Il Blog delle Stelle
La Rai libera dalla politica: domani votazione online dei membri del CDA della RAI

La Rai libera dalla politica: domani votazione online dei membri del CDA della RAI

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 340

di MoVimento 5 Stelle

Vogliamo mettere la parola fine alla lottizzazione della tv di Stato, considerata da sempre un territorio da occupare e subordinare agli interessi di parte, una sommatoria delle opinioni piuttosto che un luogo di rappresentazione della diversità sociale e culturale del nostro Paese. Vogliamo dire basta alla concezione distorta del pluralismo come spartizione di un feudo secondo canoni cencelliani. Solo un’informazione indipendente può renderci liberi e vogliamo giornalisti non asserviti al partito di turno. Vogliamo un’azienda che sia realmente un bene comune e faccia servizio pubblico, investendo nel proprio personale interno.  

La Rai è la più grande azienda culturale del Paese e gli italiani sono i datori di lavoro dell‘azienda. La Rai che intendiamo consegnare ai cittadini rappresenterà il punto di equilibrio tra il patrimonio della nostra storia e la visione di un futuro multimediale già nelle mani delle giovani generazioni, contribuendo così a sviluppare il senso critico, civile ed etico della collettività. L’azienda Rai dovrà ridisegnare completamente, da qui a cinque anni, la propria offerta. La qualità del prodotto audiovisivo, la sua fruizione attraverso i diversi dispositivi, la possibilità di commercializzarlo all’estero, costituiranno le sfide più urgenti. Per tali ragioni riteniamo che ad amministrare la Rai non possano essere soltanto i manager con competenze economico-giuridiche, ma anche i soggetti che creano il prodotto televisivo, così come quelli in grado di sfruttare al meglio il processo di convergenza tecnologica tra i mezzi di comunicazione per diffondere i contenuti.

L’obiettivo è quello di far evolvere la Rai verso un modello di moderna media company che punti sul digitale e sull’innovazione e ne sappia cogliere le sfide, privilegiando prodotti multimediali di qualità e puntando a un’informazione in cui il rigore delle notizie prevalga sui contenitori di commento. Strategica sarà infine la componente industriale, attraverso la valorizzazione dei centri di produzione rispetto agli appalti esterni, delle risorse interne rispetto a quelle esterne.
 
La Rai che vogliamo sarà imparziale e indipendente a partire dalla governance e ci batteremo affinché questo corollario non venga derubricato solo a buona intenzione. La legge di riforma, approvata nel 2015, prevede un Consiglio di amministrazione ridimensionato da 9 a 7 componenti. Per la prima volta non toccherà alla Commissione di Vigilanza, ma saranno la Camera e il Senato a eleggere 2 componenti per parte. Altri 2 membri saranno scelti dal Consiglio dei Ministri, mentre un altro verrà designato dall'assemblea dei dipendenti dell’azienda. Il Parlamento sarà chiamato quindi a scegliere 4 nomi tra coloro che hanno inviato il proprio CV nell’ambito della procedura di selezione pubblica prevista dalla legge.

Il MoVimento domani dalle 10 alle 19 sceglierà attraverso una votazione online su Rousseau i suoi candidati. E' stata fatta una prima scrematura e sono stati individuati dei profili pronti ad impegnarsi nella realizzazione della nostra visione di tv pubblica facendo del merito il principale criterio di selezione. I profili più votati saranno quelli che il MoVimento esprimerà in Parlamento anche in relazione a dove si sono candidati (alcuni profili lo hanno fatto solo in uno dei due rami del parlamento) e tenendo conto della rappresentanza di genere. Ogni iscritto potrà esprimere una sola preferenza.

Di seguito trovate, in ordine alfabetico, i nomi dei candidati che saranno domani in votazione, cliccandoci sopra potrete vedere il curriculum di ognuno:
- Paolo Cellini
- Beatrice Coletti
- Paolo Favale
- Claudia Mazzola
- Enrico Ventrice



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

16 Lug 2018, 10:00 | Scrivi | Commenti (340) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 340


Tags: cda RAI, giornalismo, informazione, movimento 5 stelle, RAI, rousseau, televisione, votazione online

Commenti

 

vediaamo che scelta farete di persone non vicine a voi ma professionalmente validi.
Sulle nomine mi sembra che non sia cambiato il metodo tutti hanno sempre detto abbiamo scelto i
migliori ma di concorsi per la cassa depositi e prestiti non ne ho visti e allora dove è il cambiamento

vando f., milano Commentatore certificato 23.07.18 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Sarò banale ma....
La RAI sarà veramente indipendente quando anche il m5s non avrà la possibilità di eleggere il cda.

Quando potrà non farlo, allora sì che ci sarà veramente indipendenza.

Giovanni Rastelli 22.07.18 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Sarò stupido, ma non riesco a capire dove sta il cambiamento!

Il Barone Zazà 20.07.18 03:38| 
 |
Rispondi al commento

Certe cose non le capisco, si assegna il COPASIR a Guerrini PD, sapendo che hanno un conflitto d'interesse enorme con matteo renzi e suo padre, la viglilanza RAI a chi la danno? ad un altro che ha un altro conflitto d'interesse con MEDIASET e FI mi sa che ci stiamo bevendo il cervello. Date a dei lupi delle presidenze che contrastano palesemente con il programma del M5S ovvero conflitto d'interesse a 360 gradi, mi sa che il gattopardo è ancora in auge in politica.

Guido G., Catania Commentatore certificato 19.07.18 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Salve con la mia esperienza TeleradiosatelliteTRIS di Sanremo.Pioniere Liguria Costa Azzurra..Membro AssBiologiUe MesmerUniversity e sostenitore con socialmedia influencer su Twitter,con mia partecipazione attiva non sono stato preso in considerazione dal blog di Beppe Grillo..pazienza avranno di meglio.Speriamo nel cambiamento della RAI tra tanti lupi affamati su una torta gustosissima e tanto politichese da sempre contro M5S e a favore di Berlusconi non bastava Mediaset con le mani su tutto programmi pubblicita'films canadesi costano meno


Anche io ho inviato la mia candidatura, ammetto di non avere spiccate doti amministrative, ma di sicuro sono lontano da qualsiasi tipo di lobby ed in compenso conosco bene le dinamiche di una TV. Il marketing televisivo ha delle costanti legate allo share, che nel tempo sono state spolpate a vantaggio di altri competitor. Vorrei però conoscere i metodi di esclusione di alcuni candidati eccellenti. Difficilmente riusciremo ad ottenere risposte soddisfacenti sul perchè Tizio piuttosto di Caio, credo che sarebbe stato idoneo lasciar scegliere in ragione del cambiamento invece di calare 5 nomi su oltre 200 candidati.

FRANCESCO D'AURIA, Olbia Commentatore certificato 18.07.18 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo uno studio approfondito sui candidati onde evitare dopo le elezioni le solite scoperte shock come raccomandazioni politiche, appartenenza del vincitore a lobby, multinazionali, massoneria, tesseramenti a partiti vari etc. Bisogna tutelare l'immagine del m5s, e qui prevenire è meglio che curare...

Igor Zante Commentatore certificato 18.07.18 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sarebbe opportuno inserire un algoritmo di rimescolamento dell'ordine delle preferenze assegnabili per ogni votante: sono convinto - per non dire certo - che molti hanno clickato "in ordine alfabetico", senza valutare davvero i curricula...

Suggerisco di "prendere spunto" da Yop-Poll che è molto ben fatto:
https://yop-poll.com/

Marco Ravich 18.07.18 11:35| 
 |
Rispondi al commento

"USER NOT FOUND"

Per chi riceve questo messaggio al momento dell'autenticazione, vuol dire che come me non avete aggiornato il profilo quando (circa un anno fa) hanno inviato a tutti una mail per farlo!
Io me ne sono accorto nella votazione per il Contratto di Governo!
Dovete rifare la procedura:
- verificare indirizzo e-mail
- verificare num. cellulare
- inviare documento (fronte/retro) e attendere che venga verificato (10/15 gg circa)

Diffondete in modo che chi sia interessato possa partecipare alle prossime votazioni.

P.s. Ho votato Beatrice Coletti :-)

Fabrizio F. Commentatore certificato 17.07.18 23:48| 
 |
Rispondi al commento

Nessun problema col voto, ho ricevuto un avviso dalla piattaforma Rousseau, ho guardato i curriculum e ho votato chi secondo me è più idoneo alla mansione. Ho valutato che sia un non-giornalista e lontano dalla RAI, visto che finora ne giornalisti, ne tecnici Rai hanno saputo dare un informazione indipendente e di qualità, inoltre doveva essere un profilo con spiccate qualità amministrative!

Tanja Rancani, Verona Commentatore certificato 17.07.18 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Come alle precedenti votazioni, anche oggi non sono riuscito a votare, per problemi di login, dice il vs sito. Proviamo a risolvere il problema ? Grazie

Bruno romano 17.07.18 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Altra cosa , trovo molto facile trovare i link per
"Sostieni Russeau" , "supporta Russeau" ecc...
Che dite di mettere un link facile per accedere a Russeau ?

Giuliao Barbieri, Bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.07.18 19:19| 
 |
Rispondi al commento

I miei complimenti , neanchi un link nel post che mi faccia accedere a Russeau in automatico , e quando finalmente ci riesco mi si comunica che dovevo cambiare la password e intanto il tempo è scaduto e non ho potuto votare .
Ma comunicare prima queste cose richiede così tento impegno ???

Giuliao Barbieri, Bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.07.18 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Veramente incredibile la sommatoria di nefandezze che si può leggere tra i commenti.
Così come incomprensibile la lista di candidati, prendere o lasciare, carneadi proposti dal Movimento.
Ma chi credete di essere?
Pensate veramente che il paese vi venga dietro indefinitamente? Avete avuto ed avete ancora la possibilità di cambiare veramente un sistema corrotto, degenerato, fallimentare sviluppato ad arte negli ultimi 30 anni, per non dire 40.
La democrazia è molto lontana da quello che state facendo, a parte il sodalizio con questa gentaglia, guidata dal principe dei fancazzisti, razzista ed in perenne campagna elettorale.
La RAI è la più importante azienda italiana produttrice di cultura, un elemento fondamentale che si va ormai perdendo in un paese che ne era la culla.
In RAI ci sono state figure importantissime per quello che hanno fatto e che hanno dato alla RAI stessa ed al paese. Basti il nome di Milena Gabanelli, boicottata dai precedenti governanti perché troppo critica, troppo efficace sulla notizia, sull'indagine. E voi non la mettete neppure in lista.
Ve la prendete a morte con Tito Boeri, l'unico grand commis serio che non ha risparmiato niente e nessuno, a prescindere da chi comandava.
Siate UMILI, siate costruttivi, siate soprattutto ONESTI, come avete lungamente professato ed urlato.
Il cambiamento, del quale tanto vi vantate, consiste principalmente nel saper riconoscere i propri limiti: se uno è ignorante in una materia ma è conscio di esserlo, umile e rispettoso di chi ne è competente, deve lasciare il campo a chi ne sa e non metterlo in croce perché sostiene posizioni politicamente sconvenienti. Il vostro peggior difetto, che vi porterà, se continuate così, alla scomparsa, è la SUPPONENZA.
Siete un gruppo di giovani, mediamente senza arte né parte. Con questo Casaleggio che pontifica per virtù divina.
Ma vi rendete conto che una parte importantissima del paese vi ha dato fiducia sperando nelle vostre capacità di portare avanti un vero cambiamento?

Giuseppe Rappini 17.07.18 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Strano e divertente se scrivi ocrm oilgavart (al dritto) non ti accetta il commento :)

Claudio G., Olbia Commentatore certificato 17.07.18 19:01| 
 |
Rispondi al commento

nessun problema a votare

Claudio G., Olbia Commentatore certificato 17.07.18 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Stamane Leggendo il Fatto ho trovato lo spunto, letto il curriculum, per votare Claudia Mazzola.

PS: Una Filosofa non guasta mai.

Claudio G., Olbia Commentatore certificato 17.07.18 18:54| 
 |
Rispondi al commento

La Rai libera dalla politica: domani votazione online dei membri del CDA della RAI

Non sono per nulla d’accordo su com'è stata impostata la votazione.
“Il Parlamento sarà chiamato quindi a scegliere 4 nomi tra coloro che hanno inviato il proprio CV nell’ambito della procedura di selezione pubblica prevista dalla legge.”
Perché non posso sapere almeno i nomi di chi ha inviato il CV? Perché ad esempio non posso sapere se tra loro c’è Freccero, oppure la Gabanelli, o Santoro?
“E' stata fatta una prima scrematura e sono stati individuati dei profili pronti ad impegnarsi nella realizzazione della nostra visione di tv pubblica”
Perché non posso dare una mia interpretazione (e quindi una mia valutazione/votazione) sulla realizzazione di una TV LIBERA (DICO LIBERA) che faccia Servizio Pubblico?
ATTENZIONE: SULLA RAI TUTTI SI SONO ROTTE LE OSSA, VOGLIAMO INIZIARE ANCHE NOI?
Vincenzo

Riccardo Rutigliano 17.07.18 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Io ho sempre votato senza troppi problemi, basta avere pazienza!

Maura Serena Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 17.07.18 16:51| 
 |
Rispondi al commento

DA UN INTRECCIO DI COMMENTI,ORAMAI E' CHIARO CHE PER ARRIVARE A VOTARE BISOGNA SCALARE LE ALPI.
Il percorso tra iscrizione e profilo e codici e VOLUTAMENTE SCARSAMENTE CHIARO.
Chi usa un semplice pc o tablet,sa' PERFETTAMENTE CHE POTREBBE ESSERCI UN ITER MOLTO PIU SEMPLICE.
Quindi,la complicazione e' fatta apposta.

SU CHE BASE STATE DISCRIMINANDO?
COME MAI ROUSSEAU NON RISPONDE A QUESTO PROBLEMA DENUNCIATO DA MOLTI?

TRASPARENZA O PRIVATO?
Sono un iscritto.
FATECI SAPERE,IN TRASPARENZA,L'ITER ESATTO E SE STATE FACENDO DISCRIMINAZIONI E SU CHE BASE.
Grazie..la pazienza ha un limite.

Luca Fini 17.07.18 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Non è un gran segnale al paese far votare agli iscritti il candidato che rimane pur sempre il candidato di un Partito che andando al Governo prende il controllo. Vogliamo una RAI indipendente e semmai lasciavamo votare agli italiani, con autocandidature che esprimessero una loro linea di indirizzo.
Comunque ho fatto la mia scelta e l'ho motivata così:
"
nella consultazione per i candidati del Movimento 5 stelle al Consiglio di Amministrazione della RAI voterò Enrico Ventrice perché è un documentarista free lance. Questa scelta è dettata non da affezioni personali per il film documentario, ma dal distacco ormai cronico della RAI dal suo ruolo forse primario, quello di raccontare il paese profondo e di far maturare al meglio una reale opinione pubblica. Nel mondo di oggi il servizio pubblico non può limitarsi ad essere fornitura di prima informazione, quella ci arriva in tutti i modi. Occorrono strutture produttive da “terza pagina”, di approfondimento, e il documentario potrebbe tornare ad essere qualità, insieme ad adattamenti televisivi, programmi d’arte e quant’altro. Un freelance è la persona più indicata, perché da tempo la RAI non svolge più alcun ruolo del genere nei diversi territori del paese, priva ormai di strutture produttive che potrebbero fare da editor. Detto questo ritengo insufficiente la semplice consultazione interna per ripulire la RAI da decenni di lottizzazioni e farne una vera televisione pubblica. Non deve essere la base dei partiti a scegliere il candidato, ma gli italiani tutti, attraverso piattaforme dedicate. La RAI va trasformata in ente privato di azionariato popolare, dove il canone assume valore di Azione, gli enti profit non possono acquistarne, ma possono fare donazioni liberali fiscali, e ogni azionista possa avere solo un voto indipendentemente dal valore delle sue quote. Questo ente deve svolgere solo ruolo pubblico, quindi fare solo informazione, educational, lavoro sui patrimoni culturali ecc.


Portroppo sono del 5 stelle da anni e non ho ancora capito come candidarsi.Le persone scremate da voi non mi piacciono.Mi sarebbe piaciuto vedere un link per l'autocandidatura..invece mi sa che state facendo tutto tra di voi.Mi dispiace

pietro 17.07.18 15:18| 
 |
Rispondi al commento

amici, considerate come avessi votato..ma non conosco nessuna di queste persone!!
e CARLO FRECCERO? a me sarebbe molto piaciuto!! con affetto una vostra elettrice che vi stima molto!!


Sicuramente meglio un "esterno" non Rai, meglio un non giornalista, perchè Rai per il suo 70% non produce solo INFORMAZIONE anzi.
Mettere un non giornalista potrebbe far risorgere in Rai quella voglia di "Fare cultura" per il paese fornendo al paese gli strumenti per crescere.
Di Giornalisti la Rai ne ha già avuti troppi e con pessimi risultati, cambiare rotta significa anche rimettere al centro il prodotto editoriale con il valore aggiunto del Servizio Pubblico, quindi un prodotto che dia qualcosa in più. Anche un cartone anonimato o un qualsiasi programma di intrattenimento può essere Servizio Pubblico, dipende dai contenuti che veicola e da come è prodotto. Se si vuole cambiare per crescere, bisogna tener conto anche di questo.

Alvi G. 17.07.18 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Interessante il CV di Beatrice Coletti

undefined 17.07.18 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Il nuovo CDA deve essere molto migliore di quello attuale! Speriamo bene...

Freeman 17.07.18 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere chi sono questi candidati! qualcuno li ha mai senti dire? chi voto? tiro a indovinare?

Melania Bisicchia, catania Commentatore certificato 17.07.18 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno mi dice per favore, come entrare per votare? Sono utente registrato e certificato (con nome utente e password) - nel blog entro correttamente, ma non riesco a votare (mi dice user not fount) - Log verificato più volte! C'è un numero di telefono con cui confrontarsi? Oppure farsi mandare la password tramite cellulare? Grazie.

Settimo C. Commentatore certificato 17.07.18 10:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono iniziate le votazioni? possibile non mi arriva il codice!

Mirko V., Solofra (Av) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 17.07.18 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Al di la delle cifre , non importa se esatte o meno, l'aver modificato un testo di governo è un atto inaudito! Occorre , come dice Di Maio, trovare la manina che nottetempo ha commesso il misfatto. Come sanzione non può essere che il licenziamento in tronco, con richiesta di danni. Questo anche a monito per le altre persone che pensano di sabotare l'operato del Governo. Sono sicuro che gli apparati investigativi dello Stato riescono sicuramente a ricostruire l'iter del documento e trovare il colpevole. G.F CC. e DIGOS datevi da fare.

AGOSTINO FRANCO, ROMA Commentatore certificato 17.07.18 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Credo che il renziano Guerini e il decennale inamovibile Gasparri, siano i meno idonei e i più frenanti per un cambiamento sia alla Rai che ai Servizi. Non abbiamo bisogno di questi due personaggi. State attenti.

Guerriero G. 17.07.18 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto con attenzione i diversi curricula, ma per poter valutare meglio le persone servirebbe anche una lettera di motivazione, nella quale si illustra il perché della candidatura e quali prospettive propone il candidato, anche un programma di lavoro é utile a valutare la persona. Un bel CV lo scrivono tutti, la mia difficoltà è controllare la veridicità dei dati.

fiorangelo forno Commentatore certificato 17.07.18 09:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buon giorno,
Se e' vera la notizia secondo cui l'attuale governo con 5 stelle sta addirittura cercando di aumentare la prebenda per il direttore generale RAI(un uomo come gli altri, con famiglia come altri,che vivono gia' molto bene con 50000 euro netti l'anno), allora devo seriamente rivedere le mie convinzioni sul Movimento in cui ho creduto finora. grazie.

engels2 17.07.18 09:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alla RAI servirebbe una seria riforma con lo svincolo dal ministero del tesoro, una fondazione con dentro diverse rappresentanti della società che nomina un cda completamente svincolato dalla politica, fuori tutti i raccomandati e sviluppo di nuove tecnologie.
Mettere uno come Gasparri alla vigilanza è un insulto che dimostra il legame forte che unisce lega e delinquente abituale.

Stefano M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 17.07.18 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Pare che le dimissioni di Boeri, eletto in un modo molto complesso, non siano previste dal suo contratto.

L'unica strada potrebbero essere le dimissioni volontarie, eventualmente richieste dal Capo del Governo.

E' gravissimo quello che ha procurando Boeri al Governo, anche a livello internazionale, con la sua furbata in avanti.

Sì Conte dovrebbe chiedergli di dimettersi.

newmail ***** Commentatore certificato 17.07.18 09:29| 
 |
Rispondi al commento

MA CHE VUOL DIRE SCIENZA ESATTA? Viviana Vivarelli
Non ci sono 'manine' che hanno tentato di sabotare il Decreto Dignità di Di Maio, soffiando che avrebbe portato a 80.000 disoccupati in più. Boeri sapeva quel che faceva, la responsabilità di queste illazioni è solo sua anche se è un chiaro tentativo di sabotaggio del Governo. Il Ministro dell'Economia Tria ritiene che le stime di fonte Inps sugli effetti delle disposizioni relative ai contratti di lavoro contenute nel decreto siano prive di basi scientifiche e in quanto tali discutibili. E non è il solo.
Boeri vuol farci credere che l'economia sia una scienza esatta mentre è peggio delle previsioni meteo che sbagliano anche sui tempi brevi, figuriamoci sui 10 anni! E di previsioni mi sembra che finora l'economia ne abbia sbagliate abbastanza! Basta vedere dove siamo arrivati con le previsioni (sbagliate) sull'austerità, il debito e l'euro!
Farci credere che l'economia sia una scienza matematica è una enorme balla per imporci ora questa ora quella visione 'politica'.
Non è sempre vero, come dice Marx, che l'economia è la struttura base su cui riposano tutte le altre strutture. E' vero che il desiderio di potere e di ricchezza, nel sistema capitalista, è la struttura base da cui dipendono anche le cosiddette 'previsioni economiche'.
Insomma ciò che il potere vuole, quello deve diventare 'scienza esatta' per non essere contestabile. Ipotizzo che la stessa cosa sia stata fatta per i vaccini, l'abbattimenti degli olivi pugliesi o le trivelle. Basti pensare alle valutazioni 'molto scientifiche' che certi governi, come quello americano, hanno 'ordinato' ai cosiddetti scienziati sull'inquinamento, le risorse del pianeta, l'uso dei combustibili fossili o il cambio climatico! Andiamoci piano col parlare di 'scienze esatte'! Io di 'esatto' vedo solo l'odio rovente che troppi hanno contro chi cerca di scalzare il sistema capitalista che ci opprime.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.07.18 09:04| 
 |
Rispondi al commento

N.B. QUESTO E' IL MOMENTO PIU' IMPORTANTE DI TUTTA LA NOSTRA LEGISLATURA. STATE ATTENTI AI FALSI..! THAT IS THE MOST IMPORTANT APPOINTMENT OF ALL OUR OWN LEGISLATURE. BE CAREFUL WITH FAKES..! https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10212469878563988&set=a.4583010135279.1073741825.1292735344&type=3
#M5S #LEGA #FDI #EUREFERENDUM #MEDIACAROGNA

Giampaolo S., Torino Commentatore certificato 17.07.18 09:04| 
 |
Rispondi al commento

Guerini, un renziano di ferro, l'amico fraterno del sindaco di Lodi in galera, al Copasir assolutamente no. E' come metterci Carrai, l'amico di

cristina cassetti 17.07.18 08:47| 
 |
Rispondi al commento

rivoluzione gattopardesca in rai

Tommaso Giannitrapani 17.07.18 08:46| 
 |
Rispondi al commento

Leggevo i curricula e facevo ricerche. Dirigenti, ex dipendenti di multinazionali, sostenitori di clinton e obama... siamo sicuri che siano anche lontani dalla massoneria e dalla politica dei vecchi governi? Onestamente, non voterei per nessuno di costoro. Qualcuno/a, da buon comunicatore/comunicatrice, ha persino creato il curriculum ''furbesco'', omettendo alcune cose (scomode) e scrivendone altre per condizionare il lettore-elettore. Io avrei proposto solo esponenti a cinque stelle, cioè gente di cui mi fido davvero, che avrebbero potuto avvalersi della collaborazione di esterni, senza però lasciare a loro le decisioni da prendere.

Igor Zante Commentatore certificato 17.07.18 08:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gasparri presidente della vigilanza rai assolutamente no. E' come metterci il Berlusca

cristina cassetti 17.07.18 08:39| 
 |
Rispondi al commento

a
PROPOSTA DI LEGGE PER IL M5S: AGGRAVARE LE PENE PER LO STUPRO E LE MOLESTIE SESSUALI E RENDERE DI NUOVO REATO PENALE LO STALKING: Viviana Vivarelli.

Offese le donne spagnole per un giudice tenero con uno stupro di gruppo. Per il tribunale di Navarra non c'è stata un'aggressione sessuale, ma un abuso sessuale continuato, cioè un reato meno grave, da parte di 5 uomini che hanno violentato una 18enne durante la tradizionale festa di San Firmino a Pamplona.
E 12 ore fa, in Italia, la Cassazione ha deciso che, se la vittima di uno stupro di gruppo era ubriaca, scattano le attenuanti. Una ragazza aveva cenato con due amici a casa propria, avevano bevuto troppo e loro l'hanno violentata. Il Tribunale ha stabilito che, se era ubriaca, poteva aver dato il consenso, anche se al pronto soccorso erano state evidenziate tracce evidenti di violenza fisica e di resistenza. Già la pena era ridicola: 3 anni (Renzi ha stabilito che sotto i 5 anni non va in carcere nessuno!!), in questo caso diventano addirittura meno. Non so. Li vogliamo premiare?

Siamo una società maschilista, grazie anche al maschilismo assoluto che ereditiamo dal mondo antico romano e alla feroce misoginia della chiesa cattolica. Pochi anni fa un giudice ha assolto il violentatore perché la vittima portava i jeans. E 50 anni fa, se la vittima sposava il violentatore, questi la faceva franca (ricordo lo scandalo di Franca Viola che nel '48 fu la prima a rifiutarsi di sposare il suo stupratore). Oggi abbiamo Renzi che, mentre in tv non si parla che di violenze alle donne e le donne americane insorgono in massa riempiendo di manifestazioni le strade contro gli stupri e le molestie,si è permesso di 'depenalizzare' lo stalking,la persecuzione tormentosa della donna che ha rifiutato un uomo, che le rende la vita impossibile e finisce spesso in assassinio.Renzi lo ha tolto dai reati penali per considerarlo solo una infrazione amministrativa sanabile con una multa, alla stessa stregua di un'auto in sosta

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.07.18 08:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma siamo sicuri che le statistiche, i dati che Boeri fornisce non siano manipolati?
Lo studio di Boeri, allegato al decreto del Ministro del Lavoro e dello Sviluppo, è una rilevazione parziale, una proiezione di fantasia, solo sull'ipotetica perdita di posti di lavoro.
Perchè non ha fatto previsioni sui contratti di lavoro a tempo indeterminato?
Nessuno gli ha chiesto di fornire statistiche di questo genere, come può costui avere tanto potere?
Il danno e i problemi che sta creando al governo sono immani. Ha ragione Salvini, va rimosso.
Nessuno ha mai aperto la scatoletta Inps e vorrei dire anche Inail, varrà la pena guardarci dentro.
L'Inps ha sempre fornito i dati sui quali poi si sono prese importanti decisioni per il paese e se il metodo usato è simile a quello di Boeri è totalmente da rigettare e modificare.

newmail ***** Commentatore certificato 17.07.18 08:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C
Non c'è incertezza sul governo italiano. C'è la reazione rabbiosa di chi intende rendere assoluto il governo di poche cricche di magnati che dominano l'Occidente con un sistema basato sull'austerity e sul debito.
Ecco perché fatti come la 'manina' di Boeri che cerca di sabotare il decreto di dignità o gli appelli forsennati di Saviano che "chiama le potenze internazionali a rovesciare questo Governo", suonano così gravi e antiitaliane. Diventano segnali contro lo stesso futuro del nostro Paese. Veri atti di sabotaggio alla Nazione.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.07.18 07:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

B
Ma contesto una causale per il nostro Paese che dovrebbe essere 'il rischio politico' perché si è parlato di 'incertezza politica'.
Vorrei notare che la somma dei voti M5S/Lega ha creato un governo numericamente più forte di altri del passato,mentre ci sono numeri decisamente più critici sulla coalizione della Merkel che è molto insicura intanto che si aspetta da un momento all'altro l'esplosione delle criticità della Banca Nazionale tedesca per il gigantesco carico di derivati,che in Italia i numeri delle opposizioni sono ormai ridicoli,che il programma di investimenti e riforme economiche che è nelle corde di questo Governo dovrebbe far ben sperare circa l'aumento del Pil,e che la maggioranza della popolazione,nei sondaggi,mostra crescente consenso sulla linea di Governo.Dunque,ma di quale 'incertezza politica' si parla?
Notiamo anche che il famoso spread(che misura la nostra distanza con la Germania)è stato fatto salire in modo minaccioso di 100 punti appena questo Governo si è insediato e la cosa grave è che è salito non solo rispetto alla Germania,ma anche rispetto a Spagna e Portogallo che oggi pagano sul loro debito pubblico di nuova emissione tassi inferiori a quelli che paga l'Italia.
Questo aumento si tradurrà per quest'anno in un maggior costo del debito italiano di pochi miliardi (perchè andrà a incidere solo sulle emissioni nuove di titoli pubblici e non su quelle vecchie)ma a regime un 1% in più degli interessi da pagare corrisponde a oltre 20 miliardi l'anno (essendo il ns. debito superiore a 2.000 mld). E non venitemi a dire che la nostra colpa è di aver messo in discussione l'euro perché ormai sono state date tutte le rassicurazioni che non usciremo dall'eurozona.
Ma c'è una visione neoliberista che domina tutto e quella visione non solo non tollera la minima critica al suo operato ma interviene con tutti gli strumenti a sua disposizione (compresa la Lagarde del FMI o le agenzie di rating) a penalizzare chiunque osi aprire strade diverse.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.07.18 07:50| 
 |
Rispondi al commento

A

SABOTATORI ALL'OPERA- Viviana Vivarelli
L'atto di Boeri, che ha aggiunto proditoriamente e di nascosto ai dati richiesti da Di Maio una nota informativa sua personale che dava per certa, come conseguenza del Decreto Dignità limitante il precariato, una diminuzione di 8000 lavoratori, è gravissima. Prima di tutto perché nel lungo periodo una tale opinione è fortemente discutibile, non inserendosi in un contesto che può essere fortemente cambiato, poi perchè non è suffragata da prove certe anche a detta degli esperti perché nel lungo periodo si può dire di tutto e di più, mentre Boeri con superbia vanesia vende la cosa come assolutamente certa, infine perché, fin da quando è nata, l'INPS ha sempre dato dati ai vari Governi resoconti addolciti e che confermavano le linee degli stessi (diciamo resoconti 'rassicuranti e di regime'), la cosa è talmente risaputa che spesso risultava ridicola, ed è la prima volta che abbiamo una pugnalata così diretta e di parte.
Il che ci dice che il fronte contro i cambiamenti strutturali introdotti dal M5S è enorme e ci saranno resistenze fin nel più infimo dei dipendenti. Non è la lotta a un partito. E' la lotta a un sistema.
Le conseguenze della decisione proditoria e non richiesta di Boeri sono state dure. Le agenzie di rating ci hanno immediatamente declassati. Non solo le previsioni sulla crescita europea sono peggiorate, e se l'Ue insisterà ad aprirsi con trattati capestro verso Canada, Usa o Cina (vd Ceta), lo saranno anche di più. Non solo le decisioni di Trump sui dazi americani rallenteranno tutte le economie, ma le previsioni sull'Italia sono peggiori degli altri Paesi europei, per cui il Fondo Monetario internazionale (la Lagarde) ha abbassato le stime per l'Italia per questo anno e il prossimo. dicendo che il Pil salirà dell'1,2% contro l'1,5% segnalato nel rapporto di aprile, mentre nel 2019 l'aumento si fermerà all'1%, lo 0,1% in meno rispetto al dato pubblicato nella primavera scorsa.


segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.07.18 07:47| 
 |
Rispondi al commento

QUINDI
se non ho capito male
2 camera 2 senato 2 GOVERNO 1 dipendenti rai.
Presumo che uno dei nominati dal governo vada a fare il presidente.
Presumo anche che questo consiglio di amministrazione vada a nominare il direttore generale e a cascata tutto il resto.
QUINDI
ci sono TUTTE le condizioni per far si che tutto quello che si è enunciato
POSSA AVERE POSSIBILITA DI REALIZZAZIONE

La prima cosa da chiedere, visto che l'orientamento è quello che la rai resti pubblica
Di avere, come Beppe ha sempre detto
UNA RETE SENZA PUBBLICITA
che più o meno come chiedere
UN BAR SENZA MACCHINETTE VIDEOPOKER.

SE la proposta deve essere quella di rimanere nel
Sistema attuale
TRA FIUMI DI PAROLE
dieci telegiornali A RIPETIZIONI, infarciti di rutte le FAKE NEWS possibili e immaginabili
e un BOMBARDAMENTO PUBBLICITARIO
che non ha eguali in nessun altro sistema televisivo al mondo

L'unica riforma VERA E REALE è quella che accendendo questa scatoletta che purtroppo TUTTI
abbiamo si possa andare in un posto dove non ci
Siano rotture di coglioni di nessun genere
FOSSE PURE IL MONITOR VUOTO SENZA NULLA
come i più acerrimi nemici di questa soluzione
BERLU E TUTTI I SUOI MISERABILI SOCI DICONO.

E adesso qui almeno un persona con cui si può parlare ce, gli altri sono rai ed è meglio lasciarli perdere,..ma la partita più grossa si
Svolge nelle stanze del governo,
Ed io spero molto nella sensibilità del presidente CONTE,che ANCHE SE,oberato dalle migliaia, milioni di problemi, VOGLIA AVERE UN SECONDINO PER
DARE IL GIUSTO PESO A QUESTA QUESTIONE...?
ma io penso proprio che dopo il trattamento ricevuto da tutti questi signori quando ancora non
ERA NEMMENO ENTRATO IN QUELLE STANZE, UNA QUALCHE IDEA SU QUELLO CHE BISOGNA FARE SE LA SIA FATTA.
CAPISCO CHE LA QUESTIONE E MOLTO MEDIATA....E CE PURE UN TIZIO CHE HA IL TELEFONO FACILE
MA SPERARE NON COSTA NULLA, E IO SPERO...
franco rosso

franco rosso 17.07.18 07:47| 
 |
Rispondi al commento

Tutti nomi improponibili del vecchio regime, siete forse impazziti?

Marina Capri 17.07.18 07:21| 
 |
Rispondi al commento

NO, NON CI SIAMO, MI DISPIACE, VI HO SOSTENUTO A SPADA TRATTA E NEL MIO PICCOLO HO PORTATO DIVERSE PERSONE DALLA VOSTRA PARTE, MA CHE ORA MI PROPONETE GLI STESSI NOMI DEI VECCHI SISTEMI NON MI PIACE..... AVEVATE PARLATO DELLA GABANELLI, PERCHE' NON APPARE????

Stefania Brigiolini, roma Commentatore certificato 17.07.18 04:35| 
 |
Rispondi al commento

Io voto la Gabanelli presidente rai

franco rinaldi 17.07.18 04:06| 
 |
Rispondi al commento

Meglio, di loro, figure legate alla Rai e con lauree umanistiche, ma Gianluigi Paragone?

chiara novelli 17.07.18 02:55| 
 |
Rispondi al commento

Così non andiamo bene . Abbiamo contrastato Salvini con il non completo appoggio e le improvvide e inspiegabili dichiarazioni di Fico ! Vogliamo tornare al 25 per cento ? Continuiamo così !

vincenzo di giorgio 17.07.18 01:58| 
 |
Rispondi al commento

VOGLIO GABANELLI, GRILLO E FRECCERO.
VIA IL CANONE RAI.
VOGLIAMO PROGRAMMI DI CULTURA, SALUTE, AMBIENTE E FILM INTELLETTUALI, CULTURALI, STORICI, NON VIOLENTI.
GLI STIPENDI PER TUTTI MAX 2500 EURO AL MESE, SE NO VANNO A TROVARSI UN'ALTRO LAVORO.

Graziella Graziano 17.07.18 01:48| 
 |
Rispondi al commento

La Rai negli ultimi 20 anni ha causato danni economici al Paese e culturali ad un'intera generazione. Ora i dirigenti non possono rimanere al loro posto. Il cambiamento deve essere anche nei palinsesti. I vespa, Fazio e quant'altrii possono cercarsi un altro lavoro. Non ci dimentichiamo che alcuni direttori guadagnavano 750 mila euro, nulla in contrario, ma con quali risultati ? Techetechetè nelle ore di punta della TV. Traditori.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.07.18 01:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Riflettendo emergono due nomi che possono essere votati.
Uno che non ha mai avuto a che fare con Rai e tv private, ma molto tecnico.
L'altro, avvocato che è stato licenziato dalla Rai perchè scomodo. Ha amministrato anche il personale della rai. E a mio avviso potrebbe essere un buon dirigente.
La Rai ha necessità di un buon manager ma anche di una persona sensibile alle esigenze dei cittadini.

newmail ***** Commentatore certificato 17.07.18 00:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La vigilanza della Rai, come è impostata attualmente, conta ben poco.
Fico non è riuscito a modificare quasi nulla.
Quindi è solo una poltrona da scaldare, infatti viene data all'opposizione, come è successo nella precedente legislatura.
A conclusione, che importa se viene data a Gasparri?

newmail ***** Commentatore certificato 17.07.18 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Lo sapete perché vi fanno votare ? Perché il voto non cambia nulla ,infatti se non è di loro gradimento viene annullato,come spesso è accaduto.siamo inutili protagonisti al servizio del potere.elettore non conti un cazzo.

Il voto 17.07.18 00:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo ha detto anche il ministro dell'ambiente, chi inquina paga.
Questo non deve valere solo per l'ambiente ma anche per i danni che un prodotto alimentare, un farmaco, se non testato e controllato, può causare alla salute di cittadini. Si sa che controlli e standard superiori di produzione, innalzano il prezzo del prodotto, poi i danni provocati sono difficilmente quantificabili, infatti si possono verificare a distanza di decine di anni, provocando anche la morte della persona.
Ora importare per esempio, alimenti da altri paesi a prezzi inferiori (prodotti con minori controlli), cui poi si dovranno aggiungere i costi per riparare i danni alla salute, è un rischio che non si deve neppure pensare di correre.
Questo è il liberismo più spietato, è business sulla pelle della gente.
Boccia rappresenta questo tipo di attività, costui non fa del bene neppure alle imprese italiane e neppure all'economia.
L'unica cosa che considera è il saldo dei conti, che devono essere in attivo e non importa come sono stati ottenuti.
Quindi dà spazio a una certa esportazione poi non considera che cosa sarà importato, in cambio dello scambio.
Boccia dimostra di essere compiacente con il gioco dell'azzardo e quindi essere favorevole quell'economia che si nasconde dietro a questa attività.
Bravo Di Maio, lo ha asfaltato e sbugiardato diverse volte.
Il m5s sta dimostrando di avere il comando delle situazioni e quindi gli argomenti per affossare le ipocrisie e falsità che vengono portate avanti da giornalisti, confindustria ecc., per fregare gli italiani.

newmail ***** Commentatore certificato 17.07.18 00:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa di Gasparri alla vigilanza, ce la dovevate risparmiare; è qualcosa di davvero inaccettabile, indigeribile, anche se come figura non serve ad un cazzo ....(come l'esperienza Fico, insegna....)

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 16.07.18 23:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non vedo l'ora (ci dovremmo essere) che arrivi Friso a spiegarci perchè è percome questa votazione e questi nomi (nonchè Gasparri) sono buoni e giusti e AVANTI TUTTA CON L'OTTIMO GOVERNO CONTE e T U T T I
I SUOI MINISTRI. Dai Friso se no non vado a dormire tranquillo.

democrazia di retto 16.07.18 23:37| 
 |
Rispondi al commento

Sceglierò fra Favale e Mazzola.
I primi due mi sembrano di provenienza che non mi entusiasma.
L'altro mi sembra un po' miserino come curriculum.

Bartolomeo C., ARCENE Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 23:31| 
 |
Rispondi al commento

Ottima scelta la candidatura di PAOLO FAVALE, Un professionista del settore radiotelevisivo con il quale ho avuto il piacere di lavorare nell'ambito della Direzione delle Strategie Tecnologice di Rai

Luigi spanu 16.07.18 23:15| 
 |
Rispondi al commento

Mah! Ho letto tutti i cv e non credo che voterò, per mancanza di rinnovamento, purtroppo a mio vedere è tutto in linea col passato.
Le scelte dovevano essere più coraggiose, domani vedrò se fra le scelte si può aggiungere qualche nome, se sono fisse... Non voterò.

undefined 16.07.18 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Avv.to Paolo Favale, vittima di un'ingiustizia legale riconosciuta dalla Cassazione. Domani il mio voto sarà per lui.

Carol 16.07.18 23:03| 
 |
Rispondi al commento

ma che razza di votazione e? chi ha deciso che deve essere uno di questi cinque? ma chi sono? ditemi che e' uno scherzo!

lucia 16.07.18 22:58| 
 |
Rispondi al commento

FI ha già la seconda carica dello Stato. Non basta all'opposizione? Anche Gasparri alla vigilanza Rai? Perché non un esponente di Fratelli d'Italia ? Se opposizione deve essere.

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 16.07.18 22:21| 
 |
Rispondi al commento

sulla 7 Gigi e confindustria!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 21:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Votazione? https://youtu.be/ylWHvrCtczk

m.m 16.07.18 21:54| 
 |
Rispondi al commento

GASPARRI alla vigilanza Rai? Questo è troppo.

Trascuro i suoi interventi legislativi per la trasformazione della Rai in una succursale di Arcore, anche per quanto riguarda il clima da “serata elegante”. Dico solo che davanti alle telecamere mostrò il dito medio a tutta l’Italia, in occasione della rielezione di napo, da tutti considerato un colpo di stato. Dovrebbe essere messo fuori dal parlamento solo per questo. Ecco, affidiamogli pure la vigilanza Rai.
Ho i conati.

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 16.07.18 21:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma chi ha deciso? B O C

marco v 16.07.18 21:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“I tempi non sono diventati più violenti. Sono solo diventati più televisti.”
MARILYN MANSON

marilyn 16.07.18 21:28| 
 |
Rispondi al commento

Prima di votare qualcosa almeno capire di cosa si tratta. Una cosa così non si da in mano al primo venuto.Chi sono questi 5 chi li a scelti?

http://www.rai.it/trasparenza/Attivita-del-CdA-23b94271-ebb5-4159-994c-e4f6de3e1070.html

marco v 16.07.18 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Ma dove sono Gabanelli e Freccero? Altrimenti per cosa votiamo? La cambiamo questa RAI in meglio?

Fabio Maira 16.07.18 21:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non guardo la TV da una vita. C'è solo immondizia. I bambini sono costretti a guardare programmi inguardabili. Credo che ci sia un preciso programma per rimbambire le persone in modo che non riescano più a ragionare, altrimenti non si spiega l'immondizia che viene proposta... C'è n'è per tutte le età. Non credo che una votazione possa cambiare qualcosa. È una discarica, non è una spruzzata di profumo che coprirà l'olezzo.

Valentina B., Colloredo di Monte Albano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.07.18 21:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sentire che Gasparri farà la vigilanza alla rai...è come aver la sensazione, di aver ingurgitato L.S.D.Siete sicuri di stare bene?

marco v 16.07.18 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Io come datore di lavoro e altri milioni di datori di lavoro,vogliamo che i nuovi dirigenti della RAI, devono fare giustizia e trovare spazio nella RAI per uno dei più grandi artisti cacciato dalla RAI nel 1986

gennaro a., carrara Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 21:10| 
 |
Rispondi al commento

TRA I NOMI PROPOSTI 3 PROVENGONO DALLA RAI E A MIO AVVISO NON DOVREBBERO ESSERE VOTATI PERCHE' SICURAMENTE SONO STATI INQUINATI DALLE PRECEDENTI GESTIONI POLITICHE, GLI UNICI DUE CHE MI SEMBRANO NUOVI SONO CELLINI E VENTRICE. OCCORRE UN CAMBIAMENTO RADICALE,GENTE NUOVA MAI APPRODATA IN RAI PRIMA CHE REALIZZI IL CAMBIAMENTO CHE NOI TUTTI AUSPICHIAMO.

Claudio R., Torino Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Un esempio recente del CDA RAI:
Attività dal 1° gennaio al 31 marzo 2018

Nel primo trimestre del 2018, il Consiglio di Amministrazione si è riunito formalmente per n. 5 sedute ed ha assunto 14 delibere.

I provvedimenti hanno riguardato sinteticamente le seguenti materie:

- Contratto di Servizio 2018-2022
Nella seduta dell’11 gennaio 2018, il Consiglio ha approvato il Contratto di Servizio 2018-2022, il cui testo definitivo è stato approvato dal Consiglio dei Ministri nella seduta del 22 dicembre 2017. Il Contratto è stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale del 7 marzo 2018.

- Anticorruzione
Nella seduta del 30 gennaio 2018 il Consiglio ha approvato il Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione 2018-2020.

- Area economico-finanziaria
Nella seduta consiliare del 17 gennaio 2018, il Consiglio ha approvato il progetto di Budget per l’esercizio 2018.

- Programmazione editoriale
Nella seduta del 22 febbraio 2018 il Consiglio ha approvato i Piani di produzione e trasmissione 2018 dei Canali Generalisti e Specializzati, nonché il documento di pianificazione annuale della Fiction 2018, in coerenza con le relative linee di sviluppo approvate nella seduta del 14 dicembre 2017.

- Governance aziendale
Nella seduta del 22 febbraio 2018, dopo approfondito dibattito, il Consiglio ha approvato il Regolamento per l’elezione del componente del Consiglio di Amministrazione espresso dall’Assemblea dei dipendenti di Rai Spa, così come previsto dall’art 2, comma 6 ter della Legge n. 220/2015 di Riforma della Rai e dell’art. 21.5 dello Statuto Sociale.

- Area personale e collaboratori
Nella seduta del 14 marzo 2018, il Consiglio ha approvato il Contratto Collettivo di Lavoro per quadri, impiegati ed operai della Rai, di Rai Cinema, di Rai Com e Rai Way per il triennio 2014-2016 e, in via del tutto eccezionale, anche per il 2017 e 2018.

continua sotto

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 21:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Speravo di vedere nomi di persone impegnate per portare davvero onestà e trasparenza in RAI : Gabbanelli, Santoro, Freccero, e le altre persone con la schiena dritta.
Leggo i curricola e tutti, tranne uno, sono di Top Manager di questa o di quella società, giornalisti che parlano più l'inglese dell'italiano (e se ne vantano), gente che lavorava per Società che forniscono programmi alla RAI invece che utilizzare le Risorse Interne, che sono numerosissime e sottoutilizzate. Ci vogliono persone che abbiano un'idea NON COMMERCIALE della TV pubblica. Manca che Salvini ci infili 1 o 2 dipendenti di Berlusconi e possiamo dire addio al Cambiamento nell'uso dei mezzi televisivi.
Così non va. Metteteci una pezza prima di farci votare gente brava a selezionare il personale, discutere cause e comprare prodotti esterni.

Roberto C., Venezia Commentatore certificato 16.07.18 20:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Comunque male che vada, ricordiamoci sempre chi sono i veri proprietari della Rai, noi cittadini. Basterebbe disfarsi definitivamente del televisore, per mandare a casa un sacco di opportunisti ed incapaci. Meditiamo gente...meditiamo...


A me sembra che il M5S nell'agire e negli atti del governo, sino ad ora, considerando anche i nomi proposti per il CDA RAI sia molto forse troppo prudente nell'opera di cambiamento del Paese e non ne capisco le ragioni visto che tutti i sondaggi danno la somma delle due forze di governo M5S-Lega al 60%. Coraggio la gente vi ha votato e vi appoggia per cambiare, ma cambiare per davvero, non per avere l'approvazione dell'"intellighenzia" piddina che ha distrutto il Paese. Un po più di coraggio non guasterebbe!

stefanodd 16.07.18 20:40| 
 |
Rispondi al commento

Non votero' dei nomi selezionati da mani ignote. Senza sapere la loro visione della RAI. Io credo che la RAI debba mantenersi pubblica e differenziare le reti tra informazione, intrattenimento, informazione scientifica - innovazione e cultura in tutte le sue declinazioni ( teatro, cinema, musica, letteratura, arti figurative e storia dell' arte) . Non voglio un Murdoch che arriva e ci compra le reti e poi controlla la nostra popolazione imbeccandola come galline per rimebecillirci.

Flavia Donati 16.07.18 20:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il PD nel 2013 si è preso camera, senato, quirinale e media tra i quali tutta la rai.
Ora sarebbe quantomeno indispensabile togliere qualsiasi elemento possa avere attinenze col passato.

Explor3r 16.07.18 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Con questa "votazione"??? State marcando male,molto male.

Sidney Lumet 16.07.18 20:02| 
 |
Rispondi al commento

“La sola cosa che la televisione ad alta definizione può fare è fornire immagini più nitide della spazzatura.”

Giorgio 16.07.18 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Non mi entusiasmano, mancando descrizioni più personali. Guai a chi dirà che non si sono indicati soggetti apparentemente del tutto estranei al Movimento. Ecco brevi impressioni, personali, sfogliando twitter e articoli vari (e dunque senza troppo fondamento):
MAZZOLA: criticata x essere (ed era) al servizio di Orfeo; su twitter rilancia Gassmann, spesso La Repubblica, e eccessivi rt di diatribe nel Movimento (si è scusata? se si occorre saperlo, altrimenti è INVOTABILE)
CELLINI: appare eccessivamente legato a innovazioni tecnologiche, pochi riferimenti ai problemi quotidiani + terra terra della nostra società
COLETTI: sguardo troppo elevato e distratto da multiculturalismo, integrazione ecc.
VENTRICE: apparentemente poco spessore x il ruolo
FAVALE: troppa fredda lex per i colori della televisione
A tutti, i miei migliori auguri.

Mauro FERRANDO Commentatore certificato 16.07.18 19:46| 
 |
Rispondi al commento

La Rai va venduta a soggetti privati. Tutti i dipendenti devono passare ad un regime di libero mercato. Le risorse ottenute dalla vendita vanno investite per fondare un nuovo unico canale pubblico fondato sul principio del merito e del servizio al Paese. Senza pubblicità. Col canone. Con un palinsesto finalizzato alla informazione ,cultura e promozione delle eccellenze storiche, artistiche, turistiche del Belpaese.

Emilio tomaselli 16.07.18 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Ce ne è uno solo che non ha frequentato la Rai o la 7.
Io voto quello.

newmail ***** Commentatore certificato 16.07.18 19:37| 
 |
Rispondi al commento

I CITTADINI SONO PRONTI AL CAMBIAMENTO? OGNUNO DI VOI SI OSSERVI E CAPIRA'

Nessuna rivoluzione, per quanto "democratica", può realizzarsi se il Popolo non è pronto a riceverla.
Qualsiasi cosa progetti l'attuale governo, nulla sarà ottenuto se prima gli stadi di calcio non saranno perennemente vuoti, le piste di F1 e Moto GP non saranno deserte.
Disegnino?

Max Stirner Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 16.07.18 19:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento


Cari amici,
cliccando sui cinque nomi dei candidati non si legge il curriculum.non funziona.
Vedete se potete correggere. Grazie

G.Balzi Torino

Giovanni Balzi , Torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.07.18 19:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buonasera. Ci offrite di scegliere fra 4 persone di provenienza rai (volutamente minuscolo) ed una che non ci fa neppure sapere quando e dove è nata (la persona in questione). Non mi pare possa funzionare. Capisco gli sforzi che dovete continuamente fare per "quadrare il cerchio", e ve ne ringrazio, ma veramente ora ho un moto di ribellione. Impossibile che non siate riuscite/i a trovare qualcuna/o di valido al di fuori della rai?? La notte porta consiglio; ma penso non voterò. Se devo scegliere tra "la/il meno peggio", mi asterrò. NON VOTATE IL/LA MENO PEGGIO, ASTENETEVI! Grazie

licia carra (licia, metanopoli), metanopoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.07.18 19:21| 
 |
Rispondi al commento

Vogliamo dare il "quinto potere" al primo che passa?Complimenti

v 16.07.18 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Se prendiamo i Competenti succede come con Marra a Roma ...okkio!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 19:05| 
 |
Rispondi al commento

non mi stanco di proporre una Rai servizio pubblico trasformata in public company, con i cittadini che pagano il canone azionisti che eleggono il presidente della rai (io sceglierei Gabanelli), con regolari votazioni. Una rai ridotta (come andrebbero ridotte tutte le concentrazioni mediatiche), senza pubblicità (anzi in grado di fare servizi sulla pubblicità ingannevole, perchè questo sarebbe un vero servizio ai cittadini. Il presidente, con poteri e responsabilità, può durare due mandati e deve provenire dalla società civile, indipendente da partiti, religione, economia. Questa proposta era tra le leggi proposte dagli iscritti ma è stata respinta senza possibilità di discussione. Questo metodo è stato per me una bella delusione.

maria t., olbia Commentatore certificato 16.07.18 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Ma sono solo questi 5 i nomi fra cui scegliere?

Maurizio C., Bari Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 18:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUESTA RAI E' FIGLIA DELLA PEGGIORE ITALIA
NON E' RIFORMABILE, VA ELIMINATA!!!

HA OLTRE 10.000 DIPENDENTI e nessun italiano ignora come sono stati "assunti" quasi tutti (padrini politici e sindacali)

e, visto che
NON SI POSSONO LICENZIARE ED IN PARTICOLARE NON SI POSSONO LE MIGLIAIA DI GIORNALAI inseriti nel PROFUMATO LIBRO PAGA,

LA RAI, così com'è, va PRIVATIZZATA e quindi QUOTATA IN BORSA E CEDUTA RETE PER RETE, scrivania per scrivania.


E A CHI OBBIETTA LA NATURA PUBBLICA VA RISPOSTO:

DA QUANDO TEMPO NON FANNO CONCORSI PUBBLICI PER ASSUNZIONI OD IDEE?


PRIVATIZZARE LA RAI E' IMPERATIVO


E CHE NESSUNO ABBIA PIU' CONFLITTI D'INTERESSE NEL CAMPO DELL'INFORMAZIONE O CHE POSSIEDA PIU' DI UNA RETE OD UN GIORNALE


TANTO SI DOVEVA

SALUTI E BACI

giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.07.18 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per quello che so io si può votare anche nomi che non sono tra
la rosa degli "scremati", ma uno tra i candidati se non addirittura anche chi non si candida. Ho comunque letto l'elenco di chi si è proposto e tra i tanti c'è anche Freccero, non ho visto la però
la Gabanelli.

Carmen Tano 16.07.18 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Trovo giuste le rimostranze di chi chiede di saperne di più sui candidati.
Io ho posto la mia candidatura e inviato il mio CV (ora sui siti di Camera
e Senato)quando i due rami del Parlamento hanno pubblicizzato le modalità
di presentazione. In omaggio alla più assoluta trasparenza e per chi fosse
interessato ho pubblicato, già dal 24 maggio, le motivazioni che mi
inducevano a candidarmi al sito di PER FORTUNA SONO BIANCO a questo link:
https://it-it.facebook.com/perfortunasonobianco/posts/2042499299409999 .
Però continuo a chiedere quali siano stati i criteri di valutazione che
hanno portato alla pre-selezione. Cordiali saluti Giorgio Boscagli - Roma

Giorgio Boscagli 16.07.18 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Voglio poter votare Massimo Fini nel Cda della Rai.


Forza M5S, cambiare bene la Rai vuol dire portare nel Paese un rinnovamento culturale in positivo che si vedrà nei prossimi 15 anni. Mandate via tutti i mercenari politici. Non abbiate pietà di nessuno. In ogni azienda che si rispetti per essere competitiva sul mercato ci vogliono le persone giuste ai posti giusti. Vorrei vedere un terremoto in Rai. Tremate fantocci e zerbini della politica.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 16.07.18 18:03| 
 |
Rispondi al commento

A voi del pil che cala non vi frega nulla.

Paolo 16.07.18 18:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che questi curricula...stiano a pilotare le votazioni.... tutti hanno avuto da che fare con la RAI...solo una ne è estranea ...quindi sapete chi votare.
Freccero e gabanelli sono convinto che hanno rinunciato alla proposta.

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 17:58| 
 |
Rispondi al commento

ma avete preso il virus di renzi mettete claudia mazzola

Roberto Bini 16.07.18 17:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Trasparenza innanzi tutto. Benissimo. Però non sarebbe utile avere contezza anche degli obiettivi e/o delle modalità manageriali che i candidati vorrebbero adottare?? Cosa vogliono che diventi la RAI??

Daniela Pietracci 16.07.18 17:38| 
 |
Rispondi al commento

rega', le intenzioni saranno anche buone, ma ditemi, come minchia si fa ad accordare la propria fiducia a persone conosciute solo per CV senza sapere quali idee ed intenzioni abbiano in concreto?? Sarebbe bene che si presentassero in video ad esporre il propri pensieri in merito all'assetto RAI, a far vedere se tendano all'"Alto Papavero", se siano degli arrampicatori pronti a cambiar cavallo o se siano invece indomiti e coraggiosi cittadini pronti a restare al fianco della gente comune, contro tutto e tutti.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 16.07.18 17:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La trasmissione Stasera Italia su retequattro condotta da Brindisi e Gentili e diretta dalla dottoressa Ragusa è antigoverno e pro-PD. Che il berlusca stia lanciando un messaggio a renzi per un nuovo patto del nazareno?

Igor Zante Commentatore certificato 16.07.18 17:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e Freccero dov'è?!

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.07.18 17:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Paolo Cellini: trovo le sue esperienze ideali per l'eventuale ruolo da ricoprire.

Andrea Ventimiglia, Agrigento Commentatore certificato 16.07.18 17:20| 
 |
Rispondi al commento

propongo Beatrice Colletti!

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.07.18 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Paolo Favale

v 16.07.18 17:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho letto i CV e visto che per un CDA RAI servono soprattutto competenze Manageriali, visione strategica, conoscenza del settore e dei new media, ed esperienza internazionale oltre che propensione all'innovazione pur valutando buoni i diversi CV trovo piú adeguato di tutti quello di Paolo Cellini. Non dispiace inoltre l'eccellente conoscenza delle lingue 8nglese e francese

undefined 16.07.18 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Fiche Nevs in rai.
Ieri l’altro, in una trasmissione rai, il presentatore, tal Augias , dice che, l’altare della patria a Roma, è fatto in marmo Botticino, candido e che non cambia colore.
Il marmo Botticino, è beige, non bianco. L’altare della patria, è stato fatto in marmo Botticino, perché estratto in provincia di Brescia, collegio elettorale del committente, e per renderlo candido, lo PITTURANO DI BIANCO.
Del resto, adoperare il Marmo Bianco di Carrara, (quello sì, che è candido) avrebbe voluto dire dare lavoro alla patria dell’Anarchia, e questo, per LORO, era ed è INAMMISSIBILE.

Antoniò D., Carrara Commentatore certificato 16.07.18 17:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo alle SOLITE.
In perfetto stile RAI, si è svolto
UNA SPECIE DI CONCORSO CLANDESTINO
PER SOLI TITOLI
alla quale ovviamente ha partecipato
solo chi ne è venuto a conoscenza
CIOE TUTTI GLI INFILTRATI NEL SISTEMA RAI
i relativi famigli,
e qualche ben ammanigliato a cui è stata
passata la DRITTA.
Dopo di che se il M5S è ancora tale
l'unica cosa decente da fare e la
RIAPERTURA DEI TERMINI
DANDO LA MASSIMA PUBBLICITA ALLA COSA.
E' veramente ridicolo solo pensarlo
che nel paese che è il
CAMPIONE DEL MONDO....DELLA PUBBLICITA'
COSE COME QUESTE SI SVOLGANO
IN MANIERA CLANDESTINA.
-----------------------------------
Perche quello che dico è vero.
Il m5s, il suo quadro dirigente partecipativo
dovrebbe VOTARE PER SELEZIONARE
quattro teste di PROVENIENZA RAI
E UNA PERSONA QUALIFICATA DEGNA DI CONSIDERAZIONE.
Basta leggere i curriculum, per capire di chi si tratta, Se avete deciso di votare
VOTATE SOLO PER QUELLO E LE ALTRE
4 TESTE RAI, mandatele affanculo.
franco rosso.

franco rosso 16.07.18 17:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beatrice Colletti sembra la più "esperta" da curriculum. Purtroppo non sono mai riuscita a votare su Rousseau effettivamente è un po' farraginoso ci proverò comunque

Roberta G., Grosseto Commentatore certificato 16.07.18 16:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene se libera dalla politica,ma liberatici dal canone perché come le tv private vivono di sola pubblicità anche loro si devono adeguare,oppure devono condividere il budget del canone con le altre tv,e inoltre tagliate i super stipendi dei dipendenti alto locati.

Giorgio P. (stellato) 16.07.18 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Per distruggere la democrazia si comincia dal dominio sulla tv manipolando le menti,compito più facile con gli anziani,le casalinghe,chi non ha studiato,chi non è informatizzato o non ha imparato ad usare il web,chi ha votato sempre in modo acritico per lo stesso partito...
Es.Quando Fusaro dice:"L’obiettivo del mondialismo e dei suoi agenti non è integrare i migranti,ma disintegrare i cittadini.Non è rendere i migranti come noi,ma noi come i migranti:senza diritti, sradicati,con salari da fame.È questa la funzione dell’immigrazione di massa",fa un discorso rivolto alla mente razionale,ma si pensi al martellamento delle tv USA sui cervelli degli americani per convincerli che sono assediati da nemici o al martellamento che i media italiani fanno oggi sui migranti con tg e talk show plagiando le menti dei telutenti come arma di distrazione di massa.Non importa che i flussi di migranti siano fortemente diminuiti,che l'Italia ne abbia meno di tutti i Paesi Ue,che i reati attribuibili a loro siano minori e in diminuzione anch'essi, è la tv che li sta usando contro il M5S,mentre Salvini,al contrario,li usa per maggiorare i propri voti.In entrambi i casi,un oggetto reale,i migranti, diventa in tv un'arma micidiale per creare consenso irrazionale al di là della concretezza dei fatti,incidendosi attraverso gli occhi nel cervello limbico,sede delle emozioni e portando i teleutenti ad agire come telecomandati
Io sono una no global e certi discorsi li faccio da 30 anni
L'unica soluzione per combattere il plagio mentale neoliberista è l'informazione alternativa,il voto popolare,la responsabilizzazione di tutti, l'emancipazione dall'ignoranza e dalla disinformazione,l'uso del web,la rivendicazione della sovranità popolare,la richiesta di sistemi di democrazia diretta,il controllo sui controllori,l'alternativa di governo,l'educazione di tutti, la crescita culturale e critica ..
Questa non è una battaglia che può essere fatta da un partito.
Deve essere fatta da un popolo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.07.18 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MI RACCOMANDO METTETE NOMI CHE POI COME BORI CE LO METTONO NEL CUL,MA METTERE GENTE GIPVANE COMPETENTE E SLEGATA DA TUTTO IO VORREI

anna quercia, piancogno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.07.18 16:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I curricula per me più convincenti mi sembrano quelli di Beatrice Coletti e Claudia Mazzola. Spero di sbagliare, ma gli altri non mi danno l'impressione di essere di svolta.

Marcello 16.07.18 16:27| 
 |
Rispondi al commento

tranquilli " la bufera" è garantita a prescindere ....

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.07.18 16:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando vivevo a Milano prendevo la tv svzzera che aveva tg migliori dei nostri e dava spesso documentari bellissimi.
A Londra alla tv vedo i film stranieri in lingua originale ed è così che ho rivisto Montalbano. La BBC è molto seria, dà solo tg da mezz'ora e li dà a ruota continua sulle 24 ore con continui aggiornamenti, e senza pubblicità.
Se accade qualche sciagura, bomba o incendio nel Paese si possono seguire via via i vari aggiornamenti come essendo sul posto. Non c'è pubblicità per legge sui tanti canali per bambini. Ci sono serie e film storici bellissimi molto curati, di grande valore storico e artistico, sulla storia d'Inghilterra, così fatti bene che merita collezionarli e i suoi documentari sulla natura e sul paienta sono i più belli, originali e avvincenti del mondo, tanto che sono molto amati dalle famiglie e dai bambini che possono memorizzarli sullo stesso apparecchio tv e rivederli quando vogliono.
I programmi per bambini sono molto vari, divisi per età e spesso con finalità educative o culturali

Io penso che a qualunque tipo di televisione se propone un canone o un pedaggio come Sky dovrebbe essere vietato fare anche pubblicità. O questo o quello. E penso che si dovrebbe aumentare le tasse delle tv che usano frequenze private o che si vedono su tutto il territorio.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.07.18 16:23| 
 |
Rispondi al commento

.....mi raccomando!!!! Scegliete le persone oneste e capaci !!!....e abbassate gli stipendi a tutti i nuovi dirigenti !!! .....col risparmio, faremo rivivere i giovani che hanno perso il futuro !!!!

Domenico De Pascale 16.07.18 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Che caz** sappiamo noi ( o solamente io ) in che modo si sceglie un addetto per la comunicazione?
Sono solo io che sono ignorante, e pertanto non voterò?
Madonna, i votanti dei 5S sono delle persone che sanno di tutto...

Ricordo un proverbio veneto “El saòn no'l sa gnente, l'inteligente el sa poco, l'ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!” Il saggio non sa niente, l'intelligente sa poco, l'ignorante sa tanto, l'imbecille sa tutto,

Da chi sarà eletto stò tizio?
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 16.07.18 16:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se bastasse un curriculum per scegliere, ovviamente ci penserebbe un programmino da PC semplice semplice.
Ma nelle ditte c'è un addetto o il titolare per scegliere il miglior candidato; e entrambi scelgono dopo il curriculum, e dopo di aver avuto colloqui, dove il candidato risponde, si propone, si apre.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 16.07.18 16:13| 
 |
Rispondi al commento

E come la mettiamo con Pippo Baudo che vuole diventare Presidente della Rai?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.07.18 16:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RAI
Quante battaglie nei corridoi...
Poveri noi...
Se non si mettessero d'accordo alla RAI
Paghiamo allora questo abbonamento
Per mantenerli in salute e in sentimento...
Perché oramai
Questo cervello
Avrà un padrone lo sai ?
Viva la RAI Rai? Più che informazione è propaganda, con contorno di pubblicità e tocca pure pagarla.La smonterei pezzo a pezzo 2 canali 0 pubblicità canone il giusto, e cioè poco.20 EURI annui la cifra consona

Non è la rai 16.07.18 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Curriculum dal nulla, senza presentazioni e proposte, io non li voto. Tutti hanno a che fare con rai o con altre aziende tv. Ma che sarebbe questo il cambiamento? Mi ca siamo scemi. Finitela di fare proclami, Fico aveva chiesto merito e trasparenza. Proprio il contrario di questa votazione. Senza Freccero, Gabanelli, Mattiucci. Ma dove andiamo. La lega ci spazzerà via

Renata Bove 16.07.18 15:52| 
 |
Rispondi al commento

OTTIMA LA VOTAZIONE ON LINEE
Lamento solo il fatto che mi e' arrivato un codice da inserire NEL BOX DEL MIO PROFILO,per completare l'iscrizione a Rousseau e questa cosa e' incomprensibile.
Saro' stordito ma NON RIESCO A CAPIRE DOVE METTERE IL CODICE PER CONFERMARE IL MIO NUMERO DI TELEFONO.
Queste PROCEDURE CERVELLOTICHE credo e SPERO che abbiamo il solo senso di avere iscritti CHE ABBIANO FORTEMENTE VOLUTO ISCRIVERSI,perche' farlo e' come scalare una montagna.
SE QUALCUNO MI AIUTA A CAPIRE COME ACCEDERE AL MIO PROFILO E QUALE SAREBBE IL BOX DOVE INSERIRE IL CODICE,GLIENE SARO' grato se no,MI ARRENDO E NON PARTECIPO PIU'.
E' un mese che sto cercando di iscrivermi e SINCERAMENTE,trovo POCO INTELLIGENTE,COMPLICARE LE PROCEDURE.
GRAZIE

Luca Fini 16.07.18 15:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la Rai è un vero insulto all’economia. Ha 1400 giornalisti, ognuno lavora per il tg 9 ore e mezzo l’anno!
La sua edizione di prodotti da vendere all’estero è scarsissima, mentre non fa decadere la sua capacità di dare informazione o cultura o divertimento
Ricordo che La BBC è una delle istituzioni più salde dell’UK, è la compagnia di broadcasting più grande al mondo. Il numero di spettacoli, film, telefilm, serie e documentari prodotti e’ enorme, oltre ai vari canali, dalla tv tradizionale al digitale terrestre, passando per satellite, internet e stazioni radio..una macchina complessa che richiede migliaia di persone, per cui cerca sempre personale..
Da noi il personale Rai viene gentilmente suggerito dal padrone della concorrenza. Pietoso! E i programmi sono sempre più ripetivi e scadenti, con lo scandalo di ben 4 mesi di vacanza l'anno!

Sapevate che la RAI è una delle più’ grandi ziende di comunicazione d’Europa? Il 5° gruppo televisivo del continente e’ una societa’ per azioni sotto partecipazione del Ministro delle Finanze che possiede il 99,56%. Il restante 0,44 e’ proprieta’ di SIAE.
Delle tv pubbliche europee, e’ quella con lo share maggiore (43%), mentre Mediaset raggiunge il 40% di ascolto.
Qualcuno si ricorda che ci fu un referendum nel 1995 che abrogo’ la legge che riservava esclusivamente alla mano pubblica il possesso delle azioni RAI, tuttavia questa privatizzazione non e’ mai stata fatta
La Rai e’ governata da 9 membri del Consiglio d’Amministrazione: 7 consiglieri vengono eletti dalla Commissione parlamentare di vigilanza, 2 sono indicati dal Ministro delle Finanze che e’ il maggiore azionista della RAI e indica anche il Presidente del Consiglio d’Amministrazione, che nomina poi i direttori delle reti e delle testate giornalistiche.
La RAI dovrebbe assicurare il pluralismo politico, in effetti e’ in massima parte sotto il controllo di B che vuole affossarla e annientare la parte che non lo omaggia e del gruppo renziano che spopola anche su La7

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.07.18 15:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Voglio sperare che i nuovi vertici della Rai diano a tutti gli abbonati di poter vedere il docu-film “La Trattativa” di Sabina Guzzanti. Alcune settimane fa abbiamo promosso una petizione che ha raccolto quasi 40.000 sottoscrizioni.

Armando Carta 16.07.18 15:39| 
 |
Rispondi al commento

I nomi in lizza sono semi-sconosciuti. Il solo curriculum non è abbastanza per capire che idea hanno di servizio pubblico questi signori/e. Ci sarebbe voluto un nome conosciuto e forte, simbolo di cambiamento. Di loro Ventrice è l'unico di cui ho sentito e che ha un bagaglio che mi piace, quindi voterò. Più attenzione nelle prossime votazioni.

undefined 16.07.18 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non c'è Carlo Freccero nella lista?Gradirei una risposta per favore'altrimenti non voterò!

Adelaide C., Crema Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 15:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mentre in altri paesi le proteste dei teleutenti hanno spinto i governanti a mettere un tetto alla pubblicità sia sui canali privati che pubblici, o a privatizzare il servizio pubblico, da noi il conflitto di interessi, unico nel suo genere e accentrato su B, fa sì che la pubblicità commerciale, l’autopromozione e le logorroiche televendite siano in costante aumento. E persino Sky, che dovrebbe sorreggersi su abbonamenti e aveva il pregio di essere esente da pubblicità esterna, non fa che aggravare il carico pubblicitario in modo nauseante, tanto più che nello stesso spazio di tempo si danno in continuità anche spot identici o interminabili televendite che godono, non si sa perché, di condizioni di favore
L'Ue ha messo il tetto tassativo di 12 minuti di pubblicità l’ora a protezione dei consumatori, la Spagna vuole scendere a 9 per i canali pubblici per poi eliminarli, aumentando le tasse sulle tv private. Ma è difficile che B ponga limiti alla sua fonte preferenziale di arricchimento, tanto più che addirittura pubblicità commerciali e autopromozione dei programmi sono infilate surrettiziamente persino dentro i tg
L’UE ha già spiccato procedure di infrazione contro l’Italia, che oltre tutto era rea di mandare in onda un programma illegale come Rete4 per cui abbiamo pagato una multa europea di 300.000 euro al giorno (retroattiva dal giugno 2006). E non dovremmo pagarla noi ma B
Nel 2008 Mediaset ricavò 2.640 milioni di euro, l’80% dei quali sono introiti pubblicitari.

Se siamo a questo punto è grazie alla connivenza con B di persone come D’Alema o Violante che gli hanno sempre servito su un piatto d’argento ogni facilitazione, disdegnando di usare le leggi a loro disposizione o di farne ogni qual volta hanno avuto in mano la possibilità di governo
A questo tradimento, oltre che alle fatali divisioni interne si deve la progressiva caduta della sx

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.07.18 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Il governo del cambiamento deve accelerare il passo, la maggioranza del popolo è assolutamente favorevole e fiduciosa, ma avendo la stragrande maggioranza dell' informazione televisiva e cartacea contro, tutta o quasi la classe dirigente e burocratica del Paese che occupa le leve del potere statale contro, la confindustria che rappresenta solo i grandi "prenditori di stato" contro, quasi tutti i sindacati che oramai difendono i propri privilegi grandi o piccoli contro, dobbiamo andare giù più duramente e senza lasciarsi intimorire. Cambiare, cambiare, cambiare!

stefanodd 16.07.18 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo scusa, ma essendomi candidato (il mio CV è sui siti di Camera e Senato) in modo strettamente aderente alla logica del Movimento e con l'obbiettivo di portare i temi ambientali e in particolare la conservazione delle Aree Protette (oltre il 10% del Paese) in seno alla programmazione della TV di Stato, vi sarei grato - e chiedo cortesemente - di farci capire quali siano stati i criteri di valutazione che hanno portato alla pre-selezione dei 5 nomi che vengono proposti (nei confronti dei quali non ho alcun personale rilievo da fare). Grazie e cordiali saluti. Giorgio Boscagli. Roma

Giorgio Boscagli 16.07.18 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Rai? Vendete tutto è ormai obsoleta.

Non è la rai 16.07.18 15:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Penso che non succederà molto cambiando il cta della Rai. I cambiamenti dovrebbero essere strutturali.
Nel 2009 in Spagna non c'era il canone televisivo e Zapatero ridusse la pubblicità sulla tv pubblica Tve, che avevadue canali, Tve1 e Tve2, che ebbero diritto a 10 minuti di interruzioni pubblicitarie all’ora e portò il tempo a 9 minuti.
Radiotelevisión Española (RTVE) è il più importante gruppo radiotelevisivo in Spagna e uno dei più rilevanti nel mondo, finanziata da fondi pubblici (50%) e dalla pubblicita’ (40%)
Zapatero slegò la televisione pubblica dal controllo dei partiti politici, a partire dalla nomina del consiglio di amministrazione, fino alla ridefinizione di programmi tv e finanziamenti.

In Francia Sarcozy volle che il canone lo pagasse chiunque ha un pc o un cellulare, con una tassa dello 0,9% su internet e gli operatori telefonici, e una del 3% sui ricavi pubblicitari delle reti private. In cambio, ascoltando un sondaggio, attuò l’abolizione graduale della pubblicità sui canali pubblici.

In Inghilterra il Governo non è mai riuscito a farsi pagare il canone malgrado le intimidazioni per cui alla fine la BBC appaltò i lavori a una società esterna, i cui dipendenti avevano facoltà di pubblico ufficiale, con la possibilità di fare ispezioni in casa.
Ma gli inglesi pensano che cio’ sia una grossa violazione della privacy. Si tassa il segnale per cui bisogna pagare anche se si usa l’apparecchio solo per vedere un dvd o per giocare alla Playstation, pagano anche i non vedenti con prezzo differenziato per tv a colori o in bianco e nero. Un tempo chi non pagava finiva in carcere, nel 1995 ci sono finite 235 persone, trattate come criminali, ora si da’ una multa salata.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.07.18 15:32| 
 |
Rispondi al commento

sarebbe difficile per me, che non sono un esperto di comunicazioni,scegliere questo o quello. Basarmi sui curriculum? Ho paura di sbagliare a scegliere...

umberto santacroce, Casagiove Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.07.18 15:31| 
 |
Rispondi al commento

La scelta online del CdA della Rai, sarebbe stato meglio che tutti e cinque facessero un breve video per esprimere due o tre idee sulla Rai, secondo me dovrebbero essere competenti nello specifico produttivo, devono conoscere l’attività produttiva all’interno di più settori, non di uno solo per controllare gli sprechi, mentre Paolo Cellini mi sembra di più un manager di cose un po’ distanti dalla Rai.
Beatrice Coletti ha lavorato come maneger sui canali televisi però con grande esperienza nella produzione (è questo che vale), meglio quindi di Cellini.
Paolo Favale è un avvocato di diritti d’autore, già dirigente Rai (come è entrato? Dico con concorso o altro?) Esperto Agcom e di Radiodiffusione e Telecomunicazione, già in Art21 e giustamente dice che il tetto della Raccolta Pubblicitaria della Rai si applica solo alla concessionaria pubblica e non ai canali privati.
Claudia Mazzola, giornalista e consulente filosofica ha approfondito Nietzsche, anche lei come è entrata in Rai?
Enrico Ventrice, documentarista, produttore televisivo presso la sede di corrispondenza Rai di New York, anche li come ha fatto entrare? I film documentari sono prodotti da Rai Cinema, è riuscito a fondare una televisione che poi ha lavorato con la Rai, da montatore è diventato direttore artistico, insomma tutta una autostrada, docente alla Benincasa di Na e ad un corso di formazione di via Ponzio Camuno a Roma?! Personalmente sospetto che sia un raccomandato, non si può certo basarsi sul sospetto ci vorrebbe un video con le sue idee sulla Rai.
La mia scelta è per Beatrice Coletti

giancarlo ., Treviso Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.07.18 15:30| 
 |
Rispondi al commento

tutti noi abbiamo un cervello e lo dobbiamo usare, non dobbiamo nominare 5 consiglieri RAI....
E poi vedo che i "critici" oggi scarseggiano.... buon segno...
Buon lavoro a chi intende votare.

roberto tonezzer, tione di trento Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.07.18 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Lego i commenti e vedo scrematura poco chiara, sembrano candidature pilotate, non avete inserito Freccero nella lista quando si è guadagnato fiducia e stima, perchè dobbiamo scegliere su 5 cv e non su altre figure che hanno detto la loro? a due giorni dall scadenza? chi li ha mai sentiti questi... dov'è mattiucci che ha fatto laraichevorrei? non ci prendete in giro

giuseppe papa 16.07.18 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Trovare giornalisti non asserviti in Italia, la tredicesima fatica di Ercole.

giorgio peruffo Commentatore certificato 16.07.18 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Come si può votare?

FRANCESCO D'AURIA, Olbia Commentatore certificato 16.07.18 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Allora spiegatemi leggo che Mazzola ha fatto servizi contro il movimento e la si candida oggi come persona fidata? e perchè la dovremmo votare? basta compromessi, con le nomine si fanno sempre casini. 5 persone nel mucchio scelte senza criterio trasparente. Fico che dice? va bene così? io anche avrei scelto Mattiucci che non c'è. tra questi ventrice pare il meno peggio

Pietro Guidi 16.07.18 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace, ma il Movimento sta cambiando, e non in meglio. Non mi riconosco più in quello che stanno facendo Di Maio e company. Mi sembra che per aumentare il consenso siano stati snaturati i principi da cui si è iniziato e per i quali vi ho sostenuto. Personalmente mi sento preso in giro, trattato come uno stupido. Del resto è impossibile che più della metà degli italiani voglia veramente che le cose cambino.
Questa votazione per il CDA Rai mi ricorda la sciarada della votazione del premier...

Luigi Bello 16.07.18 15:04| 
 |
Rispondi al commento

e Freccero ?
Dov'è ?

FABIO B., bologna 16.07.18 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Fuori tutti i giornalisti Rai che si sono prestati ai giochetti politici in questi ultimi anni.

Giuseppe C. 16.07.18 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Come scritto da Antonio Socci nel suo ultimo articolo, in Italia unico Paese al mondo, c'è un partito con meno del 19% di elettori che occupa quasi tutte le poltrone che contano in Italia compresa la RAI, le quali (poltrone) giornalmente lanciano strali sul governo M5S-Lega, questo partito che dovrebbe essere ribattezzato dei parrucconi "non ce vò stà" difende con le unghie e con i denti tutte le posizioni di potere acquisite negli anni con contratti superblindati e cifre da capogiro. Fare piazzapulita alla svelta!

stefanodd 16.07.18 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Chiunque sia , e i curricula sono spesso difficili da valutare per i non addetti, resta l'obiettivo di una Rai piu'impegnata sui temi culturali , su una informazione meno faziosa , su una riduzione pubblicitaria. Piu' italiani pagano il canone e quindi le risorse ci sono per una migliore qualita'dei programmi. Occorre ripensare su alcune trasmissioni di gossip, giochi a premi , pubblicita' ingannevole e diseducativa, trasmissioni violente in orario a rischio, palinsesti datati dove i conduttori la fanno da padroni.
Piu' spazio a teatro, musica, informazione dal mondo, sports ormai out come quelli motoristici

Francesco De Rita 16.07.18 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna cambiare tutto, via contratti milionari e nullafacenti e informazione non faziosa. Vogliamo sapere chi volete come presidente e direttore, perchè solo il cda non conta niente. E poi tra i nomi manca Mattiucci che ha scritto sul fatto quotidiano articolo con innovazione e competenza. Inseritelo tra chi si può votare

Susanna Bianchi 16.07.18 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Rai Gasparri:Resta ancora aperta la partita del presidente della nuova commissione di vigilanza. L'accordo tra maggioranza e minoranza prevede che vada a Forza Italia. Il candidato ufficiale degli azzurri è Maurizio Gasparri ah ah ah(una barzelletta di repubblica it) che però non riscuote le "simpatie" dei 5Stelle.

m.m 16.07.18 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Diego Fusaro
Tenetelo bene a mente. L’obiettivo del mondialismo e dei suoi agenti non è integrare i migranti, ma disintegrare i cittadini. Non è rendere i migranti come noi, ma noi come i migranti: senza diritti, sradicati, con salari da fame. È questa la funzione dell’immigrazione di massa

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.07.18 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Azzardo, Di Maio: “Distrugge le famiglie italiane, via gli spot. Me ne frego se non pagano Ronaldo”

V.T.L 16.07.18 14:38| 
 |
Rispondi al commento

questi sarebbero gli esperti, persone già mischiate con rai oppure con gruppi concorrenti, io non li voto. va sprecata anche questa occasione, si poteva dimostrare che facciamo tutto diverso da renzie pd e invece così ci facciamo rpendere in giro. Mazzola e company sarebbero il nuovo e pulito? ppure andavano bene alla Lega? Niente Freccero, Mattiucci, che si conoscono

Cirillo Giuseppe 16.07.18 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Mi sarei aspettato altri nomi, tipo Freccero.
Mah..... forse non ha presentato la candidatura?

VINCENZO ANTONA, Vercelli Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Mi accodo pure io, e Luca Mattiucci? mi sono letta programma ho commentato e scritto per chiedere audiodescrizioni e accessibilità per non udenti e ipovedenti. potevate almeno metterlo in lista visto che ha fatto campagna pubblica. Io gli altri non li conosco, anche Freccero che farà?

Saretta R. 16.07.18 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Il tenore dei commenti sinora è palese indicatore che la cd."democrazia diretta" è luogo indefinito.
Le votazioni on-line sono interessante innovazione tecnologica ma,al tempo,si può consultare qvalche decina di migliaia di Persone,prevalentemente di parte,su qvalche decina di milioni di Cittadini.
Se poi il tema posto è molto specialistico molto meglio che a doverosamente scegliere siano i Delegati del Popolo Sovrano che,si presume,conoscano tali problematiche molto più da vicino.
Saluti e cordialità dalla Romagna.

enzo bargellini, Santarcangelo di Romagna Commentatore certificato 16.07.18 14:27| 
 |
Rispondi al commento

E Luca Mattiucci? era tra i candidati che si sono fatti conoscere su rete con blog e interventi, alla fine sembrava tra i più preparati. vabbè siamo alle solite

Serenella T 16.07.18 14:21| 
 |
Rispondi al commento

Pochi candidati messi a votazione. Francamente non mi piace nessun candidato e non voterò.

Roberto Aita 16.07.18 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Ad integrazione del mio precedente post, sull'inspiegabile inserimento di Claudia Mazzola nei 5 selezionati :

Nel 2014 Mazzola è stata pesantemente attaccata dal Blog di Beppe Grillo. «Siamo stanchi di assistere all'ennesimo servizio fazioso del Tg1», scriveva l'allora responsabile della comunicazione M5s al Senato, Rocco Casalino, «a fare disinformazione è stata la giornalista Claudia Mazzola. Nel suo servizio dedica 15 secondi al videomessaggio di Beppe Grillo, riportando solo le parole rivolte a Renzi e oscurando completamente la parte importante del videomessaggio, quella in cui Grillo parla della crisi economica e dello stato drammatico del nostro Paese. La vera vergogna è una tv pubblica che non è più in grado di raccontare la realtà, ma che sa solo deformarla e fare disinformazione».
Ecco, adesso mi spiegate su quali basi avete selezionato questa "giornalista"... e a questo punto diffido anche degli altri 4.

Ripeto: domani non voterò, ma quel che è peggio è che sto perdendo fiducia nei nostri (vostri) sistemi di selezione.

Stefano Felici 16.07.18 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Quegli altri hanno fatto le peggio cose con danni enormi per l'Erario e nessuno è finito in tribunale. La povera Virginia per un peccato, se tale, veniale invece si: E' UNA VERGOGNA! Dovremmo scendere in piazza.

Mario C., ANGUILLARA SABAZIA Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 14:04| 
 |
Rispondi al commento

SE PER LA PRIMA VOLTA VERRANNO ELETTE PERSONE CAPACI E NON APPARTENENTI A CORRENTI POLITICHE GLI ITALIANI SAPRANNO APPREZZARE. METTETE MANO DA SUBITO ANCHE AL TETTO DEI COMPENSI MILIONARI DI QUALCHE CONDUTTORE TELEVISIVO CHE HANNO FATTO VOMITARE MOLTI ITALIANI.

Maurizio Rizzi 16.07.18 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Sul blog non ho visto alcun riferimento al problema dei licenziamenti ne decreto dignità.
Sarebbe possibile sapere se il decreto passerà così oppure se sarà stralciato e rifatto come si deve?

iostoconconte 16.07.18 14:02| 
 |
Rispondi al commento

la Mazzola? e uno che faceva l'avvocato per la rai? boh come vi viene in mente? ma gente nuova e senza già mani in pasta in rai non c'era? l'unico che si era fatto conoscere con facebook e programma come mattiucci lo avete escluso. questo è il cambiamento?

Piero Nucci 16.07.18 13:59| 
 |
Rispondi al commento

dovete abolire il canone alla RAI. TOGLIERE il contributo a TUTTE LE TELEVISIONE PRIVATE.

MARIO SELCIA, MUGNANO DI NAPOLI Commentatore certificato 16.07.18 13:57| 
 |
Rispondi al commento

non mi piace questo sistema di scelta;a parte mi piacerebbe giovani anche senza esperienze professionali(ANZI MEGLIO) visto le capacitàdi _DI MAIO_E DIDIBA_DI TONINELLI.VIA I COMPROMESSI !!!!!

franco bazzani (), seregno Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Visto che fu buttato fuori dalla Rai perchè diceva ciò che pensava in libertà, io voterei BEPPE GRILLO, gli spetta di diritto.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 13:53| 
 |
Rispondi al commento

PERSONALE GIOVANE IDEE GIOVANI, LA RAI INTRATTIENE CON VISIONI SUPERATE ,STORIE DI MEZZO, PROGRAMMI LA RAI SPETTACOLI MODERNI, TENGA IN CONSIDERAZIONE GENERAZIONE NATA DOPO LA BOMBA PER FARE LUCE,ECCO COSA CI ASPETTIAMO .

giovan battista foti (), Carini Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.07.18 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Rivoluzione senza se e senza ma. Non si accettano compromessi. A casa tutti i vecchi dirigenti raccomandati dai partiti. Anche gli addetti, serbatoio, di poltronificio dei partiti, dovranno essere più tecnici e qualificati. Apertura a nuovi profili salvando il personale competente e di fiducia. Rivoluzione senza se e senza ma.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 16.07.18 13:47| 
 |
Rispondi al commento

OT del Se hai un problema che deve essere risolto da una burocrazia, ti conviene cambiare problema.

“L'organizzazione di ogni burocrazia e' molto simile a una cloaca: i pezzi più grossi emergono sempre” (Arthur Bloch).

https://infosannio.wordpress.com/2018/07/15/i-burocrati-nemici-del-cambiamento/

di Tommaso Merlo

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Io voglio Freccero, perché non c'è?Questi non li conosco e non li voto solo sulla base di un CV.

Luisa Del Grande 16.07.18 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto il video della Gabelli sul Corriere: 22 sedi Rai!!! 1800 giornalisti e dirigenti super pagati. Voglio qualcuno che ridimensioni totalmente questo scempio e riduca drasticamente il Canone Rai. Qualcuno che faccia programmi culturali e storici del nostro Grande Paese che ha estremamente bisogno di "sapere". Se avete individuato questi 5 nomi sui 200 ed oltre, anche stavolta avrete lai mia fiducia. Sceglierò una donna, sperando che trasformi la Rai nel più grande mezzo d'informazione culturale, con programmi e film storici. Basta con i talk politici, i vari reality stupidi ed i film proposti e riproposti da 40 anni!!!!

Carol 16.07.18 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco... I nostri parlamentari componenti la “Commissione di Vigilanza Rai”, Dalila Nesci, Alberto Airola, Mirella Liuzzi, Lello Ciampolillo e Gianni Girotto presentarono una interrogazione al Presidente della Rai, Anna Maria Tarantola per chiede a nome del M5S la testa del direttore del Tg1 Mario Orfeo e dei giornalisti Alberto Matano e Claudia Mazzola. La richiesta di rimozione dei suddetti fu pubblicata anche nel blog di Beppe Grillo e ora mi ritrovo la Mazzola tra i selezionati che garantirebbero indipendenza e professionalità? Gli altri non li conosco e più dei curricula sarebbe stato utile conoscere le loro idee di televisione del futuro. Mi chiedo con quale criterio e da chi sono state fatte queste selezioni. Mancano nomi molto più rassicuranti, due su tutti Freccero e Gabanelli. Voglio votare figure di riconosciuta professionalità, ma soprattutto di riconosciuta indipendenza, etica e moralità. Per cui, mi spiace, ma domani non voterò.

Stefano Felici 16.07.18 13:36| 
 |
Rispondi al commento

UNA VOLTA PER TUTTE
Cosa è cambiato in RAI con Fico e Freccero?
NULLA!
Solo brontolii e maldipancia.
Quindi raga...se volete votare i prossimi, togliete coloro che hanno avuti rapporti con la RAI e le lobby nostrane.
Perchè.... perche sino a domani informazione diffamante contro il m5s e il governo!
Sapendo che avremo messo mano al CD hanno cambiato qualcosa?
NO!
Quindi tutti contro,tanto per non avere critiche future.

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 13:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E la Gabanelli?

"... anche i soggetti che creano il prodotto televisivo". Va bene, ma attenzione anche a prodotti informativi/educativi!!!!Ne abbiamo bisogno. Vi prego di notare, osservando i palinsesti, l'indigestione di serie e film del genere "Giallo", sempre più gratuitamente violenti. Creano un'assuefazione alla violenza e il modello FOX, citato in un curriculum, non mi pace per niente!

Licia Scaltritti, Milano Commentatore certificato 16.07.18 13:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questa votzione è una farsa, avete già scelte nelle stanza chiuse e poi ci dite di votare questi 5 nomi. che vuol dire scrematura? io vi ho votato alle ultime elezioni ma è l'ultima volta. c'era la possibilità di fare unpercorso trasparente e invece di nuovo noi imposti dall'alto. e noi qui a farei burattini. bravi così, continuate

Salvatore Milo 16.07.18 13:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io voto per Claudia Mazzola

Sabrina Cocco, Varazze Commentatore certificato 16.07.18 13:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fine

Un giovane e valoroso generale vandeano, François-Athanase de Charette de La Contrie, ebbe parole lucidissime contro gli ideologi giacobini e rileggerle oggi è molto suggestivo:
“La nostra Patria sono i nostri villaggi, i nostri altari, le nostre tombe, tutto ciò che i nostri padri hanno amato prima di noi. La nostra Patria è la nostra fede, la nostra terra, il nostro re. Ma la loro patria, che cos’è? Lo capite voi? Vogliono distruggere i costumi, l’ordine, la Tradizione. Allora, che cos’è questa patria che sfida il passato, senza fedeltà, senz’amore? Questa patria di disordine e irreligione? Per loro sembra che la patria non sia che un’idea; per noi è una terra. Loro ce l’hanno nel cervello; noi la sentiamo sotto i nostri piedi, è più solida. E’ vecchio come il diavolo il loro mondo che dicono nuovo e che vogliono fondare sull’assenza di Dio… Si dice che noi saremmo i fautori delle vecchie superstizioni… Fanno ridere! Ma di fronte a questi demoni che rinascono di secolo in secolo, noi siamo la gioventù, signori! Siamo la gioventù di Dio. La gioventù della fedeltà”.
Il generale fu fucilato nel 1796, a 33 anni, e i vandeani furono sconfitti e massacrati. Ma dalla vittoria degli ideologi rivoluzionari venne prima il Terrore e poi l’Impero napoleonico che esportò devastazioni e morte in tutta Europa, saccheggiando i paesi conquistati (come l’Italia) e diventando il modello di tutti i totalitarismi del Novecento e di tutti i progetti imperialistici sull’Europa: dopo Napoleone ci provò Hitler a schiacciare e sottomettere i popoli europei.
Oggi le ideologie astratte del Novecento stanno dando gli ultimi colpi di coda. Ma i popoli resistono e stanno rinascendo. Dimostrando la loro giovinezza, contro la vecchiaia dell’ideologia.

Antonio Socci

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 13:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

3^ Parte

E’ un pensiero unico, una cappa di conformismo, che porta al divorzio fra gente comune e (cosiddette) élite. Lo stesso PD finirà per esserne danneggiato, perché la gente, stremata e insofferente, alla fine sarà sempre più incazzata.
Del resto anche perché il PD così continuerà a credere alla propria propaganda e non farà mai una seria revisione autocritica.
Eppure c’è vita oltre la Sinistra. C’è un’aria nuova nel Paese, in Europa e nel mondo. Sta avvenendo un sorprendente risveglio dei popoli (reso possibile soprattutto dalla presidenza Trump e dalla Brexit) ed è salutare per tutti confrontarsi con pensieri differenti smettendola di lanciare sciocche scomuniche contro populismi, sovranismi e altri ismi.
C’è bisogno sulla scena pubblica di un bagno di pluralismo, di libero mercato delle idee, un irrompere di volti, intelligenze, libri e storie diverse dalla solita solfa e dai soliti parrucconi. C’è tutto un mondo da scoprire.
La Lega di Matteo Salvini, in Italia (come anche il gruppo della Meloni), ha intercettato – nell’agone politico – questo sentimento nuovo dei popoli che sta dilagando in tutto il mondo.
Alle astrazioni ideologiche delle élite, che hanno combinato disastri enormi in questi decenni, si contrappongono popoli che vogliono riprendersi la sovranità, l’identità e ritrovare lavoro, dignità e libertà.
In fondo è l’eterno scontro fra gli ideologi e i popoli. Tra chi vuole spazzare via la storia e le identità in nome di nuove divinità pagane (“i mercati”, “i parametri di Maastricht”, la UE, il cosmopolitismo, il migrazionismo) e i popoli che amano la loro terra, il loro lavoro, la loro identità e non vogliono farsi sradicare ed espropriare.
Ieri era il 14 luglio, anniversario della presa della Bastiglia. A opporsi alla follia ideologica giacobina fu il popolo contadino e cattolico della Vandea che pagò un duro prezzo di sangue.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 13:23| 
 |
Rispondi al commento

2^ Parte

Nel giro di dieci anni sono passati, a velocità supersonica, dal veltronismo al franceschinismo (qualunque cosa voglia dire), poi virando al bersanismo quindi tuffandosi nel lettismo, di colpo precipitando nel renzismo e infine sprofondando nel gentilonismo e ora nel martinismo, ma sempre dovendo sputare (o vomitare) sulle posizioni precedenti.
Come una comitiva stralunata che viene sballottata ogni giorno su uno schieramento contrapposto a quello di ieri.
Alla fine, in questa baraonda, tutto quello sputare (e vomitare) torna in faccia agli sputatori e si può capire che i poveretti, malridotti, siano alquanto confusi e si chiedano – come il pastore errante dell’Asia – “e io che sono?”.
La risposta alla domanda esistenziale è semplice: loro sono il “partito straniero”. Il partito dell’Euro e di Maastricht, la rappresentanza in Italia della tecnocrazia di Bruxelles (cioè di Germania e Francia). Un partito anti italiano.
Ma questo non possono dirselo e soprattutto non lo ammettono davanti agli italiani (che tuttavia lo hanno capito bene). Perciò menano il can per l’aia paventando il fascismo montante in Italia che minaccia la civiltà.
Quanto la gente comune creda a queste baggianate lo si è visto il 4 marzo scorso (li ha licenziati), ma c’è un colossale problema: i perdenti delle elezioni, sprofondati sotto al 20 per cento, sono pressoché monopolisti della scena mediatica (e pure in tante istituzioni, come la scuola).
Il discorso pubblico è pieno dei luoghi comuni della sinistra, delle sue demonizzazioni, del suo politically correct che tracima dappertutto…. E coloro che sono al governo, avendo la maggioranza dei voti, sembrano in realtà forze di opposizione.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 13:22| 
 |
Rispondi al commento

1^ Parte

“La nostra Patria è la nostra fede, la nostra terra, il nostro re. Ma la loro patria, che cos’è? Lo capite voi?”

“E’ il ritorno dei morti viventi”, mi dice un avvilito e impietoso militante del PD. L’uragano renziano – prima vincente, poi schiantato e vinto – se n’è andato e infine sulla spiaggia ha lasciato un deposito di detriti, relitti e rottami risucchiati dai fondali del tempo: è la “nuova vecchissima” segreteria del PD allestita dallo spaurito Maurizio Martin pescatore, appena eletto segretario.
Naufraghi disperati, verbosi perdenti di tutte le guerre, luogocomunisti che – in attesa di riciclare pure D’Alema e Bersani – hanno come unica prospettiva quella di stare a mendicare sull’uscio del M5S e implorare, col cappello in mano, di scaricare la Lega ed essere riammessi nel palazzo del potere fuori del quale non sanno vivere.
Il mondo infatti è cattivo, buio, populista e tempestoso per queste anime belle e le poltrone ministeriali sono l’unico rifugio sicuro alla loro innocenza.
La “sinistra dei Parioli” rappresentata da Carlo Calenda – al momento – è concentrata a non far bruciare le aragoste e non far cadere l’oliva dall’aperitivo. Ieri – fra una tartina e l’altra – Calenda ha twittato contro Martina: “Oramai siamo alla farsa. Prima vanno dietro a Emiliano e nominano Boccia e poi si fanno dire di no da Emiliano. Che però promette eterna lealtà. L’unica cosa seria da fare è azzerare la segreteria e chiamare un congresso subito”.
Forse anche chiamare il 118 sarebbe utile. La classe dirigente (per mancanza di prove) e la base residua del PD sono comprensibilmente frastornate come erano i passeggeri dell’aereo più pazzo del mondo all’ennesimo giro della morte dopo innumerevoli picchiate e folli risalite.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Ovvia iniziativa per riportare il Paese a un grado minimo di civiltà comunicativa , per avere informazioni non distorte o nascoste . Importantissima è anche la giustizia , la magistratura non funziona , o meglio , va dove vuole la politica e ,poichè i giudici sono quasi tutti di sinistra ( chissà poi perchè ) , i risultati infamanti li vediamo tutti i giorni ! I domiciliari non possono coprire 4 anni e non possono essere dati con la attuale facilità ! Non c'è certezza della pena neanche con i tre gradi di giudizio , troppi , e in galera ci si dovrebbe andare già dal primo grado .

vincenzo di giorgio 16.07.18 13:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mah...

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Ottimi profili ma non per tutti il livello manageriale è di livello internazionale. Si poteva ampliare la rosa dei candidati con più persone. Forse ci vogliono più persone che lavorano insieme, la Rai è in una fase critica. L'azienda è strategica. Alzare di molto il livello stardard dei manager.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 16.07.18 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Va bene pulizia e indipendenza. ma tra questi nomi manca Mattiucci, che ha fatto scritto come rinnovare la rai sul fatto come silycon valley e senza lottizzazione. io avrei votato per lui

Ines M. 16.07.18 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Il canone va abolito!! È ingiusto che anche le persone disoccupate sono state costrette a pagare con l'inserimento nella bolletta luce!😈

Caterina siciliano 16.07.18 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Spero vivamente che non si traduca in un autogol questa votazione.
La sinistra italiana al momento detiene un potere di informazione veramente esagerato contando su tutta la rai, la7 e sky. Oltre a ciò la cordata de benedetti spinge a sinistra sulla carta stampata e pare che ultimamente ci siano cenni di intesa anche con berlusconi. In questo caso il monopolio della controparte sarebbe assoluto.
Poi qualsiasi cosa si faccia verrà sempre esposta come fa comodo al nemico politico.

Explor3r 16.07.18 12:57| 
 |
Rispondi al commento

spero sia una persona che sa le lingue. stufa di analfabeti che non sanno pronunciare un nome in inglese, stuffa di punire le minoranze presenti nel paese come la communità rumena rappresentata da camerieri, badanti, piccoli imprenditori, gente che col lavoro onesto non hanno nessuna visibilità con la Rai.

maria rizescua, pesaro Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 12:57| 
 |
Rispondi al commento

sono dei nomi sconosciuti a noi, ma se domani leggiamo i loro curriculum sceglieremo i migliori. prestiamo attenzione anche alle minoranze linguistiche presenti nel paese: i cittadini rumeni lavoratori con contratto non hanno mai avuto tanto oscurantismo dalla decaduta rai. auguri.

maria rizescua, pesaro Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Guardate nei CV dove hanno lavorato e su google le loro vicissitudini politiche.
Paolo Favale è colui che ne esce meglio.

dario 16.07.18 12:49| 
 |
Rispondi al commento

COME MAI NON C'E' MARIA SCALISI IO DESIDERO VOTARE PER LEI CHE E' UNA EDUCATRICE ED HA TITOLI SCIENTIFICI E CULTURALI DI GRANDE PRESTIGIO

francesca Marcellino, roma Commentatore certificato 16.07.18 12:45| 
 |
Rispondi al commento

non potete chiamare a votare a soli d ue giorni senza altre informazioni, senza dire cosa vogliono fare e poi si lo dicono tutti Freccero? Avete già deciso che fa altro? Fico ha spiegato che basta lottizzazione e fuori i partiti, mi aspettavo nomi forti con idee, ho seguito luca Mattiucci e mi paiceva, così come vaccarono. E ora avete già fatto tutto il contrario

Elisabetta 16.07.18 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Io sceglierò una donna. Ce ne vogliono di più dappertutto. Poi valuterò più attentamente quale delle due. Un po di scambio di opinioni invece delle solite critiche??


freccero e la gabanelli.

carlo 16.07.18 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei far notare che Claudia Mazzola è la "giornalista" che vi ha massacrato per tutti questi anni al TG1...e voi la volete premiare. Siete masochisti, non c'è che dire.

Claudio Cossu 16.07.18 12:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma i cv quando è stato detto che si potevano presentare? Io non ho mai sentito nulla a riguardo...

Gilles 16.07.18 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Sono giorni che seguo #laraichevorrei mando mail e scrivo per dire quello che andrebbe cambiato in rai. però non l'avete presa in considerazione. ma che partecipazione è così?

Onofrio Agostini 16.07.18 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Rai: Chiunque, anche topolino, pippo e tutta la Walt Disney sarebbe più credibile, di quello che propongono adesso.Esasperazione

Esasperazione 16.07.18 12:24| 
 |
Rispondi al commento

vediamo di migliore la situazione in Rai ma la vedo molto dura..non sarebbe meglio venderla e tenersi solo qualche canale informativo divulgativo?

Manuele L. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.07.18 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente un' azienda che si occupa di considerare il merito anziché lei fluenze politiche.e il clientelismo, molto bene facciamo un po di riordino.

Francesco Corrao 16.07.18 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Freccero Freccero Freccero Freccero Freccero Freccero Freccero Freccero
è la persona giusta al posto giusto!

silvana 16.07.18 12:22| 
 |
Rispondi al commento

che fine ha fatto il mio commento??

Alessandrina (Sandra) Marini, Massa Marittima Commentatore certificato 16.07.18 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


PROPOSTA
Assodato che l'Italia è il Paese a più alta densità demografica d'Europa, 200,76 abitanti per chilometro quadrato, e assodato che, grazie a questi orribili Governi, tra delocalizzazioni, regali alle banche e alle multinazionali, svendite di beni, territorio e imprese, siamo ultimi per economia in Ue appena prima della Grecia (primi in Ue per disoccupazione), visto anche gran parte del territorio è montuoso e che non siamo ricchi di risorse naturali (quelle poche, come il petrolio o le acque minerali praticamente le regaliamo), e, visto che le ultime famigerate riforme hanno tagliato il futuro costringendo i giovani (e i meno giovani) alla disoccupazione, al precariato permamente o all'emigrazione (32.8%), non mi sembra proprio il caso di fare altri figli.

Una delle proposte che farei perciò è almeno una legge che permetta di regolare le nascite nella propria famiglia. aumentando i consultori famigliari specie a Sud dove proprio mancano, aumentando gli asili e nidi d'infanzia pubblici e gratuiti, e vietando assolutamente l'obiezione di coscienza negli ospedali pubblici e nelle farmacie pubbliche.

Se la cosa urta quelli che per bigotta osservanza religiosa vogliono rifiutare anche il preservativo e figliare come conigli come fa Del Rio, ce ne faremo una ragione.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.07.18 12:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho deciso di non votare, per la prima volta.
D'altro canto è l'unico sistema per manifestare il mio dissenso su detto modo di procedere.

Alberto o. 16.07.18 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Leggiamo i cv e poi? Sono troppo pochi 5 nomi tra oltre 200 senza spiegazioni. E poi la giornalista del tg1, ma perchè? L'avete letta la gabanelli oggi? diteci anche presidente e dg chi saranno... io avrei votato un giornalista bravo come mattiucci, ma non c'è nella lista

Adele pignone 16.07.18 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Disability Pride:“Abbiamo invitato tutte le istituzioni”, spiega Daniele Lauri. “Anche il ministro per le Disabilità Lorenzo Fontana. Ma ci è arrivata una mail dalla segreteria e non sarà presente. Avremmo voluto ascoltasse di persona le nostre problematiche”.
Speriamo che al più presto succeda qualcosa di "irreparabile" all'allucinato. Così da capire la situazione e in fretta.Vedere manifestare gente(da anni) con gravi problemi, tipo sla e che dovrebbe essere assistita, invece che essere presa per i "fondelli" è qualcosa di veramente vergognoso.Ho il ministro si sente il nuovo che avanza?Il nuovo Josef Mengele? Con tutte le sue idee da cattodemente.Lorenzo Fontana, il ministro della "Vera" famiglia????????

m.m 16.07.18 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma tra i nominativi selezionati sono citate esperienze Fremantle, Babel, .. IlSole24Ore...

Dobbiamo indirizzare la futura Rai verso tali modelli?????
I Nominativi sono stati scelti con QUALI CRITERI???

E Carlo Freccero, che da tempo ci sostiene? Perchè non c'è??? Almeno uno che lo pensa come noi ci dovrebbe stare, o no? O ci mettiamo gente (come mi sembra siano alcuni di quelli proposti) che nella pratica forse fino a ieri ci remava contro?
Per me la votazione di domani, se fatta con queste premesse, E' DA ANNULLARE!

Carlo S., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.07.18 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Cellini già escluso in partenza, ha lavorato in israele e per benetton!

Cristina Bugin 16.07.18 12:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RAGAZZI DOPO AVER LETTO TUTTI I CV, SENZA DUBBIO IO SCEGLIEREI PAOLO CELLINI VISTA LA SUA ESPERIENZA INTERNAZIONALE E TUTTO IL RESTO.
A VOI LA SCELTA. IO HO FATTO LA MIA.

ANDREA S., Modica e Abu Dhabi Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 12:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La RAI è un nodo da sciogliere immediatamente, azzerare i vertici servi del buffone toscano e una necessità immediata, demolire tutti i fortini degli amici del governo precedente un segno di democrazia. Non vorrei che ci fossimo già dimenticati del trattamento subito da parte di giornalai e televisioni asserviti al personaggio precedentemente nominato, via subito i finanziamenti pubblici ai partiti, via le scorte inutili, auto blu e quant’altro possa servire per risparmiare dei soldi, ma soprattutto la verifica dello stato finanziario dei politici “ prima e dopo” il periodo parlamentare.

antonio sperandio, Assemini Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo quello dei curricula è un sistema che serve solo a chi vuole deresponsabilizzarsi dalle scelte delle persone. Noi abbiamo bisogno di persone di cui mai riusciremo a capire il reale valore da un curriculum. Anche in questo caso si tratta di sapere chi sono veramente e che cosa vogliono fare e meno delle competenze che hanno acquisto perché al Consiglio di amministrazione sono demandate scelte che sono anche etiche, politiche. Si tratta di come gestire soldi pubblici. Ricordiamoci sempre che abbiamo scelto al nostro interno persone con grande vocazione politica che non erano nessuno ma del cui valore oggi non si discute. Ci vuole il coraggio di assumersi la responsabilità di una scelta basata soprattutto sulle motivazioni e sulle capacità, cose che non si leggono su un curriculum.

giacinto p. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.07.18 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma bisogna ma di questi 5 ne escono fuori 4 dalal votazione. Non si faceva prima a dire chi non volete? Ilmovimento quanti ne voterà in parlamento? e poi io voeteri per Mattiucci che ha fatto video e post su facebook. Lo inserite?

Liliana Morato 16.07.18 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Nel recente commento ho insistito sulla necessità che è la politica che deve cambiare e che lo strumento migliore per sostenere il cambiamento di cui tanto vanto si è declarato nella Lex iscritti è la democrazia diretta. In questa circostanza senza un dibattito e una proposta condivisa nella rete, la selezione piovuta dall'alto sembra tradire la libera partecipazione dei cittadini alla formazione di una scelta condivisa. Non mi è affatto piaciuta la fretta assegnata a questo problema. Mi sa tanto di gestione del passato

Giuseppe Borretti, Villaricca Commentatore certificato 16.07.18 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Alla fine i curriculum servono solo in parte , abbiamo tanti, troppi esempi di gente con grandi curriculum che si sono dimostrati grandi farabutti . Quindi al di là della meritocrazia ,serve tanta moralità . E questa la si scopre solo conoscendo i personaggi . Il vento del cambiamento benissimo ma come si fa a votare gente che non abbiamo mai visto e sentito ? Come per altre votazioni , non voterò per qualcosa che viene imposta e già decisa .

Domenico Tizzano 16.07.18 11:55| 
 |
Rispondi al commento

RAI finalmente Libera - al di sopra delle parti ed importatissimo "meritocratica".

giuliano dolce 16.07.18 11:55| 
 |
Rispondi al commento

76 miliardi di euro nella cassaforte di Barbara Lezzi.
così scrive il messaggero!

2014/2020
sono stati spesi solo il 9%

occorre aiutare il cittadino ad accedere a quelle somme per fare sviluppo.

Occorre che sia semplice l'accesso e rapidissimo.

Occorre che la consegna avvenga in base a step precisi di realizzazione!

Ci sono tantissimi beni dello stato che andrebbero restaurati e dati ad uno scopo utile.

Importante è che i finanziamenti siano destinati a chi non ha lavoro!
Devono essere esclusi tutti i soggetti che per via diretta o indiretta siano già in posizione di vantaggio.

Non devono essere usati per salvare imprese che non possono stare in piedi! Se l'impresa deve chiudere va chiusa!
Sennò facciamo come Alitalia, che schifo!
Alitalia è l'esempio di ciò che non deve mai essere fatto!

Paolo . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 16.07.18 11:51| 
 |
Rispondi al commento

mi associo a coloro che non comprendono l'assenza dalla lista di freccero e di gabanelli.
una spiegazione dovrà pur esserci!
vorrei sapere quale.

daniele g., CORTONA Commentatore certificato 16.07.18 11:50| 
 |
Rispondi al commento

E' sacrosanta verità che i giornalisti, e questo si può controllare dai loro articoli, non obbiettivi ma legati a qualche carrozzone politico devono essere esclusi dalla nuova Rai. I nuovi componenti del CdA dovranno avere esperienze conoscenze e la mancanza di scheletri negli armadi, non saranno quindi facilmente ricattabili. Il tempo è galantuomo, 5 anni passano in fretta, spolverate la foto di Renzi sovente. Auguri di ogni bene e buon lavoro

fiorangelo forno Commentatore certificato 16.07.18 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Gabanelli e Freccero i Galacticos

m.m 16.07.18 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Basta canone per finanziare aziende prodruttrici e spese pazze dei raccomandati. Via le solite facce degli ultimi 20 anni. Ma ci mettete subito una giornalista del tg1? e gli altri? spiegateci come li avete selezionati. avete escluso altri che meritavano. Mattiucci che ha scritto la raichevrroei, dov è?

Alessia Cognori 16.07.18 11:41| 
 |
Rispondi al commento

LEGGO DEI COMMENTI CHE MI SEMBRANO CONTRAFFATTI POLITICAMENTE.
SE SEI DEL MOVIMENTO DEVI DARE FIDUCIA A CHI STA LAVORANDO PER TE.
UNA COSA ALLA VOLTA LA RAI DEVE ESSERE PUBBLICA SENZA SPINTE POLITICHE

salvatore stassi (sito), roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io mi son già letto i curricula e contee altri eviterò di votare gente che ha gia fatto parte o ancora è in Rai per gli ovvi motivi che legano questi ultimi a un sistema che ad oggi credo abbia barattato la libertà di informazione in cambio di soldi e potere. Il curriculum che mi è piaciuto di più? Quello di Ventrice, freelancer laureato in lettere e filosofia! Direi subito:"wow!", ma aspetterò che magari venga girato assieme al curriculum anche una video-presentazione per vedere e servire dalla viva voce dei soggetti le proprie esperienze, le proprie ambizioni ma soprattutto i propri SOGNI! AD MAIORA! ;)

Fiore Ricci 16.07.18 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Perchè solo 5 nomi? Ci spiegate come li avete scelti? E Freccero? E poi sono 2 settimane che leggiamo di spot alla partitocrazia e alla lottizzazione, ma questi chi li conosce? Ho letto sul fatto quotidiano intervento di Mattiucci su Rai e mi piaceva, che fine ha fatto?

Fabio Rasconi 16.07.18 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Immagino i salti di gioia della "famiglia" Berlusconi. Malox a vagoni.

m.m 16.07.18 11:35| 
 |
Rispondi al commento

E non solo, ma abbassare quelle cifre da capogiro,

Manuela Albizzati, Laveno-mombello Commentatore certificato 16.07.18 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna azzerare tutte le cariche pubbliche nominati da PD e FI. E' una situazione insopportabile che ogni iniziativa del Governo sia. attraverso giornali e TV, criticato e condannato da manager che sono stati nominati dalla politica che oggi si trova all'opposizione. La situazione di Boeri all'INPS è la più grande dimostrazione di ciò. Non parliamo di Direttore Generale e Presidente della RAI, di industrie e enti pubblici. Tutti remano contro. Quindi caro Luigi: via i vecchi manager di PD e FI e subito senza aspettare altro tempo. Il popolo 5 Stelle non può aspettare certi tempi. Il decreto dignità è buonissimo ma bisogna mandar via Boeri e subito Ha ragione Salvini. Subito fuori chi è stato nominato da Renzi. A riveder davvero le stelle.....

Giuseppe C., ROMA Commentatore certificato 16.07.18 11:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

È sufficiente inizialmente, almeno per me, togliere la politica dall'interno della RAI e tutti I lecchini raccomandati al seguito.

Edo M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.07.18 11:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Benissimo!

Giovanni ,Russo Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.07.18 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Ok sui principi, ma tra i nomi indicati non avete messo quello di Luca Mattiucci che ha presentato programma e chiesto sul web commenti e pareri. Io ho seguito tutto e quello era un processo partecipato, che scrematura avete fatto?

Paola Grechi 16.07.18 11:22| 
 |
Rispondi al commento

chi ha deciso che possiamo votare solo fra costoro? Mi pare che persone all'altezza ce ne siano molte altre e , almeno in qualche caso, meno compromesse di alcuni di costoro con la tv pubblivca o privata.
Votazione fuffas

Carlo Costantini 16.07.18 11:19| 
 |
Rispondi al commento

non cominciamo con i pastrocchi, ci avevate detto che 2 reti diventano private e una rete rimaneva al governo, culturale e senza pubblicita e che togliavate sto c...o di canone...non facciamo scherzi

sergio procopio, musso Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Io non credo che il problema della RAI sia dovuto ad una scarsa professionalità, piuttosto ad una politica di indirizzo. Lappiattimento dell'informazione sulle tre reti è una scelta consapevole della politica per gestire i propri interessi clientelari. L'informazione ne è solo il pretesto. Una per tutte Tg 60secondi. Il testo parla da solo. Quale la necessità se non quella di creare un nuovo centro di clientela alle spalle della vera informazione. E che dire dello squallore del tg3 . Un servizio di mera cronaca nera in barba all'informazione della politica regionale praticamente assente. Nessuno sa niente di niente del Palazzo. Si sa soltanto che i consiglieri sono super pagati per cercare la migliore soluzione per spartirsi al meglio il sangue versato dai cittadini. I giornalisti, lo devo riconoscere,sono bravi ma bravi servitori dei loro padroni. Orbene sono i padroni che devono cambiare, sono loro che devono prendere coscienza del reale valore dell'informazione e spiegare le vele indirizzandole nei porti giusti. È la politica che deve cambiare. I tecnici non sono mai mancati.

Giuseppe Borretti, Villaricca Commentatore certificato 16.07.18 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Ho già letto i curricula.
Tutti ottimi per esperienza e capacità.
Ma c'è un ma,alcuni,e non faccio i nomi vengono da esperienze RAI altri da esperienze privatistiche.
Ora si tratta di tagliare con chi era in RAI e gli andava bene così,altri legati ad aziende i cui rappresentanti diretti o indiretti erano in politica.
Quindi occhio a chi si vota e se si vuole un vero cambiamento.
ps: In quanto al canone ne dobbiamo riparlare,ora si tratta di ricostruire dalle fondamenta.
Ciao e buona cernita!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, ma me sfugge er nesso tra n'
" indegno carrozzone partitico", e "la più grande azienda culturale del paese"; boh, sarò n' po' tardo.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 16.07.18 11:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avete notato nel post non viene mai scritta la parola CANONE? Cinquecentotrentadue parole, e manco una volta che vi sia scritto CANONE.
Il quale è ancora in bolletta Enel, per chi se ne fosse dimenticato.
Ci fanno votare una rosa di perfetti sconosciuti, non so a voi, ma a me pare una presa in giro; come diavolo faccio a valutare il curriculum di uno di cui non ho mai sentito parlare in vita mia?
Sulla questione che interessa a tutti però, l'unica rilevante, la sola che abbia importanza in Italia in materia di RAI, notate: NON SI DISCUTE MAI!
Il CANONE.
Tassa iniqua, che DEVE essere abolita, introducendo un sistema a scheda e codice, per cui chi non guarda la RAI possa non pagare.
L'ipocrisia del canone sul possesso del mezzo atto alla ricezione...e via supercazzoleggiando, va mandata in soffitta; ma no, come al solito si parla d'altro.
Intanto Boeri, turboliberista ex Fondo Monetario Internazionale, messo lì APPOSITAMENTE dal PD (come il Canone in bolletta Enel), dice e fa quello che gli pare, oltre che essere inamovibile (come il Canone in bolletta Enel).
Be' qual è il problema? Francia, Spagna, Portogallo, Germania e Malta si sono presi BEN 50 migranti a testa, dei 450 appena sbarcati.
Quindi fatemi fare un po' di conticini: 50 per 5, 250. Duecento cinquanta migranti per l'Italia, cinquanta per la Spagna, cinquanta per Malta, cinquanta per...
Grande vittoria politica, bravo Pagnottella e chi 'sta dietro alle tue scemenze!


Alberto O. 16.07.18 11:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non vedo tra i cadidati Paragone io lo vedrei come Presidente Rai .

Roberto Boccacci 16.07.18 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione alle candidature. Il M5S non può essere poi attaccato perché sono stati eletti degli incapaci o degli emeriti sconosciuti. La lista di questi fallimenti è lunga e il M5S non merita poi che politicamente venga attaccato da PD e FI per queste cavolate. Invito tutti gli iscritti che voteranno di leggersi bene i curriculum e vedere tra loro chi può attuare un vero cambiamento. Non esperti legali o ammnistrativi ma esperti di TV e nuovi modi di fare TV pubblica. A riveder le stelle......

Giuseppe C., ROMA Commentatore certificato 16.07.18 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Urlate che non siamo cone loro tutti i governi dx e sx han cambiato i dirigenti rai appena insediati! Vaffanculoooo

Alex 16.07.18 10:50| 
 |
Rispondi al commento

LIBERA TV IN LIBERO STATO
MI AUGURO CHE I NOMI PROPOSTI SIANO IN LINEA CON I SANI PRINCIPI DEL M5S:COMPETENZA, MERITO, ONESTA', INDIPENDENZA DAI PARTITI E CHE FINALMENTE I LECCACULI VENGANO TENUTI FUORI DAL SERVIZIO PUBBLICO DELL'INFORMAZIONE.
W IL M5S
Osvaldo Chiarelli
M5S Firenze

osvaldo chiarelli, firenze Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.07.18 10:49| 
 |
Rispondi al commento

l'importante è mandare a casa tutti coloro che lavorano in rai e sono palesemente asserviti a poteri politici, fazio e vespa in primis.
vi sono giornalisti poi che fanno vera e propria propaganda politica, uno tra i più sfacciati è un certo giostra che fa rassegna stampa la mattina su rai radio uno, è una vera indecenza e deve essere cacciato quanto prima. non voglio gente che prenda sempre le nostre parti ma neppure chi ci attacca e denigra a prescindere.

daniele g., CORTONA Commentatore certificato 16.07.18 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto Anna Quercia di farle notare che Tito Boeri può fare scuola a tanti di noi sulla sostenibilità delle panzane che circolano sulle pensioni, sulla ns demografia, sulla quota 100 ecc. Non è che il m5S si sta' leghizzando, vero?

Angelo Umana, Venezia Chirignago Commentatore certificato 16.07.18 10:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Urge perché importantissimo che si possa avere una anagrafe Comune per Comune degli iscritti grillini.
Se devo fare una lista per partecipare alle prossime elezioni Comunali come faccio, se non ho una stampata dei nomi degli iscritti al M5* del mio Comune?

Bartolomeo C., ARCENE Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.07.18 10:28| 
 |
Rispondi al commento

mica farete la cazzata di mettere piddini i quelli di fi,perchè noi corretti,ma gli altri no, chi sono, nome sconosciuti, ma un freccero,una gabanelli ed altri che sono conosciuti alla direzione e poi basta fare i fessi, già sul web siamo censurati più di prima e voi non fate niente, insomma sveglia ,boeri lo dovete mandare via, perchè incita gli africani a venire in italia, cosa credete che in africa la tv non la vedono, svegli che lo avete provato da poco, vi hanno pure cambiato il testo, tagliate la mani marce

anna quercia, piancogno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.07.18 10:23| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori