Il Blog delle Stelle
Azzardopatia: il Decreto Dignità è un modello per l'Europa

Azzardopatia: il Decreto Dignità è un modello per l'Europa

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 12

di Isabella Adinolfi EFDD, MoVimento 5 Stelle Europa

La Commissione europea ha risposto ad una interrogazione scritta, presentata ad aprile dall'eurodeputata M5S Isabella Adinolfi, per chiedere provvedimenti contro il diffondersi dei giochi d'azzardo in Europa. Nella risposta la Commissione concorda con la necessità di attuare misure concrete, in particolare a tutela dei minori, e conferma che gli Stati membri sono liberi di disciplinare il settore del gioco d'azzardo: il decreto dignità sull'azzardopatia segna la strada giusta che l'Europa stessa deve imitare.

Ecco un passaggio della risposta della Commissione: "Il gioco d'azzardo ha spesso gravi conseguenze sul piano sanitario e sociale. L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha deciso di classificare la dipendenza da gioco come disturbo della salute nel progetto dell'11ª revisione della classificazione internazionale delle malattie (ICD-11) che sarà pubblicata nel 2018. I rischi che il gioco d'azzardo presenta per i minori sono oggetto della raccomandazione della Commissione del 14 luglio 2014 sui principi per la tutela dei consumatori e degli utenti dei servizi di gioco d'azzardo online e per la prevenzione dell'accesso dei minori ai giochi d'azzardo on line".

Nella raccomandazione citata la Commissione invita gli Stati membri a "garantire ai consumatori, ai giocatori e ai minori un elevato livello di tutela e, in particolare, a salvaguardarne la salute e indica, tra le altre prescrizioni relative alla comunicazione commerciale responsabile da parte degli operatori di gioco d'azzardo, i controlli per accertare l'età e la promozione di programmi di controllo parentale".

Con il governo del cambiamento l'Italia è un esempio per tutta Europa, infatti l'Italia si avvierà ad essere il primo paese che vieta totalmente la pubblicità sul gioco d'azzardo.

L'Italia stampa un quinto dei gratta e vinci di tutto il mondo e ha il record di apparati elettronici da gioco, circa 416mila, più 50mila video lottery. A ciò si aggiunge il complesso mondo delle scommesse e dei giochi d'azzardo illegali che offre alle varie criminalità organizzate colossali possibilità di riciclaggio di denaro. Tutto questo è inaccettabile, l'Europa non può più far finta di nulla, deve immediatamente intervenire con una normativa adeguata, al passo con i tempi e con i nuovi strumenti tecnologici.

In Italia, secondo un'altra indagine svolta dall'Università la Sapienza di Roma, il 3,8% della popolazione, circa 900mila italiani, sono affetti dalla malattia del gioco d'azzardo. Con lo Stato che incassa dal gioco legale almeno 8 miliardi di Euro e le mafie che ricevono da quello illegale non meno di 23 miliardi di Euro. Sono questi i contorni di un fenomeno dilagante, ormai una vera e propria patologia sociale, oltre che una delle maggiori "industrie" del Bel Paese. Secondo il ministero della Sanità circa il 2,2 per cento di giocatori d'azzardo si trova in una condizione patologica.

Il nostro impegno per contrastare l'azzardopatia continua anche al Parlamento europeo. Già nell'ottobre 2016 in Commissione Cultura, riguardo alla nuova direttiva europea sui servizi di media e audiovisivi che fissa le regole anche in materia di pubblicità, presentammo emendamenti rivolti a vietare qualsiasi tipo di comunicazione commerciale relativa al gioco d'azzardo ed alle scommesse. L'Italia ha deciso di agire. Ora tocca all'Europa.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

25 Lug 2018, 11:51 | Scrivi | Commenti (12) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 12


Tags: azzardo, azzardopatia, decreto dignità, Europa, gioco d'azzardo, Parlamento Europeo, Unione Europea

Commenti

 

A Beppe con Simpatia:
Approposito di dignità anche gli emigrati hanno una loro dignità da difendere, cosa pensa di fere L'onorevole Matteo Salvini per impedire il crescere silente e latente di una persecuzione razzista nei confronti dei neri africani che vengono sempre più subdolamente presi di mira ed aggrediti senza alcun motivo se non perchè sono neri, si faccia una legge che impedisca atti di violenza e di discriminazione non è colpendo gli emigrati che si risolvono i problemi dell'occupazione in Italia si intervenga in maniera drastica contro chi esercita attivamente e verbalmente propaganda razzista:
Con simpatia Roberto

Roberto Masi Masi, Sesto Fiorentino (FI) Commentatore certificato 28.07.18 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Ho sentito della proposta di legare il gioco delle slot alla tessera sanitaria. Ottima soluzione.

Vorrei segnalare un'altra possibile miglioria:
Tarare le macchinette in modo che si possano puntare anche i 10 centesimi, questo perchè ho visto persone che si finiscono la pensione con le puntate minime a 25 centesimi quando, la voglia di gioco, sarebbe soddisfatta anche con puntate minori.

Alessandro Granelli 27.07.18 22:30| 
 |
Rispondi al commento

Il matematico e luminare del calcolo probabilistico Bruno Finetti, diceva che il gioco d'azzardo è una tassa sulla stupidità: ossia danneggia ulteriormente coloro che hanno le menti più deboli e vulnerabili.
Sarebbe come tassare una persona solo perchè è nata zoppa o sorda.
Il gioco d'azzardo è una pratica disumana, una piaga sociale alla pari della tossicodipendenza dell'alcolismo e della prostituzione.
Purtroppo non possiamo estirparla dalla nostra società, ma dobbiamo comunque contenerla al minimo e questo Decreto va nella direzione giusta.

Raffaele . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 27.07.18 05:51| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente il ritorno della Società Civile.

Raffaele . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 27.07.18 05:34| 
 |
Rispondi al commento

Riformate i centri per l'impiego e favorite gli investimenti e nuove opportunità di lavoro, la propaganda elettorale è finita. La delinquenza e il gioco d'azzardo si combattono con il lavoro, e cosi pure tanti altri problemi della nostra società. Pd e forza italia non esistono più vedete di non fargli resciscitare

Fabio Sardegna 26.07.18 08:36| 
 |
Rispondi al commento

LA MAFIA FA AFFARI CON L'AZZARDO "LEGALE" SI FINANZIANO CON LE MACCHINETTE E ONLINE E LO STATO CI RIMETTE

Sono 17 milioni gli italiani che hanno giocato almeno una volta e 2,5 milioni quelli giocatori abituali e praticamente finanziano la criminalità. Sono circa sessanta i clan mafiosi che fanno affari nell'azzardo legale.

Un affare gigantesco, come sottolinea il nuovo procuratore nazionale antimafia: «Quello del gioco d’azzardo, assieme al traffico di sostanze stupefacenti, oggi appare l’affare più lucroso col quale rimpinguare le casse delle cosche» a fronte di una maggiore offerta del "gioco legale" sia più semplice per i clan malavitosi trarre profitti attraverso pratiche di usura, riciclaggio, estorsione, imposizione.

Il tutto 5 mila sale videolottery, 33.800 luoghi per giochi a totalizzatore, 34 mila ricevitorie del lotto, 63 mila punti di vendita per le lotterie, 85 mila esercizi commerciali con slot. I siti Internet di scommesse online 6 mila dei quali inibiti dall'Agenzia delle dogane e dei monopoli.

Nel 2016 solo l'Agenzia dei Monopoli ha accertato 223 violazioni penali, 1.687 violazioni amministrative, con 549 misure cautelari, 53 sequestri penali, 245 persone denunciate, 30 milioni di euro di sanzioni e 22 milioni di imposte accertate.

Un affare enorme a basso rischio. la criminalità mafiosa ha operato enormi investimenti nel comparto online, tanto più acquisendo e intestando a prestanome sale destinate al gioco.

i soldi giocati nel 2017 sfondano il tetto mostruoso dei 100 miliardi. Lo Stato ricava solo un ottantesimo, l'1,13% In oltre deve aggiungere altri soldi per curare i malati del gioco Quasi due miliardi di euro. Vale a dire un quarto del gettito dell'Imu, o quello che servirebbe quest’anno nelle casse dell’Erario per non dover aumentare l’Iva al 23%. Tanto ci costano i ludopatici cronici in termini di spese socio-sanitarie.

CHE SENSO HA LASCIARE LA LICENZA FACILI E TENERLI APERTI?

Babak 26.07.18 06:17| 
 |
Rispondi al commento

Ero convinto che l'Europa fosse un'opportunita', ma da quello che riportate e' il M5S un'opportunita per l'Europa.

Roberto Maccione Commentatore certificato 25.07.18 16:40| 
 |
Rispondi al commento

http://www.vita.it/it/article/2018/02/14/videolotteries-come-perdere-migliaia-di-euro-allora/145946/

Adriano 25.07.18 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Ripeto, ma se si ritiene così lesivo perché non lo si vieta del tutto? Come può lo stato ritenere lesivo il gioco d'azzardo se poi siamo il primo paese per numero di gratta e vinci statali??? Non ci nascondiamo dietro a un dito, non facciamo i moralisti se poi sono monopolio di stato. Diciamo le cose come stanno e che lo stato ha entrate miliardarie dal gioco d'azzardo.
Andrea


I records negativi sono tutti nostri e il gioco d'azzardo non fa eccezione! Per le "mafie" un vero affare, con il "beneplacito" dello Stato.

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 25.07.18 13:12| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori