Il Blog delle Stelle
Foa non viene criticato per il suo curriculum, ma per le sue idee: questo è il nuovo fascismo

Foa non viene criticato per il suo curriculum, ma per le sue idee: questo è il nuovo fascismo

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 64

di Alessandro Di Battista

Che cos’è il fascismo ai giorni nostri? Andare in camicia nera per ricordare un regime - grazie a Dio - morto e sepolto? Pronunciare frasi senza senso su fantomatiche "pacchie finite" per provocare i giornali che puntualmente ci cascano? Ma per favore! Oggi il fascismo è l’omologazione al pensiero dominante, è il primato della finanza sulla politica, dei mercati sulla carne e sul sangue delle persone. Oggi fascista è colui che bastona mediaticamente coloro che non sono allineati al pensiero delle élite.

Guardate cosa sta succedendo a Marcello Foa. Come era prevedibile i giornali (soprattutto quelli di De Benedetti) lo stanno trattando come un pazzo complottista, come un pericoloso populista, come un rischio per la democrazia. E perché tutto questo? Per le sue opinioni! Foa non viene criticato per il curriculum, per l’esperienza, per le sue capacità. No, sono le sue idee ad essere un pericolo. E soprattutto la sua libertà.

Eccolo qua il fascismo e certi anti-fascisti di facciata, a volte a loro insaputa e a volte di proposito, non fanno altro che alimentarlo. Un intero sistema mediatico sempre dalla parte dell’establishment sta tremando e farà di tutto affinché Foa non diventi Presidente della Rai. Questi servi del potere finanziario accusano di complottismo ogni cittadino dotato di libero pensiero (giusto o sbagliato che sia) ma sono loro gli artefici del complotto più pericoloso: quello relativo alla manipolazione delle masse. Esattamente ciò che non dovrebbe fare la televisione pubblica e che, sono sicuro, non farà con Foa Presidente, un uomo che ama la libertà.

Ed è questo che fa paura ai fascisti di oggi i quali non necessitano di olio di ricino, gli basta l’inchiostro menzognero dei loro articoli, un inchiostro ormai difficilmente distinguibile dalla loro bile.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

30 Lug 2018, 14:20 | Scrivi | Commenti (64) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 64


Tags: Alessandro Di Battista, De Benedetti, fascismo, Marcello Foa, pensiero dominante

Commenti

 

caro Battista guarda che illustri fascisti avevano un ottimo curriculum oltretutto superiore a quello del tuo amato FOA CHE NON MI SEMBRA UNA PENNA STRAORDINARIA ANZI.

vando f., milano Commentatore certificato 02.08.18 15:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ce l'abbiamo fatta neanche questa volta, sono riusciti a non far eleggere Foa. Ma cosa avrà di strano, di così indigeribile questo signore per dar così fastidio a questi viscidi decisori delle nostre sorti? Volevano mettere personaggi che sono più salamandre che persone. Cambiano mellifluità a seconda di chi si trovano davanti, che potrebbe in qualche momento essergli utile, ma che dentro di loro portano idee sempre contrarie alla eguaglianza dei diritti e dei doveri da parte di tutti gli esseri, credendo loro di essere degli eletti.

maria c., castelfrancoveneto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 02.08.18 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Occorre mettere mano con urgenza alla legge sull'editoria e sull'emittenza pubblica. Occorre una seria libertà d'informazione.

Marcello 01.08.18 01:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Berlusconi e caro partito finito gli italiani vogliono FOA e nessun altro quindi pensa alle tue di reti tv e ai tuoi giornali e lascia la tv di stato ai cittadini, spero ti sia ben chiaro il concetto se non vuoi perdere clienti mediaset premium, ricorda gli italiani adesso non perdonano più niente a nessuno.
FORZA ITALIA (quella vera)
FORZA ITALIANI FACCIAMOCI SENTIRE
FORZA DI MAIO E SALVINI
FORZA M5S
ma si un bel vaffa al partito dei Perdenti Defunti.

Giorgio 01.08.18 00:04| 
 |
Rispondi al commento

Il nostro leone ha ruggito: tempismo perfetto.

Forza Marcello!

Forza Famiglia!!!

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 31.07.18 14:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Provo talmente vomito ad ascoltare Tg e leggere giornali che sono diventato un vero "Fascista". Non li vedo più (i Tg) e non li leggo più (i giornali).
Se mia moglie, che non mi ha mai ascoltato, fa lo stesso cioè non li guarda ne li legge più, significa veramente che stanno raggiungendo un bel traguardo nella loro libertà di informazione!

paolo boccali, sarteano Commentatore certificato 31.07.18 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Al di là delle critiche discutibili del sistema mediatico, resta da capire se effettivamente Foa abbia le caratteristiche giuste per essere adeguato al ruolo che gli è stato assegnato.
Immagino che siano state fatte delle valutazioni sulla sua competenza, sulle sue esperienze di cronista e di scrittore, oltre che sulle sue posizioni “sovraniste”, di cui posso dire sinceramente di non saperne molto.
Mi chiedo però come sia stata valutata l’appartenenza di lunga data di Foa nel giornale della famosa famiglia ….
Dove pare non fosse neanche una presenza qualsiasi, ma piuttosto una personalità di spicco tra le varie firme.
Ecco, queste considerazioni mi interesserebbe sapere, cosa che al momento non sono ancora riuscito a capire.

sim cost 31.07.18 11:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Marcello Foa come presidente della Rai è un'ottima scelta, sono sicura che molte cose cambieranno nei prossimi mesi nell'azienda PUBLICA e si inconinciera' a fare finalmente informazione.
Bisogna fare al più presto una legge seria sul conflitto d'interessi......avanti cosi e buon lavoro

g4 31.07.18 06:43| 
 |
Rispondi al commento

Dalla nascita della TELEVISIONE qui' in Italia i vertici RAI li ha sempre nominati il governo in "carica"!!!

..ORA L'OPPOSIZIONE CADE DAL PERO!

E questa cosa la Turba!

Franco T., S.Vito Romano Commentatore certificato 31.07.18 01:53| 
 |
Rispondi al commento

è ora che la RAI cambi e allora cambiamola.
io non ho televisione, per fortuna, ma ultimamente era praticamente impossibile anche ascoltare la radio: in tutte le trasmissioni, che si parlasse di musica o di sport o di qualsiasi altra cosa non mancava mai la propagazione di una notizia falsa o di minimo una battutina contro il governo o meglio contro il Movimento 5 Stelle. con marchio evidentemente pidino e/o berluschino si esprimeva un livore, una cattiveria, un odio anche istigato e sollecitato contro tutte le iniziative del Movimento 5 Stelle ed ultimamente del nuovo governo del cambiamento.
in tutto questo si distingueva la trasmissione zapping su radioRAI1 alle 19.30 condotta dal palesemente pidino sedicente giornalista giancarlo loquenzi degno erede di Aldo Agatino Forbice, altro 'giornalista' che leccava i potenti e strapazzava chi non lo era e magari pensava con la propria testa diversamente da lui. bene anzi no. era una trasmissione infame per come veniva condotta sempre con inviti pidini e berluschini. POI oggi... MERAVIGLIA !!
qualcosa sta cambiando mi sono detto ! pacatezza e non livore si sentivano immediatamente unite a ponderazione ed anche sospensione del giudizio con molta prudenza..
cambiata era la voce che conduceva e cambiati erano gli invitati, molto più interessanti e non così pesantemente schierati ed odiosi, ma esseri pensanti che esprimevano idee...
un'altra aria su zapping un'altra musica !!!
se questo è un segno, avanti con il cambiamento!!! si può tornare ad ascoltare anche la radio con l'interesse che può fornire un mezzo così attuale e potenzialmente libero !!
Viva il Movimento 5 Stelle con il Governo del Cambiamento !!

PIO Z., Trento Commentatore certificato 31.07.18 00:44| 
 |
Rispondi al commento

Sta uscendo allo scoperto una casta di demofobi, sempre più spregiudicati nel loro disprezzo per la DEMOCRAZIA, sempre più meschini nella difesa dei loro interessi e privilegi.
Il fascismo è sepolto, ma la brama di dittatura no.

Anna M. 31.07.18 00:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono perfettamente d'accordo con Alessandro Di Battista. Oggi quasi tutti i giornali, telegiornali, conduttori di dibattiti politici. Non si possono più ne leggere ne ascoltare perché non fanno informazione ma vogliono creare opinione
secondo le loro idee, ansi le idee dei loro padroni. Spero che alla RAI si riesca ad eleggere un presidente senza padrone con idee libere e indipendenti.

Lanfranco Marcelloni 30.07.18 23:07| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo, non è criticabile per almeno 30/60 giorni, dopodiché se non ci saranno novità sul canone RAI, sulla regolamentazione degli spot e sugli oltre CENTO raccomandati attualmente presenti in azienda (al termine di questo articolo l'elenco aggiornato al 2016) potrà essere crocefisso in sala mensa, e non per le sue idee ma per la sua assoluta incapacità di fare quello che va fatto. https://www.hanahaki.com/canone-rai-bolletta-abolizione-di-questo-ingiusto-assurdo-e-anacronistico-balzello/

Valerio D., Roma Commentatore certificato 30.07.18 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Forse la prima riforma da fare era quella sull'editoria. E' insopportabile come i servi si prostrano ai padroni. Si aguzzi la mente.

Roberto Maccione Commentatore certificato 30.07.18 19:51| 
 |
Rispondi al commento

È semplicemente un ex giornalista del Giornale, quotidiano di Berlusconi, quindi non è un progressista ma un reazionario ora in quota Salvini tanto amato da Casa Pound

undefined 30.07.18 19:48| 
 |
Rispondi al commento

A proposito dell'eleggere il giornalista Foa alla dirigenza RAI, ho inaspettatamente ascoltato le parole del toscano in merito. Siccome non so come fargli sapere qualcosa scrivo qui nella speranza che possa leggerlo. Egregio on. Renzi, quando votavo PCI, lei ancora non era nato, l'ho ascoltato , naturalmente sul TG3, e le dico semplicemente che non ha proprio nessuna dignità , dice delle cose che probabilmente neanche lei ci crede. Soltanto questi SI VERGOGNI e, se è capace (ho dei grossi dubbi) si cerchi un lavoro e vada a LAVORARE.

Antonio Longobucco Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 30.07.18 19:43| 
 |
Rispondi al commento

L'analisi è per certi aspetti puntuale perchè mette nudo le caratteristiche affaristiche a danno del popolo che si chiamo fascismo fnanziario che viene superato da nuove leggi in economia. Ma va anche detto che diffondere, creare notizie di cultura con caratteristiche: conservatrici, discriminanti, di forza prevaricatrice porta all'assolutismo o sei con me o contro di me; ed è questa la cultura da rigettare. Diversamente se anche gli Spada i Casamonica si fossero fatti una cultura in materia trasmissioni vorrebbe significare che andrebbero bene. Io non conosco Foa spero solo che sia una persona che si attenga che intendiamo sentire la voce di tutti i pro e contro. Questo tiene lontano ogni involuzione reazionaria.

vittorio esposito, San Sebastiano al Vesuvio Commentatore certificato 30.07.18 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Mi piace Di Battista ,coglie il punto centrale.Continua,denuncia ogni distorsione giornalistica!!!È insopportabile.

Giacomina Murabito (), Firenze Commentatore certificato 30.07.18 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Deve finire la modalità, dei tg privati di maneggiare le informazioni.

E' di qualche decine di minuti l'intervento in un tgcom24 della Brambilla. Comunica la necessità di una legge per inasprire le pene per i reati contro gli animali.

Ma vi rendete conto, la Brambilla, è assenteista alle votazioni per il 99 %, nell'attuale legislazione e non è stata da meno anche nella precedente legisltaura.
Non era presente neppure quando presentarono delle leggi contro la soppressione dei lupi ecc., presentate anche dal m5s.

newmail ***** Commentatore certificato 30.07.18 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Come dice Luigi non si capisce la motivazione per non volere Foa. Essere sovranista, non è un demerito, la sovranità fa parte della nostra costituzione.

Ma si capiscono ancora meno, le pretese di fi a volere la dirigenza di un tg.
Berlusconi gestisce tanti canali e non può chiedere anche un tg della Rai. La Rai è pubblica, pagata con il canone dei cittadini.
Vogliamo la rete pubblica gestita da persone che non abbiano interessi privati.

Se il governo non eleggere chi vuole, allora avanti con una legge contro il conflitto di interessi durissima.

newmail ***** Commentatore certificato 30.07.18 18:05| 
 |
Rispondi al commento

NON DIREI;QUESTO é SEMPRE STATO IL MODO DI FAR POLITICA DEGLI ITALIOTI

franco bazzani (), seregno Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 30.07.18 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo Alessandro con quello che hai scritto e grande stima per Marcello Foa.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 30.07.18 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Si sa' stiamo navigando in un mare di merda!!!

Sandy***** S., Sandonaci Commentatore certificato 30.07.18 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Come sempre caro Di Battista hai fatto un analisi perfetta. Ci auguriamo che al governo facciano di tutto affinche Foa sia eletto, ne abbiamo bisogno di persone così.

Silvano Bovi, Scanzorosciate BG Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 30.07.18 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Assurdo,se non passa FOA vogliamo il conflitto di interesse, costi quel che costa.
Rilanciamo con forza il conflitto di interesse cosi in futuro almeno saremo più liberi.

Annunziato MANFREDI 30.07.18 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Il fascismo non esiste più solo perché chi conserva quelle idee si presenta ora alle elezioni con nomi diversi, ma nellevteste di molte persone l'atteggiamento fascista permane eccome. Dal giornalismo ( e qui concordo sicuramente con Di Battista )al razzismo questi fenomeni vanno arginato sempre e ovunque, solo tenendo in vita la resistenza si sopravvive alle illazioni del Salvino di turno che deve essere ben altra cosa del Movimento 5 stelle col quale ha semplicemente fatto un contratto di governo non una convenzione etica. Grazie solo a Roberto FICO ogni tanto ce lo ricordiamo purtroppo.....Non basta ad ergersi oltre come vogliamo essere!

Marianna T., Forli Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 30.07.18 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Quale azienda paga i dipendenti assenti, per cui anche alle camere dovrebbe essere così:
quante sedute si fanno in un mese 20? Euro 10000/
20 ogni giorno di assenza 500 Euro in meno sulla busta paga

Giovanni Amendolara 30.07.18 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Il nuovo fascismo dei pidioti e simili che sono il vero cancro di questo paese.

Freeman 30.07.18 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Alessandro, sono iscritto al mov da 6 anni e vi ho sempre votato, su Foa sono pienamente d accordo con te. Sul fascismo che non esiste piú, no. Come si fa a non considerare razzisti e fascisti quegli atti, sempre piú frequenti di aggressione a uomini e donne di colore? E come si fa a non considerare razzista un leader come Salvini?
Io sono sicuro che tu non sei d accordo quando lui dice che il razzismo non c è, ma voi dovete DOVETE, prendere le distanze da questo atteggiamento. Molti Vs sostenitori (come il sottoscritto) provengono da una sinistra vera che non ha nulla a che vedere con il PD e che si sente rappresentata da voi e non certo da Salvini. Capisco e condivido il Vs percorso post elettorale, ma il contratto puó essere rispettato, ma le idee non possono essere confuse con un partito xenofobo come la Lega. Il solo Fico ogni tanto dice cose contro il razzismo, fallo anche tu e fai che lo faccia anche Luigino che non puó dichiarare che in Italia non c è il razzismo. Fa ridere e allontana i Vs sostenitori di sinistra che sono moltissimi.


Sono convinta che I voti per essere eletto il dr Foa li raggiunge. Perche' per lui voteranno tanti uomini e donne "di buona volonta' che sono certa si trovano anche tra le fila di fi, fdi, pd. La coscienza personale e collettiva sta cambiando.

Mariapia scaffidi 30.07.18 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Il vero fascismo è nato dopo quella che viene chiamata impunemente e INGANNEVOLMENTE LIBERAZIONE! Una losca banda di emeriti fanatici che hanno condizionato tutta la storia d'Italia fino ad oggi, giocando solo su qualche parola come antifascismo, Shoa ( quella che oggi ammazza i Palestinesi e genera guerre ovunque nel mondo sotto le mentite spoglie americane, in attesa che il loro dio scenda sulla terra a consegnargli lo scettro del governo del mondo - è scritto nei loro libri inventati) e uguaglianza ( quella che vale per i quattro mantenuti e sfaticati dirigenti sinistri). Dico al Governo - quello del Movimento - di andare avanti senza tema e - visto che si parla di RAI, non pensate alla opposizione. Se potete NON ASSEGNATE ALCUNA POLTRONA a quei mascalzoni che hanno continuato a DISTRUGGERE UN PAESE DI CULTURA!

Gabriele Longo 30.07.18 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Ale.....

scipione SCAPATI, CERVIGNANO DEL FRIULI Commentatore certificato 30.07.18 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Non è che adesso per avere Foa presidente RAI, si deve dare un tg a Forza Italia. Così un partito stimato a10% avrà presidente senato (vitalizi???), vigilanza Rai (uno scandalo assegnarla al maggiore concorrente) e un tg. Qualche testa pensante al ”comandò” 5S può dire che fina ha fatto la legge sul conflitto d’interessi, non sarà che la lega ponga anche questo veto? Fateci sapere

T. Volante 30.07.18 13:54| 
 |
Rispondi al commento

È ciò che scrisse Pier PAolo PAsolini 43 anni fa per i radicali
Un nuovo fascismo, a patto di chiamarlo antifascismo
http://ilcappellopensatore.it/2018/07/un-nuovo-fascismo-antifascismo-pasolini/

Stefano A., Tremestieri Etneo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 30.07.18 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Preoccuparsi per la Libertà è giusto ma non mi preoccuperei per quello che scrive Repubblica o quello che dicono i TG, ormai non c'è più nessuno che gli crede, lo sanno tutti che si puntellano l'un l'altro.

giorgio peruffo Commentatore certificato 30.07.18 13:32| 
 |
Rispondi al commento

leggo Marcello Foa da anni ormai.
Averlo come presidente RAI sarebbe un sogno, come un sogno realizzato è questo governo M5S-Lega di Salvini.
Voi che potete, fate il possibile affinché Marcello Foa diventi il nostro Presidente RAI.
Qualsiasi altro diverso da lui sarebbe un danno per la RAI, e per i cittadini.
Lui è veramente il meglio che si possa proporre per quella carica.
FORZA!

Paolo R., Padova Commentatore certificato 30.07.18 13:02| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo abbiamo dei media establishment-dipendenti e non per niente ci accusano di tutto.
In effetti sono molto preoccupati dal populismo visto che il neoliberismo sta già perdendo colpi (la Francia di Macron insegna).

mzee.carlo 30.07.18 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Di Battista hai detto bene! È la propaganda putrida del Nuovo Fascismo Europeo e della ormai agonizzante Vecchia Politica Italiana, ormai in decomposizione ma tenacemente abbrancata ad un potere che ha perso e che non vorrebbe mollare...avanti così Conte, Di Maio e Salvini non mollate: tanto sono gli ultimi sussulti prima che creino tutti!!!

Antonio Melis 30.07.18 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Non dovete agire come loro! Le critiche a Foà sono anche sostanziali. Smettetela di aggredirli in risposta alla loro aggressione. Chiedete a Foà di rispondere ai critici, anche rivedendo le proprie posizioni, se necessario.

Francesco Cottafavi, Roma Commentatore certificato 30.07.18 12:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MARCELLO FOA UN GALANTUOMO

francesca Marcellino, roma Commentatore certificato 30.07.18 12:24| 
 |
Rispondi al commento

I MOSTRI sono alla frutta, non si accorgono che tutto quello che dicono e fanno contro il Governo, tutti gli insulti che sputacchiano, è come se venisse fatto direttamente a noi cittadini. Per cui ci stanno facendo incavolare ogni giorno di più! Sembrano i cattivi dei film di Tarantino. È la prima volta che si realizza una simbiosi tra eletti ed elettori. Non cedete su Foa per nessuna ragione!

Grazia C., Romans d'Isonzo Commentatore certificato 30.07.18 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Occorre procedere ancora più speditamente con la deRAIttizzazione e rivedere subito le norme sul sistema radiotelevisivo e quello dell'informazione adeguandoli ai dettami costituzionali.

Marcello 30.07.18 12:11| 
 |
Rispondi al commento

ma vi rendete conto chi avete scelto??
questo è un giornalista di altissimo livello...è troppo per il sistema, per gente come Renzi e Berlusconi... ma vi siete montati proprio la testa??
Non cedete su questo nome...
Buon lavoro

dario 30.07.18 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Argomento in più per Foa: l'elenco dei detrattori. Occorre discutere serenamente sui privilegi assurdi di Mediaset.

Marcello 30.07.18 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Ho saputo dal Wikipedia tedesco, che il grande Ignazio Silone, (che il fascismo l'ha combattuto davvero, avendolo subito a caro prezzo), avrebbe detto a François Bondy:
"Quando il fascismo ritornerà, non dirà 'io sono il fascismo'. No, dirà: 'io sono l' antifascismo'"

Ecco, ci siamo già...

fabio 30.07.18 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Il ruolo più importante in Rai è l'amministratore delegato, che nomina i direttori di rete e dei tg.

Se PD&FI non lo vogliono Foa come presidente, accontentateli... e nominate Foa come A.D.!!!

La Sida Don Jose 30.07.18 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Alessandro, da uomo libero sai valutare le persone perbene.
Purtroppo Foa ha un handicap: quello di non essere un massone "tegolato" (nel gergo della fratellanza significa sondato, testato, osservato) e di non essere passato all'esame della Loggia che sceglie i dirigenti di Stato.
B. il vecchio depravato non vuole Foa anche se non è "un comunista": significherà pure qualcosa?

marta 30.07.18 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Quello che mi chiedo è : come è possibile che l'Ancien Régime abbia la maggioranza in commissione vigilanza? C'è qualcosa che mi sfugge?

guardate che se gli lasciamo spazio ritornano fuori e addio governo del cambiamento!

A la guerre comme à la guerre ! Rendiamoci coscienti di ciò.

Fiorani Gianni 30.07.18 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Quante persone vorrebbero musicare le note del loro pensiero ma gli manca la chiave di violino, quanti vorrebbero scrivere in versi la loro poesia della vita ma gli mancano le strofe, quanti vorrebbero narrare i bisogni le aspettative i disagi le sofferenze l'amore ma gli mancano i versi, quanti vorrebbero urlare alla piazza l'esigenza dei valori umani senza avere la voce. Tutti costoro sonoaccomunati e abbracciati da una tristezza immane. Circondati da indifferenza abusi sopraffazioni mortificazione disaffezione. In questo clima il PD ci ha sguazzato alla grande. Ha sfruttato tutta la debolezza umana solo ed esclusivamente per tornaconti personali. Questa gente oggi si sente riscoperta come valore non come strumento. È un ritorno alla vita! GRAZIE MOVIMENTO. GRAZIE A TUTTI COLORO SCRIVONO CHE CANTANO CHE URLANO TUTTO CIÒ CHE È RIMASTO CHIUSO NEL DESIDERIO DEI PIÙ.

Giuseppe Borretti, Villaricca Commentatore certificato 30.07.18 10:56| 
 |
Rispondi al commento

L'importante è che si realizzi anche un"informazione che rispetti la sensibilità delle persone.
Cordiali saluti.

Matteo Segafreddo 30.07.18 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Giornalisti fieri di essere fedeli al regime!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 30.07.18 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Abolire il finanziamento pubblico all’editoria consortiera, finanziare l’editoria pura !
Obbligo di stampare sopra il nome del giornale i nomi delle persone fisiche ( non delle società) con font di dimensioni maggiori, dei proprietari di testate, obbligo di comunicare, nelle rassegne stampa in tv , i nomi dei proprietari!!
SUBITO LA LEGGE RIORDINO FINANZIAMENTO PUBBLICO. E TRASPARENZA EDITORI !!

Stefano M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 30.07.18 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Di Battista e Caro M5S

E' inutile dire che sono completamente d'accordo con te e con il Movimento, posso solo esprimere la mia soddisfazione per quello che state facendo, Marcello Foa alla RAI è una BOMBA. Andate avanti e non fermatevi per nessuna ragione. QUESTO E' IL VERO CAMBIAMENTO.
GRAZIE ANCORA A TE A DI MAIO AI PARLAMENTARI E ANCHE ALLA LEGA DI SALVINI.

Renato Dal Cin 30.07.18 09:37| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori