso questo disastro e devono pagare perché doloso. Cominciamo a sottrarre i beni di chi si è macchiato di questo orrendo crimine e lasciamoli marcire in galera, con i loro soldi paghiamo le famiglie dei morti e dei feriti. Avrei anche un'altra proposta da fare, quando le persone si macchiato di crimini orrendi come questa tragedia, di femminicidio o altro, spogliatoi di tutti i loro beni e risarciscano lo Stato per la loro permanenza in carcere, perché a noi costa il soggiorno gratuito e bla bla.......

Rosanna Melvetti, Verona Commentatore certificato 16.08.18 15:44| 
 |
Rispondi al commento

X favore.... .vorrei tanto veder chiamato a rispondere (in solido x una volta) quello o quelli che hanno firmato i contratti....x favore... se cominciassero ad assumersi delle responsabilità i "politici" forse a vremmo qualche speranza ......
Il pesce puzza dalla testa....si diceva una volta. ...ma questi la fanno sempre franca!!

Valerio Fantoni, Stella Commentatore certificato 16.08.18 15:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma porcaccia vacca, NON capita mai che a finire sotto quei ponti siano i vili responsabili e/o i loro complici:
Anzi oggi, essendo incazzatissimo, mi sento anche CATTIVISSIMO: forse qualche loro congiunto NON sarebbe stato male!!!!!!
Con tangentopoli, dopo che qualche politico ed industriale corrotto, preso dal rimorso di aver rovinato tanti cittadini ed il paese, decise di finirla per sempre, qualche loro collega si ravvide e spiattellò tutte le porcherie e reati commessi fra politica, istituzioni ed industria corrotta/corruttrice!
Ma tanti furbi, complici di quelle porcate, se la sono cavata anzi ancora oggi sono insediati in posti importanti degli organi di stato, facendo i verginelli ma ancora con lo scettro in mano che io glielo ficcherei nel...naso!
Li conosciamo tutti i mafiosi ed i massoni nelle istituzioni ma ancora si proteggono e si coprono a vicenda!
Ma per loro è arrivato il capolinea!
Forza governo di cambiamento M5*-Lega!
Mandiamoli in galera o nelle fogne da cui sono nati ed allevati: ad arcore, nel nazareno cioè dove ci sono ancora simboli del PD/dc-FI e vermi al seguito!!!!!

giova31 16.08.18 15:00| 
 |
Rispondi al commento

pero qualcosa la svolta autostrade per l italia , ha transennato ottimi interventi di manutenzione, da quando quelle transenne?

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 16.08.18 14:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il senatore forzista Massimo Mallegni (con una faccia da Neslie Nielsen nel film "Una pallottola spuntata, l'odore della paura") dice che non bisogna fare giustizia sommaria.
Che vuole dire? Significa che non bisogna chiedere la revoca della convenzione al gestore dell'autostrada?
Con altri governi si faceva così: garantismo verso i potenti (giustizia sommaria riservata a qualche poveraccio) Commissioni di Inchiesta che si concludevano con un nulla di fatto, mentre i responsabili continuavano come se nulla fosse successo, a percepire lauti guadagni!
No, adesso si fa così: prima ti revoco la convenzione e ti trascino in Tribunale perché quello è il luogo dove difenderti fornendo prove inattaccabili (è crollato un ponte e dubito che tu ne abbia di prove opponibili a questo dato di fatto).

marta 16.08.18 14:11| 
 |
Rispondi al commento

le solite affermazioni da ipocriti e mal governanti il ponte morandi e la gronda con filo logico quale collegamento di paragone hanno il ponte e crollato cosa piu grave rendere i contratti sotto la protezione del top secret roba da far rabbrividire cosa avevano da nascondere? I nostri grandi politici italiani ed affaristi stanno tentando la fuga attraverso la gronda complice anche la cattiva informazione, ma cio che non hanno mai capito e non capiscono che si puo avere piu o meno grande convergento il flusso verso il pluviale per loro purtroppo risulta un po stretto e non conforme per far passare tanta sporcizia purtroppo in questi frangenti che non si augua mai a nessuno, si capisce la loro paura, non fate parte del loro sistema lobbystico e affaristico purtroppo non avete nessun legame se non quello verso noi cittadini questa era ed e la loro grande paura per cio che hanno nascosto e le loro malefatte, se riuscirete ad aprire i cassetti vi metterete le mani nei capelli, un piccolo paragone e lo stato e la famiglia un altro piccolo paragone e Roma che ha scoperchiato gli interessi affaristi e si e potuto constatare il martellamento delle lobby attraverso la stampa e le tv ora Vi trovate in una posizione Romana molto piu grande ed era prevedibile, cio che Il Presidente del Cosiglio ha dichiarato non si deve vedere come giusto o sbagliato ma leggittimo, mi riferisco alla revoca, e un atto dovuto e legittimato dalla Nostra Costituzione, per quanto riguarda le penali, si vedra,leggendo le clausole del contratto e se siano vessatorie un buon lavoro

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 16.08.18 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il denaro che occorreva per la manutenzione ordinaria e straordinaria di ponti e infrastrutture autostradali hanno formato i lauti stipendi di moltitudine di raccomandati disonesti, clientele dei vecchi partiti in cambio delle concessioni che hanno fruttato cospicui dividendi alla società autostrade, era inclusa la garanzia di non occuparsi dei controlli da parte dei governi che si sono avvicendati prima del governo attuale.

cincinnato 16.08.18 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Questo ultimo crollo è un altra prova che il c.a. ha una durata media di vita di 50/60 anni la sua manutenzione deve iniziare prima dello scadere del primo ventennio. Si può dedurre che il c.a. è un sistema che non funziona in costruzioni soggette a sollecitazioni meteorologiche di pesi variabili riferite al traffico. Solo in Italia si è dato spago al c.a. favorendo così le lobby sia in termini progettuali che di realizzazione. Si stanno rivelando solo strumenti di morte e macina soldi, che vanno a riempire sempre di più le casse dei concessionari. Annullamento di tutte le concessioni stradali.

Giovanni DEL BEATO, Sulmona Commentatore certificato 16.08.18 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Stanno girando tante foto di ponti messi veramente male, ma tra questi ce uno che fa paura e quello che collega Castellammare alla costiera amalfitana.non si può morire così...revoca immediata alla concessione di autostrade per l Italia..
Forza movimento e viva questo governo.
Siete il cambiamento

Andrea Macaluso 16.08.18 13:56| 
 |
Rispondi al commento

____

... mi sembra un'idiozia demolire le palazzine e disagiare decine di famiglie quando è il

ponte che è pericolante e non le palazzine che dovrebbe essere demolito.


Sento dei commenti da parte dei nostri avversari politici che mi lasciano di sasso, anche se ormai ci dovrei essere abituata.
Stiamo facendo sciacallaggio, populismo, giustizialismo, propaganda ecc. (colpa di Grillo!!!)
Di fronte ad una catastrofe simile per l'Italia, dovremmo, almeno per una volta essere uniti nella ricerca della verità e nel punire i colpevoli, oppure almeno TACERE per decenza....invece no!
Ma possibile che non riescano a far funzionare quei due neuroni che gli restano nel cervello?
Le più accanite sono le donne, Serracchiani e compagne, ho sentito giudizi velenosi che non avrei creduto da parte loro. Un po' di rispetto almeno per i morti !!! Vogliono che anche questa strage venga insabbiata come tutte le altre, processi interminabili e tutti assolti ?
Non capiscono che così facendo si stanno giocando quei 4 voti che ancora riescono a raccattare ?

rosella d., roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.08.18 13:50| 
 |
Rispondi al commento

lo stato deve chiedere i danni materiali, morali, di immagine e altri motivi, le società concessionarie responsabili del mancato rispetto del contratto (es: mancata manutensione)!
a quanto potrebbe ammontare il danno da mancati introiti da turismo?
a quanto potrebbe ammontare il danno alle industrie utilizzatrici delle viabilità?
a quanto potrebbe ammontare il danno al porto?
a quanto potrebbe ammontare il danno all’immagine della nazione (si leggano i giornali stranieri per capire di cosa si sta parlando)?
é possibile ipotizzare la quantificazione di tali danni in una centinaiata di miliardi?
le “concessionarie” responsabili di tali gravissimi danni debbono essere chiamate a risponderne!!!
e hanno pure la faccia tosta di chiedere il rispetto del contratto, chiedendo soldi per la rescissione del contratto, quando loro, fascistamente, se ne fregano di rispettarlo...!?!?

tonino b 16.08.18 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Responsabili sono anche quelli che gestiscono oggi l'infrastruttura e la parte politica che non ha controllato

Toto A., Milano Commentatore certificato 16.08.18 13:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Renzi dice che o sei bugiardo o sei sciacallo , se esistono i finanziamenti di Benetton al pd o altri si diano le prove e si faccia verità!!
Sembra che stiano facendo di tutto per sviare l’opinIone pubblica . Non si parla dei veri scandali, atti del contratto tra governo e autostrade SECRETATI !!!!!!! finanziamento ai partiti da parte della società autostrade , ma qualche giornalista esiste ????
Attendo risposte concrete!!!

Stefano M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.08.18 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Fuori tema

I 5 Stelle scrivono a Fico: "Vogliamo una sala yoga in Parlamento per il nostro benessere psico-fisico"

https://it.yahoo.com/notizie/5-stelle-scrivono-fico-vogliamo-094800732.html

Mah! Sinceramente sono un po' perplesso, Voi cosa ne pensate??

Battista, Trebaseleghe 16.08.18 13:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

____

... il MERCATO multa già Atlantia con un -18% fino ad ora.

https://www.borsaitaliana.it/borsa/azioni/scheda/IT0003506190.html?lang=it

John Buatti 16.08.18 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Il Direttore Mentana de La 7 fa presto a parlare a dire che è la magistratura a dover accertare colpe, mancanze, inadempienze a rilevanza penale in ordine al crollo del Morandi . Bene ma con quali tempi e con quali garanzis di " pronta giustizia"?

E comunque, ammesso che le indagini e lo stesso corso della giustizia siano veloci ed efficaci, ci sarà anche anche una "responbi lita" di tipo etico, morale ?
Ci sarà l'urgenza e la necessità di inquadra
re l'accaduto in un contesto sociale e politi
co oltre che umano?
Oppure, come spesso accade, dobbiamo dare spazio alla sola stampa per snocciola re e declinare tutto e il contrario di tutto , tarpando le ali ad ogni argomentare, ad ogni riflessione politica,nella logica che i detentori della conoscenza-verita' sono i Santoni della carta stampata.
C'è o non c'è una responsabilità morale, culturale, deontologica e professionale per così dire, che sta molto prima della giusti zia e che attiene al comune sentire e alla onesta- sensibilità di ciascuno di noi e di tutta la comunità - società ?

Pensiamo di risolvere tutto in termini di giustizia ? o forse la stampa non dovrebbe anche e maggiormente assecondare i pro cessi cultura che modificano veramente i comportamenti in funzione di un'effettiva crescita e sviluppo responsabile e coeren
te?
Vogliamo, per favore, assegnare alla stampa la sua vera funzione ?

Salvatore Cannatà (salvo niketeras), Mentana Commentatore certificato 16.08.18 13:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche se, a norma dei contratti per l'affidamento a società private di gestione delle autostrade, dovesse verificarsi una responsabilità recondita del concessionario, per responsabilità carenti su controlli per i quali l'affidataria deve in prima persona interessarsi, và specificato che nel caso precipuo e, stante la situazione generale di quanto costruito sino ad ora sul territorio Nazionale negli ultimi 50 anni, chi assume la gestione deve assicurare la sicurezza per il buon funzionamento delle strutture. Qualcuno, che in qualità di responsabile politico al tempo appaltò le concessioni delle strutture in questione, sosterrebbe che da eventuale accusatore lo Stato diverrebbe accusato! Ovvio che in questa fattispecie si ravviserebbe un tipo di contratto FAVOREVOLE all'appaltante, e perchè mai? Non mi venga di pensare che "PECUNIA NON OLET" sia universalmente un soggetto GRADITO DAI PIU'.

Cesare DE PROSPERIS, Terracina Commentatore certificato 16.08.18 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Crollo delle azioni di Atantia del 25 per cento perche' il governo ha parlato di revoca delle concessioni a Autostrade? Quale e' il problema? Evidentemente chi possedeva quelle azioni ha venduto facendo comunque un guadagno e chi ha comprato ha creduto di fare un affare. Ancora si da tutta questa importanza alle oscillazioni di borsa? I problemi della vita sono altri come quelle povere vittime del crollo del ponte che nessuno potra' risarcire. Sinceramente questa finanza, spread e oscillazioni di borsa ha stufato. La vita e' tutt'altro.

Luciano C. 16.08.18 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Sulla revoca in tempi brevissimi si gioca la credibilità del Movimento….se non lo facciamo….se non ne abbiamo la forza dimostriamo di essere deboli ed inutili per il paese! Siamo al governo, se si vuole si può fare, se non si fa è perché non si vuole!

sergio s., genova Commentatore certificato 16.08.18 13:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per me i colpevoli sono Morandi, Saragat e tutti i maledetti DC (governo Moro III) e PSI. Ministro dei Lavori Pubblici Mancini. Il ponte di Brooklin è stato concepito a metà '800 ed è in ACCIAIO.. mica in calcestruzzo e cemento armato! C'è un piccolo problema: sono tutti morti i responsabili.

Z 16.08.18 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Grazie di tutto....
Gianpaolo Gamba

Gianpaolo Gamba 16.08.18 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Per chi ritiene affrettata la revoca della concessione ad Autostrade per l'Italia e nazionalizzare le autostrade, dovrebbe pensare che non dipende "solo" dal crollo del Ponte Morandi a Genova perchè si deve anche ragionare se sia giusto o no che una Società che riceve la concessione e che è praticamente un "ramo d'azienda" della Società Atlantia il cui azionista maggioritario sono i Benetton
che hanno creato una...matriosca di Società per i "loro" interessi affaristici e se nel 2017 Autostrade per l'Italia fa " utili di gestione" per 1,042 miliardi di euro per farci vedere...non solo il tragico crollo del Ponte Morandi a Genova che è la punta di un iceberg
che mostra anche il pessimo stato in cui versano molti tratti autostradali ed allora perchè lo Stato non deve nazionalizzare subito le autostrade per togliere...soprattutto gli utili che interessano ai Benetton per rinvestirli p.e, nella manutenzione delle autostrade, riducendo i costi di pedaggio che sono i più alti d'Europa e che servono soprattutto per riempire le tasche dei... Benetton?

Non va dimenticato che i Benetton, per questi...spiccioli guadagnati, hanno foraggiato le campagne elettorali dei loro...benefattori e tra le tantissime diversificazioni dei loro affari, dove anche lì bisogna vedere quanti... aiutini hanno ricevuto dalla casta politica, non hanno tralasciato il mondo...dell'editoria e stiamo vedendo lo squallido comportamento di pennivendoli, deferenti verso un loro... azionista!

Roberto ., Roma Commentatore certificato 16.08.18 13:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi sembra di vivere in un paese del terzo mondo;
si danno responsabilità senza neppure aver accertato quali siano le cause che hanno prodotto il danno;

si mette la croce su morandi dimenticando che il ponte ha retto per 60 anni, e dimenticando che all'epoca della costruzione, come anche oggi del resto, i progetti sono soggetti ai controlli ed alla approvazione del genio civile, il quale a tuttoggi, a parte qualche funzionario esperto di strutture, non e' in grado di valutare alcunché essendo formato per gran parte di geometri ed architetti che sulle strutture ed i relativi calcoli non sono in grado di esprimere alcun giudizio.
visto come hanno funzionato le cose in italia mi vorrei permettere di dare un consiglio all'esecutivo ed a chi detiene la capacità di decisione.
le competenze non si leggono nei curriculum; esse si leggono nei fatti e nei lavori eseguiti, stando sui cantieri e non nelle aule universitarie;
la capacita decisionale va data a chi non la vuole e non l'ha mai richiesta perché sa benissimo che si tratta di cose difficilissime per le quali occorrono competenza e esperienza.
il mondo universitario e' completamente privo di queste competenze, se non a livello teorico, ma soprattutto e' privo di esperienza perché non ha mai frequentato un cantiere.
i professionisti "privati" sono sempre stati considerati dei tecnici di secondo livello, gente di serie B, eppure sono loro che hanno costruito l'Italia, anche se non si sono laureati alla bocconi e non hanno inviato curriculum per avere incarichi.

MARCELLO CIPOLLI 16.08.18 12:56| 
 |
Rispondi al commento

In Italia sono tutti grandi imprenditori con i soldi dello Stato, ovvero dei cittadini! Il teorema è sempre lo stesso: i profitti vanno ai privati ( pochi privilegiati) e i debiti vanno a carico della collettività ( milioni di persone).
Hanno la faccia come il c..o è poi si definiscono grandi imprenditori e parlano di "economia di mercato"!!!

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 16.08.18 12:56| 
 |
Rispondi al commento

scusate un pensiero ma dov'è il senso di una società quotata quando gli accordi e i contratti sono segreti..come fanno gli investitori a valutare e investire..ma la Consob non chiede trasparenza?il mondo è all'incontrario per questo purtroppo un governo può annullare il contratto con un semplice atto come quello Delle 4 banche fallite ma in questo caso giustamente

Manuele L. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.08.18 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo, se facciamo tutti un piccolo esame di coscienza, dobbiamo dire: "MEA CULPA" (da ex DC-PCI-PSI-PLI-PRI-ULIVO-DS-MSI-MARGHERITE-RADICALi-PROLETARI-SINDACALISTI e tutte le bande a delinquere mafiose e massone, i servi dei poteri occulti mediatici come tanti giornalai del caxxo venduti per niente a chi li manteneva da nababbi, ecc..ecc..
Oggi ci rendiamo conto che, da co-ni-glioni, ci siamo fidati dei vili politicanti a cui abbiamo dato il nostro voto per 60 anni (o si votava quelli o NON VOTAVI), senza renderci conto per tutto questo tempo che eravamo nelle mani di delinquenti naturali che hanno reso l'Italia il paese delle CASTE, dei MAFIOSI, dei MASSONI, dei servi delle lobbies e dei poteri occulti nazionali e mondiali!
Durante il fascismo, i veri antifascisti sono stati pochissimi ma il 90% degli italiani sono stati, volendo o nolendo, filo-mussoliniani!!
Nel dopoguerra quel 90% di FASCISTOIDI erano SPARITI, dichiarando tutti di essere stati AMTIFASCISTI!
Oggi chi è contro i poteri MALIGNI e contro il SISTEMA SPORCO creato dalle caste politiche, industriali, bancarie, P.A., ISTITUZIONALI ed ORGANI DI STATO CORROTTI, sono chiamati dai vermi PD/dc-FI ed m-rde affini, "POPULISTI"!
Il popolo ha scelto, DEMOCRATICAMENTE, il 4 marzo il GOVERNO DI CAMBIAMENTO, l'ultima speranza per salvare e far rinascere l'Italia!
Ammettiamo di averlo capito TARDI che bisognava CAMBIARE il SISTEMA ITALIA, ma forse abbiamo fatto ancora in tempo anche se sarà MOLTO ma MOLTO DIFFICILE distruggere coloro che ancora tentano di resistere alla DEMOCRAZIA ed al cambiamento!
Ci dobbiamo provare con tutte le nostre forze a sconfiggere i VERMI della vecchia politica corrotta PD/dc-FI che hanno fatto a pezzi l'Italia ed i cittadini ONESTI!
Forse NON TUTTO è PERDUTO!
Forza M5* e governo di cambiamento che, con il sincero contributo della Lega, possiamo VINCERE e SCONFIGGERE tutti i MALI della società corrotta!!
GRAZIE!

giova31 16.08.18 12:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

basta fare due conti..conviene avere autostrade così care che drenano soldi dagli italiani e che causano danni incalcolabili come il ponte di Genova o la galleria con i problemi di frana della variante di vico? la risposta è NO. conviene di più levare i benetton dalla gestione dei nostri soldi e delle nostre autostrade e provare il cambiamento. i Benetton hanno già fatto troppi danni in questo paese

Manuele L. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.08.18 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Non voglio scrivere, voglio leggere: fuori gli atti della concessione.

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 16.08.18 12:42| 
 |
Rispondi al commento

chi sono i responsabili della stipulazione e della firma del contratto di concessione delle autostrade a privati?
quante mazzette hanno messo in tasca per firmare un contratto capestro che di fatto impedisce al governo di revocare le concessioni pena sanzioni miliardarie?
tutte le autostrade devono tornare allo stato, senza se e senza ma!!!!!!!!

daniele p., cortona Commentatore certificato 16.08.18 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Nel suo editoriale di oggi Marco Travaglio commenta la tragedia del crollo del Ponte Morandi a Genova.

Il giornalista scrive che in episodi come quello accaduto ieri “tutte le parole sono inutili".

A fare luce sulla vicenda saranno i giudici, prosegue Travaglio, il quale ricorda che “il ponte Morandi aveva due gemelli italiani”: uno di questi è “già a pezzi... Per tenere sotto osservazione il terzo” osserva il direttore del Fatto Quotidiano “non occorreva uno scienziato, bastava il proverbio ‘non c’è il 2 senza il 3′”.

Travaglio lancia quindi un monito al governo del cambiamento che se “vuole cambiare qualcosa, deve partire proprio di qui. Cioè da zero. Con scelte di drastica discontinuità col passato”.

Secondo Travaglio il governo deve:
– rivedere le concessioni ai privati che lucrano sui continui aumenti delle tariffe in cambio di manutenzioni finte o deficitarie;
– annullare le grandi opere inutili, dal Tav Torino-Lione in giù
Con i fondi risparmiate dall’annullamento delle grandi opere dovrebbe poi finanziare “piccole e medie opere di manutenzione, prevenzione e ammodernamento delle infrastrutture esistenti”.
E se “Confindustria, Confcommercio, Confquesta, Confquellaltra e i loro giornaloni si metteranno a strillare”, osserva il giornalista, è un “buon segno” perché “è a furia di dar retta a lorsignori che siamo finiti tutti sotto quel ponte”.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.08.18 12:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri sera ho visto il programma su la7 chiamato in onda. Quel signore che difendeva a spada tratta con il suo linguaggio da burocrate la tragedia di cui tutti abbiamo dovuto subire da queste persone che sono al comando di società indifendibili bene quel burocrate dovrebbe essere messo in galera senza ne se ne ma quello è Il suo posto poi da parte dei BENETTON il silenzio assoluto ecco queste sono le società che io personalmente butterei fuori DALL'ITALIA perché non meritano di vivere in questo paese lacerato DALL'EGOISMO E DAL'INDIFFERENZA TOTALE BENETTON IN GALERA QUELLO DOVREBBE ESSERE LA VOSTRA CASA PER TUTTA LA VOSTRA VITA SIETE DEI CRIMINALI.

Giorgio A., Monza Brianza Commentatore certificato 16.08.18 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Se la capitalizzazione e' scesa a 20 mil.di non puo' garantire piu' i contratti, come le concessioni governative. Quindi il contratto in essere e' nullo e decade coatto e la gestione deve passare sotto una societa' preposta della CdP fino a nuovo decreto urgente prima e legge dopo con nuovo bando internazionale integrando un business plan di tutte le strade e autostrade nazionali MA a lotti con regole europee ed nternazionali e garanzie solide chiare e vere pubblicate sul web che noi cittadini elettori tassati titolari azionisti dei debiti di questo stato democratico le possiamo avallare e delegare al governo in essere !
Nel nome dei cittadini morti, invalidi e parenti in lutto.

giuseppe n., Dozza Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.08.18 12:24| 
 |
Rispondi al commento

https://infosannio.wordpress.com/2018/08/15/beppe-grillo-io-amo-genova/

https://infosannio.wordpress.com/2018/08/15/tutti-in-galera/

https://infosannio.wordpress.com/2018/08/15/beppe-grillo-silenzio-di-tomba-sui-concessionari/

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.08.18 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Facile oggi criticare i comitati no gronda, per immedesimarvi provate a guardare su maps "via Walter Fillak, 73"...
😢😢😢

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.08.18 12:20| 
 |
Rispondi al commento

OT? deleghiamo...?

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
DECRETO MINISTERIALE 11 marzo 2016

Delega di attribuzioni del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, per taluni atti di competenza dell'Amministrazione, al Sottosegretario di Stato on.le avv. Umberto Del Basso De Caro.

Decreta:

Art. 1

1. Ferme restando le responsabilità e le funzioni di indirizzo politico-amministrativo del Ministro di cui agli articoli 4 e 14 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni ed integrazioni è conferita al Sottosegretario di Stato on. avv. Umberto Del Basso De Caro la delega:....

4) per quanto concerne le attività di competenza della Direzione generale per la vigilanza sulle concessioni autostradali.

firmato DEL RIO

bio De Caro

https://bit.ly/2ODAXAw

sa &di 16.08.18 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Invece di PENSARE ALLE NUOVE OPERE si DEVONO RISTRUTTURARE QUELLE CHE STANNO CROLLANDO e NON SOLO I PONTI anche LE TANGENZIALI soprattutto QUELLA DI ROMA che è TRAFFICATISSIMA e passa davanti alle FINESTRE DELLA GENTE!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.08.18 12:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dovete cacciare gli alti funzionari messi dal pdmenoelle, questi vi remano contro. sarà poco democratico, ma se volete ripulire questa repubblica dovete iniziare la defascistizzazione

gianni g., sassari Commentatore certificato 16.08.18 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GIUSTIZIA PER I MORTI!!!
CHI HA SBAGLIATO DEVE PAGARE IN SOLDI E IN CARCERE!!!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.08.18 12:09| 
 |
Rispondi al commento

cosa aspettate a fare pulizia in RAI?L'ad può nominare capi rete e direttori e lo faccia che è una fogna, e basta, altrimenti togliete il canone e privatizzate, senza canone però, chi vuole se la paga la RAI,per quello che è chi vuoi che paghi per avere la RAI sulla tv

anna quercia, piancogno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.08.18 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Se questo fosse un paese serio, e per davvero fosse iniziato il cambiamento, questa nostra “era nuova” inizierebbe con un processo tipo Norimberga, mettendo sotto processo tutti i politici, dirigenti, alti funzionari che hanno tradito l’idea di “res publica”.

gianni g., sassari Commentatore certificato 16.08.18 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Hanno l'idea di fondare un nuovo partito.
Chiudono le gabbie prima che scappino tutti i conigli.
Ci sarà ancora qualcuno che ci casca.
Lo chiameranno DP da non confondersi con il vecchi PD.
Alle prossime elezioni,visto la merda che viene fuori ogni giorno da sotto il tappeto,prenderanno tutti una bagnata che se lo ricorderanno per una vita.
Direi che il "cittadino" abbia, dolente o volente, aperto gli occhi e questo grazie al Movimento e alla Lega.... che hanno aperto " la scatola del tonno"!
Grazie ragazzi ci avete fatto conoscere i capaci di diverse legislature...quelli che facevano gli interessi dei cittadini.
Seee... anche il ponte nell'interesse dei cittadini di Genova.
Basta però chiedere agli abitanti delle case sottostanti e alle FFSS che avevano le officine nel sottostante.
Che grandi strateghi,che grandi ingegneri,che grandi politici,che grandi prenditori,che grandi ....LADRI!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.08.18 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Con Abertis ed hochtief le autostrade per l'italia (vedi i giornali del partito degli industriali nostrani) sta gia' prendendo il volo estero su estero, monetizzando il contratto delle concessioni autostradali italiane. Cosi' le beghe legali italiane le possiamo appendere al chiodo con tutte le tutele dei gradi di giudizio e prescrizioni all'italiana. Male che gli possa andare e' colpa della loro partecipata Pavimental SpA che provvede ai lifting delle autostrade sub subappaltando a Dittarelle che davano lavoro locale sotto indicazione dei dirigenti Anas con i quali provvedevano ai pagamenti naturalmente tutto scritto e fatturato ! Non sembra vero ma le perizie trimestrali sono indicate e fatte ! Le controperirizie degli addetti lato dirimpettai pubbliche anche !
Non sono mica scemi ! Carta canta e facoltosi Avvocati anche !
Solo il cittadino elettore contribuente anche se pensionato o dipendente italiano di serie C (rispetto ai tedeschi) deve stare zitto e morire. Distraendosi magari con un'altro Ronaldo adeguato a 30 mil.ni all'anno ! Grazie Juve, Grazie FCA. Se vendi altre auto ricordati di applicare i supplementi Ronaldo e le eliche !

giuseppe n., Dozza Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.08.18 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Di Maio, Caro Bonafede, se prima di tutto non renderete la Giustizia efficiente e rapida in questo nostro martoriato Paese si continueranno a vedere balletti e dichiarazioni del tipo: "Lasciamo che la Magistratura accerti le responsabilità" nella consapevolezza da parte di chi è in malafede che la Magistratura, anch'essa abbandonata a se stessa dai precedenti Governi, non potrà mai pronunciarsi in tempi brevi lasciando così all'oblio gli avvenimenti che poi gli Italiani non ricorderanno più! La prima cosa da fare è rendere l'iter giudiziario veloce ed efficiente anche perché credo che tale riforma costi poco, piaccia agli investitori stranieri ed anche all'Europa! Forza Bonafede, forza Di Maio, forza M5S rendiamo la vita impossibile agli Italici furbi e furbastri

Vincenzo Garofalo (giotto), Roma Commentatore certificato 16.08.18 12:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT? pagina in migrazione... Direzione generale per la Vigilanza sulle Concessioni Autostradali.

La documentazione di competenza è in fase di migrazione ed è ancora disponibile sul portale storico del MIT.

https://bit.ly/2MQTTLF

sa &di 16.08.18 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi!!!

Paolo V 16.08.18 11:59| 
 |
Rispondi al commento

E venuto meno la fiducia....e per cui gli dobbiamo togliere la concessione....il tutto per Onorare le vittime di questa tragedia.... specialmente per i bambini che sono il futuro della società....e per evitare altre tragedie e vittime....
R.i.p.♥️

Antonio Camelia 16.08.18 11:58| 
 |
Rispondi al commento

OT? vuoti normativi...?

DECRETO LEGISLATIVO 15 marzo 2011, n. 35

((Attuazione della direttiva 2008/96/CE sulla gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali.)) (GU n.81 del 8-4-2011 )

art 1 comma 3
A decorrere dal 1° gennaio 2016 la disciplina contenuta nel presente decreto si applica anche alle strade appartenenti alla rete di interesse nazionale, individuata dal decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 461, e successive modificazioni, non comprese nella rete stradale transeuropea, siano esse, a quella data, in fase di pianificazione, di progettazione, in costruzione o gia' aperte al traffico. Con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti il termine di decorrenza di cui al presente comma puo' essere prorogato a data successiva e comunque non oltre il 1° gennaio 2021.


pdf linee guida per la gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali

http://www.mit.gov.it/mit/mop_all.php?p_id=12878

sa &di 16.08.18 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Il disastro accaduto a Genova e tutte le sofferenze che subisce il popolo italiano sono da imputare a quella vergognosa cosca politica priva di scrupoli, senza etica e senza freni, che si è occupata di fare solo e soltanto i propri luridi interessi, depredando l’Italia e privando il popolo (che li manteneva nel lusso) di tutti i colossi pubblici “regalati ai privati” pugnalando alle spalle i cittadini resi impotenti, da quell’infernale meccanismo di manipolazione di massa, messo in atto da questi usurai, per impedire ogni forma di ribellione. Questi traditori hanno innescato un sistema corrotto arrivando fino a condannare chiunque si opponeva a questo criminale sistema. Gli uomini migliori sono stati freddati a cominciare da Enrico Mattei fino a Falcone e Borsellino che volevano il bene della propria nazione e la loro morte è servita a questi assassini, per portare l’Italia ai livelli di terzo mondo, alla miseria l’intera classe lavoratrice, alla chiusura delle piccole e medie imprese, alla cancellazione della classe media, al massacro dei lavoratori resi tutti precari e proprio per questo messi nell’impossibilità di ribellarsi, pena la disoccupazione e sulle loro povere spalle, ingrassavano come veri e propri parassiti. Per fortuna gli italiani si sono svegliati dal coma mediatico in cui venivano tenuti e votando il governo del cambiamento sperano in un ritorno alla legalità. Con quel voto gli italiani si augurano il ritorno nelle mani dello Stato di tutti i colossi pubblici (autostrade, sanità, luce, gas, poste acqua, eccetera, che sono proprietà dei cittadini) oltre alla cancellazione di tutte le contro-leggi emanate per salvare i ladri, gli evasori fiscali e gli assassini dell’umanità, riportando la nostra meravigliosa nazione alla sua sovranità politica ed economica, abbattendo questo capitalismo senza alcun rapporto con gli esseri umani, considerati merce e svenduti come cose ai mercati. Necessita ripristinare la giustizia che DEVE tornare
(continua sotto)


Intervistato da Radio24 il ministro Di Maio ha dichiarato sulla tragedia di Genova:

"Soldi non investiti in sicurezza ma andati ai dividendi. Non mi sento umanamente di incontrare i vertici di Edizioni Srl, societa' della famiglia Benetton che possiede Atlantia, ovvero Autostrade per l'Italia. La situazione fa molta rabbia, la verita' e' che gli utili netti che fanno queste societa' in regime di monopolio fanno arrabbiare tutti. Molti soldi potevano essere investiti in sicurezza, mentre sono andati in dividendi. Significa che quando si mettono in mano ad un privato e a delle finanziarie le nostre strade e la sicurezza delle nostre famiglie si preferisce il profitto. I Benetton li incontreremo virtualmente nella fase di contraddittorio quando gli ritireremo la licenza' ha aggiunto."

Roberto ., Roma Commentatore certificato 16.08.18 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

fate pulizia e state attenti che ci sono sciacalli e avvoltoi pronti,state molto attenti

anna quercia, piancogno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.08.18 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT? D.LGS. N.35/2011 DEL RIO : proroghe e regolamenti in fase di attuazione...buon lavoro!

IL DECRETO LEGISLATIVO N. 35/2011
Gestione della sicurezza delle infrastrutture stradali

DECRETI ATTUATIVI PREVISTI DAL D.LGS. N.35/2011 IN FASE DI EMANAZIONE

“Modalità di autorizzazione degli Enti formatori” - art. 9, c.2
“Definizione contributo corsi di formazione” - art. 9, c.6
“Classificazione tratti stradali ad elevata concentrazione di incidenti e classificazione della sicurezza della rete esistente” - art. 5, c.1
“Modalità, contenuti e documenti valutazione di impatto sulla sicurezza stradale (VISS)” - art. 3, c.2


- D.M. n. 434 del 07/12/16 inerente il differimento del termine previsto dall'art. 1, c. 3 del D.Lgs. n. 35/11
Con il decreto ministeriale n. 434 del 07.12.16 è stato prorogato al 1° gennaio 2018 il termine di cui all'articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 15 marzo 2011, n. 35, di estensione dell'applicazione della disciplina del decreto legislativo alle strade appartenenti alla rete stradale di interesse nazionale

sa &di 16.08.18 11:33| 
 |
Rispondi al commento

I ministri attuali preposti, devono consegnare atti, delibere, decreti di quei ministri che durante le staffettedei governi precedenti, hanno avvallato perpetrando le condizioni "omicide" in essere delle infrastrutture per poi interessarsi molto motivatamente a progetti di opere faraoniche indirettamente interessanti a noi residenti.
Fateci vedere gli ex ministri e presidenti che entrano nei tribunali e nelle carceri !
Grazie
PS : solo per oltraggio al pudore si va a processo per "direttissima" ! Quando muoiono cittadini sotto le scuole, ponti ecc tutti hanno le carte in regola ! Come mai i codici civili e penali sono spesso e frequentemente a senso unico contro chi vive uno stato di bisogno e necessita' e borderline cade in difetto e gli immuni ministri, industriali, dottori, ingegneri e onorevoli la scampano quasi sempre ed anche con condanne ridicole ?
Forse queste democrazie sono state fatte apposta ?
Quando si deve lavare un calzino la "nonna" lo rivoltava sempre !
Chiedete ai Sigg Magistrati (quelli ideologizzati), se lo fanno sempre anche loro o decidono a chi hanno di fronte !
Eppoi la Corte Europea e' gratis solo per Berlusconi ?

giuseppe n., Dozza Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.08.18 11:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRANDI,
sono due grandi il nostro Luigi ed il Presidente Conte. E' finita la pacchia, si è finita la pacchia per i Benetton. Si sono arricchiti per anni alle spalle degli italiani con la complicità dei governi degli "esperti", da ultimo con il più esperto di tutti il grande "bomba"-Concessioni di comodo e proroghe senza alcun controllo. Gli atti addirittura secretati, quasi fossero segreti di Stato- I pedaggi autostradali decisi dalla stessa società concessionaria- E' stata una grande soddisfazione sentire le parole di Di Maio e Conte - La verità e la legalità prima di tutto, solo così si possono garantire i diritti dei cittadini. Non vedo l'ora di leggere gli atti coperti da segreto. Vedremo quanta melma uscirà fuori- L'ultimo grande esperto che doveva salvare l'Italia dai 5 stelle ,dilettanti, è finito a fare la guida turistica in TV- Una grande carriera da "esperto" non c'è che dire.

Vincenzo . Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 16.08.18 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Si proceda al controllo di tutta la rete autostradale, così da avere un ricco incartamento da presentare nelle aule giudiziare, il degrado dell'infrastruttura è evidente , tanto maggiore quando più si scende sotto Roma ......, così vediamo la tanto decantata manutenzione dove inziza e finisce...

Si proceda per disastro colposo verso i vertici di Autostrade SPA dove vi sono GRANDI MANAGER dei miei stivali ...., cani messi là a guardia del profitto aziendale ,e tornaconto della famiglia Benetton, un profitto tanto maggiore quanto più si risparmia sulla manutenzione di una infrastuttura regalata dai parassiti che hanno governato sino a qualche mese fa il paese.


Il dato politico da trarre è solo uno :
Le privatizzazioni, che non sono liberalizzazioni , hanno prodotto uno spaventoso arricchimento di alcune lobby e cordate politiche , ma hanno impoverito gli Italiani e le aziende che gli stessi hanno creato con la fiscalità generale degli anni 50 / 60 , vedi anche TELECOM.

Si nazionalizzi l'infrastruttura sia materiale che immateriale , cambiando il modus operandi, alla fine è questo il nocciolo della questione , e la motivazione per la quale siamo nella stanza dei bottoni .....

Renato Russo, Napoli Commentatore certificato 16.08.18 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo, ma serve togliere le concessioni , serve statalizzare le strade, ma togliere le concessioni ad un SPA, la vedo ardua. Serve pubblicare i contratti secretati , affinché la gente capisca cosa ci hanno fatto. In sanità stesso sistema, centri medici privati, che costano quanto un tiket, così la sanità pubblica non prende più soldi ed aumentano i problemi e loro mangiano sulle nostre spalle. Questa è l'Italia e si potrebbe proseguire. Mettere in sesto una situazione così , è drammatico. Vogliamo poi parlare di Europa??? Di banche ??Sapete tutto meglio di me , non mollate, o stavolta o mai più, andate avanti , nel mio piccolo, faccio l'unica cosa che al momento posso fare, vi sostengo.

Grazia 16.08.18 11:29| 
 |
Rispondi al commento

...sul ponte libico, gemello del ponte di Genova, chiamato di Wadi, da mesi la circolazione è stata interdetta.....l'Italia ridotta peggio del lll momdo....

Tony 16.08.18 11:27| 
 |
Rispondi al commento

......e pensare che i ponti degli antichi Romani sono ancora in piedi, forti e dominanti.....

Giovanni Cuomo 16.08.18 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Per favore nuova legge per class action e danni punitivi illimitati e relazionati al fatturato come in Svizzera e usa. Grazie

Ap 16.08.18 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Bene l'impostazione M5S sulla tragedia di Genova. Ma non possiamo limitarci a richiedere le dimissioni dei vertici di Autostrade per l'Italia, in quanto questi vertici, come tutti i vertici manageriali, sono solo gli esecutori della volontà degli azionisti di massimizzare i profitti minimizzando i costi ! I managers (compresi i TOP) sono strapagati proprio per fare da "scudi umani" agli avidi azionisti. Quindi, revoca della concessione senza penali per lo Stato e con multe e danni da risarcire !!! Niente di meno ! In questo sarà misurata l'autonomia di M5S e del Governo rispetto alle potenti lobbies che sicuramente si scateneranno per minimizzare le responsabilità a carico degli azionisti. Anzi, il Governo dovrebbe indagare se analoga politica di intascare proventi minimizzando gli esborsi, sia stata o sia tuttora seguita dagli stessi azionisti Atlantia nelle altre strutture loro concesse: gli aeroporti. E verificare se non siano intercorsi incestuosi scambi di carriera tra ex dirigenti aeroportuali e direttori aeroportuali dipendenti dal Ministero dei Trasporti e Infrastrutture...

Rinaldo A., Roma Commentatore certificato 16.08.18 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Bene ha fatto il ministro delle Infrastrutture, a evocare, qualora ce ne siano le condizioni, anche il ricorso alla revoca della concessione e alle eventuali multe connesse ad inadempienze.
Qualora ce ne siano le condizioni?.....cosa fate?...è già una parziale marcia indietro?...forse che le condizioni non ci sono?...ci stiamo già ammosciando?....ma questi vanno espropriati di ogni bene ed incarcerati a vita….ma è incredibile leggerlo….qualora ce ne siano le condizioni….e quali dovrebbero essere le condizioni?....farci sterminare tutti così hanno più spazio per giocare a golf?

sergio s., genova Commentatore certificato 16.08.18 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Forse e speriamo che il crollo dei ponti sia la goccia che ha fatto traboccare il vaso. L' essere celerrimi in tutte le manifestazioni dalla vita dettato dal LIBERISMO ESASPERATO faccia riflettere ed avviare un nuovo modo di pensare piu' a misura d'uomo.

Roberto Maccione Commentatore certificato 16.08.18 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Il POPOLO ha deciso i colpevoli sono
Lupi
Del Rio
Benetton
tutti in galera
boicottate i negozi benetton
non comprate benetton

Mileto Riccardi, Bolzano Commentatore certificato 16.08.18 11:08| 
 |
Rispondi al commento

I problemi di viscosita' del cemento furono subito evidenti gia' in fase di costruzione del ponte, questo Mantovani non si capisce come mai ebbe tanta fortuna e non incappo' mai i qualcuno che controllasse i lavori, prima , durante e dopo.
Oggi se Mantovani fosse vivo sarebbe in galera.
Decine di ministri dei lavori pubblici si sono succeduti , gli ultimi Lupi e Del Rio, e' meglio scordarseli proprio. Del Rio era troppo impegnato ad accogliere clandestini di ogni dove , non aveva tempo per pensare ai ponti che crollano.
C'e' bisogno di appurare le colpe dei ministri precedenti e dei direttori dei vari dipartimenti del ministero. Tutti , non solo i Benetton, devono pagare.
Tutti devono pagare.
Del Rio il cattocomunista Del Rio teneva i porti aperti alle ONG e non preoccupava di fare il suo dovere. E' tempo che le responsabilita' politiche si trasformino in responsabilita' penali.
Del Rio in galera.

Mileto Riccardi, Bolzano Commentatore certificato 16.08.18 11:06| 
 |
Rispondi al commento

I'm very happy for the big cock in the ass that are taking the Benetton, they have to nationalize the highways, expose the other activities, they must end up on the pavement, in a concentration camp for forced labor, to break stones to make concrete but made for good with just viscosity, not like that of that kind of engineer named Mantovani who if he was still alive now would be in jail.

Mileto Riccardi, Bolzano Commentatore certificato 16.08.18 10:58| 
 |
Rispondi al commento

FALLIMENTO DELLA PRIVATIZZAZIONE E LO SCIACALLAGGIO DEI PRIVATI

Occorre;
1- Lo Stato deve revocare la concessione ad Autostrade per l'Italia.

2- Nazionalizzare le Autostrade

3- Spese di ricostruzione e il risarcimento alle famiglia delle vittime e 632 sfollati devono pagare la società privata che ha spremuto soldi del pedaggio fino al crollo e la morte.

4- I responsabili devono essere processati e multati.

5- Nella agenda del governo l'interventi urgenti per il consolidamento di altri ponti in stato di degrado.

6- Dal 1994 sono stati svenduti i gioielli dell'industria italiana i veri responsabili sono i politici e i governi di Forza Italia e dall'Ulivo al Partito Democratico.

Shir akbari 16.08.18 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Adesso basta, bisogna invertire la tendenza, si deve smettere con la cultura dell'arricchimento personale, i soldi che la gente spende per avere in cambio dei servizi, devono essere utilizzati anche e soprattutto per questo, per la tutela dell'incolumita' ed un miglioramento della vita dei cittadini; non si può morire in questo modo a causa dell'ingordigia dell'essere umano!!!
Dobbiamo ritrovare l'Onestà Morale ed il Rispetto per l'Esistenza di tutti gli esseri umani...
Che tristezza.
Esprimo cordoglio per tutti i familiari delle innocenti vittime di questo tragico evento e solidarietà per i genovesi tutti.

Gregorio Fiare' 16.08.18 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono inadempienze del concessionario tali da consentire la revoca della concessione senza pagamento di penali.

La rete autostradale è tutta degradata, maltenuta, sporca.
A chi si è fermato in una qualsiasi area di sosta sulla Roma Milano non puó non aver notato la sporcizia, il degrado e l'incuria di quelle piazzole di sosta.

Basta questo per revocare la concessione.

Ciro M., Brussels Commentatore certificato 16.08.18 10:38| 
 |
Rispondi al commento

...nel 2017 i Benetton hanno incassato + di 4 miliardi di euro in pedaggi dalle Autostrade...qualcuno mi sà dire la cifra che é stata spesa in manutenzioni?...grazie...

Giovanni Invernizzi di Pontirolo 16.08.18 10:38| 
 |
Rispondi al commento

...adesso che il M5S é al Governo la musica cambia...Benetton con zero manutenzione e dividendi miliardari é facile fare gli (im)prenditori vero?...ma ora é finita la pacchia alle spalle degli italiani...hehehe...

Giovanni Invernizzi di Pontirolo 16.08.18 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Leggo questa mattina che la Holding Benetton farà tutte le indagini per accertare la verità...
quello che stona in questa rassegna stampa e' la parola Holding che non può in alcun modo mai e poi mai conciliarsi con la definizione di interesse pubblico.
E' ora che qualcuno cominci a guardare seriamente dentro ai conti e alle concessioni di autostrade Spa.
Il tragitto da Parma a Roma costa quanto un anno intero su tutta la rete autostradale Svizzera.
Dove sono finiti gli immensi profitti che derivano da questa regalia dello Stato?
Primo ministro Conte lo scriverò su questo blog fino alla noia, L'Italia non chiede ma pretende un cambiamento radicale

Alberto BARATTINI, Il Cairo Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.08.18 10:23| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori