Il Blog delle Stelle
Scandali in Sanità, task force ministeriale in Basilicata

Scandali in Sanità, task force ministeriale in Basilicata

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 09:43
Dona
  • 23

di Giulia Grillo, Ministro della Salute

Dopo aver riunito l'unità di crisi del Ministero, ho deciso di inviare oggi e domani una task force in Basilicata. La task force dovrà accertare se, e in quale misura, in quella Regione siano stati commessi reati contro la Pubblica Amministrazione e impedimenti nell'erogazione dei servizi sanitari ai cittadini.

Le vicende accadute in Basilicata, che hanno travolto l’amministrazione regionale al suo più alto livello, sono un’ulteriore dimostrazione del grave degrado che deriva dall’intreccio perverso tra partiti e Sanità pubblica. Lo diciamo da sempre, lo abbiamo ribadito a chiare lettere nel programma di Governo: la politica deve stare fuori dalla Sanità. E così le clientele e gli affarismi. Che poi si consumano sempre a danno dei cittadini e dei malati, oltre che delle casse pubbliche. Quando ho sentito che in Basilicata, chi partecipava ai concorsi e non era raccomandato, veniva considerato una inutile zavorra, sono rimasta sconvolta. Altro che trasparenza e scelta dei migliori. Quale messaggio diamo ai giovani che cercano lavoro? Come potremmo mai cambiare la gestione della sanità se non si spezza una volta per sempre il legane tra politica e gestione?

Noi vogliamo cambiare, io farò di tutto per cambiare. Cambiamo tutti insieme. Intanto, dopo aver inviato in questi giorni la task force, tirerò le somme, con tutto il rispetto per l’attività della magistratura. E posso anticipare di aver deciso di recarmi personalmente in Basilicata la prossima settimana.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

11 Lug 2018, 09:43 | Scrivi | Commenti (23) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 23


Tags: basilicata, giulia grillo, m5s, pittella, sanità

Commenti

 

Buongiorno Ministro vorrei portare alla sua attenzione lo schifo che sta succedenso presso la ASL di Frosinone...servizi che non funzionano assunzioni ( con soldi oppyre prestazioni sessuali ) ecc. ecc. spostamento di personale senza nessuna regola oppure perche chiha evidenziato delle situazioni di pericolo vedi segnalazioni ASPP aziendale viene spostato x certe situazioni non devono venire alla luce dei fatti ..assunzioni con delibere di graduatorie del 2000 ecc. ecc. vedi esposti fatti in Procura
ecc. ecc. che poi finisce tutto in una bolla di sapone x ce il mamma santissimo della situazione che sistema tutto ...

Massimo Matassa 18.07.18 10:35| 
 |
Rispondi al commento

C'è solo da rimboccarsi le maniche, senza perdere tempo. Avanti tutta, Ministra Grillo!

Gianni M., Cagliari Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 13.07.18 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Cara collega Grillo, da medico e da siciliano ti invito ad un tour siciliano tra le oasi sanitarie vere cattedrali nel deserto dell'isola. Sicuramente da medico siciliano conosci bene la triste realtà di questa terra dove spesso per curarsi l'unica strada terapeutica da seguire è quella del volo aereo. Inoltre, come in altre regioni, in Sicilia la governance della sanità pubblica resta piu' che mai espressione del potere politico affaristico e degli interessi legati alla commistione tra pubblico e privato,tutto questo a discapito dell' efficienza e della professionalità per una sana e corretta gestione della salute pubblica. Paolo Caruso (PALERMO)

PAOLO CARUSO 12.07.18 12:52| 
 |
Rispondi al commento

La sanità nel senso di applicazione di tutto cio' che serve a migliorare la salute della gente ha rappresentato e rappresenta interessi piu' svariati che comunque conducono tutti a flussi finanziari ingenti che dalle lobby industriali farmaceutiche alla politica con i suoi apparati locali (regioni, ASP, ASL) trovano un punto di contiguità spesso poco trasparente nella gestione della salute pubblica. Le pastoie burocratiche, la nebulosa che avvolge il sistema degli appalti, degli acquisti dei presidi medicali e delle
apparecchiature a prezzi diversificati tra regioni e regioni, il legame incestuoso tra politici e direttori generali delle aziende sanitarie, espressione questi degli stessi politici locali, fanno si che le loro azioni sono rivolte ad accrescere il potere e favorire i loro sporchi interessi; interessi che sfociano sempre piu' in casi di corruzione o di malgoverno della cosa pubblica ridotta a espressione privatisca di gruppi di potere anche nell'assunzione concorsuale e nella carriera del personale
medico e non. Il conflitto di interessi tra pubblico e privato inoltre rappresenta un terreno fertile al dilagante malcostume, alle lunghe liste
di attesa, all'arricchimento illecito del privato, favorito dal deprezzamento e svilimento dell' assistenza pubblica. Soltanto voltando
pagina, rivedendo certe anomalie e disfunzioni (legami affaristici, seria lotta al malaffare, controllo meritocratico delle attività concorsuali, progressioni di carriera, ecc...) e avendo chiaro il quadro attuale del SSN italiano si potranno con la massima trasparenza attuare quei correttivi improcrastinabili necessari alla ripresa di una sanità pubblica volta sempre piu' al servizio e agli interssi dei cittadini. Paolo (PALERMO)

PAOLO CARUSO 12.07.18 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Carissima Ministra dott.ssa Grillo, passa anche nel Veneto: le sementi piantate dal governatore Galan sono diventate piantine infestanti.
Vieni con il diserbo, ti aspettiamo.

Buon lavoro.

friso r. Commentatore certificato 11.07.18 23:15| 
 |
Rispondi al commento

PARLO DA CITTADINO, MEDICO, (e ancora pur iscritto al M5S, dunque abbastanza indignato...) PERò NON VORREI CHE SI PENSASSE CHE i concorsi truccati siano una novità che si scopre ora : lo sapevamo tutti all'interno (ho fatto anche il comissario di concorso rappresentante di sindacato medico) solo che ti fai una brutta fama se PROTESTI ...e qualcuno nella tua situazione te la farà pagare (non solo nel sud ma anche nel nordest.

al Min.GRILLO vorrei ricordare che il 761/79 art9 prevedeva che i concorsi fossero banditi ed espletati dalla regione. Tale modalità poneva difficoltà nel pilotare i concorsi specie se i vincitori per un numero di posti vacanti non dovessero dichiarare la preferenza per il luogo ma secondo la graduatoria risultante (così il primo poteva sciegliere nel mezzo della lista dei posti, e cosi di seguito, sconvogendo percorsi preferenziali ( era così la modalità dei concorsi pubblici per medici condotti e assicurava il merito e le aspettative personali non quelle del politico di turno ...

modalità poi sopressa e con procedure concorsuali ben più sbrigative ( solo colloquio !!) e senza più controllo sindacale (escluso) anche se spesso colluso o intimidito o messo in minoranza

per INTERVENIRE OCCORRE UN SISTEMA CONCORSUALE CHE GARANTISCA IL MERITO (tutti ricordiamo i concorsi universitari a Firenze (in diritto tributario(?)

Carlo ., Padova Commentatore certificato 11.07.18 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Bravissima sono d'accordo con te

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 11.07.18 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Intanto bisognerebbe rifare i concorsi incriminati e recuperare la cosiddetta "zavorra" di non raccomandati ma meritevoli.

Roberto Tosi 11.07.18 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Meritocrazia è la parola fondamentale per cambiare davvero questo paese. Buon lavoro a questo governo del cambiamento

Freeman 11.07.18 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Ci vogliono anche provvedimenti molto severi.

Giuseppe Totaro 11.07.18 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Quanti gravi errori hanno commesso il PD e le altre forze politiche che hanno governato in passato, errori che hanno, perfino, oscurato le poche cose buone che hanno realizzato. E, la politica in sanità è fra questi gravi errori e il risultato è sotto gli occhi di tutti. Ora, c'è il governo del cambiamento e ogni cosa è destinata a rinnovarsi. Basta pazientare un po'. Grazie.

mario m. Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 11.07.18 13:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per sistemare il "grave intreccio" tra Partiti e Sanità pubblica occorrono leggi che prevedano la galera con esclusione di sconti di pena.

Tra quelli che rinunceranno agli "intrecci" e quelli che, non rinunciando, prenderanno la strada per la galera, si riuscirà ad ottenere una bella pulizia.

giorgio peruffo Commentatore certificato 11.07.18 13:08| 
 |
Rispondi al commento

L'unico sistema efficace per sanare la gestione della sanita'in Italia,da decenni, e fino ad oggi,in mano a persone ingorde e senza scrupoli, come l'ex ministro De Lorenzo ed il suo compagno di merenda Poggiolini degli anni 70/80, e' solo quello di sanzionare pesantemente e subito i dirigenti degli enti pubblici della Sanita'che rubano nel loro ambito lavorativo.Di certo, la pena pesantissima a questi, indurra' tutti coloro che operano nella Sanita'a iniziare ad operare nel solco della legalita'e nel rispetto dei malati.

Francesco Cecere, napoli Commentatore certificato 11.07.18 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Brava, questi sono fatti e non parole.
Siamo tutti con te.

mzee.carlo 11.07.18 12:46| 
 |
Rispondi al commento

CHE DIO TI PROTEGGA GIULIA MA NON TI ARRENDERE
STEFANO UN CITTADINO

stefano viola 11.07.18 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Brava, ma ora avanti tutta, controlliamo a tappeto chi ha messo chi...ma sopratutto cacciamo tutti quelli che non hanno titoli e competenze per rivestire i ruoli arbitrariamente assegnati, anzi, chiamiamoli a pagare i danni arrecati, che mi sembra il minimo, visto in quale stato di degrado hanno ridotto la nostra Sanità!
P.S. E' ora di eliminare i cup e relative code, basta copiare cosa fanno in Svezia...dove è il Dott. di famiglia a richiedere esami in tempi ragionevoli e al contempo ricevono le risposte da cui poi scaturirà la diagnosi e l'eventuale cura.
Basta timbri, l'eventuale ticket si paga dal Dott.

Vincenzo Giancristofaro Commentatore certificato 11.07.18 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Ministro va benissimo tutto questo lavoro sull illegalita in Sanità ma non si dimentichi di sollecitare anche un diritto dei lavoratori che è quello del rinnovo contrattuale per i dirigenti medici ospedalieri. Siamo gli unici ad essere stati tagliati fuori dai rinnovi, dopo 9 anni, per mancanza adeguata dei fondi ( quelli per le convenzioni di MMG e per Pediatri sono stati subito trovati e convenzioni gia rinnovate con cospicui arretrati e incrementi significativi ). Addirittura l ARAN minaccia direttamente un rinnovo per il prossimo triennio: incredibile!!!

flavio59 11.07.18 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Un "bubbone" enorme cara Giulia! Considera che la sanità rappresenta l'80/100 circa dei bilanci regionali, è per questo, è il settore in cui si trovano i maggiori affari ( leciti o illeciti che siano). C'è tanto da fare è da chiarire Giulia. In bocca al lupo!

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 11.07.18 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Avanti Giulia, con coraggio e determinazione.
Gli affaristi, gli intrallazzatori i ladri nella sanità, devono essere smascherati e mandati in galera!.

mario pepe, CORSICO Commentatore certificato 11.07.18 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Ben fatto, buon lavoro

Antonio Gallo 11.07.18 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Buon lavoro,ministro Grillo! Ci sarà tanto da fare,visto che,conoscendo personalmente molto bene la Basilicata,se non sei raccomandato da qualcuno non fai neanche il servizio civile! Altrimenti,come si fa ad eleggere un delinquente come Frittella?

Gilles 11.07.18 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Brava giulia! Avanti cosi'!!! E mi raccomando controllate tutte le regioni!i ripeto indagate al polo oncologico di lecce!!!

Cristina andriani 11.07.18 10:05| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori