Il Blog delle Stelle
Una commissione d'inchiesta sui rifiuti, grazie al MoVimento

Una commissione d'inchiesta sui rifiuti, grazie al MoVimento

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 14:40
Dona
  • 13

di Giacomo Giannarelli, Portavoce Regionale M5S Toscana

Il MoVimento colpisce ancora. Vi annuncio che abbiamo attivato una Commissione d'inchiesta regionale sulle discariche sotto sequestro e sul ciclo dei rifiuti nella Regione Toscana.

Dopo aver attivato una Commissione d'inchiesta sul più grande scandalo bancario d'Italia e d'Europa, lo scandalo del Monte Paschi di Siena, oggi attiveremo questa Commissione per analizzare sia i 2,3 milioni di tonnellate di rifiuti solidi urbani che ogni anno produciamo nella nostra regione sia i 9 milioni di tonnellate di rifiuti speciali che ogni anno producono i nostri distretti produttivi.

Quindi andremo a realizzare sia gli scarti del distretto tessile, sia gli scarti della marmettola del distretto lapideo, sia gli scarti del pulper delle aziende cartarie.

Audiremo i massimi esperti. Cercheremo di analizzare le migliori tecnologie disponibili nel mondo e analizzeremo la governance dei rifiuti nella nostra regione. Perché sappiamo che quella attuale ha portato solo a delle grandi inchieste, arresti e aumento dei costi per i cittadini.

E allora dalla Regione Toscana vi chiedo di seguirci, perché proprio qua, dalla terra dove è nata l'ecomafia, da una triste invenzione di Licio Gelli, abbiamo attivato questo occhio vigile e propositivo affinché anche la nostra Regione Toscana possa sposare l'economia circolare creando nuovi posti di lavoro. Seguiteci!



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

20 Giu 2018, 14:40 | Scrivi | Commenti (13) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 13


Tags: commissione, Giacomo Giannarelli, m5s, rifiuti, toscana

Commenti

 

bravo

luigi m., sannicola Commentatore certificato 23.06.18 18:45| 
 |
Rispondi al commento


Offerta di prestito

Ciao, chi è nel problema finanziario di ds è molto serio.
Siamo qui in passato per quanto riguarda la tua richiesta di credito finanziario perché la tua banca si rifiuta di concederti il prestito dell'oro di microcredito che siamo qui per aiutarti a lasciarti a tuo agio nel problema e trovi la soddisfazione per il tuo progetti e altre situazioni personali, se siete interessati contattateci per le procedure Grazie.

CONTATTARE WHATSAPP: +33 7 56 81 73 75

E-MAIL: bthierryjean@gmail.com

Thierry Jean Berthelot 23.06.18 12:47| 
 |
Rispondi al commento

DI BENE IN MEGLIO

franco bazzani (), seregno Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.06.18 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra quasi di aver bevuto troppo,, di crearmi delle fantasie che poi passata la sbornia se ne andranno. E invece no, siete voi carissimi ragazzi che state combattendo da tutte le parti, per far si che veramente le cose cambino, non sono più solo parole al vento dette in campagna elettorale, ma verità che possiamo verificare.Perchè non tutti le capiscono queste cose, e restano abbarbicati a Partiti che di cose oscene ce ne han fatte vedere all'infinito? Votate per i 5 STELLE, che certo meglio ci troveremo a vivere, IO SEMPRE 5 STELLE.

maria c., castelfrancoveneto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 22.06.18 08:44| 
 |
Rispondi al commento

Apprezzo i vostri sforzi e vi ringrazio.....ma per lo scandalo del MPS il primo posto da scardinare sarebbe in via Rinaldo Franci sempre a Siena......non ci si fa con questa gente......

Gianluca Petrini (mister g.), Siena Commentatore certificato 21.06.18 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Risparmiate i soldi della “commissione”, pagate a due/tre delegati una visita di cortesia/studio a Zurigo o Vienna sulla gestione dei rifiuti urbani, dalla raccolta al riciclo etc...per finire ai riflessi sull’ambiente. Poi necessita “educare” anche i cittadini al rispetto delle relative norme.

Maurizio P., Roma Commentatore certificato 21.06.18 08:07| 
 |
Rispondi al commento

Licio Gelli? Purtroppo i massoni e gli adepti aderenti alla omonima setta in questi anni sono proliferati di pari, pari, al degrado pubblico e morale raggiunto dal Paese: questo lo dichiaro da una delle città più infestate d’Italia. Grazie all’insediamento dei loro esponenti nel mondo istituzionale e amministrativo di vertice, i massoni di fatto hanno accesso e utilizzano per i loro fini gli strumenti dello Stato, pur essendo a tutti gli effetti dei malfattori. I Massoni riescono ad avere un controllo pressoché elevato sulle persone e sugli eventi, quindi sulla società, sull’economia, sulle attività Pubbliche come in quelle Private: fino a quelle Ministeriali, distorcendo il decorso della vita democratica e civile del Paese. Questo genere vivente, biologico dalle sembianze umane è fautore, e allo stesso tempo il referente, della corruzione in tutti i campi. La cerchia “magica di illuminati” a tutti gli effetti è uno Stato dentro lo Stato. Delinquenti pericolosi, lo sono divenuti in causa ad una destrutturazione mentale che subiscono all’atto del percorso che seguono, per giungere affilati riconosciuti, nel cui periodo di prova devono commettere obbligatoriamente degli atti inconsulti che viceversa li porterà più o meno inconsciamente, ad una totale anoressia della coscienza. Omertà, menzogna e manipolazione degli atti pubblici, amministrativi e giudiziari, sono i maggiori strumenti che non disdegnano per raggiungere e proteggere i loro criminali obbiettivi. Il loro dio è il denaro, il potere, il libertinaggio, e un obbediente fede cieca alla loggia (setta) di appartenenza. Quando parli di massoni, trattandosi di individui che svolgono un’attività comunque segreta dentro lo Stato, peraltro vietata dalla legge, gli appartenenti alla massoneria che non possono più recedere dalla loro condizione, sia per statuto che per il plagio mentale quasi sempre irreversibile, è opportuno che vengano censiti per legge e periodicamente monitorati nelle loro attività.

friso r. Commentatore certificato 21.06.18 02:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Intanto, Giacomo, ti auguro un buon lavoro.

Mi domando se le commissioni d'inchiesta hanno tempo e mezzi per fare certe indagini.

Possibile che le forze dell'ordine non abbiano già fatto delle analisi per rispondere alle vostre legittime domande?

Se la risposta è negativa, significa che o non hanno mezzi adeguati per fare le indagini oppure al comando dei corpi investigativi ci sono persone inadeguate.

Per entrambi i casi si può trovare la giusta soluzione, solo così, con personale esperto e nuove tecnologie potrete rispondere oggi e domani alle preoccupazioni di tutti noi.

Grazie.

giuseppe belotti 20.06.18 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno

Bravi continuate a vigilare soprattutto i prodotti cinesi perché i prodotti non conformi non gli dobbiamo smaltire noi
Ma devono tornare nel paese di origine,
Faccio un esempio, quanti prodotti a bassissimo prezzo vengono immessi sul mercato che non funzionano vengono sostituiti in garanzia e non ritirati? Provate a pensare se questi prodotti venissero fatti
Con materiali riciclati e/o contaminati.
Cordiali saluti
Francesco

Francesco Costantini 20.06.18 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Proprio così caro Giacomo, anche la "virtuosa" Toscana nasconde diversi problemi per quanto riguarda il ciclo dello smaltimento dei rifiuti. Della serie chi è senza peccato.....👍

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 20.06.18 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi non date tregua al partito delinquenzia.... Fuori i documenti è i conti delle società partecipate.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 20.06.18 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione anche alle norme in gran parte errate
Se necessario potete dare un'occhiata al volume di LEOCI dal titolo "La gestione del rifiuti". Editrice RIREA Roma

Benny 20.06.18 15:52| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori