Il Blog delle Stelle
Combatteremo spreco e disorganizzazione per risollevare la Sanità

Combatteremo spreco e disorganizzazione per risollevare la Sanità

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 09:41
Dona
  • 45

di Giulia Grillo, Ministro della Salute

Nei giorni scorsi sono stata in Campania, dove ho visitato 6 Ospedali e una Residenza pubblica per Anziani. Sono stati due giorni importanti e sconvolgenti. Dai numeri delle relazioni e dei report che mi erano stati forniti, mi ero resa conto delle enormi difficoltà che ogni giorno sono costretti ad affrontare i cittadini di quella Regione per esigere il diritto alle cure. Ma la visita in quelle strutture mi ha permesso di vedere e toccare con mano una situazione in tanti casi addirittura più grave di quanto mi era stato descritto.

I nostri concittadini della Campania devono subire anche gravissimi disservizi causati da un’assenza totale di programmazione sanitaria. In Campania, come in altre Regioni, domina l'illogicità organizzativa e programmatoria. Con lo spreco, tra l’altro, di enormi quantità di denaro pubblico.

Mi opporrò sempre, e in prima persona, a comportamenti di questo genere. E in particolare mi opporrò allo smantellamento del polo materno infantile dell’Ospedale del Mare per far posto all’ennesima cardiochirurgia. Ripeto: è incredibile e inaccettabile l’assenza in questa Regione di un qualunque tipo di organizzazione sanitaria.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

13 Lug 2018, 09:41 | Scrivi | Commenti (45) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 45


Tags: campania, giulia grillo, m5s, ministro salute, sanità

Commenti

 

Cara Giulia sono un tuo collega militante del M5S da anni, condivido pienamente la tua scelta nel recarti di persona nelle aree critiche della malasanità italiana nel Sud Italia. Essendo anche tu meridionale conosci bene lo stato di precariato che è costretto a vivere il paziente nelle nostre realtà pubbliche: Ospedali, Pronto soccorso etc.Tutto questo sicuramente dovuto a cattiva gestione della pubblica Sanità dei vari governi che si sono succeduti negli anni. Clientelismo,raccomandazioni etc, conosci bene. Anche qua a Cosenza viviamo una realtà fuori dal reale,il paziente ,che dovrebbe essere tenuto in considerazione in quanto malato e vulnerabile è invece abbandonato a se stesso, se conosci il medico o il caposala di turno ti salvi la vita altrimenti che ti Dio ti aiuti.....Insieme cerchiamo di cambiare questa situazione ormai divenuta insostenibile. Spero di incontrarti presto ,buon lavoro . Paolo Riccio

PAOLO RICCIO, COSENZA Commentatore certificato 18.07.18 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Ministro,
a quando l'invito al ministero, del Dott.Giuseppe Di Bella ?
Trasparenza sulla validità della cura al cancro.
Prima o poi si saprà la verità e allora meglio che sia un ministro M5S ad anticiparla. Se no come possiamo far credere che la trasparenza siamo noi ?
Esempio: pubblicazioni scientifiche tasso di guarigione a 5 anni, con cure convenzionate ssn; 27 % per cancro mammella al 3° stadio metastasi diffusa.
Tasso guarigione a cura Di Bella 69 %

Stefano M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 17.07.18 14:43| 
 |
Rispondi al commento

"Real courage is doing the right thing when nobody's looking."(AJ Cronin, medico e autore di "La cittadella")

Giuseppe Paolo Mazzarello 16.07.18 18:26| 
 |
Rispondi al commento

....Sbatter fuori al più presto possibile De Luca da commissario della sanità Campana....( Perché ha avocato a se il commissariato della Sanità?....Perché sa molto bene, che da li può trovare di ché.....!.....( Poggiolini, De Lorenzo....etc....etc....)

Francesco Talucci, Napoli Commentatore certificato 16.07.18 17:54| 
 |
Rispondi al commento

cara Giulia, consentimi la confidenza, il bubbone della sanità pubblica alberga in tutti i rivoli del sistema imposto dai feudatari del passato:
1)l'obiettivo affidato ai direttori generali delle ASL o AO di ridurre sprechi, liste di attesa, attento controllo della gestione viene svilito dalla mano politica che controlla tutte le nomine all'interno dell'azienda;
2)la sterile verifica degli obiettivi affidata a chi li ha nominati
3)l'assurda intramoenia che invece di ridurre le liste di attesa le ha rallentate paurosamente
È mai possibile che un dipendente pubblico durante le ore di servizio smette di essere dipendente per diventare libero professionista utilizzando la struttura e il personale pubblico? È stato mai calcolato il vantaggio per l'azienda in termini economici e il vantaggio in termini di riduzione delle liste di attesa? Chi tiene sotto controllo i posti disponibili. Il CUP ti risponde che occorrono mesi e mesi. Ma se vai a visita privata il posto esce il giorno dopo. Si dice che non bisogna disperdere le professionalità per consentire ai medici il doppio lavoro. Ma vi sembra dignitoso che un medico si fregi dei titoli ospedalieri per alzare le parcelle e garantire il posto in ospedale. Ma è mai andato qualcuno negli studi medici a verificare quante parcelle invase sono state incassate. Al danno anche la beffa. Potrei continuare col rischio di stancare. La sanità pubblica così come è è un bubbone da estirpare dalle radici.
Se a un cittadino si contesta l'incompatibilita' quanti cittadini teniamo in Italia. Alla faccia della Nostra Costituzione abbiamo creato una moltitudine di cittadini con propri squisiti diritti. Nel mondo antico se ne conoscevano pochi in Italia abbiamo fatto progressi


Giuseppe Borretti, Villaricca Commentatore certificato 16.07.18 13:25| 
 |
Rispondi al commento

un grazie dal profondo del cuore come papa e nonno se state progettando un reparto sanitario per la disintossicazione, sono un ventennio che si aspettava questa iniziativa propinata alla cancellazione dell identita e personalita da soggetti iniqui

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 15.07.18 00:45| 
 |
Rispondi al commento

Ministro ma davvero lei ha detto circa il tema cannabis:"siamo a favore,ma
non è in programma governo".Ma ci prendete per dei mentecatti?Non solo il
danno ma anche la beffa.Avete messo Fontana alle droghe con un decreto di
Conte.Noi attivisti non siamo arrabbiati,siamo schifati.Succubi della
lega,siete andati alle elezioni con un programma totalmente diverso.Inoltre
avete aspettato anche troppo per dichiarare le vostre posizioni,che tra
l'altro sono solo chiacchiere.Che grande delusione che siete.Ma non
preoccupatevi che noi elettori ci ricorderemo di questa presa in giro e
state pur certi che se gli altri partiti conservano un bacino di voti,con
voi non succederà.Il movimento sparirà come è sparita la vostra proposta di
legalizzazione.Avete sbagliato tutto,dalla comunicazione ai fatti.E noi che
speravamo che foste diversi e a dire il vero lo siete.Siete molto peggio.

Giovanni Rossi 14.07.18 23:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

entra nel merito
scopri le le ditte e i faccendieri
che si sono avvalsi solo per una emissione di fattura per giustificare i costi degli interventi fanta tutti noi cittadini sappiamo come ha funzionato il bilancio di fine anno per le pubbliche amministrazioni

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 14.07.18 23:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi auguro proprio che lei riesca a ripulire ed a rendere più efficiente la sanità italiana.

albino c., GIARDINI NAXOS Commentatore certificato 14.07.18 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Caro Ministro,
solo poche cose urgentissime (e di metodo) tra le tante da farsi in sanità in Campania. Mi permetto a ragion veduta dato che ci ho lavorato tutta la vita.

1. Controlli serratissimi e inderogabili su come vengono spesi i soldi dei vari finanziamenti: troverete sprechi a iosa, al limite della truffa (o vera truffa...).
2. Obbligo di restituzione dei soldi, nei casi di cattiva gestione, a carico dei RESPONSABILI (e non delle casse pubbliche). Solo così si daranno una regolata!
3. Non fidatevi di report e relazioni: controllate tutto dal ministero con personale competente e fidato, fatevi supportare da tecnici locali onesti (che sono pochi, ma vivvadia ci sono).
4. Controllate i dati di raffronto tra le strutture accreditate (ex convenzionate) rispetto alle strutture pubbliche: in Campania la percentuale è tra le più alta d’Italia. Ci sarà un motivo?
5. Rivedere le ripartizioni territoriali della ASL: alcune sono insostenibili (ASL unica di Salerno per la provincia più grande d'Italia? è ovviamente ingestibile!)

La più importante:
6. Rivedete le regole di nomina dei DDGG della ASL e AO. TOGLIETELE AI POLITICI. Se non si azzera questa situazione di "vassallaggio" è TUTTO INUTILE!

Buon lavoro Ministro. In bocca la lupo!

Francescaaa G., Salerno Commentatore certificato 14.07.18 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Chiediamoci perché il Policlinico di Napoli non ha un pronto soccorso chiediamoci perché la cattiva gestione delle ASL fa la pacchia Delle Cliniche convenzionate chiediamoci perché controllori e controllati sono la stessa cosa chiediamoci perché molti primari sono
A capo dei sindacati scandalosa e la doppia veste del medico ospedaliere che ha interesse nel privato per cui nel pubblico si diventa paziente di serie A e di serie B

GiuseppeGiovanni Ruberto 14.07.18 08:53| 
 |
Rispondi al commento

.....Vengano osservati i comportamenti di chi deve e come deve, secondo legalità e trasparenza, e si proceda alla rimozione previo passaggio per il giudizio guida della magistratura;in tempi possibilmente rapidi, sì da fare esempio/guida, per quanti ancora ritengono di governare a loro comodità personale ed appannaggio, de propri familiari o amici...!

Francesco Talucci, Napoli Commentatore certificato 14.07.18 08:32| 
 |
Rispondi al commento

Non si tratta di illogicita' organizzativa, bensì di organizzazione clientelare a tutti i livelli dove gli interessi personali e soprattutto economici e di poltrone sono più importanti della salute dei cittadini. Fin quando la politica si occuperà di sanita' con questo sistema di potere piramidale senza alcun controllo dei cittadini e delle comunità non ci sarà niente da fare.....

Francesco Ferrara 13.07.18 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Due concetti chiave: illogicità organizzativa e programmatoria. E' questa la caratteristica fondante del nostro sistema sanitario. A chi giova? Indoviniamo un po'...Nel disordine si può far tutto, è nella organizzazione che i vari potentati vengono sconfitti!

Giuseppina G., Roma Commentatore certificato 13.07.18 21:32| 
 |
Rispondi al commento

Anche io le auguro buon lavoro..
e che ne pensa di indagare in certi ospedali dove gli specializzandi fanno tutto e gli altri intanto seguono solo i loro ambulatori a pagamento?? Poi quando ci scappa il morto ... vedi le storie...si copre tutto..non è successo niente............
insomma così va l'Italia!!! SIGH!!

Paola D., Cagliari Commentatore certificato 13.07.18 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Fino a quando sarà la politica a gestire la Sanita Pubblica non c'è speranza di miglioramento. Con gli Enti mutualistici funzionava assai meglio c'era competizione e concorrenza e agli ospedali erano riservati gli interventi di più alta specializzazione. Vedi cosa è successo con le vecchie USL e poi con le AASSLL.La spesa alle stelle la qualità alle stalle

undefined 13.07.18 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Disorganizzazione pilotata per far sparire soldi il più possibile!!!

beppe z., Capoterra Commentatore certificato 13.07.18 14:50| 
 |
Rispondi al commento

Difficile fin quando rimane il connubio pubblico privato. Nessuno ha interesse a far funzionare il pubblico. Adesso abbiamo anche le autoambulanze private che fanno servizio x gli ospedali. Siamo alla frutta

Roberto Aita 13.07.18 14:24| 
 |
Rispondi al commento

per reperire risorse dove sono:rendere obbligatorio l'ISEE in modo uniforme in tutte le Regioni con una più articolata fasciazione sì da agevolare le fasce più deboli....

domenico mariani 13.07.18 13:57| 
 |
Rispondi al commento

CARA GIULIA.
Sono nel settore e ti posso garantire che la DISORGANIZZAZIONE e' solo la PUNTA DI UN ICEBERG.
E' il SINTOMO di quello che e' il VERO INTERESSE dei POLITICI che TI HANNO PRECEDUTO.
OGNI SINGOLA MANIGLIA,passamano,lettino,macchinario,siringa,benda o cotone che c'e' in ospedale,E' FRUTTO DI CORRUZZIONE ,CONCUSSIONE,AMICIZIE FRAUDOLENTE,RACCOMANDAZIONI,INTERMEDIAZIONI FRAUDOLENTE,POLITICI CORROTTI ,amministratori CORROTTI.
Non esiste che una azienda possa fornire qualsiasi cosa al servizio sanitario nazionale se non e' passato da questo meccanismo.
La delocalizzazione delle responsabilita'ha solo permesso di agire PIU' ALL'OMBRA RISPETTO AD UN SISTEMA CENTRALE,piu' difficilmente raggiungibile.
LA TORTA E' ENORME!
TASKE FORCE DI SERVIZI SEGRETI A CONTROLLO DI OGNI SINGOLO APPALTO E SI RISANA IL PAESE!

Luca Fini 13.07.18 13:56| 
 |
Rispondi al commento

sgor minisro so che lei è molto occupata:ma un pensiero sulle case dei vecchietti e asili un controllo con telecamere ,e cambio del personale a ruotazione:altrimenti sucedono cose molto tristi

mario bigal busato, Treviso Commentatore certificato 13.07.18 13:53| 
 |
Rispondi al commento

il mio pensare mi fa riflettere e penso che i Professori devono lavorare o x il privato oppure x il pubblico .e mai che le 2 cose si accavallano.e credo che lei ministro Grillo, sia al posto giusto un grazie dai icttadini come me, perciò buon lavoro.

Donato V., Paderno d'Adda Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 13.07.18 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Grande giulia ma non ti fermare solo in campania!!! Indagate anche al polo oncologico di lecce!!!

Cristina andriani 13.07.18 13:29| 
 |
Rispondi al commento

BRAVA BRAVISSIMA le visite A SORPRESA NEGLI OSPEDALI sono l'ideale per vedere la situazione.
NEI PRONTO SOCCORSI DI ROMA è VERAMENTE UNA TRAGEDIA altro che TERZO MONDO!!!!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 13.07.18 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Ministro é oramai evidente da decenni lo stato di assoluta inadeguatezza del sistema sanitario in molte regioni sopratutto a sud. Sprechi, corruzione scandali ecc ecc. Il popolo chiede un cambiamento radicale cosa che tutti i governi precedenti non hanno potuto attuare, potendo solo intervenire tagliando la spesa sanitaria. Ministro.ora o mai più, fuori la politica dalla sanità...ci vorrà tempo ma questo ci aspettiamo da voi.

Filippo B., Cesena Commentatore certificato 13.07.18 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Ministro, è importante a livello provinciale accorpare Aziende Ospedaliere e ASP,ci sarebbe una razionalizzazione dei servizi e una diminuzione di sprechi.
Basti pensare ai doppioni dei servizi amministrativi.
La riorganizzazione è complessa ma fattibile anche in tempi brevi,ci guadagneremmo tutti.
Giovanni Suraci

giovanni suraci 13.07.18 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Ministro sta lavorando benissimo. Questa volta non è venuta all'ospedale Rummo di Benevento, sono sicura che la prossima volta che sarà in Campania verrà. Deve assolutamente fermare una decisione scellerata di De Luca di smantellare l'ospedale Rummo. Se dovesse andare avanti in questo proposito migliaia di cittadini si ritroverebbero a dover percorrere tortuose strade di montagna per andare in ospedale, sia se dovessero andare a Sant'Agata de Goti, sia se dovessero andare ad Avellino (dove l'ospedale fra l'altro già sta andando verso il sovraffollamento). Questa decisione priva di logica e a danno dei cittadini è stata presa solo ed esclusivamente per dinamiche politiche. Aspettiamo un suo intervento, anche urgente ministro, prima che sia portato a termine l'ennesimo disegno criminoso della politica.

raffaella cioffi, cervinara (AV) Commentatore certificato 13.07.18 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Separare nettamente sanità pubblica e privata. I medici debbono lavorare per l'una o per l'altra. I pubblici, niente intramoenia e studi privati ma stipendi più alti.

MauCu 13.07.18 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Dico anch'io la mia:
(Parlo degli ospedali di Chieti essendo qui che vivo attualmente) dove per eseguire un intervento di ernia inguinale, o idrocele, è praticamente impossibile,senza dover rivolgersi a una struttura privata. Non parlo delle liste da attese programmate che fanno semplicemente schifo, non di altro.

Raffaele Tartaglia 13.07.18 12:40| 
 |
Rispondi al commento

La Campania è governata dal pd marcio, ergo è ovvio che la situazione fa schifo.
E molte altre regioni sono messe male.
Buon lavoro al ministro della salute

Freeman 13.07.18 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Ministra vada a controllare gli uffici dove stanno lavorando le domande x equariparazione sangue infetto.X verificare se manca personale x vedere se è organizzato bene o quant'altro.le vorrei ricordare che stanno fermi alle pratiche presentate nel dicembre 2016 da svariati mesi.presso che le nostre posizioni sono state studiate è studiate da oltre dieci anni...

undefined 13.07.18 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Bravissima Giulia

scipione SCAPATI, CERVIGNANO DEL FRIULI Commentatore certificato 13.07.18 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Ministro, rimetta in ordine la sanita della calabria che piu delle altre regioni meridionali è trattata come il BANCOMAT della sanita lombarda!!

michele Bisceglie 13.07.18 12:00| 
 |
Rispondi al commento

La sanità intesa come servizio atto a tutelare la salute della gente ha rappresentato e rappresenta interessi piu' svariati che comunque conducono tutti a flussi finanziari ingenti che dalle lobby industriali farmaceutiche alla politica con i suoi apparati locali (regioni, ASP, ASL) trovano un punto di contiguità spesso poco trasparente nella gestione della salute pubblica. Le pastoie burocratiche, la nebulosa che avvolge il sistema degli appalti, degli acquisti dei presidi medicali e delle
apparecchiature a prezzi diversificati tra regioni e regioni, il legame incestuoso tra politici e direttori generali delle aziende sanitarie, espressione questi degli stessi politici locali, fanno si che le loro
azioni sono rivolte ad accrescere il potere e favorire i loro sporchi interessi; interessi che sfociano sempre piu' in casi di corruzione o di
malgoverno della cosa pubblica ridotta a espressione privatisca di gruppi di potere anche nell'assunzione concorsuale e nella carriera del personale medico e non. Il conflitto di interessi tra pubblico e privato inoltre rappresenta un terreno fertile al dilagante malcostume, alle lunghe liste di attesa, all'arricchimento illecito del privato, favorito dal deprezzamento e svilimento dell' assistenza pubblica. Soltanto voltando pagina con un taglio netto al passato, e rivedendo certe anomalie e disfunzioni (legami affaristici, seria lotta al malaffare, controllo meritocratico delle attività concorsuali, progressioni di carriera, ecc...), avendo così chiaro il quadro attuale del SSN italiano si potranno con la massima trasparenza attuare quei correttivi improcrastinabili necessari alla ripresa di una sanità pubblica rivolta sempre piu' alle richieste attuali della gente e ad eslusivo intersse della salute dei cittadini. Paolo (PALERMO)

PAOLO CARUSO 13.07.18 11:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono convinto, che il lavoro da fare sarà per il Ministro duro e ingrato.

La Sanità è un settore dove lo Stato investe tantissimo denaro, per tutelare la Salute dei cittadini, un fiume di denaro costante di anno in anno, che attira lobby , criminalità, Potentati locali , Partiti , Correnti di Partiti, ecc

La nostra OLD classe pseudo-dirigente, avendolo capito, ha creato e definito un'organizzazione inefficace e ottusa,con apparati di controlli e supervisione che sono imbarazzanti... Lo scopo non detto , ma evidente , era che i Partiti , e all'interno degli stessi , le singole correnti ,potessero disporre di un Bancomat , a disposizione non solo per fini economici, ma anche per dispensare poltrone, ad amici ed amici degli amici, indipendentemente dal merito professionale dei singoli, o dal CV, così il consenso tanto ricercato era pagato dalla collettività, quindi a costo zero per loro.

L'organizzazione del Lavoro , le attribuzioni delle singole Responsabilità sono semplicemente da Riscrivere, perchè quelle in essere sono funzionali al raggiungimento di tanti obiettivi , e solo in ultima istanza alla salute dei cittadini .

In sintesi Gli scandali denunciati in tutti questi anni , i furti , ammanchi , ecc.. non sono problemi legati solo alle singole persone , ma al modo di operare della macchina sanitaria, se non facciamo nostra questa semplice verità, non potremo mai gestire al meglio un settore tanto delicato ma strategico per la collettività Italiana.

Renato Russo, Napoli Commentatore certificato 13.07.18 11:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forza e coraggio, di lavoro ce n'è tantissimo!!!
Tagliate gli sprechi e con i soldi risparmiati assumete giovani laureati che possano aiutarvi in questo immane lavoro!

Un forte abbraccio

Maurizio

Maurizio Bag, Varedo Commentatore certificato 13.07.18 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Onorevole Giulia, guardati questo video.

Indagate bene, il medico che fa il video è una persona esperta. Anche se le notizie fossero vere solo la metà bisogna avere molto buon senso in materia.

https://www.youtube.com/watch?v=I24V3I7Whgw

newmail ***** Commentatore certificato 13.07.18 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Visto che per un fatto eclatante ha visitato gli Ospedali Campani. Pero' LA SUPPLICO FACCIA O FACCIA FARE CONTROLLI IN INCOGNITO TUTTI I NOSOCOMI DEL CENTRO SUD. Se esiste un esodo Sanitario e' perche' ce DISUMANITA',ARROGANZA, INCOMPETENZA. MI CREDA sono stato volontario CRI.

Roberto Maccione Commentatore certificato 13.07.18 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Farei una visita anche all'ospedale cervello di Palermo dove gli scarafaggi nelle stanze sono a frotte.
Dove i malati se non vengono puliti dai familiari ( questo in tutti gli ospedali ) possono puzzare.
Cara Giulia in Sicilia si spendono un sacco di soldi per la sanità ma per poterla sistemare dovresti fare il ministro per 50 anni.

Ottavio B., Palermo Commentatore certificato 13.07.18 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Andrebbero verificati gli ospedali/cliniche che godono di convenzioni con il SSN. Molti di questi ospedali prediligono e favoriscono ricoveri/interventi dove il loro margine di guadagno è maggiore, lasciando in secondo piano quelle patologie meno remunerative. Basta guardare le liste d'attesa di alcuni ospedali per capire di cosa si sta parlando. Questo vuol dire che in questi ospedali non si da diritto di precedenza alla patologia, e al tempo che si è in lista di attesa, ma si da la precedenza al denaro. Questa pratica diffusissima andrebbe verificata e stroncata

luigi d., Vimercate Commentatore certificato 13.07.18 09:56| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori