Tre milioni di italiani a rischio azzardopatia

Sul fenomeno dell’Azzardopatia ci sono numeri che inquietano. E sono quelli presentati da Giovanni Kessler, direttore generale dell’Agenzia dei Monopoli, che ha anticipato alcuni risultati dello studio commissionato all’Istituto superiore della Sanità che sarà presentato a settembre. «È la più grande ricerca mai realizzata, su 12mila persone», ha detto.

E i dati spaventano. «Il 36% degli italiani ha giocato almeno una volta. Si tratta di 18,5 milioni di persone, un uomo su due, una donna su tre. Un milione e mezzo sono giocatori problematici, e un altro milione e 400mila sono a rischio. Tra i problematici il 52% gioca con le Awp (le slot, ndr), il 33% con le Vlt, l’11% con le scommesse».


Sostieni la campagna ContinuareXCambiare. Per arrivare in Europa, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Dona ora e diventa parte del cambiamento: dona.ilblogdellestelle.it