Il Blog delle Stelle
Stop ai tempi biblici per le liste d'attesa: la mossa del ministro della Salute Giulia Grillo

Stop ai tempi biblici per le liste d'attesa: la mossa del ministro della Salute Giulia Grillo

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 301

di Giulia Grillo, ministro della Salute

Basta con la vergogna di ottenere una mammografia dopo 13 mesi, di aspettare fino a un anno una colonscopia, una visita oncologica o neurologica. Salvo pagare di tasca propria, impoverirsi sempre di più e far fare gli affari ai privati. Lo abbiamo promesso nel contratto di Governo e adesso cerchiamo di passare dalle parole ai fatti.

Oggi ho inviato una circolare alle Regioni in cui chiedo informazioni puntuali dettagliate di ogni singola struttura sanitaria, sia pubblica che privata accreditata, per fare il punto della situazione e di qui partire per la prossima messa a punto del Piano nazionale per il governo delle liste d’attesa. Informazioni che dovranno arrivare entro quindici giorni compilando apposite schede ed eventuali note di accompagmamento. Partiremo da qui, sapendo se e quante prestazioni sanitarie siano state erogate tramite il Cup (centro unico di prenotazione), se sono garantite – e quando e come – i tempi massimi d’attesa previsti in sede locale, se i volumi di attività svolti dai medici in libera professione dentro il Ssn siano fuori regola e rispettino il principio della libera scelta dei cittadini. Sapremo anche se agli assistiti vengano chiesti balzelli extra. Cercheremo di saperlo presto e di adottare un’adeguata strategia di cambiamento per debellare un fenomeno odioso, che mina l’equità, l’uniformità di trattamento sanitario in tutta Italia, che fa carta straccia della trasparenza, dell’informazione ai cittadini e che in sostanza mina alla radice l’universalità del Servizio sanitario pubblico.

Metterò il massimo impegno e mi aspetto una grande collaborazione da parte delle Regioni in favore dei cittadini per abbattere lunghi e impossibili tempi d’attesa e per avere un giusto e democratico accesso ai servizi e alle informazioni. Cercherò di andare incontro a tutte le esigenze delle Regioni e ai loro eventuali problemi organizzativi, ma seguirò con grande determinazione nel corso del mio mandato questo obiettivo come uno dei capisaldi del Servizio sanitario pubblico e della tutela dei diritti della salute.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

15 Giu 2018, 15:22 | Scrivi | Commenti (301) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 301


Tags: conlonscopia, giulia grillo, m5s, mammografia, ministro, salute, tempi di attesa

Commenti

 

Su ALGHEROCRONACHE

Liste d'attesa: la circolare del Ministro Giulia Grillo scuote la sanità sarda
http://www.algherocronache.it/2018/06-2018/P009.htm

CAGLIARI, 27 giugno 2018 - Per Arru e Moirano tra le prime azioni per la riduzione delle liste d'attesa: 1) cambiare il sistema partendo dal momento della prescrizione utilizzando i codici U-B-D-P, 2) Tac e Risonanza Magnetica dovranno funzionare 16 ore almeno sei giorni su sette, 3) passare dal Cup solo per la prima visita, previste agende esclusive per prenotare prestazioni di 2° accesso (visite di controllo)

Antonio Jo Pirisi

ANTONIO PIRISI 28.06.18 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Vai Giulia!
Recupera risorse dalla spesa farmaceutica! Decreta la prrscrizione e la vrndita delle dosi singole dei farmaci! lí ci sono 3 o 4 miliardi di euro da destinare a favore dei cittadini!

Luigi Ruggeri 26.06.18 04:49| 
 |
Rispondi al commento

Dal Consiglio Superiore di Sanità stop alla libera vendita..."Altrimenti coi nostri PSICO-FARMACI ke ci facciamo?".
Questo è un buon banco di prova x i 5S x misurare il proprio P.S.(senza LEGA) e contro le LOBBY FARMACEUTIKE!!
In BOCCA al LUPO...fate vedere che le 00 non le ha solo SALVINI!!
***** EVER!!!

GIANNI GROSSI 21.06.18 23:51| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe un miracolo rendere umane le liste di attesa.Purtroppo non è solo questo aspetto da correggere,ci sono i reparti di pronto soccorso,che sono gestiti in un modo discutibile,forse non è così in tutto il paese,suggerisco l'Ospedale di Salerno o quello di Battipaglia per rendersi conto di come può essere accolto un'essere umano nel momento del bisogno.Poi ci sono gli aspetti igienici,il rapporto con gli operatori sanitari e persino i parcheggi delle auto.Quando hai bisogno di un servizio sanitario pubblico,bisogna lottare per ottenerlo.

Antonio Genovese, Battipaglia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 21.06.18 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Al ministro della salute vorrei ricordare da medico siciliano come le difformità assistenziali esistenti tra le diverse aree geografiche (nord sud) del paese pesino come macigni sulla gestione e qualità delle prestazioni sanitarie, tematica che la dottoressa Grillo conosce benissimo. Urge rivedere le piante organiche degli ospedali con nuove assunzioni volte a ripristinare le carenze croniche del personale medico e infermieristico, potenziare le aree di emergenza; risolvere una volta per tutte l'incompatibilità e il conflitto di interessi tra pubblico e privato( causa spesso di lunghe liste di attesa, passando da un servizio pubblico depotenziato, soffocato dalla politica spesso anche dal malaffare e da una estrema burocratizzazione, ad un organo snello erogatore di assistenza con buone sovrapponibili prestazioni al passo con i tempi su tutto il territorio nazionale. Rivedere la governance delle aziende sanitarie con un sistema meritocratico di nomine cosi' da tagliare definitivamente i legami con la politica. Utile una seria programmazione sia qualitativa che quantitativa delle strutture ospedaliere e dei posti letto, tralasciando quei presidi fatiscenti tanto presenti nelle diverse realtà del sud del paese. Rivedere il sistema di totale gratuità (esenzione ticket) della prestazione e dell' utilizzo dei farmaci, (consequenziale vero accaparramento), con una quota economica anche simbolica di compartecipazione al SSN da parte di tutti i cittadini; anche cosi' si ridurrebbero le lunghe liste di attesa e la spesa farmaceutica rivalutando sempre piu' la figura del medico di base costretto oggi ad abdicare alla professionalità, a districarsi tra burocrazia e rapporto conflittuale con il paziente, questo inficiato anche dalla totale gratuità delle prestazioni richieste. Paolo Caruso (PALERMO)

PAOLO CARUSO 21.06.18 13:12| 
 |
Rispondi al commento

In linea su ALGHEROCRONACHE alla seguente pagina:
http://www.algherocronache.it/2018/06-2018/P003.htm
Sanità, liste d'attesa. Ecografia addome: in provincia di Sassari solo al Civile di Alghero, fra "9" mesi

ALGHERO – 19 giugno 2018 - Ad un paziente in follow oncologico che ha chiamato oggi (alle 08,45 circa) il 1355, l'operatrice del CUP ha fissato l'appuntamento al 18 marzo 2019. Alla richiesta di una data più ravvicinata in un'altra struttura della ASSL di Sassari, "L. Italia" (L. è l'iniziale del nome dell'operatrice), risponde: "per il momento non ci sono altre disponibilità né a Sassari né in provincia"...

ANTONIO PIRISI 20.06.18 22:59| 
 |
Rispondi al commento

Ben venga l'iniziativa del ministro!

Ho forti (fortissimi) dubbi che in soli 15 giorni le regioni possano fornire le informazioni richieste.

Fabio P. 20.06.18 19:55| 
 |
Rispondi al commento

Ministro dalla LORENZIN a GIULIA GRILLO medico e medico legale, già mi sembra un cambiamento notevole. Una totale incapace, ed improvvisata, con una invece che è competente e che conosce la materia. Ho 44 anni e non ho mai visto un ministro della salute laureato in medicina. Ministro tutto il mio migliori augurio di un ottimo lavoro. La sosteniamo senza se e senza ma. Anche a discapito dei giornlaisti di stato che cercheranno di infangere il suo nome. NOI CI SIAMO MINISTRO GRILLO !!

Angelo D., RUTIGLIANO Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 20.06.18 17:29| 
 |
Rispondi al commento

"Sapremo anche se agli assistiti vengano chiesti balzelli extra." Sì...e vengono a dirlo a te se prendono una mazzetta??

Viola 20.06.18 13:04| 
 |
Rispondi al commento

E mettiamo mani, anche a queste incresciose visite dell' Inps che riguardano i disabili..... Puntualmente risultano disabili solo i familiari dei loro amici. Io, che non ho amici ho dovuto sborsare 1300 euro per fare ricorso che ovviamente ho vinto...

Massimo Gurciullo 20.06.18 10:31| 
 |
Rispondi al commento

IL NOSTRO SOSTEGNO E’ TOTALE: BUON LAVORO.

Gentilissimo Ministro benvenuto in un ruolo da decenni molto trascurato, il suo obbiettivo è molto importante arduo e serio, e già per questo merita un grazie anticipato e tutto il nostro sostegno.
Tuttavia che fa da padrone al sistema nel quale un paziente si rivolge al pubblico, ma poi finisce nelle mani del privato, perlomeno nel Nord est, è il sodalizio a scopo di lucro ai danni dello Stato che si materializza tra: personale sanitario dirigenziale delle strutture pubbliche, ammanicato con soggetti dirigenziali delle strutture private: per cui il paziente diventa merce di scambio e paga, ma poi paga anche lo Stato (disservizio e costo diventano un unico aspetto).

L’obbiettivo del sistema pubblico/privato insondabile da qualsiasi autorità, e organizzato in questa maniera: è univoco. Ambedue mirano a defraudare le casse dello Stato, chi da dentro, in qualità di dirigente pubblico (direttore sanitario peraltro riconosciuto al pari di un ufficiale nell’esercizio delle sue funzioni); chi da fuori, nella veste di istituto convenzionato privato con mansione pubblica, abilitato quindi ad erogare prestazioni mediche per conto della Sanità Pubblica.
Le nefandezze perverse che poi accadono all’interno della gestione che nasce dal rapporto tra dirigenti delle due strutture mediche (pubblico/privato), sono ancora peggio dell’immaginabile.

Faccio notare che denunciare non serve nemmeno più a nulla. Le Procure, con loro uomini corrotti fidati, anche difronte a casi di inequivocabile evidenza, sono le prime a proteggere il meccanismo della corruzione che divora le spese della Sanità Pubblica (cane non mangia cane).

friso r. Commentatore certificato 20.06.18 00:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ministra, al fine di migliorare i servizi è importante diminuire gli sprechi nell'ambito della sanità. A livello provinciale non ha senso avere gestioni e governance separate tra aziende ospedaliere e ASP.
Un unico Ente di gestione avrebbe l'effetto di razionalizzare i servizi e diminuire sensibilmente i costi.
E' possibile intervenire!!!

giovanni suraci 19.06.18 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Ministro, prosegui con decisione contro i poteri forti, il popolo è con Te.....

In provincia di Cosenza ma penso in tutta la Calabria non esiste un centro per curarsi dai tumori, hanno fatto uno spezzatino.

Annunziato MANFREDI 18.06.18 21:24| 
 |
Rispondi al commento

SENZA UNA MEDICINA GENERALE ( detta di base... ma il vertice quale sarebbe ? ) universale che assicuri DIAGNOSI TERAPIA PREVENZIONE NON CI SARà MAI UNA BUONA MEDICINA OSPEDALIERA DI BUON LIVELLO (!!!)

(manca la specializzazione in MEDICINA GENERALE e di FAMIGLIA perfino (!!!)impropriamente sostituita da un TIROCINIO TRIENNALE lezioni in ospedale (?) per fortuna con TUTOR UN MEDICO DI MEDICINA GENERALE

SENZA STRUMENTAZIONE ( ECG = 700€ ECOGRAFO 1200 € E ANALISI (ANCHE IN STICK) COME FARE DIAGNOSI CON SOLO FONENDO E MISURATORE DI PRESSIONE ? SI SODDISFA LA CONVENZIONE ?
e la GUARDIA MEDICA in condizioni pietose ....
(se non funziona senza mezzi e strumenti come può lavorare seriamente?)

COME PUò ESSERE ACCETTABILE TUTTO CIO'?
il problema è organizzativo e fin che l'ospedale PRETENDE DI ESSERE L'UNICO PRESIDIO (con PS) e con una RETE OSPEDALIERA sempre più accentrata a livello provinciale IL DEGRADO DEL SISTEMA è ASSICURATO.
NEL PROGRAMMA M5S VI ERA IL POTENZIAMENTO TERRITORIALE : ciò significa DISTRETTI SANITARI DECENTRATI (la tendenza invece è del tutto contraria (DISTRETTI grandi come le USL precedenti le ASL con ambito provinciale o addiritura regionale ) In questo contesto SI IGNORA I BISOGNI DI SALUTE DEI CITTADINI E DELLE COMUNITà LOCALI MA SI VA VERSO UN SISTEMA DI PRODUZIONE DELLE PRESTAZIONE A CUI IL MERCATO ASSICURATIVO TANTO PREME

MINISTRO GRILLO
da medico legale LEI conosce il problema e chi ben comincia.....

Carlo ., Padova Commentatore certificato 18.06.18 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Cara ministro, per eliminare le liste d'attesa bisogna a)che gli ospedali facciano funzionare i costosi macchinari (tac, risonanze...) 24 0re al giorno. Se mi si dice che debbo andare a mezza notte io ci vado. b) che venga eliminata l'intramoenia: se un medico è un dipendente dell'ospedale lavora solo esclusivamente come dipendente pubblico e non che svolga l'attività privata in ospedale usando le strumentazione dell'ospedale. Buon lavoro ministro.

Luigi Stefanizzi 18.06.18 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno Ministro Giulia Grillo, desidero dare il mio piccolo contributo/informazione sulle liste di attesa per una mammografia agli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria. Volevo prenotare una mammografia per mia moglie, dal CUP mi rispondono che fino al 31/12/18 è tutto occupato e quando chiedo di prenotarmi per gennaio/2019 mi rispondono che non hanno ancora ricevuto disposizioni per le prenotazioni del 2019 e mi invitano a chiamare dopo una settimana che si potrebbe sbloccare qualcosa. E' passato già un mese dall'11/05/2018 e ieri mi rispondono che in quell'Ospedale non si fanno più mammografie di rivolgermi ad un'altra struttura. Come vedi caro Ministro c'è molto da fare per scardinare una burocrazia che permette certi abusi. Il numero verde del CUP è il seguente: 800198629.
Per opportuna conoscenza.
Auguri sinceri di buon lavoro.
Cordialmente
G.Lamanna

Giuseppe L., Villa San Giovanni Commentatore certificato 18.06.18 13:33| 
 |
Rispondi al commento

L'intra moenia è il più grande conflitto di interessi esistente in Italia, è come se il giudice facesse anche l'avvocato difensore.

Tanino D., Reggio Calabria Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 18.06.18 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Ministra Giulia GRILLO:
Siamo orgogliosi ed onorati di avere finalmente il governo di cambiamento con persone ONESTE e LIBERE da lobbies, caste, clan mafiosi e massonerie varie di cui erano prestituiti e servi i vostri vili predecessori dei "governi di frodo" PD/dc-FI!
Dal babbeo di rignano, alla scema liceale della salute e con il clan degli INCAPACI e CORROTTI che hanno rovinato e disonorato l'italia e gli italiani ridotti alla disperazione ma che hanno regalato soldi ai loro padroni, amici e parenti BANCAROTTIERI, LOBBISTI dei farmaci, BILDERBERG e POTERI OCCULTI globalizzatori (SOROS & co).
Durante le lunghe consultazioni per il governo, mi sentivo tranquillo ed orgoglioso, sicuro del successo e del prestigio che avreste dato al M5*, a differenza delle figuracce che la mummia di arcore ha donato ai poveri salvini e meloni e degli sproloqui che gli imbecilli PDioti elargivano ai loro elettori che alla fine li hanno scaricati nei cessi!
Il CAMBIAMENTO e la RINASCITA dell'italia sono al VIA. Nulla e nessuno potrà fermarvi, nè i leccapalle giornalai nè le mezzeseghe dei tanti porcoshows della TV dei mafiosi e massoni!
Siamo sicuri che darete tante soddisfazioni e risposte ai bisogni dei poveri cittadini che i vili PD/dc-FI con i loro parassiti hanno fatto cadere nel baratro e nella miseria!
Certo sarà una guerra all'ultimo PDiota e MUMMiota e ci vorrà tempo e pazienza da parte vostra e anche da parte nostra che dobbiamo cercare di non pressarvi con tante richieste e critiche a volte inutili e superficiali!
AVANTI TUTTA e forza GOVERNO DI CAMBIAMENTO!

giova31 18.06.18 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Per ridurre le liste di attesa è necessario rego-lamentare l'attività intramoenia, che va proibita nei reparti che hanno tempi di attesa incompatibili con le esigenze di salute dei pazienti.
In uno stato di diritto, inoltre, non è possibile consentire che chi paga passi davanti agli altri.
Domenico Forziati

DOMENICO FORZIATI, Napoli Commentatore certificato 18.06.18 08:26| 
 |
Rispondi al commento

Salve. Mi è capitato di dover fare alcuni esami e quando ho chiesto il costo del ticket all azienda sanitaria locale per fare un confronto con i laboratori privati e poter scegliere mi è stato negato, dicendomi che me lo potevano dire solamente se facevo l’accettazione, e di conseguenza pagare e farlo li.
Non so se sia stata ignoranza dell addetta o un reale problema di programma del computer, fatto sta che ci sono alcuni esami che costano uguale o poco più in aziende private ed inoltre è possibile talvolta prendere l’appuntamento, cosa che nel pubblico non sempre è possibile e bisogna attendere estenuanti code. Credo sia una cosa da rivedere sia in termini di trasparenza che libera scelta

Daniele C., Prato Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 18.06.18 05:32| 
 |
Rispondi al commento

Buon pomeriggio,
Quando c'è un disservizio c'è sempre un motivo o politico o finanziario quindi sarà sufficiente controllare se il dirigente dell'ufficio sia interessato alla politica o
Controllare i redditi, sarà sufficiente trasferirlo di circa 300km.per eliminare il disservizio.
Non c'è ufficio che non usi questi sistemi
Spiccioli ma redditizi perché la giustizia funziona male .
Quindi per far funzionare il sistema ci vuole solo un po' di buona volontà.
Buon lavoro.
Francesco


Lettera aperta al Ministro della Sanità
prima parte
Chi le scrive è un Medico igienista con idoneità in organizzazione sanitaria Ho provato una meta-analisi per il loro contenuto dei commenti sul blog relativi alla sua circ.alle Regioni .
1) Complimenti al ministro della serie :Cara Giulia;Auguri di buon lavoro ma anche “Occhio alla lobby medica a big.pharma. Numerosi i complimenti al nuovo ( nostro) ministro : la fiducia posta è molto importante spesso è femminile, il che è un buon segno !)
2) Abolizione intramoenia
gran parte degli interventi concordano sull'abolizione dell'intramoenia e si denunciano l'ingiustificato rinvio ad un anno o più delle liste di attesa pubbliche laddove in intramoenia le prestazioni si assolvono in pochi giorni. Molte le testimonianze che segnalano la disparità contrattuale fra i medici e i dipendenti di ogni altra categoria (operaio, artigiano, impiegato )
L'ottmo Min. Bindi aveva istituito l'esclusività dei medici pubblici col SSN (con scelta definitiva). L'intra-moenia, e stata ampiamente disattesa mai andata a buon fine nel meridione. Molti sanitari hanno continuato a gestire ambulatori privati, camuffati per intra-moenia esterna autorizzata per presunta carenza di spazi in ospedale si ricorre)
A fronte di tali denunce si chiede l' abolizione tout court della libera professione ospedaliera e la netta divisione fra attività pubblica e privata e al ricorso ad esternare al privato le prestazioni. La libera professione medica è prevista nell'ordinamento ma questo principio non tiene conto che la scelta è dalla legge assicurata “nei limiti oggettivi” dell’organizzazione dei servizi sanitari. Ne consegue che la scelta debba intendersi non come “diritto soggettivo” (e come tale, non condizionata ), bensì quale interesse legittimo, soprattutto nel “diritto affievolito” qualora la legge ne consente la compressione, attuata con atto autoritativo (obbligo).

Carlo ., Padova Commentatore certificato 17.06.18 18:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Seconda parte
La libertà di scelta è “piena” per quanto riguarda l’assistenza medico-generica (rapporto di fiducia) ed è invece “limitata” nel caso di assistenza specialistica e ospedaliera (per l'emergere di esigenze obiettive di competenza ed efficienza). La Corte Cost. Ha riconosciuto legittimità, sent. n. 173 del 1987, alla legge n. 12/1982, che subordina (art.3) il ricorso ai professionisti e ai presidi convenzionati per prestazioni di diagnostica strumentale e di laboratorio al rilascio da parte delle Asl di una autorizzazione preventiva
Si segnala il Dlgs 29 .04.1998 n.124. ( art.3 co.10) La legge stabilisce il diritto del cittadino ad avere una prestazione in tempi certi e l'ACC Stato Regioni 11.07.2002, (rep.atti n.1488) ne stabilisce i tempi: 30 /60 giorni Con tempi superiori, il malato può pretendere che la prestazione sia fornita dal medico in intramoenia, senza costi aggiuntivi rispetto al ticket già pagato o nel privato .
3) Le resistenze
viene segnalato il mancato turnover dei medici negli ospedali pubblici, l'impegno burocratico e gestionale dei primari o il degrado del sistema inteso come obbiettivo via via perseguito di smantellamento del sistema sanitario universale ( fra cui il sistema dei ticket e la esternalizzazione delle prestazione (ma altri suggeriscono comprate più ore (!!!) ed ancora la riduzione di piante organiche e la concentrazione e soppressione di piccoli ospedali (nessuno invece ricorda la soppressione dei poliambulatori INAM che erano un livello intermedio fra MMG e H.)
Non mi attendevo grosse obiezioni ora, immagino in attesa di determinazioni che vadano oltre (giusta e corretta la ricognizione) la Circ. alle Regioni. La difesa si concentrerà sulla libera professione medica, che non sarà un illecito privilegio medico, ( diritto sancito dalla Costituzione all'art.32 nei limiti oggettivi : sentenza C.C. n. 173 del 1987, alla legge n. 12/1982)

Carlo ., Padova Commentatore certificato 17.06.18 18:07| 
 |
Rispondi al commento

ultima parte
4) il riordino del sistema sanitario
alcuni interventi indicano soluzioni organizzative (uso a tempo pieno di macchinari con miglior efficienza) ma nulla su prestazioni improprie ( ad esami annuali ematochimici di routine richiesti quale presunta misura di prevenzione né sul ricorso improprio al P.S
La critica ai medici di medicina generale (MMG) è di scarsa responsabilità ricettando o inviando ad analisi o accertamenti. La ANC prevede tutte le funzioni diagnostiche terapeutiche e preventive ma con ad attività aggiuntive non obbligatorie “distraggono”il MMG dalla sua essenziale funzione. Lo“Studio Medico” non necessita di autorizzazione (salvo che per radiologico) e sono la sala visita, sala d’aspetto, servizi igienici con le normali condizioni igieniche (co.2 art. 36 ACN ) volutamente distinguendo, secondo l'interpretazione giudiziale dal TULLSS ( R.D del 1934 art 193). Trascura le dotazioni in FUNZIONE DEI COMPITI CHE SENZA QUELLE DOTAZIONI NON POSSONO ESSERE CORRETTAMENTE EFFETTUATE .
Per una diagnosi oggi non si può prescindere dalla visita e l'esame obiettivo e da attrezzature (Ecg, Ecografo, Spirometro, analyser e-chim) VI È L'OBBLIGO (oggi solo implicito) e MAI ESCLUSO DI DOTAZIONE per ricondurre a livello di base e in convenzione tali prestazioni ( con ampia soddisfazione del medico e del cittadino !!!)
Da anni le critiche poste dagli ospedalieri per diagnosi sul solo sospetto clinico (in assenza di prove strumentali) suscita sfiducia nel MMG, ma l'ironia agevola il flusso di pazienti all'ospedale e con liste bloccate, alimenta il ricorso all'intramoenia ( ed extra, ove i costi privati siano inferiori al ticket.)
In conclusione ben venga un intervento sull'intramoenia specie se accompagnato da indirizzi circa la normale dotazione ambulatoriale ( ignorato dal ANC, salvo indicare che il MMG debba poter effettuare per le condizioni acute e croniche i necessari interventi diagnostici terapeutici e preventivi.)

Carlo ., Padova Commentatore certificato 17.06.18 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Gentile sig.ra Ministro, è necessario dare riconoscimento ,come malattie invalidanti, a malattie genetiche rare come il morbo di Refettof; ho già perso un fratello a soli 54 anni, ed abbiamo scoperto che anche mio nipote ed i suoi 4 figli ne sono affetti, le cure sono costose e le conseguenze molti gravi a livello cardiaco.

mariarosaria Improta 17.06.18 17:42| 
 |
Rispondi al commento

D'accordo su tutto però considerate la carenza di medici negli ospedali. Vediamo il 21 giugno prossimi alla conferenza stato regioni se il nostro ministro finanzierà ed aumenterà il numero delle borse di studio per gli specializzandi oppure se come la Lorenzin preferirà che i giovani medici Italiani emigrino all'estero. Fatti semplici che ci faranno capire subito la qualità di questo ministero e governo e se alla fine non è una riedizione dei comportamenti del PD.

Doriano Rossetto 17.06.18 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Con tutti i problemi che ci sono nella sanità partire dal tempo per avere una visita, mi sembra un pò poco. Ok ai tempi ma ci sono molte altre difficoltà, tipo spesa per le visite, ecc. non penso che devo essere io a dirvi quello che dovete fare altrimenti mi nomino Ministro da solo.

Ivo 17.06.18 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Agenti provocatori che offrono soldi a medici e caposala per saltare la fila (anche per essere operati) o altri vantaggi. Chi accetta i soldi è licenziato e non può più lavorare nel pubblico.

Sandro Scapaticci 17.06.18 15:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate ma non basta utilizzare il sistema che esisteva prima di introdurre le strutture private accreditate?
un medico nel pubblico deve solo lavorare per il pubblico se si apre una clinica privata, deve licenziarsi dal pubblico. uno scandalo. bisogna rimettere tutti i medici in riga negli ospedali pubblici.

franco demoni 17.06.18 15:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cara Grillo,
qui in Puglia, parlo di Bari, siamo a circa un anno per buna colonscopia e oltre un anno per una mammografia( Istituto Oncologico di Bari).Un altro aspetto molto negativo è la carenza di medici in strutture pubbliche non abiettori di coscienza!!!!Penso che minacciare di licenziamento i relativi direttori ASL se non coprono urgentemente il fabbisogno in ogni struttura di medici non obiettori sarebbe una buona idea!!!!!
Buon lavoro e forza M5S!!!!!!!!!!!!!

Raffaele R., 70020 BITRITTO ( BA) Commentatore certificato 17.06.18 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Premetto: la sanità in mano alle regioni è un fare sbagliato. Apprezzo l'iniziativa nella quale ripongo infinita fiducia. Spero che si usi il pugno di ferro con i boiardi di stato i quali, gattopardescamente, cercano di lasciare sempre le cose come sono. Gli italiani vessati, maltrattati, derisi, canzonati, umiliati e atterrati sperano nel Nuovo Cambiamento. Auguri e buon lavoro.

Umberto Sivieri (santommaso), Castrovillari Commentatore certificato 17.06.18 08:20| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che intanto si potrebbe iniziare con una riforma a costo zero, semplicemente obbligare i medici a decidere se vogliono esercitare la loro professione in esclusiva con il SS.N oppure esercitarla privatamente fuori dalle strutture pubbliche, visto che sono stipendiati dal SS.N. come avviene per qualsiasi altro dipendente pubblico.


Brava Giulia Ministro Grillo.
Finalmente c'è chi si prende a cuore il problema dei problemi: liste d'attesa esasperatamente lunghissime.
Grazie per quello che stai facendo.

Pier Franco Gnesotto, Roma Commentatore certificato 16.06.18 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Un altro fattore che ostacola l'attività medica ospedaliera sono i BUDGET.
I Primari devono dedicare molto del loro tempo per gestire, discutere far applicare i Budget in reparto, trascurando i pazienti.
Si arriva all'assurdo che per i Budget dei medicinali talvolta devono contenere l'utilizzo per non sforare il "Budget" e quindi compromettere anche le valutazioni.
Siamo all'assurdo: togliamo questo sistema "aziendale" e torniamo al sistema della "missione" del medico.
Ci guadagnano i pazienti e il Sistema Sanitario Nazionale.
G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.06.18 20:09| 
 |
Rispondi al commento

Non demonizziamo l'intramoenia, c'entra poco o nulla con le liste interminabili. La causa principale dei lunghi tempi d'attesa è l'eccessiva richiesta di esami strumentali e di laboratorio inappropriata, inutile ed un personale medico ridotto di numero e insufficiente, stanco per gli eccessivi carichi di lavoro. Sono più di dieci anni che siamo senza contratto e facciamo dalle 8 alle 10 ore al giorno per pochi euro: ricordo che la nostra attività LP viene pagata 60 euro/ora oltre l'orario d'ufficio. Il mio giardiniere prende di più!!!. Siamo rimasti in pochi, mal pagati e con enormi responsabilità. 6 anni di medicina e 5 anni di specializzazione meritano di più, più considerazione, piu concorsi veri dove vince chi merita, più giovani iscritti al corso di laurea. NON CI SONO più iscritti a Medicina a causa di quell'insensato esame di ammissione e peggio ancora sono le scriteriate prove di specializzazione. Da qui a 5 anni non ci saranno più medici in grado di lavorare, ma solo vecchietti stanchi e oberati di burocrazia. In alto i cuori.


penso che causa delle lunghe liste di attesa e di altre disfunzioni sia il rapporto privatistico consentito ai medici pubblici con l'intramoenia. Sento dire continuamente da persone che si sono rivolte all'ospedale pubblico che hanno risolto il loro problema sanitario quando sono passati dalla prenotazione presso la struttura pubblica (da sei mesi a oltre un anno di attesa) al ricorso al medico della stessa struttura che in intramoenia ha visitato la persona nel giro di qualche giorno ha cercato una soluzione, magari in una clinica privata con cui lo stesso medico collabora.
Questo avviene quotidianamente,diffusamente e primari retribuiti dagli ospedali, realizzano notevoli guadagni proprio con l'intramoenia oppure svolgendo attività privata in concorrenza a quella pubblica.
E' una grande anomalia che va sanata. La scelta dei medici deve essere netta: pubblica o privata, se si è dipendenti pubblici non si può svolgere attività privata nemmeno come intramoenia.
Poi vanno progressivamente eliminate convenzioni tra servizio pubblico e strutture private che hanno consentito tanti danni economici al servizio sanitario nazionale

maria t., olbia Commentatore certificato 16.06.18 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Ottima iniziativa del Ministro/a Grillo Giulia,speriamo bene...che le attese e ticket siano piu'leggeri. Una domanda al MInistro della Giustizia Bonafede, a quando la riforma della prescrizione e Le intercettazioni come mezzo di ricerca della prova
Condanna a lavori di pubblica utilità.Restiamo in attesa,grazie...

Franco Barretta 16.06.18 18:18| 
 |
Rispondi al commento

aggiungo ad un commento precedente che per onesta intellettuale bisogna anche dire che i chirurghi ,che hanno turni
, che operano nelle urgenzr dei pronto soccorso di giorno e di notte SONO PAGATI POCO per le loro prestazioni e rischiano molto .Ci saranno anche i casi di malasanita ma nel campo operatorio a ,mio modesto parere è molto difficile parlare di malasaniità anche i casi delle protesi difettose di certo la responsabilità non era dell'operatore .Vorrei precisare che non sono medico ,esercito altra professione,

carmine f., napoli Commentatore certificato 16.06.18 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Signor Ministro,
ha tenuto conto del decreto legislativo del 1998, precisamente il numero 124?
Esiste da 20 anni, nessuno lo conosce perché nessuno lo diffonde e nessuno lo applica.
Lo faccia rispettare!
Buon lavoro!

Gabriella Z., Arcisate Commentatore certificato 16.06.18 17:23| 
 |
Rispondi al commento

molti medici anche titolati,,esercitano l'intramoenia fuori delle mura dicendo ai pazienti che non ci sono le strutture intra e quindi esercitano al di fuori e molte volte ,non sempre, non rilasciano nemmeno la fattura per chi ,fortunato,paga una assicurazione extra che effettua il rimborso.e cosi i pazienti sono doppiamente beffati !
Comunque v'e molto da fare perché di fatto i tempi di attesa presso le strutture convenzionate sono di gran lunga inferiori con spese di pari importoIn ogni caso non mi risulta che i medici dall'intramoenia non ricavano nulla oltre lo stipendio perchè una aliquota degli 84 euro va al medico e di qui nasce un conflitto ,è il caso di dire "intra moenia " ,dello stessa sanità pubblica

carmine f., napoli Commentatore certificato 16.06.18 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Ministro è un ottimo progetto ..ma la mia regione,la Calabria,Le fornirà queste informazioni per tempo.? Non credo il livello di sciatteria amministrativa è dei peggiori,pensi che a Castrovillari ,mia città ,ci sono ore di fila per prenotare esami diagnostici,senza rispetto per anziani e malati, e per una colonia via urgente tempo d'attesa 3 settimane...mi hanno detto che sono stata fortunata.!!

Tina P., Castrovillari Commentatore certificato 16.06.18 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Preg.ma Sig.ra Ministra,
per ridurre liste di attesa e migliorare i servizi al cittadino andrebbero potenziati i servizi di base con l'estensione degli orari di apertura degli ambulatori dei MMG, potenziandoli con l'aggruppamento dei medici anche specialisti e dando la possibilità di effettuare esami di laboratorio e strumentali in loco. Bisognerebbe aumentare le convenzioni con le strutture private soprattutto in aree con scarsa disponibilità di quelle pubbliche.
Per evitare sprechi si dovrebbe trovare un modo per penalizzare la richiesta di prestazioni che si rivelassero "non patologiche". In tal modo si ridurrebbe la medicina difensiva del fare esami a casaccio e si ridurrebbero i tempi di attesa ed i costi. Per esempio gli esami inutili e risultati normali verrebbero pagati sia dal medico che dall'utente.
cordiali saluti
dott. massimo m. alosi

massimo m. alosi 16.06.18 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Brava ministro,il problema è veramente serio ma le politiche precedenti ci hanno fatto credere che è una cosa normale aspettare mesi e mesi, già che si pensi in modo diverso è un primo passo almeno è tornata la speranza x chi si sente offeso mentre si chiede una prestazione e ti viene risposto che la attesa è lunghissima ma sé puoi pagare allora sé ne può parlare.auguri x i vostri successi che saranno la salvezza x molte povere persone.grazie.

lanfranco sandri, roma Commentatore certificato 16.06.18 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Impariamo dagli inglesi, o privato o pubblico e non solo nella sanità. Ho però dei bei dubbi che il nostro premier voglia imporre il principio della scelta. Molti anni or sono ormai, una manina (socialista?) consenti’ solo agli avvocati, unici tra i professori universitari, di continuare a svolgere la libera professione pur percependo uno stipendio pubblico per un lavoro tanto importante quanto di prestigio quale è quello di preparare i giovani al mondo del lavoro! Quando parliamo di conflitto d’interessi, pensiamo a tutti i possibili conflitti. Non si arriva da nessuna parte, come ci insegna la cronaca di queste ore, se si pensa di voler fare una “rivoluzione gentile” con socialisti riciclati pur competenti come lo erano allora gli epigoni della Prima Repubblica o con allievi di democristiani della prima ora.

Marco Bonacina , Londra Commentatore certificato 16.06.18 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Gentilissimo Ministro benvenuto nel ruolo da decenni molto trascuratO, il suo obbiettivo è molto importante e serio e già per questo merita un grazie anticipato, tuttavia che fa da padrone al sistema nel quale un paziente si rivolge al pubblico ma poi finisce nelle mani del privato, perlomeno nel Nord est, è la collusione a scopo ovviamente di lucro ai danni dello Stato che si materializza tra: personale sanitario dirigenziale delle strutture pubbliche, in forte sodalizio con i soggetti dirigenziali delle strutture private, per cui il paziente diventa merce di scambio e paga, ma poi paga anche lo Stato: disservizio e costo diventano un unico aspetto.

L’obbiettivo del sistema pubblico/privato insondabile da qualsiasi autorità e organizzato in questa maniera: è univoco.
Ambedue mirano a defraudare le casse dello Stato, chi da dentro, in qualità di dirigente pubblico (direttore sanitario), peraltro riconosciuto al pari di un ufficiale nell’esercizio delle sue funzioni; chi da fuori, nella veste di istituto convenzionato privato con mansione pubblica, abilitato quindi ad erogare prestazioni mediche per conto della sanitaria pubblica.
Le nefandezze perverse che poi accadono all’interno della gestione del rapporto tra i dirigenti delle due strutture mediche, sono ancora peggio dell’immaginabile.
Faccio notare che denunciare non serve nemmeno più a nulla. Le Procure, con loro uomini corrotti fidati, anche difronte a casi di inequivocabile evidenza, sono le prime a proteggere il meccanismo della corruzione che divora le spese della sanita Pubblica (cane non mangia cane).

friso r. Commentatore certificato 16.06.18 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Cara Giulia, le ricordo concetti noti. Non risolverà mai il problema della Sanità finché non farà deliberare la divisione netta tra pubblico e privato. Le liste di attesa sono causate dal fatto che i medici e gli analisti possono operare in intramoenia e da privati. I medici e le società, cliniche e laboratori, hanno tutto l'interesse che il pubblico non funzioni. Se si richiede un'attività in SSN servono 3-12 mesi, se la stessa in intramoenia nello stesso ospedale circa un mese, privatamente con lo stesso medico subito. Spingendo il cittadini a cercarli da privati, guadagnano in più mentre nel pubblico per ogni attività non guadagnano nulla oltre lo stipendio. Tali operatori devono fare la loro scelta: pubblico o privato. Vedrà che tutto si risolverà con attenti controlli sulla laboriosità dei pubblici ai quali, magari, va aumentato la retribuzione.

Mau 16.06.18 13:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Onorevole Ministro, l'intolleranza al glutine è sempre più diffusa e il sistema sanitario aiuta solo i celiaci con buoni per quasi 5 euro al giorno.
Io sono intollerante al glutine che mi provoca flogosi cronica ma non sono celiaco e devo comunque comprarmi gli alimenti che ne sono privi e che non costano poco perché per quelli come me non è previsto nessun aiuto da parte dello stato.
Questa mi sembra un'ingiustizia, spero che con la vostra imparzialità risolviate questa annosa questione.
Grazie.

Il denutrito 16.06.18 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Brava dott. Grillo, ci aspettiamo una ventata di novità che vadano incontro agli interessi di tutti noi che paghiamo i contributi sanitari, buon lavoro!

Roberto P. Commentatore certificato 16.06.18 12:07| 
 |
Rispondi al commento

"Dalla Gruber le argomentazioni di Travaglio hanno asfaltato gli inetti e incapaci Zurlo (il Giornale) e Capellini (Messaggero) che insistevano a dire che lo scandalo del sistema di mazzette romane incolpava la Raggi.
Travaglio chiedeva come mai avessero preso soldi tutti meno la Raggi ma si doveva incolpare proprio lei che non aveva preso nemmeno un centesimo, mentre Sala che aveva preso 50.000 euro e pure ringraziava dovesse restare innocente mentre non un solo giornale ne parlava.
Ma il giornalista insisteva nell'aver ragione, dicendo assieme alla Gruber che, comunque, se la Raggi aveva sbagliato nello scegliere i suoi collaboratori, allora era una incapace lo stesso, per cui doveva dimettersi.
Ma allora, tutto il Pd e tutta Forza Italia dovrebbero essersi dimessi da sempre! Se solo si pensa a Dell'Utri, Previti, Lunardi, Cosentino, Genovese, Bonomo, Tassone, Galan, Pugliese, e altre centinaia di berluschini e piddini condannati per i reati più vari che vanno dal furto alla collusione mafiosa.

Sempre mi ricordo la favola di Esopo 'Il lupo e l'agnello'.
"Un lupo vide un agnello vicino a un torrente che beveva,
e gli venne voglia di mangiarselo con qualche bel pretesto.
Standosene là a monte, cominciò quindi ad accusarlo
di sporcare l'acqua, così che egli non poteva bere.
L'agnello gli fece notare che, stando a valle non gli era possibile intorbidire la corrente a monte.
Il lupo allora disse:
"Ma tu sei quello che l'anno scorso ha insultato mio padre!"
"Impossibile" disse l'agnello "Io, l'anno scoorso non ero nemmeno nato".
"Se non sai stato tu, allora sarà stato tuo padre." Disse il lupo. E se lo mangiò.
.
Insomma, se uno ha deciso di farti un torto, te lo farà anche se non ha la minima ragione.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.06.18 12:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Possibile che il cittadino non abbia strumenti per evitare che sia
"cornuto e mazziato"?

Non è arrivata l’ora di rifiutare in massa il pagamento del canone con la motivazione: Informazione falsa e tendenziosa? Magari diamo una mano ad accelerare questa benedetta riforma RAI! LUIGI!!!!

Per lo stesso motivo non si possono “raddrizzare” le tv private sospendendo la concessione statale all’emissione? Se pago il canone per l’uso dell’apparecchio televisivo, vuol dire che anche le private in qualche modo si avvalgono del mio contributo. Forse perché le concessioni statali sono economicamente sottovalutate?

E basta! Sono anni che paghiamo, ci lamentiamo e le cose peggiorano.

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 16.06.18 12:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo la formazione del governo, con l'assunzione di imporanti incarichi ministeriali,occorre necessariamente riorganizzare la struttura dirigente del movimento per impedire che i continui attacchi dell'informazione televisiva e della carta stampata nonchè della magistratura, tutti asserviti ai poteri forti e dominanti,possa ulteriormente logorare il grande consenso acquisito con le ultime elezioni politiche. Incarichi di governo ed incarichi di direzione politica non sempre possono essere conciliabili per cui, al più presto, occorre chiamare alla responsabilità di settori importanti del movimento nuove risorse che sono disponibili sia nei gruppi parlamentari che tra gli iscritti. Tutto questo dovrà essere realizzato nel più breve tempo possibile, atteso che non mancheranno ulteriori attacchi organizzati ad orologeria da chi intende avversare con metodi illeciti il nuovo governo ed impedire la realizzazione del suo programma.

Alfonso De Vita, Montoro Commentatore certificato 16.06.18 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Mi scuso con tutti per il fuori tema, ma chiedo a chi ha invocato di chiudere il finanziamento pubblico all'editoria (per evitare la continua lapidazione della Verità): ma credete davvero che De Benedetti, Berlusconi e Caltagirone possano chiudere le loro fabbriche del fango solo perchè verranno loro a mancare qualche milione? Ma non capite che pur di favorire i loro interessi miliardari, quella gente sarebbe pronta a pagare (se non fosse che si smaschererebbe) chi legge i loro bollettini di disinformazione? Sarebbe invece sacrosanto aiutare con qualche decina di milioni coloro che in totale indipendenza da interessi finanziari, industriali e politici si ponessero finalmente di nuovo scrupolosamente al puro, critico e oneroso servizio della Verità (cosa che oggi rappresenta un atto quasi di eroismo, portata avanti da pochi, cui dobbiamo grande gratitudine, x noi e x la nostra democrazia)


La Bindi,il miglior ministro della Salute,aveva istituito l'esclusività dei medici pubblici col SSN e l'intra-moenia,mai andata a buon fine nel meridione. Nonostante la legge molte figure apicali di sanitari hanno continuato a gestire ambulatori privati,camuffati per intra-moenia,poco interessati agli ambulatori e non sarà facile togliere l'osso dalla bocca del cane!

emanuele meli, catania Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.06.18 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I governi di frodo (treccani: ingannare qualcuno privandolo di ciò che gli spetta), del PD/dc-FI dei due mentecatti mafiosi e massoni del nazareno, hanno privato le povere famiglie e loro componenti dei diritti costituzionali del vivere con dignità e giustizia!
I vari IMBECILLI ed INCAPACI quacquaracqua' e omminicchi, dei passati esecutivi imposti con procedure antidemocratiche da altrettanti pdr (nominati da parlamentari eletti con leggi anti costituzionali) hanno portato il paese ed i cittadini alla disperazione con le loro leggi contro il popolo ma tante quelle a privilegiare i loro padroni, parenti e amici di merende delle caste mafiose e massoniche da cui avevano FAVORI, SOLDI e gratificazioni varie!
Tante indagini della magistratura nei loro confronti sono finite in archivio con molti dubbi e perplessità!
Ancora ieri sera, a "quarto grado", si dibatteva della morte misteriosa di DAVID ROSSI, responsabile della comunicazione di MPS, con la distruzione e scomparsa di prove che avrebbero potuto dare e dire la verità forse troppo scomoda ai vertici politici PD!
Le indagini sulle gravi accuse ai paparini di Renzi e Boschi!
Le indagini sulle spiate delle intercettazioni nei palazzi del governo, ecc..
E per lo scandalo dello stadio della roma in cui fra i sospettati ed indagati ci sono sia di PD/dc sia di FI e lega, a farne le spese, alla fine, è la onesta sindaca Virginia Raggi, che è nel mirino dei tanti vili giornalai prestituti e servi dei poteri mafiosi e massoni (kruber, vespa, annunziata, panella, merlino, floris, ecc.. ed in più lo SCEMO per eccellenza giannini, disposto a tutto pur di apparire e cianciare solo contro i 5*!
Ma la FINE di tutte queste NULLITA' mediatiche si avvicina! Non li lasceremo senza lavoro! Andranno a brucare l'erba dei parchi di roma con le povere pecorelle, molto disgustate per la vile concorrenza di tali OMUNCOLI e VIPERE!
Buon lavoro!

giova31 16.06.18 11:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gentile signor Ministro, non so se mai leggerà questo commento. Volevo solo rappresentarle quanto mi è successo non più tardi della scorsa primavera:
Per ottenere la scarpa da piede diabetico: 1) occorre recarsi presso una struttura pubblica che prescriva su modello prestampato il tipo di scarpa necessario;
2) con la prescrizione ci si deve recare presso una sanitaria convenzionata e far predisporre il preventivo di spesa;
3) con la documentazione raccolta si deve tornare alla ASL per l’autorizzazione alla spesa,
4) dopo 8 giorni si deve tornare alla ASL per ritirare l’autorizzazione,
5) si torna quindi alla sanitaria per fare il calco del piede, che è pronto in media dopo sei giorni
6) si torna quindi alla sanitaria per ritirare la scarpa assieme alla certificazione delle scarpe,
7) con scarpe (non indossate) e certificazione si torna alla struttura pubblica sanitaria che le ha originariamente prescritte, per il collaudo,
8) ottenuti il collaudo e la certificazione
9) si deve tornare alla ASL per lasciare il tutto!!!
Mi dica lei se una persona che ha difficoltà a camminare per il diabete possa partecipare a questo assurdo gioco dell’oca!
Come vede c’e molto da fare oltre alle liste d’attesa. Questa può risolversi con una banale norma regolamentare d’origine ministeriale - che se vuole posso aiutarla a scrivere - non più lunga di venti righe.

Marco Bonacina , Londra Commentatore certificato 16.06.18 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Marzia Mazzoni.
Ci dicevano che la notizia sui tratti di mare ceduti alla Francia era addirittura una bufala! Stampa e PD non al servizio dell’Italia ma asserviti alla Francia.
Toninelli ne ha azzeccata un’altra, dichiarando che il trattato c'è ma non verrà ratificato.

(Un altro affaruccio sporco di Renzi che salta)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.06.18 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Entony Tallarico.
In ITALIA la devono smettere di fare processi mediatici campati in aria, solo per far guadagnare soldi hai media ! NELLE NAZIONI CIVILI I PROCESSI LI FANNO NEI TRIBUNALI. INVECE IN ITALIA I PROCESSI LI FANNO IN TV.
CHE SCHIFO DI GENTE CHE C'E' IN QUESTO PAESE.!!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.06.18 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Giuseppe.
La RAI continua costantemente a diffamare infangare il Movimento 5 Stelle. Rai news24 stamani piu volte ha mandato in onda interviste fatte a esponenti del PD mirate a sporcare la reputazione di Luigi Di Maio asserendo che Luigi Di Maio era complice di Lanzalone, Il Movimento 5 Stelle li denunci. Sciogliete il CDA della RAI mandate a casa i delinquenti che la detengono politici dirigenti vip e quant'altro. Basta !
.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.06.18 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Pietro.
Per i giornali di Caltagirone e di De Benedetti la Raggi è colpevole dal primo giorno della proclamazione a sindaco del Comune di Roma.
Per loro il giornale " pò esse fero e pò esse piuma ". Per la Raggi è stato sempre " fero ".
Tutto sbagliato a prescindere, incapace corrotta ecc....
Portano avanti questo teorema da due anni senza tregua. Purtroppo per loro i teoremi vanno dimostrati. Servono prove schiaccianti per inchiodare un corrotto, un disonesto, e non farneticazioni.
L'unica prova certa che i romani conoscono è che il debito di Roma non cresce più, anzi addirittura diminuisce. Anche per lo stadio di Roma bisognerà aspettare la conclusione delle indagini per avere un quadro completo e preciso delle responsabilità.
Le prime carte dicono che i soliti partiti (PD - FI - Lega) hanno preso soldi e il M5S neppure un euro. Consiglio di seguire l'inchiesta sul Fatto Quotidiano per conoscere i reali contorni dello scandalo.

(La colpa di Virginia Raggi è.di non aver aperto le porte alla corruzione e al magna magna che si sono scatenuatio sullo stadio e che si sarebbero scatenati sulle Olimpiadi. tanti begli affarucci persi.)
.
Cefronio.
Finché butteranno fuori chiunque non si riveli onesto, il M5S rimarrà diverso.
Molti si illudono che una persona, solo perchè è eletta nel M5S sia santa. Ma i santi non esistono. Quindi non mi stupisco se qualche M5S si farà beccare con le mani nel sacco. mi stupiro se quello verrà difeso a spada tratta e non espulso.
.
Marraggio.
Ogni volta che verrà cacciata una mela marcia aumenteranno i consensi per i 5 stelle. Cioè, questi scandali non scalfiscono il movimento ma lo rafforzano perchè è in queste situazioni che il movimento 5 stelle si dimostra diverso dai partiti. Chi sbaglia è fuori, non esiste la riabilitazione come accade in certi ambienti politici in cui loschi personaggi si riciclano nel tempo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.06.18 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Va bene tutto cara ministro. Ma da medico che lavora da tanti anni in ospedale pubblico Le dico che il problema del mancato turnover dei medici è improcrastinabile ed è alla base di una gran parte dei disguidi nella sanità pubblica. Se non si capisce questo, o peggio non lo si vuole capire, continueremo a fare le nozze con i fichi secchi come le precedenti legislature. Buon lavoro.

Domenico Aureli 16.06.18 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Volete eliminare le false informazioni?
Bene provvedete immediatamente a togliere i contributi pubblici all'editoria e a Riformare la RAI eliminando gli attuali dirigenti,ad eliminare tutti i canali mantenendo uno solo per informazione pubblica.
Il resto non conta nulla se non dopo aver preso questi provvedimenti!
Solo così si può salvare l'Italiano dalle false notizie!

oreste *****, sp Commentatore certificato 16.06.18 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Parnasi ha finanziato PD e FI… ma i media di regime fanno finta di niente e continuano a parlare solo e sempre della Raggi.

Marraggio: "Appena uscita la storia di Lanzalone tutti a buttare m* sui 5 stelle, poi, quando è uscito fuori degli esponenti pd e fi in GALERA si è ripiegato sulla caciara politica. Aspetta un altro po' che il nuovo governo sistemi le cose in rai e i teatrini dell'orrore non li vedremo più, almeno sul servizio pubblico."

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.06.18 11:07| 
 |
Rispondi al commento

MA COME SI PERMETTONI DI DIRE 'SISTEMA RAGGI' ???
NON SCATTA NESSUNA DENUNCIA PER DIFFAMAZIONE?????

Andrea Marcato
Libro paga Parnassi.. tutti i soggetti finanziati e tutti i partiti che ne hanno beneficiato.
Incredibile: il M5S non ha preso 1 centesimo!

Onlus 'Più voci', Lega Nord, 250.000 euro
Fondazione 'Eyu', Pd, 150.000 euro
Sala (sindaco Milano), Pd, 50.000 euro
Andrea Ferro (Pd), 5.000 euro
Emiliano Minnucci (Pd), 5.000 euro
Riccardo Agostini (Leu), 15.000 euro
Claudio Mancini (Pd), 5.000 euro
Renata Polverini (Fi), 10.000 euro
Francesco Giro (Fi), 5.000 euro
Luciano Ciocchetti (Nci), 10.000 euro
Roberto Buonasorte (Lista Pirozzi), 5.000 euro
Adriano Palozzi (FI) 25.000 euro
Michele Civita (Pd) posto di lavoro per il figlio
Giovanni Malagò (Coni) posto di lavoro per il genero

Ma il problema è la Raggi .. secondo i pennivendoli venduti a dx e sx.
Ipocriti !

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.06.18 10:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma come si permette la Gruber di dire sul caso Anzalone che, che, se pure i 5stelle lo hanno immediatamente dimissionato e la Raggi non ha responsabilità penale, ha però la responsabilità politica e avrebbe con questo perso ogni verginità? Insomma si fa il processo alle intenzioni, per cui uno deve essere responsabile anche di scelte che poi si rivelano sbagliate come se avesse la palla di cristallo?
E per gli altri, che i loro corrotti non li hanno mai dimissionati e anzi hanno continuato a servirsi di loro fino addirittura a candidarli, continuiamo a non dire niente? Perché è la prassi? Perché si deve perdonare ai colpevoli ma perseguitare gli innocenti? Ma per quanto continuerà ancora questa ossessione di L7 di diffamare sempre e comunque il M5S? Ma possibile che Cairo non abbia mai alcuna responsabilità civile o penale dell'uso distorto e diffamatorio che fa della sua televisione?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.06.18 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Dove sarebbe il famoso 'sistema Raggi'? e il teorema Craxi per cui anche i 5stelle sono ladri per cui sono tutti innocenti? Solo Anzalone era implicato ed è stato subito dimissionato. E gli altri?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.06.18 10:39| 
 |
Rispondi al commento

SVEGLIA, posso quasi capire la disinformazione della 7 di Cairo o mediaset di Renzusconi ma la Rai che è un servizio pubblico non può essere pilotata da partiti politici e continuare a disinformare in modo maniacale. Spoyl system immediato, rimozione del marcio e meritocrazia in primo piano sia nell'informazione che nel SSN. Buon lavoro Ministro Giulia Grillo, spero che abbia la tenacia per perseguire gli obiettivi che si è posta come Ministro della Salute... ma le Regioni non saranno dalla sua parte.

Adriano V. Savona 16.06.18 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Carissima,dei fenomeni complessi devono essere definite le cd."condizioni al contorno",per farlo in modo inequivocabile,a mio modestissimo parere,Lei dovrebbe far "visitare" le strutture cardine del cd.SSN,ad iniziare dai CUP,da Suoi funzionari in guisa d'ordinari pazienti.
Accertata diagnosi garantita terapia.
Saluti e cordialità dalla ROMAgna.

enzo bargellini, Santarcangelo di Romagna Commentatore certificato 16.06.18 10:25| 
 |
Rispondi al commento

SISTEMA RAGGI? Non se ne può più di tutta questa disinformazione pilotata, Rai, CHE NOI PAGHIAMO in bolletta, compresa. Stamattina, ore 8,00 Rai news canale 48, intervista Orfini sullo scandalo stadio. Attacco alla Sindaca Raggi e tentativo di porre i 5 stelle allo stesso loro livello. Ma VAFFA, VAFFA, VAFFA. Sto Parnasi deve essere bastonato legalmente, le regole devono essere cambiate. E i 150.000 euro dati ai piddini? Ma con quale coraggio attaccano i 5stelle? Cambiare le pene per i corruttori é una priorità poiché i soldi che si spartiscono sono i NOSTRI. 41 BIS anche per i tanti Parnasi che inzozzano il nostro Paese e che costituiscono associazioni criminali finanziarie per perseguire i propri interessi. VAFFA ALLA 7 oramai lanciata in una campagna denigratoria contro chi sta cercando di fare qualcosa di positivo per il Paese. E VAFFA al Pd e alla Cariatide Prodi e al suo compagno di Merende Debenedetti che hanno distrutto il Paese iniziando dagli anni 80. E VAFFA a tutti coloro che cercano di gettare fango sui 5stelle. E un grosso VAFFA a Lanzalone per aver fatto i fatti suoi alle spalle del M5Stelle.


Cara Ministro Grillo, sarebbe anche necessario adibire ad altro ruolo il medico non sufficientemente preparato a svolgere il proprio incarico ripristinando l'assunto che fare il Medico è una MISSIONE! non è una professione adatta a coloro che scelgono di studiare Medicina unicamente per lo status sociale che ne deriva. Un'altro intervento urgente deve essere mirato al potenziamento delle Guardie Mediche affiancate da personale di supporto adeguatamente preparato e alla loro sicurezza. Buon lavoro.

luciano m., sassari Commentatore certificato 16.06.18 10:17| 
 |
Rispondi al commento

La politica dei governi negli ultimi decenni è stata quella del blocco delle assunzioni, nell'ente pubblico, in generale.
Lo hanno fatto nei tribunali, nelle carceri, nei comuni e nelle Asl, ecc. Il risultato lo abbiamo davanti, hanno bloccato i servizi che il pubblico forniva.
In cambio l'ente deve predisporre delle gare, che per essere espletate richiedono mesi e mesi e nel caso di contestazioni, tempi sempre più lunghi.
Parimenti la normativa di gare ha zone d'ombra, come tante volte abbiamo visto, mancano per esempio i controlli sulle prestazioni e servizio finale, fornito.
La ditta appaltante non è obbligata a fare investimenti e quando rende una struttura pubblica utilizzata, la restituisce fatiscente.
Nel periodo in cui la pubblica amministrazione non è in grado di fornire il servizio, nell'attesa dell'aggiudicazione del vincitore, l'ente ricorre a chiamare gli amici degli amici, favorendo il clientelismo per non dire, la mafia.
Quindi da sanare non c'è solo la Sanità ma tutta la normativa che regola il funzionamento della cosa pubblica.
Datevi da fare, ora siete al governo.

newmail ***** Commentatore certificato 16.06.18 10:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Ministro, sono decine di anni che i vari governi, cercano di smontare il SSN.
Ci sono quasi riusciti, hanno chiuso ospedali, favorendo le case di cura private. Ne hanno trasformati altri da pubblici a società miste con il privato. Comprano le prestazioni anzichè utilizzare le strutture e il personale pubblico, spendendo di più. Hanno tagliato le prestazioni mutuabili, costringendo il cittadino a pagare di tasca propria, e per ultimo a stipulare assicurazioni per essere sicuri di avere una copertura sanitaria adeguata, favorendo gli enti assicurativi.
Hanno bloccato le assunzioni rendendo quasi impraticabile la fornitura di un'assistenza adeguata.
Tutto quanto con l'obbligo di emanare gare d'appalto che poi, erano prive di qualsiasi controllo per la verifica di effettivo e soddisfacente,servizio fornito.
Sono sempre mancati i controlli su effettiva remunerazione di prestazioni fornite a altre regioni come pure non si è mai attivato un vero controllo sull'evasione dei ticket non pagati.
Si è voluto far credere che il SSN pubblico non funzionava e quindi andava privatizzato.
Ma non funziona così, Sig. Ministro, la salute non deve essere un bene lasciato all'umore del mercato.
La saluto è un bene e un diritto da tutelare e quindi deve essere tolta alla speculazione del privato.
Ciò che è mancato sono i controlli severi ed effettivi.
Lei ha un compito arduo, spero sia all'altezza è abbia le capacità di raddrizzare la nostra sanità così mal ridotta. In bocca al lupo.

newmail ***** Commentatore certificato 16.06.18 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Il punto è che sarebbe necessario cambiare completamente il sistema. L' attuale pseudo-aziendalizzazione porta a : direttori generali di nomina politica ( ridicole le nuove regole di nomina ) , estranei alla storia dell' Azienda cosiddetta e spesso senza visione dei punti di forza e di debolezza del sistema . Con obiettivi di risparmio nel breve per cui la prevenzione che è risparmio nel lungo periodo è la cenerentola . La nomina dei direttori di dipartimento è unita operative sono di nomina fiduciaria per cui è più ' utile ' gironzolare intorno al direttore generale che fare pubblicazioni e ricerche di livello. Scarsissima capacità in genere di valutazione dei risultati significativi ma obiettivi di poco valore. Infine nelle regioni con piano di rientro una drammatica carenza di tutte le figure professionali perché il risparmio è stato fatto sul personale che in tantissimi servizi e stremato e quindi lavora peggio.....ce ne è da fare ma con competenza e molta....

Andrea b 16.06.18 09:38| 
 |
Rispondi al commento

finalmente!!! basta chiacchere ma fatti concreti buon lavoro minstro

oreste giudice 16.06.18 09:37| 
 |
Rispondi al commento

MA QUALE SISTEMA RAGGI??
Ciro r.Napoli.
Travaglio chiarisce bene e senza possibilità di dubbi che, in questa storia dello stadio di Roma, non c’è solo la scontata mala fede dei media asserviti a renzusconi , ma qualcosa che abbiamo già sottolineato più volte riguardo la procura di Roma, e ci fa orrore pRoprio perché riguarda la magistratura, l’ultimo baluardo rimasto in difesa dei comuni cittadini contro il sistema marcio dei partiti.
I giornali ed i Tg sono stati aiutati a montare le falsità ed insinuazioni sul “sistema Raggi “ (nonostante tutti abbiano capito che l’unico personaggio vicino ai 5Stelle che abbia avuto vantaggi da Parnasi è l’avvocato Lanzalone, ex presidente di Acea e subito fatto dimettere da DiMaio non tanto per l’accusa di corruzione tutta da verificare, ma per condotte che fin da subito l’hanno posto in conflitto d’interessi. Se consigli una giunta a mediare con un costruttore, poi non accetti incarichi da lui.
Poi c'è un 5Stelle,Ferrara,che ha chiesto un progetto gratuito per il lungomare di Ostia,un bene pubblico non per casa sua,e ci sono 'omissis' dei magistrati,altro che Scafarto!
La verità è che il “manifesto programmatico, citato dal gip per descrivere il sistema corruttivo di Parnasi,non riguardava lo stadio della Roma,ma i soldi stanziati e versati da Parnasi alla onlus leghista(250.000 €),alla fondazione Pd (150.000 €) e al sindaco Sala (50.000)per oliare le ruote in vista del nuovo stadio del Milan
Qui,se andiamo un po' indietro alle accuse ridicole costruite contro la Raggi poi archiviate quando ormai in danno era stato fatto,c'è il sospetto che parte della magistratura lavori per i partiti corrotti contro il M5S,ed è un SOSPETTO GRAVISSIMO!
Caro Di Maio,urge ripulire al più presto il CSM da personaggi messi lì dal PD, FI e Napolitano..
.
Ma chiamarlo 'stema Raggi? come hanno fatto certi giornali è da querela
Con tutti poi che il televisione straparlano dei 5stelle 'che sono uguali agli altri" (ai loro criminali, si intende)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.06.18 09:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io penso che ci aspettino altri casi come lo stadio di Roma.
Non tanto credo per il coinvolgimento del m5s (è da vedere se ci saranno delle conseguenze giuridiche), ma per l'enorme montatura mediatica e penso di poter dire, con lo scopo di distrarre il pubblico da problemi ben più grandi.
Ora il m5s è nell'ufficio dei ottoni e chissà quante brutte cose ci aspetta di scoprire.
Dobbiamo rimanere uniti e avere pazienza.

newmail ***** Commentatore certificato 16.06.18 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Sono contento della sua nomina.Le espongo la situazione nella provincia di Verona:migrazioni di pazienti in altri ospedali,lunghezza assurda di prenotazioni,chiusura di ospedali,oneri per assistiti,inefficienza di quelli funzionanti.Un bacino del nordest che è in una situazione affanno.Nella mia posizione di volontario nel trasporto di pazienti che per avere una prenotazione ambulatoriale deve sopportare ore di trasferta e oneri insostenibili.Se mi legge si attivi.Un attivista 5S.

giuseppe m, mandal.giuseppe@gmail.com Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.06.18 09:29| 
 |
Rispondi al commento

La7 è totalmente berlusconiana e Cairo l'ha messa corpo e anima a fare disinformazione con una propaganda 24 ore su 24, fitta, cupa, monotematica, ossessiva. E' una televisione non di informazione politica, ma di diffamazione faziosa programmata.
Per cui può solo fallire e spero che fallisca.
Del resto non merita altri, visto che ha deciso di attaccare 18 milioni di elettori, per cui ogni volta che insulta i partiti di Governo offende loro.
Col diminuire di chi la guarda, non avrà più affari da parte delle ditte di spot e fallirà.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.06.18 09:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sull'inchiesta delle mazzette di Rorma, Scanzi dice che il M%S ci rimetterà dei voti.
Virginia Raggi è scattata con la sua denuncia come parte lesa. Se ci saranno dei 5stelle colpevoli saranno cacciati.
Io credo che la faccenda sia talmente confusa e pasticciata che la maggior parte della gente nemmeno capisce cosa è accaduto.
In quanto a Scanzi, mi sembra parecchio ondivago e non sono sicura che sia davvero amico di Di Battista e davvero un buon elettore del M5S come dice.
Certo è che il sistema della mazzette è talmente radicato in Italia che sarà difficilissimo estirparlo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.06.18 09:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Deve andare a controllare come Poliambulatori di alcune aziende ospedaliere a Roma siano aperti solo la mattina dal lunedì al venerdì con la maggior parte di agende prenotazioni NO-CUP quindi senza possibilita'al cittadino di prenotarsi. L'attivita'è ridotta ai minimi termini mentre l'intra-Moena ha le liste piene. I medici in orario istituzionale lavorano il minimo mentre in intra-Moena tantissimo. È il loro gioco. Tolga l'attivita' privata in ospedale e faccia lavorare i medici per il pubblico dal lunedì al sabato mattina e pomeriggio e le liste di attesa per visite ed esami spariranno

Walter L. Commentatore certificato 16.06.18 09:03| 
 |
Rispondi al commento

Evviva!!!

Andrea L., Venezia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.06.18 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Cara collega Ministro, auguri per il nuovo incarico, e da vecchio medico con esperienza clinica ed amministrativa, un semplice suggerimento. Corretta la ricognizione, attuale, andrebbe richiesta però la dotazione di personale e la differenza rispetto alla pianta organica. Spesso l'ambulatorio è una frazione del tempo d'impegno, principalmente dedicato ai pazienti ricoverati, senza parlare di servizi territoriali ridotti al lumicino. Quindi non solo appropriatezza delle prescrizioni, ma anche quantità di tempo disponibile; per abbattere le liste è sufficiente "comprare" ore in più come si fa nel nord Europa, è un costo sicuramente, ma se vogliamo mantenere i livelli di assistenza pubblica ......
Ho fatto in passato libera professione in ecografia, specialità assai richiesta, e sempre nella domanda inserivo la disponibilità all'abbattimento liste d'attesa. Sempre e dico sempre disponibilità ignorata dai vari enti, anche nello scorso anno che vedeva un progetto regionale volto all'abbattimento liste d'attesa.
Ritengo vada ideato un nuovo patto sulla libera professione medica, che non è un illecito privilegio medico, ma un diritto sancito dalla Costituzione all'art.32 ove il cittadino ha diritto di scelta sul medico a cui affidare salute e spesso la propria vita, un nuovo patto sociale, con garanzie ma evitando demonizzazioni.
Un buon lavoro !
(vis.prof. Unicampus Roma - risk manager ff SSR Lazio - Meetup Sanità )

Giuseppe Di domenica 16.06.18 08:54| 
 |
Rispondi al commento

Cara dottoressa Grillo, ministro della sanita' ,iscritto da qualche anno al movimento, certificato,donatore; sebbene qualche benemerito mi cancelli dagli elenchi degli iscritti e mi impedisce di votare nel sistema Rousseau;vivo a Catania, invalido al 100%, affetto da varie patologie, cancro (gia' superato), insufficienza renale stadio avanzato,,affezione alle ginocchia che mi impedisce di salire scale, senza accompagnamento, dotato di nefrostomia permanente.Sono riuscito a tener duro e a vivere a lungo grazie anche alla bravuradi ospedalieri eccllenti, straordinari,alcuni del "Garibaldi Nesima":Giorgio Giannone, Arena Antonino, Compagnone:Magnano (diagnostica), la caposala dell'urologia Condorelli,Enzo Caudullo.Nell'ultimo peeriodo tutto cio che ella signor ministro ha lamentato e' peggiorato:i manager della sanita'grazie alla Lorenzini, alla politica nefasta dlla sinistra a favore deell'integrazione, alla politica del risparmio dei manager sul personale che si sente vessato.Per i medici di famiglia la musica non cambia.Fino ad alcuni mesi fa mi facvano pagare il ticket sulle ricette() direttive nelle farmacie.

giovanni osvaldo cicero, catania Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.06.18 08:53| 
 |
Rispondi al commento

Oggi Travaglio nel suo editoriale chiarisce bene e senza possibilità di dubbi che in questa storia dello stadio di Roma non c’è solo la scontata mala fede dei media asserviti a renzusconi , ma qualcosa che noi qui abbiamo già sottolineato più volte riguardo la procura di Roma , e ci fa orrore poprio perché riguarda la magistratura l’ultimo baluardo rimasto in difesa dei comuni cittadini contro il sistema marcio dei partiti. I giornali ed i Tg sono stati aiutati a montare le falsità ed insinuazioni sul “sistema Raggi “ (non ostante tutti abbiano capito che L’unico personaggio vicino ai 5Stelle che abbia avuto vantaggi da Parnasi è l’avvocato Lanzalone, ex presidente di Acea e subito fatto dimettere da DiMaio non tanto per l’accusa di corruzione tutta da verificare, ma per condotte che fin da subito l’hanno posto in conflitto d’interessi ,se consigli una giunta a mediare con un costruttore, poi non accetti incarichi da lui ,poi c’è un 5S Ferrara che ha chiesto un progetto gratuito per il lungomare di Ostia , un bene pubblico non per casa sua ) ed il M5S DAGLI OMISSIS DEI MAGISTRATI E DAGLI “INCOMPRENSIBILE ” DEI CARABINIERI ,ALTRO CHE SCAFARTO! Mentre la verità è che il “manifesto programmatico ”citato dal gip per descrivere il sistema corruttivo di Parnasi non riguardava lo stadio della Roma, ma i soldi stanziati e versati da Parnasi alla onlus leghista (250.000 euro ), alla fondazione Pd ( 150.000 euro ) e al sindaco Sala ( 50.000 ) per oliare le ruote in vista del nuovo stadio del Milan.
Questa cosa che ci sia solo il sospetto( ma qui
se andiamo un po indietro alle accuse ridicole costruite contro la Raggi poi archivite a babbo morto quando ormai in danno era stato fatto : altro che sospetto ! ) che parte della magistratura lavori per i partiti corrotti contro il M5S è GRAVISSIMA . Caro Di maio & C. urge ripulire al più presto il CSM da personaggi messi li dal PD , FI e Napolitano , quelli che fanno da sponda per intenderci.

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 16.06.18 08:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Due cose oggi sono pressanti e non rimandabili:
-fare al più presto un sistema elettorale civile, democratico, rappresentativo e che consenta la governabilità, prima che gli avversari uniti ci rovescino

-e dare una regola democratica all'informazione, specialmente quella televisiva, affinché non continui ad essere solo un attacco unitario, massificato e diffamatorio del M5S.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.06.18 08:45| 
 |
Rispondi al commento

La gente sempre di più capisce le menzogne plateali di Renzi ma la vera informazione è ancora molto scarsa e ce l'ha solo chi sa girare bene internet, cosa che è solo di pochi, senza contare la mancanza totale nei più di senso critico, il che produce un vero gregge di pecore, specie tra i poco alfabetizzati e gli anziani. Questo spiega perché con Renzi il Pd abbia perso solo 5 milioni di voti e Berlusconi solo 4 milioni e mezzo e perché il M5S fatichi a reggere le posizioni. Ma, finché le televisioni saranno libere di dare questa disinformazione faziosa e a senso unico, sarà difficile sperare che gran parte degli italiani capsica quelloc he è avvenuto e che avviene. Le pecore continueranno a seguire le volpi.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.06.18 08:41| 
 |
Rispondi al commento

Per ridurre le liste di attesa esiste già una possibilità prevista dalla normativa, che tuttavia non viene quasi mai applicata. Essa prevede che la libera professione intramuraria dei medici dipendenti venga sospesa quando i tempi di attesa non sono rispettati.

Michele S. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 16.06.18 08:38| 
 |
Rispondi al commento

Stanno avvenendo fatti mostruosi

Da una parte il contrasto netto tra gli slogan viscerali di Salvini e il comportamento corretto e civile del Presidente Conte e del M5S. Due stili diversi, due azioni diverse, due modi diversi di governare

Purtroppo, in conseguenza di questo, abbiamo da una parte la pancia del popolo meno colta e più accanita che fa aumentare il consenso da Salvini, e dall'altra molti del M5S che uniscono questo e quello e, sdegnandosi per Salvini, rifiutano anche il M5S

Il resto la fa una propaganda cieca e martellante.
La gente è di una ignoranza abissale ed è preda di una disinformazione programmata dei giornali (i settimanali sono anche peggio!) ma soprattutto della televisione, che martella 24 ore su 24 contro il nuovo Governo con una manipolazione mentale allucinante che fa presa soprattutto sugli anziani.
Per questo è urgente che l'informazione subisca una regolamentazione immediata, democratica e pluralista, che non sia dispotismo ma almeno controlli l'attuale informazione a senso unico, dittatoriale e assolutistica che è solo bieca propaganda neoliberista.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.06.18 08:35| 
 |
Rispondi al commento

Auguri ministro, ne avrà bisogno, sta andando al fronte, a combattere sia la burocrazia sanitaria che la mafia dei camici bianchi.

martamaria 16.06.18 08:32| 
 |
Rispondi al commento

per diminuire i tempi di attesa basta fare lavorare le macchine usate per gli esami 24 ore su 24; se dovessi avere bisogno di un esame urgente andrei a farlo anche alle 3 di notte!!!!

Sergio Mazzesi 16.06.18 08:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Ministro, occorre ripristinare il dovere di esclusività dei dipendenti pubblici. Non si può consentire ad un medico ospedaliero di svolgere privatamente la propria attività utilizzando la struttura pubblica. Occorre eliminare l'intramoenia che rappresenta un vero e proprio conflitto d'interesse legalizzato. In tal caso infatti il medico sarà interessato a lavorare meno come pubblico sapendo il riflesso positivo che tale comportamento avrebbe sulla sua attività privata.
Tanti auguri per la sua attività. Continuerò a votarvi.
Giancarlo

Giancarlo Di Lucanardo 16.06.18 08:25| 
 |
Rispondi al commento

Ri-post.Vorrei mettere all'attenzione del "nostro" ministro della sanità Giulia Grillo, un quesito certamente secondario, nelle tante incombenze che l'aspetteranno.Ma il problema della tassa demenziale messa sulle sigarette elettroniche andrà risolto.- tabagisti+ salute-spesa nelle cure.Quella porcata targata pd fatta in piena notte e che a"visto" raddoppiare il costo dei liquidi..andrà corretta danneggia sia i consumatori (non più tabagisti) che i produttori. Un comparto in cui sono coinvolte (consumatori e produttori)... milioni di persone Un ringraziamento . Per il solo fatto che ci siete, ci si deprime molto meno.Grazie

m.m 16.06.18 08:22| 
 |
Rispondi al commento

FACCIA A FACCIA CON I CANDIDATI SINDACO A CONFRONTO SUI TEMI PIÙ SENTITI DAI CITTADINI

Lavori pubblici, lavoro e commercio locale, impianti sportivi, l'università, inceneritore, cultura,il dissesto del Comune di Terni, mobilità, turismo...: questi i temi sui quali i giornalisti presenti al Palazzo Gazzoli hanno sollecitato Thomas De Luca del M5S e Leonardo Latini del CDX.

Quello che per me era più importante, oltre le risposte alle domande dei giornalisti, era quello di conoscere la capacità di analisi e il livello di conoscenza dei problemi della città di Terni.

Il candidato del Movimento 5 stelle De Luca è apparso più preciso, concreto e preparato, ho visto la grande l’esperienza e conoscenza dettagliata della città di Terni dovuta all'impegno come consigliere comunale.

Invece Latini è rimasto molto sul generico, impreciso e vago, scarsa conoscenza dei temi perfino ha confuso i problemi locali e i limiti dei poteri del sindaco con quelli nazionali. Avvocato Latini, candidato del centrodestra: purtroppo non esiste un corso accelerato per fare il sindaco, altrimenti le avrei consigliato di iscriversi.

NON SI PUÒ IMPROVVISARE DAL NULLA UN SINDACO PER TERNI

Shir akbari 16.06.18 08:02| 
 |
Rispondi al commento

SFIDE
Malgrado la crescente dolorosa inabilità a camminare, ho deciso di partire ancora una volta per Londra per vedere i miei nipotini. Non sia mai che butti via l'ennesima occasione. La vita ci propone continue sfida. Sta a noi superarle. Uno dei motivi per cui amo il M5S è questo doversi confrontare continuamente con se stesso per andare avanti, malgrado gli infiniti ostacoli che gli vengono frapposti.

“Le migliori sfide da vincere sono quelle con noi stessi! Piccole o grandi che siano, l’importante è vincerle! Riuscirci significa migliorare tutta la nostra vita.”

Voglio dire come Oscar Pistorius :-)
“Non mi sono mai concentrato sui limiti della mia condizione ma ho sempre cercato di intuirne le possibilità, le sfide che poteva lanciarmi.”

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.06.18 07:58| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno Prof. Occultis, La invito a continuare a dare lezioni sul Blog e a non esitare a correggermi qualora riscontrasse errori grammaticali.
E' un piacere apprendere da Lei.
Saluti

Clo' ., Bologna Commentatore certificato 16.06.18 07:58| 
 |
Rispondi al commento

permesso di soggiorno veloce (e i fondi per farlo?), il 5 per mille diventi legge, un altro 5 per mille per le organizzazioni no profit, servizio civile di 3 o 6 mesi obbligatorio, sequestro più facile dei beni mafiosi (ma dove???).
Oltre a quanto detto, colpisce l’assenza di provvedimenti per un fisco equo e trasparente, la superficialità con cui si pongono degli obiettivi senza dire come raggiungerli, le tre I di Berlusconi, Inglese, Impresa e Informatica e il diluvio di privatizzazioni su tutti i servizi dello Stato,in pratica uno Stato in mano alle multinazionali o a derivati della mafia
Anche sulla mafia c’è una omissione pesante come in tutte e tre le sue Finanziarie
Poi ci sono cose inutili come il ministero per l’attuazione del programma che non serve a niente ma c’è già
Altre sono ridicole come promuovere la natalità (Vedi la Lorenzin) quando sul pianeta siamo già 7 miliardi, programma demenziale persino per la nipote del Duce, ma Renzi è uno scout, molto osservante di Santa Madre Chiesa che vuole il formicaio e la Chiesa gliene sarà grata
Anche sul diritto di voto a 16 anni avrei da ridire e mi spiace che sia anche nel programma della Lega.
Renzi ha nominato all’Ambiente e allo sviluppo economico persone come Galletti e Guidi, difensori del nucleare, dei termovalorizzatori, della Tav in Valsusa e del Ponte di Messina (begli ambientalisti davvero!).
E nulla è stato fatto per la difesa idrogeologica del territorio, fiumi, sorgenti, laghi, case, scuole. Eppure è questa la vera grande opera italiana e non si tratta solo di un problema di risorse ma anche di regole troppo spesso ignorate o derogate da Comuni e Regioni. Mentre ben 86miliardi sono stati regalati alle banche assassine senza nemmeno chiedere un regola un più, 23 miliardi alla NATO per nuove guerre e 15 sono tutt’ora vincolati ai cacciabombardieri che portano bombe atomiche con un aumento del 23 % delle spese militari, e poco o nulla è stato speso in 3 anni per il recupero del nostro Paese

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.06.18 07:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alla ministro della Salute Giulia Grillo: Ri-post Droghe:Non credo che molti capiscano. Molti vedono le droghe come il male assoluto.Ma circolano (le droghe) lo stesso e in maniera "libera" roba sporca.Tenerla in maniera legale eviterebbe a tante merde di arricchirsi.Eviterebbe anche il contagio da terribili malattie e si eviterebbero tanti reati. (Commessi alla droga, per procacciarsi il denaro, per acquistarla.)Non è poi così difficile da capire.(Legalizzare.) Equazione di legalizzare:+salute-delinquenza-meno spese sanitarie+pace sociale e via discorrendo.... A Napoli la camorra rimarrebbe con, un cazzo da fare,disoccupata(ho quasi)finirebbero le"stese"delle baby gang perchè non ci sarebbe più niente da stendere.I Napoletani potrebbero tornare a dire "video o mare quanto è bello".Allo zen i bambini potrebbero tornare a giocare per strada.Il giambellino, finalmente liberato dopo 45 anni di "storie di merda".Tanti partiti non sopravviverebbero, senza dazioni occulte,provenienti da quel mondo .Le carceri si libererebbero di tanti "disperati"...e libererebbero il posto, per chi veramente meriterebbe di stare lì.et voilà ecco risolto il problema del sovraffollamento carcerario. Si potrebbero riempire di colletti bianchi e affini.Un ultima cosa potremmo far tornare a casa il nostro esercito,dall'Afghanistan.("Visto che non si è ancora capito perchè sia ancora lì???) Ps. Dimenticavo:A Ostia, gli Spada andrebbero solo affanculo.
Au revoir.

m.m 16.06.18 07:41| 
 |
Rispondi al commento

La spiegazione è molto semplice:
già dalla prima Leopolda Matteo Renzi dichiarò il suo intento di privatizzare lo stato sociale a 360°, il che voleva dire azzerare i servizi che lo Stato dà ai cittadini, peggio ancora di quanto avviene negli Stati Uniti dove ti curi solo se hai una assicurazione privata costosissima, sennò crepi e non ti accolgono nemmeno al pronto soccorso o non ti fanno l'interventi di cui hai bisogno. Il che vuol dire che 28 milioni di americani sono senza cure.
Io stampai subito il programma
Scrivevo su Masada nel 2014:
"I CENTO PUNTI DI RENZI

Mi lessi al tempo il faldone di 300 pagine di Prodi di cui Prodi non realizzò nemmeno un punto. Mi sono letta poi i 100 punti di Renzi alla prima Leopolda, una strana miscela di vecchiume, banalità, mondo cattolico e volontariato scout, condito con un abbondantissimo neoliberismo, nessun elemento di sx nemmeno per sbaglio, nessuna difesa dei beni collettivi (ha votato a favore della privatizzazione dell’acqua), uno Stato leggero con un diluvio di privatizzazioni, nessuna crescita della democrazia dal basso, molti aiuti all’impresa, nemmeno una parola su disoccupati e precari, poco su scuola, ricerca o energie verdi, silenzio assoluto sui nostri rapporti con l’Europa, nemmeno una parola sulla guerra e la spesa in armi, né sulla difesa del territorio, sul trasporto merci, sui costi della Chiesa..
una Camera sola, abolizione del Porcellum, abolizione dei vitalizi (mai fatta), costo standard alle Regioni, abolizione delle Province (mai fatto), addensamento dei piccoli Comuni (mai fatto), abolizione del finanziamento pubblico ai partiti e ai giornali (è rientrato in altro modo), le camere di commercio non siano imprese, abolizione del CNEL, dimezzamento dei consiglieri, abolizione delle agevolazioni pubbliche a sindacati simili, eliminazione dalla politica dei corrotti(mai fatta), razionalizzare le missioni militari(siamo entrati in guerra anche in Siria!!),maggiori scambi coi paesi mediterranei

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 16.06.18 07:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1)

.... ma quali Hot-Spots ?


Voi pensate che un'emigrante economico od un rifugiato (finto)

si metterebbe in fila nelle mani di un campo di smistamento di merci umane

dove rischiano di essere respinti anziche di provare con garanzie di successo superiori sul mare ?

E una volta respinti cosa ne fate di questa patata calda ?

Queste "soluzioni" sono nientaltro che la continuazione degli sbarchi in Italia ma te la rivestono con un finto controllo che addolcisce l'opinione pubblica per farli star buoni !

O pensate di aprire Hot-Spots in Afganistan per tutti quelli che vogliono venire in Italia/Europa, o ne volete aprire uno in Cina...o un paio in Messico....o un paio in Venezuela...e tanto che ci siamo un paio in ogni parte del mondo da dove si vuol scappare per l'Italia a costo degli Italiani usando le tasse loro...

l'Italia che ha un debito di piu di 2000 miliardi di €uro deve farsi carico di questa gente e dei seguenti costi ...invece che difendere la propria gente prima di tutto dai disoccupati ai terremotati ai pensionati...

l'Italia che non se lo puo permettere mette i suoi cittadini al secondo posto per aiutare questi che se lo son cercato di rischiare la vita su mare con la benedizione del PD ed il Papa che anzichè di aiutare i 4 milioni di Italiani che vivono sotto la soglia della povertà predicano con un falso buonismo alla "Macron" a favore di farli entrare nel nostro paese aumentando cosi il successo ed i flussi degli scafisti verso l'Italia.
Poi una volta in Europa che non ha porte di casa chiuse cioè i confini chi mi garantisce che questi dalla Francia non mi vengono in Italia assunti dai caporali a €3 per migrante per cogliere i pomodori al sud (mentre io Italiano li coglievo per €5 a cassetta) e mentre vendono CD DVD taroccati danneggiando i diritti d'autore o che ti vendono cinte borse pantaloni vestiti accendini tutti taroccati al mare o davanti i centri Commerciali che

John Buatti 16.06.18 07:14| 
 |
Rispondi al commento

2)


i centri Commerciali che danneggiano le vendite delle ditte Italiane taroccando i loro prodotti ed io cioè l'Italia ci devo dare €40 giornalieri in cima a questi abusivi mentre mi rubano in case Italiane e mi stuprano le donne e mi accoltellano e mi sparano e chi ci va di mezzo per la legge Italiana sono le vittime di questi e se non bastasse gli devo pure dare la mia stanza d'albergo che noleggiavo o la mia casa in cui vivo o Renzi mi fa arrestare con la legge cheha fatto passare ?!

Non diciamo cazzate !

Io no ci sto a questa truffa legalizzata!

Questi smerciatori di merci umane si fermano li a 100 metri dalle loro coste e si spediscono indietro dato che non ci sono guerre nei dintorni che io sappia, usando decine di piccole vedette satellite radar (anche mobili e in mare) e termico ad infrarosso che avverte il momento in cui ne avvistano una barca no un Hot-Spot !

E poi la Francia ci viene a dire come si risolve il problema?

Allora perche Minchion non lo ha gia fatto quando c'era Renzi invece che ora?

E per quanto riguarda la Raggi tutto era stato pianificato e pronto nel cassetto di tirar fuori uno scandalo dopo le elezioni per tirarci in ballo la Raggi visto che il M5S ha appena vinto le elezioni ed è andato in governo,
mentre i media riportano le cose a metà tralasciando pezzi di evidenza che la Raggi non c'entrava a detta dei magistrati, ed è chiaro che sono riusciti a corrompere questo avvocato per creare lo scandalo.

Tirare dritti per la meta..piccolo passo alla volta!

John Buatti 16.06.18 07:14| 
 |
Rispondi al commento

#PRIMAGLIONESTI
Abbiamo il dovere di dare luogo alle priorità ?

CORRUZIONE
CERTEZZA DEL DIRITTO e PENA
POTENZIAMENTO MAGISTRATURA
INASPRIMENTO PENE POLITICI\DIPENDENTI PUBBLICI CORROTTI
POTENZIAMENTO INTERCETTAZIONI
TRACCIABILITA PAGAMENTI

#PRIMAGLIONESTI

MARIO F. Commentatore certificato 16.06.18 06:24| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna eliminare il Numero Chiuso alla Facoltà di Medicina perché la Sanità Pubbliba ha bisogno di più Medici per soddisfare le esigenze dei malati. Altro punto è quello di imporre il tempo pieno e l'esclusiva ai Medici ospedalieri, non si può servire due padroni! Terza questione sono le risorse finanziarie e qui si può risolvere tutto spostando gli stanziamenti dal Ministero della Difesa a quello della Sanità, cioè facendo il contrario di quello che han fatto gli ultimi governi.Buon lavoro Giulia. G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.06.18 06:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://m.espresso.repubblica.it/inchieste/2018/01/22/news/cosi-stanno-uccidendo-la-sanita-pubblica-1.317368

Tutta colpa del maledetto pd ovviamente.

Mario 16.06.18 04:52| 
 |
Rispondi al commento

No, mi dispiace, ma è tutto inutile e privo di senso!
Qualcosa è cambiato drasticamente nel Movimento, non sull'Euro o sulle regole interne, come la stampa di regime vuol far credere a i fessi che ancora guardano la tv e leggono i giornali; l'unica cosa che è veramente cambiato nei Nostri obiettivi originari, è sul tema della Sanità.
Al principio volevamo separare nettamente il pubblico dal privato, stabilendo che i medici e gli infermieri che lavorano per il pubblico dovessero guadagnare di più e essere garantiti con contratti stabili, a condizione però che non potessero praticare nel privato. Poi quando abbiamo ''specificato'', ''dettagliato'', il programma, c'è stata una drastica marcia indietro e si è accettato il principio dell'intramoenia....... ed è stato accettato da tutti quelli che hanno votato a favore. A mio parere fu un errore, perché il conflitto di interessi in Sanità, più che in qualsiasi altro settore, è una cosa esecrabile! Non meravigliatevi poi se ci sono persone che non si fidano delle istituzioni, della medicina ''ufficiale'' e considerano il parere di un luminare al pari di quello di chiunque altro. Credo che proprio quest'ultimo punto sia il danno più grande che le politiche sanitarie degli ultimi trent'anni hanno provocato: una incrinatura della fiducia, un danno socioculturale gravissimo e potenzialmente devastante.

Capisco anche che non si può combattere su troppi fronti e che non si può avere tutto subito. Tuttavia, sono convinto che questo argomento, la netta separazione tra pubblico e privato in Sanità, avrebbe accresciuto enormemente i Nostri consensi; ma non si è avuto il coraggio delle proprie idee.......

Mi dispiace molto!

Il Barone Zazà 16.06.18 04:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve. Sono di Roma.Sono andata al ASL ha prenotare la mammografia,ecco,visita ginecologica con paptest ed eccodopler. Sapete quale è stata la risposta?Non si può fare nulla,non ci sono più posti prenotazioni chiuse,vada dal privato. Tutto ciò mi costerebbe 500 euro. Ecco come siamo arrivati.

Gina Tataru, Roma Commentatore certificato 16.06.18 03:56| 
 |
Rispondi al commento

Bene, brava ministra e buon lavoro.

Mario 16.06.18 02:57| 
 |
Rispondi al commento

Giulia...Moltissimi problemi andranno a soluzione con la fine dell'intramoenia...

Giornalisti RAI vergognosi

Claudio G., Olbia Commentatore certificato 16.06.18 02:24| 
 |
Rispondi al commento

-----------------------------5☆E’ tutto da rifare

La complessità che dovrà affrontare il Ministro della Sanità è enorme
perché la compenetrazione subdola e strisciante, da anni, tra pubblico e privato ha creato conflitti di interesse e inquinato tutte le azioni di tutti i soggetti con “parte in commedia” nella Sanità, in un modo o nell’altro.

Solo i cittadini hanno perso e ci perderanno soldi e salute da uno stato di cose marcescenti, come la mente di chi, nei governi precedenti, le ha favorite. E’ TUTTO DA RIFARE per riportare, secondo Costituzione, il diritto alla salute dei cittadini sotto il controllo e la responsabilità dell'amministrazione pubblica.

Forza Giulia.

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 16.06.18 00:36| 
 |
Rispondi al commento

Brava Giulia

scipione SCAPATI, CERVIGNANO DEL FRIULI Commentatore certificato 16.06.18 00:19| 
 |
Rispondi al commento

scusate ma vorrei sapere cosa aspetta il m5s nazionale a fare chiarezza sul caso Anzalone...è un silenzio assordante che ci fa solo del male

elio d'annunzio 16.06.18 00:12| 
 |
Rispondi al commento

Non vedo l’ora che cambi aria! Che Dio benedica tutti voi.
Una domanda : perché un medico può lavorare in azienda pubblica e privatamente mentre io, con stipendio a tempo determinato di €1300,00 scarsi , unica entrata finanziaria in famiglia, non posso fare un altro lavoro in proprio per vivere Meglio? A scadenza di contratto potrei essere fuori e non avere più un lavoro a 50 anni! Via alla stabilizzazione anche senza aver i 3 anni di servizio, laddove c è penuria di personale ! Che senso ha aspettare i 3 anni se L azienda ha bisogno di personale?
Mi ritrovo a fare concorsi altrove quando a casa mia ho un lavoro ma fino a dicembre anche se c è bisogno di personale !
L’Italia finora è andata al contrario ! Spero in voi!
Si alla stabilizzazione prima dei 3 anni!
Si alla possibilità di fare seconda attività se rischi di tuo, senza togliere possibilità agli altri , anzi creando lavoro per gli altri o diversamente , togliere tale possibilità anche ai medici , avvocati ed altri professionisti !

undefined 16.06.18 00:10| 
 |
Rispondi al commento

Qual'è il PROBLEMA??!!...la SANITÀ funziona BENISSIMO...basta solo chiamarsi GIORGIO NAPOLITANO..ma VAFF a TE "onorevole" non so come si chiama del PD e ki ti VOTA!!!

GIANNI GROSSI 16.06.18 00:10| 
 |
Rispondi al commento

Il postino ha ragione, io ho un contratto di lavoro, che mi obbliga ad effettuare le mie prestazioni solo per la mia azienda.
Perché i medici fanno lo stesso servizio nel pubblico e privatamente, addirittura a spesso nella stessa struttura.
Io sarei licenziato immediatamente.

Conflitto di interesse

Emanuele M., Piacenza Commentatore certificato 16.06.18 00:08| 
 |
Rispondi al commento

I PENSIERI DI BELLAVISTA

Io non sono avaro, solo pidocchioso. A Napoli si chiamano pidocchiosi tutti quelli che soffrono nello spendere cifre alquanto modeste. Magari sopra i cinquemila euro non ci fanno caso, ma sotto i cinquanta euro soffrono come bestie.

m.m 15.06.18 23:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma perché non si pensa di estendere gli orari di servizio delle strutture che operano indagini strumentali pubbliche anche alle ore serali e notturne? Piuttosto che aspettare due mesi per una tac la farei alle tre di notte. Probabilmente si riuscirebbero anche a gestire i costi. Una apparecchiatura diagnostica costosa non dovrebbe stare mai ferma.

Fabio Campa 15.06.18 23:52| 
 |
Rispondi al commento

Sanità in Italia, vuol dire spartirsi miliardi di euro,che finiscono ai soliti "baroni" noti, ed alle cliniche private.Le liste di attesa,i medici di famiglia, per questi pezzenti, sono sciocchezzuole,i problemi per loro sono altri e di facilissima(fino a ..ieri) soluzione.Domani aspetto,di leggere il commento,di vittoriuccio feltrinello,chissa,il re delle cliniche private ed ex portantino(suo padrone), cosa gli avrà detto di scrivere....sarà incacchiato?.. l'avrà presa male?Povera Giulia,che brutta gatta da pelare.

Canzio R. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 15.06.18 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo un esempio pratico: se la lista d'attesa diventasse troppo breve come farebbe un oculista dipendente dell'ospedale a fare interventi di cataratta privatamente? morale c'e un colossale conflitto d'interesse Io quando ero stata assunta presso poste italiane avevo dovuto firmare un documento con cui mi impegnavo a non fare nel tempo libero un lavoro che fosse in concorrenza con poste- spero di essere stata sufficientemente chiara

lucia 15.06.18 23:33| 
 |
Rispondi al commento

Chi è Rebecca Kasner ?

vincenzo di giorgio 15.06.18 23:31| 
 |
Rispondi al commento

Le liste di attesa sono, da sempre, una vergogna.
Ma per non occuparsi del casino Lanzalone Giorgetti Parnasi & C., ci vogliono davvero nervi di acciaio.
Forza Virginia.

Gian Paolo Barsi, Serravalle Pistoiese Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 15.06.18 22:53| 
 |
Rispondi al commento

forza !! coraggio perché vai accanto a gli interessi di strutture private che si ingrassano giorno dopo giorno e non vorranno certo mollare l'osso!! Ma con quello che si spende per la sanità pubblica è d'obbligo funzioni.

Paolo 15.06.18 22:38| 
 |
Rispondi al commento

Ospedale di Sesto S.G. (Mi)
Visita c/ecografia tiroide ...prenotato nel 2016 visita a Giugno 2018.
il Cup mi ha telefonato dicendo che l'appuntamento é spostato per motivi tecnici, e non sanno neanche indicarmi più o meno quanto dovrò aspettare.
Capisco spostare un appuntamento, ma almeno ci dovrebbe essere una data certa.
Assurdo ... sono senza parole e oltretutto gli esami non vanno bene, l'ho riferito all'operatore che mi ha telefonato: risposta non sappiamo cosa fare, non abbiamo nessuna disposizione. Sono passati 20 gg. e ancora non si é fatto sentire nessuno.
Che oscenità ...

Marisa Palermo 15.06.18 22:33| 
 |
Rispondi al commento

Con l'impegno e la perseveranza, Giulia riuscirai ad attuare il programma. Importantissima la collaborazione con tutti i portavoce regionali del M5s, anche in vista delle prossime elezioni regionali. Dobbiamo far capire che siamo una squadra...... e chi gioca di squadra è vincente!! In bocca al lupo Giulia!

Michela Carota 15.06.18 22:33| 
 |
Rispondi al commento

auguri cara Giulia...un bel covo di serpenti sarà...mi colpiscono sempre i dettagli nelle vicende...mi spiego...in un suo
video Roberta Lombardi dice.."ho incontrato una sola volta Parnasi, ho preteso di incontrarlo alla camera dei deputati in modo che la sua presenza fosse registrata"....ora mi chiedo....ma come diavolo fate a lavorare in un clima simile....dovete guardarvi pure dall'aria che respirate e tantèèèèè....non è sufficente....vi ammiro tutti quanti....ma di cuore....un ambiente cosi marcio da doversi guardare da tutti....non ce la farei proprio....grazie davvero cara giulia

silvana 15.06.18 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Che Lei si attivi per ridurre le liste d'attesa e' sicuramente posigivo. PERO' LE CHIEDO SE PUO' APRIRE UN PUNTO DOVE POTER ASCOLTARE I SUGGERIMENTI DEI CITTADINI. NE SENTIRA' DELLE BELE.

Roberto Maccione Commentatore certificato 15.06.18 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ragazzi, ma a riorganizzare i cari vecchi medici di famiglia??? .Quelli attuali pur di non prendersi le proprie responsabilita' sono diventati dei semplici "sciviricette",per ogni stronzata ti mandano a fare analisi e rakkdiografie e cavoli vari, per ingozzare i centri privati perche' "giustamente "nel pubblico non c'e' posto..ma non e' che e'tutta na mossa per favorire il privato a pagamento?????.MINISTRO GRILLO TI PREGO VAI A FONDO SU QUESTA VICENDA PERCHE' NOI POVERA GENTE NON SEMPRE ABBIAMO I SOLDI PER ANDARE A PAGAMENTO.A VOLTE SIAMO COSTRTTI A RINUNCIARE ALLE CURE PER POTER FARE LA SPESA, E CIO NON E' DIGNITOSO. CON AFFETTO NICOLA.

nicola resciniti, roma Commentatore certificato 15.06.18 22:06| 
 |
Rispondi al commento

Togliete i burocrati di partito dai vertici delle Asl e, se sono stati trombati dalla politica, che vadano a lavorare...

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 15.06.18 22:01| 
 |
Rispondi al commento

sono 5 ani che sono stato operato alla prostata,tolta tutta. dovevo fare se tutto andava bene 10 visite ne ho fatte 6 causa abbandono del urologo e altri problemi adesso devo fare la radio terapia e devo farne 63 se tutto va bene
io sono stato operato a Merate e adesso devo andare tutti giorni a Lecco Andata e ritorno un 70 km.molto disagio x un ammalato non vi sembra????

Donato V., Paderno d'Adda Commentatore certificato 15.06.18 21:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buone queste proposte ed inizio del programma. Incaricare anche l'altra categoria di medici-veterinari,i loro costi, esami clinici e costo delle medicine che costano il doppio/triplo rispetto a quelli umani pur contenendo lo stesso principio.Inoltre sul 730/CUD la cifra rimborsata è esosa! La categoria dei dentisti con le loro cifre esorbitanti verrà considerata?

Anna Maria Curradi 15.06.18 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Esempio: Faccio la prima visita e il medico mi dice di tornare per il controllo fra 6 mesi. Cerco di prenotare la visita tramite CUP . Ma mi si risponde che le liste o sono chiuse o per quella data non e' possibile e quindi passano altro che sei mesi . Non e' possibile fare in modo che la prenotazione sia automatica una volta che mi e' stato detto quando tornare per il controllo?

undefined 15.06.18 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Intanto la regione Lombardia (a guida leghista), per DECRETO, senza discussione in consiglio, vara il decreto appropriatezza per la gestione del paziente cronico, di fatto scavalcando l'unicità del medico di famiglia come riferimento del paziente e gettando le basi per la PRIVATIZZAZIONE del medico di famiglia e del SSN (non si capisce poi perché in Italia le privatizzazioni le facciano sempre coi soldi PUBBLICI)!!!

Angelo Attanasio 15.06.18 21:40| 
 |
Rispondi al commento

...conte..: ''l'amico macron..." dato che c'era gli poteva chiedere ''scusa'' per il ''vomito'''..Tante chiacchiere nell'incontro, come sempre,ma tutto come prima...una gran bella riuscita il ''conte''..

Tony 15.06.18 21:37| 
 |
Rispondi al commento

RENZI

"Bonafede venga a spiegare quali sono i suoi rapporti con Lanzalone."

Ma va a cagare.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 15.06.18 21:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per superare le liste d'attesa, si deve dotare ogni zona di poliambulatori sufficientemente forniti di specialisti, personale infermieristico, strumenti ecc., atti a far fronte alla domanda del territorio.
E' inutile girarci intorno, si guarda la richiesta per ogni specialità, laboratorio ecc. e si fornisce il centro di mezzi necessari a soddisfare la domanda. E' evidente che per ogni specialità devono essere costruiti i calendari delle disponibilità e che le prenotazioni si devono caricare dai vari cup.
Anche in questo caso, forse per risparmiare (?) o per favorire il privato, si sono ridotti gli orari di apertura degli sportelli per la prenotazione (roba da matti). Addirittura le Asl, per prenotare si servono delle farmacie, si vede che hanno anche loro un certo tornaconto.

newmail ***** Commentatore certificato 15.06.18 21:33| 
 |
Rispondi al commento

Uun decreto legislativo del 1998, precisamente il numero 124, detta delle direttive ben precise in materia di liste d’attesa.
In particolare, il comma 10 dell’articolo 3 sancisce che le Regioni sono tenute a disciplinare i criteri secondo i quali i direttori generali delle aziende unità sanitarie locali e ospedaliere devono determinare i tempi massimi che possono intercorrere tra la data in cui una prestazione viene richiesta e quella in cui la stessa è erogata. Tale termine non solo dovrebbe soggiacere a un’adeguata pubblicità ma andrebbe anche comunicato all’assistito al momento in cui questi presenta la domanda della prestazione.
Ricorso alle prestazioni libero-professionali
Il medesimo articolo 3 prevede, peraltro, la possibilità per l’assistito di chiedere che la prestazione venga resa nell’ambito dell’attività libero-professionale intramuraria nel caso in cui l’attesa si prolunghi oltre il predetto limite massimo.
Addirittura, in subordine, è possibile ricorrere anche a prestazioni interamente private.
In entrambi i casi, la differenza di costi è posta a carico dell’azienda unità sanitaria locale di appartenenza e dell’azienda unità sanitaria locale nel cui ambito è richiesta la prestazione. Il cittadino si fa carico, invece, del solo costo del ticket.
Liste bloccate
Per ovviare a tale “dovere”, molte ASL stanno ricorrendo ad un illegittimo escamotage: quello di bloccare le liste d’attesa, non accettando le prenotazioni dei cittadini che vengono poste nella condizione di “attesa di entrare nella lista di attesa”.
Se, quindi, ci si trova di fronte ad una lista d’attesa bloccata, è chiaro che si è dinanzi ad una situazione in cui l’azienda sanitaria non è in grado di ottemperare al suo dovere di garantire un’adeguata tempestività delle prestazioni da rendere. Si tratta, in altre parole, di uno dei casi che danno diritto ad usufruire delle prestazioni in intramoenia o in regime privato pagando il solo costo del ticket e ponendo la differenza a carico della ASL.

Salvatore Contino, Pedara Commentatore certificato 15.06.18 21:32| 
 |
Rispondi al commento

Ottime le intenzioni, ma essendo il SSN demandato alle regioni, quali mezzi ha il governo per intervenire? Se lo si vuol fare, i mezzi legislativi bisognerà crearli.
NB: sto discutendo con la mia regione una loro carenza informativa che mi causò il pagamento di tickets non dovuti e intendevo inviare copia per conoscenza del carteggio al Minsanità; cosa che non ho potuto fare perché via internet il ministero, a differenza di altri ministeri, accetta solo posta certificata.
Auguri di buon lavoro (arduo)!

Mario De Mori 15.06.18 21:23| 
 |
Rispondi al commento

hai mai pensato che si nasce e poi si muore?
hai mai pensato a chi sta peggio di te?
hai mai dormito sopra i pavimenti?
hai mai provato la fame sotto i denti?
allora della vita tu non sai niente
e sei lontano dalla felicità!!

aniello r., milano Commentatore certificato 15.06.18 21:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'anno scorso, Renzi ha tagliato molte prestazioni che prima erano mutuabili, per ridurre la spesa. Nel caso una persona ne abbia la necessità deve pagare di propria tasca.
Per esempio io ho dovuto spendere 500 euro per l'asportazione e indagine, di neoformazioni della cute. Questa patologia è considerata alla stregua di una necessità estetica.
Come pure ho dovuto pagare le medicine che mi sono servite per la cura successiva.
Rivedete l'elenco, non si può speculare sulle necessità di cura dei cittadini.

newmail ***** Commentatore certificato 15.06.18 21:00| 
 |
Rispondi al commento

Io sono stato in lista d'attesa per oltre 18 mesi per un piccolo intervento chirurgico. Ho chiesto disponibilità per un intervento da solvente presso una struttura ospedaliera di Milano, e me lo hanno fissato dopo una settimana. Alle mie proteste l'ospedale ha risposto che il SSN paga solo un numero prestabilito di prestazioni, che vengono cadenzate nell'anno solare. Pertanto le liste d'attesa non sono colpa delle strutture sanitarie, ma del SSN che paga solo un TOT di interventi all'anno... E sinceramente non so come potrebbe riuscire a cambiare le cose, visto che la sanità è gestita dalle Regioni e non dallo Stato. Ben vengano tutte le interrogazioni e le richieste, ma per accorciare i tempi basta PAGARE le strutture per fare più interventi.

Max Frata 15.06.18 20:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cara Ministro Grillo, devi controllare i conti. Non è che esternalizzando i servizi o stipulando convenzioni con le Case di Cura private, la spesa che il SSn affronta, sia inferiore, anzi si spendono più soldi che a dare il servizio con proprio personale.
Quando si ricorre a personale delle cooperative, questi hanno uno stipendio inferiore, pur eseguendo lo stesso lavoro dei dipendenti del SSN. Nello stesso tempo la cooperativa, percepisce dall'Asl un ribmorso superiore alla spesa che la Asl affronta col proprio personale.
Quindi comprare attività all'esterno a mio avviso, serve solo a far guadagnare il privato.
Ogni regione ha una propria convenzione con il privato, controllate come stanno le cose e facci sapere.

newmail ***** Commentatore certificato 15.06.18 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Chi ha un’assicurazione fa l’83% di esami in più e l’80% in più di visite specialistiche. Prestazioni che si scaricano anche sul pubblico, dove alla fine le liste d’attesa aumentano. Il risultato è che l’idea di contenere la spesa sanitaria pubblica, incentivando le assicurazioni senza che ci siano strutture dedicate, rischia di rivelarsi un’illusione. Da una parte le casse pubbliche scontano un mancato incasso per gli sgravi fiscali, dall’altra la spesa è destinata a salire nonostante il boom di premi: nel 2016 le polizze ammontavano a 5,5 miliardi, si stima che diventeranno 15,2 nel 2025. In concomitanza la spesa sanitaria che nel 2016 era di 112 miliardi, salirà a 120 nel 2025.

Dario Giovanni Giussani 15.06.18 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Bene Giulia. Come inizio non c'è male.

E un Grazie infinito a te da parte della categoria più debole, più indifesa e vulnerabile della popolazione che ti vede splendida come la realizzazione di uno splendido miraggio: Sei davvero bellissima dottoressa, e finalmente la persona al posto giusto.

E se qualcuno non si trova d'accordo, quando si ammala ricorra pure alla deputata Lorenzin.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 15.06.18 20:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Va riorganizzato il sistema dei Medici di Famiglia, che troppo spesso scaricano i pazienti al Pronto Soccorso intasandoli, senza impegnarsi al minimo sindacale di approfondimento e cura dei loro assistiti.
Questo segmento della Sanità, va meglio organizzato e regolamentato per creare vere sinergie con gli Ospedali nell'interesse dei malati.
G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 15.06.18 20:14| 
 |
Rispondi al commento

per " l informazione" ...1 riga piccola piccola ...

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 15.06.18 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Sono disgustato si usano mezzi di distrazione di massa come faceva il pd e i vecchio regime una tempesta morale si è abbattuta su tutto ilm5s e come gli struzzi infiliano la testa sotto la sabbia sperando che tutto passi.sono disgustato pensavo di cancellare la mia iscrizione certamente non vado a votare al ballottaggio


Salve desidero rivolgere una richiesta già presentata oggi a cittadinanza attiva: ebbene per chi è già seguito da uno specialista per grave patologia invalidante trovate giusto che non abbia una corsia preferenziale se l'adattamento della terapia data poco tempo prima dallo stesso specialista si rivela non adatta? Perché deve pagare lo stesso dottore come visita intramoenia per evitare di essere posto nella lista di "6 mesi!" posta dal CUP? Ci deve essere una regola comune. Se si è esente per patologia perchè solo chi ha soldi può sperare di farsi curare in tempi meno biblici?

Paola Deiana 15.06.18 19:56| 
 |
Rispondi al commento

----------ABORTO E OBIEZIONE DI COSCIENZA-----------

Negli ospedali pubblici è intollerabile permettere l'obiezione di coscienza.
Chi vuole praticarla, lo faccia nelle cliniche private. Chiunque si dichiari obiettore di coscienza in un ospedale pubblico va licenziato.


Questo è la volontà del cambiamento, grazie Ministro!

Enzo Genestroni 15.06.18 19:56| 
 |
Rispondi al commento

L'articolo di critica(a beppe grillo) più demente,senza senso,stupido,e idiota che abbia letto in vita mia. Da pullizer.
La visione di Beppe Grillo e il (futuro?) “regno della libertà”
Di Gianfranco Polillo:
https://www.huffingtonpost.it/gianfranco-polillo/la-visione-di-beppe-grillo-e-il-futuro-regno-della-liberta_a_23459736/?utm_hp_ref=it-homepage

m.m 15.06.18 19:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci siamo evitati *Via Giorgio Almirante* grazie alla comunità ebraica..che ha un certo peso elettorale. Mi resta difficile da capire il voto quasi unanime dei consiglieri M5* sulla mozione Melon-esca...mah, ognuno si dia la risposta.

pippo aroni 15.06.18 19:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

noi donne, quando abbiamo l'aria fragile, siamo micidiali , andiamo avanti come carrarmati e gli altri non ci ostacolano perchè ci considerano poco incisive...ce la farà con piu facilità degli altri ministeri...ne sono certa....un caro abbraccio....siamo in tanti a tifare...tantitantitantiiii...ma tantiiii

silvana 15.06.18 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Faccia eliminare tutte le agende NO-CUP che sono un paravento per i medici per non lavorare con le agende aperte al CUP dove tutti i cittadini possono prenotare una visita od un esame senza far ricorso all'intra-moenia.

Walter L. Commentatore certificato 15.06.18 19:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Piedi di piombo con quel falsone di Macron (Renzi X 10) e con i francesi, da sempre invidiosi del genio italico....mi raccomando invece ottimi rapporti con Russia e USA (da coinvolgere nella stabilizzazione della Libia)
L'Unione Europea, e soprattutto la BCE, comincino a sganciare e stampare per far star meglio l'Africa (senza volerla solo sfruttare come hanno sempre fatto).

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 15.06.18 19:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La nostra Giulia..un Passerotto dentro una gabbia di fameliche Volpi.
Vengono i brividi al solo pensare cosa non faranno per screditarti i Baroni della Sanità che sulla salute dei Cittadini ne fanno strumento di Potere e Profitto.
Buon lavoro Ministra,siamo con te.

Clo' ., Bologna Commentatore certificato 15.06.18 19:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La politica è evanescenza.

m.m 15.06.18 19:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Ministro, le auguro con tutto il cuore di portare a termine la promessa sulle liste di attesa e mi auguro con tutto il cuore che la maggioranza degli italiani cambi il proprio modo di fare perchè se manca senso di giustizia, senso civile, senso del dovere in un popolo, allora ogni battaglia è persa in partenza. Sono comunque ottimista.

Eli G. 15.06.18 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Macron: Che suda. https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/06/15/migranti-macron-asse-roma-berlino-vienna-diffido-di-queste-formule-mai-portato-fortuna-nella-storia/4429675/

m.m 15.06.18 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Ministro se veramente farà questo farà un lavoro eccellente visto che va avanti solo chi ha i soldi e le raccomandazioni su un servizio che contribuiscono tutti i cittadini e non deve essere negato a nessuno..lo sbaglio più grande sono le visite intramoenia visto che i signori medici usano le strutture pubbliche per farsi i propri interessi il più Delle volte in nero e poi quando devono fare una prestazione con il SSN ti danno un appuntamento dopo un anno se ti dice bene allora io gli farei scegliere se lavorare nel pubblico o privatamente alle lobi dei Medici!!!

Cristian T. 15.06.18 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Sono daccordo.

Segnalo l'urgenza intervenire sui dipartimenti

di Pronto Soccorso che le precedenti "gestioni"

hanno ridotto a lazzareti!

antonio corino, torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.06.18 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Si ricordi cortesemente inoltre che in Italia non vi è in atto alcuna emergenza sanitaria, se non quella di big pharma. Tolga quindi il vergognoso obbligo vaccinale: in Italia siamo puliti e ben nutriti, salvo rare e circoscritte eccezioni. Non servono quindi vaccinazioni di massa, obblighi e coercizioni degne solo di uno stato totalitario. Lo faccia, non fosse altro per risparmiare quei milioni di euro che potrebbero servirle per attenuare queste vergognose tempistiche di attesa. Qualora vi fossero poi vere emergenze sanitarie in atto io sarei il primo a correre in ospedale assieme ai miei figli. Così è invece assurdo e ipocrita. Grazie

Armando Raccone 15.06.18 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Fino a quando i medici specialisti potranno lavora nelle strutture pubbliche e avere anche studi privati o collaborazioni con strutture private ,le cose non cambieranno. Ti puoi rassegnare cara Giulia. Inoltre ,devi chiedere alle direzione sanitarie di ospedali e di ASL il perché di alcune strumentazioni acquistate con pubblici denaro sono :parcheggiate, inutilizzate o peggio ancora sabotare perché non devono funzionare. E così che lucrano i privati; il tutto alle spalle di tutti noi costretti ad andare in strutture private .
Comunque le intenzioni sono lodevoli .
Fra sei mesi facci sapere come è andata a finire.
Buon lavoro.


Francesco Iacoi, Vercelli Commentatore certificato 15.06.18 19:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MINISTRO,dimenticavo, non so se srebbe il caso di stabilire un tetto agli importi(parcelle) richieste dai medici, per le visite intramoenia. Attualmente le parcelle sono abbastanza alte.

arturo archibusacci, canino Commentatore certificato 15.06.18 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Caro ministro Giulia Grillo, vorrei sottolineare però che nella cattiva sanità non c'è solo la lista d'attesa, cosa gravissima, ma peggio ancora c'è la chiusura degli ospedali, che se ciò avvenisse altro che allungare la lista d'attesa, per non parlare della mancanza di medici, e infermieri, che in questi anni sono andati e molti andranno questo anno in pensione, lasciando vuoti paurosi.Non so se leggerai mai il mio commento, ma ad esempio nella mia città Piacenza, capoluogo di provincia, la REGIONE vuole farci un nuovo GUSCIO ( perché all'estimento,laboratori, macchinari ecc deve pensarci il comune) facendo finta di regalarci milioni di euro, mentre se ciò avvenisse, sarebbe un super nuovo debito per i cittadini piacentini e ovviamente gli italiani tutti, ma nel frattempo chiudere 4 ospedali che fanno capo alle valli adiacenti, così non solo si allungheranno le liste di attesa, ma se un cittadino di Bobbio o alta Val Nure avesse bisogno di un intervento urgente potrebbe morire durante gli oltre 100 km di distanza o più, ammesso quando arrivasse nel capoluogo trovare libera la camera operatoria o la rianimazione. Abbiamo raccolto tanto materiale da riempire un ospedale per sottoporlo alla tua attenzione, spero che tu legga o chi per te questa mia richiesta che è urgentissima, e sarebbe opportuno che al 25 di giugno fossi presente appunto con i rappresentanti di regione e la ASL. Ci stanno fottendo l'ospedale in cui sono stati spesi milioni di euro, ed ora per accontentare l'amico dell'amico, cementeranno nuovo terreno agricolo, Situazione grammatica

MariaRosa Botti, piacenza Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 15.06.18 18:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OTTIMA INIZIATIVA MINISTRO, I TEMPI DI ASPETTATIVA SONO TROPPO LUNGHI, SIAMO COSTRETTI AD EFFETTUARE VISITE PRIVATE E PURTROPPO CON COSTI MOLTO ALTI.
l

arturo archibusacci, canino Commentatore certificato 15.06.18 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Cara sig.ra Ministro (due medici alla Sanità!Da non crederci!) la prego di ricordarsi inoltre, sempre, la libertà di scelta in riguardo alle cure. Uno stato che impone degli obblighi ai propri cittadini a fronte di una totale assenza di valide motivazioni, ma solo per fare contenta qualche lobby, non è uno stato libero ne sociale. Tolga il vergognoso obbligo vaccinale, non fosse altro per risparmiare milioni di euro che potrebbero essere destinati altrove. Magari appunto per accorciare queste assurde liste d'attesa. Grazie

Armando R. 15.06.18 18:42| 
 |
Rispondi al commento

INTRAMOENIA va eliminata,
o sei dipendente pubblico o eserciti in libera professione, le due cose insieme puzzano di conflitto di interessi...
cmq per problemi di salute giro molti ospedali e le visite fatte in regime SSN sono spesso soldi e tempo buttati via, noto molta mediocrità e poca professionalità, poi riprovi la stessa visita privatamente e l'esito cambia, la mia fiducia verso la figura del dottore adesso è bassissima.

Giorgio 15.06.18 18:40| 
 |
Rispondi al commento

ministra un grande abbraccio dai poveri del nostro bel paese
stefano un cittadino

stefano viola 15.06.18 18:19| 
 |
Rispondi al commento

Brava , ottima iniziativa ! Troveremo molte difficoltà , ovviamente , la dove amministra il PD ma è importante pubblicizzare questo passo e chi lo ostacolerà !

vincenzo di giorgio 15.06.18 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Ma come, è pure laureata, e per di più in Medicina??? Questo è uno scandalo; abbiamo avuto ministri alla salute con la licenza media e con esperienza da maniscalco, palafreniere, gommista, decoratore murale, piastrellista, muratore a cottimo, etc,etc; nun ce sta più religione, nun ce se crede.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 15.06.18 18:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao giulia, la prima cosa da fare è togliere lo scandalo dell'intramoenia che ti costringe ad andare a pagamento se non vuoi aspettare mesi per una visita; poi mettere a pieno regime il personale e le macchine per la tac, l'ecografia ecc. senza badare a domeniche e festivi e nell'arco delle 24 ore, almeno fino a quando non vengano ridotti drasticamente i tempi di attesa. mi rendo conto che troverai delle resistenze tremende perché quella dei medici è una lobby molto potente e la sanità privata farà il diavolo a quattro ma sappi che avrai dalla tua la stragrande maggioranza dei cittadini.
un abbraccio e auguri di cuore.

daniele g., CORTONA Commentatore certificato 15.06.18 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Ma una delle cose che si sarebbe dovuto fare subito perchè immediato non doveva essere il dimezzamento degli stipendi dei parlamentari?
Che fine ha fatto?
Sono anni che sento dire che in qualche giorno l'avreste fatto se al governo. Ora ci siete e tutto tace.
E i vitalizi????
Silenzio pure su questo.
Datevi una mossa se come avete sempre detto pè cosa rapida w semplice da fare.

iostoconconte 15.06.18 18:08| 
 |
Rispondi al commento

benissimo! ma credo che queste cose vadano chieste ai cittadini che hanno a che fare con la sanità.
si dovrebbe pensare anche ad una riforma che preveda una distinzione netta tra pubblico e privato. BASTA CON I PROFESSORONI CHE USANO IL PUBBLICO PER "PORTARSI" PAZIENTI NELLE PROPRIE CLINICHE PRIVATE.

giovanna assunta camerio 15.06.18 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Eliminare le visite intramoenia , è il business dei medici ospedalieri. l'orario dovrebbe essere distribuito anche al pomeriggio sia per esami diagnostici che ambulatoriali. Il tempo per le visite private nel pomeriggio sono a iosa !!

Icolomx J. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 15.06.18 18:04| 
 |
Rispondi al commento

condivido tutti i post che ho letto prima del mio commento. E'stato già detto tutto ! e'"un grido di dolore che da tante parti d'Italia si leva" non ci deluda! e si circondi di persone competenti ed oneste facendo molta attenzione alle lobby delle case farmacieutiche e dei primari compiacenti ! AUGURI!
carmine da napoli

carmine f., napoli Commentatore certificato 15.06.18 18:04| 
 |
Rispondi al commento

_____

...sento dire "soccorriamo quei poveri disperati" o "...abbiate umanità" e quel deficiente di Macron che ci definisce "...vomitevoli.."
Guardate questo video poi ditemi...
http://www.report.rai.it/dl/Report/extra/ContentItem-f69c600f-de3f-4384-9204-da4ff140f513.html

John Buatti 15.06.18 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Buona Fortuna.

ivana fardella (), capo d orlando Commentatore certificato 15.06.18 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Quando un cittadino si presenta per una visita specialistica...ti dicono: il primo posto libero è fra tre mesi.
Subito fai due conti e ti chiedi quindi potrei pure morire nel frattempo in attesa di visita.
E quindi ti cadono le braccia.
Altra risposta se vuole farla a pagamento anche domani c'è posto!
A questo punto ti chiedi e se non avessi i soldi?
Eppure le tasse le pago,ma allora dove vanno a finire?
Infine ti possono pure rispondere che esiste una struttura convenzionata che, con un tiket inferiore a quello che pagheresti nella struttura pubblica,ti può visitare.
E allora che fai?
Ti metti nelle mani del privato-convenzionato,il quale tirerà a fare il proprio interesse e non certo quello pubblico.
A questo punto hai dato una mano ad abbattere il servizio pubblico nonostante tu paghi le tasse per avere un servizio statale.
Insomma mi sa tanto che se non si va a rivedere l'intero sistema,sarà difficile portare nei giusti binari l'assistenza sanitaria Nazionale.

oreste *****, sp Commentatore certificato 15.06.18 17:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BRAVA GIULIA, dal nome regale, dotata di intelligenza profonda e trascinante hai già fatto il miglior post per contenuto e per brevità ed hai già ottenuto parecchi commenti utili specialmente qualcuno!
Per ora aggiungo solo l'auspicio che tu possa promuovere un sito internet in ogni ospedale con i curricula (almeno essenziali) dei vari medici ed una chiara strutturazione dei singoli reparti, perché gli utenti possano attingere le necessarie informazioni.
Ci sono infatti ospedali importanti con dei siti confusionari e quasi inutilizzabili.
Brava Giulia, dal nome regale e dal fascino d'altri tempi, passerai alla storia tra i grandi siciliani di sempre e sarai la amata Dottoressa d'Italia! Comindo.

francesco . Commentatore certificato 15.06.18 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Dopo i DISASTRI LORENZIN e governi di FRODO associati, bisogna ricominciare da zero per risanare e ripulire tutta la merdaccia che i partiti PD/dc-FI,dei mafiosi e dei massoni di arcore e nazareno, hanno sparso ed insozzato il paese e le istituzioni, portando l'italia e gli italiani onesti alla disperazione!
Speriamo tanto nel governo di cambiamento che il 4 marzo abbiamo richiesto per salvare e risanare tutto quello che i miserabili PDioti e MUMMioti incapaci e corrotti, e parassiti al seguito, hanno distrutto!
Confidiamo in voi, ministra GRILLO, per ridarci la speranza per un domani migliore!
La sanità è una delle TRAGEDIE di oggi!
Vedere nei porco-talkshows di tutte le reti TV, tutte quelle facce di marda di giornalai leccapalle e politicanti di ultima generazione, tipo POMICINO/FASSINO/ecc..e oggi financo la nuova generazione VALERIA FEDELI, viene tanto ribrezzo e tanto vomito!
Un grazie anticipato a tutto il team del governo di cambiamento e buon lavoro!

giova31 15.06.18 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Ministro, bene. Togliere intramoenia e mettere lo specialista a fare ambulatorio pomeriggio fino al raggiungimento del proprio orario di servizio. Poi realizzare unità mobili, dotate di tutti gli strumenti di primo intervento e di personale dette " a 10 min." per evitare sovraffollamento nei "pronto soccorso" e salvano in molti casi vite umane. Potenziare bene le guardie mediche come luoghi messi in sicurezza, utilizzando personale in " reddito di cittadinanza" che abbia un minimo di formazione. Rendere efficace il chip in dotazione al tesserino sanitario, creare ATM ove il cittadino, inserendo il PIN possa sapere la propria situazione sanitaria di consumo farmaci conosciuti o eventualmente occultati x truffa al SSN tra medico prescrittore e farmacista.

Aldo Fabio 15.06.18 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver ricevuto le informazioni si potrebbe chiedere di rivedere l'intra moenia negli ospedali e per ridurre il tempo per ottenere le visite da parte dei pazienti organizzare il servizio sulle 24 ore, naturalmente con turni certi, questo per evitare che le lunghe attese spostino pazienti al mercato privato (150euro per una visita!).

Libero Rossi 15.06.18 16:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MI permetto di sottoporle un fatto legato alla mia provincia tenga conto di questo signora Ministra che vogliono chiudere degli ospedali nella provincia. Le porto l'esempio di Bobbio (Pc) ove abito abbiamo un ospedale ma stanno chiudendo diversi o forse già chiusi reparti e più volte L'USL di Piacenza lo voleva dismettere solo le proteste degli abitanti del paese e delle montagne circostanti lo ha impedito anche grazie ai nostri sindaci che hanno fatto la voce grossa ma mancano infermieri e medici personale ridotto all'osso pensi solo che la città dista 45 chilometri siamo a mezza via fra Piacenza e Genova. Ma dicono stiamo per costruire un nuovo ospedale a Pc ma fra il vecchio e il nuovo uno sbrego di soldi vi è bisogno di un altro in una città di 300.000 abitanti e intanto aboliscono gli ospedali provinciali perché pericolanti o obsoleti;veda se può fare qualcosa per far aumentare il personale a Bobbio e ovviare alla carenza, ma anche che siano adeguati quelli esistenti nella provincia.
Le auguro un buon e proficuo lavoro.

giancarlo di blasio, Bobbio Commentatore certificato 15.06.18 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Ministro,
forse sarebbe il caso di prendere in considerazione la possibilità di far esercitare la libera professione intramoenia o presso strutture autorizzate anche al personale tecnico e della riabilitazione che sono anch'essi dei laureati a pieno titolo. Ciò ridurrebbe notevolmente le attese e migliorerebbe sicuramente la qualità del servizio. E' opinione consolidata che la qualità del lavoro reso è strettamente rapportata alla serenità del lavoratore ed alla soddisfazione che
ne riceve. E non mi riferisco solo a quella economica, ma principalmente a quella professionale e morale, che nel campo sanitario
sono tutto.
La ringrazio per l'attenzione nella speranza che
riceva questa mia.
Le invio i miei più sinceri auguri.
Con osservanza
Michele Gnasso

Michele Gnasso 15.06.18 16:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Occorre eliminare la corruzione: una pena secca di 30 anni e la confisca di tutti i beni posseduti. Milioni di voti sono stati ottenuti sulla questione morale, è una emergenza del paese occorre intervenire subito, pena la credibilità del movimento e di questo governo.

Giuseppe Totaro 15.06.18 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Grazie 😊finalmente il Ministro giusto al posto giusto ....Non ministri messi a casaccio .Anche a noi dà senso di tranquillità avere un governante laureato in medicina alla sanità. Grazie Giulia

Angela S., macomer Commentatore certificato 15.06.18 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Ministro Grillo , Rivogliamo il nostro Ospedale in piena funzione.
Veda di fare qualcosa in merito. SCICLI~SICILY. Ospedale Busacca.

undefined 15.06.18 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Un grande Paragone: Paragone a M5s: “Urgente codice penale contro crimini colletti bianchi, non legittima difesa. Ripartiamo da Davigo” https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/06/15/stadio-roma-paragone-a-m5s-eurgente-codice-penale-contro-crimini-colletti-bianchi-non-legittima-difesa-ripartiamo-da-davigo/4429472/

m.m 15.06.18 16:33| 
 |
Rispondi al commento

CHE DIO LA BENEDICA CARA GIULIA

francesca Marcellino, roma Commentatore certificato 15.06.18 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Ti auguro di cuore, cara Giulia di riuscire a portare a compimento quanto esponi nel tuo post. La sanità ha un disperato bisogno di un cambiamento, come anche i cittadini necessitano di una sanità funzionante e più vicina ai loro bisogni. Oltre ad abbattere i ritardi nelle liste di attesa è impellente normalizzare la situazione negli ospedali, migliorando i suoi standard di efficienza in tutti i servizi che essi offrono. Il cittadino, una volta in ospedale, deve sentirsi al sicuro, deve essere pervaso e avvertire completamente la sensazione di un totale senso di sicurezza. Grazie.

mario m. Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 15.06.18 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Perfetto
almeno sa come agire essendo laureata in medicina
diverso dal precedente con un diploma di maturita classica, cio vuol dire essere competenti in materia nel ruolo, andate avanti e controllate gli sprechi e gli appalti sottofirmati per i farmaci e le manutenzioni degli ospedali, ne vedra delle belle dei governi passati, altro che buona sanita.
Inoltre veda se puo risolvere il problema dei tanti medici e ottimi chirurghi che debbono trasverirsi in altre localita per il solito clientelismo che abbiamo avuto nel nostro sud, questo potrebbe essere un costo decurtabile dalla spesa sanitaria, e un minor costo per i cittadini anche costretti a viaggiare con tutti gli oneri che gli competono

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 15.06.18 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Carissima Giulia,la spesa maggiore della sanità sta nelle strutture.
Si faccia dare il bilancio degli ospedali con i relativi costi della manutenzione degli immobili.
Si faccia dare le strutture abbandonate,o di quelle obsolete.
Si faccia dare il numero dei reparti privi di strumentazione ma con i relativi specialisti.
Si faccia dare il numero dei specialisti che non hanno le strumentazioni per operare.
Si faccia dare la quantità di strumenti inefficienti per mancanza di manutenzione o di denaro.
Si faccia dare un rapporto fra medico e numero di pazienti e li confronti con quelli esteri e poi veda le differenze.
Non so se le daranno tutto questo in tempo reale e veritiero,lei sta tentando di entrare dentro un sistema Mafioso-economico-politico!
Non la invidio,comunque ci tenti se non altro ci avrà provato.
Grazie comunque e buon lavoro

oreste *****, sp Commentatore certificato 15.06.18 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Quasi inutile dirlo.Brava......e poi una faccia simpatica,non guasta proprio...Che differenza da "ringhio"Lorenzin. Abissale

m.m 15.06.18 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Altro problema.... perchè mettere pochi esami giornalieri perchè sono a carico del SSN e mettere invece a pagamento un numero maggiore quando il tichet pagato, superiore a quello che ti chiede il privato, deve essere diviso fra l'operatore e il dirigente del reparto?
Perchè il privato ti chiede una somma inferiore a quella del SSN?
Che ci sia un accordo per andare dove si spende meno ,sarà, ma ho delle perplessità!
Perchè non obbligare il medico a fare una scelta:
Servizio Sanitario pubblico oppure privato!

oreste *****, sp Commentatore certificato 15.06.18 16:12| 
 |
Rispondi al commento

Cara Giulia,tutte belle parole e ottimi fini,ma se non togliamo a capo delle asl i politici,non risolveremo i problemi.
Si tratta solo a capo dei reparti e delle ASL persone capaci e competenti,non i soliti ruffiani dei politici!
Comunque buon lavoro!
ps: L'intramoenia è uno scandalo pubblico nel privato!

oreste *****, sp Commentatore certificato 15.06.18 16:04| 
 |
Rispondi al commento

Sono un imprenditore nel settore elettromedicale.
COMPLIMENTI ,sta COGLIENDO NEL SEGNO.
Premetto che cercheranno scappatoie,perche' e' evidente che sulle liste di attesa,i primari si giocano le loro cliniche private,piu' o meno intestate a loro,o dove sono in societa'.
Probabilmente mancheranno anche macchinari in alcune strutture,tali da soddisfare le richieste.
UN IDEA:
APRA UN SITO,OPPURE UNO STRUMENTO OVE IL PAZIENTE POSSA ESPRIMERE LA SUA OPINIONE SUL TRATTAMENTO SUI TEMPI DI ATTESA E SU COME E' STATO ACCOLTO E SEGUITO.
COSI IN OSPEDALE,STARANNO UN PO' PIU' ATTENTI,INOLTRE,IN CASO DI DENUNCIE,SI POTREBBE APPROFONDIRE.
RIVEDIAMO GLI INGRESSI DELLE NUOVE IDEE E GLI APPALTI,PERCHE' E' SCADALOSO.
POI SE CI PUO' COMUNICARE QUALE SIA LO SPORTELLO PER COMUNICARE CON IL MINISTERO.
Le sarei grato.
GRAZIE..CONTINUI SU QUESTA STRADA.
HA IL NOSTRO PIENO APPOGGIO.

Luca Fini 15.06.18 16:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggo nel post
“...per debellare un fenomeno odioso, che mina l’equità, l’uniformità di trattamento sanitario in tutta Italia....”
Non sarà una cosa breve, e bisogna vedere se è possibile.
Posto che le risorse saranno uguali per ogni assistito, giustamente, sarà anche la parte umana che inciderà.
La parte umana è sia i pazienti, sia il personale.
Ci sono troppi casi tra i pazienti che sono ignoranti, violenti, prevaricatori.
Ci sono troppi casi tra il personale che sono non formati, schiatti, menefreghisti, disonesti.
E purtroppo, o per fortuna, non sono distribuiti in modo uniforme nella penisola.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 15.06.18 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Ministro/a GRILLO non vi fidate troppo taroccheranno di sicuro le schede .Andateci voi direttamente cosi vedrete di persona lo schifo che c'e' !

Mirko V., Solofra (Av) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 15.06.18 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Bella mossa! Qualcuno anni addietro deve avere approvato una Legge titolata "Assistenza gratuita per tutti" in questo modo tutti quelli che hanno PAGATO e VERSATO contribuzioni per 30/40 e più anni si sono ritrovati ALLA PARI ed in lista d'attesa con Nomadi, Profughi di mezza Africa, furbi che non hanno mai pagato un euro ecc. Però bisogna tacere, perchè se uno chiede una "corsia riservata" per chi ha versato 30 anni di contributi, è un "miserabile-Populista" che penalizza il povero profugo che fugge da una delle 1427 guerre!! (Allora se siamo tutti uguali ... RIVOGLIO I MIEI SOLDI INDIETRO!!! )

Dall'Olio Ermes 15.06.18 15:53| 
 |
Rispondi al commento

La soluzione è veramente banale:
ELIMINARE QUALUNQUE ATTIVITÀ SVOLTA DAI MEDICI IN LIBERA PROFESSIONE DENTRO IL SSN.

Luca P. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 15.06.18 15:50| 
 |
Rispondi al commento

La ASL 11 di Empoli (Firenze), ha assunto, a tempo indeterminato, una cinese per poter fare da interprete alle connazionali che hanno bisogno delle prestazioni sanitarie, ma, che a loro dire, non parlano una parola di italiano.

Stessa cosa se decidessi di andare a vivere in Cina......

Quando i nostri migranti andavano a lavorare in America o in Germania, la prima cosa che dovevano fare, era imparare la lingua....

Ma gli italiani, si sa, sono migliori e più buoni degli altri abitanti del globo.....

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 15.06.18 15:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per avere la priorità e saltare le code, basta essere richiedenti asilo: hanno la priorità e non pagano il ticket.

Anche questo deve finire.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 15.06.18 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo è veramente un problema che, se si riesce a risolvere, sarebbe il massimo della soddisfazione per la scelta di voto che ho fatto.
Quando, io o mia moglie o anche le figlie, cerchiamo di prenotare una visita, qualsiasi visita, all'Humanitas, ci sentiamo sempre rispondere che non sono aperte le prenotazioni, in quanto le visite tramite ssn sono complete e bisogna aspettare la prossima disponibilità, che non si sa mai quando ci sarà. Dicono di provare a telefonare tutti i giorni, finché non si aprirà la prossima "finestra". Mi piacerebbe vedere chi c'è in elenco !
Però, se paghi, in genera la visita la puoi fare entro una settimana ( se non il giorno dopo.
Hai capito ? Paghi il servizio nazionale sanità e, quando ne hai bisogno, devi procedere privatamente, altrimenti ci sono attese che vanno oltre a qualche mese, per non dire anni. Probabilmente, se non paghi, aspettano che crepi.
Forza Ministro della salute, sono con te.

Alessandro L., Milano Commentatore certificato 15.06.18 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Ahia! Le Regioni sono tutte governate dalla mafia. Non so quanto possano essere collaborative e soprattutto fornire i dati senza averli prima taroccati. Spero di sbagliarmi


Fenomeno odioso, ma se non si assumono medici e infermieri non se ne esce, gli ospedali sono con l'acqua alla gola, come del resto tutta la pubblica amministrazione. Ai pronto soccorso si va DALLE 8 ALLE 12 ORE DI ATTESA, a meno di non essere in grave pericolo di vita e anche in quel caso non è detto.

pippo aroni 15.06.18 15:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori