Il Blog delle Stelle
Lo chiamano copyright ma è censura: sarà battaglia al Parlamento europeo

Lo chiamano copyright ma è censura: sarà battaglia al Parlamento europeo

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 09:59
Dona
  • 15

di Isabella Adinolfi, Efdd - Movimento 5 Stelle Europa.

Al Parlamento europeo si è tenuta un'importante conferenza, intitolata "Patrimonio culturale in Europa: collegare passato e futuro". È stata un'occasione importante per discutere dell'importanza dell'arte e della cultura in Europa, non soltanto come espressione più genuina della nostra identità, ma anche come mezzo attraverso il quale si può trovare soddisfazione professionale e contribuire a rilanciare l'economia.

Sono contenta che sia stato ribadito come la cultura sia in primo luogo un bene comune e un diritto fondamentale che appartiene a tutti i cittadini: per questo motivo lo Stato dovrebbe supportare, anche attraverso investimenti pubblici, artisti e creativi. Si ricollega a questo concetto anche un'altra mia iniziativa che è stata votata la settimana scorsa in Commissione cultura: se vogliamo mantenere la nostra diversità culturale ed evitare che le espressioni artistiche siano considerate alla stregua di meri oggetti di scambio e consumo, bisogna escludere i beni culturali dai grandi accordi commerciali con i paesi terzi.

Non mi sono invece trovata d'accordo con una certa narrativa sul diritto d'autore, che plaude alla proposta di direttiva recentemente votata nella commissione giuridica. Come sappiamo, Internet ha rivoluzionato non soltanto i modelli di business delle aziende, ma anche e soprattutto il modo di creare e fruire l'arte e la cultura. Una ventata d'aria fresca che ha democratizzato un settore che prima era appannaggio di pochi. Oggi però assistiamo all'affermazione di un oligopolio delle grandi multinazionali digitali, che assorbono quasi totalmente il traffico utenti e, di conseguenza, gli introiti pubblicitari, aumentando in tal modo i propri profitti. A questo aumento però non corrisponderebbe, a detta soprattutto dell'industria musicale e cinematografica, un corrispondente incremento dei guadagni dalle royalties dei diritti d'autore. La direttiva sul diritto d'autore avrebbe il preciso intento di combattere questa disparità, chiamata anche value gap.

Sono chiaramente d'accordo che gli artisti e i creatori, come tutti i lavoratori, vengano adeguatamente ricompensati per il proprio lavoro (ho pure presentato un emendamento a questo fine). Quello che tuttavia contesto è il mezzo attraverso il quale si intende raggiungere questo obiettivo. Se questi giganti del web, forti della loro posizione monopolistica sul mercato, rifiutano di sedersi al tavolo e negoziare con gli autori, ciò che si dovrebbe fare è porre rimedio a questa situazione anticoncorrenziale, soprattutto attraverso due strumenti: l'applicazione della normativa antitrust e la cessazione delle pratiche di elusione fiscale.

Tuttavia in Europa vi è molta ipocrisia al riguardo e si preferisce implementare una politica di "gendarmeria", piuttosto che scardinare i paradisi fiscali. Ma una tale politica rischia di essere una e vera e propria mannaia sulla libertà di Internet. Ci ricordiamo gli effetti di tali politiche negli anni Novanta, quando si tentò di contrastare il file sharing con la linea dura? Totalmente fallimentari. Gli stessi risultati fallimentari si sono avuti, per quanto riguarda la diffusione online di contenuti editoriali (la c.d. link tax), in seguito all'introduzione di misure restrittive in Spagna e Germania nei confronti di Google News.

Internet, nato come spazio di condivisione libero e aperto, rischia di essere imbrigliato e controllato da pochi soggetti privati, a cui non può essere demandato il compito di salvaguardare e garantire la libertà di espressione, posto che questi sono mossi solo dalla ricerca del loro profitto. Tutto ciò è inaccettabile e mi batterò con tutte le mie forze affinché ciò non accada.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau


bannerrousseau.jpg

29 Giu 2018, 09:59 | Scrivi | Commenti (15) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 15


Tags: censura, copyright, europa, m5s, parlamento europeo

Commenti

 

Da artista e amante della libertà di pensiero ed espressione non posso che sottoscrivere questa battaglia. Brava splendido articolo che condivido appieno. L'arte e la cultura non possono essere ne barattati come semplici oggetti di scambio e consumo ne tanto meno essere manipolati da soggetti privati come giustamente scrivi tu.

Laura Bottaro 30.06.18 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Sulla rete noi plebei c'informiamo,
confrontiamo, verifichiamo, discutiamo...
questo a molti non va più bene, le pecore devono seguire il pastore, anche se le porta al macello.
Sul diritto d'autore (ovviamente sacrosanto): ma è possibile che non debba decadere mai?
Spesso la pirateria sottrae risorse a chi produce arte e cultura, ma dopo un certo periodo...
salva e diffonde opere ormai dimenticate e sconosciute.

Anna M. 30.06.18 16:41| 
 |
Rispondi al commento

FUORI DALL' EUROPA...RIFACCIAMOCI NOI UNA LIRA E DIAMOLE IL VALORE CHE SI MERITA...NOI ITALIANO POSSIAMO PERMETTERCELO..SIAMO UN POTENZA IN TUTTI I SETTORI, E POI.... SIAMO NOIESSERE UMANI LA MONETA, SIAMO NOI CHE DIAMO VALORE AD UN OGGETTO, E RICONOSCIAMO UN PEZZO DI CARTA...L' EURO E' UNA MONETA PRIVATA BASTA PRENDERE 10 EURO E VEDERE IL SIMBOLO COPYRIGHT, QUINDI SE VOLESSIMO POTREMMO METTERE ANCHE FUOCO E NON DARLE PIU' VALORE PERCHE' QUELLA NON E' LA NOSTRA MONETA LIBERA MA UN PEZZO DI CARTA PRIVATA...

Gian Luca Puddu 30.06.18 06:58| 
 |
Rispondi al commento

No a censure liberticide della rete.

Raffaele Strazzera 29.06.18 21:16| 
 |
Rispondi al commento

No ai bavagli in rete, avanti così, lotta dura!

Giuseppina G., Roma Commentatore certificato 29.06.18 18:11| 
 |
Rispondi al commento

E' SPAVENTOSAMENTE DITTATORIALE LA LIBERTA' E' COME L'ARIA NON PROVATE A BLOCCARLA

francesca Marcellino, roma Commentatore certificato 29.06.18 14:39| 
 |
Rispondi al commento

La cosa che meraviglia che argomenti cosi' scontati debbano essere guerreggiate. Vuol dire che cambiando l'ordine degli addendi il prodotto non cambia.

Roberto Maccione Commentatore certificato 29.06.18 14:22| 
 |
Rispondi al commento

cominciate a casa nostra l'italia, i social stanno boicottando il m5s, e voi non fate nulla, è anni che ve lo dico, i social hanno i gestori,moderatori e si sono infilati i piddini ovunque e se siete ciuchi da non capire?Io lo so perchè bazzico social da 18 anni, dunque se siete veramente capaci date un'avvertimento,vietate la censura sul web,ma lo dovete fare subito, gli algoritmi sono censura e non si può andare avanti così

anna quercia, piancogno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 29.06.18 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, l' idea della "sortition" comporta in sé il forte rischio di una classe dirigente mediocre , ( sicuramente, potevi dire che già lo era, ma ora, quale forza di maggioranza e governo non puoi più esercitare tale leva mediatica). La mediocrazia è l'esatto opposto della meritocrazia tanto decantata dal Movimento. La vera questione è con quale strumento si misura la meritocrazia?
Inoltre, cosa di non poco conto, dal 2010 quando è nato il Movimento, molte brave persone hanno fatto un gran lavoro e si sono guadagnate una rappresentanza Istituzionale e non si può mandare alle ortiche tale bagaglio di esperienza, conoscenza, impegno, considerato il fatto che quasi tutti gli Eletti sono al primo mandato.
Io, neppure iscritto ai 5 Stelle, Vi seguo da sempre e questo problema me lo ero posto, in tempi pre-elezioni già a fine anno 2017.
Da Gennaio 2018 ho iniziato a costruire un programma "progetto impulso" di un trilione di baite" che misura la meritocrazia nel Movimento e per fine anno sarà finito nella struttura base.
Ora, se la cosa può interessare, (tutto in forma volontaria e gratuita) rispondi a trevisanlucio@libero.it. TANTI SALUTI.

Lucio Trevisan 29.06.18 12:57| 
 |
Rispondi al commento

olto bene, portavoce Isabella Adinolfi.
Qualsiasi attacco alla libertà di Internet è un attacco al MoVimento 5 Stelle, perché la democrazia diretta si è resa possibile tramite Internet. Difendere la libertà di internet è fondamentale, anche perché è difendere il MoVimento 5 Stelle .
Sarebbe da promuovere una petizione internazionale contro questa “riforma del copyright”.

Santo Mazzotti, Remedello Commentatore certificato 29.06.18 12:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INTERESSANTE LA PROPOSTA DELLA ADINOLFI ISABELLA SPERO CHE VENGA DISCUSSA E ACCETTATA.

Renzo Marrucci, milano Commentatore certificato 29.06.18 12:34| 
 |
Rispondi al commento

In tutto il discorso di SUPER-INTERESSANTE c'è il fatto di sedersi intorno ad un tavolo con le parti interessate, bene. E' giunto il momento di USARE internet e chiedere a milioni di interessati di tanti Paesi cosa ne pensano. Non perdiamoci nel solito bicchierino d'acqua, una mail riferita alla Commissione Europea o Mondiale e un quesito per tastare il polso alle popolazioni. La gente però deve capire e non si può più parlare in "Politichese". ES. Sono un cantante Rok e pubblico una canzone su Internet, quanto PAGO e quanto INCASSO e ... da chi? Iniziamo a USARE LA RETE, altrimenti torniamo ai piccioni viaggiatori!!

Dall'Olio Ermes 29.06.18 12:26| 
 |
Rispondi al commento

L'unico scopo dei promotori della legge è quello di bloccare la rete, perché attraverso la rete il cittadino viene informato delle loro nefandezze. No all'imbrigliamento, viva la libertà di parola, di scrittura, di pensiero e di scelta.

Casimiro Bellone, Patti Commentatore certificato 29.06.18 12:15| 
 |
Rispondi al commento

....CONTROLLO Della Libertà....!....Ha iniziato la Boldrini che si faceva ritenere insultata....pur pronunziandosi in modo improprio e personale su molti argomenti, non di sua stretta pertinenza....!

Francesco Talucci, Napoli Commentatore certificato 29.06.18 11:16| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori