Il Blog delle Stelle
Cartone al posto dei gessi in ospedale: individuare le responsabilità

Cartone al posto dei gessi in ospedale: individuare le responsabilità

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 27

di Giulia Grillo, ministro della Salute

Quello che è accaduto al pronto soccorso del Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria, presso gli Ospedali Riuniti, dove dei pazienti con fratture sarebbero stati curati con fasciature di fortuna e cartoni, è di una gravità estrema.

Nessuno intende sottovalutare le oggettive difficoltà in cui gli operatori svolgono la loro attività, ma quanto accaduto, se confermato, è frutto di evidenti ed ingiustificabili carenze organizzative. I carabinieri del Nas, che ringrazio per il prezioso lavoro, sono già stati sul posto e i miei Uffici hanno formalmente preso contatti con il Commissario Scura e con il Direttore generale, a cui chiederemo di riferire, con urgenza e puntualmente, sui gravi fatti denunciati dalla stampa.

Come ministro della Salute, assicuro tutto il mio impegno ad andare fino in fondo alla questione, sia per far emergere le relative responsabilità, sia per evitare che fatti come questo si ripetano in futuro.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

31 Lug 2018, 15:30 | Scrivi | Commenti (27) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 27


Tags: cartone, gessi, Giulia Grillo, ministro salute, sanità

Commenti

 

in Italia ci sono in giro anche almeno 55 mila persone che dormono in cartoni invece che in letti.

claudio d. Commentatore certificato 01.08.18 17:02| 
 |
Rispondi al commento

lucacopioso@virgilio.it

Le Regioni hanno creato venti Italie diverse, con disparità di trattamento tra i cittadini di uno stesso stato, il che è contrario ai principi costituzionali. Inoltre, la Sanità essendo finita nelle mani delle organizzazioni malavitose, si tende a creare disservizio nelle strutture pubbliche per favorire le strutture private... Pagando il ticket mi è capitato di andare in strutture private che prendono anche meno dello stesso ticket per la prestazione. Mi sono visto restituire l'impegnativa Asl e richiedere un pagamento molto contenuto rispetto allo stesso ticket... RIPRENDIAMOCI l'Italia !!! Le farmacia fatturano i farmaci alla regione ad un prezzo doppio di quello di mercato praticando, però, uno sconto del 50%... intanto il prezzo di listino fa testo ai fini del ticket... Cominciammo negli anni '70 con un ticket di mille lire... Oggi per delle analisi, in Campania, si paga 5 euro per ogni ricetta oltre al ticket sui farmaci..!!! e le pensioni minime non arrivano ai 300 euro al mese !!!
I medici privati NON SANNO cosa sia la fattura o la ricevuta fiscale...!!!

luca C. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 01.08.18 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi é una notizia fake....sveglia per favore!!!

Claudio Iocca 01.08.18 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Ai vari commentatri malcapitati, dico la prossima volta chiedete di essere visitati in intramoenia o presso lo studio privato degli stessi medici, vedrte che tutto andra bene.

MauCu 01.08.18 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Non fatemi ridere; le brave persone che hanno portato il o la traumatizzata al PS, hanno immobilizzato l'arto spezzato come meglio potevano e col materiale che avevano. Nel PS di Reggio non mancano sicuramente gesso e bende!

Ornella Testori 01.08.18 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna fermare l'emorragia di denaro che gli stranieri che vengono in Italia mandano nei loro Paesi. Qui fanno una vita di stenti e poi tornano ricchi nei loro Paesi. Agli Italiani che vanno all'estero non è permesso portare più di una certa cifra. Dovrebbe essere così anche per loro. La differenza la DEVONO spendere qui. I loro Paesi diventano sempre più ricchi perché ci dissanguato dei nostri averi. Grazie

Cervellieri porzia 01.08.18 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Per la sanità non ci sono soldi, ma per mantenere in piedi i consigli comunali dei piccoli comini si.
Accorpiamo con legge statale i piccoli comuni basta a queste inutili macchine mangia soldi.

Fabio Sardegna 01.08.18 09:04| 
 |
Rispondi al commento

Nella sanità non ci sono soldi, per mantenere in piedi i piccoli comuni si. Questi ultimi sono il vero disastro italiano assorbono solo dei soldi senza nessun risultato, accorpate i comuni piccoli con meno di 5000 abitanti è una grossa priorità per il paese italia. I sindaci sono sul piede di guerra perchè sostengono che non ci siano soldi. Nel mio territorio vogliono chiudere l'ospedale, una garanzia per la salute dei cittadini, sempre più poveri e vecchi, ma in tanto ci sono almeno 20 piccoli comuni, con un sindaco, segretario e giunta, pagati per non fare niente, decretando la morte definitiva di un territorio

Fabio Sardegna 01.08.18 08:54| 
 |
Rispondi al commento

Anche a Ragusa mio malgrado vivo una situazione simile sulla mia pelle 20 giorni con un forte dolore all'inguine e nonostante sono stato ben tre volte al pronto soccorso e visitato da diversi medici che mi hanno prescritto degli accertamenti per stabilire la patologia e pur essendo disoccupato da 5 mesi mi tocca pagare radiografie e risonanza magnetica ma anche volendo pagare non riesco nemmeno a farla poichè in ospedale non hanno date disponibili, laboratori convezionati prima data utile novembre (forse) e anche a pagamento non si riesce a trovare nulla e tutto questo a scapito della salute, prendo antidolorifici senza sapere nemmeno con certezza che cosa ho veramente. Questa è normale?

Giuseppe Gianni' 01.08.18 00:28| 
 |
Rispondi al commento

Se non verrà cambiato radicalmente l attuale sistema continueranno episodi di malfunzionamento : la causa è la malattia dell'attuale modello di governante ( pseudo-aziendalizzazione miope quando va bene ). Poi cominciatevi a chiedere perché in alcune specialità cominciano a non trovarsi più medici......non è difficile la risposta per chi conosce il servizio sanitario da dentro......


davanti a certi fatti si rimane basiti , forse nemmeno in africa centrale curano i malati in questa maniera e noi siamo accreditati come 7 potenza economica del mondo cè qualcosa che mi sfugge .Sono anni che la sanità in questo paese è devastata sopratutto in determinate regione e nelle altre si susseguono scandali a non finire con episodi di corrutela ai massimi livelli con primari politici coinvolti ecc. ecc. Bisogna cambiare tutto iniziando da subito.

francesco bruschi 31.07.18 22:19| 
 |
Rispondi al commento

Si i cartoni al posto de gesso .malati oncologici abbandonati con vene rovinate e introdotto pic endovenoso dopo e cioe'una settimana prima di morire.primari che se la ridono al passaggio in barella di cadaveri,medici che se gli chiedi qualcosa ti rispondono che se vuoi un miracolo hai sbagliato cappella!!!Si faccia dei giri negli ospedali del sud cara ministra grillo!!!

Sandy***** S., Sandonaci Commentatore certificato 31.07.18 22:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da medico sono disgustato ma non particolarmente sorpreso per una simile realtà ospedaliera. La verità é che bisognerebbe riformare la sanità partendo dalla netta separazione tra publico e privato; solo così si riuscirà ad utilizzare i capitali spesi dalle regioni per l’accreditamento per rinnovare e ridare dignità alla sanità pubblica. Così si metterebbe fine anche al baronato e si ridurrebbero le liste d’attesa.
Antonio Anelli
⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Antonio Anelli (antonio anelli), BARI Commentatore certificato 31.07.18 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Già, se è vero è grave, ma se non fosse vero come spesso accade? Tutti devono rispondere delle loro azioni meno che i giornalisti?

giorgio peruffo Commentatore certificato 31.07.18 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Nella magica Toscana, le liste di attesa possono superare l'anno.
I medici nel pronto soccorso fanno turni di 12 ore da anni, e certi dirigenti, che poi hanno beccato la promozione, hanno speso decine di migliaia di euro per rifarsi il pavimento dell'ufficio!
Se non si estipa la peste rossa, la sanita è fottuta.

Anna M. 31.07.18 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Ma quale scandalo,l'immobilizzazione temporanea può essere fatta col cartone;l'ho visto fare per 8 anni al PS di Catania. Pensate piuttosto a come risolvre la piaga delle liste d'attesa.

emanuele meli, catania Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 31.07.18 19:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Squallide cronache da un Paese mandato a puttane: non bastera' certo una legislatura, per rimediare al disastro causato da quella serie di buffoni...

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 31.07.18 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo molte speranze su di te, cara Ministro e molte speranze sul M5S. Dai, rimettete in moto questo Paese, aggiustate ciò che deve esserlo, riparate i guasti delle male gestioni, che sono innumerevoli in ogni dove della vita sociale ed economica. Quelli di prima dovrebbero avere la dignità di tacere, mettersi di lato, fare mea culpa e, se ne hanno la capacità, non mettersi contro, ma cercare di dare un contributo. Grazie.

mario m. Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 31.07.18 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Ministro,
si tratta di cartone di "recupero" preso da scatole da imballaggio o sono gocce in cartone? Nel primo caso ha pienamente ragione a gridare allo scandalo ed io sono lì con lei a puntare il dito, nel secondo caso, si tratta di presidi medici autorizzati dal suo Ministero. Economici si, ma adeguati allo scopo per poche ore. Si potrebbe fare di più? Si. Fare meglio? Certo.
Cordiali saluti
Alberto C.

Alberto C., Pescara Commentatore certificato 31.07.18 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Non si meravigli! Se non mandera' Ispettori in incognito nei reparti degli ospedali ed in special modo a quelli del centro sud, Lei continuera' a sbalordirsi.

Roberto Maccione Commentatore certificato 31.07.18 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Se non fosse vero si penserebbe a uno scherzo!

Sicuramente la nostra Sanità "stà molto male"...

Franco T., S.Vito Romano Commentatore certificato 31.07.18 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Lo schifo dello schifo..altro che terzo o quarto mondo.Noi siamo messi peggio e sempre più a rischio. Anche della vita

m.m 31.07.18 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Ministro, per recuperare fondi e razionalizzare l'impiego degli operatori sanitari in Calabria è indispensabile a livello provinciale accorpare ASP e Aziende Ospedaliere in un unico Ente di gestione. Il Commissario ha annunciato l'assunzione di 1600 dipendenti con una percentuale altissima di personale amministrativo che con i servizi accorpati non servirebbero. Intervieni immediatamente siamo allo sfascio totale. Giovanni

giovanni suraci 31.07.18 15:58| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori