Il Blog delle Stelle
Damiano Tommasi: Noi calciatori siamo no slot. Giusto fermare la pubblicità

Damiano Tommasi: Noi calciatori siamo no slot. Giusto fermare la pubblicità

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 73

fonte: Vita.it

Nel Decreto Dignità approvato dal Consiglio dei Ministri si prevede lo stop totale agli spot sul gioco d'azzardo, che dal 2019 scatterà anche per le sponsorizzazioni e “tutte le forme di comunicazione” comprese “citazioni visive ed acustiche e la sovraimpressione del nome, marchio, simboli”. A chi non rispetta il divieto arriverà una sanzione “del 5% del valore della sponsorizzazione o della pubblicità” comunque di “importo minimo di 50.000 euro”. Gli incassi andranno al fondo per il contrasto al gioco d'azzardo patologico.

Restano le sanzioni da 100mila a 500mila euro per chi viola il divieto durante spettacoli dedicati ai minori. Salve dallo stop le lotterie a estrazione differita, come la Lotteria Italia, e i contratti in essere. Un provvedimento molto temuto e osteggiato da parte del calcio professionistico. Sono infatti circa 200 i milioni investiti dal settore giochi in un anno, secondo una stima di Agipronews su dati degli operatori dell'industria. Circa il 70% si indirizza verso il mondo dello sport, sia in forma di pubblicità che di sponsorizzazioni. Dei 200 milioni totali, 80 confluiscono nelle tv (e 50 provengono da concessionari online) gli altri 30 riguardano la promozione di altri giochi e lotterie. I residui 120 milioni si dividono in sponsorizzazioni, internet, radio e tv.

Ne abbiamo parlato con il presidente dell'Associazione Italiana Calciatori, Damiano Tommasi.

Presidente nel giorno del 50esimo anniversario dell'Associazione è arrivato lo stop agli spot sull'azzardo. Che ne pensa?
L'ho sempre detto, anche ai tempi della sponsorizzazione della Nazionale con Intralot: credo, alla stregua della pubblicità sul fumo, che il tema dell'azzardo debba essere disincentivato. Non solo non pubblicizzato. Di sicuro che si stia dando una stretta credo sia un segnale forte che ci vede favorevoli.

Il mondo del calcio professionistico però si è schierato fortemente contro questa norma. Come mai secondo lei?
Il grande tema è l'incidenza sul fatturato delle scommesse sportive che ritorna sul calcio. Una volta una parte degli introiti del vecchio Totocalcio andavano a finanziare lo sport. È una cosa che è sempre successa. La novità di oggi era che il ritorno avviene solo sotto forma di sponsorizzazioni. Qualcuno oggi immagina che una parte dei ricavi delle scommesse venga restituito allo sport, come succede con lo Stato, visto che le scommesse si basano su eventi gestiti da enti privati come sono le leghe. Il motivo dell'agitazione è che con questa legge si interrompe l'unico modo con cui si finanziava lo sport attraverso il gioco d'azzardo.

E lei è d'accordo con queste preoccupazioni?
Io credo che prima delle questioni economiche ci sia la tutela delle persone e dei giovani. Lo dico anche da papà. Soprattutto a fronte di eventi come quelli sportivi che sono emotivamente molto coinvolgenti. Non credo che questo provvedimento significhi togliere risorse ma mettere davanti all'interesse della sponsorizzazione l'interesse pubblico. E poi c'è anche altro...

Che altro?
C'è un enorme tema di credibilità del sistema che va tutelata. Non è un segreto che in passato proprio dal rapporto con l'azzardo sia nati gravi problemi da questo punto di vista. Stiamo poi facendo una grande riflessione riguardo i risultati della relazione dell'annuale Commissione Antimafia . Secondo i dati 2017 gli ambiti di maggior interesse della malavita organizzata sono azzardo e droga. Un segnale da tenere molto ben presente e che ci deve far stare attenti.

In molti, da una parte vi accusano di predicare bene e razzolare male visto che molti calciatori prestano il proprio volto per spot che pubblicizzano l'azzardo, dall'altra ritengono che questa norma favorirà il gioco illegale. Che cosa risponde?
Per quello che riguarda i singoli calciatori che decidono di firmare contratti di sponsorship con marchi dell'azzardo mi limito a constatare due cose: in primo luogo non abbiamo alcuna competenza sulle scelte personali e professionali dei singoli e in secondo luogo con questa norma questo non potrà più accadere. Per il resto non mi sembra che la norma del Decreto intervenga sull'accesso al gioco d'azzardo. Si parla di pubblicità non di offerta. Dunque non capisco la critica.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

4 Lug 2018, 09:51 | Scrivi | Commenti (73) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 73


Tags: azzardo, calcio, damiano tommasi, decreto dignità, noslot, pubblicità

Commenti

 

Ottima punto del decreto dignità. Condivido pienamente il decreto dignità e do merito ai 5s e a Luigi per lo sforzo fatto. L'unico neo dal mio punto di vista, riguarda i contratti a termine. Bisognerebbe considerare anche la dignità delle piccole aziende che faticano tanto per stare in piedi. Massacrate dal fisco, dalla burocrazia e dalla crisi economica. Sono realtà che a costo di grandi sacrifici creano occupazione con le loro sole forze e purtroppo continuano ad essere additate come sfruttatrici. Il vecchio concetto di datore di lavoro = disonesto e lavoratore dipendente = onesto. Non sempre è così. Credo si debba superare questo vecchia concezione e andare oltre. Ritengo che si debba andare oltre magari sul piano della meritocrazia. Premiare le aziende che lavorano bene e i dipendenti che lavorano bene. Magari cambiare proprio il concetto di lavoro subordinato e di busta paga. Premiare fiscalmente le aziende che si impegnano a creare occupazione a vantaggio dell'azienda stessa e delle retribuzioni. Oppure premiare le aziende che si impegnano a pagare i lavoratori meritevoli con stipendi più alti. Sanzionare o penalizzare chi lavora male sia dipendenti che aziende. La meritocrazia passa anche per un licenziamento o per una retribuzione più alta o per meno tasse. Insomma bisognerebbe, secondo me, aprirsi a nuove idee. Nel mondo è cambiata ogni cosa, bisognerebbe rivedere i vecchi concetti e andare avanti per il bene di tutta la società.

Nicoletta 05.07.18 19:36| 
 |
Rispondi al commento

BENE.
RIBADISCO CHE CHE SEMBRA PIU' UN NASCONDERSI dietro ad un filo d'erba,dimenticando che l'aquila ti vede!
E i malati?
Quelli servono?

Luca Fini 05.07.18 16:14| 
 |
Rispondi al commento

La REA - Radiotelevisioni Europee Associate aderisce al divieto pubblcità gioco azzardo con un messaggio radio e tv che andrà in onda sulle emittenti associate a partire dalla prossima settimana. Antonio Diomede - Presidente REA

antonio diomede 05.07.18 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Beppe segue
Uomini della sinistra frou frou ricomponetevi, e rilasciate l’Italia senza condizioni, mi appello a quel briciolo di “essere nel mondo” che dovrebbe riuscire a muovervi a più miti contegni.

In alcuni paesi si sta pensando a sostituire il voto con il sorteggio, come per le giurie popolari nei tribunali anglosassoni.

A vedervi in questo stato, oltre a ricordarvi nelle mie preghiere, sento di dover fare qualcosa per la vostra terrenità. Iniziate dunque a sorteggiarvi fra di voi e costruite un’assemblea rinnovata perché possiate trovarvi consiglio e rifugio.

Vedervi vagare senza meta attraverso i problemi del paese senza più comuni disposti ad accogliervi non è bene e non può finire bene.

In alto i cuori!!

Beppe

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.07.18 06:13| 
 |
Rispondi al commento

https://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Comunicato_3_luglio_2018

FABIO B., bologna 05.07.18 05:32| 
 |
Rispondi al commento

mi chiedo perché parlare di pubblicità, perché non abolire il gioco d'azzardo, basta le macchinette mangia soldi e le porcherie del lotto ogni 5 minuti. Lo Stato deve fare lo Stato e quindi tutelare i deboli, che colpa ne hanno i figli delle debolezze dei padri?

alessandro vignali 04.07.18 23:45| 
 |
Rispondi al commento

Cottarelli preso "in castagna" a sparar cazzate a caso:https://video.corriere.it/cottarelli-borghi-lite-flat-tax-parte-l-imprecazione/31574cba-7f75-11e8-8b30-21507ef7c055

m.m 04.07.18 17:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli "animali" http://www.youreporter.it/video_Il_commovente_abbraccio_tra_lo_scimpanze_e_i_genitori_adottivi

m.m alleggerimento 04.07.18 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Suggerisco a Boeri di lavorare per la separazione dell'assistenza e della previdenza. Perchè se ne parla ma non si riesce ad attuarla? Boeri potrebbe spiegarcelo.

Maura caroli 04.07.18 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Propongo di inviare subito Boeri su Marte... E li lasciarlo... Possibilmente per sempre...

lilliana ciotta 04.07.18 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Tommasi, tu mi piaci come papa Francesco, che oltre a non guardare le donne e a non farsi le pugnette non compra i gratta e vinci e non paga una lira di tasse... come i calciatori.

arrotino e scroccafusi 04.07.18 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Annamo bene: Corruzione, arrestato l’ex giudice Mineo
115mila euro per “sovvertire sentenze”
Il gip di Messina: “Avvezzo a delinquere”

m.m 04.07.18 14:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E adesso i media tirano fuori il caso dell'aereo di Renzi, chissà cos'hanno in mente....
Per me andrebbe recisso il contratto e se non si può che se lo paghi renzi ed il partito depresso.
Quanto a Boeri gli faccio notare che le risorse che campeggiano senza lavorare sono fin troppe quindi prima si fanno lavorare tutte quelle che abbiamo poi forse se ne riparla, anzi spero che Boeri venga rimosso al più presto.

Giorgio 04.07.18 14:58| 
 |
Rispondi al commento

L’eredità di Renzi: ecco il contratto dell’Airbus
Il jet di Matteo - Tutti i dettagli dell’accordo (sconvenientissimo) tra Alitalia, Etihad e la DifesaPer soddisfare i capricci aerei di Matteo Renzi i contribuenti italiani stanno versando un obolo di 81 milioni e 312 mila dollari, poco meno di 70 milioni di euro al cambio attuale. È un tributo che serve per pagare il leasing, cioè l’affitto, di un superjet, il famoso, ingombrante e poco pratico Airbus A340. Facciamolo pagare a lui!!altro che supervilla a Firenze,il posto adatto a lui è sotto un ponte del lungArno.Pidicchio

m.m 04.07.18 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravissimi a tutti e tutte.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 04.07.18 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo bravi!!!

Cristina andriani 04.07.18 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Bruno Fusco-ACCATTONI EDITORIALI

I media stanno impazzendo, hanno perso la bussola, e corrono come bufali impazziti in direzioni diverse. Le scelte editoriali si accavallano, una volta a destra e una volta a sinistra, parla Salvini, e i media mostrano migranti alla deriva, morti, campi ROM come associazioni benefiche intente a tenere pulite le città, e atlete italiane di pelle scura vincenti, dimenticando quelle di pelle chiara, altrettanto vincenti, ma la pelle scura fa tendenza, e se Salvini dovesse parlare male dei ristoranti cinesi, state certi che la cucina cinese diventerebbe un trend per la nuova cultura culinaria italiana, e i cani, oltre ai giornalisti, animali mangiabili, sia per la sinistra, sia per la destra. Se Di Maio fa un decreto per la dignità del lavoro e per frenare il gioco d'azzardo, ecco che spuntano i tg di confindustria, imprenditori filantropi, e dirigenti sportivi con le lacrime agli occhi che chiedono la carità fuori alle chiese; la precarietà un vecchio ricordo, andava tutto bene!
La linea dell'informazione si allinea contro, qualsiasi cosa faccia il governo, la parola d'ordine è: contro!
L'Europa chiude le sue frontiere, o meglio i Paesi europei chiudono le frontiere, il volto ipocrita si svela, ma i media italiani non guardano, ottusi come tori, picchiano lo steccato dell'evidenza e ci sbattono le corna, deprimendo la missione giornalistica ad ipocrisia sostanziale, senza una coscienza oggettiva dei fattori in discussione, paraocchi dell'odio per una perdita di posizione, perduti e confusi brancolano nelle domande che non si sono mai posti, ma la risposta è semplice: se i vitalizi dei parlamentari in fondo non sono il problema, se la precarietà nel lavoro non è il problema, se il gioco d'azzardo, in fondo non fa male a nessuno, se i migranti, tutto sommato, possono arrivare a milioni, se le pensioni d'oro diventano di rame, se le sentenze sulle stragi di mafia è roba da dimenticare in fretta, Di Matteo un pericolo,

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 04.07.18 14:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mamma mia quanto lavoro da fare, ricostruire un paese dalle macerie, soprattutto culturali, sarà un impresa titanica, ma è un sogno che si avvera grazie a tutti i cittadini che vi hanno creduto e ai 5s che lo perseguono.

maurizio frigo Commentatore certificato 04.07.18 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Boeri messo da renzi può fare le valige ed andarsene.

FRANCO BERTOLINI 04.07.18 14:19| 
 |
Rispondi al commento

TUSCOLANAE DISPITATIONES
Con la proverbiale incompetenza, occultata dall’essere un vecchio tesserato del PD, Boeri dice che c’è bisogno d’immigrati per coprire un eventuale buco pensionistico. Invece, occorre che i giovani italiani restino qui, senza dover fuggire all’estero. La lottizzazione politica, con fulcro il PD che ha manovrato i concorsi pubblici e privati, deve finire. C’è bisogno di una società più giusta ed equa, in particolare verso i giovani.

Giuseppe C., Sinalunga Commentatore certificato 04.07.18 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Oliviero Toscani va fermato . La sua dichiarazione è un incitamento alla rivolta che non si può accettare ! Il Paese è in tensione e non è certamente il caso di sobillare gli animi !

vincenzo di giorgio 04.07.18 14:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OMONIMO-
Qualsiasi azione contro il gioco è una SANTA CROCIATA.
Non per niente già in passato ne abbiamo discusso.
Ieri ho attaccato le spiagge libere riservate a Carabinieri, Esercito, Finanzieri etc...il privilegio della DIVISA, a che titolo devono averlo? titoli per questi privilegi:

https://www.facebook.com/notes/fomento/elenco-di-soltanto-alcuni-ragazzi-morti-per-mano-dello-stato/190161247679186/

Ora è il caso di attaccare BOERI ricordandogli delle numerose pensioni pagate a gente che sta in Polonia, Romania, etc...

Si state leggendo bene, pensioni e Naspi pagate a gente che dovrebbe risiedere in Italia, ma che di fatto hanno visto l'Italia solo in cartolina, basta stare qualche mese nel nostro Bel Paese.

Queste sono cose che non le presento di mio ma che ricordo da anni denunciati da Striscia La Notizia, Le Iene, Report...

Boeri intervistato all'epoca disse che non era compito suo vigilare sugli abusi ma, delle forze dell'ordine, ossia quelle delle spiagge privilegiate e delle morti facili agli innocenti.

Chi ha mai detto a Boeri di pontificare sulla voglia di lavorare degli italiani?

La grandezza del nostro Bel Paese non è stata fatta dai vari Boeri, Renzi, Berlusconi, Bossi, Napolitano, Ciampi, Cuccia.. (scusatemi per questo brutto elenco, ....il naso....con due dita )

E' stata fatta dai nostri Nonni, dai nostri padri, dai nostri figli, lavoratori.... e non certo da immigrati che non c'erano.

Quindi caro Boeri, prima di parlare attacca il cervello e piuttosto pensa alle pensione e al Naspi percepite illegittimamente nei paesi indicati.

Se Conte, voleva un tuo parere, te lo avrebbe chiesto, e non certo pubblicamente.
Boeri vai a "faticare" e lascia stare la politica.
Salvini, Di Maio, Conte, fateci un pensierino a sollevarlo dall'incarico, per ingerenza politica di un dirigente statale.

Se è stata licenziata una professoressa perchè manifestava (in malo modo) perchè non licenziare Boeri? ...Ha fatto molto di più Boeri.


GRILLO GIUSEPPE 04.07.18 13:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perché non si vietano da subito anche gli spot, gli striscioni e gli stiker nel motorsport, visto che è frequentato molti giovani e giovanissimi? Non mi pare bello già in tenera età sottoporli a immagini fuorvianti e tendenziose!

Dnte Banchio 04.07.18 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Siete fantastici e competenti: c'è un lavoro enorme solamente nel riparare i danni fatti da Forza Italia & Pd. Ma come non bastasse poi arrivano le sparate dei loro geni dai media P2, e allora ti ricadono le braccia.

Dopo che Fi e Pd hanno spappolato il paese arriva il super tecnico BOERI che ha pensato di importare migranti dagli scafisti per utilizzarli nelle attività agricole per far pagare un indomani le pensioni ai giovani per lo più disoccupati (questo è un genio del Pd).

Un altro chiacchierone che utilizza il tema delle pensioni per ritornare a favorire caos in Europa; l'immigrazione clandestina; traffico di essere umani; il business di fantomatiche società che si definiscono ONG, e chi più ne ha più ne metta: un residuato bellico dei vecchi governi. Pensi piuttosto a fare il suo lavoro, a far avere le pensioni a tutti quei professionisti che hanno versato cifre da capogiro e che a 60, dopo aver versato 1.450.000 mila euro di contributi, sono in causa con l'ente pensionistico senza recepire ancora nulla del dovuto, mentre i loro contributi sono stati bruciati e dirottati agli sceicchi delle pensioni d'oro. Povero Boeri, due braccia nobili strappate all'agricoltura stagionale, pagato profumatamente per occuparsi di ciò che non gli compete.


friso r. Commentatore certificato 04.07.18 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Bravi ragazzi,
Ben fatto!!!
Non dimentichiamo la pubblicità occulta fatta con articoli di giornale riguardanti vincite al gratta e vinci o altro
servizi inseriti nei Telegiornali .
Molto probabilmente pubblicità pagate in nero a direttori compiacenti.

Carlo c., ODERZO Commentatore certificato 04.07.18 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente qualcosa di sensato contro un cancro pilotato dai governi precedenti e dalla mafia

Italo libero 04.07.18 13:44| 
 |
Rispondi al commento

UNA VOLTA TANTO UNA COSA GIUSTA PER TUTTI.FACCIAMO ESEMPIO AL MONDO. E IN PARTICOLARE A LAS VEGAS .

Flavio Guglielmetto-Mugion, Torino Commentatore certificato 04.07.18 13:43| 
 |
Rispondi al commento

In assoluto riguardo al gioco d'azzardo, il più grave problema è la capillarizzazione selvaggia dei prodotti di gioco, che trovano posto in tutti quei luoghi ( bar, uffici postali, tabaccherie, Autogrill ecc.. ), dove un individuo si reca per fruire di ben altri servizi e dove il gioco (in particolare slot machines da bar e gratta e vinci) gli viene sbandierato di fronte agli occhi suggerendo sub liminalmente di tentare la fortuna. Lo Stato Italiano è responsabile dei problemi dovuti al gioco, avendo compiuto la scelta assurda, per fare cassa, di disseminare il gioco nei più svariati ed improbabili luoghi, non limitandolo a luoghi ad esso dedicati (Casinò).
Riportare il gioco d'azzardo ad essere un prodotto “di nicchia”, tipico dei casinò, il cui approccio presuppone una dinamica del tutto diversa sul piano emotivo, mentale del comportamento, limitandolo quindi in luoghi ad esso dedicati, contingentati ed interconnessi tra di loro. …

Alfredo 04.07.18 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Giustissimo! finalmente

Vincenzo Salerno 04.07.18 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Fine


Per farsi assegnare la vittoria a tavolino dopo aver perso sul campo.

Antonio Socci

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 04.07.18 12:53| 
 |
Rispondi al commento

2^ Parte

Ormai l’establishment si sente assediato dai populisti: alla Casa Bianca c’è il capo mondiale del populismo barbarico, al Cremlino ha stravinto ancora l’altra faccia (quella orientale) del populismo.
Poi vedono immerso nel populismo tutto l’est europeo, Austria compresa (citano “i paesi di Visegrad” con il disgusto che dovrebbero avere – e non hanno – verso certe dittature). In Gran Bretagna hanno vinto i populisti della Brexit.
E’ comico vedere la Sinistra italiana aggrapparsi disperatamente a Macron e Merkel che certo non sono di sinistra. Oltretutto perché in Francia Macron, che vinse con percentuali minoritarie, ha i suoi grossi problemi. E in Germania la Merkel – che già fu azzoppata dalle elezioni – è ora destabilizzata dai bavaresi del suo partito, anch’essi populisti.
Nella UE – ultima ridotta delle élite – i cosiddetti “populisti” hanno il vento in poppa e alle elezioni europee della prossima primavera puntano alla vittoria.
Per la narrazione oggi dominante dei media si diventa populisti quando si ascolta il popolo (con i suoi bisogni) anziché obbedire alle élite. In Italia alla sinistra è rimasta, perché ce l’ha nel Dna, l’abitudine di degradare e “marchiare” l’avversario: fascista, razzista, populista.
Come osservava Luca Ricolfi quelli di sinistra sono convinti “di rappresentare la parte migliore del paese, di essere titolari di una superiorità etica, culturale e politica” e “guardando alla parte avversa come a dei barbari da educare o da tenere alle porte ne sottovalutano anche le buone ragioni”.
Non riconosceranno mai i loro errori. In America come in Italia, non avendo più il popolo e avendo verificato l’inutilità del monopolio dei media, sperano in qualche rovesciamento di potere provocato dal Deep State Usa, dalla magistratura, dalla Bce, dai mercati o dall’Unione Europea.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 04.07.18 12:49| 
 |
Rispondi al commento

1 Parte

DA SIENA A NEW YORK (PASSANDO PER ROMA, LONDRA E BRUXELLES) IL CROLLO DELLA SINISTRA COME UNO CHOC STORICO

Fra le allegre e colorate vie di Siena, in festa per il Palio della Madonna di Provenzano, a una settimana dallo tsunami elettorale, si aggirano come naufraghi certi notabili e intellettuali della Sinistra cittadina che, interpellati dai giornali nazionali, si dicono “sotto choc” e sbigottiti per il crollo di un dominio rosso durato 70 anni.
Anche negli altri capoluoghi toscani il PD è diventato l’acronimo di Perde Dappertutto. E non può nemmeno dar la colpa ai fantomatici hacker russi per la sua sconfitta a Massa, Pisa e Siena (MPS), dopo aver perso le altre città toscane.
Gli esponenti della Sinistra si aggirano come fantasmi sulle pagine dei giornali senza capacitarsi. Trovano inspiegabile che gli elettori licenzino loro che sono “il meglio”, i civili, gli illuminati e scelgano invece i cattivi, i barbari.
Perciò, pur dilaniandosi nelle liti intestine, non fanno mai nessuna autocritica (anche il caso Monte dei Paschi – a sentir loro – è stato colpa “degli altri”).
Era – quello toscano – l’ultimo impero rosso in Europa. E’ crollato per la ventata fresca di un popolo che si è stufato e ha mandato a quel paese una Sinistra che ha dimenticato i bisogni e le sofferenze della gente comune e ha fatto disastri.
Il nostro era un Pci ormai trasformatosi in establishment “politically correct”, che in Toscana continuava a dominare il territorio con il suo soffocante blocco di potere, ma – nella sua patinata immagine pubblica – da anni aveva sostituito l’amore per l’Urss e per i “socialismi reali” con la sudditanza psicologica e politica verso l’America irreale: la Casa Bianca dei Clinton e di Obama, i mercati e la tecnocrazia europea.
Oggi da Siena e Pisa a New York, passando per Roma, Londra, Parigi, Berlino e Bruxelles, nelle nomenklature “progressiste” domina lo stesso choc e lo stesso sbigottimento.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 04.07.18 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Spazzare via questa immondizia del gioco d'azzardo legalizzato, è d'obbligo.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 04.07.18 12:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravissimi!!!

Paolo V 04.07.18 12:24| 
 |
Rispondi al commento

il decreto dignita', seppur incmpleto, migliorabile, da perfezionare e cosi' via, e' come accednere la luce in una stanza che e' rimasta al buio da anni. appena accesa la luce, si vedono burdigoni e altri animali, perche' vengono colti impreparati, ma subito dopo c'e' un fuggi fuggi con gli animaletti che si rintanano e nascondono.

succede cosi'. si accende la luce e i "burdigoni" si manifestano. ad esempio quelli che prima avevano spergiurato che col job act non sarebbe avvenuto che gli imprenditori lo avrebbero usato solo per sfruttare gli incentivi statali e alla fine di qeusti averbbero licenziato i lavoratori, quando in vece prima spergiuravano che "no, ma l'imprenditore non ha nessun interesse a licenziare, dopo li assumera' definitivamente?, mentendo sapendo di mentire, ora dicono che cosi' e', che gli i prneditori fanno cosi' e va bene cosi'0, e' "normale" cosi'.

quello che prima era "inconfessabile" ora diventa "normale cosi'".

il danno fatto all'italia dal punto di vista "culturale" dalla nostra classe dirigente e' enorme. siamo diventati il paese del "basta che sto bene io" e del "chi c'ha dei guai si ammazzi". "mors tua vita mea" etcetc.
siamo stati governati da dei subumani e dai loro lacche' che hanno provato, facendo appunto danni e normi, di creare un'italia a loro immagine e somiglianza.

importante tenere accesa la luce, altrimenti tornano.

carlo 04.07.18 12:16| 
 |
Rispondi al commento

per gli ultimi , spero che non siano troppi , italioti che non hanno capito la vera guerra in atto e chi siano i veri attori in campo e da che parte veramente stanno : se avete tempo date un'occhiata alle prime pagine dei giornali , anche quelli locali , ai Tg ed ai talk . Fate questo "strappo" solo per oggi , e poi fatemi sapere in quanti hanno aperto con la notizia bomba della Cassazione sui 49 milioni truffa della Lega che Salvini ha fatto sparire tramiete la onlus “Più voci “ ( http://espresso.repubblica.it/inchieste/2018/04/02/news/caccia-ai-soldi-della-lega-1.320145?ref=RHRR-BE ) e quanti sul decreto dignità di Di maio con critiche strampalate arrivando a difendere il giro sporco del gioco d'azzardo . Poi fate questa riflessione : se la notizia della truffa dei 49 milioni avesse riguardato i 5S ed il decreto dignità la Lega come avrebbero aperto i Tg , i giornali ed i talk ?

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 04.07.18 12:03| 
 |
Rispondi al commento

1)Grande Dibba:"Io, libero per scelta". Il 'me ne frego' di Di Battista nei suoi "Diari del passeggino"
L'esponente M5S parla su Facebook del suo viaggio, respingendo malvagità e falsità che riceve sulla rete: "È bella la cravatta, ma è un cappio al collo"Volevo dimostrare a me stesso di non essere suddito del "palazzo", di essere in grado di tornare alla mia vita passata. E poi voglio dare un esempio a mio figlio: quello della libertà. Voglio che sia libero, libero dal seguire per forza la strada tracciata, libero dal giudizio degli altri, libero di viversi la vita come meglio crede, libero di andare in ostello o di esprimere un'idea senza timore di essere bollato di destra o di sinistra.

m.m 04.07.18 11:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2)Grande Dibba:"Devo dire o no che siamo in ostello? Cioè sono attaccabile se lo dico? No perché essendo un ex-parlamentare pare che non mi possa permettere di dire sempre tutto, anche se questo "tutto" non è altro che la verità. [...] Io sono un ex-parlamentare eppure pare sia sempre un "politico". Io che non mi ci sono sentito mai tra l'altro. E un "politico" mica può dire tutto quel che pensa; non può mostrare certe cose, dovrebbe evitare la questione ostello, non dovrebbe permettersi di ammettere di avere tempo libero anche se, nel mio caso, questo tempo vivo e libero me lo sono scelto e per ottenerlo ho rinunciato a qualcosa, magari ad una poltrona di ministro.

m.m 04.07.18 11:45| 
 |
Rispondi al commento

3)Grande Dibba:"Me ne frego sul serio, intimamente inizio a strafregarmene dei commenti crudeli ed è una sensazione bellissima. Andiamo in ostello punto, perché ci piace, ci si incontra un mucchio di gente che ha buoni consigli da offrire e poi c'è la cucina e la pappa di Andrea la vogliamo cucinare noi così come vogliamo cucinare quel che mangiamo noi due". "Fregarsene è fantastico. Me ne frego delle critiche malvagie o delle falsità sul mio conto. Me ne frego se qualcuno potrà dire che utilizzare questa espressione è un chiaro segnale fascista. Perché lo faranno. Lo facciano pure io sto bene. Sto bene in un paio di sandali modello tedesco in vacanza a Riccione ad ottobre. Lo so che sono brutti ma sono comodi. Per 5 anni ho messo quasi tutti i giorni la cravatta. E' bella la cravatta ma è un cappio al collo". Buon voyage

m.m 04.07.18 11:45| 
 |
Rispondi al commento

In Italia abbiamo un quarto di tutte le slot dell'europa, se vai in qualsiasi grande città all'estero di slot ne vedi pochissime e quasi solamente nei casinò dedicati, mica nei bar e pizzerie. Come per gli immigrati clandestini anche per le slot " ce lo chiede l'europa" di prendere anche la loro parte.......tanto i profitti non restano mica in Italia ma vanno ai caraibi o in lussemburgo. Proibire tutto e subito oppure lasciargli solo il 10 percento e allo stato il 90, non il contrario come adesso.

massimo 04.07.18 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Wikipedia in mattinata segno di protesta ha sostituito tutte le fonti online italiane con un messaggio ai propri lettori dove si legge: “Anziché aggiornare le leggi sul diritto d’autore in Europa per promuovere la partecipazione di tutti alla società dell’informazione, la direttiva minaccia la libertà online e crea ostacoli all’accesso alla Rete imponendo nuove barriere, filtri e restrizioni. Se la proposta fosse approvata, potrebbe essere impossibile condividere un articolo di giornale sui social network o trovarlo su un motore di ricerca”. Nel documento pubblicato da Wikipedia si legge che ad oggi la proposta ha registrato anche il disaccordo di oltre 70 studiosi informatici, tra cui anche il creatore del web Tim Berners-Lee, 169 accademici, 145 organizzazioni operanti nei campi dei diritti umani, libertà di stampa, ricerca scientifica e industria informatica e di Wikimedia Foundation.

m.m 04.07.18 11:14| 
 |
Rispondi al commento

Fate opinione credo sia importante:
Nelle polemiche contro la direttiva Ue sul copyright che sarà discussa a Bruxelles giovedì 5 luglio si schiera anche Wikipedia. La pagina in italiano della nota enciclopedia online è oscurata da questa mattina in segno di protesta: “Libertà di internet a rischio”, si legge nel messaggio pubblicato sul sito. Nel pomeriggio è arrivata la controreplica del Parlamento Ue, che ha specificato che le enciclopedie online sarebbero “automaticamente escluse”, anche con l’utilizzo di contenuti di parti terze come foto. Ma Wikimedia Italia ha replicato: “Wikipedia non si è mobilitata solo per salvare sé stessa, ma per difendere la rete libera. La comunità attiva vuole diffondere e difendere la conoscenza libera e preservare il web come spazio aperto anche per le realtà con meno visibilità.

m.m 04.07.18 11:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E riguardo al poker on line puntare su un "algoritmo" non è il massimo della vita...puoi essere bravo fin che vuoi..ma il grano lo cacci lo stesso.

m.m 04.07.18 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Ma Gentiloni quando parla pensa o si fa dettare le cose che dice?

Il partito di MPS dice che l'attuale Governo ci è costato 5 miliardi????? MA???

Chissà come farà a dirlo?

Poi chi è il fautore dell'attuale scenario se non chi ha fatto la legge elettorale?

Va rifatta una commissione speciale con poteri di verifica e indagine illimitati nei confronti degli istituti bancari per capire come si sono rubati i soldi legalmente!

Serve per capire come evitare di incorrere di nuovo nello stesso errore!

Certo oramai le fondazioni le hanno spolpate e hanno sempre meno potere...

i danni miliardari al paese li ha fatti qualcun altro
Indagare
Indagare
e poi chiedere il conto!!!

Anche uno scemo capisce chi ha fatto davvero danno all'Italia.

Togliere i soldi dalla politica è fondamentale!
Togliere i soldi ai mandarini dello stato!
Mettere il divieto di essere funzionari di stato a due o tre generazioni anche il linea orizzontale.

Lo stato deve avere rispetto dei cittadini:
fare centinaia di ore di formazione per educare il dipendente pubblico al rispetto e al servilismo verso il cittadino: suggerisco che la lezione avvenga in ginocchio... per gli alti funzionari sui ceci secchi

Paolo . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 04.07.18 10:18| 
 |
Rispondi al commento

GIOCO D'AZZARDO
SCOMMESSE..E TUTTO
QUELLO CHE C'E' DIETRO.........

BUM BUM 04.07.18 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Vietare gli spot è solo il primo passo. Vi prego di combattere il gioco d'azzardo con ogni arma possibile.

FC 04.07.18 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Ricordo ai "distratti" che il gioco d'azzardo (sulle partite di calcio), falsificano sia risultati e (campionati) calcio scommesse docet rendendo tale sport a una vera ciofega.

m.m 04.07.18 10:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


bene...

pabblo 04.07.18 09:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori