Il Blog delle Stelle
Stiamo con gli agricoltori italiani!

Stiamo con gli agricoltori italiani!

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 38

di Giancarlo Cancelleri

Con Luigi Di Maio e il sottosegretario Alessandra Pesce abbiamo incontrato ed ascoltato alcuni imprenditori della filiera produttiva del grano, un settore da troppi anni bistrattato e ridotto in ginocchio dai folli trattati europei che garantiscono tutto tranne il rispetto di chi lavora la terra.

Ogni volta che i nostri imprenditori agricoli accendono le mietitrebbie per raccogliere il grano siciliano, arriva una nave dal Canada o da altre parti del mondo carica di grano al glifosato, che non danno manco ai maiali, e il prezzo del nostro prodotto crolla. Bene oggi abbiamo detto che questa cosa non la accetteremo più!

Supportare l'agricoltura siciliana vuol dire preservare la nostra storia e rilanciare il futuro di questa terra meravigliosa. Noi ci siamo, a fianco dei primi anelli della filiera e conoscere le loro necessità ci farà trovare le soluzioni migliori per tutti.

Siamo tra i siciliani, in mezzo al popolo, e spero di essere stato un buon esempio di impegno e amore per la nostra terra!



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

23 Lug 2018, 09:15 | Scrivi | Commenti (38) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 38


Tags: agricoltura, alessandra pesce, ceta, giancarlo cancelleri, luigi di maio, trattati europei

Commenti

 

per cambiare totalmente i consumi bisogna dare al consumatore la possibilità di decidere: le etichette devono essere chiare con la provenienza della materia prima in evidenza. Bisogna vietare la possibilità di etichette made in italy dove di italy c'è solo il confezionamento o la preparazione mentre il contenuto non si sa da dove arrivi. In etichetta devono essere evidenziati i dati di provenienza e le tecniche di lavorazione e preparazione. I consumatori si informano e, se messi nella possibilità di decidere, sanno bene cosa scegliere. La produzione naturale e curata deve poter essere individuabile così da essere premiata in modo da risollevare le condizioni dei nostri produttori.

Giuseppe D'Agostini, Imbersago Commentatore certificato 27.07.18 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo! Cominciamo anche col cambiare le abitudini alimentari: io ad es. mangio quasi esclusivamente pane e pasta fatti con GRANI ANTICHI BIOLOGICI O BIODINAMICI COLTIVATI IN ITALIA. Ne guadagnano il sapore, la salute, i nostri agricoltori e il paesaggio!!!
Infine...che bella persona il sottosegretario Pesce! Mi aveva colpito fin dalla presentazione della squadra di governo e sono felice che sia almeno sottosegretario!

Marta Buscioni 27.07.18 13:01| 
 |
Rispondi al commento

No ai voucher. Vi ricordo che il popolo si è espresso su questo. Da mitante poi sono allibito.

Guido sebastiani 26.07.18 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Scrivete che i " folli trattati europei garantiscono tutto tranne il rispetto di chi lavora la terra " eppoi ratificate il Jefta? Vi siete schierati contro il CETA e ora firmate un accordo col Giappone! Questi trattati di libero scambio sono tutti impostati nella stessa maniera e prevedono una cessione di sovranità ad enti privati! Questo è grave. Spiegatevi per favore.

Rebecca Snyder 25.07.18 01:35| 
 |
Rispondi al commento

A

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 24.07.18 17:05| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE MASSIMA AI CIBI IMPORTATI E QUELLO CHE MANGIAMO MEGLIO PAGARE QUALCOSA IN PIU' AI NOSTRI AGRICOLTORI A KM. 0 E MANGIARE MENO MA SANO I TUMORI SONO DIFFUSISSIMI MAI COME IN QUESTI ULTIMI ANNI!!!!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 24.07.18 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente delle idee serie per l'Agricoltura. Se pensiamo che l'ex ministro per l'Agricoltura era martina!!! Credo che meglio di lui possa fare qualsiasi cittadino con un pò di buon senso e con l'amore per la nostra terra e i nostri prodotti agricoli che sono meravigliosi e vanno tutelati.
Biogna garantire un reddito adeguato ai nostri produttori agricoli che soffrono da troppo tempo. Quindi buon lavoro al sottosegretario Alessandra Pesce ed a tutti quelli che vogliono il bene della nostra terra

Nazario P., Grottammare Commentatore certificato 24.07.18 11:25| 
 |
Rispondi al commento

La cosa piu importante da fare è tutelare gli agricoltori e incentivare l imprenditoria agricola espropriando le terre non coltivate.

Giacomina Murabito (), Firenze Commentatore certificato 23.07.18 21:51| 
 |
Rispondi al commento

Bellezze questo è il mercato.
La cosa possibile?
Due mercati paralleli: uno delle cosiddette da voi schifezze e un altro dei prodotti che tanto piacciono ai 5 stelle e radical chic.
Chi compra determinerà il successo di uno o dell'altro.
Ça va sans dire.

Renzo Riva, Buja Commentatore certificato 23.07.18 18:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi preoccupa 1 " pochino" la coldiretti ...mi sembrano dei voltagabbana ..speriamo bene

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 23.07.18 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimo Di Maio considerato che tutte le famosissime aziende ed industrie alimentari che erano un tempo, un simbolo dei nostri prodotti non sono, purtroppo, più italiane, sarebbe utile pubblicare o ripubblicare il nome di quelle che sono rimaste al 100% italiane. Io non mi fido della dicitura MADE IN ITALY ma cerco di leggere sulla etichetta la parola PRODOTTO seguita dal nome dell’azienda e della località.
GRAZIE

domenico de santis, genova Commentatore certificato 23.07.18 17:08| 
 |
Rispondi al commento

LA POLITICA DEI CITTADINI SI DEVE BASARE SU SCELTE CONSAPEVOLI E BOICOTTAGGIO.

Compriamo prodotti ITALIANI,ma attenzione!
Le multinazionali ITALIANE usano prodotti importati in ALTA PERCENTUALE!
COMPRATE PRODOTTI LOCALI DI PICCOLI PRODUTORI!
La grande distribuzione SI RIVOLGE A MERCATI PUBBLICIZZATI perçhe' cosi' HA GARANZIA DI VENDITA.
CHI HA I CAPITALI PER PAGARE LA PUBBLICITA' TELEVISIVA CHE HA COSTI INSOSTENIBILI PER I PIU' ?
BOICOTTATE LE MULTINAZIONALI ANCHE ITALIANE per portarle a RICONVERTIRE I LORO ACQUISTI.
Non gli basta il grano?
BENE,VENDERANNO DI MENO,cosi' REDISTRIBUIAMO I CAPITALI VERSO I PICCOLI AGRICOLTORI IN ÀFFANNO.
La POLITICA LA FA' IL CONSUMATORE!
BOICOTTAGGIO CONSAPEVOLE!
Etichette CHIARE.
Vogliamo sapere da DOVE VIENE IL GRANO IN OGNI SINGOLA CONFEZIONE!

Luca Fini 23.07.18 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Io dico solo una cosa: se i buffoni del pd che con la loro faccia...lato B hanno prima affossato l'Italia ed ora cercano vigliaccamente di ostacolare il decreto Dignità dimostrando di essere contro i lavoratori italiani "onesti" per difendere le lobby a loro tanto care, perchè invece di aprire bocca per dire le loro...idiozie ad una stampa...deferente, non hanno il coraggio di andarlo a dire "direttamente" ai lavoratori italiani, come fa...Luigi che, "senza scorta", si presenta ai cancelli delle fabbriche, nelle attività agricole e imprenditoriali per ascoltare e parlare ai lavoratori dei gravissimi problemi lasciati in eredita dai precedenti infami governi? Ovviamente figuriamoci se questi vigliacchi di espertoni" del...ciufulo dopo aver ridotto l'Italia in...mutande, hanno il coraggio di farlo anche perchè sanno benissimo che, se gli va bene, sarebbero accolti a...pernacchie o...mandati dove tanti italiani vorrebbero che andassero!

Roberto ., Roma Commentatore certificato 23.07.18 15:37| 
 |
Rispondi al commento

PIONNER e la POLITICA DEL RICATTO

Un giorno,IN PIANURA PADANA,si presenta un " signore" alla mia porta e mi dice:
" mi vende il campo?"
Il campo e' mio da 20 generazioni,ed e' frutto di immensa fatica e orgoglio,nonche' LA MIA VITA.
In quell'anno,il prezzo del grano cala sensibilmente.
L'anno sucessivo lo stesso " pezzo di m...signore" ribussa alla mia porta e mi dice:
" mi vende il campo?
" NO!"
L'anno successivo il prezzo del grano RICALA SENSIBILMENTE.
Arriva ancora l'INFAME:
" mi vende il campo?"
" NO!"
E la merda ribatte:
" vede..quando lei portera' il suo grano sul mercato,la mia ditta arrivera',il giorno prima,con 4 navi cargo pieno di grano che costa la meta' del suo,e lei dovra' abbassare il prezzo ancora,col BENESTARE DELLA VOSTRA POLITICA CHE E' AL NOSTRO SOLDO".
L'anno successivo la merda bussa alla mia porta facendomi la stessa domanda.
Quest'anno ho venduto il grano SOTTOCOSTO.
ORA LAVORO PER LORO A 6000 EUO AL MESE CON UN MEGA TRATTORE..MA NON HO PIU L'ANIMA.
L' ANIMA DE LI MORTACCI DEI POLITICI MAFIOSI DI MERDA,CHE MI HANNO UCCISO DENTRO,LORO E QUEI FIGLI DI PUTTANA DELLA PIONNER!

Luca Fini 23.07.18 15:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il nostro paese potrebbe vivere di turismo e agricoltura! I nostro coltivatori sono allo stremo e bisogna fare la caccia ai prodotti italiani quando si compra. Perchè trovare sistematicamente, per esempio, limoni argentini o cileni?, frutta e verdura dal Marocco, dal Sudafrica, ? Aspettiamo che le nostre colture siano al punto giusto! Non si può pretendere di mangiare tutto fuori stagione. Adesso è il momento di pesche,, albicocche, cocomeri; mangiamo quelli! Perchè mangiare per esempio l'uva? Nei vigneti ancora non c'è quasi il grappolo! Rispettiamo la stagionalità e aiutiamo la nostra agricoltura.

Rosa Angela Romeo, Genova Commentatore certificato 23.07.18 15:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' un fatto molto grave che non ci sia una programmazione sulla vocazione dei terreni e di conseguenti coltivazioni. Si continua a legiferare sulla base dei profitti. Purtroppo!

Roberto Maccione Commentatore certificato 23.07.18 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Per i migranti o italiani che lavorano nell'agricoltura per raccolta di merce stagionale, perché non obbligare i comuni di residenza a gestire centro per l'impiego appositi ? Controllati dalla regione che rilascia un tesserino che identifica e garantisce queste persone.il tesserino indistruttibile è personale e deve accompagnare il lavoratore sempre, quindi pratico e resistente all'usura del tempo. Se il lavoratore si sposta verrà annotato su un supporto informatico regionale gli spostamenti e le competenze. In pratica gestire la forza lavoro in modo chiaro con procedere e costi e remunerazione. Ci guadagnano tutti se fatto bene.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 23.07.18 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Forse mi sbaglio per difetto, in Italia abbiamo 40/50 varietà di grano, contro le 4/5 del Canada, peraltro scadente. Con questo abbiamo detto tutto. La nostra qualità superiore contro lo sfruttamento intensivo di terreno super concimato. Rivalutiamo l'industria dell'agricoltura e gli imprenditori dell'agricoltura. Possiamo fare molto e bene con tecnologia e posti di lavoro. Lavorare in agricoltura con competenze e con orgoglio al pari di impiegati e laureati nell'industria.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 23.07.18 14:35| 
 |
Rispondi al commento

È una storiaccia i Sig. ri europei cominciarono con le famose quote latte "davano contributi a chi produceva di meno" latte italiano abbassando la produzione così le altre nazioni facevano quello che volevano una misura così è successo per gli agrumi Siciliani l'Europa ha distrutto l'agricoltura italiana con la complicità del (pecoronismo) del Governo italiano. Sono due dei tanti scempi perpetrati ai danni dell'Italia
G.del beato sulmona (aq)

undefinedGianni DEL BEATO 23.07.18 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Fra i tanti tesori dell'Italia abbiamo il territorio. Oggi abbiamo una concentrazione di persone e servizi che danno vita alle città, ai paesi. Ma appena fuori le metropoli bastano 30 minuti di auto ci troviamo di fronte a immensi paesaggi di terreno, spesso incolto, immense distese di alberi, e magari anche campi e parchi naturali abbandonati. Cosa possiamo fare per goderci e sfruttare ( tra virgolette ), questo prezioso bene ? In Giappone per 1 metro quadro di verde in più farebbero miracoli, forse da noi ne abbiamo troppi e non ci facciamo caso. Utilizzarli per un'agricoltura urbana ? A costo zero ? Non so bene ma sicuramente una grande risorsa inutilizzata. Parliamo di milioni di ettari. Una sfida? Impariamo a fare agricoltura ci avvicina alla natura con rispetto. Crediamo delle aziende aperte alle scuole sia come formazione e sia come antidoto allo stres tecnologico. La natura ci regalo molto, senza che nessuno la abbliga a dare.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 23.07.18 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Tutto bene quel che sta facendo Di Maio. Ma ho sentito parlare di apertura dei manicomi da parte di Salvini. Ricordate Basaglia? La legge 180 che restituì alla vita tante persone con disturbi mentali.Bisogna potenziare, invece, i servizi dei centri salute mentale, che c'erano, dopo la riforma voluta da Basagli, e che stanno chiudendo.Salvini è un retrogrado xenofobo che ci riporta indietro di un secolo. La chiusura dei porti, la gente che naufraga e che vaga per il mare per giorni e giorni,Non sono cose che molti di noi sopportano. La mancanza di diritti, l'assenza di sentimenti umani come l'accoglienza e la condiscendenza di Toninelli non vengono approvate dalle persone 'libere'. Sono iniziative disprezzate da molti. Sull'Africa, fate una mappa delle situazioni economiche, sociali e che non si parli più di migranti economici!

gloria gaetano, Terni Commentatore certificato 23.07.18 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Navi che arrivano dall' Ucraina e dal Canada. vietare immediatamente l' importazione del grano e bloccare le multinazionali. W il governo populista

scipione SCAPATI, CERVIGNANO DEL FRIULI Commentatore certificato 23.07.18 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Bravi!Buon lavoro!!!

Sandy soletj 23.07.18 13:45| 
 |
Rispondi al commento

bravi, era ora che qualcuno si accorgesse dei produttori di grano. Il nostro grano è il migliore e va difeso. E va remunerato il lavoro dell'agricoltore.
Inoltre abbiamo perso un sacco di stalle in Italia, piccole stalle a conduzione familiare. E' un vero peccato. L'agricoltura è un bene da preservare!

Paolo R., Padova Commentatore certificato 23.07.18 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Doveva arrivare il M5S x prendere di polso tutte le situazioni "BENVENUTI È BUON LAVORO" mentre chi ha ridotto il nostro paese un colabrodo riprendiamoci i 💰 rubati x far rinascere l'Italia e sbatteteli in galera (devono lavorare x mantenersi).

rosaria marsano Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 23.07.18 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno, finché importare
cipolle dall'India o pomodori dalla spagna,fragole dall'Egitto ,ecc.ecc.
Costerà di meno che usare prodotti nazionali il problema non si risolve.
Un'analisi della filiera potrebbe dare una prima indicazione, oltre ovviamente alla pubblicità sul rispetto delle regole di coltivazione.
Non bisogna altresì dimenticare che il calo del reddito della popolazione spesso obbliga ad acquistare i prodotti meno cari a discapito della qualità.
Vi auguro buon lavoro.

Gianluigi Lazzarini Commentatore certificato 23.07.18 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Anche l'olio di oliva ligure è 'tagliato ' con olii di seconda, terza qualità provenienti da Spagna, Grecia, Potogallo etc
Viene spacciato come olio extra vergine perchè i chimici in seno all'azienda fanno il mix perfetto di acidità
E questo è un altro 'stupro' al Made in Italy.
A riveder le stelle

Giuseppe V. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 23.07.18 10:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ottimo lavoro, aiutate l'agricoltura perché il nostro "Made in Italy" per buona parte si sviluppa proprio nel settore agroalimentare, (olio, vino, grano, frutta, verdura, ecc...)!! Cercate di abbattere le tasse che penalizzano gli agricoltori, in modo che molti giovani, appassionati della campagna, possano intraprendere qualcosa di utile per la collettività e, soprattutto, per il loro futuro!!! Almeno voi le promesse le mantenete, altro che quello scriteriato bugiardo di Renzi che voleva firmare un trattato che "vietava" di avere un orto in casa, per poter comprare prodotti ortofrutticoli dall'estero, avvelenati dai pesticidi!!! Io, quella robaccia lì, gliela farei mangiare a lui e a tutti coloro che hanno rovinato il nostro Bel Paese!!! Ah, visto che ci siete, insieme al Ministero delle Politiche Agricole, occupatevi anche di risolvere il gravoso problema delle "quote latte"!!! Noi abbiamo il nostro latte che è buonissimo, per quale motivo dobbiamo importare latte tedesco o francese?!? Non sarebbe più giusto usare il nostro, invece di quello estero che non si sa cosa c'hanno messo dentro? (Visto l'uso di mangimi con pesticidi?).... Essendo sempre vissuta in campagna, e avendo qualche anno più di Lei, Caro Presidente Luigi Di Maio, anche se non capivo un'acca di politica, però capivo che i vecchi politici, per ingraziarsi l'Europa, hanno rovinato il nostro Paese favorendo gli stranieri!! Quindi, mi sa che è il caso di rivalutare le nostre Eccellenze Agroalimentari, riportandole al TOP dove meritano di essere!!! Auguri di Buon Lavoro a Lei e a tutto il Governo, con tutta la mia immensa stima!!! A riveder le stelle, finalmente!!!

Antonietta Barbini 23.07.18 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Bene Giancarlo, continua a sostenere la tua terra e la tua gente che ne hanno tanto bisogno!

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 23.07.18 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Agricoltura se fatta bene unico motore perpetuo che non crea inquinamento ,o almeno in forma ridotta ,altra cosa fondamentale dobbiamo mantenerci il 100% della nostra produzione per eliminare la disoccupazione ,e migliorare la nostra qualità di vita a cosa serve asportare chi lavora la terra per poi renderlo un disoccupato?

francesco s., Coreglia antelminelli Commentatore certificato 23.07.18 10:25| 
 |
Rispondi al commento

lo dicevamo prima, in campagna elettorale, adesso è il momento di farlo! Quante cose da fare ma in silenzio, diventano più serie !

Francesco Gullì () Commentatore certificato 23.07.18 09:53| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo!
l'agricoltura come perno Italiano
l'agricoltura sostenibile
pulita da agenti inquinanti carcerogeni

agricoltura sostenibile per le tasche dei cittadini italiani: invogliare con i prezzi l'acquisto di frutti nostrani - abbattimento di regole medioevali sulla produzione...invogliare in questo senso la produzione diffusa anche di piccole realtà familiari. (perchè per avere un PSA occorre essere un azienda avviata e gia piena di soldi e proprietà? perchè non è possibile far sviluppare i Poveri appassionati?)

Alessandro D., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 23.07.18 09:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori