Il Blog delle Stelle
Sicurezza e benessere per chi viaggia in treno

Sicurezza e benessere per chi viaggia in treno

Author di Danilo Toninelli
Dona
  • 136

di Danilo Toninelli, Ministro delle infrastrutture e dei trasporti

È insopportabile il pensiero che da un semplice binario possa scaturire tanto dolore. Ieri sono andato in Puglia per commemorare, due anni dopo, la strage ferroviaria sulla tratta Andria-Corato. Una tragedia assurda e inaccettabile. Ho abbracciato i parenti in lacrime delle 23 vittime. E ho detto loro che gli interessi di un gestore ferroviario o di certi potentati economico-politici locali non dovranno mai più prevalere rispetto alla sicurezza dei pendolari, rispetto al benessere di tutti i cittadini che su quel binario viaggiano ogni giorno.

Chiederemo sempre verità e giustizia per i defunti, i feriti e i loro familiari. La magistratura sta facendo il proprio lavoro, ma l’attenzione dovrà rimanere sempre alta. Il mio ministero, nel frattempo, sta analizzando le tratte, rivedremo le concessioni se serve. E le Regioni devono collaborare. Ci sono degli standard di sicurezza, garantiti da importanti innovazioni tecnologiche, che a livello nazionale Rfi rispetta e ai quali, invece, le aziende regionali spesso non riescono ad adeguarsi.

Lo dico anche ai governatori, senza accusare nessuno in modo specifico: dovrebbero assumersi la responsabilità di disinteressarsi di alcuni centri di potere, di posti e poltrone. Se il concessionario non raggiunge gli obiettivi di qualità, efficienza e sicurezza del servizio, lo si sanziona fino a sostituirlo. E magari l’infrastruttura può passare nelle mani dello Stato, separando così in modo appropriato la titolarità della rete da quella del servizio. Stiamo parlando di un mezzo di trasporto essenziale, che tanta gente utilizza: pensiamo soltanto ai 5 milioni di pendolari che ogni giorno combattono con i ritardi, con le corse cancellate, con il riscaldamento o l’aria condizionata che non funzionano a bordo dei treni.

Gli investimenti vanno rafforzati, ma anche i fondi che già ci sono, per esempio i 300 milioni del Fondo sviluppo e coesione, vanno utilizzati meglio. E le aziende devono implementare la spesa, devono sbrigarsi.
Non ci sarà un’altra commemorazione su quella linea senza novità tangibili per i passeggeri, potete starne certi. Inoltre, da settembre farò un tour, a livello nazionale, sulle tratte regionali che non funzionano.

Sicurezza e benessere di chi viaggia in treno saranno una delle priorità assolute del mio mandato e del MoVimento 5 Stelle al governo.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

13 Lug 2018, 14:19 | Scrivi | Commenti (136) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 136


Tags: Andria-Corato, danilo toninelli, ferrovie, incidenti ferroviari, linee ferroviarie, ministro, treni

Commenti

 

Viaggiare sui treni è diventato impossibile, bisogna viaggiare sotto scorta, il personale delle ferrovie è continuamente minacciato, molti sono stati pestati e se hanno reagito i magistrati sorosiani li hanno fatti licenziare, bisogna immediatamente buttare fuori a stracalci le cintinaia di migliaia di parassiti clandestoni dalla pelle scura, con il 20-25% di disoccupazione per non parlare dei milioni di poveri assoluti non ce li possiamo permettere.
Dobbiamo reagire e subito.

mario genovesi 17.07.18 16:56| 
 |
Rispondi al commento

rettifica da carmine al post delle ore 17,21
Ovviamente il mio commento si riferiva allo studio della proposta di legge sul controllo e la sicurezza dei bambini in auto dimenticati dai genitori.

carmine f., napoli Commentatore certificato 15.07.18 17:33| 
 |
Rispondi al commento

caro ministro Toninelli molti italiani ritengono che sia una politico preparato.Un sommesso consiglio :non si perda in sia pur commendevoli iniziative pur necessarie | un ministro dei trasporti in italia ha tanti e piu grandi e difficili problemi da risolvere e sulla cui risoluzione far sentire la sua voce .
nel blog molti li hanno elencati con precisione e competenza !E? un altro grido di dolore che da tante parti d'italia si leva ! : Rete pricipale dorsale incompleta per i collegamenti veloci da Napoli a Reggio , non parliamo della sicilia ! rete ferroviaria trasversale da riprogettare (vedi napoli foggia che è una vergogna per una nazione moderna ),rete dedicata ai treni dei pendolari obsoleta ,, materiale rotabile che a stento si sta rinnovando, altro che treni a levitazione magnetica!
Pur essendo consapevole che occorrono molte risorse economiche, non posso sottacere, da quello che ricordo da ex di decenni fa, che un km di ferrovia da noi costa il doppio di quello negli altri paesi europei .Tutta Colpa della orografia italiana ?e per la rete autostradale non stiamo meglio anche se la dorsale con l'autostrada napoli .reggio C autostrda del mare, ha fatto un grande balzo in avanti ,nonostante tutte le critiche almeno si è visto qualcosa di moderno !
Adelante pedro !ma non tutto ad AV

carmine f., napoli Commentatore certificato 15.07.18 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Eggià, ho dovuto creare un nuovo account. Non sono un troll. Identificate con"troll"chiunque NON abbia le vostre idee. Molto triste come cosa. Beh il post parla di democrazia diretta. Vorrei praticarla. Vorrei dare una risposta alla signora Viviana,nonostante dalla stessa sia stato trattato con maleducazione e nonostante i miei commenti siano stati tutti cancellati, sebbene vi sia stata educazione e contenuti. Sono un cittadino che sta cercando di avvicinarsi ad M5S, provare a capirvi e ascoltare le vostre ragioni. Mi rendo conto che è impossibile e, a questo punto, ciò rappresenta il vostro limite. Ho provato a commentare idee in maniera propositiva ma contrarie alle vostre sul CETA, sul quale sono assolutamente a favore. Principalmente per aprire una discussione; in realtà ho trovato solo chiusura mentale e censura. Ho ricevuto solo insulti. Non è democrazia. Chiudo dunque la mia osservazione di M5S e del suo blog. Di un blog in cui il 70% dei commenti è fatto da sole 30 persone(e lo sapete bene) e il resto è rumore di fondo in un disegno già tracciato.

m c 14.07.18 22:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SPOIL SYSTEM. Continuo a sottolineare l'importanza di cambiamento, hard reset, nei vari ministeri ancora retti da persone inette e prive di capacità tecniche e piazzate lì solo per perseguire il non fare, anzi fare sciacallaggio sulla pelle di noi cittadini. Sciacallaggio è spartirsi soldi destinati alle infrastrutture anziché migliorare le linee ferroviarie, viadotti che in Liguria non vengono più manutenzionati e le denunce dei cittadini ridotte a quattro chiacchere da bar mentre si leggono insulsi giornali che seminano discordia sul governo. Particolare attenzione dovrà essere priorità sulle nomine Cassa Depositi e Prestiti e in tutti quei posti ove confluiscono i soldi di NOI CITTADINI. Agire senza remora alcuna contro coloro che remano contro il nostro volere di chiarezza, agire affrettando il passo delle riforme, è per questo che vi abbiamo votato. Grazie ⭐⭐⭐⭐⭐

Adriano V. Savona 14.07.18 22:03| 
 |
Rispondi al commento

Buona sera,
Vogliamo passare ai fatti, benissimo,
Si comincia da Lecce a potenziare
La stazione di rimessaggio e manutenzione treni per poi passare ai tratti Lecce Bari e Bari Napoli con i treni a levitazione magnetica, basta vedere cosa fanno i giapponesi della Hitachi, facciano diventare il sud il centro naturale del Mediterraneo, valorizziamo la nostra cultura, investiamo nelle strade ad induzione su tutte le coste affinché i turisti
Si possano muovere in libertà e senza costi ad ammirare tutte le bellezze italiane.
Ci vogliono soltanto Delle persone che abbiano il senso del bene comune.
Buon lavoro.
Cordiali saluti.
Francesco

Francesco Costantini 14.07.18 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Mentre il presidente Mattarella vauro e compagnia cantando obbligano il Governo italiano ad interessarsi di migranti, i capi di stato europei si incontrano in vari vertici per occuparsi di trattati e accordi commerciali per favorire la crescita dei loro paesi.
QUANDO CAPIRETE TUTTI CHE QUESTO DEI MIGRANTI E' UNA OPERAZIONE DI DISTRAZIONE?
sveglia perchè tanti sono i problemi che pesano sulla vita degli italiani.
W IL M5S
Osvaldo Chiarelli
M5S Firenze

osvaldo chiarelli, firenze Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.07.18 18:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi inserisco in qs spazio per scrivere al Ministro.
Tempo fa un articolo di giornale rilevava come i porti di Gioia Tauro e di Taranto fossero separati dalla ferrovia da soli 2 chilometri non ferrati, cosa che fa trasportare le merci su gomma anziché su treni, con pesante inquinamento ambientale.
Altra segnalazione è quella dell'inquinamento da auto,soprattutto diesel, che richiede un intervento centrale, che a livello nazionale metta fuori circolazione i mezzi più obsoleti. A tale proposito segnalo che gli autobus di Roma, con i loro 15 anni, non sono i più vecchi d'Europa, come si è detto di recente: CE NE SONO ALTRI CHE HANNO OLTRE 40 ANNI: quelli del servizio pubblico di Capri,l'isola, contro cui sembra nessuno sia in grado di fare niente, e si continua a respira il fumo nero che entra nelle finestre.
Grazie

maria 14.07.18 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Superciuk Juncker prima si scola l'impossibile e poi inizia a straparlare mandandoci cazziatóni e minacce.Chiudiamola così, “Gli ubriachi hanno un'intelligenza superficiale, così superficiale da fare invidia ai filosofi.”

m.m 14.07.18 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Una cosa giusta l'aveva fatta il Vice Vice Vice Presidente Del Consiglio (tre Vice perché prima di lui ci sono Salvini, Conte, ed a quanto pare pure Savona): chiedere l'Impeachment per Mattarella, che sempre più vorrà indirizzare la politica del Governo, ruolo che non gli spetta, come del resto non gli competeva neppure il veto su Savona all'Economia; gravissimo atto che andava sanzionato con la richiesta di messa in stato d'accusa. La cosa sarebbe finita in nulla, perché la procedura di messa in stato d'accusa è tanto lenta e farraginosa che sarebbe caduta nel vuoto, ma l'ATTO politico sarebbe rimasto e avrebbe posto le basi per ben altro rapporto tra il Presidente Mattarella ed il Governo.
Oppure si sarebbe tornati a votare, tanto meglio per il M5S.
Ora bisogna avere il coraggio di affrontare Mattarella, sfidandolo ad indire nuove elezioni, se la politica di questo Governo non gli piace.
Non decide lui come deve essere tratto il problema dei flussi immigratori, del tutto incontrollati.
Non decide lui gl'indirizzi economici, e null'altro che riguardi l'azione dell'esecutivo.

Alberto O. 14.07.18 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo ministro Toninelli, anche nella questione della migrazione di massa. Trovo deprecabile la posizione un po' ambigua di Di Maio. Portare milioni di giovanotti dall'Africa non ha nessun senso e non giova a nessuno! Chi afferma il contrario lo fa (irresponsabilmente) per qualche motivo (o calcolo) segreto.

fabio 14.07.18 10:12| 
 |
Rispondi al commento

huffingtonpost.it: Trump come Casalino. Prima l'attacco, poi la retromarcia con accuse ai giornali: Complimenti siete il miglior giornale di barzellette on line..insuperabili per le cazzate che riuscite a dire.

m.m 14.07.18 09:59| 
 |
Rispondi al commento

3 segue Bechis
Hanno voluto fare tutto in segreto, all'interno di un comitato ristretto degli uffici di presidenza del Parlamento a metà anni Cinquanta, e non hanno mai reso pubblico cosa avevano deciso per se stessi. Chi scrive ha chiesto mille volte di potere vedere quegli atti (che non hanno valore di legge), e la risposta è sempre stata negativa. In ogni caso se l'ufficio di presidenza potè dare i vitalizi, l'ufficio di presidenza oggi può cambiare la sua decisione, e gli unici ricorsi possibili sono al buon cuore di chi ha fatto quella scelta perché la magistratura ordinaria non può sindacarla. Non solo: non essendo nè una legge costituzionale nè una legge ordinaria a stabilire il taglio dei vitalizi, la delibera Fico non ha alcun valore all'esterno della Camera e non può costituire precedente per altri pensionati. Cade così quell'arma impugnata da tanti ex, che dicevano: "vedete? Ora tagliano a noi, così poi taglieranno la pensione a tutti i cittadini". Una disperata panzana.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.07.18 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Poi c'è un ex dc che andò in onorevole pensione a 42 anni, noto alle cronache nazionali per essere stato dal 2009 al 2014 presidente della Banca popolare dell'Etruria e dell'Alto Lazio, e oggi si trova a processo per bancarotta fraudolenta.

Baby pensionato a 42 anni anche Giuseppe Gambale, 8.455 euro al mese dal 28 aprile 2006. Anche a lui da novembre taglieranno 3.931euro al mese.

Ma il primato va a un altoatesino: Michl Ebner, che dopo 4 legislature ha riscosso il suo primo vitalizio da 8.455 euro mensile a partire dal 15 aprile 1994: aveva ancora 41 anni. Da ieri sa che l'assegno verrà tagliato di 5.466 euro al mese, e dovrà farsene una ragione.

Di storie così ce ne sono a bizzeffe perché nell'elenco dei vitalizi esaminato dall'ufficio di presidenza della Camera ci sono ben 307 ex andati in pensione da 55 anni in giù, e fra questi 85 da 50 anni in giù. Potreste trovare anche gente che era ricca e potente facendo altre professioni. Come Giancarlo Abete, industriale fratello del banchiere Luigi e già presidente della federazione italiana giuoco calcio: ha avuto il suo primo vitalizio a 50 anni nel 2000, e l'assegno mensile da allora è di 6.590 euro (gliene spetteranno ora circa 2.600). O Roberto Mazzotta, uno dei banchieri più potenti della prima e della seconda Repubblica, ex presidente della Cariplo e della Banca popolare di Milano: anche lui in pensione da deputato a 50 anni con 8 mila euro mensili invece dei 2.600 che ora gli spetteranno.

Tutti casi che raccontano di una decisione giusta presa da Fico & c. Perché la storia dei vitalizi parlamentari è piena di ingiustizie. A tutti quelli che strepitano sul diritto acquisito portato via, faccio una sola domanda da giornalista che si è occupato per anni di questa materia: mi fate vedere una legge, un decreto, un articolo della Costituzione che stabilisce quel diritto acquisito? E resto senza risposta: perché nessuna norma nei codici italiani stabilisce il diritto al vitalizio e ne regola il calcolo.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.07.18 09:51| 
 |
Rispondi al commento

1
FRANCO BECHIS
La delibera dell'ufficio di presidenza della Camera sui vitalizi ripara molte ingiustizie fatte in questi decenni. Sono 300 gli ex che hanno avuto il vitalizio prima dei 55 anni. Anche quando a tutti gli altri italiani erano imposti almeno 65 anni
Sapete a che età è andato in pensione Veltroni, fondatore del Pd? A 49 anni, il 20 luglio del 2004- non un'era geologica fa- quando era sindaco di Roma. Da quel giorno ha potuto prendere un vitalizio mensile da 9.850 euro, oltre allo stipendio da sindaco della capitale che a quell'epoca valeva altrettanto.
Nel 2004 l'età pensionabile per gli italiani, grazie a una nuova modifica di legge approvata proprio quell'anno era salita a 65 anni. Veltroni non ha raggiunto quell'età nemmeno oggi (ha 63 anni), ma, visto che era entrato in parlamento molti anni prima- nel 1987- si è portato dietro le regole dell'epoca e ha potuto riscuotere il vitalizio 16 anni prima di quello che la legge consentiva a tutti gli altri italiani. Nel 2008 si è ricandidato in Parlamento, è entrato, il vitalizio gli è stato sospeso perché intanto prendeva l'indennità parlamentare e le due cose erano incompatibili. Dal 15 marzo 2013 il vitalizio è ripreso a correre. Ora Roberto Fico l'ha fatto ricalcolare per capire quanto a Veltroni spetta applicando anche a lui le regole valide per tutti gli altri italiani. Sull'età ormai è andata. La cifra giusta però è intorno ai 6.200 euro mensili, che è sempre una bella somma. E con la delibera di ieri da novembre Veltroni si vedrà alleggerito di 3.632 euro al mese.

Secondo esempio: Giuseppe Fornasari. E' un ex deputato democristiano, che fu alla fine degli anni Ottanta e all'inizio degli anni Novanta sottosegretario in due governi guidati da Giulio Andreotti. Fornasari, nato ad Arezzo il 26 ottobre del 1949, aveva quattro legislature alle spalle. Ed è andato in pensione il 23 aprile 1992, quando aveva appena 42 anni. Da quel giorno percepisce un vitalizio mensile di 8.455 euro.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.07.18 09:49| 
 |
Rispondi al commento

Ma oltre a cercare i 50 milioni rubati da Bossi c'è qualcuno che sta cercando i 38 milioni regalati ai terremotati dagli italiani?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.07.18 09:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da il giornale: L'ultima (folle) proposta di Grillo: ​"Un mondo senza carceri".Vorrei dire alla sottospecie giornalistica, di quel giornale e ai suoi commentatori.Il vostro padrone è diventato ricco riciclando denaro mafioso proveniente dal traffico di stupefacenti che negli anni 70 era piuttosto fiorente.Legalizzando l'uso e consumo in maniera "controllata" delle sostanze stupefacenti eliminerebbe come minimo il 60% dei reati commessi in italia (tutti legati al traffico infame) Non si risolvono simili tematiche con moralismi da quattro soldi.Ma facendo serie analisi del fenomeno e prendere le contromisure meno dannose sia per i malati (i tossici) che per la società.I vostri compari e voi del giornale date manforte a una classe politica para mafiosa.Che lezioni di "moralità", potreste mai dare, se fate parte di quel mondo,consapevolmente o inconsapevolmente.

m.m 14.07.18 09:27| 
 |
Rispondi al commento

segue Sinagra
È noto che qualsiasi governo non voluto dalla volontà popolare, ancorché privo della fiducia parlamentare, si troverebbe a gestire la molto prevedibile fase successiva delle nuove elezioni politiche generali.

Queste mie riflessioni non le sono certamente necessarie nello svolgimento delle sue funzioni perché sono certo che lei saprà esercitarle in aderenza allo spirito e alla lettera della nostra Costituzione, sciogliendo i dubbi ora presenti nell’opinione pubblica.

Augusto Sinagra

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.07.18 09:22| 
 |
Rispondi al commento

seguito

Lei è stato Professore associato di diritto costituzionale e il suo primo studio, cioè la sua tesi di laurea pare riguardasse la funzione di indirizzo politico del Capo dello Stato.
Penso che lei sia ancora attratto dal suo primo studio giovanile, ma quel che rileva è la sua idea della funzione di indirizzo politico, come ora manifestatasi.
Non credo che le sue indicazioni, i requisiti da lei richiesti per i nuovi Ministri (oltre al prossimo Presidente del Consiglio dei Ministri) rientrino nella funzione di indirizzo politico che si estrinseca nella azione di governo in politica interna come in politica estera.

La democrazia parlamentare è cosa ben diversa dalla democrazia presidenziale. Dunque, centrale è il Parlamento che, richiesto della fiducia, valuterà le caratteristiche, le attitudini, gli orientamenti politici dei Ministri e il programma del nuovo Governo.
Il Capo dello Stato conferisce l’incarico alla persona ritenuta più adatta a formare il nuovo governo e in grado di ottenere la maggioranza parlamentare, e la persona incaricata predispone la cosiddetta “lista dei Ministri”.
Come si sa, ciò avviene prima ancora della fiducia o meno da parte del Parlamento. Il Capo dello Stato prende atto e firma i decreti di nomina. Se poi si voglia intendere la funzione di indirizzo politico del Capo dello Stato o, sotto diverso aspetto, pensare ammissibile un “non gradimento” nei confronti di uno o più Ministri da parte del Capo dello Stato, questi potrà pure rifiutare la firma del decreto di nomina in modo formale, ufficiale e motivato.

Il Capo dello Stato è garante della Costituzione, ma non detta l’indirizzo politico del Governo e dunque richiedere preventivamente che i nuovi Ministri, secondo le espressioni oggi correnti, non siano “sovranisti”, siano “europeisti”, siano filo “atlantici” o meno, valutino in un determinato modo l’aggressione militare alla Siria (tanto per fare un esempio),

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.07.18 09:20| 
 |
Rispondi al commento

Quante maldicenze sul povero Juncker! Barcollava, sostenuto da due aiutanti, perché si era fatto male al gomito. Lo aveva alzato troppo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.07.18 09:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pugno duro con i falsi migranti.I figli del ceto medio africano che migrano per cercar fortuna facile,non fanno nulla per migliorare i loro paesi,preferiscono la vigliaccheria della fuga.vdete un vecchio misero arrivare sulle nostre coste?no, arrivano i bulli della meglio Africa i furbetti del villaggio:a casa,fannulloni.

Paolo 14.07.18 08:37| 
 |
Rispondi al commento

Un tempo Malta era nella lista nera dei paradisi fiscali ma ci è uscita proprio grazie a Berlusconi e ai voti della Lega di Bossi per favorire la fuga di capitali neri di entrambi). Del resto Bossi si era rivolto anche alla 'ndrangheta per avere buoni consigli sui paradisi fiscali migliori dove investire il malloppo.
Se Salvini si occupasse anche di quanto ci rimettiamo in fisco grazie a questo sostegno a paradisi fiscali come Malta e di quanti redditi minimi di sostegno ne uscirebbero, non sarebbe male. Ma qui il migliore ha la rogna. E se come Presidente del Consiglio europeo i vari capetti dei bravi Governi europei elessero proprio Juncker che per 18 anni ha curato il paradiso fiscale del Lussemburgo, cosa dobbiamo aspettarci da questa Europa dei ladroni, degli ubriachi e degli evasori? Juncker ebbe, nel '14, 422 voti favorevoli, 250 contrari e 47 astenuti.
Come scrisse una valorosa giornalista, "Malta è lo Stato nel Mediterraneo fa da base pirata per l’evasione fiscale di tutta l'Ue“. Si chiamava Galizia ed è stata ammazzata da un'autobomba proprio a Malta. Chiedetevi voi perché.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.07.18 08:17| 
 |
Rispondi al commento

Salvini ha intrapreso una guerra dei migranti con Malta ma dietro ci sono troppi affari sporchi e in questi c'è anche il sostegno della Lega quando era socia di Berlusconi e ci sono gli affari sporchi di Berlusconi e di tutti quei politici e imprenditori e criminali italiani che i soldi li hanno riubati al popolo italiano e al fisco e lo hanno rimpiattati a Malta. E a tutto questo la Lega alleata di Berlusconi ha dato man forte.
A gennaio la Guardia di Fianza ha scoperto un giro di scommesse illegali tra Italia e Malta che ha riciclato 1 milione di euro in soli 8 mesi, un giro vorticoso di denaro che non è isolato. Ci sono ben 8.000 società maltesi controllate da imprenditori italiani.
Se Malta non vuole saperne di prendere migranti poveri, offre però condizioni irresistibili agli investitori stranieri supericchi, senza tasse, con interessi incassati sui prestiti e royalty relative a brevetti e marchi. Basta trasferire il reddito dalla società italiana a quella maltese e l'arrichimento è assicurato. Con questa porta aperta ai corrotti d'Europa, Malta ha un sistema bancario che vale 8 volte il PIL! E' la terra promessa per i capitali di dubbia origine. Per diventare cittadini maltesi basta investire 500mila euro in bond maltesi e in immobili sull’isola: come dire che per diventare europei basta essere ricchi.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.07.18 08:17| 
 |
Rispondi al commento

Salvini sarà anche esagerato quando dice: "Nel Mediterraneo ci sono navi con bandiera di Olanda, Spagna, Gibilterra e Gran Bretagna, ci sono Ong tedesche e spagnole, c'è Malta che non accoglie nessuno, c'è la Francia che respinge alla frontiera, c'è la Spagna che difende i suoi confini con le armi, insomma tutta l'Europa che si fa gli affari suoi. Da oggi anche l'Italia comincia a dire NO al traffico di esseri umani, NO al business dell'immigrazione clandestina". Però quando si parla di Malta che dista dalla Libia quanto Lampedusa ci sono troppe cose che nessuno dice perché il discorso su Malta va molto oltre il traffico di migranti. Non lo dicono i nostri giornali ma non lo dice nemmeno Salvini, perché Malta è un buco nero dove si infilano troppi affari sporchi.
Intanto i notri media non ci dicono che è un paradiso fiscale, che i magnati europei la proteggono perché lì ci sono i loro fondi neri, che dietro la guerra sui migranti ci sono tante cose sporche, il petrolio, un intreccio fitto di scambi commerciali, la mafia, miliardi rubati o evasi, giri vorticosi di denaro e malavita. Intanto Malta è fonte di business per l’Italia che è il suo principale partner commerciale. Compra prodotti nostri per 1,6 mld l'anno (mentre noi ci guadagniamo 1 miliardo contro i 5 che perdiamo con la Russia). Così è entrata nell'Ue proprio grazie all'Italia che le ha dato copertura militare e geopolitica. Malta si affidò all’Eni per contrastare le pretese di Gheddafi sui suoi giacimenti petroliferi e nell'oscura vicenda c'entrerebbe anche la strage di Ustica. Si parla di scambi segreti, giacimenti di petrolio in cambio di migranti e altre porcherie.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.07.18 08:16| 
 |
Rispondi al commento

Tutti gli stati costieri del Mediterraneo, secondo la Convenzione di Amburgo, dovrebbero definire e garantire l'operatività di un'area Sar (ricerca e soccorso) in mare e coordinarsi tra loro. A parole, significa che ognuno pattuglia un tratto di mare e se i migranti vengono recuperati nella sua, deve coordinare i soccorsi, salvarli, accudirli e coccolari. Peccato che queste zone Sar non sono mai state definite bene. Malta ha ottenuto un'area Sar 750 volte più grande del suo territorio (per motivi politici ed economici) ma non ha mai messo in campo gli strumenti per pattugliarla a dovere. E così l'Italia ne ha fatto le veci, trovandosi alla fine a dover gestire praticamente tutto il mare nostrum (500 mila km quadrati) con il suo centro di coordinamento.
Perché le navi ONG puntano sull'Italia? Perché Malta le rifiuta pur ricevendo dall'Ue fondi per l'accoglienza. Non accetta le linee guida dell’Imo (che prevedono l’obbligo per lo stato responsabile dell’area Sar di accettare gli sbarchi) e non ha ratificato gli emendamenti alle Convenzioni Sar e Solas adottati nel 2014, secondo cui l’obbligo di fornire un luogo d’approdo sicuro per i naufraghi "ricade sul Governo contraente responsabile per la regione Sar in cui i sopravvissuti sono stati recuperati. Rifiuta a basta!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.07.18 08:15| 
 |
Rispondi al commento

Malta è grande come l'Elba:400mila abit. e 5.000 immigrati,troppi!Sono il 18,3% contro il nostro 2,4.I media non dicono che è un paradiso fiscale,che i magnati europei la proteggono,che dietro la guerra sui migranti ci sono tanti affari sporchi,un intreccio fitto di scambi commerciali,giacimenti petroliferi,giri vorticosi di denaro e malavita.Malta è fonte di business per l’Italia che è il suo principale partner commerciale.Compra prodotti nostri per 1,6 mld l'anno(guadagniamo 1 mld contro i 5 che perdiamo con la Russia).Entra nell'Ue grazie all'Italia che le dà copertura militare e geopolitica.Si affidò all’Eni per contrastare le pretese di Gheddafi sui suoi giacimenti petroliferi e nell'oscura vicenda c'entrerebbe anche la strage di Ustica.Si parla di scambi segreti:giacimenti di petrolio in cambio di migranti all'Italia
M. è un crocevia finanziario e politico:ha la Banca centrale libica,la Compagnia petrolifera nazionale e il fondo di investimento della Lia,la cassaforte libica
Un anno fa la magistratura scopre una triangolazione criminale tra Malta,Libia e Italia:un’associaz.a delinquere mafiosa che esporta illegalmente petrolio libico di bassa qualità verso Malta,da qui raggiunge l'Italia dove è venduto come carburante di alta qualità.Dietro la guerra sui migranti ci sono troppi affari sporchi
A genn.la GdF scopre un giro di scommesse illegali tra i due paesi che ricicla 1 milione in soli 8 mesi,un giro vorticoso di denaro che non è solo.Ci sono ben 8.000 società maltesi controllate da imprenditori italiani.Se Malta non vuole migranti,offre però condizioni irresistibili a investitori stranieri,esentasse,interessi incassati sui prestiti e royalty relative a brevetti e marchi.Basta trasferire il reddito dalla società italiana a quella maltese e l'arrichimento è sicuro.Prima era nella lista nera dei paradisi fiscali e ci è uscita "grazie a B e alla Lega" per favorire la fuga di capitali neri.Se Salvini si occupasse anche del fisco non sarebbe male

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.07.18 07:35| 
 |
Rispondi al commento

Avanti cosi ministro Toninelli.

franco rina 14.07.18 02:50| 
 |
Rispondi al commento

"LO SI SANZIONA FINO A SOSTITUIRLO" (Ministro Toninelli)

A) Questa è la parola chiave che seve per invertire il menefreghismo diffuso tra i funzionari presenti nelle strutture del Pese che non fanno, e non sanno, fare il proprio dovere: vedi il neo primario del party vascolare e i pazienti trasferiti in altri reparti per dare il via ai festeggiamenti (con un governo Renzi o Berlusconi questo sarebbe diventato il direttore sanitario dell’intero nosocomio).

In questo ventennio, in modo particolare, abbiamo persone che sono arrivate a presiedere i vertici di enti, o di aziende, per il "merito" di parentopoli; o che sono il frutto di una raccomandazione con la quale il corrotto doveva sdebitarsi; o perché il politico ha piazzato il cavallo sicuro con cui poi farà affari illeciti; o perché si tratta di un esponente autorevole affiliato a qualche loggia entrato dopo che i presidenti hanno truccando il concorso.
In realtà più che di dirigenti, si tratta di veri e propri soloni, anche negligenti, che non hanno l’attitudine di comprendere la delicatezza del ruolo che coprono, di come dev'essere la giusta tensione verso l'efficienza di ciò che amministrano, un’efficienza utile ad adeguare la sicurezza delle infrastrutture per motrici e convogli sempre più rapidi in un contesto di traffico che aumenta e che richiede una gestione competente e attenta che sappia individuare e previene i molteplici rischi o gli aspetti deboli da rafforzare.

friso r. Commentatore certificato 14.07.18 01:02| 
 |
Rispondi al commento

B) Così, questi emeriti raccomandati, assorti a gustarsi le gratificazioni economiche e qualche nutrita bustarella (magari sulle commesse d'acquisto), un po’ alla volta si isolano dalla realtà dai bisogni del sistema, non avvertono più i pericoli o il fatto che le procedure sono divenute inadeguate: tant’è che prima o poi arriva la coincidenza non ponderata, e quindi la strage sulla tragedia annunciata.
Purtroppo: ignoranza, incompetenza, e i numeri del profitto a spese di doverosi adeguamenti anche per mancanza di buonsenso, vengono poi pagati dagli ignari cittadini utenti, quando si trovano lì, in quel momento.
Il Paese di situazioni a rischio è zeppo, ma il primo rischio per i cittadini sono proprio i responsabili, che sono irresponsabili a loro insaputa, in quanto sono divenuti dirigenti per vie traverse.

Ripeto: la parola chiave è quella proferita dal ministro Toninelli: “lo si sanziona fino a sostituirlo”.

AVANTI TUTTI UNITI CON L’OTTIMO GOVERNO DEL DOTT. CONTE COMPOSTO DA 17 milioni di cittadini che credono sulla bontà e professionalità di M5S e LEGA diversi ma complementari.

friso r. Commentatore certificato 14.07.18 01:00| 
 |
Rispondi al commento

Poi dicono che è tutto un caso,non c'è niente di organizzato,questi delinquenti stanno alzando la posta ,messe fuori gioco le Ong,le navi militari non ci cascano più ,sono tornati ai barconi fatiscenti in pratica al punto di partenza e se anche questo non cambierà le cose purtroppo ci sarà la tragedia perché questi trafficanti non rinunciano devono ricominciare a incassare per loro sono solo della carne da macello ed è per questo che non si può cedere ai ricatti di queste bestie ,non si può agevolare questo traffico di derelitti e comunque nessun altro si fa scrupoli questa è una delle eredità che ci hanno lasciato i ridicoli e patetici fenomeni a cominciare dal bomba e seguaci.

ALBERTO G., Teolo Commentatore certificato 14.07.18 00:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Però Salvini e la Lega stanno agendo... uno dei tanti commenti tra colleghi di lavoro ( no posto fisso). Io che seguo e voto 5stelle e nel tempo libero giro per la rete informandomi approfonditamente sui singoli argomenti, utilizzando fonti imparziali quali i canali Youtube socialtv network, Fragne23 ed altro,ricordo loro che la Lega è parte del governo coi 5Stelle e che per ogni Salvini ci sono un Di Maio e un Toninelli e un Bonafede e tanti altri che hanno a cuore questo Paese. Avanti così, la politica dei piccoli passi a volte può risultare poco visibile ma l'importanza di arrivare alla meta nelle varie battaglie per la legalità ci darà ragione. Si, per la prima volta negli ultimi trent'anni sento di poter dare fiducia a persone sane ⭐⭐⭐⭐⭐

Adriano V. Savona 13.07.18 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Con un foglio puoi scrivere lettere, poesie, racconti, fare una dedica, un reclamo, disegnare, puoi risolvere equazioni, costruire un aereoplanino. Con un foglio puoi prendere appunti, ritagliare figure, dare le dimissioni, inoltrare una supplica, con un foglio puoi fare molte cose.
Ma c'è un Foglio con il quale non puoi fare nulla, al quale non puoi chiedere nulla, meno che mai giornalismo.


Pagina di prova

Dario 13.07.18 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Se un cagnolino (bello da vedere) cade in un pozzo in Bolivia, almeno due testate giornalistiche italiane partono al volo per tenerci informati che il povero cagnolino preferisce le crocchette al salmone piuttosto che quelle normali.
Mai in questi anni invece una troupe si è recata nei posti da dove partono i "migranti"anche solo per sentire le persone e cogliere le informazioni per capire.
Tanti giovani partono perché ormai grandi e e finiti gli studi non c'è più nient'altro da fare, lavoro zero.
O meglio c'è l esercito e le formazioni paramilitari che asssumono per fare i cani da guardia ai pozzi di petrolio, ai depositi di droga e all'enorme businnes dello sversamento di grandi inquinanti.
Credere poi che sia gente che non si regge in piedi a decidere su questi temi è il colpo di grazia ad ogni speranza di miglioramento.
I migranti li vogliono le corporazioni, cioè i grandi infami che controllano lobby e governi e anche se non potremmo comunque sapere la verità dovremmo almeno essere più preparati per contrastarli.
Gli italiani nel secolo scorso capirono insieme ai tedeschi per primi che l Europa è solo un coacervo di interessi settari, di persone che credono che fare morire milioni di persone sia una strategia come altre, e che annientare una nazione economicamente sia un passo verso la vittoria. ci fu la guerra contro la coalizione atlantica, anche se impossibile da vincere per non perire come popolo, per non diventare quello xhe

Fausto O., Alessandria Commentatore certificato 13.07.18 22:01| 
 |
Rispondi al commento

Hanno speso tantissimo per l'alta velocità. Se avessero investito anche solo la metà per le linee secondarie a quest'ora avremmo una rete ferroviaria da far invidia. Sarebbe potuta diventare un ulteriore volano anche per il turismo. Alta velocità per arrivare, con le distanze ridicole di un paese piccolo come l'Italia, se va bene mezz'ora prima a destinazione.

Pantomima Rossa Commentatore certificato 13.07.18 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Ai commentatori nel box di Paolo 13/07/18 18:34| 

Mi piace immaginare per ragionare.
Immagino. Quanti sarebbero disposti, non solo in Italia, ma in Europa, a mettere la Libia a ferro e fuoco, ufficialmente per sterilizzare un territorio che raccoglie dall’Africa e non solo, il flusso verso l’Italia e l’Europa di “invasori” poveri, non poveri, uomini, donne bambini e vecchi? Credo la maggioranza.
Perché la guerra in Siria?
Perché l’Isis?
Perché Gheddafi fatto fuori?
Perché il colpo di stato in Turchia?
Perché Trump chiede di aumentare le spese militari?
Perché la Ue rischia di franare?

Siamo sicuri che ciascuna di queste domande risponde alla casualità di umori locali o personali? E di quesiti ne ho dimenticati più di uno. Se si mettono al loro posto le tessere di questo puzzle forse si capisce meglio ciò che succede e si comincia a ragionare. Immagino che l’induzione nell’immediato sia: invasione selvaggia (che nessuno vuole) o guerra alla Libia. Immagino. Che bello il gioco di spostare la palla da Tobruk a Tripoli… da Tripoli a Tobruk…

La parcellizzazione dei problemi, e il tentativo di porvi “rimedi parcellizzati”, è inutile e ridicolo. Dobbiamo andare al cuore del problema e ogni sforzo va fatto in quella direzione. La grande colpevole assente nella politica internazionale è questa buona a nulla della UE. Una potenza d’argilla dalla testa ai piedi. Che cavolo
fa la Mogherini? NON VEDE, NON SENTE, NON PARLA. Aspettiamo rassegnati i prossimi livelli di un GIOCO SPIETATO che sta passando a Km sopra le nostre teste? Il comportamento di Salvini detto di “dissuasione” agita qualche pozza d’acqua ma non risolve, né riferita ai trafficanti, tanto meno ai migranti in movimento che neppure la percepiscono. Sicuramente qualche colpo per svegliare l’EU è arrivato. Se poi in quella sede dove ai vertici scorrono fiumi di alcool, tra gli interessi in Africa (e in Europa) di Ma-cron, la fine dell’era Merkel (non ce la fa più, si vede), raccomandiamoci a… ?


sotto ▼

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 13.07.18 21:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

col barcone pieno di migranti siamo daccapo; e così per tutte le imbarcazioni che vorranno portare questi poveretti nel nostro paese.
ma l'europa cosa fa? se ne lava le mani?
perché non mandiamo tutti affanculo?

daniele g., CORTONA Commentatore certificato 13.07.18 21:12| 
 |
Rispondi al commento

o.t. qualche pennivendolo si è mai preoccupato di fare una indagine su quanti "magnano" sulla accoglienza degli immigrati?
non è per fare polemica, giusto per sapere.....

daniele g., CORTONA Commentatore certificato 13.07.18 21:02| 
 |
Rispondi al commento

A)Mi permetto di far notare al Ministro della salute una pubblicazione - se non la conosce - che è da sempre la Bibbia dei farmaci.
Una volta era cartaceaa ancora anche cartacea.
E' il Phisician Desk reference; in rete si digita PDR.net.
E' quanto è riconosciuto dal Food & Drugs Adm. negli USA.
Di fronte a molecole di farmaci che vengono proposte in Italia in questi ultimi anni io vado a vedere cosa dice il suddetto PDR.
Talvolta succede che molecole vecchie di 40 anni o più, accantonate già allora perché non più vantaggiose delle esistenti, sono ora riproposte da aziende che hanno comprato il prodotto e vengono gabellate al medico come quasi nuove (con prezzo ovviamente superiore) alle stravecchie concorrenti da sempre però valide (ma a prezzo molto basso).
B) Sarebbero da rivedere i prezzi dei prodotti per dermatologia tipo creme (cortisonici+antibiotico) riducendoli di almeno 3-4 volte. Per gli spray inalanti è quasi lo stesso.

C) Liste d'attesa al P. Soccorso.
Aumentare il personale con contratti a termine giustificando l'urgenza.

Giuseppe Flavio, vicenza Commentatore certificato 13.07.18 20:41| 
 |
Rispondi al commento

Se lo dice Grillo non battete ciglio eh? A me mi avete bannato ogni sante volta che l'ho scritto. Questo da 4 anni a questa parte. Coglioni...

one way (A) 13.07.18 20:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dicono che Juncker, il protettore del paradiso fiscale del Lussemburgo, non era ubriaco e che questa è una fake. Cosa? Quella del protettore del paradiso fiscale del Lussemburgo?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.07.18 20:02| 
 |
Rispondi al commento

Un mondo senza carceri
di Beppe Grillo:Sarebbe possibile solo se si eliminassero i troppi "stimoli" che portano a delinquere tra cui povertà (mancanza di attrattiva all'inserimento sociale) traffico di sostanze corruzione.Eliminando la possibilità dei "soldi" facili derivanti dal traffico di stupefacenti.(il problema principale)e de da li che è iniziato il degrado attuale della nostra società. Da quel mondo è partita la conquista alla finanza e allo stato da parte della mafia.Li bisogna intervenire,togliendo l'acqua ai pescecani, che vi nuotano. Magari facendo diventare "legale" l'uso delle sostanze si arriverebbe a risolvere metà del problema .Le carceri, per buona parte svuotate da tale "politica" consentirebbe un migliore gestione del problema e fare vere politiche di reinserimento sociale.Nel periodo di detenzione di un soggetto avviarlo in un percorso di apprendimento sia lavorativo che di comprensione sociale.In definitiva un detenuto è un uomo se ha buoni esempi dalla società delinquerà sempre meno.Se la società e marcia Sarà portato a delinquere sempre di più.P.s E la nostra società e marcia fini al midollo.Saluti

m.m 13.07.18 20:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al vertice NATO #Juncker stava cosí ubriaco che al momento dei saluti ha gridato "viva gli sposi!"

[@SkalRockblock]

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.07.18 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Claudio Paudice.
La molto umana Germania ha posto il veto sull'ultima tranche di 15 miliardi di aiuti Esm alla Grecia perché il governo Tsipras ha rinviato l'aumento dell'Iva in sole 5 isole per un ammontare di soli 28 milioni.
Eccola, la solidarietà europea

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.07.18 19:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salvati 400 posti di lavoro
Luigi Di Maio si era impegnato e non ha mancato di esserci.E' stata una trattativa lunga più di 9 ore fra Italiaonline e ministero del lavoro, per provare a salvare 400 posti di lavoro. Alla fine trovato accordo, lo stabilimento di Torino non chiuderà

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.07.18 19:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Max Clerici:
Con tutto il rispetto per il Presidente della Repubblica..... ma non l'ho mai sentito interessarsi direttamente per i disoccupati, per i terremotati per gli Italiani più sfortunati.... ma per i 67 immigrati della diciotti interviene personalmente... OCCUPIAMOCI DEGLI ITALIANI !

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.07.18 19:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Luca Tilbaldi: Ma quello strano coso barcollante e molto brillo che dondolava a Bruxelles è lo stesso che ci diceva di lavorare di più ed essere meno corrotti?
Grazie, Jean Claude, siamo a posto così.

#GinClaude #Ciuccker

Senso di nausea:Se sei ubriaco non puoi guidare una macchina, 2 birre e vai al SERT, però puoi guidare l'Europa.
Ottimo! Vado a vomitare.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.07.18 19:37| 
 |
Rispondi al commento

La pesante ingerenza di Mattarella sull'affare Diciotti ha dato una spinta al governo , un tentativo di saggiarne la resistenza in previsione dei futuri prossimi attacchi ! Il presidente non può dettare la politica al governo , è un'intrusione che ne mette in discussione la validità e offre occasione ai Soros di aumentare la loro azione contro il popolo italiano , noi non possiamo essere acquiescenti se non addirittura d'accordo ! Questa mossa tutta politica avrà grosse conseguenze sulla tenuta del governo che , siatene certi avrà altre bordate . Il nostro non schierarsi al fianco del nostro alleato avrà effetti distruttivi , non ci sarà una seconda volta , Salvini chiuderebbe il contratto e torneremmo a due mesi fa , allo spauracchio del governo del presidente o altre schifezze simili , forse a nuove elezioni che ci vedrebbero penalizzati a vantaggio di una Lega super ! E' questo che vogliamo ?

vincenzo di giorgio 13.07.18 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Vladimiro Giacché
Che ieri Juncker era ubriaco fradicio come una marmotta caduta in un barile di cognac si può dire? O è « populismo » e « deriva antieuropeista » ?

(Ovviamente non lo hanno eletto per quanto beve ma perché per 18 anni ha diretto il più grande paradiso fiscale l'Europa. Dal che si possono trarre valutazioni sui rappresentanti europei, su cosa rappresentano e su quanto gliene frega dei popoli dell'Ue)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.07.18 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Boeriiiii:Inps, la dirigente senza concorso resta e prende 10mila euro al mese. Chi l’ha scoperta viene sospesa senza stipendio

m.m 13.07.18 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto un commento qualcuno che sentenziava che fosse impossibile fermare l'immigrazione , concludeva con queste parole : " Provaci tu " ! Dunque non è possibile , dobbiamo rassegnarci all'arrivo di decine o centinaia di milioni di persone ?

vincenzo di giorgio 13.07.18 19:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

... e a proposito di Salvini: dopo anni di manganellamenti sulla legge Fornero da abrogare credevo che una volta al governo ne avrebbe parlato immediatamente. chissà perchè non se ne sente più parlare; e chissà perchè anche nel Blog "qualcuno" che la menava quotidianamente con la Fornero a suon di lazzi e insulti... ora si occupa solo di immigrati cattivoni!


I vecchi governanti hanno solo cercato di affidare le ferrovie dello stato ai loro amici prenditori i quali si sono guardati bene di modernizzare i treni ... allo stato come al solito rimanevano i binari.
Poi con la TAV si è ottenuto il massimo... arricchire gli imprenditori italiani e i loro amici politici.
Al solito all'Italia l'osso e la polpa ai prenditori.
Ora si tratta di invertire l'andazzo.
Favorire le ferrovie dello stato,togliere ai privati.
I maggiori disastri sono avvenuti nelle ferrovie in concessione.
Il miglior manager è stati Moretti,pure premiato per lo sfacelo!
Direi che bisogna finirla di dare al privato i servizi che sono di competenza dello stato.
Hanno già fatto troppi danni come al solito,riprendiamoci le ferrovie ed assumiamo personale e non esternalizzare i servizi.
Basta!!!
Non parliamo poi della organizzazione,che fa veramente schifo solo in ragione di un potere politico Regionale!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 13.07.18 18:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per il dramma di questo post e tutti gli interventi con lamentele per il pessimo funzionamento e per le molteplici problematiche delle Ferrovie Italiane, devo invitare Toninelli a prendere in mano la situazione nella sua globalità a partire dal Presidente di FFSS sig. Mazzoncini che è il responsabile di tutto.
Infatti il sig. Mazzoncini - riconfermato dal vecchio Governo - ha portato avanti una politica di investimenti all'estero.
Ha investito in Gran Bretagna, Olanda, India, Grecia e molti altri Paesi esteri, fregandosene della situazione ferroviaria nazionale.
Ha spostato all'estero gli stanziamenti previsti per la ns. Rete ferroviaria, creando tutti i disastri denunciati.
Il tutto per fini solo personali di prestigio e, forse, bonus.
Infatti recentemente è stato eletto Presidente dell'Associazione Internazionale delle Ferrovie.
Toninelli devi cacciare Mazzoncini e far rientrare in Italia i soldi sperperati all'estero e vedrai che trovi i fondi per sistemare le Ferrovie "Italiane".
E' URGENTE!
G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 13.07.18 18:39| 
 |
Rispondi al commento

SAlvini fara’ saltare Il governo se il prossimo barcone scarichera ‘ migranti in Italia .

Paolo 13.07.18 18:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravissimo Danilo!!! Avanti tutta, senza deragliamenti!

OT
Preparare il piano B - senza dir nulla - gli appuntamenti europei d'autunno si avvicinano e questi sciacalli cercheranno di opporsi in ogni modo alle legittime pretese del Governo Italiano. Consolidamento di parte del debito pubblico, banche pubbliche e potere di creare denaro allo Stato. Non dite nulla ma tenetevi pronti ad ogni evenienza.
Un abbraccio e buon lavoro a tutti e a a tutto il governo!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 13.07.18 18:33| 
 |
Rispondi al commento

autosufficienza Comunale: non piu' pendolari!

giampaolo gottardo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 13.07.18 18:20| 
 |
Rispondi al commento

BENE MINISTRO TONINELLI finalmente ci sei tu che LAVORI CON LA TESTA che I SAPIENTS DA 30 ANNI a questa parte hanno COMPRATO I TRENI AD ALTA VELOCITA'SENZA CURARSI DI RIFARE PRIMA LE ROTAIE ORMAI VECCHIE DECREPITE !!!!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 13.07.18 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Danilo!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 13.07.18 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Cassese stronca il taglio ai vitalizi: "Misura illegittima e ingiusta"? La cosa ingiusta è che milioni di italiani non abbiano quasi nulla da mettere in tavola tra pranzo e cena.Altro che i vostri problemucci.Anche in questo rispettabilissimo blog l'argomento non "tira" molto.Tutti benestanti e accomodati?

m.m 13.07.18 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Giachetti (Pd):Un demente e pure pagato salato.Il suo intervento? Una pessima imitazione di un altro suo pari matteuccio https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/07/13/tribunale-bari-lintervento-surreale-e-di-scherno-in-aula-di-giachetti-pd-le-pere-sono-mature-e-lalbero-e-spoglio/4490395/

m.m 13.07.18 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Ricordarsi della tavoletta di legno e della Tragedia del treno di Pioltello su al nord

m.m 13.07.18 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Il Foglio e Salvatore Merlo: Vi toccherà andare a fare il lavoro che più vi confà, o zappatore

m.m 13.07.18 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Ministro Toninelli e grande stima e rispetto per il Premier Giuseppe Conte

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 13.07.18 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Ministro Toninelli a proposito di trasporti venga a settembre pure da noi nella disastrata Calabria, dove in particolare lungo la tratta ferroviaria delle FFSS, strada SS 280 dei Due Mari, volutamente, con ampio sperpero di danaro pubblico, i treni per volere delle Ferrovie dello Stato non fermano nella nuova Stazione del Comune di Settingiano, un disastro e danaro pubblico inutilmente sperperato.Intervenga saluti e a presto Tito Sia

Tito Sia 13.07.18 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Luigierimpicment: lo vogliamo eliminare?

KTM 13.07.18 17:18| 
 |
Rispondi al commento

https://tinyurl.com/y9xqf3bj

voucherevic 13.07.18 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono le ferrovie morte e i territori uccisi.
Un tratto importante d’Italia è privo di ferrovie e strade statali. La continuano a chiamare SS. 106 ma è quella che ha seminato più morti. La chiamano la strada della morte ed ora è a volte provinciale ed a volte comunale. La stanno riempendo di minirotatorie per abbatterne la mortalità ma è stretta lentissima e piena di autovelox. Fra poco non la prenderà più nessuno eccetto i costretti.
E’ il tratto che corre da Corigliano Rossano a Crotone, qui ci stanno due porti abbandonati a loro stessi dalla Regione Calabria e dalla Autorità Portuale di Gioia Tauro. Un buco senza fondo.
Si pensi che per giungere a Brindisi stanno demolendo la vecchia tratta per farne una capace del trasporto dei containers ma la fanno passare solo a 10 km più a nord del Porto di Corigliano Rossano. Una cittadina di 80.000 abitanti, sorta dal basso per volere dei cittadini attraverso al celebrazione del referendum. Un porto a cui è impedito così ogni funzione, con fondali di 12 mt che si vuole relegare al nulla. Un porto nato con quello di Gioia per lo sviluppo della Calabria. Si vuole ancora mettere la testa sotto la sabbia e non vedere?

Raimondo M., Corigliano Calabro Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 13.07.18 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Bene Ministro ,
siamo con te! Vai avanti nel modernizzare e mettere insicurezza i trasporti. Ancor di più e meglio le ferrovie.
Quello che non hanno saputo fare PD, F.I. Monti, Gentilini e Company lo faremo noi.

Se il movimento 5stelle

Salvatore Cannatà (salvo niketeras), Mentana Commentatore certificato 13.07.18 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Bene Danilo, ti aspetto anche in Campania. Ormai le tratte ferroviarie "secondarie" (quelle del trasporto locale e dei pendolari) sono allo sfacelo!

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 13.07.18 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Bene Ministro! La aspettiamo anche quí nel Salernitano, dove tra la costiera Amalfitana e Cilentana; che dovrebbe essere la culla del trasporto facile, puntuale ed efficiente ci ritroviamo spesso a far fronte a situazioni pietose dai treni agli autobus... Ci vorrebbe una maggiore coesione delle aziende che operano nel settore per renderlo più fruibile non solo ai turisti ma soprattutto ai pendolari di tutto l'anno. Buon lavoro 🇮🇹🙏❤️

Pasquale Vassalluzzo, Battipaglia Commentatore certificato 13.07.18 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Bravo ministro TONINELLI.
È inconcepibile che nel 3° Millennio, ci sia una tale brutalità e insensibilità politica e manageriale, tale da non pianificare la piena è totale sicurezza dei cittadini - passeggeri.
È pensare che si governa in nome del popolo italiano.
Al popolo , ai cittadini si pensa solo al momento del voto.
PD, F.I. ,PARTITOCRAZIA DOCET
LO SI E VISTO COI VITALIZI .

POVERI ELETTORI CITTADINI BEFFATI IN TANTISSIMI ANNI DI MAL GOVERNO!

ANDIAMO AVANTI CON I DIRITTI PER LA CITTADINANZA ATTIVA E PARTECIPATA.
RISVEGLIAMO LE COSCIENZE ASSOPITE DI MOLTI CITTADINI , PRESI IN GIRO ED INGANNATI DA SEMPRE.

VOLTIAMO PAGINA E RIS RISCRIVIAMO LA STORIA REPUBBLICANA CON LA DEMOCRAZIA DIRETTA.

POSSIAMO SPERARE, COME PENTASTEL LATI, SOLO SUL M5S.VISTO L'ANDAZZO.

ANDATE AVANTI CON LE RIFORME. NOI STAREMO SEMPRE CON VOI A DFESA DEI DIRITTI E DELLA DIGNITÀ DEGLI ITALIANI.

Salvatore Cannatà (salvo niketeras), Mentana Commentatore certificato 13.07.18 15:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia manca equilibrio gestionale. Nelle Ferroviesi e' passati da assunzioni clientelari degli anni 80 ad un taglio scellerato che ha prodotto incidenti disastrosi. Ritrovare RAZIONALITA'

Roberto Maccione Commentatore certificato 13.07.18 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Danilo...

rolando c. Commentatore certificato 13.07.18 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Ministro Toninelli

scipione SCAPATI, CERVIGNANO DEL FRIULI Commentatore certificato 13.07.18 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Pensa ai pidocchi dei treni dei pendolari prima. E chiagni cor Reuccio va'.

https://www.youtube.com/watch?v=CZTinq-TK08

pippo aroni 13.07.18 15:23| 
 |
Rispondi al commento

sbrigati però, perchè non son sicuro che il governo Salvini mangi il panettone.

xTrEmE 13.07.18 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Avete visto juncker ...? Che vergogna!
http://www.msn.com/it-it/notizie/mondo/juncker-mai-visto-il-capo-della-commissione-europea-non-si-regge-in-piedi-al-vertice-nato/ar-AAA0hXP?li=AAaxHVJ&ocid=ientp

Alfonso 13.07.18 15:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i treni dei pendolari sono indecenti i c.d.interregionali, gli intercity non sono da meno.Gli eurostar solo per alcune piu importanti linee costosi e inaccessibili per i lavoratori e studenti.


Ci sono problemi anche su tratte locali. Disegnate negli anni 50 e forse ancora prima, sono di epoca fascista. Sono a senso unico, mai ampliate, anzi sono state private di collegamenti, non esistono sottopassi per le auto, ma chiusure del traffico automobilistico, quando il treno passa.
Addirittura non si controlla neppure se il passeggero ha pagato il biglietto.
Dovete rivedere com'è messo il traffico su ferro, potenziarlo e renderlo più fruibile. Le vecchie scelte politiche sono state per eliminare queste ferrovie, costruire strade, privilegiando l'auto.

newmail ***** Commentatore certificato 13.07.18 14:58| 
 |
Rispondi al commento

THE CARABINIERE

Riccardo Costalunga 13.07.18 14:44| 
 |
Rispondi al commento

:O)

Alessandro L., Milano Commentatore certificato 13.07.18 14:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori