Il Blog delle Stelle
Ivrea, Olivetti e l’Unesco: quando le imprese italiane entrano nella storia

Ivrea, Olivetti e l’Unesco: quando le imprese italiane entrano nella storia

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 16:55
Dona
  • 14

di Davide Casaleggio

Ivrea Patrimonio mondiale dell’Unesco è un riconoscimento che premia la storia di una città simbolo della rivoluzione industriale del '900. Una città dove l’utopia di Adriano Olivetti si è concretizzata, diventando punto di riferimento di un’industria tecnologica che ha cambiato il mondo.

La decisione del World Heritage Committee ci racconta che l’impresa che riesce ad andare al di là delle mere logiche del ricavo è un’impresa destinata a rimanere nella storia. Ci racconta che il concetto olivettiano di Comunità travalica i confini del tempo, supera ogni modello di welfare aziendale moderno.

Adriano Olivetti metteva la persona prima dell’impresa. E oggi la sua idea di comunità è il faro che ci indica la strada al centro di Rousseau. In un certo senso ci sentiamo figli di Adriano. Perché il concetto di Comunità, grazie a Internet, genera effetti positivi e si trasforma in aggregazione, in obiettivi, in interessi comuni. Per questo stiamo lavorando a nuove idee per Rousseau che possano ricalcare quello che era lo spirito olivettiano. Uno spirito che mette al centro il cittadino e il suo benessere. Idee che facevano dell'Italia un laboratorio tecnologico d'avanguardia e modello internazionale. Ripartire dal riconoscimento di Ivrea a Patrimonio Unesco per riscoprire l'utopia della Olivetti è un sentiero luminoso per il futuro di questo Paese.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

2 Lug 2018, 16:55 | Scrivi | Commenti (14) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 14


Tags: davide casaleggio, ivrea, olivetti, unesco

Commenti

 

Grazie Davide per il ricordo meritatissimo: ma non va dimenticato che le classi politiche precedenti lo hanno distrutto: BUFFO PAESE L'ITALIA!

GIANCARLO O., SALSOMAGGIORE TERME (PR) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 05.07.18 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Splendido.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 03.07.18 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Che peccato! Ivrea avrebbe potuto diventare la nostra sylicon valley se solo qualcuno avesse preso l'eredità di Olivetti. In realtà il computer è stato inventato a Ivrea prima che negli USA.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 03.07.18 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Olivetti fu un grandissimo imprenditore, al contrario di molti delinquenti che sono diventati molto ricchi in modo disonesto...


Se la piattaforma Rousseau la si vuole impostare con la filosofia Olivettiana, non si puo' essere che d'accordo.

Roberto Maccione Commentatore certificato 02.07.18 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Siamo un popolo di artisti, ingegnieri e scienziati di persone dalle grandi idee e scoperte in tutti i campi... dobbiamo incentivare e tutelare le nostre risorse umane... confido in voi avanti tutta!

alessio lattanzi 02.07.18 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Si certamente c'è da condividere, pienamente d'accordo, questi dettagli hanno fatto la storia e di conseguenza sono la storia, sono anche l'orgoglio dell'Italia, ma oggi l'Italia siamo noi, noi chi? coloro che ci credono al governo del cambiamento, ma molta gente attuale, in mezzo a certe realtà oggi come oggi, dispiace che non hanno ne scrupoli ne dignità e chi ha certe doti non a volte non ha possibilità di fare un salto al cambiamento, prima in se stessi e poi per gli altri.
Avanti siete fantastici.

David Catalano 02.07.18 21:46| 
 |
Rispondi al commento

Olivetti aveva ragione prima l'uomo poi tutto il resto.sino a che il concetto era quello i risultati ci sono stati.con la nuova tesi che io definisco come l'egoismo delle persone io sono io ho fatto .lo definisco egoismo con una parola ,cosi siamo arrivati alla distruzione della partecipazione degli esseri nel gruppo e la difesa dei beni comuni con risultati evidenti.grazie della vostra lettura x il mio scritto. spero di essere stato comprensivo

Donato V., Paderno d'Adda Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 02.07.18 21:41| 
 |
Rispondi al commento

Per chi non conoscesse i fatti legati alla fine di questa prestigiosa azienda, fiore all'occhiello che fu (purtroppo) per l'Italia, può essere interessante questa intervista a Franco Tatò. E'' un articolo sulla Olivetti e la "gestione" di Carlo De Benedetti. Ognuno tragga le sue conclusioni.

http://www.informazionesenzafiltro.it/franco-tato-la-olivetti-di-de-benedetti-regalo-agli-americani-il-futuro-dellitalia/

Gianfranco 02.07.18 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Che bel riconoscimento a scapito di persone che sono e saranmo sempre degli eroi!!!

Cristina andriani 02.07.18 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Penso che il Sig . Adriano Olivetti
Sia sempre stato propenso a promuovere il suo lavoro,anche attraverso i suoi operai o impiegati o nuove persone che non hanno più mercato. Mi permetto di fare una proposta al Blog ,perché non dare la possibilità a chi non ha più un mercato del lavoro a cui rivolgersi,
Fargli fare dei corsi con il PC a carico delle regioni per utilizzare tale personale per inserire dati ancora cartacei della pubblica amministrazione( e c'è ne sono tanti) nella rete in modo da velocizzare la attuale burocrazia che snerva ogni cittadino che ne viene a contatto.
(Magari è già stato proposto)
Saluti

Pasquale S., Cava Manara Commentatore certificato 02.07.18 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente il giusto e doveroso riconoscimento all'Italia, che ci riempie di orgoglio, per Adriano Olivetti che era un grande visionario del Bene Collettivo, proprio com'era quel grand'uomo di tuo padre che in quella fabbrica, guarda caso, ci aveva lavorato...

Dar T., dartes Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 02.07.18 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto che Adriano Olivetti fu educato dal padre Camillo secondo i precetti di Rousseau, ad esempio non ricevette alcuna educazione religiosa fino a otto anni. Non sapevo che Adriano Olivetti aveva fondato un Movimento che si era presentato alle elezioni amministrative e politiche; a quanto pare l'esperienza politica a contatto con i partiti in Parlamento gli minò la salute: morì all'improvviso a 59 anni dopo pochi mesi dalle dimissioni dalla carica politica.

martamaria 02.07.18 17:34| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori