Il Blog delle Stelle
Il bellissimo messaggio a tutti i giovani medici del ministro della Salute Giulia Grillo

Il bellissimo messaggio a tutti i giovani medici del ministro della Salute Giulia Grillo

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 16:02
Dona
  • 48

di Giulia Grillo, Ministro della Salute

Un messaggio a tutti i giovani medici che hanno sostenuto il concorso per l’ammissione alle Scuole di specializzazione. Ragazzi, lo so, vi hanno creato un percorso di guerra per potervi formare. Ma tutto questo cambierà presto!

Non lo avevamo ancora reso noto... già nelle scorse settimane il Ministero della Salute ha iniziato a predisporre un gruppo di lavoro per la revisione del sistema di formazione medica post laurea, come previsto anche dal Programma di Governo.

Da medico, ma ancora prima da cittadina, in questi anni ho assistito al disastroso spettacolo della mancanza di programmazione: insufficienti posti nei corsi di specializzazione e nella formazione in medicina generale, continui problemi concorsuali e progressiva perdita di organici nel nostro Servizio sanitario nazionale.

Chi ci ha preceduto non ha saputo affrontare il problema in modo efficace. Noi oggi abbiamo tutta l’intenzione di farlo, agendo dai principi che governano il sistema. Non ci si può nascondere dietro un dito e tutti sappiamo che le condizioni di un giovane laureato in medicina in questo Paese sono tutt'altro che attrattive e spesso invogliano alla fuga all'estero, dove ci si può formare lavorando in un clima di rispetto e considerazione. Così dopo anni e anni di investimenti che questo Paese ha sostenuto per la vostra formazione troppi lo abbandonano.

Oggi la musica cambia. La formazione dei medici è al centro della mia attenzione.

La formazione per i nostri giovani deve cambiare e trasformarsi da percorso a ostacoli a percorso di opportunità e crescita. Nell'interesse di tutti. Appena approntati i primi passi di questo complesso e delicato percorso, coinvolgeremo tutte le rappresentanze per una condivisione delle strade percorribili per iniziare con i professionisti un percorso di riordino di cui l’Italia non può fare a meno.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

20 Lug 2018, 16:02 | Scrivi | Commenti (48) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 48


Tags: cambiamento, concorso, giulia grillo, m5s, medici, ministro, salute, sanità

Commenti

 

Vi giro un post del comitato SALVIAMO L'OSPEDALE SAN MARCELLINO DI MURAVERA

Al San Marcellino manca tutto. Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni di utenti in merito ai servizi del P.O. San Marcellino. Nel laboratorio analisi manca l'occorrente per poter lavorare, la farmacia ormai in agonia non può fornire materiale neanche per i tamponi faringei e nasali. Le analisi specifiche per patologie prima venivano inviate al S.S. Trinità e ci venivano consegnate entro quindici, venti giorni. Adesso per certe analisi non vengono neanche più fatti i prelievi e si va altrove. Se inviate al S.S. Trinità non vengono spedite prima di un mese e mezzo! C'è la radiologia in agonia per mancanza di radiologi e questo preclude il buon funzionamento della chirurgia e della medicina. L'assessore aveva ragione, loro non chiudono niente, i reparti e i servizi chiudono da soli! Hanno tolto linfa vitale a tutto non mandando più neanche i presidi indispensabili al funzionamento dell'ospedale. Il grande laboratorio analisi del S.S. non può espletare in tempo utile i referti causa l'enorme afflusso dei vari laboratori dismessi e ridotti a un punto prelievi. Tutti si lamentano nei social o nei giornali ma la giunta regionale è sorda e cieca di fronte all'evidenza delle macerie che hanno creato ovunque! Da qui a febbraio non ci sarà più nulla. Nessuna risposta è giunta al documento inviato il cinque giugno al ministro della Salute e nemmeno alla missiva del 29 giugno u.s. in cui abbiamo chiesto un incontro a Roma se non era possibile l'incontro in Sardegna! La Rete Sarda, di cui i comitati fanno parte ne ha inviato una pochi giorni fa invitando il ministro Grillo in Sardegna. la situazione sta degenerando ovunque. Occorre che il Ministero della Salute prenda provvedimenti

manuela codonesu 25.07.18 15:31| 
 |
Rispondi al commento

la mia esperienza trentennale come chirurgo in un ospedale pubblico del Sud e quella che mi porta a dire c'è un medico che lavora in un ospedale pubblico non deve operare sulla base di interessi legati al denaro ma considerare solo l'importanza della malattia di fronte alla quale tutti i cittadini sono uguali essi possono anche scegliere di essere visitati da un medico di loro fiducia all'interno di un ospedale pubblico senza che questo sia legato a a un costo. Sia ben chiaro a tutti che deve essere la gravità della malattia di un cittadino che deve dargli la priorità rispetto a un altro e non la propria tasca

GiuseppeGiovanni Ruberto 23.07.18 13:52| 
 |
Rispondi al commento

A tutti noi questo è il tempo dei grandi cambiamenti Chi ha creduto in questo movimento non dovrà mollare mai fino alla fine dei nostri giorni


Finalmente! E, per favore, cominciamo a valutare anche l'aspetto umano e l'empatia di chi aspira a fare il medico, perché nella relazione di cura e nel percorso di guarigione sono fondamentali!!! Quindi selezionare e formare i medici tenendo conto anche delle capacità relazionali e di ascolto!!!

Marta Buscioni 22.07.18 02:51| 
 |
Rispondi al commento

Nella mia esperienza, ho notato che talvolta le lunghe attese sono dovute a scarsa organizzazione.
Es. La lettura di una radiografia richiesta dal P.Soccorso ed effettuata in tempi ragionevoli (15-20 minuti) ha dovuto attendere per essere letta dal radiologo più di mezz'ora.
Capisco, era di notte, ma il medico disponibile c'era (ma chissè dove ?)
Altra volta sempre al P.S. per fatto cardiologico dopo una bella 1/2 ora dall'ingresso vengo visto dall'infermiera dello sportello-filtro che decide le priorità e sentenzia sì, che deve venire il cardiologo, (che si fa attendere per tre quarti d'ora...)
Ora i fatti cardiologici avvengono anche di notte: se i cardiologi o altri specialisti in forza sono pochi, in un ospedale che serve almeno 300.000 persone (mezza provincia), occorre che ne venga aumentato il numero, magari con assunzioni a tempo determinato o altri marchingegni giuridici che non sta a me stabilire. ( Per i fatti inerenti l’ortopedia mi si dice che le attese sono ancor più lunghe).
Il fatto è che molti giovani medici sono senza lavoro e la sanità non può assumerli poiché tutto è bloccato.
Infine,- altra immane perdita di tempo e di pazienza - magari dopo 4 ore totali di attesa, dopo la visita specialistica in reparto, devi tornare al P.Socc. perché deve essere il medico che ti ha inviato alla visita specialistica a firmare la tua liberazione/dimissione. Bene: per questa sola ultima fase ho atteso anche 3/4 d'ora.
E questo al S. Bortolo di Vicenza dove normalmente in genere tutto funziona egregiamente "quoad vitam".
Studiare meglio l'organizzazione del lavoro non guasterebbe!

Giuseppe Flavio, vicenza Commentatore certificato 21.07.18 20:27| 
 |
Rispondi al commento

(parlo da medico già primario d'igiene epidemiol. sanità pubblica),tesi in Medicina legale('77) sulla Riforma sanitaria dove prefiguravo il degrado della professione a causa dell'incidenza del medicina privata(lucrativa)su quella pubblica universale(col medico produttore di prestazioni e non di salute) ma parlo anche da iscritto M5S e per "captatio benevolentia"!!
leggo nel blog le forti aapettative per il tuo operato come ministro(il compito è certamente immane)ognuno ha la sua ricetta (anche segrete come dr Paolo Di Paola) e molti si propongono....
il riordino passa evidentemente per una ripresa della RIFORMA SANITARIA con UNA MEDICINA GENERALE (come mai non esiste una SPECIALIZZAZIONE PER IL MMG?) comunale e con medicina di gruppo,guardia medica e una specialistica integrata spec. convenzionata esterna "sumai"(centri di salute : Spagna e Portogallo)Fondamentale è l'obbligo di strumentazione di ambulatori di MMG (ecg eco esami ematochimici)

il dipartimento di prevenzione (IGIENE /MED LAVORO
e MEDICINA LEGALE con RELATIVI LABORATORI E STRUMENTAZIONE) separando le funzioni di polizia in Igiene Igiene Alimenti M. Lavoro M.legale (in modo che il dipartimento sia attività medica e non giudiziaria) e quelle funzioni di P.G.siano delegate nuclei medici operativi speciali(come base di un albo per CTU)
UNA ATTENZIONE ALLA MEDICINA DI FABBRICA (MEDICO COMPETENTE soggetto ad Agenzie private speculative che strozzano la PMI)
per l'ospedale(ridotta la burocrazia interna politicizzata, qualificare la funzione di direzione sanitaria, abolire la specialistica intramoenia vera o artefatta,qualificazione per merito ( le attuali valutazioni di risulto premiano gli amici e i fedeli punendo chi gli altri..)
Sul merito e sui concorsi graduatorie che stravogano le cordate primariati per merito e non per 7 anni di aiuto ( idoneità primariali su merito per pubblicazioni citazioni estero esami non i famosi temi di tipo scolatico, i sistemi non mancano)
BUON LAVORO

Carlo ., Padova Commentatore certificato 21.07.18 18:46| 
 |
Rispondi al commento

@Antonietta Barbini
Carissimi, Se il tempo di attesa per un esame o visita è di 6 mesi vuol dire che non vi è urgenza per il medico di famiglia che ha valutato il caso. Ovvio che a pagamento le liste di attesa sono inferiori. Ma la domanda che dobbiamo porci è: la visita è davvero urgente o è programmabile? In un mondo dove abbiamo tutto e subito pensiamo che anche il ssn dovrebbe essere cosi. Ma ciò non è fattibile. La visita privata, o in ambito di intramoenia( dove l’ospedale prende comunque una parte) o al di fuori del ssn è un opzione che la persona puo scegliere per farsi seguire da un medico in particolare e non da chi capita in turno quel giorno, cosi come per un controllo di routine, per togliersi prima il pensiero etc. Di sicuro Non perchè vi è pericolo di vita. In quel caso, infatti, finite nelle mani del 118. Se una persona, per clinica o esami di laboratorio invece ha diritto a saltare la coda, il curante userà formule che consentono di accedere in tempi veloci alle prescrizioni richieste. Date al curante sintomi e segni di infarto o di broncopolmonite o sindrome coronarica e vedrete che ho ragione.Il vero problema è che queste cose non le spiega nessuno o solo pochi vogliono recepirle! Ma chiediamoci questo sistema è giusto o no. È giusto che io consideri me stesso piu importante di altri e abbia modo di scavalcare tutti in coda per il mio stesso problema? E se pure fosse come si potrebbe risolvere? Aumentando di colpo la quantità di professionisti a discapito della qualità? Certo, ci sarebbero più assicurazioni per le banche, più tasse per gli albi professionali e per i sindacati, ma per il malato? Ci sarebbe un reale vantaggio o si rischierebbe di fare un control

Daniele De Falco Alfano 21.07.18 17:50| 
 |
Rispondi al commento

non sta a me dare giudizi sulla sanità, ma purtroppo in tutti questi anni ne ho viste malversazioni,in ambito sanitario.come vari problemi donde si denotano più al sud in quanto c'è a mio avviso una direzione un po'all'acqua di rose, dove non si dà importanza al malato ma alla renumerazione finanziaria,dove i furbetti intascano pure delle mazzette,dove tutto viene lasciato al caso,anche negli orari ambulatoriali.mentre al nord la cosa cambia,ma anche qui chi ha denaro viene fatto passare avanti.a me dispiace fare certe allusioni,pero' come cittadino mi sento di dirlo e vorrei ci fosse un po' più di attenzione a livello, non dico europeo,basterebbe nazionale.credo nella signora grillo donde possa far cessare quelli che si nascondono fra di sé incolpandosi gli uni con gli altri,basterebbero dirigenti più coscenti e preparati per naturalizzare le competenze fra reparti,talvolta,lasciati un po' in disuso.auguro a questo punto le cose cambino per il meglio dove la burocrazia sia meno asfissiante e le persone più dedite ai loro doveri, ciò basterebbe a mio avviso al miglioramento cospicuo della sanità del sud.

luciano barbieri 21.07.18 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Ottima cosa fa immensamente piacere che si punti sulla formazione, nella Sanità ci voleva abbiamo bisogno di professionalità e competenza
Giovanni Del Beato Sulmona

undefinedGianni DEL BEATO 21.07.18 14:22| 
 |
Rispondi al commento

...e soprattutto eliminate o depotenziate il potere dei "PROTOCOLLI" di cura (e ricerca) in modo di riportare il medico al centro della malattia, con il suo bagaglio d'esperienza e intuito, lasciandolo libero di lavorare sulla PREVENZIONE e svincolarlo definitivamente dal ruolo di "servo" delle casa farmaceutiche!

Mauro G. 21.07.18 14:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve Signor Ministro, sono molto soddisfatto di questa lodevole iniziativa.

A tal proposito spero anche che si elimini definitivamente il sistema del Numero chiuso di Accesso alle Facoltà Universitarie anche in ambito Medico e Infermieristico poiché c'è troppo interesse nel barattare i posti agli amici degli amici e nella maggior parte dei casi vengono Ammessi persone incapaci ma solo perché Raccomandati e stiamo parlando di futuri Medici o Infermieri , professioni che hanno a che fare con la Vita Umana, e non si scherza!


Poi da Operatore Socio Sanitario vorrei chiederle di mettere fine a tutti quei migliaia di Corsi per Oss che non rispettano gli accordi Ministeriali di Tirocinio formativo e schede di valutazione e che non sono a norma , soprattutto al Sud rilasciano molto facilmente la qualifica di Oss con promesse facile di Lavoro.

Poi Signor Ministro, da Operatore Socio Sanitario( ho conseguito la qualifica in Emilia Romagna) precario che lavoro presso un Pronto Soccorso Calabrese , volevo segnalarle che in Calabria siamo all' anno Zero.
Non ci sono Triage di accesso, non ci sono gli spazi necessari , pochi strumenti necessari ad operare civilmente e professionalmente, penso non siano rispettate benche' le minime norme dell'OMS , poi Ambulanze datate , personale Sanitario insufficiente, Medici costretti a lavorare tantissime ore per sopperire alla carenza.

Insomma qui in Calabria sembra di essere in Guerra, soprattutto ora nei periodi estivi ancora peggio, ognuno di Noi lavora x 3.

Il Diritto alla Salute sancito dalla Costituzione è stato disatteso da tutti quelli che ci hanno Governato sino il 4 Marzo 2018.

Signor Ministro, Le Chiedo da Cittadino da Operatore Sanitario e da Padre di Famiglia di Intervenire, di iniziare a porre fine a tutto ciò, qualcuno dovrebbe iniziare a rispondere e dare conto di tutto questo scempio che hanno creato.

Sono Sicuro di un suo Corposo e Celere Intervento.

Cordiali Saluti, Sostenitore ed elettore Calabre del M5S

Salvatore Segreti 21.07.18 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Ministro,
I dottori del pubblico devono praticare la loro attività solo nel pubblico e i privati solo nel privato. Solo in questa maniera la Sanità si potrà salvare.

pasquale moretti Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 21.07.18 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Cara Giulia abolisca o ponga dei limiti sulle visite intramenia,i medici che lavorano in ospedale devono rendere il massimo sul loro posto di lavoro durante le loro ore di lavoro,purtroppo invece le visite intramenia effettuate da questi in ospedale vanno a sostituire completamente il servizio pubblico,eseguono visite intramenia durante le ore in cui hanno i turni in ospedale utilizzando i macchinari ospedalieri,almeno da noi in puglia è cosi

Lasalandra Gabriella 21.07.18 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno Ministro,
arduo è il suo compito ma lei è persona determinata e sono convinto che farà ottime cose.
Sono un MEDICO, ho 62 anni , e ho svolto fino a qualche anno fa la attività Intramoenia.
Ho una soluzione semplice come l'uovo di Colombo per la riforma dell'Intramoenia che accontenterebbe entrate per lo stato ,risparmi per i cittadini, e soddisfazione professionali ed economiche per i colleghi.
Sono convinto che lei non avrà bisogno dei miei consigli ma se vorrà conoscere la mia soluzione sarò a sua disposizione.
Sempre M5S.
Buon lavoro

Paolo De Paola 21.07.18 09:11| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
sono un vostro convinto elettore, finalmente alla sanità una persona seria e competente che capisce i veri bisogni di operatori e pazienti e quindi sono molto fiducioso sull'impegno della Ministra per il rinnovo del contratto di lavoro fermo dal 2009 che i precedenti governi hanno sempre snobbato facendo alla fine una vera e propria elemosina al comparto con arretrati da fame che i sindacati di categoria hanno accettato senza fiatare e che invece, x fortuna, i sindacati dei medici e della dirigenza hanno rifiutato di firmare confidando appunto nella sensibilità del nuovo governo verso questa problematica importante e non più procrastinabile.
Grazie per l'attenzione

maurizio bongiovanni 20.07.18 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei capire che senso ha fare test d'ingresso a medicina quando poi vanno a laurearsi nei paesi dell'Est e fortino poi i posti di specializzazione a quelli che si sono laureati in Italia superando i test d'ingresso. Viva i furbi e lo stato che li favorisce.

Mario scardino 20.07.18 19:55| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente l'Italia può dirsi fortunata. Ora al governo c'è il M5S che mira all'interesse dei cittadini migliorando la loro qualità di vita. Ed è ciò che sta facendo la nostra Ministra della salute Giulia Grillo. Grazie.

mario m. Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 20.07.18 19:44| 
 |
Rispondi al commento

I medici di base sono i più torchiati dalla burocrazia sanitaria, pompata a dismisura dall'ex ministro Lorenzin. Farmaci, come il pantoprazolo, da un giorno all'altro passati a pagamento per l'intero, salva vita per pazienti affetti da esofagite conclamata, causata da reflusso gastro esofageo. Una patologia che esiste ma che la si nega con la motivazione assurda che "i medici hanno abusato nelle prescrizioni del farmaco anti reflusso".

marta 20.07.18 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Domani qualcuno compie gli anni, è una delle poche persone che ritengo degna di ammirazione. AUGURI grandissimo e grazie di tutto.

Tukko67 aka (acronik-nauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 20.07.18 18:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande speranza nel Suo operato. Voglio avere la certezza che non deluderà le nostre grandi aspettative nei Suoi confronti.
Molte sono le cose che non funzionano nella sanità:l'attesa per una visita con il SSN che poi si annulla per una visita a pagamento.
La scarsa attenzione e disponibilità dei medici nei confronti dei pazienti ,anche di quelli di base.
Forse hanno TROPPI pazienti?
In caso di frattura di una mano in quella che viene considerata l'eccellenza della sanità Lombarda , si ricicla il guanto del gesso che può essere stato usato da un altro paziente .

Giuseppa Antonia Pontari 20.07.18 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente un MINISTRO VERO, UN MEDICO VERO, dopo tantissimi anni di LACCHÈ DELLE INDUSTRIE FARMACEUTICHE!!
GRAZIE Giulia! Hai un lavoro immane da fare ma sono sicuro che lo svolgerai nel migliore dei modi!
Tanti auguri affettuosi per la tua gravidanza!

Dar T., dartes Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 20.07.18 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Fai qualcosa per i malati oncologici in Calabria, non esiste nulla, neanche la associazione private serie,come esistono in tutte le parti d'italia, che possono dare un supporto a questi.

Annunziato MANFREDI 20.07.18 15:55| 
 |
Rispondi al commento

...incominciamo a buttare fuori la politica dalla sanità....poi rivedere la Regionalizzazione del SSN che di Nazionale ha ben poco....Solo con una riorganizzazione centralizzata si potrà porre un freno ai feudi di potere Regionali che producono corruzione,sprechi, sistema di assunzioni
per cooptazione ,assenza totale di organismi di controllo di gestione.

sebastiano addabbo 20.07.18 15:27| 
 |
Rispondi al commento

BRAVISSIMA! Anche la lunga attesa per le visite specialistiche è una vergogna SONO CERTA CHE CON LEI DIVENTERANNO BREVI!!!!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 20.07.18 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Se si discute di formazione professionale va bene. Io consiglio una FORMAZIONE MORALE E UMANO del personale medico e paramedico. Cioe' una MISDIONE. Spero trovi le porte aperte.

Roberto Maccione Commentatore certificato 20.07.18 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Brava Giulia, sei l' orgoglio dell' Italia. W il M5S

scipione SCAPATI, CERVIGNANO DEL FRIULI Commentatore certificato 20.07.18 14:59| 
 |
Rispondi al commento

e Brava Giulia!!

la sanità ha bisogno di rinascere come tante altre istituzioni importanti Italia

con il massacro scriteriato degli ultimi anni non sarà facile, ma a piccoli passi siamo con te!

La salute dei cittadini passa attraverso gli ospedali ma sopratutto con la felicità e le migliori condizioni di vita e ambientali.

Forza Giulia!
Coraggio Movimento!

Alessandro D., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 20.07.18 14:45| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE GIULIA ,SIAMO CON TE

Se posso permettermi,NON SOLO LA FORMAZIONE POST- LAUREA,ma anche LA SELEZIONE CONCORSUALE PER ENTRARE A MEDICINA E AD ODONTOIATRIA.
Io sono di Brescia e ad ODONTOIATRIA E' NOTO che SE NON HAI CONOSCENZE NON ENTRI IN UNIVERSITA'.

CONTROLLI MANIACALI SULLE COMMISSIONI!
CONTROLLI MANIACALI SULLE SPESE DEI REPARTI.
Da dipendente mi e' capitato di lavorare su strumenti forniti e ASPORTATI dal primario dall'ospedale AD USO PRIVATO!

A me NON STA BENE PAGARE strumenti DA 4 MILA EURO PER LO STUDIO PRIVATO DEL " LUMINARE" dei miei c....!

Luca Fini 20.07.18 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Ministro, ci auguriamo che le facoltà di medicine e le unità sanitarie pubbliche siano più slegate dalle case farmaceutiche e che si fininzi un percorso di ricerca pubblica sull'efficacia delle medicine alternative probatoria rispetto alle certificazioni dell AIFA

Paola F. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 20.07.18 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Ministro, spero vivamente che ella riesca a cambiare questo sistema inefficiente e corrotto che è la sanità pubblica, senza buttare via il il bambino con tutta l'acqua sporca, perché pur nel disastro attuale, vi sono isole di buona sanità e dottori che fanno egregiamente il loro lavoro, si tratta di adoperare buon senso nella programmazione e organizzazione, innanzitutto facendo in modo che siano i dottori di base a richiedere gli esami e ottenere date più celeri come accade in molti altri Paesi europei...basta copiare il sistema svedese, dove la Sanità funziona e bene, inoltre finiamola con timbri e turismo sanitario!
Senza dimenticare di togliere questo scandalo dei Prof. che a pagamento sono immediatamente disponibili, mentre nel pubblico i medesimi non riescono a fare il medesimo numero di visite...
scelgano se vogliono lavorare nel pubblico o nel privato, non si può tenere il piede in due scarpe!

Vincenzo Giancristofaro Commentatore certificato 20.07.18 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno, Sig.ra Ministro,
un'altro problema, che vorrei portare alla Sua gentile attenzione, è quello delle prenotazioni per effettuare visite mediche specialistiche!! Per effettuare una visita importante (cardiologica, tanto per citare quella di cui aveva bisogno mia mamma!), come minimo ci vogliono 6 mesi, invece se si effettua a pagamento, (mi hanno chiesto 350€!), dopo una settimana si fa!! Ma il problema non è, in sé per sé, quello di farla a pagamento, il problema è che le persone anziane che hanno una misera pensione, devono decidere se curarsi o mangiare, perché entrambe le cose non si possono fare!!! La ex ministra, che occupava questo importante Dicastero, non ne capiva un cappero di queste problematiche (e infatti sono peggiorate!), quindi da cittadina spero che Lei riesca a risolvere questo gravoso problema visto che, come dite voi, non devono esserci cittadini di Serie A e di Serie B!!!
Le Auguro Buon Lavoro e Le porgo Cordiali Saluti


Vorrei segnalare il disagio dei comuni nel pagamento delle bollette di energia elettrica peraltro dovute in maggior parte per i consumi di pubblica illuminazione. È proprio vergognoso che in caso di ritardo nei pagamenti i comuni vengano penalizzati con aumenti spropositati del costo dell'energia invece di agevolarli . È uno dei tanti problemi che affliggono i comuni ... bisogna che fate qualcosa ... grazie (ex dip. comunale) francesco campagna

Campagna Francesco 20.07.18 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Mi raccomando Gentilissima Giulia.Elimina le visite mediche obbligatorie x fare sport;è solo un modo x fare quattrini sulle spalle degli sportivi.

mario l., lodi Commentatore certificato 20.07.18 11:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Brava dott.ssa Giulia. Anche se sono un ingegnere comprendo la situazione dei giovani medici e della loro preparazione e accesso al lavoro. Temi che sono comuni a molti professioni come la mia. Da vecchio pentastellato e da siciliano ti auguro buon lavoro perché non sarà facile ma le speranze sono tutte vive perché i giovani del M5S si riconoscono per la grinta e la passione che mettono in questa avventura governativa. A riveder le stelle.

Giuseppe C., ROMA Commentatore certificato 20.07.18 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Bravissima. Il ministro della salute dei miei sogni. Le auguro ogni bene perchè sta lavorando seriamente per il bene di noi cittadini.

cristina cassetti 20.07.18 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno tra le azioni da intraprendere sicuramente l'abolizione del numero chiuso.

Gianluigi Lazzarini Commentatore certificato 20.07.18 11:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Brava, avanti così. Prendete in esame anche l'ipotesi di adottare un protocollo in tutte le fasi di assistenza verso i cittadini

Nicola Ciulli 20.07.18 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Ministro, le modifiche da apportare al mondo sanitario sono da rivoluzione copernicana e ci rendiamo conto della enorme difficoltà di intervenire. Ma con la politica dei piccoli passi il terremoto del cambiamento potrà trovare la strada giusta . Un primo passo che ritengo importantissimo è L'ABROGAZIONE DELL'INTRAMOENIA accompagnata dal rigoroso rispetto della fatturazione delle prestazioni professionali rese al di fuori dell'orario di lavoro, così come concordate con l'azienda Sanitaria da cui dipendono!!!!! BUON LAVORO

Giuseppe Borretti, Villaricca Commentatore certificato 20.07.18 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Brava Ministro Giulia Grillo,
se poi potesse anche eventualmente ridurre o eliminare i test di accesso ai corsi di Medicina....!
Grazie.
Un cordiale saluto.

Matteo Segafreddo 20.07.18 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Grazie infinite ministro, provo vera gratitudine nel vostro lavoro , un medico sa identificare i danni che i precedenti governi
Hanno creato al paese , sono certo che i giovani avranno da che ringraziarla.

NOI PURTROPPO a causa della mancata occupazione ,nemmeno guardie mediche,
Maltrattamenti , offese, sostituzioni da paga in nero da miseria 50€ x 6ore di ambulatorio privato. Ecc.ecc.
Siamo stati costretti a cercare altrove
Dove il medico viene per importanza
E dedizione dopo il primo cittadino.

Certo della sua comprensione per ben distintamente salutarla.

Antonio faiazza 20.07.18 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Ministro

Andrea Giovine, Calabritto Commentatore certificato 20.07.18 11:04| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori