Il Blog delle Stelle
Le storie allucinanti delle vittime dell'azzardopatia

Le storie allucinanti delle vittime dell'azzardopatia

Author di Luigi Di Maio
Dona
  • 83

di Luigi Di Maio

‘Cittadella della Carità’ della Caritas a Roma. Un luogo che merita una visita da parte di tutti coloro che si oppongono al sacrosanto divieto assoluto di pubblicità e sponsorizzazioni provenienti dall’azzardo. Divieto assoluto previsto nel contratto di Governo e nel Dl Dignità.

Parlando con i responsabili e gli operatori, che ogni giorno accolgono e curano anche gli azzardopatici, mi sono convinto ancora di più che le misure previste nel Dl Dignità siano il primo fondamentale passo per fermare il dilagare di questa piaga. La aboliamo applicando la stessa normativa delle sigarette. L’azzardo fa male alla salute e all’economia, lo Stato deve regolamentare non promuovere la sua diffusione.

Alla ‘Cittadella della Carità’ ho ascoltato storie allucinanti,
pensionati che spendono fino all'ultimo centesimo del loro introito mensile, giovani che indebitano tutte le famiglie, minori che pensano che il futuro si costruisca tentando la sorte e non con l’impegno. Danni sociali irreparabili, su cui ha buon gioco l’usura, ed un effetto culturale ed economico devastante sulla nostra società. Ogni euro azzardato esce dall’economia reale, colpendo il commercio e l’indotto industriale produttivo. Quando combattiamo la diffusione del gioco d'azzardo stiamo facendo anche una piccola manovra economica.
Basta con spot su scommesse sportive e non, con pubblicità al ‘gratta e vinci’ (sarebbe meglio chiamarli Gratti & Perdi) e ogni tipo di azzardo e le sue sponsorizzazioni.
Da una ricerca promossa dalla Caritas della Diocesi di Roma su ‘Adoloscenti e Azzardo’ è emerso che l’80% dei minori azzarda dopo aver visto la pubblicità in tv, il 67% tramite spot online ed il 64% nei bar/tabaccherie.

Una piaga diffusissima tra i minori.

Sempre dai dati dalla ricerca emerge che l’88% azzarda con scommesse sportive, il 48% con i ‘Gratta e Vinci’, il 30% con le scommesse online, il 25% con le slot machines.
Tra i minori, l’influenza degli amici nell’indurli all’azzardo è solo del 43%, mentre la pubblicità televisiva influisce per l’80%.
Le organizzazioni criminali come ricordano l’Antimafia e le ultime inchieste sono entrate nel gioco legale. Hanno appena sequestrato delle sale slot a Ostia che erano degli Spada. Come ci hanno spiegato i rappresentanti della Caritas: non e' una questione di gioco legale o illegale ma è una questione di regolamentare questo settore senza proibizionismo ma considerando il fortissimo rischio sociale ed i danni all’economia.
Questo è solo il primo passo per poi andare ben oltre, mettendo fine ad una liberalizzazione selvaggia che sta devastando la nostra società.

Il contratto di governo parla chiaro: dopo il “divieto assoluto di pubblicità e sponsorizzazioni” si procederà con “trasparenza finanziaria per le società dell'azzardo; strategia d’uscita dal machines gambling (slotmachines, videolottery) e forti limitazioni alle forme di azzardo con puntate ripetute; obbligo all'utilizzo di una tessera personale per prevenire l'azzardo minorile; imposizione di limiti di spesa; tracciabilità di flussi di denaro per contrastare l’evasione fiscale e infiltrazioni mafiose. Analogamente, si rende necessaria una migliore regolazione del fenomeno, attraverso strumenti quali, ad esempio, l'autorizzazione all’installazione delle slot machine - VLT solo in luoghi definiti (no bar, no distributori ecc), limitazione negli orari di gioco e l'aumento della distanza minima dai luoghi sensibili (scuole, centri di aggregazione giovanile, luoghi di culto).
In questo le associazioni, le scuole e gli insegnanti, gli enti come la Caritas che lottano contro l’azzardopatia saranno i nostri interlocutori naturali. Hanno toccato e stanno toccando con mano la follia degli ultimi 15 anni. Pure mio nonno giocava al Lotto ma non ogni 10 minuti! Ora basta!



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

19 Lug 2018, 16:58 | Scrivi | Commenti (83) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 83


Tags: azzardo, azzardopatia, caritas, Cittadella della Carità, di maio, dignità, slot machine

Commenti

 

Sono perfettamente daccordo sulla valutazione di tanti giornalisti che si accodano acriticamente al potere costituito. Ma devo dire che non è facile andare controcorrente. In particolare voglio dichiarare che, pur avendo inchieste molto interessanti che coinvolgono lo stretto entourage del residente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, non riesco ad avere supporti politici sufficienti per far scoppiare gli scandali. Mi chiedo, perché? Anche noi subordiniamo i nostri atteggiamenti rispetto ad una analisi preventiva di ordine politica o il malaffare deve essere combattuto sempre? Il problema è tutto qui! spero di avere qualche risposta esaustiva su questo argomento. Le carte che ho raccolto, con conseguenti ostracismo, sono sempre a disposizione! Speriamo bene.

Giovanni V., Rocca Priora Commentatore certificato 27.07.18 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Luigi! Stai in guardia con costoro...sono comunemente ritenuti responsabili del pochissimo cammino sociale degli Italiani, con loro sempre pronti a cambiar pelle e mettersi con chi vince, per modificare, adulterare, correggere a vantaggio loro; lo svolgere degli avvenimenti di un Paese....Già ricordi l'esempio del cardinale Crescenzo SEPE, quando per incarico Vaticano, si mise a "decidere "insieme al ministro pro tempore, del Cafone di Arcore, ing.Lunardi; a chi, come e quando vendere case lasciate in eredità alla Santa Chiesa di Roma....Poi.... fu insabbiato tutto !

Francesco Talucci, Napoli Commentatore certificato 20.07.18 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Per puntualizzare, visto che ci lavoro:
I concessionari agiscono per conto dello Stato che gli delega quello che non vuole fare. In questo modo incassa i soldi (il 90% dei guadagni va allo stato) e non deve neanche organizzarsi per farlo. Se non usasse i concessionari, come un tempo, il gioco verrebbe organizzato da dipendenti pubblici
- Come per ogni attività in concessione lo Stato può fare tutti i controlli che vuole e quelli antimafia nel gioco sono superiori a quelli di ogni settore. I concessionari legali e quelli illegali sono profondamente diversi
Il governo può regolamentare come vuole e anche proibire tutto il gioco o solo il Lotto ogni dieci minuti – presumibilmente risarcendo i concessionari a cui ha fatto fare investimenti o chiesto soldi in anticipo come farebbe se fossero dipendenti pubblici che svolgono le attività E accettando la perdita dei relativi introiti e posti di lavoro, un po’ come l’Ilva salvo che i lavoratori del gioco sono di più e il gioco è una scelta, mentre per un tarantino è difficile non respirare.
Bene sapere che Il gioco in Italia è considerato un modello mondiale di regolamentazione, quasi tutti i paesi la hanno o stanno imitando. Il proibizionismo o una cattiva regolamentazione che lo imiti, di un attività spesso immateriale (non ci sono scafisti con sigarette nella stiva, il totonero avviene a voce ad esempio) o comunque camuffabile (prima delle slot legali erano illegali ma travestite da altro) è un regalo alla criminalità se fatto male.
- La pubblicità è già proibita in molti orari. Si poteva fare di più, ma tutto e per decreto urgente è errato. In particolare proibire Internet ha un effetto esattamente opposto. I 100 siti legali scompaiono dalla vista sui motori di ricerca, e via via torneranno visibili i 49900 illegali (dati pubblici) che senza regole sono più veloci e hanno un offerta migliore. I ludopati finiranno li senza tutele. Prima finivano dopo la pubblicità e quindi erano quasi invisibili

paolo d. Commentatore certificato 20.07.18 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Luigi, pienamente d'accordo su tutto!

Dar T., dartes Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 20.07.18 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Limitare gli orari di apertura e chiusura dalle 10 alle 20-22 di tutte le sale slot che insistono all'interno dell'area cittadina nonché di tutti i bar che li posseggono sarebbe un vitale, efficace primo passo iniziale .

Non si arrenda, il popolo è con Lei.

undefined 20.07.18 12:43| 
 |
Rispondi al commento

tria e boeri fuori dai coxlioni!
remano contro ogni possibile cambiamento di questo paese portato allo stremo da politicanti da strapazzo al soldo delle banche, di confindustria e delle multinazionali.

daniele g., CORTONA Commentatore certificato 20.07.18 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luigi, non ci sono parole per l'atteggiamento di Confindustria sul decreto dignità! Una arroganza, un piglio di chi è abituato da sempre a comandare e a ottenere tutto dalla politica, che veniva vista solo come aiuto alle imprese, con la scusa della crescita e del lavoro. E lo spettacolo dei governi precedenti, di tutti i governi, era davvero desolante: un calabraghe continuo, sussidi a gogo, leggi e leggine contro i normali cittadini, i lavoratori e occhi chiusi sull'immenso problema dello smaltimento illegale di rifiuti (eh, avrebbe frenato la crescita...di tumori). Ebbene, hanno ancora la faccia di metter bocca su aspetti del decreto sacrosanti come divieto di pubblicità al gioco d'azzardo e sanzioni alle delocalizzazioni di chi ha intascato contributi pubblici. Sei stato grande quando da Mentana, in faccia a Boccia, hai parlato di "prenditori"! Mi sa che di autentici uomini d'impresa, alla Adriano Olivetti, ne son rimasti pochi. Si sono selezionati, anche attraverso la crisi, spesso i peggiori, sfruttatori, ammanicati, predatori e distruttori dell'ambiente in cui operano, i migliori e più onesti, in questo contesto, forse sono stati i primi a chiudere. Forse, caro Luigi, dovresti fare un decreto per dare un incentivo a questi signori per andarsene all'estero, a patto che non rimettano più piede in Italia. Questo paese saccheggiato deve essere dichiarato off limits per tutti i "prenditori" internazionali. Altro che "attrattività" di cui blateravano i governo di prima! Braccia aperte, invece, a nuovi tipi di finanza, per esempio quella cinese autentica (non come il signore che ha fatto finta di comprarsi il Milan e poi è arrivato Elliott), con il progetto della nuova via della seta, che dovrebbe arrivare dalle parti di Venezia-Trieste, oppure quella islamica), a tutti coloro che danno massime garanzie di non venire a spremere limoni come fa la finanza anglosassone.
Vai avanti senza paura e continua a parlare chiaro a noi cittadini. Un abbraccio

Enzo Rossi 20.07.18 10:48| 
 |
Rispondi al commento

C'è un solo modo di ridurre la precarietà.
Cancellare le tipologie di contratto di lavoro precario!!!

Giovanni Baroso, Torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 20.07.18 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Sul "Decreto dignità" e la querelle fra Confindustria e il Governo, e fra Boeri e il Governo, possibile che nessuno parli chiaramente e a carte scoperte? La lotta contro il precariato è giusta o no? Passare da 36 mesi a 24 mesi e da 5 a 4 rinnovi di contratto comporta secondo lorsignori minimo 8 mila posti in meno l'anno. Ma se questo fosse il vero problema, perchè non passare da 36 a 48 mesi o meglio a 72 mesi o 94, e a rinnovi illimitati per contratti a tempo determinato? Risolveremmo tutti i problemi dell'occupazione. Il problema non è questo, il precariato non permette di andare in banca per un mutuo per la casa, il precariato non permette di sposarsi, di fare figli, di acquistare beni con tranquillità. Bisogna assolutamente rendere il contratto a tempo indeterminato molto più conveniente abbattendo gli oneri per le aziende e il cuneo fiscale per i dipendenti, ma per fare tutto questo ci vogliono le risorse.......e allora riparte "il mantra" non ci sono soldi!
Vogliamo capire che dobbiamo assolutamente cambiare le regole finanziarie Europee?
Vogliamo far capire a tutti gli Italiani e ai nostri partner Europei che nonostante la corruzione, la mala politica, gli sprechi l'Italia negli ultimi 30 anni ha sempre (a parte forse 1 o 2 volte) avuto il bilancio in positivo prima del pagamento degli interessi sul debito pubblico, tutto sulla pelle degli Italiani sui loro diritti e sul loro benessere, esiste forse un problema? O vogliamo continuare a girare la testa da un'altra parte?

stefanodd 20.07.18 10:21| 
 |
Rispondi al commento

o.t. ottimo fusaro, come sempre, sulla 7.
boeri fa politica, servo della vecchia classe dirigente; va mandato a casa prima possibile.

daniele g., CORTONA Commentatore certificato 20.07.18 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Condivido naturalmente tutto quanto detto nel post.
Il primo passo è quello di eliminare la pubblicità di questo cancro della società.
Sarebbero anche da studiare e pubblicizzare le ragioni e i meccanismi che spingono, in genere i deboli, ad essere "dipendenti" da qualche cosa che stranamente non è mai qualcosa di positivo.

paolo boccali, sarteano Commentatore certificato 20.07.18 09:34| 
 |
Rispondi al commento

C'è il sospetto che "la manina dall'alto" che ha voluto lo spostamento del professor Paolo Savona dal ministero dell'economia al ministero degli Affari Europei, con l'inserimento nella compagine ministeriale del ministro Tria avesse in mente di "frenare" il "governo del vero cambiamento" per compiacere l'UE.
Siamo seri tutti i veri cambiamenti hanno bisogno di risorse, le risorse viste le condizioni dovute alla "gabbia Euro" si possono trovare soltanto attraverso il pugno duro, il braccio di ferro e le minacce di far saltare il tavolo con la Merkel e Macron, altrimenti diventa tutto inutile o quasi, la classica aspirina ("Decreto dignità") per il malato di tumore!

stefanodd 20.07.18 09:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro vicepremier Di Maio sulla lotta alla ludopatia siamo tutti d'accordo, sulla reintroduzione dei voucher no. Tante' che non era nel programma di governo in modo esplicito. Non possiamo cedere sempre alla lega, dobbiamo tenere fermi I punti qualificanti del nostro programma. Mi permetto di dare dei modesti suggerimenti per limitare al minimo l'evasione fiscale al fine di recuperare risorse. Assumere all'agenzia delle entrate personale sufficiente per controllare I luoghi e le attivita' piu' a rischio evasione, altrimenti la flat tax ( suggerisco almeno tre aliquote) non potra' essere applicata senza problemi.


Crescenzo Paragliola 20.07.18 09:26| 
 |
Rispondi al commento

"Affresco Italiano"....

"Che disgraziato, è un figlio di puttana che non ce n'è". E giù con altre risatine. Ma il tono della voce si fa serio quando inizia il racconto degli anni Ottanta e Novanta su Berlusconi: "A noialtri ci dava 250 milioni ogni sei mesi", spiega il capo di Cosa nostra al compagno di ora d'aria, il pugliese Alberto Lorusso.

Per la prima volta, Riina rivela come si articolò quel "patto di protezione" che la Cassazione ha accertato definitivamente, mandando l'ex senatore Marcello Dell'Utri in carcere. Perché Dell'Utri sarebbe stato l'intermediario fra i vertici della mafia e Berlusconi, che prima temeva un sequestro, poi attentati ai suoi ripetitori in Sicilia. È la storia di una lunga stagione, che Riina racconta così, il 22 agosto dell'anno scorso: "È venuto, ha mandato là sotto ad uno, si è messo d'accordo, ha mandato i soldi a colpo, a colpo, ci siamo accordati con i soldi e a colpo li ho incassati". Diversamente, come è emerso dai processi, andò a Catania. Conferma Riina: "Gli hanno dato fuoco alla Standa ed i catanesi dicono: ma vedi di.... Non ha le Stande? gli ho detto: da noi qui ha pagato... così li ho messi sotto. Gli hanno dato fuoco alla Standa... minchia aveva tutte le Stande della Sicilia. Gli ho detto: bruciagli la Standa".

(..) "A noialtri ci dava 250 milioni ogni sei mesi", rivela il capo di Cosa nostra dopo 47 minuti di passeggiata nell'atrio del carcere milanese di Opera. E spiega come iniziò tutto: "Quello... è venuto il palermitano... mandò a lui, è sceso il palermitano ha parlato con uno... si è messo d'accordo... Dice vi mando i soldi con un altro palermitano. Ha preso un altro palermitano, c'era quello a Milano. Là c'era questo e gli dava i soldi ogni sei mesi a questo palermitano. Era amico di quello... il senatore". Ovvero, Dell'Utri, che Riina definisce "una persona seria".

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 20.07.18 09:23| 
 |
Rispondi al commento

E' il caso di ribadire semmai ce ne fosse bisogno "FUORI LA MAFIA DALLO STATO"!!! QUELLA DEI COLLETTI BIANCHI TUTTI INCRAVATTATI !!!!

Giovanni Baroso, Torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 20.07.18 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Va bene il decreto Dignità ma deve essere solo l'inizio. Bisogna fare in modo che chi assume a termine abbia poi "l'obbligo" di confermare a tempo indeterminato. Ci sono poi altre tipologie contrattuali da eliminare ed è importante fare in modo che le aziende versino più contributi all'INPS che negli anni è stato svuotato!

Giovanni Baroso, Torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 20.07.18 08:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ribadisco che condivido quasi tutto del decreto dignita', tranne l'introduzione dei voucher in agricoltura, turismo, edilizia ed altro .... ad es. Commercio. I voucher sono giustificati solo per assistenza domiciliare e prestazioni orarie specifiche.

Crescenzo Paragliola 20.07.18 08:38| 
 |
Rispondi al commento

Diego Fusaro.
I mondialisti stanno deportando masse di africani per terzomondizzare l’Europa. Cioè per abbassare i costi del lavoro e le condizioni sociali, per sfruttare disperati e per creare conflitti tra gli ultimi. Il capolavoro del potere.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.07.18 08:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nell'indagine sempre aperta sulla morte di Borsellino emergono con sempre maggiore evidenza i rapporti di Berlusconi con la mafia e i suoi pagamenti che continuarono anche durante il suo governo, in cui Riina prese forza, vista la debolezza dello Stato, tanto da anticipare l'assassinio di Borsellino, assassinio di cui verosimilmente Berlusconi era a conoscenza se non era addirittura il mandante.
Ma anche di fronte a questi fatti gravissimi, Saviano, che si erge a grande accusatore della mafia in Italia, non batte ciglio, non spende nemmeno una parola, impegnato com'è nel suo attacco scriteriato a Salvini. La mafia può aspettare.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.07.18 08:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

boeri trovati un lavoro vero, pirla

Stefano 20.07.18 08:26| 
 |
Rispondi al commento

Nella sua megalomania di onnipotenza Saviano è ormai in pieno delirio
come lo scrittore Edoardo Albinati durante la presentazione di un libro parla della Aquarius: "Ieri ho pensato, ho desiderato che morisse qualcuno sulla nave Aquarius. Ho detto: adesso, se muore un bambino, io voglio vedere che cosa succede per il nostro governo!"
Ma costoro hanno vednuto l'anima al diavolo per poter dire scemenze simili?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.07.18 08:12| 
 |
Rispondi al commento

Il comportamento ossessivo e stizzoso di Boeri ormai sfiora il vilipendio di Governo e sta risultando offensivo e intollerabile. Nulla di quanto un dipendente dello Stato dovrebbe fare secondo una prassi di buona educazione, di rispetto e di
dovere istituzionale. E più insiste nel difendere la sua posizione, più risulta politicizzato, di parte e inadatto al suo ruolo. Noto che persino Boccia, Presidente di Confindustria, disse in un primo momento che i suoi risultati erano esagerati e che qualunque economista serio potrebbe dire che sul lungo periodo (dieci anni) non si possono fare previsioni attendibili perché le varianti sono troppe, tanto più nel caso di un Governo che ha un programma molto vasto di cambiamenti. Qualunque persona di buon senso sa che non si può prendere una sola variabile del sistema economico e trarne conseguenze generali. La cosa è sbagliata per principio. Ma peggio ancora di questo c'è il comportamento di Boeri che prima introduce di nascosto nel decreto la nota non richiesta sugli 8.000 disoccupati l'anno, poi la difende come fosse Verità Rivelata, sapendo benissimo che l'economia è peggio del meteo e che finora tutte le previsioni fatte dagli economisti sono state altamente aleatorie e molto più spesso sbagliate. Ma chi dà, allora, tanta alterigia e tanta volontà di offendere?
Chiaro che Boeri sa di avere dietro quei partiti che, bocciati alle elezioni, ora si attaccano a tutto pur di attaccare il Governo, ma c'è un limite di correttezza e di intelligenza da non superare per non scadere nel ridicolo e nel volgare e Boeri lo sta superando tutto, dimostrando nei fatti che la sua non è una posizione 'scientifica', ma 'politica'.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.07.18 08:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido quasi tutti I punti del decreto dignita', tranne l'introduzione dei voucher in agricoltura, turismo, edilizia ed altri lavori dove non ha senso il lavoro per un'ora. Il voucher e' giustificato solo per prestazioni orarie a malati o pulizia in casa ecc. . In agricoltura, edilizia, turismo il lavoro e' a giornata. Le giornate di cattivo tempo di lavoro all'aperto si recuperano. Sono nettamente contrario alla reintroduzione dei voucher per le tipologie di lavoro suddette. Non possiamo cedere alla lega.

Crescenzo Paragliola 20.07.18 08:05| 
 |
Rispondi al commento

Quando ci decidiamo ad occuparci dei Leccachiappe di Regime? Ma vi rendete conto o no che, come al solito, quasi tutta la stampa e tutte le televisioni vi stanno facendo a pezzi?
Il nome Virginia Raggi non vi dice niente?
Non riuscite proprio ad imparare dai vostri errori? E' mai possibile che un partito oramai del tutto scomparso come il PD monopolizzi, direttamente o indirettamente, l'intera informazione TV? Un partito che alle prossime elezioni farà fatica a raggiungere il 3% dei consensi!
Io comincio a pensare che siate masochisti.
E il signor Boeri, una bella pedata nel sedere no eh? E' così difficile fare un po' di sano Spoil System per il Movimento Cinque Stelle?

Alberto O. 20.07.18 07:59| 
 |
Rispondi al commento

..2
cosa si dovrebbe fare per poveri, disoccupati e migranti? E la seconda cosa che non capisco è perché la Chiesa raccoglie tanti soldi per le missioni e l'aiuto nel terzo mondo e parla tanto di solidarietà, poi quando il terzo mondo arriva da noi, nelle piane dei pomodori o delle arance e nelle bidonville fatte di cartoni e di lamiere o nei punti di sbarco delle navi Ong non si vede mai un prete, un frate o una suora né si sente dire che palazzi di una Chiesa che possiede il 20% del patrimonio immbiliare italiano sono stati ceduti per l'accoglienza ai più poveri tra i poveri?
E com'è, infine, che tutte queste magliette rosse, compreso Lerner o Renzi o Saviano, non risulta abbiano versato un solo euro per facilitare la sopravvivenza di tanti disgraziati africani che vagano per le nostre strade senza un lavoro o un tetto?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.07.18 07:51| 
 |
Rispondi al commento

11 IPOCRISIE PELOSE
Antonio Maria Rinaldi.
Chi accusa Salvini di essere il colpevole dei morti nel Mediterraneo anche se avvenute in acque libiche, potrebbe dire allora i nomi dei responsabili dei 30.000 morti in 15 anni?
.
Giorgio Cremaschi
La guerra ai migranti è un'altra sporca guerra "umanitaria"dove si ammazza la gente spiegando che è per prevenire un numero maggiori di morti.
I migranti "soccorsi" dai libici finiscono in schiavitù e a morire in lager che per Salvini sono hotel a cinque stelle
.
Ma com'è che la stessa cosa fatta da Minniti col Pd andava benissimo e nessuno si curava delle torture e delle sofferenze dei migranti chiusi nel lager in Libia? E anzi Minniti veniva elogiato e portato ad esempio e di queste sofferenze dei prigionieri nessuno si curava, come nessuno si curava se navi ONG facevano da taxi del mare o addirittura erano navi pirata senza iscrizione nazionale accertata che si accordavano coi mercanti di carne umana e li aiutavano? E com'è che le potenze europee che ora parlano tanto di solidarietà, prima non si erano mai curate della faccenda? E com'è che Renzi aveva firmato tanto velocemente quei trattati che vincolavano solo l'Italia a ricevere TUTTI i migranti e che il Consiglio europeo aveva scelto di buttarne il peso solo a noi? E com'è che non si accetta che un membro dell'Ue sfori sul bilancio e lo si punisce duramente con sanzioni economiche e si sfornano continuamente direttive durissime e multe ordinando questo o quello ma non c'è una direttiva europea, un ordine o una sanzione con chi ha mandato a gambe all'aria Schengen e la libera circolazione di persone in Europa e rifiuta l'accoglienza? E com'è che questa tanto solidale Europa è così severa sulla lunghezza degli zucchini o la larghezza delle cozze e poi sul trattamento degli esseri umani è cieca e sorda?
E poi non capisco due cose, come mai il Pd che nei suoi anni di governo si è occupato solo di banche, multinazionali e interessi privati, ora di colpo non fa che dire

segu

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.07.18 07:51| 
 |
Rispondi al commento

I tecnici di Montecitorio sottolineano l’aleatorietà e la scarsa trasparenza dei dati di Boeri : sono “effetti indiretti ” ovvero “non riconducibili, in via diretta ed automatica, alle innovazioni normative introdotte, ma ‘mediati’ dalle conseguenze sui comportamenti degli operatori interessati e sul quadro occupazionale”. Problema: quel tipo di effetto, così evanescente, in genere non viene usato per calcolare gli effetti di spesa per singole leggi, ma solo “in via di prassi” per manovre macro-economiche. Insomma, quel conto neanche doveva esserci in Relazione tecnica perché “prive di basi scientifiche” e “poco trasparenti” ( dal FQ , 20/07/2018 pag.5 ). Dopo queste gravi affermazioni dei tecnici di montecitorio Boeri dovrebbe come minimo dimettersi e sparire , al contrario tutti i Tg , i talk ed i giornali gli danno manforte riportando le sue baggianate im prima pagina come verità assolute da usare come secchiate di fango contro Di Maio ed i 5S . Per fortuna c’è internet è le voci girano rapide.

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 20.07.18 06:52| 
 |
Rispondi al commento

Il divieto della pubblicità del gioco online legale non può essere paragonato al divieto della pubblicità delle sigarette. L’offerta delle sigarette è resa pubblica, esposta e visibile in 57. 000 Tabaccherie, cioè luoghi deputati alla vendita dei tabacchi, in ogni angolo di tutti i centri abitati. Il divieto della pubblicità del gioco online rende impossibile informare dell’esistenza stessa dell’offerta. Solo da illegali sarà possibile rendere nota l’offerta. La legge è sbagliata

Giovanni Carboni 20.07.18 01:39| 
 |
Rispondi al commento

No un uomo di forza Italia al controllo Rai!!! Conflitto di interessi!!!

franco rinaldi 20.07.18 01:11| 
 |
Rispondi al commento

Con Dl Dignità si perderà un solo posto di lavoro.
Quello di Boeri.
Aspetta, ci aggiungerei quello della segretaria.

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.07.18 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Ma l'avete letto Tria?? Reddito di cittadinanza solo se a costo zero!!! E ve la prendete con Boeri!!!! Ce l'abbiamo in seno la serpe, e non è l'unica. Altro che avanti tutta!

francesco tadiotto 19.07.18 23:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

È davvero una piaga date sotto!!!.

rosaria marsano Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.07.18 22:47| 
 |
Rispondi al commento

Dopo le vergognose dichiarazioni di un inetto messo all'Inps, gli unici 8000 licenziati che gli italiani vorrebbero dovrebbero essere...Boeri e tutti quei pidioti che lo hanno messo all'Inps per completare un'opera vergognosa contro i lavoratori italiani onesti che hanno visto sempre più col...binocolo le loro pensioni!

Roberto ., Roma Commentatore certificato 19.07.18 22:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tirendiconto.it! tutto fermo a prima delle elezioni. vinte le elezioni il movimento è cambiato anche sull'ultimo baluardo... ormai è ben altra cosa rispetto a dieci anni fa...

Erminio Ottone 19.07.18 22:03| 
 |
Rispondi al commento

boeri sputa fango e la stampa subito ad esaltarlo. quando vi decidete di togliere i soldi pubblici ai giornali?

paolo b., ancona Commentatore certificato 19.07.18 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Sul DL dignità contrattate ma non mollate

Danyda bologna Commentatore certificato 19.07.18 21:22| 
 |
Rispondi al commento

.... “affermare che le relazioni tecniche esprimono un giudizio politico, come ha fatto “il ministro Di Maio”, significa “perdere sempre più contatto con la crosta terrestre, mettersi in orbite lontane dal nostro pianeta”. Un “esercizio molto pericoloso perché, “prima o poi bisognerà spiegare ai cittadini quali sono i vincoli di cui è costellato il mondo reale”.


Non l'ha detto Calenda, e neppure Babbeo: a questo punto, occorre valutare se l'INPS abbia bisogno o meno d'una nuova guida, d' una dirigenza che si limiti a presentare formamlmente le proprie considerazioni di natura puramente tecnica senza fare squallida opposizione squisitamente politica verso provvedimenti presi dal governo legittimamente eletto ed espressione della volontà popolare: per usare l'elegante prosa del Sig. Boeri, è bene che questi, si tolga dai coglioni.

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.07.18 21:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi è piaciuto Danilo sulla 7... la differenza con gli altri ex si è vista!
Uomo onesto e preparato!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.07.18 21:20| 
 |
Rispondi al commento

quello lì..


https://www.youtube.com/watch?v=hhir4CEBYmo

heavenly box 19.07.18 21:10| 
 |
Rispondi al commento

È verissimo, Caro Luigi!! Vedo queste cose tutti i giorni! Siccome nel mio paese le slot sono dentro le tabaccherie e in un bar, i ragazzi (anche minorenni) giocano al bar, mentre invece le signore in pensione si girano entrambe le tabaccherie!! Ce ne sta una di signora, in particolare, che deve avere molti "Santi in Paradiso": gioca tutti i giorni i suoi 10€ in "gratta & vinci" (o gratta e perdi, come li chiami tu!), e minimo 50€ li vince sempre!! Si sentono tante storie di gente che si è rovinata la vita, sperperando soldi per questi giochi, quindi ben vengano leggi ad hoc per riuscire a mettere la parola "fine" al gioco d'azzardo!!! AVANTI TUTTA, Luigi!!!!

Antonietta Barbini 19.07.18 20:53| 
 |
Rispondi al commento

O.T.
Boeri fuori subito. Che vada con il suo amico D'Alema a raccontarsela perché adesso di gente così l'Italia non ne ha assolutamente bisogno.

Pantomima Rossa Commentatore certificato 19.07.18 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luigi oggi Boeri ha dichiarato che la relazione tecnica con la stima degli 8000 posti di lavoro persi,è stata inviata al ministero del lavoro il 6 luglio.
Se è vero significa che hai mentito se non è vero ha mentito Boeri.
Se permetti, vorrei sapere chi ha mentito.

gino 19.07.18 20:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io torno a ribadire che abolire la pubblicità non serve a niente, si deve abolire il gioco d'azzardo ovvero limitarlo in modo considerevole. Sulle sale slots personalmente eviterei di essere tollerante, proibizione assoluta!

Andrea S., Roseto Degli Abruzzi Commentatore certificato 19.07.18 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Non dare retta a nessuno vai avanti ad oltranza. con forza BRAVO

lucy 19.07.18 20:10| 
 |
Rispondi al commento

ricordiamoci che vietare non serve a nulla è una questione culturale
claudio pappalardo

claudio pappalardo, roma Commentatore certificato 19.07.18 19:55| 
 |
Rispondi al commento

SONO DISOCCUPATO DA 10 ANNI CON POCHE OCCASIONI DI COLLABORAZIONE DELLA BUONA SCUOLA DEL GOVERNO RENZI. HO BISOGNO CHE MI AIUTATE PER I DUE FIGLI CHE HO CON LA MADRE CHE HA VOLUTO IL DIVORZIO DA ME. GRAZIE A TUTTI.

Flavio Guglielmetto-Mugion, Torino Commentatore certificato 19.07.18 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Quando vogliamo parlare di privatizzazione della rai, con conseguente licenziamento di tutte le cariatidi raccomandate? Penso alla figlia di Augias, "political editor" al tg1, il cui profilo twitter è tutto un programma: https://twitter.com/NataliaAugias

Paolo Vailati 19.07.18 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Nel post è scritto:
"Il contratto di governo parla chiaro: … strategia d’uscita dal machines gambling (slotmachines, videolottery) … Analogamente, si rende necessaria una migliore regolazione del fenomeno, attraverso strumenti quali, ad esempio, l'autorizzazione all’installazione delle slot machine - VLT solo in luoghi definiti (no bar, no distributori ecc.), limitazione negli orari di gioco e l'aumento della distanza minima dai luoghi sensibili (scuole, centri di aggregazione giovanile, luoghi di culto). …
A me sembra una contraddizione!

Gioacchino 19.07.18 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo si Luigi! È proprio così, un fenomeno trasversale tra l'altro, giovani, anziani, donne uomini di varie categorie e professioni; una vera e propria piaga sociale in continuo incremento. Provare a fare qualcosa è doveroso, ma per niente facile. Spesso chi sa da al gioco, non vuol neanche sentire ragione. 👍

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 19.07.18 19:12| 
 |
Rispondi al commento

A tutte le società dei giochi d'azzardo bisogna ordinare, annualmente, una visita Fiscale/Finanziaria/Patrimoniale alle stesse società, ai soci e agli Amministratore per tenere sotto controllo i loro affari al fine di verificare che almeno paghino le tasse e conoscere i giri finanziari che accompagnano il settore.
G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.07.18 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Bene!
Anche il decreto sul lavoro, seppur timido, va nella direzione giusta.
Chi sogna la lotta di classe, come l'abbiamo conosciuta nel '900, è fuori dal tempo e guarda ancora al passato. Quella realtà non esiste più. Ora il lavoro è precarizzato, automatizzato e computerizzato. La grande finanza non riesci a ricattarla economicamente con gli scioperi. Gli stessi interessi dei lavoratori non sono più uniformi (un immigrato lavora con un salario più basso e agli iper capitalisti questo fa comodo), ogni identità del passato è stata stravolta.
Ma chi vuol sognare sogni pure.
Noi speriamo di poter fare anche meglio.

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.07.18 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Grazie per questo impegno. Gli interessi che andrete a toccare sono enormi, i soldi sono tanti, e quella della lotta alla ludopatia è per me una importante cartina al tornasole per capire se il Movimento si farà comprare o resisterà. Sono certo che ci proveranno in tutti i modi ad annacquare tutto, le spinte saranno fortissime, senza precedenti. Tenete duro, la gente è con voi.

Ivan Solinas, Strada in Chianti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.07.18 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Fuori tema.
Caro Luigi, tempo fa, avete fatto testimoniare sul palco del m5s Salvatore Borsellino, circa la strage cui fu vittima il fratello, con la sua scorta e la verità mai emersa.

Ora Salvatore vuole sapere la verità, siete al Governo e avete maggiori strumenti a disposizione.
Fava, presidente antimafia siciliana, dice che aprirà un'indagine a livello regionale.
Noi sappiamo che le commissioni a livello regionale hanno meno poteri di quelle a livello governativo.
Allora, ben venga la commemorazione, le scuse, ora però tirate fuori dagli armadi, gli scheletri di questa tristissima storia: la Commissione Antimafia deve essere quella del Parlamento. Attivatevi,vogliamo sapere tutto.

newmail ***** Commentatore certificato 19.07.18 18:27| 
 |
Rispondi al commento

OBBIETTIVO SLOT VIA DA BAR.,SOLO LUOGHI DEDICATI e distanti da tutto cio' sia involontariamente compromettibile.
CORAGGIO!

Luca Fini 19.07.18 18:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GIUSTISSIMO!!!!Incontro spesso una Signora anziana fuori dalla posta benvestita, distinta con un filo di rossetto che mi chiede un euro. Credo proprio che sia una pensionata che rimane SENZA SOLDI PER GIOCARE AL LOTTO O COMPRARE GRATTA E VINCI.
Persone anziane al bar CHE GRATTANO CONVULSIVAMENTE UNO DIETRO L'ALTRO I GRATTA E PERDI.
Qualcuno compra anche PACCHETTI INTERI CHE GRATTA A CASA!
Comprarne uno ogni tanto si può fare per tentare la fortuna MA NON COSI' SISTEMATICAMENTE!!!!
SONO PIENAMENTE DACCORDO PER QUESTA LEGGE!
BENE ANDIAMO AVANTI!!!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.07.18 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Giggino, prima o poi, visita anche i lager che ci sono nelle varie cliniche specializzate per intascare i soldi e portare avanti la sopravvivenza di chi non ha una vita, ma è solo un pezzo di carne spesso maleodorante, o incapace di intendere e volere.

Ma dato che sei già andato dal papa, che deve pregare per te ( e cosa cambia? ), aspetterò che da democristiano ti cambi in pannelliano. Sei giovane, probabilmente non sai niente di sofferenze che si eliminano solo con la pietà di staccare la spina, o con l'eutanasia.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 19.07.18 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Seguito della visita alla Cittadella sull'azzardopatia

https://www.youtube.com/watch?v=4duBL9YGj1A

V
v

standalone 19.07.18 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Invece di pensare a proibire la pubblicità pensate come impedire ai bar di avere le slots.

FRANCO BERTOLINI 19.07.18 17:22| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori