La storica vittoria di Imola

fonte: Il Messaggero

Imola roccaforte del Pd crolla ai piedi dei grillini. Nella città romagnola, ma in provincia di Bologna, di oltre 70mila abitanti i voti del centrodestra sono passati praticamente in blocco al Movimento 5 Stelle che ha inoltre intercettato altri consensi proprio del centrosinistra. E questo nonostante un calo dell’affluenza (52% rispetto al 57% del primo turno) inferiore alla media nazionale, ma ugualmente significativa.

La candidata del centrosinistra Carmen Cappello (che al primo turno aveva preso il 42%) è avanzata così di pochi punti percentuali perdendo qualche centinaio di voti in termini assoluti, mentre Manuela Sangiorgi (M5S) partiva dal 29,3% ed ha raggiunto il 55,4% pur senza l’apparentamento con la Lega, mossa che si è rivelata determinante, dettata anche dall’esperienza che la Sangiori aveva maturato in cinque anni di apposizione al Pd in consiglio comunale.

Un risultato clamoroso: mai in 73 anni, dal Pci al Pd, si era registrata la necessità di un ballottaggio per eleggere il sindaco della sinistra e poi centrosinistra. E mai una donna si era affacciata con la fascia dal palazzo municipale di piazza Matteotti.

Decisivi sono stati i voti del centrodestra che due settimane fa si era fermato al 23,1%. La sconfitta di Imola è particolarmente simbolica per il centrosinistra dell’Emilia-Romagna perché la città è sempre stata considerata un feudo inespugnabile, sia per il fortissimo radicamento del partito, sia per la presenza di moltissime grandi cooperative che per anni sono state una forma di finanziamento e di creazione di consenso per il centrosinistra.

La sconfitta era nell’aria fin da prima delle politiche anche per lo scontento legato a temi come la sanità e la discarica, simbolo di una subalternità al Pd bolognese sempre meno accettata: basti pensare che numerosi esponenti del Pd hanno preferito farsi da parte e non tentare la successione a Daniele Manca, sindaco per dieci anni, appena eletto al Senato. Alla fine la scelta è caduta su Carmen Cappello, esponente della società civile. Per il Pd dell’Emilia-Romagna è un campanello d’allarme molto preoccupante in vista delle regionali dell’anno prossimo.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr