Il Blog delle Stelle
Il suolo non è rinnovabile, per questo dobbiamo difenderlo

Il suolo non è rinnovabile, per questo dobbiamo difenderlo

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 10:16
Dona
  • 30

di Sergio Costa, Ministro dell'Ambiente

L’anno scorso abbiamo consumato e sprecato 52 chilometri quadrati di suolo. Ce lo possiamo permettere in un Paese che ha tanta fragilità? No! L’Italia è soprattutto formata da colline e montagne ma l’80% della popolazione vive nel 20% delle aree rimanenti che sono urbane. Ce lo possiamo permettere? Ancora una volta la risposta è no. E poi: ci possiamo permettere di avere nelle aree urbane e nelle città metropolitane spazi non bene utilizzati? No.

Possiamo utilizzare gli spazi esistenti e non cementificare più? Sì. ASSOLUTAMENTE SI!

Il suolo non è rinnovabile. Per questo dobbiamo al più presto riprendere il testo della legge sul consumo di suolo che si è arenata la scorsa legislatura, migliorarla e portarla a compimento. Non c’è più tempo. Tutto questo andava fatto ieri.

In questa legge mi piacerebbe che si parlasse di spreco di suolo oltre che al consumo di suolo. Bisogna far sì che ci sia una maggiore attenzione dello Stato nelle zone di particolare fragilità, e non solo parchi ma anche zone costiere, franose, che però sono anche le più aggredite.

Vorrei che prima di costruire si facesse il bilancio ecologico, allargare la visione che non può essere solo economica ma considerare altri fattori: ambientali e sociali. Sull’abusivismo snellirei le procedure facendo intervenire la procura generale e non le prefetture; il demanio potrebbe acquisire automaticamente le lottizzazioni abusive per metterle a disposizione del territorio con un bando pubblico per aiutare pensionati e famiglie in difficoltà.

E così anche nelle aree verdi, nei parchi, dove prima c'erano degli abusi edilizi si potrebbero piantare alberi per ricreare dei boschi oppure, attraverso un bando pubblico, prevedere i cosiddetti orti urbani. Sarebbe un bel messaggio: dove prima c'era un caseggiato abusivo ora c'è uno spazio per i cittadini.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

19 Lug 2018, 10:16 | Scrivi | Commenti (30) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 30


Tags: ambiente, ministro, sergio costa, suolo

Commenti

 

Patty Ghera, Firenze ieri, alle 10:44
“Pensierino del mattino Che tipi questi Sion!
Marchionne respira ancora e già si sono spartiti l'eredità..... E se resuscita? ”

La mia risposta 18:41 è stata:
“Domattina se non ci sarà una guida all'impero FCA le azioni balleranno, in giu, più del dovuto.
Dato che Marchionne ( e pertanto la sua compagna ) ha probabilmente azioni FCA / MARELLI / FERRARI ecc, se rimarrà a vivere, gli andrà bene.
Se il tuo compagno avesse un panificio (esempio), gli viene un colpo ma non schiatta, tu aspetti per 6 mesi che sia in grado di dire cosa fare e intanto fermi il panificio ma i costi standard corrono; intanto la gente andrà a comprarsi il pane in altri posti, e dopo 6 mesi ritornerà solo il 15/20%; ovvero siete condannati al fallimento. L'economia, i consumatori, se ne frega dei buoni sentimenti.
Dovresti provarci a fare la partita IVA.”

Ed infatti, da CNH industrial a FCA stanno ballando. Ripeto, prova ad avere una partita, anche piccola, IVA!
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 23.07.18 11:34| 
 |
Rispondi al commento

E chi dice che prima si costruisce e dopo non si possa coprire con la vegetazione? In Messico ci sono piramidi che sono state coperte dalla vegetazione; in Italia le abitazioni ante prima guerra colpite dai cannoni sono un ricordo; le strade di Roma hanno problemini con le radici degli alberi.
Quando si vuole, si fa.
Semplicemente, quando una zona è edificata, non c'è nessuno che pensi di farla tornare agricola, che vale una frazione di quella edificabile; anche i comuni traggono sostentamento dalle zone edificate; vedi IMU ecc.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 23.07.18 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Prima di tutto e al di sopra di ogni costruzione ,va messo un atto di blocco che tuteli l'agricoltura, basta continuare a costruire su zone agricole , o per interesse passarle da agricole a edificabili è ora che sia le fabbriche e tutto quanto riguarda costruire venga rilanciato su zone gia edificate ,e che si proceda al recupero di immobili che si lasciano alla rovina

francesco s., Coreglia antelminelli Commentatore certificato 21.07.18 23:30| 
 |
Rispondi al commento

caro ministro ottime intenzioni...però sarebbe bene passare ai fatti perche' di proclami se ne stanno facendo tanti ma di leggi operative neanche l'ombra..almeno lei faccia immediatamente una legge e la proponga al parlamento prima della lunga e vergognosa vacanza estiva dei parlamentari che il governo del cambiamento non ha modificato accorciandola

elio d'annunzio 21.07.18 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Luigi Di Maio e Matteo Salvini (oggi Ministri) hanno ricevuto nel maggio del 2017 una proposta per la creazione di un milione di nuovi posti di lavoro nel settore dell’edilizia privata, sostenibile anche per le future generazioni, la quale contiene soluzioni sul consumo del suolo, nel rispetto del documento della Commissione europea intitolato: “Orientamenti in materia di buone pratiche per limitare, mitigare e compensare l’impermeabilizzazione del suolo”, la quale spero sia sviluppata presto dal Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro (CNEL).
La stessa proposta è stata inviata al Ministro Conte il 04/06/2018 e rinviata ai sopraindicati.
Mi auguro che gli addetti alle segreterie dei Ministri cerchino suddetta proposta, la facciano rivedere ai Ministri e rispondano all’e-mail che gli ho inviato quel giorno alle ore 8:33.
P.S.: scusate per gli errori di scrittura, non ho studiato in Italia.

Jorge Di Tomasso 20.07.18 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Il suolo non solo non va consumato; ma va sopratutto utilizzato meglio.

Lasciare un suolo abbandonato ed incolto e' peggio che fabricarci su una casa. Intendo dire che dove esistono spazi liberi vanno piantati alberi, fioriture (tipo oleandri, ginestre, etc) perche' il terreno brullo si inaridisce e degrada al sole (effetto desertificazione).

Quindi, piantiamo alberi nelle scarpate, nei giardini urbani, nelle aiuole e facciamo si che questi alberi (o fioriture) possano crescere bene e per questo, ad esempio, fornire l'acqua nei periodi siccitosi.

Ciro 20.07.18 17:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Finalmente un Ministro che mi rappresenta, che prende decisioni che milioni di cittadini auspicavano da tanto, visto lo scellerato consumo di territorio, questo Paese è di una bellezza incomparabile, ma leggi stolte approvate dai precedenti governi l'hanno devastato, causando danni irreparabili, materiali e umani!
Grazie

Vincenzo Giancristofaro Commentatore certificato 20.07.18 16:37| 
 |
Rispondi al commento

MINISTRO,GRAZIE.
Contiamo sulla sua preparazione e onesta'.
In Italia,il territorio,E' LA PIU GRANDE RISORSA CHE ABBIAMO,e tutto cio' che ne consegue,turismo,ambiente,clima,economia energetica sostenibile,Agricoltura,agroalimentare...VITA!
La PREGO!
Sa' anche Lei che potremmo durare al meglio,4 anni.
URGONO PROVVEDIMENTI IMPORTANTI E CORAGGIOSI!
Ha IL NOSTRO PIENO APPOGGIO,LA DIFENDEREMO A SPADA TRATTA..CI CONTI.
CORAGGIO!

Luca Fini 20.07.18 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Condivido pienamente le sue parole.
Curiamo il nostro patrimonio naturale.
Fermiamo il disastro ambientale in atto.
Espropriamo i predatori.

Grazie Ministro Costa

mauro marenghi 19.07.18 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente un Ministro dell'ambiente che tiene a cuore l'ambiente,il territorio, il mare, gli animali e la natura. Magnifiche proposte e intenzioni. Aiutiamo tutti il Ministro Costa a realizzare i bellissimi progetti per migliorare la nostra Italia. In bocca al lupo e tantissimi auguri di buon lavoro!

Rosalba Pereira 19.07.18 20:17| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente! Bisogna imporre alle imprese edili che vogliono lavorare bene di rinnovare (nei casi piu' estremi demolire e ricostruire) gli edifici esistenti, specialmente nelle città, ed impedire loro di edificare nuove costruzioni che consumano suolo e spesso restano invendute. Incentivare la ristrutturazione e ricostruzione, disincentivare (se non proprio IMPEDIRE) l'ulteriore cementificazione. FORZA!!!!!

Alberto Maggioni 19.07.18 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Ho votato m5s proprio per il programma, che comprende anche la protezione dell'ambiente. Sarà dura riuscire ad ottenere "consumo di suolo 0". Finchè non sarà cementato tutto il perimetro, in Italia fra grandi opere, nuove strade e autostrade, nuovi isediamenti urbani, ecc. purtroppo non ci si ferma. Comunque è già qualcosa che si parli di questo problema. Grazie Ministro per la passione che dimostrano le sue parole. Le porgo i migliori auguri di buon lavoro e di riuscire ad ottenere dei risultati.

undefined 19.07.18 17:35| 
 |
Rispondi al commento

tutela della terra agricola e gli aiuti PAC agli agricoltori non devono essere una rendita come sono adesso, ma devono sostenere i servizi ecosistemici che l'agricoltura può dare e di cui cè davvero necessità oggi giorno.

Paolo 19.07.18 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Uno splendido Post sopraelevato:

http://www.beppegrillo.it/diritto-al-cibo-piu-affamati-in-un-mondo-piu-ricco/

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.07.18 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Sergio Costa.

OT: Una Visione nuova

"Le masse popolari in Europa non sono contro le masse popolari in Africa. Ma quelli che vogliono sfruttare l'Africa sono gli stessi che sfruttano l'Europa. Abbiamo un nemico comune". (SANKARA)


“Parla il comandante italiano della nave della ong:
- Rabbia e dolore perché quelle morti dovevano essere evitate - .
Sì, evitate. Come? Smettendola una buona volta di deportare schiavi dall’Africa.
Il nemico non è chi HA FAME ma chi AFFAMA; chi getta nella DISPERAZIONE i popoli e non chi è DISPERATO; chi costringe gli esseri umani a fuggire, non chi fugge; chi provoca l'immigrazione, non chi la subisce. Svegliamoci! E' il capolavoro del potere quando si pensa che il nemico sia chi sta più in basso di noi e non chi sta sopra di noi!” (Diego Fusaro).

Se non adottiamo da subito, meglio sarebbe da ieri, una nuova Visione del mondo ed un nuovo modello di Economia, presto saremo tutti noi umani a dover immigrare su Marte, anche se in fondo spero tanto che i marziani non facciano l’errore di ospitarci: senza un cambiamento radicale della nostra visione, in meno di un secolo riusciremmo a distruggere anche il pianeta rosso.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.07.18 14:25| 
 |
Rispondi al commento

NELLE CMUNITA' MONTANE SI COSTRUISCE A NASTRO E NESSUNO PAGA LE TASSE.
E' peggio che stare a Palermo o Napoli..e non son razzista!
E' tutto " una mano laval'altra" nei comuni..regole ..zero!

Luca Fini 19.07.18 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Possiamo utilizzare gli spazi esistenti e non cementificare più? Sì. ASSOLUTAMENTE SI!

Dobbiamo utilizzare gli spazi mal utilizzati e sono tantissimi, da CASERME DISMESSE, enormi aree di proprieta' di ENEL e Ferrovie inutilizzate...

stefano quattrini 19.07.18 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Forza Ministro Costa, fate chiarezza nella normativa buttando via le zone grige delle leggi.
Noi siamo con lei. Rammenti i punti nel programma del m5s, a mio avviso, sono già scritte tantissime di queste esigenze.

C'è da fare molto anche per le zone sismiche per non perdere ulteriore patrimonio immobiliare, nel caso di nuovi terremoti. Vanno messi in sicurezza gli immobili, per impedire il loro crollo.
Vanno messe in sicurezza le zone franose, con manutenzione al suolo, piantumazioni e pulizia dei corsi d'acqua.
Poi le nostre belle coste, anche delle isole, sono state aggredite dal cemento, che orrore.

newmail ***** Commentatore certificato 19.07.18 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Ministro concordo pienamente con lei ma penso anche alle migliaia di ettari abbandonati nelle zone montane e prealpine. Purtroppo ritengo che molti di questi boschi abbandonati,privi di ogni cura, a rischio incendio, potrebbero essere accuditi se fosse permesso ai proprietari/ affittuari di insediarvi una roulotte, una casa mobile, un container o un capanna di tronchi, come succede negli USA,in modo da permettere a chi lo desidera di tornare a vivere in comunione con la natura, accudirla e proteggerla. Basterebbero dei corsi di silvicoltura fatti secondo le più moderne/ antiche tecniche di amore e rispetto verso alberi e animali, un patentino che sancisca in modo serio che non sei un lanzichenecco ma che ti impegni alla protezione e alla salvaguardia della natura. Per favore ci pensi, vivere, anche solo nei fine settimana, nella natura vera vuol dire insegnare anche ai propri figli e nipoti ad amarla, ma se un poveretto finisce impastoiato in leggi, leggine, permessi, opinioni varie dipendenti dai vari comuni, soldi spesi x progetti redatti da professionisti per un capanno, si finisce x lasciar perdere, si rinuncia a viverci, si va al centro commerciale!

WILMA PRATO, biella Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.07.18 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me vanno messi in mora o responsabilizzati coloro che a dispetto dalla evidente condizione ambientalmente inopportuna hanno realizzato opere, e ci siamo capiti

Nicola Ciulli 19.07.18 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Mi astengo . Grazie per quello che fate.

Flavio Guglielmetto-Mugion, Torino Commentatore certificato 19.07.18 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Ministro Costa, l'ambiente e, di conseguenza, la qualità di vita sono talmente malmessi che leggere il suo post da enormi aspettative di cambiamento.
Mi auguro che possa lavorare al meglio per i prossimi cinque anni.
Grazie per il suo impegno da uomo e da ministro.

dario pietroburgo Commentatore certificato 19.07.18 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Sono anni che mi occupo di territorio urbanistica sia come Resp. del Servizio che come Amministratore troppe leggi troppi pareri da mettere insieme è jn ginepro che lega le mani agli Amministratori Uffici Tecnici creando forti ritardi nelle risposte il che spinge verso l'abuso.
Un piccolo esempio dei modelli DIA prima SCIA CILA ora molto farraginosi non uguali per tutto il territorio nazionale.
La parola d'ordine deve essere SEMPLIFICARE solo allora si può avere un perfetto controllo del territorio

undefinedGianni DEL BEATO 19.07.18 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Per la scelta dei membri laici da scegliere Vi consiglio 'La massima e attenta selezione" questo perche' il potere della magistratura varca ogni limite di spudorata potenza.Non pagando nessun,dico nessu errore,hanno un poter supariore a quanti reali assoluti avevano.Luigi XV1 e' stato condannato dagli stati generali ma i ns.Magistrati da nessun organo ne giurisdizionale e/o alieno alla stassa loro classe di appartenenza.Buon lavoro.Antonello Zicconi Cairo Egypt

antonello Zicconi 19.07.18 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Si devono tener presenti anche le zone rosse, dove i comuni stanno facendo abusi di ogni genere. In queste zone. Se succede qualcosa di sicuro moriranno centinaia di persone. Non so come possano effettuarsi scavi ed altro in centri storici di ville vesuviane. Ma tanto chi se ne frega? Sicurezza? Non esiste pensano a rimpinguare solo le loro tasche.

undefined 19.07.18 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro ministro, ha tutto il nostro sostegno!

Marta Buscioni 19.07.18 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Il mio Paese CALABRITTO PROVINCIA di AVELLINO una MONTAGNA intera con Tagli abusivi completamente DISTRUTTA .

Andrea Giovine, Calabritto Commentatore certificato 19.07.18 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna riconvertire lo scopo delle imprese edilizie! In Italia non c'è più bisogno di costruire nuove case, o altro tipo di cementificazione, si deve puntare sulle ristrutturazioni di quelle già esistenti, che sono già tante. Interi borghi o paesi in determinate aree si stanno desertificando.

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 19.07.18 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna intervenire pesantemente anche sulla composizione e il funzionamento dei vari organismi tecnici che intervengono nelle decisioni legate alla realizzazione-gestione di attività produttive, VIA VAS Comitati tecnici-334 ...

Giovanni Bongiovanni 19.07.18 11:21| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori