Il Blog delle Stelle
Ambiente: idee e cambiamento. Ecco il bilancio dei primi 60 giorni

Ambiente: idee e cambiamento. Ecco il bilancio dei primi 60 giorni

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 272

di Sergio Costa, Ministro dell'Ambiente

Abbiamo disegnato idee, progettato e anche realizzato cambiamenti, ci siamo confrontati, ci siamo messi in discussione, affrontato già sfide importanti. Questo è il bilancio dei nostri primi 60 giorni di attività presso il ministero dell’Ambiente. Due mesi in cui abbiamo perfezionato la squadra, conosciuto il ministero dall'interno, parlato con centinaia di persone, e gettato le basi per il futuro con una serie di atti seri e importanti, perché l'ambiente e la tutela del Paese e di questo nostro pianeta Terra vengono prima di tutto. Ecco alcuni punti con cui possiamo sintetizzare questo incessante lavoro:

1. Cabina unica per Terra dei Fuochi
Tutte le competenze su Terra dei Fuochi tornano al ministro dell'Ambiente. In questo modo si concretizza una cabina unica di regia, propedeutica a un secondo decreto per tutte le Terre dei Fuochi registrate sul territorio nazionale

2. Competenze su dissesto idrogeologico al ministero dell’Ambiente
Passano dall'Unità di missione "Italia Sicura", presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, al ministero dell'Ambiente, tutte le competenze per quanto riguarda il dissesto idrogeologico. Più velocità nei procedimenti, meno burocrazia negli interventi

3. Siti di stoccaggio dei rifiuti diventano “sorvegliati speciali”
Grazie all'intesa con il ministro dell'Interno Matteo Salvini, le aree di stoccaggio dei rifiuti diventano siti sensibili. Con una circolare a tutte le Prefetture, tali siti sono stati inseriti nei Piani coordinati di controllo del territorio, condotti dal Prefetto e gestiti dalle forze di polizia. Un'azione coordinata che consentirà controlli maggiori e costanti, con un’ulteriore garanzia preventiva non solo per la salute dei cittadini, ma anche per gli imprenditori che possono subire eventuali danni, come nel caso degli incendi, purtroppo frequenti negli ultimi tempi, ai depositi di ecoballe.

4. Piano straordinario di controllo contro gli incendi
È stato sottoscritto alla presenza del ministro dell'Interno Matteo Salvini, un protocollo di intesa tra i Vigili del Fuoco e i Carabinieri per rafforzare la sinergia necessaria sia durante le operazioni di spegnimento sia nella fase di prevenzione. In questo modo il patrimonio di conoscenze e di esperienze proprio del Corpo Forestale, non solo non verrà disperso ma sarà messo a disposizione dei Vigili del Fuoco.

5. Revoca commissione VIA illegittima
Il ministero dell'Ambiente ha pubblicato un avviso relativo al ritiro in autotutela, presso la Corte dei Conti, dei decreti concernenti la nomina dei componenti della Commissione tecnica VIA-VAS, un organo strategico per le opere infrastrutturali e lo sviluppo del Paese. Indicati nel 2008, i membri sarebbero dovuti restare in carica per tre anni, invece, per una serie di vicissitudini amministrative, sono ancora al loro posto, nonostante tale proroga dei termini fosse già stata bocciata a suo tempo proprio dalla Corte dei Conti.

6. Ministero di vetro con il Decreto Trasparenza
Dal 1 settembre tutti gli incontri che il Ministro, i suoi collaboratori, i Sottosegretari, i Direttori generali avranno con i rappresentanti di soggetti giuridici, pubblici o privati, saranno registrati e resi pubblici sul sito internet del Ministero. Con un click, chiunque potrà sapere chi è entrato al Ministero, chi ha incontrato chi, perché, per chiedere cosa e quale documento, quale proposta ha consegnato.

7. Campagna #plasticfree contro l’utilizzo di plastiche usa e getta
Il ministero dell'Ambiente dà il buon esempio: sarà #plasticfree entro il 4 ottobre 2018. Una scelta che rappresenta solo la prima azione della campagna #iosonoambiente lanciata dal ministro Costa. La data, il 4 ottobre, è stata scelta perché è San Francesco, il messaggero della tutela del Creato, un giorno importante per tutti gli italiani. Attualmente è allo studio anche una legge, che di fatto anticiperà la direttiva europea, che imporrà l’abbandono di plastica usa e getta


8. Nasce una competenza specifica su Economia Circolare
Con questo decreto, l'economia circolare sarà trattata in maniera organica e sarà possibile dare davvero impulso a tutta la filiera dell'imprenditoria, con benefici per l'ambiente e per il lavoro. In questo modo si potrà lavorare alla rimozione degli ostacoli burocratici e agevolare la nascita di un nuovo paradigma economico.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

14 Ago 2018, 10:09 | Scrivi | Commenti (272) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 272


Tags: ambiente, m5s, ministero, sergio costa, terra dei fuochi

Commenti

 

la magistratura indaghi su chi spettava emettere l'ordinanza di chiusura del ponte, al governo o al privato, visto lo stato comatoso in cui versava il ponte era a conoscenza di tutti:comune,provincia,regione,governo e autostrade.

parla parla 17.08.18 08:49| 
 |
Rispondi al commento

...finalmente un Governo che governa, non ruba!...

NICOLINO DE NAPOLI, acquaviva delle fonti Commentatore certificato 16.08.18 19:02| 
 |
Rispondi al commento

sono piu' che un simpatizzante di 5 stelle! Ma nei vostri progetti non c'era la ripubblicizzazione dell'acqua che era un Vostro punto di forza dei vostri traguardi??' non ne sento piu' parlare!!!Eppure potrebbe essere un traguardo a costo zero!!!!!!perche abbandonarlo e sarebbe anche il mantenimento di buonissima parte dei vostri elettori simpatizzanti e non che state trascurando!!!!

gennaro amich 15.08.18 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Buon Lavoro e se ci riuscirete sarà un grande capovolgimento della vita di tutti noi.

FRANCO GIACOMUCCI, ANCONA Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 15.08.18 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Concordo su tutto tranne che su un piccolo aspetto ma che ritengo fondamentale. Basta definire la Natura come Creato! Chiunque sia ha il diritto di pensarla come crede Ministro compreso, ma deve sempre essere una questione personale. La Natura NON E' CREATO ma AUTO GENERAZIONE. Così come sarebbe auspicabile che all'augurio "In bocca al lupo" si rispondesse VIVA IL LUPO! Buon lavoro..fino alla fine!


per quanto riguarda il punto 2, Signor Ministro, non riesco a capire perche i governi passati abbiano tolto la Forestale ed abbiano azzerato anche la chiamata periodica di addetti stagionali per la pulizia dei fondi boschivi, incanalamento delle acque piovane e loro manutenzione, dava modo anche all occupazione anche se periodica creando anche anche e realizzando il punto 8, in questi anni si puo verificare, quanto ci e costato a livello di spesa il dover intervenire a disastri per una cattiva gestione e prevenzione, spese che i cui costi sono sempre gravati su noi cittadini
continuate e buon lavoro

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 15.08.18 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Manutenzione???
Quale manutenzione basta vedere i viadotti che cedono nelle autostrade.
Ma quali manutenzioni!
Mazzette per gli amici certamente.
Corruzione a tutti i livelli soprattutto se si tratta di concessioni ai Privati.
Quanti controlli hanno effettuato i concessionari?
Quanto marcio c'è sotto!
Denaro per la manutenzione servito non per mettere in sicurezza, ma per foraggiare i soliti noti.
Siamo la barzelletta del Mondo,ci stanno prendendo per il culo,l'ottava potenza al mondo che ha una portaerei,un aereo per il PdC,astronauti che vanno nello spazio,partecipe alla missione di Marte e poi,ci cade un ponte che oltretutto lo abbiamo chiamato orgogliosamente il Ponte di Broccoline!
Seee,ma quello è in acciaio ed è più lungo con maggior carico.
Scimmiottiamo anche gli USA:basta pensare che l'A10 viene considerata un'autostrada,ma per favore,già è pericolosa quella del Sole perchè in alcuni tratti manca la terza corsia,figuriamoci quella dei Fiori....si dei fiori purtroppo da morto.
Fa bene Toninelli a togliere le concessioni ed azzerare i quadri.
Come al solito la polpa al privato e l'osso allo stato... è ora di invertire la rotta anche se è tardi...questo è il vero cambiamento!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 15.08.18 09:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CONTINUA IL SILENZIO DEI MEDIA SUL FURTO DI 6,6 MILIONI ALL'UNICEF DA PARTE DEL COGNATO DI RENZI CON BENEFICIARIO LUI STESSO E UNA SOCIETA' DELLA MADRE E DELLE SORELLE DI RENZI. UNA INFORMAZIONE DA PAESE SOTTO DITTATURA

https://pbs.twimg.com/media/DkkMM8zXsAATJF6.jpg

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 15.08.18 09:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Toninelli ha chiesto le dimissioni dei vertici di Autostrade Spa e ha iniziato la procedura per la revoca delle concessioni
Bene! Ora si comincia a ragionare!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 15.08.18 09:20| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno sa perché le concessioni autostradali sono coperte da segreto di stato?
In Francia il ministero dei Trasporti ha pubblicato online gli atti che disciplinano il rapporto tra lo Stato e i gestori della rete autostradali. In Italia i piani economico finanziari sono top secret. Mentre il conto al casello continua a salire arbitrariamente e senza relazione alcuna con l'inflazione e i conti di questo Paese..
Lo sapete che le autostrade tedesche sono gratuite e lo resteranno fino al 2019 quando a pagare saranno solo gli stranieri? E sono gratuite anche quelle inglesi e ungheresi.
Ma quello che vorremmo sapere è come mai i contratti dello Stato con i concessionari in Italia sono coperti dal segreto di Stato. Contratti di concessione che riguardano tutti, eppure mai pubblicati. Nonostante l’Authority dei Trasporti abbia più volte espresso chiaramente la necessità di renderli pubblici in un’ottica di maggiore trasparenza nei confronti degli utenti delle arterie autostradali del Paese. Sono i contratti di concessione delle autostrade. Che regolano il rapporto tra il concedente — in passato l’Anas, ora il ministero dei Trasporti guidato da Graziano Delrio — e i concessionari, tra cui Autostrade per l’Italia, il gruppo Gavio, il gruppo Toto solo per citarne alcuni. Intanto l'aumento dei pedaggi continua.. Un salasso poco giustificabile se parametrato all’inflazione del Paese. Comprensibile se almeno i cittadini fossero in grado di visionare questi piani con cui le società mettono nero su bianco gli investimenti sulla rete e quelli che hanno in programma di fare.
In Francia tutti i contratti di concessione del settore autostradale sono stati pubblicati sul sito del ministero. Ma in Italia persiste questo segreto di Stato, e noi ci chiediamo: che cosa nasconde?
Toninelli, facci sapere qualcosa!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 15.08.18 09:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Considerazioni (da ignorante) sul cemento armato

Esistono ancora in tutt’Italia - lunghi o meno lunghi – dei tratti di steccati di recinzione delle FF.SS in cemento armato (Velo –Fontaniva) esposti alle intemperie ormai da circa un secolo, ancora ben conservati e qui nel nord vi sono inverni anche piuttosto rigidi quindi escursione termica considerevole.
Si dirà: -Le recinzioni non hanno alcuna sollecitazione meccanica. Verissimo. Però sono alle intemperie da un secolo o quasi.
Non sono sbriciolate nella superficie esposta.
Ieri in TV si sono visti pilastri portanti di ponti/viadotti del centrosud – per fortuna mai terminati – con l’armatura di acciaio ormai A VISTA, tutta arrugginita. Roba soltanto di qualche decennio fa.
Ciò è a dire che quel cemento era soprattutto sabbia.
Molti anni fa, la prima volta che percorsi il ponte Morandi non seppi trattenere l’ammirazione per l’arditezza della struttura.
Oggi penso che forse era sottodimensionato perché:

1) Il traffico pesante è oggi enormemente aumentato rispetto ad allora
2) I pilastri erano troppo sottili per le ATTUALI sollecitazioni ( pesi e vibrazioni in ogni senso)
3) Le stesse modalità di gettata del calcestruzzo possono esporre a disomogeneità dell’impasto per cui
4) Non a caso tali opere ardite vengono costruite di solo acciaio. Infatti:

5)Priorità assoluta al ripristino dell'autostrada
stavolta in acciaio

6)Ecco lavoro per le acciaierie (l'Ansaldo è proprio lì sotto il ponte Morandi) e insieme l'acciaio dell'Ilva può facilmente arrivare via mare a Genova.

7) Le risorse??? : La TAV Torino-Lione dovrà attendere tempi migliori.

Giuseppe Flavio, vicenza Commentatore certificato 15.08.18 09:02| 
 |
Rispondi al commento

TGLa7
Crolloponte a Genova
Danilo Toninelli: "I vertici di Autostrade devono dimettersi prima di tutto. Avviate procedure per revoca concessioni"

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 15.08.18 08:52| 
 |
Rispondi al commento

#Genova - Un #viadotto di cemento si sbriciola e crolla.

Sono queste le cose che mi confermano che abbiamo fatto molto bene a dire NO alla costruzione di centrali nucleari.

[@MarcoFumetti]

#Morandi

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 15.08.18 08:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL pd nasconde la concessione ultra trentennale ai #Benetton accusando il comitato 'no gronda' (storicamente potentissimo) di essere responsabile del crollo ponte #Morandi.
Manco i terrapiattisti so' così coglioni.

[@Virus1979C]

#Genovaponte

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 15.08.18 08:49| 
 |
Rispondi al commento

A Carrara, abbiamo i Ponti di Vara.
Costruiti attorno al 1870, per 100 anni, su questi ponti, passava il treno (si chiamava Marmifera) composto da una locomotiva a vapore ed una decina di vagoni.
La Marmifera, pesava 50 tonnellate, i 10 vagoni, pesano 10 tonnellate cadauno ed su ognuno di questi vagoni, ci caricavamo da 20 a 30 tonnellate di blocchi di marmo (totale 450/500 TONNELLATE)
Ah, dimenticavo, su questi ponti, passano ancora un centinaio di camion al giorno da 40/ 50 tonnellate l'uno.
Se volete, vi do l'indirizzo del costruttore.

Antoniò D., Carrara Commentatore certificato 15.08.18 08:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VIDEO DEI VIGILI DEL FUOCO

Eroici, sospesi nel vuoto e col rischio di altri crolli

https://twitter.com/i/status/1029361007691526151

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 15.08.18 08:27| 
 |
Rispondi al commento

DELIRIO: ...se si pensa che il Governo Renzi ha speso 20 miliardi per salvare il Monte dei Paschi di Siena...Evidentemente questo era l'unico ponte che gli interessava.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 15.08.18 08:22| 
 |
Rispondi al commento

*b
Invece proprio questo un “governo del cambiamento” deve fare: buttare a mare la pseudocultura dello “sviluppo” gigantista e della “crescita” faraonica; e invertire la scala dei valori e delle priorità. Il crollo di ieri ci dice che un ponte pericolante, figlio di un sistema marcio e corrotto, fa più danni di tutti i terroristi islamici, i migranti clandestini, le epidemie di morbillo e le altre “emergenze” farlocche o gonfiate che occupano l’agenda industrial-politico-mediatica. Se vuole cambiare seriamente, il governo si occupi di cose serie con politiche serie. Confindustria, Confcommercio, Confquesta, Confquellaltra e i loro giornaloni si metteranno a strillare? Buon segno: è a furia di dar retta a lorsignori che siamo finiti tutti sotto quel ponte.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 15.08.18 08:10| 
 |
Rispondi al commento

*a
SOTTO I PONTI di Marco Travaglio
15 agosto 2018

Quando un viadotto autostradale si sbriciola in un secondo seppellendo morti e feriti, tutte le parole sono inutili. Ma quelle di chi incolpa la pioggia, il fulmine, il cedimento strutturale, la tragica fatalità imprevedibile, il destino più cinico e più baro della “costante manutenzione”, sono offensive. Se l’ennesima catastrofe da cemento disarmato si potesse prevedere, lo accerteranno i tecnici e i giudici. Ma che si potesse prevenire già lo sappiamo, visto che il ponte Morandi aveva due gemelli italiani, di cui uno già a pezzi e l’altro in manutenzione: per tenere sotto osservazione il terzo non occorreva uno scienziato, bastava il proverbio “non c’è il 2 senza il 3”. Se “il monitoraggio era costante”, allora faceva schifo. Se non c’erano “avvisaglie”, è perché non erano state rilevate. Ora, come dopo ogni terremoto o alluvione di media entità e di enorme tragicità, rieccoci a far la conta dei morti e dei danni, mentre le “autorità” giocano allo scaricabarile. E i palazzinari e i macroeconomisti si fregano le mani per gli affari e gli effetti sul Pil della ricostruzione.

Se il “governo del cambiamento” vuole cambiare qualcosa, deve partire proprio di qui. Cioè da zero. Con scelte di drastica discontinuità col passato: rivedere le concessioni ai privati che lucrano sui continui aumenti delle tariffe in cambio di manutenzioni finte o deficitarie; e annullare le grandi opere inutili, dal Tav Torino-Lione in giù, per dirottare le enormi risorse (anche ridiscutendone la destinazione con l’Ue) su piccole e medie opere di manutenzione, prevenzione e ammodernamento delle infrastrutture esistenti (finora ignorate perché la grandezza dei lavori e delle spese è direttamente proporzionale a quella delle mazzette). Da quando i partiti che hanno sgovernato finora hanno perso le elezioni e il potere, non fanno che esortare i successori a non disperdere il grande patrimonio ereditato.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 15.08.18 08:09| 
 |
Rispondi al commento

MALGRADO TUTTO...BUON FERRAGOSTO

Date i baci
dateli a chi li aspetta e a chi non li aspetta
stupite i timidi
sbaragliate gli orgogliosi
arricchite i poveri
sconvolgete i malintenzionati
dateli all'improvviso
o dolcemente a chi già vi ama
o piano piano per chi volete trattenere
dateli ai cani, ai bambini, ai vecchi, alle foto, ai fiori
alla persone tristi e a quelle allegre
dateli soprattutto a chi non ne ha mai avuti
e non saranno mai troppi per chi ne ha avuti abbastanza
dateli ai cocciuti per spezzare la loro cocciutaggine
ai boriosi per riportarli a terra
ai paurosi per innalzarli al cielo
a voi stessi allo specchio per sentirvi amati
spargete sentieri di baci per il mondo
perché dietro ogni bacio dato
c'è un bisogno di amore
dato e ricevuto
e l'amore va seminato come una pianta sempreverde
e va onorato
per migliorare voi stessi
per migliorare il mondo.

viviana

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 15.08.18 07:55| 
 |
Rispondi al commento

Il crollo di ieri è il figlio di un sistema marcio e corrotto,il nuovo governo giallo-verde deve invertire completamente la rotta affinche sotto quel ponte non ci muoiano più cittadini innocenti ma i responsabili del sistema .

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 15.08.18 07:44| 
 |
Rispondi al commento

Sono rimasta sconvolta per il crollo dei 200 m del viadotto di Genova.
Un professore di fisica mi ha spiegato che il calcestruzzo ha una durata di 50 o 60 anni poi si sgretola, ma lo sgretolamento viene aumentato dal fatto che sulle autostrade si sparge il sale, il quale dissolve prima il ferro che sta nel cemento E siccome moltissime opere stradali in Italia sono state fatte 50 o 60 anni fa col calcestruzzo, c'è da aspettarsi che queste opere ormai terminali si sgretolino una dopo l'altra. Potrebbe essere un massacro. Altro che fare opere inutili come il Mose o la Tav in Valsusa o, Dio ce ne guardi, il Ponte di Messina che è già costato quasi due milioni di euro senza che ne sia stata posata una sola pietra! Ma lo sappiamo che per i vari governi è più interessante più proporre grandi opere per avere grandi tangenti che avere una cura costante del territorio che tangenti ne dà meno, pur considerando che i livelli occupazionali sarebbero maggiori e con maggior utile per la popolazione. Ma se gli italiani sono contenti di continuare a votare una banda di ladri buon pro gli faccia...

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 15.08.18 07:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quelli che non volevano la Gronda perché c'era già il ponte (che ci è costato e ci costa un fracco di soldi di manutenzione), si fidavano di LORO che dicevano che il ponte era sicuro.

Antoniò D., Carrara Commentatore certificato 15.08.18 07:27| 
 |
Rispondi al commento

e ti pareva che non era colpa della Raggi !

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 15.08.18 07:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abbiamo la razza bastarda politicantesca peggiore di questo mondo
E sono Italianissimi INFAMI approfittatori
che abbiamo VOTATO TUTTI NOI
Crollano ponti
mentre facciamo LA TAV
Mentre paghiamo il ponte di MESSINA
Mentre paghiamo il MOSE
mentre paghiamo vitalizzi

e paghiamo a bond - carta straccia- che ancora ci comprano.......INCREDIBILE ma vero

E in EUROPA ci SOPPORTANO ANCORA.
ITALIOTI DI M.R.AAA !!!

Mauro Magni 15.08.18 01:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AAhh.... cadono i PONTI, è colpa ell'Europa
sperperiamo MILIARDI, è colpa della Merkel
Facciamo debiti, è colpa dell'Euro
non ci comprano i bond, è colpa dello spread

se Lo dici, colpa tua perchè sei ANTI ITALIANO
Non è esatto, sono anti italiota

Mauro Magni 15.08.18 01:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ponti che crollano, aree terremotate da ricostruire, esondazioni e colline che crollano alle prime piogge, argini dei fiumi da consolidare, strade e autostrade da riassestare e completare: ma davvero non si riesce a convincere la Lega ed il resto del Parlamento che la TAV è un'opera inutile da abbandonare subito per dedicarsi a queste priorità oltre alle altre sulla tutela dell'ambiente sopra descritte ?

Luigi De Romanis, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 15.08.18 01:17| 
 |
Rispondi al commento

Piangono i padri e le madri di Genova.
I loro figli sono stati schiacciati dalla manutenzione solo sulla carta?
Piangono gli amici, i figli di Genova.
Amici e figli, sono stati schiacciati dalla corruzione della privatizzazione selvaggia?
Piangono i conoscenti dei deceduti di Genova.
Essi sono stati schiacciati dagli investimenti pubblici in opere colossali inutili ma utili alle grasse mazzette.
Piange Beppe Grillo ed hai ragione a farlo. Non sarebbe campato altri 100 anni quel ponte.
Chissà, forse il fulmine ha dato il colpo di grazia, fondendo i tiranti di acciaio?
Tutti piangono.
Una volta sulle TV di Stato e non di Stato c'era IL LUTTO NAZIONALE.
Come è cambiata la società! I soliti programmi, Film, polpettoni di infinite puntate, divertimento, Techete, Paperissima, stronzatissime etc.. e Genova Piange. Rigopiano piange.!!!
I politici starnazzano....Qua Qua Qua Quanto è bella la telecamera. Ma che bella pubblicità mi faccio e Qua qua qua e qua qua qua, ognuno dimentico dei guai che ha combinato in passatto con il balletto del qua qua qua, qualche cosa pure qua (in tasca ovviamente).
E qua qua qua dobbiamo fare le riforme, la vuole l'Ue, il F.M. il Rating e lo spread.
Non dobbiamo fare le riforme.
Non dobbiamo fare le riforme del lavoro, della sanità, del welfare, della politica.
Oggi non dobbiamo fare riforme ma solo formare ciò che non c'è più
--------------FORMARE L'UOMO---------------------


elemoruta 15.08.18 00:35| 
 |
Rispondi al commento

Egr. Signor Ministro, siamo in molti credo a volerla ringraziare dal profondo del cuore per lo splendido lavoro che sta portando avanti. In questo triste giorno il pensiero va alle vittime della tragedia di Genova e alle loro famiglie straziate dal dolore. Mi permetto anche di rivolgere un sentito ringraziamento a tutti i partecipanti alle operazioni di soccorso dei vari Corpi dello Stato, persone preparatissime e generosissime. Si vedono eroici operatori arrampicati in precarie condizioni su enormi lastroni di cemento, e a me sono venuti in mente i giorni di Rigopiano. Ma anche dell'incredibile, eroico salvataggio del traghetto Norman Atlantic, un'operazione che avrebbe meritato un film, di finire sui manuali, tanto fu temeraria; mi aspettavo che i fantastici protagonisti di quella impresa memorabile facessero il giro dei programmi televisivi, intervistati per settimane, diventassero eroi nazionali. Invece nulla. Paese ingrato con chi fa il proprio dovere al meglio! Queste tristi occasioni fanno pensare che sarebbe probabilmente utile che le nostre FFAA avessero sempre più una "curvatura" verso la Protezione civile e la difesa dell'ambiente, sia in termini di addestramento che di mezzi a disposizione. In quest'ottica potrebbe avere un senso un periodo di addestramento di alcuni mesi per i giovani, magari non obbligatorio ma adeguatamente incentivato.
Grazie di nuovo, Sig. Ministro, a lei e agli eroi sopra ricordati, buon lavoro!
Finalmente si svolta!
Cordiali saluti a tutti

Enzo Rossi 15.08.18 00:04| 
 |
Rispondi al commento

i cambiamenti climatici peggiorativi del nostro Pianeta, sono la Madre di tutti i problemi.....
dice bene il Ministro.....
ma credo si stia sottovalutando il problema, a livello Mondiale....purtroppo....
Trump se ne frega, apertamente.....
il Protocollo di Kyoto è continuamente disatteso,
mentre la Terra continua ad innalzare le proprie temperature, e a sciogliere i ghiacciai......
non serve uno scienziato per capire che l'inquinamento prodotto, è troppo elevato affinchè la Terra riesca ad assorbirlo.....
e questo vuole solo dire che non dovremo aspettare moolto, prima di vedere scarseggiare l'acqua....il nostro bene più prezioso......
dopo le Guerre per il Petrolio, ora le nuove Guerre che vedremo saranno quelle per le informazioni e per l'Acqua........
serve una classe dirigente in ogni Stato che capisca questo...........
il resto, è secondario........

fabio S., roma Commentatore certificato 14.08.18 23:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Preoccupatevi...Cadranno come birilli se non si rifanno i ponti.
Nessuno è mai riuscito a stabilire concretamente per qualità del conglomerato, azioni erosive e metereologiche la vita media del cemento armato.
Ai precompressi va ancora peggio perchè nessuno ha calcolato e analizzato bene, o mai gli effetti della vibrazione delle corde in acciaio armonico, sul conglomerato e sulla struttura globale del manufatto, ponte o non ponte, quanto più una struttura è elaborata tanto più si riduce il coefficiente di sicurezza generale.
I ponti vecchi in muratura, strutture poco ardite, stanno ancora in piedi... sarebbe il caso di trarre insegnamenti. Meno ardimento nelle opere e più coefficcienti di sicurezza connesso.

elemoruta 14.08.18 23:35| 
 |
Rispondi al commento

Assurdo quello che e' successo a genova!!! Revisionare tutti i ponti e vecchie strutture!!!

Sandy***** S., Sandonaci Commentatore certificato 14.08.18 23:17| 
 |
Rispondi al commento

Avviso pubblico per l'area della Romagna. sotto le grinfie della Hera.
Stanno procedendo per la raccolta dei rifiuti porta a porta.
Fin qui tutto normale, tranne un fatto.
Forniscono loro i bidoncini ( Kit) con codici che identificano il cittadino.
La Hera giustifica questa violazione della privacy con l'idea bizzara e dichiarata di verificarne se può abbassare i costi e \o le tasse.
Invece noi crediamo che vorranno sapere tutti i fatti nostri.
Perderemo la privacy e da quello che butteremo potranno risalire a tutto quello che usiamo, yogurt, detersivo, medicinali.... prosciutto o vegetali ...
Ma che ca22o nessuno si ribella !!?? Tutti venduti i cervelli.
Conte, Salvini, Di Maio intervenite per piacere altrimenti questo blog a che serve?

elemoruta 14.08.18 23:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

È impossibile criticarvi siete troppo tutto non vi è sfuggito nulla "COMPLIMENTI E BUON LAVORO".Volevo aggiungere di insegnare nelle scuole materne già ai bimbi piccoli il rispetto nei confronti della natura.

rosaria marsano Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.08.18 23:04| 
 |
Rispondi al commento

È impossibile criticarvi siete troppo tutto non vi è sfuggito nulla "COMPLIMENTI E BUON LAVORO".

rosaria marsano Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.08.18 22:58| 
 |
Rispondi al commento

Repubblica sciacalli
http://www.repubblica.it/politica/2018/08/14/news/toninelli_ponte_morandi_genova_polemiche_bagnai_macron_sciacallaggio-204104265/amp/

Prendetevela con chi ha svenduto le autostrade in nome di profitti dei soliti GRANDI NOTI

Rodolfo 14.08.18 22:39| 
 |
Rispondi al commento

ot

"Negli anni ’80, quando le imprese erano pubbliche, privato era bello. Iniziò un ciclo di privatizzazioni di beni pubblici, dalle banche alla Telecom. Beni nostri, pagati da generazioni di italiani. In cambio, si pensò, avremmo avuto il miglioramento dei servizi. I servizi peggiorarono e i soldi incassati dallo Stato finirono nel gorgo del debito pubblico. Negli anni ’90, quando la gestione di alcune imprese pubbliche era ancora pubblica, si decise di passarla ai concessionari. I beni, dall’acqua alle autostrade, rimasero pubblici, ma la gestione diventò privata. In cambio, si pensò ancora una volta, avremmo avuto migliori servizi a minor costo. Sbagliavamo. Abbiamo ottenuto peggiori servizi a un costo più alto. L’affare lo hanno fatto in due: partiti e Confindustria. Un esempio sono Autostrade per l’Italia di Benetton dove il pedaggio aumenta sempre, finanzia le campagne elettorali dei partiti e produrre utili miliardari per gli azionisti. A Natale, quando c’è neve, non c’è Benetton."

http://www.beppegrillo.it/dove-ce-neve-non-ce-benetton/


rinazionalizzare!...
è cosa buona e giusta... :)

pabblo 14.08.18 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Signor Ministro Costa, quanto accaduto a Genova riguarderebbe il punto 5 da Lei elencato, prima del loro loro legittimo decadimento si apra una commissione di inchiesta parlamentare. Oltre tutto dato che siamo tutti grandi e vaccinati, suggerirei a questo Governo di ringraziare la Societa Autostrade per qualsiasi comunicazione dedita alle vittime di quanto accaduto nel viadotto Morandi, ricordando ricordando, a pro o contro, che il Governo Italiano ha rispettato le direttive europee sulla privatizazione e che le le societa appaltatrici sono obbligate per diritto di aasumere oneri e perdite dei loro contratti sottoscritti, spero che il pd e fi non abbia firmato un contratto che la menutenzione degli impianti spettavano ai cittadini Italiani e i guadagni alle SpA, se cosi fosse ditelo esplicitamentecon un comunicato come si privatizza e chi paga i costi di gestione

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 14.08.18 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Spiegatemi a cosa serve pagare le autostrade, probabilmente le più care d'Europa, se poi non investono in manutenzione.... non si può più rischiare la vita in nome del Dio denaro.


Repubblica sta spacciando come posizione m5s un comunicato del comitato NO-gronda a cui fu dato spazio,( non le posizioni del m5s) dove si definiscono "favolette" le preoccupazioni sul ponte.
In ogni caso sanno tutti che la Gronda non avrebbe sostituito il ponte Morandi, ma avrebbe solo alleggerito il traffico su quel ponte #sapevatelo
Sono anni che il ponte Morandi è in manutenzione e tutti i genovesi sapevano che era rischioso quanto impossibile da abbattere e sostituire visto che sovrasta in moltissimi tratti grandi concentrazioni abitative


ormai non mi meraviglia più l'escalation dei media asserviti , il livello di cinismo e malvagità che hanno raggiunto i cani da guardia della corruzione e della mafia italiana . le ultime insinuazioni degli zerbini di renzusconi rasentano la criminalità , pur di attaccare i 5S che si schierarono con i no gronda non si fanno scrupolo di strumentalizzare le povere vittime della tragedia di oggi a genova .Solo degli sciacalli possono pensare che i no gronda , cittadini che hanno avuto solo un ruolo civico di protesta contro la cementificazione selvaggia del territorio con le conseguenze di dissesto idrogeologico che hanno già procurato numerose vittime negli anni passati in liguria , quindi mossi solo dall’intento di evitare altre vittime ,siano solo lontanamente avvicinabili alle responsabilità di questa tragedia
che sono prettamente tecniche e che solo la magistratura potrà individuare .nella Relazione presentata da Autostrade nel 2009 ,si legge che il Ponte "...potrebbe star su altri cento anni" . I no gronda hanno semplicemente sempre preso atto delle dichiarazioni di autostrade . In questa storia di responsabilità non c'entrano niente . E autostrade che adesso dovrà dimostrare quello che anche oggi ha sostenuto , ovvero che niente faceva pensare ad un possibile crollo del ponte che loro consideravano perfettamente agibile e sicuro . I no gronda non fanno di mestiere gli ingegneri ne avevano il compito di verificare la stabilità del ponte , ne potevano immaginare che il parere tecnico della società autostrade fosse errato . Le responsabilità tecniche sono della società autostrade e quelle politiche dell'allora ministro Del rio ( PD ) . Bene ha detto Toninelli : chi ha sbagliato deve pagare !.

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 14.08.18 21:22| 
 |
Rispondi al commento

le autostrade devono tornare tutte allo stato, basta con i privati che guardano solo al profitto......
l'importante è mettere a capo dell'anas una persona competente di provata integrità morale che possa distribuire gli utili alla comunità e non lesinare sugli interventi necessari per la sicurezza di noi tutti.

daniele p., cortona Commentatore certificato 14.08.18 21:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DELIRIO
...se si pensa che il Governo Renzi ha speso 20 miliardi per salvare il Monte dei Paschi di Siena...

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.08.18 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Il comunicato di Autostrade per l'Italia sul crollo del Ponte Morandi a Genova a me mi ha lasciato...basito perchè sembra un comunicato di una Società che...non ha nulla a che fare con quel crollo!

Questo è il comunicato:

Roma, 14 agosto 2018 - Autostrade per l’Italia esprime il cordoglio per le vittime del crollo del Viadotto Polcevera sull’A10 e la profonda vicinanza ai loro familiari, insieme ai ringraziamenti per l’impegno straordinario profuso in queste ore dai soccorritori. La società lavorerà insieme alle istituzioni per accertare le cause di quanto accaduto. Dopo l’incontro nel pomeriggio con i vertici della Regione Liguria e del Comune di Genova, raccolte le istanze delle istituzioni e delle comunità locali, la Direzione di Tronco di Genova - supportata dalle strutture tecniche centrali di Autostrade per l’Italia - è alacremente impegnata in queste ore a valutare le soluzioni migliori per ricostruire il viadotto nel minor tempo possibile in modo efficiente e sicuro."

Premesso che nel comunicato si sono dimenticati dei...feriti, ma fanno anche i...finti tonti dicendo che lavoreranno " insieme" ai magistrati per accertare le cause, quando invece la Società dovrà stare dalla parte dei grandi...accusati di questa tragedia!

Poi ci vuole coraggio nel fare...chiacchiere come "...valutare le soluzioni migliori per ricostruire il viadotto nel minor tempo possibile in...modo efficiente e sicuro." quando, purtroppo, in pratica hanno dimostrato che con il loro "... modo efficiente e sicuro " è crollato il ponte!

Roberto ., Roma Commentatore certificato 14.08.18 20:49| 
 |
Rispondi al commento

ot


https://www.youtube.com/watch?v=Lk_T3qS6qyQ

pabblo 14.08.18 20:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie per aver tolto una squallida risposta al mio post sui Benetton, che offendeva gravemente la memoria delle vittime, i loro parenti e i feriti della sciagura di Genova.

Roberto ., Roma Commentatore certificato 14.08.18 19:58| 
 |
Rispondi al commento

prova

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 14.08.18 19:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non vorrei fare polemica ma qualcuno è rimasto indietro perchè meno degno di altri.Fonte Confagricoltura Venezia:DECRETO DIGNITÀ: NOVITÀ PER I CONTRATTI A TERMINE
Sulla Gazzetta Ufficiale del 13 luglio 2018 è stato pubblicato il cosiddetto “Decreto Dignità” (D.L. 12 luglio 2108, n. 87 - “Disposizioni urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese”). È opportuno precisare che le limitazioni sui contratti di lavoro a termine introdotte non si applicano ai rapporti di lavoro tra i datori di lavoro dell’agricoltura e gli operai a tempo determinato. Pertanto, i datori di lavoro agricolo potranno continuare ad occupare operai a tempo determinato in modo pienamente libero e flessibile, come in precedenza, senza vincoli di forma, di causale, di proroga e di rinnovo.Questo spiega perchè tanti extracomunitari in agricoltura mentre gli italiani cercano qualcosa di più stabile o si defilano (leggi 3 elemento otd e resta di stucco). Inutile ogni commento su chi abbiamo puntato per la cura dell'ambiente alla faccia dei patentini,dell'esperienza e della professionalità,e soprattutto dell'onestà. Sono un operaio agricolo e tutto avrei pensato ma mai una presa per il culo tanto grande. Speriamo bene, a tutto c'è rimedio, tranne che alla morte; e si che la GDF ha elaborato in questi anni delle tabelle molto dettagliate del cattivo andazzo in agricoltura visibili in pdf fino al 2016 e non "capisco" perchè siano state ignorate o dimenticate,fatto sta che qualcuno è rimasto indietro.

andrea r. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 14.08.18 19:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo c'è voluta questa sciagura di Genova per far rinsavire...Salvini e farlo parlare alla...Di Maio sui "veri" problemi urgenti su cui si deve subito agire in Italia come la manutenzione sulle strade, ferrovie, scuole, ospedali e fiumi che, "grazie" all'eredità lasciata dagli "espertoni" del...ciufolo dei precedenti governi, sono le "vere" priorità dell'Italia e non le "faraoniche" e non urgenti opere, come la TAV!


http://www.rainews.it/dl/rainews/media/salvini-crollo-ponte-morandi-genova-703dadc4-975e-4765-aa38-1f47dd08dc63.html

Roberto ., Roma Commentatore certificato 14.08.18 19:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Berlusconi è stato dichiarato delinquente naturale è. Amico dei mafiosi ed e' incolpato delle stragi di mafia a seguito della trattativa stato mafia. Ha comprato tre tv con i soldi della mafia mentre rete 4 deve andare sul satellite ora moltissimi personaggi Mediaset vengono a lavorare in Rai dive si rifugiano Berlusconi ha stabilito un limite alla pubblicità Rai e cosi ha lucrato un sacco di soldi per mediaset. Ha lucrato sugli appalti, ha frodato il fisco e poi ha pagato pochissimo ed il resto lo hanno pagato gli italiani come al solito!!!
Berlusconi ha rubato villa Arcore alla contessina Casati che era minorenne ed orfana!!!
Ed ora c'è ancora gente che vuole stare con Berlusconi!!!
Saluti. Rinaldin

franco rina Commentatore certificato 14.08.18 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Non funziona l'inserimento post

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.08.18 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Tragedia di Genova. Il governo revochi immediatamente le concessioni delle autostrade ai privati. Autostrade che alzano i pedaggi ogni anno, utili sempre elevatissimi, incassi di oltre 6 miliardi anno, e manutenzioni non appropriate alle necessita'. Torni tutto allo Stato e gli utili solo per le manutenzioni serie. Lo Stato ha l'obbligo di gestire certi servizi come autostrade e l'acqua. Basta fare ingrassare i privati. E' il momento di fare tutto cio'. Non rendiamo questa ennesima tragedia inutile.


"Qualcuno lo dica alla dannata ue che l'austerità, inutile, dannosa, violenta, senza senso UCCIDE i cittadini, esattamente come la corruzione, le mafie."

-------------------------------------------------------------------

ma cosa c'entra la ue.

i soldi per fare quello che va fatto li avremmo, se non li spendiamo in tav, corruttele e spartizione di bottini vari.

i soldi ci sono, non esistono i "soldi infiniti", come immaginano gli stampatori di moneta o quelli che "tanto qualcuno che ci presta i soldi lo troviamo sempre...."

casca il ponte, e'colpa della merkel......

bona....cominciamo a fare qualcosa (le cose fatte bene) noi per noi stessi senza scaricare menate sugli altri.

carlo 14.08.18 19:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT? manutenzioni...

https://bit.ly/2P9eyvZ

https://bit.ly/2KUij5n

sa &di 14.08.18 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno,
Onde evitare id parlare a vanvera improvvisandosi ogni volta vome medici, generale, legislatori ed oggi esperti di infrastrutture fisiche, nel seguente collegamento
https://www.radiopopolare.it/2018/08/un-degrado-del-ponte-troppo-veloce-e-precoce/
Là si può leggere l'intervista all'ing. Antonio Brencich, professore associato di Costruzioni in cemento armato all’Università di Genova citato anche in uno dei commenti in questo blog.
L'ing Brencich,e non da oggi, ha obiettato diverse volte e da diversi anni la tipologia utilizzata per la costruzione del ponte crollato e non il ponte in specifico.
Quello che ha fatto rilevare è che quando una struttura costa di manutenzione più della ricostruzione va considerate di ricostruirla e non di abbatterla e basta senza ricostruirla.
In più dice chiaramente, autodomandandosi, se mai fosse stato possibile prevedere il crollo. E si risponde dicendo che di fatto questo non sarebbe stato possibile per via di profonde motivazioni tecniche che costuiscono una parte della cultura necessaria e che di certo non si acquisisce tra il sabato e la domenica, facendo copy e paste di autonominate pseudo autorità.
Lo stesso ingegnere dichiara la massima affidabilità delle organizzazioni che sorvegliavano e manutenevano la struttura, non si tratta di incapaci o piazzati lì perchè 'servi' di partiti politici.
L'ingegneria civile non è una opera comica ad uso e consumo di politici irresponsabili.
Nè tantomeno di dilettanti che cercano di scaricare tutte le nefandezze presunte su immaginari politici irresponsabili.
I tempi utili di un'opera non sono generali ed un ponte può resistere anche 100 anni se opportunamente manutenuto ed utilizzato propriamente.
Così come altre infrastrutture in cemento armato come ad esempio il palazzo dello sport di Roma, il palazzetto, il drago della stazione Termini a differenza della tangenziale est (più giovane) che probabilmente verrà demolita.
Un minimo di modestia per favore.

stefano tufillaro 14.08.18 18:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT? Cartolina d'epoca...no barriera new jersay

https://bit.ly/2KU0u6b

sa &di 14.08.18 18:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oltre alle originarie deficenze struttuali,si può pensare ad uno smottamento di una delle basi su cui poggiavamo i piloni di sostegno a terra che hanno piegato e sbandato tutto il sito sdradale facendolo collassare su se stesso.Se guardate bene,alcuni piloni di sostegno non si sono sbriciolati o rotti in più punti,ma è come se si fossero torti o girati... Una base sollecitata dai pesi maldistribuiti o dall'umidità alla fine può sbandare e piegare o sprofondare all'improvviso,portando con sè tutto il ponte.

vinicio giuseppin 14.08.18 18:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma è vera questa cosa?

https://www.repubblica.it/politica/2018/08/14/news/toninelli_ponte_morandi_genova_polemiche_bagnai_macron_sciacallaggio-204104265/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P1-S1.8-T2

Valeria Scollata 14.08.18 18:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Già dalle foto dei piloni e dei triangoli in cemento si nota che il Ponte era nato con evidenti deficienze strutturali!Probabile che ci sia stata anche una infiltrazione d'acqua che ha indebolito la miscela di calcestruzzo.I piloni laterali di sostegno avrebbero dovuto poggiare su uno centrale più portante,invece li hanno fatti scendere su una piattaforma di base alla lunga inefficace ammortizzare il peso del manufatto e del traffico.Tali pesi avrebbero dovuto essere distribuiti meglio e in modo diverso rispetto ai triangoli visti nelle immagini!

vinicio giuseppin 14.08.18 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna dare atto a 1816, che per il ponte di messina, sono già stati assunti parecchi addetti alla manutenzione.

Antoniò D., Carrara Commentatore certificato 14.08.18 18:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono passate molte ore dal crollo del ponte Morandi a Genova, si piangono 35 vittime e ci sono molti feriti con media e tv di tutto il mondo che ne parlano e chi... vigliaccamente tace?

Ma...porelli! Sono i...Benetton che saranno affranti per il crollo, si ma solo per quello della loro... Atlantia, che ha perso un miliardino di euro in borsa!

Un altro che tace è l'AD di Autostrade per l'Italia che, spero il più presto possibile... diventi loquace davanti ai...magistrati!

Roberto ., Roma Commentatore certificato 14.08.18 18:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A questo punto, a scanso di equivoci, auspicherei un controllo a tappeto su tutte le opere in cemento armato, (dighe, ponti, viadotti, gallerie) a cominciare dalle più vetuste.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.08.18 18:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto magnifico complimenti! Ma per quanto riguarda le bonifiche dei poligoni militari in Sardegna? ??siamo anni che aspettiamo una risposta dallo stato e dai governi.la situazione é gravissima, lo stato non é complice ma é il primo colpevole!

Piernicola Frau 14.08.18 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Genova siamo tutti noi
in questo ferragosto di lacrime
in questo stramaledetto paese
dove la vita vale sempre meno
affidata al caso:
un attimo prima
un attimo dopo
un giorno amaro
cara, cara Genova

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.08.18 18:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OTTIMO MINISTRO!
Ora attenzione alla qualita' dell'aria.
Direttiva per OBBLIGARE i comuni alla chiusura al traffico di un ampio raggio nelle citta',con sostituzione di esso con mezzi comunali elettrici e biciclette.
Obbligare ad una rete di piste ciclabili sostenibile al progetto di chiusura del traffico.
Grazie ministro.
CORAGGIO!

Luca Fini, Brescia Commentatore certificato 14.08.18 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Questo Ponte Morandi di problemi ne aveva avuti tanti al punto di far parte di una interrogazione, "preoccupante già allora", del senatore Rossi del gruppo misto, del 28/4/2016 sull "Gronda di Genova", fatta al... bombettaro che pensava agli...aeroplanini da 150 milioni di euro.

Nell'interrogazione parlamentare, in merito al Ponte Morandi si dice:

" Considerato che:

il viadotto Polcevera dell'autostrada A10, chiamato ponte Morandi, è una imponente realizzazione lunga 1.182 metri, costituita su 3 piloni in cemento armato che raggiungono i 90 metri di altezza che collega l'autostrada Genova - Milano al tratto Genova - Ventimiglia, attraversando la città sulla Val Polcevera; recentemente, il ponte è stato oggetto di un preoccupante cedimento dei giunti che hanno reso necessaria un'opera straordinaria di manutenzione senza la quale è concreto il rischio di una sua chiusura; se non si predispone immediatamente una nuova strategia stradale di più ampio respiro del capoluogo
ligure, i mancati lavori di realizzazione della Gronda, sommati alla possibile futura chiusura totale o parziale del Ponte Morandi, determinerebbero inevitabilmente il collasso dell'intero sistema viario genovese;

si chiede di sapere:

" Stante la richiesta di proroga della concessione se la Società Autostrade ritiene di mettere a norma di sicurezza, secondo gli standard europei, la rete autostradale ligure, con particolare riguardo proprio al tratto tra Voltri e Genova che comprende l'uscita per l'Aeroporto e il Ponte Morandi ad oggi fuori dalle normative comunitarie così come altre parti delle autostrade liguri".

Come la Società Autostrade ha messo a...norma di sicurezza questo ponte, secondo gli standar europei, purtroppo lo hanno visto tutti gli italiani!

Roberto ., Roma Commentatore certificato 14.08.18 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Con la trasperenza ed economia circolare, sara' la volta buona che i CITTADINI entreranno ne circuito per avere un riscontro economico.

Roberto Maccione Commentatore certificato 14.08.18 17:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

____

...la diretta dei salvataggi a Genova


https://www.youtube.com/watch?v=io6LaKRc2ds


John Buatti 14.08.18 17:56| 
 |
Rispondi al commento

....

,,,purtroppo è un video di Repubblica...

sentite cosa dice questo sul ponte...

https://www.youtube.com/watch?v=11QSOG696wo


Al ministro Costa e tutto il governo di cambiamento M5*-Lega:
Siete rimasti l'ultima SPERANZA per l'Italia e gli Italiani onesti che vi appoggeranno in tutto ciò che farete per il nostro BENE e la RINASCITA di un paese fatto a pezzi dai delinquenti e vigliacchi PD/dc-FI e parassiti della 1a e 2a repubblica!
Forse siamo giunti al punto CRUCIALE per la nostra SOPRAVVIVENZA e quella dell'intero pianeta!
Siamo nelle vostre mani: persone ONESTE ed AFFIDABILI a cui stiamo dando un ONERE GRANDE ed una RESPONSABILITA' che peserà sul futuro di tutti noi e dei nostri figli e nipoti!
NON FALLIRETE e porterete al successo il contratto di governo M5*-Lega anche con tutti i vili oppositori e denigratori che ostacoleranno il percorso di RINASCITA della DEMOCRAZIA, distrutta dai servi dei poteri occulti PD/dc-FI con i loro complici giornalai e TVshits che fra NON molto ritorneranno nelle fogne di arcore e nazareno da cui sono usciti ed allevati!
Pagheranno per i loro reati e porcherie fatte durante gli anni dei loro governi distruttori per i cittadini e l'ambiente per far accumulare ricchezze alle caste mafiose e massone politiche, bancarie, industriali, delle bande a delinquere toscorignanesi, arcoriane, de luchese, confindustriani, basilische, ecc..!
Grazie signor ministro Costa e tutti voi del governo di cambiamento!

giova31 14.08.18 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luigi,
sono una tua sostenitrice e sarei stata più che orgogliosa di averti come Presidente del Consiglio. Ciò che ho sempre ammirato di te è la passione con cui porti avanti i principi in cui credi, la fermezza con cui li difendi, ma senza dimenticare mai il rispetto e una sorta di delicatezza verso i tuoi interlocutori e le loro idee. Proprio per questo sono rimasta GELATA nel sentirti aggettivare come SCONSIDERATE le madri che scelgono di non vaccinare i loro figli. Non comprendo come tu possa attribuire un giudizio così severo ed offensivo a persone che non conosci, di cui ignori il percorso fatto, anche di studi e informazione responsabile, che può aver condotto a determinate decisioni. Tu, che non avendo figli, proprio come me, non puoi nemmeno immaginare quale peso possa accompagnare anche le scelte più banali, quando riguardano la vita di una creatura indifesa che hai generato e di cui hai tutta la responsabilità. Non so se prima di parlare tu abbia letto gli innumerevoli casi di reazioni vaccinali, quelli attestati dalla scienza intendo! Io come medico veterinario ne ho viste diverse sui pazienti e credo non debbano essere ignorate. In questo ambito non ritengo che esistano giusto e sbagliato a prescindere, ma credo debbano esistere il rispetto e la libertà di tutti. Dici che nessuna opera pubblica verrà mai imposta dal Movimento a comunità di cittadini che non la vogliano e lo trovo più che giusto, poi però ignori ed offendi una comunità di genitori che cerca semplicemente di far valere ciò che crede meglio per i prori figli e decidi di obbligarli a scelte che non condividono. Dov'è la coerenza in tutto questo? Non riesco nemmeno a spiegarti la delusione mia e di molti altri che vedevano in te un'anima nobile, una sensibilità non comune nel rapportarsi agli altri nelle diverse sitazioni ed è con grande sconforto e un velo di tristezza che ti mando queste righe, anche se probabilmente non le leggerai mai.
Marta R.


Lupus
Ed eccoci, ancora una volta, ritrovarci a piangere, con disperata rabbia, per decine di cittadini morti per il crollo di un manufatto.
NON si può, NON si deve morire così.
Qualcuno lo dica alla dannata ue che l'austerità, inutile, dannosa, violenta, senza senso UCCIDE i cittadini, esattamente come la corruzione, le mafie.
Ditelo alla dannata ue che in Italia, NAZIONE dal territorio-scrigno delle più esaltanti bellezze naturali e storico-culturali - artistico, senza paragoni al mondo, ha IMMEDIATO bisogno per, finalmente, curare il suo patrimonio.
Strade, ponti, ferrovie, autostrade, porti, aereoporti, idrogeologia di boschi, colline e montagne, prevenzione antisismica, cura dell'infinito patrimonio culturale, monumentale, artistico, storico,
trasporti, comunicazioni, scuole, ospedali, commissariati, tribunali, etc etc , aspettano da sempre interventi seri che mai arrivano.
Calcolando a spanne, ci sarebbero MILIONI di posti di lavoro per 200 anni.
Questa DEVE essere l'economia, NON quella finanziaria dei parassiti "investitori" socialcriminali, quella dei cosiddetti "mercati", bande senza scrupoli di demofobi.
L'austerità imposta dalle cosiddette "èlites" (d.s.c.) se non fermate senza pietà distruggerà l'intera umanità cancellando ogni forma di civiltà.
Luigi, Matteo, IGNORATE la malefica gabbia e i suoi killers.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.08.18 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Trifool
Questa volta non ho letto gli altri commenti: visti i servizi televisivi ho pensato alle volte in cui ci sono passato sopra, alla Torino-Lione e ad altre "grandi" opere italiane, cioè allo sperpero di denaro pubblico perpetrato nel corso dei decenni, alle opere mai finite, a quelle inutili, a quelle pericolose, ai terremoti, ai nubifragi, ai piani di sviluppo urbano contraffatti, alle troppe corruzioni, ai camion che passano sul viadotto a vanno giù col viadotto uccidendo persone (Milano-Lecco) e l'elenco è incommensurabile.
Come fate a parlare/pensare alla Torino-Lione, al ponte sullo stretto e ad altre "grandi opere" quando tutto ci crolla sotto, quando la manutenzione passa dalla corruzione e dall'incuria/incapacità/trascuratezza o superficialità degli addetti ai lavori?
Dall'ultimo sentiero montano alla principale arteria viaria, ferroviaria o fluviale, tutto andrebbe rivisto e corretto - alla luce del preteso "populismo" di cui si narra - onde rivedere le cose, rifare i conti, levare di mezzo corrotti e mafie varie, caporali, sub-appalti, calcestruzzi impoveriti, cadaveri nei piloni autostradali, case costruite sugli argini di fiumi che esondano o in zone altamente sismiche senza prevenzione alcuna e via elencando.
Trasporto merci e umani dalla gomma al treno o ai mezzi pubblici. Ripristino linee ferroviarie (rami secchi), rifacimento manti stradali (Roma docet) e revisione della politica degli spostamenti di merci e uomini...
Tutto sbagliato, tutto da rifare... Tutto...

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.08.18 17:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Kutuzov
A vederlo ora, questo ponte, ci si domanda per qual miracolo non sia crollato prima. I ponti caracollanti, così come i non luoghi delle vaste periferie fatiscenti, sono le macerie del primo miracolo economico, dell'industrializzazione, della società dei consumi, della modernizzazione forzata e dell'inurbamento, ma non sperate che invecchino come un acquedotto romano o che fra qualche secolo un Winkelmann contempli le ruine dei capannoni prefabbricati. Nessuno sa quanto durerà il cemento armato, che è stato oggetto di culto nell'era delle cementificazioni selvagge e dell'architettura dei palazzinari, e anche l'acciaio dei grattacieli --a tutti gli effetti delle macchine-- ha bisogno di continue manutenzioni. Ergo la parola d'ordine dei prossimi decenni sarà RIQUALIFICAZIONE, e nn si dovrà avere alcun timore nell'abbattere e ricostruire, piuttosto che estendere le aree sottratte al verde.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.08.18 17:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

John Green
Grandissima commozione per le vittime ed elogi ai soccorritori. Corre l'obbligo sia per i parenti che per tutti i cittadini ricordare l'epoca della costruzione di quel ponte, crollato per il cedimento strutturale del pilone. Mala progettazione e coerenze costruttive erano il comune denominatore delle "grandi opere" degli anni 60 - anni caratterizzati dal detto "non si muove foglia che lo DC non voglia". La diga del Vajont, dove i "loro geologi" giuravano che il monte Toc non sarebbe franato; l'autostrada del "sole", chiamata così perché ad ogni pioggia veniva interrotta, smottamenti e cedimenti del manto stradale, frane. cavalcavia che si sbriciolavano, ecc. Il ponte crollato oggi costava assurde cifre per manutenzioni. Come l'autostrada del "sole" appunto, appalti, tangenti, costi gonfiati ed opere maliziosamente (?) mal progettate dal clientelismo di regime. Aggiorniamo questa storica lezione alle grandi opere odierne il Mose che non funziona, la TAV e, dulcis in fundo, il ponte sullo stretto di Messina? Auguri.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.08.18 17:20| 
 |
Rispondi al commento

La manutenzione permanente del ponte Morandi: possibile che nessuno degli "specialisti" si sia accorto della fragilità di quella parte di ponte poi crollata?
In che mani siamo?
Ve lo dico io: in mani irresponsabili, in mani incapaci, in mani che vanno tagliate.

marta 14.08.18 17:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

STef menc
Diciamo che i quasi 100 anni di differenza, con il ponte di Brooklyn che fu costruito quando ancora non c'era alcun mezzo a motore, la dicono lunga su come hanno progettato a Genova.

Evidentemente il ponte con campate in cemento armato anziché acciaio ha voluto simboleggiare l'ammmore tra l'Italia del miracolo economico e il cemento in ogni sua forma.

E il risultato è questo: infatti un cavo d'acciaio usurato si può sostituire... uno strallo in cemento NO.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.08.18 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Zippaccio
Il ponte di BrooKlin è entrato in funzione nel 1883, quello di Genova nel 1967. Le campate del ponte di Brooklin sono unite da cavi di acciaio mentre quello di Genova, più recente, da travi di cemento. Il ponte di Brooklin nonostante la vetustà è ancora vivo e vegeto. Lo dico perchè pare sia il più grande difetto di progettazione del ponte Morandi oltre all'uso di un tipo di cemento armato particolare rispetto a quelli fino al momento della sua costruzione. In ogni caso oltre al progettista Morandi ci sono degli enti preposti che analizzano i progetti e li rendono esecutivi. Non si sono resi conto che questa costruzione era all'epoca già obsoleta? Adesso tutti a pontificare che l'avevano predetto però nessuno è intervenuto: perché? Mi raccomando non parlate più di costruire un ponte sullo stretto di Messina. Dolore infinito per i morti, per il resto l'Italia ha fatto una figuraccia e pensare che i costruttori italiani nel mondo hanno costruito delle opere grandiose ed innovative. Forse lì ci mettono più cemento che sabbia.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.08.18 17:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Antonella. Genova
Il cemento armato ha una vita limitata, contrariamente a quanto si pensi comunemente. Anche quello costruito con tutti i crismi, senza risparmio o peggio.
Su questo ponte, che ha più di 50 anni, ci sono anche grosse perplessità sui materiali utilizzati inizialmente e anche sulla progettazione. Tant'è vero che negli anni 90 erano stati aggiunti dei "tiranti" e il ponte era continuamente sotto manutenzione. Da almeno un mese erano in funzione dei macchinari sul lato della collina sopra l'uscita di Genova Ovest. Si sentivano durante la notte. Lo stato dei piloni sottostanti il piano autostradale era VISIBILMENTE pessimo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.08.18 17:09| 
 |
Rispondi al commento

___


..già cadette un ponte all'altezza di Fermo Ancona sulla A14..

https://youtu.be/jOx3LtbSZrc


Il ponte progettato da Riccardo Morandi aveva 51 anni ed era stato progettato in un'epoca di entusiasmo (in questo caso eccessivo e ottimistico) per il calcestruzzo precompresso. Era costato molto più del preventivato ed aveva iniziato a dare problemi praticamente fin da subito. Le fessurazioni nel calcestruzzo sono da sempre state all'ordine del giorno, è un viadotto che appariva come capolavoro ingegneristico ma che è nato male ed ha subìto manutenzioni e adeguamenti continui. Negli anni '90 (vado a memoria) gli stralli erano stati rinforzati con una serie di tiranti in acciaio esterni piuttosto vistosi quando ci si transitava.

Resta il fatto che la vita utile prevista per i viadotti autostradali è di 50 anni e purtroppo in Italia la maggior parte di queste strutture hanno circa questa età o sono più vecchie. Si dovrebbe procedere con un lavoro sistematico di indagine sulle condizioni per pianificare la sostituzione di quelli giunti a fine vita. Quelli a rischio non sono tutti sotto la responsabilità dei concessionari autostradali, molti di essi sono in capo all'ANAS o alle Province, ci sono i soliti limiti di bilancio (è il rigore, bellezza!), c'è la burocrazia...

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.08.18 17:07| 
 |
Rispondi al commento

BASTA!
Quante tragedie più o meno annunciate debbono ancora accadere prima che questo Paese si svegli da un torpore letale?
Oggi è toccato al viadotto Morandi di Genova,il 18 aprile 2017 è crollato un viadotto della tangenziale di Fossano,in prov. di Cuneo; il 9 marzo 2017 è crollato un cavalcavia sulla A14 nei pressi di Camerano
Un crollo simile si è verificato il 28 ottobre del 2016 ad Annone(Lecco) sulla corsia Nord della superstrada 36;il 10 aprile 2015 a causa di una frana provocata dal maltempo,crolla un pilone del viadotto Himera sull'Autostrada A19 Palermo-Catania
Il 7 luglio 2014 crolla un tratto del viadotto Petrulla,sulla statale 626 tra Ravanusa e Licata,in prov. di Agrigento.
Sempre in Sicilia,il 25 dicembre 2014,cede il viadotto Scorciavacche sulla statale Palermo-Agrigento.Era stato inaugurato il 23 dicembre
Il 18 novembre 2013 in Sardegna si abbatte una forte alluvione che provoca il crollo di un ponte sulla strada provinciale Oliena-Dorgali;nella notte tra il 21 e il 22 ottobre 2013 crolla il ponte a Carasco,in Liguria,sul torrente Strula
Il 15 dicembre 2004,a Tramonti di Sopra(in provincia di Pordenone),crolla un ponte sul torrente Vielia durante il collaudo
Per non dire di scuole,ospedali e di altri edifici pubblici,quali il tribunale di Bari,che sono stati dichiarati inagibili o pericolanti
I politici intanto continuano imperturbabili a perorare opere come la TAV Torino-Lione, il 3° valico Genova-Milano,il traforo di base del Brennero e,dulcis in fundo,il Ponte sullo Stretto di Messina.
Il Paese,fra terremoti,frane,inondazioni,mancate manutenzioni a strade,ferrovie,fabbricati e infrastrutture,si sta letteralmente sbriciolando sotto i nostri piedi e noi non riusciamo a cavare un ragno dal buco.Vergogna!
Se per rimettere in piedi l'Italia dobbiamo uscire dai parametri di Maastricht e anche da questa Europa,che si esca una volta per tutte.I morti sono la nostra gente, mica la loro!

Antonio Alei

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.08.18 17:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Toninelli visto che è così bravo perché non ha chiuso il ponte .mi pare che le malefatte di quel ponte le conosceva tant’è che le sta rendendo pubbliche...se.me lo dicevi prima....

Sono forestiero 14.08.18 16:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

___

... essendo un ponte anni 60 70 l'ingegnere non ha mai previsto o disegnatoci resistenze

dopo la sua scadenza e che avrebbe sostenuto tutto quel traffico di oggi,

perciò la manutenzione non puo aggiungere resistenza ad un ponte disegnato per l'epoca..e non per oggi.

John Buatti 14.08.18 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Alla fine... i responsabili delle discariche cancerogene della terra dei fuochi e delle altre, marciranno in galera o no?:Alla fine...ai maialoni che gettano(quotidianamente) tutto, sulle aree pubbliche verrà applicata una norma "tipo" Singapore o no.Alla fine ...chi inquina e chi non provvede ad istallare i depuratori ed a farli funzionare, vogliamo fargli scontare la pena in una prigione all'interno di una discarica si o no!!

Canzio R. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.08.18 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Adesso la prima cosa da fare è prendere i soldi delle grandi opere come la Tav e mettere questi soldi sulle piccole manutenzioni che servono ai cittadini.

gennaro a., carrara Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 14.08.18 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Sarà preferibile iniziare da ora..... visto quanto appena accaduto a Genova! Ogni giorno su tutte le reti ci sono politici che parlano di se stessi. Non ho mai sentito nessuno peró allertarci avvertendoci di prestare più attenzione.... anche ai ponti! Ma, mi chiedo, se le persone si accorgono che nulla è più sicuro. Si alza spesso vento forte all’improvviso..... la grandine compare con chicchi grossi come mandarini senza preavvisi e senza allarme meteo! La pioggia ha imperversato tutta l’estate, ogni giorno, facendo cornice ad un clima ormai da monsone asiatico! Acqua a scrosci e poi di nuovo sole con 33 gradi! Qualcuno vivendo semplicemente la giornata se ne accorge? O usando la propria sensibilità ed il cervello non se ne accorge proprio ed ha bisogno che venga comunicato ufficialmente per crederci? Il mutamento climatico non apporta solo impreviste variazioni meteo, ma anche mutamenti profondi nel terreno, anche in profondità! Cominciamo a darci da fare tutti quanti e pensiamo ad uno sviluppo economico ed ad un consumo consapevole e speriamo che il nostro Azzurro Pianeta abbia ancora un po’ di pazienza!

Grazia C., Romans d'Isonzo Commentatore certificato 14.08.18 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Io veramente non riesco a capire il governo del cambiamento M5S-Lega ha il 60% del consenso degli italiani, possibile che dovete ancora usare i "guanti bianchi" e i "piedi di piombo" oltre a soppesare le parole con tutta la vecchia classe dirigente e la classe politica che ci ha sgovernato fino a ieri? Quello che è successo oggi a Genova è una tragedia immane che ha dei colpevoli che devono pagare fino all'ultimo, siamo tutti d'accordo con Toninelli, ma non basta dovete prendere una cimosa e cancellare tutto e spazzare via tutte le concessioni autostradali affidate agli amici degli amici, con tutta la corruzione che ne consegue, e tutte "le pseudomanutenzioni" che hanno solo lo scopo di aumentare le tariffe autostradali rendendole le più care d'Europa. E' giunto il momento per il M5S di cominciare ad usare la ruspa come del resto usa Salvini con l'immigrazione clandestina e le ONG, coraggio tutte le persone oneste che non ne possono più di vivere in questo Paese disintegrato da anni di malapolitica e malaffare sono con voi!

stefanodd 14.08.18 16:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Davvero non volevamo la Gronda perche' il viadotto Morandi era sufficiente?
Non ci posso credere!

gronda 14.08.18 16:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

___


...credo che la colonna o colonne che funzionano a bilanciere

una volta che ha perso uno dei due tratti sospesi e

non avendo piu il contro bilanciere ha ceduto il tutto.

https://goo.gl/maps/nUdKDTqQDNS2

https://goo.gl/maps/oT6Ny9PNEeL2

John Buatti 14.08.18 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Il PD, FORZA ITALIA e la lega hanno sprecato milioni di euro per il ponte sullo stretto di messina mai iniziato, ancora oggi vogliono realizzare grandi opere e non mettere in conto queste tragedie quotidiane.

gennaro a., carrara Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 14.08.18 16:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il...doppio record delle Autostrade per l'Italia: sono le più...care d'Europa e le...peggio tenute al mondo!

Da un articolo di Panorama del 8/9/2017, dal titolo: " Autostrade, ecco perché gestirle è un affare ", cito:

" Tra i vari dati resi pubblici, spicca infatti quello del fatturato complessivo 2016, pari a 6,896 miliardi di euro, dei quali più dell’80%, ossia 5,71 miliardi di euro, derivanti dai pedaggi. Ed è proprio questa la voce che fa segnare il balzo in avanti più consistente, ossia del 4,1% rispetto al 2015, un fenomeno questo che con regolarità si ripete ormai da anni."

Ma quello che, purtroppo, è di tragica attualità è questa affermazione, che non è certo una... sorpresa se vediamo quello che è tragicamente successo a Genova, e rigurda la manutenzione perchè si dice:

" Una tendenza, che come detto, si è confermata anche per la manutenzione, i cui costi nel 2016 hanno assorbito risorse per soli 646 milioni di euro, in calo del 7,3% rispetto al 2015."

https://www.panorama.it/economia/soldi/autostrade-ecco-perche-gestirle-e-un-affare/

Roberto ., Roma Commentatore certificato 14.08.18 16:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo è un ottimo modo per aggredire lo status quo e iniziare il "cambiamento"

rolando c. Commentatore certificato 14.08.18 16:10| 
 |
Rispondi al commento

____

...qui dove è crollato

di nuovo penso al pezzo vecchio sospeso tra le due colonne che è caduto ed

ha preso o spinto la colonna sostenitrice facendola cedere nonostante che sembra semi nuova.
https://goo.gl/maps/oT6Ny9PNEeL2


Atlantia, la società di Benetton che ha il ponte Morandi sulla A10 caduto, perde di valore. E sarà ogni tanto, quando si riuniranno i giudici per le sentenze, e aspetteremo tanto.
Dipenderà dai giudici se punire i responsabili, ma penso che non accadrà, o al massimo daranno la colpa ai costruttori, che se non sono morti moriranno sicuramente, dato la velocità della giustizia italiana, moriranno da liberi cittadini.
Vedi https://it.wikipedia.org/wiki/Disastro_del_Vajont , e meno male che la diga ha tenuto.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 14.08.18 16:00| 
 |
Rispondi al commento

___

...qui si vede il ponte in riparazione da settembre ad ottobre 2017

qui dove è crollato
Per me è cedimento strutturale per saturazione d'acqua del cemento del tratto vecchio sospeso tra le quasi nuove colonne centrali che fu riparato -vedi sotto - fai zoom:

https://goo.gl/maps/YW9d8ppkp412
https://goo.gl/maps/L3Ycb832dUz


riparazioni ponte Morandi Genova :

settembre
https://goo.gl/maps/iUxPhzXcRvB2
https://goo.gl/maps/wLbDdfWT9Pr

ottobre
https://goo.gl/maps/8BUprRWAG4v
https://goo.gl/maps/nvJ2QGwcZGn



Vai ministro, tu sai cosa fare!

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 14.08.18 15:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...come qualcuno ricordava, la paura più grande degli scalzacani ex-governativi, è che si scoprano tutte le magagne, i furti, i favori illeciti, le promiscuità con potenti "lobbies": vorrebbero tornare sulle poltrone da cui sono stati cacciati solo per continuare a nascondere ed a trafficare...

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.08.18 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Ma i Benetton, ai quali sono state praticamente regalate le autostrade costruite con i soldi degli italiani, invece di mettere in saccoccia gli enormi utili derivanti dagli esodi pedaggi imposti agli automobilisti, perché non spendono i soldini per abattere e ricostruire i tratti a rischio???
Se si riuscisse a fargli pagare profumatamente i danni causati , forse in futuro sarebbero più attenti alla sicurezza

Giovanni ,Russo Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.08.18 15:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci sono ponti romani che sfidano i millenni, ci sono ponti medievali che sfidano i secoli. Non è possibile che ponti in cemento armato non sopravvivano ad alcuni decenni! Evidentemente sono stati costruiti con materiali scadenti per fare spazio alle mazzette della Prima Repubblica, e non sono state manutenute per le priorità clientelari della Seconda Repubblica.
Fare piena luce sulle responsabilità politiche e imprenditoriali e punirle esemplarmente !!!!

Rinaldo A., Roma Commentatore certificato 14.08.18 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Sono addolorato per Genova.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 14.08.18 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe ora di fare una bella campagna di controllo su tutti i depuratori sparsi sulle coste, e non solo, affinche' nei prossimi controlli di goletta verde, non si ripeta che il 50% dei prelievi in mare siano positivi all'inquinamento, organico e da concimi. Altro che miliardi in TAV, ora che si aggiungono altri disastri , come il ponte autostradale di Genova.


http://orizzonte48.blogspot.com/2017/10/la-lgge-del-taglione-del-debitone-hic.html

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 14.08.18 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Sto guardando con sgomento le immagini in diretta su Primocanale di Genova, del crollo del ponte Morandi. Lo vedevo dalle mie finestre abitando a pochi km di distanza. Dolore commozione e rabbia stanno attraversando la mia testa ma non posso non ripensare ai tanti tavoli di confronto quando si iniziò a parlare della gronda, Durante il dibattito pubblico tenutosi a suo tempo, e chi vi ha partecipato lo sa, la maggior parte delle persone era contraria alla costruzione di un altro mostro che distruggerebbe il territorio e la salute pubblica. Era stata fatta da tecnici e ingegneri la proposta di un tunnel sotto il Polcevera che avrebbe sicuramente mitigato l'impatto ambientale e la costruzione di ulteriori ponti che avrebbero devastato il nostro territorio. Tale proposta è stata seccamente rifiutata dicendo che non si poteva fare. Ripeto, è stato fatto il tunnel sotto la Manica, ma noi non riusciamo a fare un tunnel sotto il Polcevera!!! Spero che non si azzardino a ripetere una simile cavolata, oggi ancora di più alla luce della disgrazia che ci ha colpito, pensiamo bene a cosa fare con urgenza e con il buon senso, senza pensare ai soldi! Ho speranza che con il nostro Ministro Toninelli qualcosa, finalmente di serio si possa fare.

Rosa Angela Romeo, Genova Commentatore certificato 14.08.18 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Crollo Ponte Morandi Genova.

Il 29 maggio scorso, in un intervista l'AD di Autostrade per l’Italia Giovanni Castellucci, a questa domanda:

"Il Ponte Morandi è un malato terminale? Gli interventi eseguiti negli ultimi tre anni sono stati numerosi e hanno limitato fortemente l’utilizzo dell’infrastruttura. Cosa,esattamente, si sta facendo?"

Rispose così:

" È un’opera che richiede continua attenzione e manutenzione . Comprendiamo il disagio, ma riteniamo che prima di tutto venga la sicurezza .
Alla fine di questo intervento di manutenzione straordinaria, Genova avrà un’opera rinnovata ".

Averi voluto tanto che un commento su queste dichiarazioni dell'AD di Autostrade, lo avessero fatto chi, purtroppo, non lo può più fare e sono le 11 vittime del crollo, tra cui un bimbo.

http://www.themeditelegraph.com/it/transport/road-rail-air-transport/2018/05/29/gronda-cantieri-via-rivedremo-tempi-intervista-N9Q8bYy6DxzF7At0tDeAhN/index.html

Roberto ., Roma Commentatore certificato 14.08.18 15:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ingegner Antonio Brencich, professore associato di Costruzioni in cemento armato all'Università di Genova, fece valutazioni pesanti sul ponte crollato oggi a Genova un articolo pubblicato da Ingegneri.Info il 29 luglio di due anni fa.
«Il Viadotto Morandi ha presentato fin da subito diversi aspetti problematici, oltre l'aumento dei costi di costruzione preventivati».
Le osservazioni dell'ingegnere contenute nell'articolo sono di carattere strettamente tecnico, ma fanno riferimento al fatto che il ponte, realizzato nei primi anni '60, fu fin dai primi decenni «oggetto di manutenzioni profonde - si legge su Ingegneri.Info - con costi continui che fanno prevedere che tra non molti anni i costi di manutenzione supereranno i costi di ricostruzione del ponte: a quel punto - conclude l'articolo - sarà giunto il momento di demolire il ponte e ricostruirlo».

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.08.18 15:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

___

..se il PD di Renzi avesse speso quegli €80 sulla

manutenzione dei ponti e strade Berlusconi incluso ...

anziché sul voto di scambio..

oggi non saremmo qui a raccontare dei morti di Genova!

Avete le mani e "coscienze" sporche di sangue rosso assassini !

John Buatti 14.08.18 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Ecco la carta dei Servizietti:
Richieste di risarcimento danni
In caso di richiesta danni e per le successive informazioni
riguardanti la stessa, il cliente potrà rivolgersi.
• per lettera indirizzata a: Autostrada dei Fiori SpA – via della
Repubblica 46 – 18100 Imperia;
• per fax al seguente numero 0183 707376;
• via e-mail indirizzata a:
• tronco A10: dag.as.a10@autostradadeifiori.it;
• tronco A6 : dag.as.a6@autostradadeifiori.it;
• via telefono al numero 0183 7071 richiedendo/selezionando
l’opzione relativa all’Unità Organizzativa competente
Riteniamo utile al riguardo precisare che la Società risponde dei
danni solo nei casi in cui sussista una comprovata responsabilità
della stessa nella gestione delle competenze autostradali dovuta
ad inadempienze o comportamenti che costituiscono causa
diretta ed inequivocabile dell’evento che ha determinato il
danno; responsabilità di cui il cliente dovrà farsi carico di fornire
le relative evidenze.
^^^
http://www.autostradadeifiori.it/wp-content/uploads/Carta-dei-servizi-2018.pdf

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 14.08.18 14:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chiedo al Signor Ministro di avviare un indagine nei paesi di Oria, Francavilla Fontana e Latiano perché sono in continuo aumento i casi di tumore, distrofia muscolari e malformazioni congenite.
Grazie.

Giovanni . Commentatore certificato 14.08.18 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Povere vittime e povera Italia. Ponti che crollano in una nazione ex industriale : grande figura di merda internazionale a reti unificate!

Giovanni ,Russo Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.08.18 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Emblematico il tragico crollo del ponte a Genova , ennesimo e devastante episodio che è l'ultimo di una lunga serie di crolli di opere pubbliche ! Manufatti di poche decine di anni si sbriciolano a causa del cattivo lavoro eseguito sopratutto risparmiando sui materiali onde trarne vantaggi economici , corruzione maledetta ! Questo Paese va rifatto , i ladroni devono pagare duramente per essere d'esempio , la Giustizia deve svegliarsi !

vincenzo di giorgio 14.08.18 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
Vedi, caro di Maio, quello che scrivevo prima , su ogni tragedia c'è nome e cognome, arrestiamoli questi mascalzoni,
E buttiamo le chiavi......
Chi controlla i controllori ormai sono tutti dirigenti e non c'è più operatività.
Distruggiamo questo sistema, facciamo un passo indietro che ognuno faccia il proprio dovere o lasci il posto.
Forza Luigi
Francesco

Francesco Costantini 14.08.18 14:32| 
 |
Rispondi al commento

L'INTELLIGENZA E' UNA PREROGATIVA ESCLUSIVA DI M5S? ASSOLUTAMENTE NO!

Io ho conosciuto celebri parlamentari M5S e ne ho ricavato una impressione di ottusità. Forse però, mi sbaglio io ed intendo esporre nel blog l'argomento inutilmente trattato.

LEVA MILITARE OBBLIGATORIA ED ESERCITO PROFESSIONALE: FORMA, SCOPO, RISULTATI DELL'UNO E DELL'ALTRO, RICORDANDO CHE UN ESERCITO PROFESSIONALE NON ESCLUDE NECESSARIAMENTE LA LEVA OBBLIGATORIA.

1) L'esercito Professionale, può prestarsi, più di un esercito di sola leva, ad essere utilizzato da UNA POTENZA EGEMONE (U.S.A.) PER GUERRE DI AGGRESSIONE? PENSO DI SI'. E' quello che sta avvenendo, da quando la leva è stata sospesa a favore del solo esercito professionista. Quindi sostenere un esercito SOLO professionale, significa sostenere un esercito guerrafondaio, al servizio della potenza dominte.

2) Un esercito di leva, con caratteristiche territoriali italiane, in cui confluiscono VIGILI DEL FUOCO E PROTEZIONE CIVILE, sarebbe idoneo ad essere integrato in eserciti di POTENZE EGEMONI, PER SOSTENERE LE LORO GUERRE DI AGGRESSIONE? NON CREDO.
3) Si dedurrebbe, quindi, che un esercito COSTITUZIONALE dovrebbe avere caratteristiche di esercito territoriale e, a maggior ragione, di leva, affiancato ad un n ucleo di esercito professionale.

Io conosco abbastanza bene la Svizzera e credo che Hitler, malgrado sapesse che gran parte dell'oro mondiale fosse confluito in quei depositi e malgrado avesse un bisogno estremo di denaro, invase tutta l'Europa, ma non la Svizzera, sapendo che sarebbe entrato, ma non ne sarebbe mai uscito. Eppure gli svizzeri hanno un esercito di leva e non sono in guerra da ben 700 anni.
Il loro esercito ha forti caratteristiche territoriali!

1° leva di 12 mesi a 20 anni e le successive, fino a 38 anni, un richiamo di un mese l'anno. Obbligatorio per gli uomini, facoltativo per le donne.
Al rientro, hanno l'obbligo di portare nella loro residenza il fucile da guerra con i relativi colpi.

PARLIAMONE SUL BLOG


Un pezzo del viadotto di Genova, noto come ponte Morandi, sulla A10 è crollato. Sarebbe stato un cedimento strutturale a provocare il crollo. Dalle prime informazioni di vigili del fuoco e protezione civile, il cedimento sarebbe avvenuto nel tratto che sovrasta via walter Fillak, nella zona di Sanpierdarena.
^^^^^^^
Ora sapere chi aveva in gestione la tratta e chi stava provvedendo alla manutenzione.
Il mini,o per il responsabile/i la GALERA!
^^^^
Caro Toninelli se fosse in gestione al "privato" penso che dovremo pensare come risolvere i problemi di una autostrada vecchia e decrepita,pagata con soldi pubblici e "donata" ai privati che ci hanno speculato sopra.
Ricordo che ogni anno le tariffe aumentano,come gli incidenti strutturali.
Questo non dice nulla?
Toni mica vorrai riprenderti la Gestione delle autostrade adesso che vanno in frantumi vero?
Parere personale l'A10 di "autostrada " ha ben poco,non l'ho mai presa perchè la ritenevo,nella sua struttura generale, moolto pericolosa.ho sempre preferito il treno,molto più sicura.
E' quello che dovremo fare potenziare le ferrovie e dismettere le autostrade.

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 14.08.18 14:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...E c'è chi dice che non c'erano segni premonitori al crollo del Ponte Morandi a Genova!

In un'intervista rilasciata il 29/ 7/2016, articolo l'ing. A. Brencich, professore associato di Costruzioni in C.A. e C.A.P. dell'Università di Genova, diceva in merito al Ponte Morandi di Genova: “ Il Viadotto Morandi ha presentato fin da subito diversi aspetti problematici, oltre l’aumento dei costi di costruzione preventivati, è necessario ricordare un’erronea valutazione degli effetti differiti (viscosità) del calcestruzzo che ha prodotto un piano viario non orizzontale. Ancora nei primi anni ’80 chi percorreva il viadotto era costretto a fastidiosi alti-e-bassi dovuti a spostamenti differiti delle strutture dell’impalcato diversi da quelli previsti in fase progettuale. Solo ripetute correzioni di livelletta hanno condotto il piano viario nelle attuali accettabili condizioni di semi-orizzontalità”.

La conclusione dell'articolo fu: " ... fin dai primi decenni il ponte è stato oggetto di manutenzioni profonde (fessurazione e degrado del calcestruzzo, nonché creep dell’impalcato) con costi continui che fanno prevedere che tra non molti anni i costi di manutenzione supereranno i costi di ricostruzione del ponte: a quel punto sarà giunto il momento di demolire il ponte e ricostruirlo."


http://www.ingegneri.info/news/infrastrutture-e-trasporti/ponte-morandi-a-genova-prestigiosa-opera-di-ingegneria-o-no-parla-ling-brencich/

Roberto ., Roma Commentatore certificato 14.08.18 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Ponte di Genova: ecco i risultati di corruzione e Raccomandopoli operate dai politici "competenti" 😠

Mario C., ANGUILLARA SABAZIA Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 14.08.18 13:58| 
 |
Rispondi al commento

OMONIMO.
Devo suggerirlo o ci arrivate da soli ad una verifica annuale di ponti, pontili, gallerie, viadotti, tabelloni pubblicitari, insegne etc... abbiamo tecnici a spasso nei ministeri, nei provveditorati. Gente che va prima ripreparata perchè con l'ozio si sono rammolliti...ma non è il caso di farli ingrassare ancora di più.

Grillo Giuseppe OMONIMO 14.08.18 13:58| 
 |
Rispondi al commento

OMONIMO
Commentate voi...!!!???
https://www.studiocataldi.it/articoli/31391-migrazioni-sono-finanziate-dal-microcredito-delle-ong.asp

https://www.studiocataldi.it/articoli/31465-luce-e-gas-quotmaggior-tutela-quot-sino-al-2020.asp
Ma l'acqua non abbiamo detto che deve essere e restare pubblica.???

Nazionalizzate e fateci stare quieti. Grazie.

Grillo Giuseppe OMONIMO 14.08.18 13:50| 
 |
Rispondi al commento

TRE GIORNI DI MEDITAZIONE (e di silenzio) con 8.000 HOMMM! RISOLTO IL PROBLEMA TROLL

Qualcuno ha sostituito gli HOMMM con 8.000 bestemmie, ma il risultato è stato lo stesso.

Rimanere in silenzio, se non si ha nulla di importante da dire, a me giova e penso che serva a tutti.


E te pareva che Fico non andava alla festa dell'unità !

vincenzo di giorgio 14.08.18 13:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BENISSIMO!!!!!!!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.08.18 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo lavoro Sergio.

OT: “La tecnologia che avrà il maggiore impatto sui prossimi decenni è arrivata. E non sono i Social Media, non sono i Big Data, non è la robotica e non è nemmeno l’Intelligenza Artificiale. Sarete sorpresi di apprendere che è la tecnologia che sta alla base di valute digitali come il Bitcoin. Si chiama Blockchain”( Don Tapscott).

"Sono molti i servizi su internet che potrebbero nascere se ci fossero delle autorità centrali che garantiscono gli utenti, ma il problema è che queste non possono nascere dall’oggi al domani perché avrebbero difficoltà a conquistare la fiducia delle persone.

Blockchain è la tecnologia che pone rimedio a tutto questo; permette di creare infatti un registro su internet non falsificabile e consultabile da parte di tutti.

Un registro che non risiede su un singolo server, ma su una rete di computer che ospitano ognuno una copia del registro stesso. Chi volesse falsificare una transazione, dovrebbe farlo quindi su tutti i computer della rete.

Questa è solo una delle proprietà di blockchain, ma quello che più ci interessa ora è che è in grado di fornire le stesse garanzie che offre un’autorità centrale, senza però che questa autorità centrale venga costituita. Un sistema quindi capace di ottenere la fiducia degli utenti.
Le possibilità sono molte e coinvolgono tantissimi settori, nel prossimo futuro vedremo sicuramente emergere servizi innovativi basati su Blockchain"(Dal Blog di Grillo).

Per approfondire l’argomento: https://goo.gl/enGS2N

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 14.08.18 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Daniele B., Tarcento
Ti ho risposto nel mio commento delle 11:10.
Per cortesia rispondimi, sei la mia ultima speranza, finora non c'era la soluzione.
Grazie, molte grazie.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 14.08.18 12:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gentile ministro Costa,

le basi per fare un buon lavoro mi sembra che le abbia gettate, ora mi domando:

- questi enti dispongono di personale e mezzi sufficienti per fare i controlli oppure rimangono solo dei buoni propositi?

- in caso di arresto dei malavitosi/trasgressori le pene saranno certe oppure dopo pochi giorni, visto i capitali che dispongono i delinquenti "abituali" continueranno ad operare impunemente?

Ci vuole sinergia con il ministro della giustizia, degli interni e dell'economia e fare tutto velocemente.

Grazie e buon lavoro.

giuseppe belotti, ranica -bg- Commentatore certificato 14.08.18 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Grazie di cuore Costa per quanto fai!

Guarda se puoi fare qualcosa per evitare e fermare che le città continuino a comprare bus a gasolio euro che inquinano per i 12 anni della loro durata.
E in atto una forte pressione delle lobby che preme per fornire bus a gasolio.
Noi a Torino siamo allarmati perchè stanno rinnovando centinaia di bus obsoleti con bus a gasolio invece di prendere in alternativa bus a metano a basso impatto ambientale che fanno guadagnare milioni di euro pubblici per il risparmio sul percorso kilometrico rispetto al gasolio.
Grazie per l'intervento che farai. Facci sapere, sperando che leggi i nostri commenti.
G.Balzi Torino 14 7 2018

Giovanni Balzi , Torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.08.18 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Quando andavo a scuola dell'obbligo non c'erano altro che italiani in Italia; nei libri di storia i prof ci facevano notare che in USA c'era il razzismo dei bianchi contro negri ( allora si chiamavano così, anche Tex li chiamava così...) e ispanici. Cattivi gli americani.

Adesso ci fanno i sondaggi per chiederci se siamo razzisti... L'America è sempre avanti!

Sarebbe bello che i vari Piepoli andassero in Camerun, Senegal... a domandare cosa ne pensano dei bianchi, non negli hotel, ma nelle periferie!

Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 14.08.18 11:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene Ministro, belle idee, un bel programma a favore dell'ambiente, ora sta anche a noi cittadini rispettarlo, anzi propongo multe severe a chi lo inquina e non lo rispetta

arturo archibusacci, canino Commentatore certificato 14.08.18 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Signora Paola Taverna, senatrice della repubblica,
Quando ti ho vista in TV ho pensato che sei una persona con palle d'acciaio;
dato che ANCHE tu hai firmato il reddito di cittadinanza, nel 2013 al senato, quando il M5S era all' opposizione http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/17/DDLPRES/0/814007/index.html?part=ddlpres_ddlpres1
ci aspettiamo ( io e tutte le persone che attualmente lavorano in ditta artigiane e si devono accontentare di €1.000 al mese ) che Lei ci faccia il reddito di cittadinanza PARI PARI, dato che adesso siete la maggioranza , così queste persone chiederanno MINIMO €2.100 ai datori per continuare a lavorare ; vedi tabella 1, i schèi che se ciapa, ( traduzione: i soldi che lo stato dà ai beneficiari )
e tutte le erogazioni, esempio Art. 13. (Diritto all'abitazione) ; ovvero lo stato paga l'affitto di casa!!!

Le ricordo che all' art.20 del disegno di legge c'erano pure le coperture, non serve che TRIA vada a cercarle, e all' Allegato 1, RIPETO, ci sono i soldi da erogare, che ci faranno godere, e che all' Art. 8. (Durata del beneficio) si dice che il reddito NON E' ETERNO; dopo tot anni si va in pensione.

ScusI per la pressione, ma noi veneti della pedemontana POVERI, siamo volgari, diversamente dai ricchi o neo ricchi.

WM5S :-))))
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 14.08.18 11:36| 
 |
Rispondi al commento

ringrazio lo staff tecnico del blog per aver risolto il mio problema che era quello di non riuscire ad inviare commenti.

daniele p., cortona Commentatore certificato 14.08.18 11:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sarebbe opportuno istituire, nelle scuole, una giornata nazionale di salvaguardia ambientale così come si fa per altre problematiche o altri argomenti.

Enrico Grieco 14.08.18 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Luigi Cosivi
In risposta della mio commento 13.08.18 13:54 , dove chiedevo il reddito di cittadinanza
su
https://www.ilblogdellestelle.it/2018/08/non_credo_a_un_attacco_speculativo_contro_il_governo.html
Mi chiedo perchè io e i miei familiari dobbiamo essere onesti, e fin qui può anche andare bene, ma non sfruttare DOPO 34 ANNI ( per la moglie ), le possibilità che vengono graziosamente date a varie fasce della popolazione; non si dice niente in questo blog dei baby pensionati che grattano €1200 al mese, e sono 3 milioni di persone, che spesso hanno lavorato ( o lavorano ) a nero;
di chi ha avuto la cassa integrazione ordinaria o straordinaria (ovvero anni e anni mantenuti da chi versa i contributi e idem come sopra per i lavori a nero); ricordo che per i dipendenti di ditte sotto i 15 dipendenti non c'è la cassa integrazione né ordinaria né straordinaria, e non c'è nessuna protezione per le partite IVA, o le false partite IVA.

NB Una falsa partita IVA, es. è un dipendente che è costretto a licenziarsi, e lavorare per lo stesso “padrone” ; riesce a far più soldi di quando era dipendente facendo più ore di lavoro, spesso in ambienti insalubri, la legge non dice niente , es, a un contadino diretto che fa 11 ore al giorno, con attrezzature pericolose...

Tutto giusto, per chi riceve, e allora perchè io non posso farlo? Secondo lei, nelle regioni dove il M5S ha avuto un grande successo, un po' di gente non lo sa già che lo stato NON può creare lavoro, se non a dei costi altissimi ( vedi cassa del mezzogiorno ), pertanto è più economico mantenere questa persone?
Io mi adeguo; sarà dura per la mogliettina fare 8 ore alla settimana di lavoro [ :-)))) ] per il comune, Art. 9 del http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/17/DDLPRES/0/814007/index.html?part=ddlpres_ddlpres1 ma si adatterà.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 14.08.18 11:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Capisco perchè si sia scatenata sulle tv la ocntroffensivia delle lobby e dei partiti che le sostengono. Siete matti a mettere a nudo così le vostre attività. Gli italiani sono pronti a tutta questa trasparenza? sarà uno schock dal quale non si riprenderanno più!

BRUNO 14.08.18 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Ministro i miei più vivi complimenti per l'ottimo avvio della sua mission governativa.
La rendicontazione puntuale e precisa aggiunge qualità al suo operato.
Spero che anche gli altri Ministri facciano altrettanto per testimoniare il Governo del Cambiamento.
Auguri.
G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.08.18 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Ultimi sondaggi politici elettorali | Crolla il Pd, sotto il 15 per cento. Lega e M5s appaiati.
Secondo un sondaggio effettuato dall’istituto Piepoli, il governo M5s-Lega gode della fiducia di 6 italiani su 10. Un dato in forte crescita rispetto all’inizio della legislatura, quando il tasso di gradimento dell’esecutivo si aggirava tra il 50 e il 52 per cento.
Per quanto riguarda le intenzioni di voto, i due partiti al governo risultano appaiati attorno al 29 per cento. Chi invece sconta il consenso per leghisti e pentastellati è il Partito Democratico, sempre più in caduta libera.
I dem, secondo quest’ultimo sondaggio, sono scesi sotto la soglia del 15 per cento.
Male anche Forza Italia, all’8 per cento, e Fratelli d’Italia, al 3.

Da un sondaggio sul razzismo...
agli intervistati è stato chiesto di esprimere il loro grado di accordo con alcune affermazioni. La prima era: “Mi darebbe fastidio avere come vicino di casa un immigrato”.

Solo il 30 per cento ha dichiarato di essere molto, abbastanza o poco d’accordo con questa affermazione. Il 70 per cento si è invece dichiarato “per nulla d’accordo”.

Trend simile per la seconda frase sottoposta agli intervistati: “Mi darebbe fastidio che una donna della mia famiglia si sposasse con un immigrato”. In disaccordo il 67 per cento del campione.

Infine, si sente xenofobo solo il 4 per cento degli italiani, mentre tutti gli altri affermano con convinzione di non esserlo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.08.18 10:17| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori