Il Blog delle Stelle
Il Foglio in apprensione per l'abolizione del finanziamento pubblico ai giornali

Il Foglio in apprensione per l'abolizione del finanziamento pubblico ai giornali

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 14:51
Dona
  • 149

di Massimo Bugani

I giornalisti del Foglio, probabilmente preoccupati dall'imminente abolizione del finanziamento pubblico all'editoria grazie al quale campano alle spalle dei cittadini, ogni giorno schizzano fango contro il MoVimento. Oggi hanno raschiato il fondo del barile per attaccare me e addirittura la mia famiglia e saranno denunciati per diffamazione.

Mia moglie lavora in un'azienda multinazionale leader nell'organizzazione di eventi. Organizzano da anni eventi come il mega concerto di Vasco Rossi a Modena Park. L'azienda, che è solo uno dei tanti fornitori utilizzati per Italia 5 Stelle, è stata scelta per questo, perché sono i migliori, non certo perché ci lavora mia moglie. Lei per altro è una semplice dipendente, non una dirigente dell'azienda, e guadagna la stessa cifra (un normalissimo stipendio) sia che l'azienda organizzi 1000 eventi, sia che non ne organizzi nessuno.

Il Foglio parla di "familismo" e "conflitto di interessi" e questo dimostra che sono incompetenti e in mala fede. Non ho piazzato mia moglie in un'azienda e non ho nessun conflitto di interessi perché non ho creato nessuna agevolazione e nessun vantaggio per me e la mia famiglia con i soldi che sono stati liberamente donati dai cittadini e non espropriati tramite il finanziamento pubblico come quelli usati per pagare i giornalisti del Foglio.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

22 Giu 2018, 14:51 | Scrivi | Commenti (149) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 149


Tags: bugale, bugani, finanziamenti pubblici, giornali, il foglio

Commenti

 

CREDO SIA GIUNTO IL MOMENTO DI PASSARE AI FATTI...
Aboliamo immediatamente questo finanziamento, che per come lavorano i Media, sa di "estorsione"....
a volte mi sembrano come quei ragazzini, a scuola, chiamati all'interrogazione, che cominciano ad inventare, a improvvisare, a dire qualcosa......
pur di non farsi rimandare al posto, con un brutto voto.......
il giornalismo in Italia, tranne che per rari casi, ha perso la sua credibilità......
non gli crede più nessuno.....la sfida quotidiana, è diventata il capire quando una notizia che circola, è vera......
su 100 notizie che scrivono,ne inventano 99.....
e allora questa categoria va riformata, iniziando dalle scuole, e strutturata per sopravvivere del proprio lavoro, ben fatto, e senza contributi di nessuno........

fabio S., roma Commentatore certificato 26.06.18 23:28| 
 |
Rispondi al commento

D'accordo sull'abolizione totale dei finanziamenti ai giornali. Non d'accordo sull'abolizione dei giornali, un paese libero deve avere più voci a disposizione dei cittadini, anche se ostili al momento a questo e domani a quello

Riccardo Trevisani 26.06.18 12:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il foglio a roma lo usano al mercato per incartare il pesce, il giornale a napoli fare cartucce per accendere il fuoco, libero a rimini per le cucce dei cani.....ciao

peppe ceceris Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.06.18 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Max,solidarietà a te e alla tua famiglia.....
.....in quanto a Il Foglio,prevedo una sua utilità sociale (sarebbe anche ora!) come carta igienica di "qualità super" !!!!!

ANNA PONISIO Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 26.06.18 09:23| 
 |
Rispondi al commento

Fate venire i brividi..ma per favore! Abolite il finanziamento pubblico all'editoria? Così rimangono solamente i giornali di Confindustria e Berlusconi..e il blog di Grillo.
Aiuto!

Max 26.06.18 00:18| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe una bellissima sentire che il foglio del grassone ha chiuso, non meritano altro..

RENZO D., riva presso chieri Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 25.06.18 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Pechè apprensione? Il foglio ha anche dei giornalisti?

W M5*****

maurizio d., Terracina Commentatore certificato 25.06.18 15:17| 
 |
Rispondi al commento

vi prego... continuate così, il 90% degli italiani vogliono il cambiamento !! così non ci saranno rivoluzioni e i nostri figli e nipoti avranno un futuro migliore.
io sono un piccolo imprenditore e incontro decine di persone... tutti la pensano come me e come voi !! mettete anche in risalto che le formazioni politiche precedenti con le banche hanno rovinato migliaia di italiani con l'adesione a Basilea !! hanno ridotto i fidi e gli affidamenti a che lavorava creando una catena di Sant'Antantonio senza nessun tornaconto per gi italiani, ma solo per i grandi investitori e i grandi industriali.
poi anche quando Prodi vinse le elezioni in due mesi fece diventare gli italiani un popolo di scommettitori ampliando i cosidetti PUNTI SNAI o simili da 1000 a 13.500 ripeto 13.500 . ... che sinistra e che buoni politici !!
forza !! Giuseppe

GIUSEPPE CORALLI 25.06.18 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Il foglio, perchè è un giornale? Ormai a tutti brucia il sederino e continuano a gettare fango sul movimento ma è solo una prova di quanto valgono, ovvero carta igienica!!

beppe z., Capoterra Commentatore certificato 25.06.18 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Cosa aspetta il governo del cambiamento a togliere tutti i finanziamenti a politica, giornali e ong?Diminuire anche la percentuale dall'8 al 5 per mille e quella dal 5 al 2 per mille, non costa niente e anzi da un po di soldi per le altre proposte del programma.

anacleto bomprezzi 25.06.18 09:20| 
 |
Rispondi al commento

In questi anni gran parte dei giornalisti di carta stampata e dei media non sono stati molto corretti ed obiettivi nello svolgere il proprio mestiere perché asserviti alla politica, io ho sempre pensato e lo penso tutt'ora che il giornalismo è diventato ormai non più la voce e l'eco dei cittadini per informarli in modo corretto ed obiettivo ma una sorta purtroppo di Quarto Potere dello Stato dopo il Potere Legislativo, il Potere Esecutivo ed il Potere Giudiziario, dove una penna può ferire e talvolta uccidere più della spada, quindi bisognerebbe rivedere un po il tema del giornalismo ed editoria in generale che siano distaccati dalla politica così come lo devono essere anche i mezzi di comunicazione di servizio pubblico

Angelo Callisto 25.06.18 06:53| 
 |
Rispondi al commento

Sono sicuro che dopo il taglio dei finanziamenti nel nostro paese ritornerà il giornalismo, a differenza di oggi che è parassitismo fazioso.

friso r. Commentatore certificato 25.06.18 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Non ti curar di loro, ma guarda e passa.

Pietro Sorrentino, San Giorgio a Cremano Commentatore certificato 25.06.18 00:08| 
 |
Rispondi al commento

W la IIIa Repubblica Italiana fondata su:
da oggi anche voi camminerete sulle vostre gambe, altrimenti vi fermate come succede a tanti altri.

friso r. Commentatore certificato 24.06.18 23:52| 
 |
Rispondi al commento

Che meraviglia,non vedo l'ora! Fate presto per favore.

Adelaide C., Crema Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 24.06.18 23:50| 
 |
Rispondi al commento

I giornali sono un bene di consumo (intellettuale) ma sempre di consumo perciò come ogni altra attività produce e vende altrimenti chiude bottega.Troppo facile quando poi c'è pantalone che paga. Questo è un'altra di quelle vergogne di cui è pieno questo paese che deve finire rapidamente.
La scusa di servizio di informazione non regge più. Poi quale informazioni sarebbe se non di parte di cui i cittadini possono senz'altro farne a meno.

Valter Pasqui 24.06.18 23:13| 
 |
Rispondi al commento

Ho già una bottiglia in fresco!Non vedo l'ora di aprirla!Il solo pensiero che dobbiamo dargli soldi per poi essere denigrati mi infastidisce!
Che campino con gli introiti delle vendite ai propri lettori!

giuseppe pasini, Vallermosa Commentatore certificato 24.06.18 22:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

soliti metodi squallidi dai soliti giornali con a capo i soliti sciaquini vermi e leccaculo del padrone

claudio p., samarate Commentatore certificato 24.06.18 18:27| 
 |
Rispondi al commento

lucacopioso@virgilio.it
Il rag. Cerasa non si preoccupi.... tanto, il suo, non è mica un giornale...!!! E' solo un "Foglio"..
La mia domestica lo trova molto utile... per asciugare i vetri..!!! Se godeva di un contributo pubblico, allora era già un abuso...!!!

luca C. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 24.06.18 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Machevadanoaffanculoileccaculistampati

Alex 24.06.18 13:39| 
 |
Rispondi al commento

La maggior parte delle persone crede ancora alle cavolate della stampa cartacea di parte cosi si possono influenzare le masse a far credere nell 'operato di quella corrente appartenente .Toglietelo subito il finanziamento cosi vedremo che informazioni propinerete.

vincenzo e., Orvieto Commentatore certificato 24.06.18 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Io mi chiedo, perchè devo pagare l'informazione(TV e giornali),che mi sputtanano(5*****),mica sono masochista.SE è cosi che se li paghi il b e la tessera numero 1 del pd (minuscolo voluto).Non dimentico.Luigi, LEGGE ELETTORALE NUOVA.

enzo calderini, meduna di livenza Commentatore certificato 24.06.18 06:56| 
 |
Rispondi al commento

Un giornale amico del pd e di berlusca, che osa attaccare il movimento 5stelle!
Un giornale senza vergogna, che è letto da quattro gatti, per fortuna.


Solo l'annuncio del governo ha scatenato il panico in molte testate di quotidiani che rispondono con la macchina del fango al cubo. Ci girano attorno parlando di altro ma si sentono braccati. Gli italiani sanno che per guadagnare bisogna lavorare sodo. La regola vale per tutti.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 24.06.18 01:17| 
 |
Rispondi al commento

Fantastico Governo Conte, questo è distillato di giustizia. Stampa arrogate e faziosa pagata con i soldi pubblici per mettere in circolo fandonie: ma dove sta scritto. Vedrete come si calmano dopo il ben servito.
AVANTI TUTTA, TUTTI UNITI CON IL 1° GOVERNO DI UNA LUNGA SERIE DELLA TERZA REPUBBLICA ITALIANA.

friso r. Commentatore certificato 24.06.18 00:20| 
 |
Rispondi al commento

Dice Cerasella, "è finita a nennella"!
Che brutta faccia sporca... Guardalo là.

Biagio C. Commentatore certificato 23.06.18 22:40| 
 |
Rispondi al commento

Siamo con Te, la stampa Italiana grazie a queste testate o gabbie pseudo culturali, risulta al 57esimo posto nella classifica mondiale della
liberta' di stampa e probabilmente al 90esimo posto per l'indipendenza dei contenuti. Su molti giornali, tutti i giorni, assistiamo a una strage di mancanza di obbiettivita'. Peccato!. Quanta intelligenza sprecata. Usano la loro intelligenza per sporcare l'orticello del vicino che non la pensa come loro, invece che dare un contributo ideale costruttivo al Paese. Prediligono il gossip Politico alle notizie che potrebbero raccontare delle tante eccellenze italiane dimenticate dai
media.
Sono talmente presi dal potere della Penna che entrano in quello stato psichico che nello sport si chiama Delirio Agonistico, che e' una cosa
positiva, ma che nella gestione di una Penna si potrebbe definire Delirio di Onnipotenza. Questi ...untori dalla penna facile... danneggiano i
giornalisti e la stampa illuminata che veramente meriterebbero di avere un finanziamento pubblico,
proprio per garantire quell'indipendenza e difenderla dalla propaganda di Organi di Partito, imprenditori politicizzati e lobby.
Se un partito vuole il suo giornale se lo paga e ha il diritto di scriverci su' quello che vuole. Se un imprenditore politico vuole il suo giornale se lo paga lui, *conflitto di interessi a parte*.
Un giornale veramente indipendente invece se finanziato dal Pubblico ha come editore il
Cittadino. Benvenga. Potremo noi cittadini avere
l'opportunita' di vedere i nostri articoli o il nostro pensiero pubblicati, come si fa qui sul
Blog, dove possiamo dare il nostro modesto contributo al cambiamento del paese e far sentire la nostra voce in modo democratico, semplice e immediato e senza costi.
Provate ad andare al GIORNALE o a REPUBBLICA e chiedere di Pubblicare il vostro pensiero. Non riusciremmo nemmeno a suonare il campanello
d'ingresso. La partecipazione non e' una chimera ...Si...puo'...faree !!! grazie Blog delle Stelle.

ROBERTO TARANTINI MASCHER 23.06.18 20:58| 
 |
Rispondi al commento

Cosa si intende per maggioranza degli italiani?
A meno che non si voglia far passare che il 67% dei connazionali sia venduto, stupido, in malafede, leccaculo ecc... La maggioranza degli italiani non ha votato M5s. Il dubbio che potrebbe aver votato altro perché spaventato dall'integralismo dimostrato anche da molti commenti qui espressi, oltre che da altre svariate ragioni, dovrebbe almeno essere considerato, così come quello che possano esistere giornalisti liberi di pensiero che non sono d'accordo con le idee M5s.
Fossero tutti giornali di regime al soldo dei poteri forti (non sò, potrebbe essere) vi invito a riflettere su una considerazione.
Se così non fosse si rischierebbe di togliere la critica libera, poiché per questi poteri "poche" centinaia di milioni sono briciole, se così fosse, non cambierebbe nulla, anzi anche i pochi fuori dal coro sparirebbero.
Sono d'accordo con l'abolizione del finanziamento pubblico se motivato da ragioni quali il merito e la concorrenza, se la motivazione è cancellare dalla faccia del pianeta quelli che non la pensano come me...
Viva il finanziamento pubblico.
Anche se scettico (per favore fatemi cambiare idea con i fatti) auguro buon lavoro a questo governo.
P.s.mi scuso per aver rotto la promessa ma molto di quello che ho letto è veramente agghiacciante.

Paolo Negrini 23.06.18 19:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giustamente è ora di smetterla con questa pratica del finanziamento ai giornali,e come minimo andrebbe fatta una interrogazione parlamentare perché i vecchi partiti spiegassero al popolo italiano per quale astrusa logica hanno elargito soldi ai giornali tenendo fuori le altre categorie tipo: panettieri,autisti,contadini,pescatori,fiorai,metalmeccanici,muratori,sarti,gruisti,mugnai,fonditori,ricamatrici,musicisti,negozianti,cuoche,motoristi,mungitori ecc.ecc.

Giuseppina Marzi Commentatore certificato 23.06.18 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Via anche il canone RAI. Una sola TV pubblica basta per mantenere l'equilibrio delle informazioni. Privatizzare gli altri 11 canali che non servono a nessuno se non a fare favoritismi.

RAFFAELE ESPOSITO 23.06.18 19:03| 
 |
Rispondi al commento

i giornali italiani devono essere come quelli anglo-sassoni: devono mantenersi at proprie spese..
Basta con queste elargizioni per acquisire benevolenze.
La porta , però, deve essere chiusa per tutti. Da quelli grandi a quelli pietà.
Sul mercato ci si sta solo se si è in grado di starci: Con le proprie gambe!
Difendiamo quello che abbiamo sempre detto.
Basta con il falso pietismo.

luigi m., sannicola Commentatore certificato 23.06.18 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Vediamola in modo più chiaro: Io sono un imprenditore e voglio fare un qualsivoglia lavoro ad esempio il GLUCCHISTA. ( il glucchista e colui che passa il tempo a tirare sassi in uno stagno causando quel rumore particolare che fa "GLUC"). Mi piace moltissimo e per farlo ho bisogno di guadagnare bene per mantenermi e magari mantenere almeno altre 12 persone. Come faccio ad avere quel buon stipendio se non utilizzare I FONDI STATALI? Insomma io percepisco soldi dalla società per fare il GLUCCHISTA. Sono felice anche se mi chiamo GIUSEPPE.

Giuseppe P., Novi Ligure Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.06.18 17:49| 
 |
Rispondi al commento

questi giornalisti, parassiti del sistema, nonostante sappiano che i loro editori falliranno senza finanziamenti, continuano a buttare fango su chi cerca di cambiare le cose in una Italia distrutta proprio da loro e da chi li ha sempre agevolati. Forza Movimento, fate quello che avete promesso in campagna elettorale e chi vi ha dato il voto, me compreso, vi sosterremo sempre. Buon lavoro e forza 5stelle.

mazzola roberto 23.06.18 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Basta con questo giornalismo da quattro soldi! Se vorranno continuare ad esistere come stampa, gli SCRIBACCHINI DELLE TESTATE SOVVENZIONATE CON IL DENARO PUBBLICO, sarà bene che si rechino negli USA dove i giornali non ricevono SOVVENZIONI STATALI, ed i GIORNALISTI si possono dire tali in quanto sono loro che permettono la vendita dei giornali con i loro "SCOOP", cosa che non avviene da noi.

Cesare DE PROSPERIS, Terracina Commentatore certificato 23.06.18 17:25| 
 |
Rispondi al commento

L' assistenzialismo anche per la carta stampata e giusto che finisca per equità e correttezza nei confronti di altre sfortunate categorie di lavoratori. Ognuno deve percepire quello che merita e che produce in concreto!

giuliano dolce 23.06.18 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Innanzitutto desidero esprimere tutta la mia solidarietà a Massimo Bugani e alla sua famiglia:Massimo è una persona stimata e perbene come a Bologna come in tutta Italia per l importantissima attività che svolge da anni per il Movimento 5 Stelle:ma forse è proprio per questo che qualcuno l ha preso nel mirino,ma il metodo della macchina del fango non lo sfiorerà nemmeno.

Rino Siconolfi, Ferrara Commentatore certificato 23.06.18 16:12| 
 |
Rispondi al commento

I giornali che fanno bene il loro lavoro, senza finanziamenti pubblici, vanno premiati con incentivi, idem per le aziende dell'editoria. Gli altri, i parassiti, è ora di eliminare ogni finanziamento pubblico. In compenso incentivare con strumenti e iniziative la diffusione di giornali liberi e oggettivi nelle scuole con l'aiuto di esperti univetsitari e soprattutto di giornalisti veri per educare e sviluppare la cultura dell'informazione come strumento di comunicazione in una società libera e democratica, senza dimenticare anche il fattore che si possano generare nuovi posti di lavoro ed avere utili da investire. L'ordine dei giornalisti dovrebbe tener conto di questa anomalia prima di accreditare tutti come professione "giornalista.".

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 23.06.18 16:04| 
 |
Rispondi al commento

Dopo che il mitico Beppe ha smascherato anni or sono che PD E Forza Italia erano la stessa cosa (inciuciati) con i loro satelliti-Partiti a pagamento, l'informazione Politica sulla carta stampata ecc. non ha più senso. Loro pubblicano delle "Locandine pubblicitarie" e non si finanziano delle Locandine!! Pagando milioni di euro settimanalmente a Giornali, TV e radio hanno fatto diventare NORMALE che al Governo (Luogo dove si deve dare l'esempio al popolo) si sedessero tranquillamente oltre 70 INDAGATI !!! Ma stiamo scherzando???

Dall'Olio Ermes 23.06.18 16:03| 
 |
Rispondi al commento

http://www.libreidee.org/2017/04/padroni-di-tutto-anche-dei-giornali-chi-crede-alle-loro-news/

Ecco l'Italia e gli italiani nelle mani di chi sono: caste e clan mafiosi e massoni padroni di tutto: economia, politica, sanità, socialità e della nostra stessa ESISTENZA!
Dobbiamo avere PAURA di questa gentaglia e di tutti i loro servi politicanti PD/dc-FI con i leccapalle e mezzeseghe TV che sono mantenuti come prestituti e cavalieri serventi senza dignità! Sono disposti a tutto pur di apparire nei porcotalkshows di mattine, sere e notti o di far apparire un loro misero articoletto sulla loro carta igienica stampata che nessuno legge più!
Basta con i finanziamenti a questi fannulloni ignoranti che infangano la politica onesta a comando dei loro magnaccetti dei poteri occulti del BILDERBERG e della GLOBALIZZAZIONE, che TEMONO e VOGLIONO DISTRUGGERE con ogni mezzo il POPULISMO EUROPEO e mondiale che sta rovinando e bloccando i loro orrendi programmi e decisioni contro i POPOLI ONESTI per i loro SPORCHI INTERESSI ed arricchimenti!
E'la fine per queste accozzaglie (di magnaccia) più che di magnati e lo sanno. Ma, prima di tornarsene nelle fogne da dove sono stati generati, continueranno ad infanfare e denigrare tutti coloro che difendono la democrazia, la libertà, l'onore e la dignità dei popoli onesti che saranno sicuramente "I VINCITORI FINALI"!
amen!

giova31 23.06.18 15:55| 
 |
Rispondi al commento

questa
-faccia da culo-
di un ragioniere
è uno smerdatore professionista di cazzate_

FABIO B., bologna 23.06.18 14:55| 
 |
Rispondi al commento

sono molti i giornaletti in apprensione , però basta annunci, togliamoli .

paolo b., ancona Commentatore certificato 23.06.18 14:35| 
 |
Rispondi al commento

vorrei vedere concretizzare al piu presto l'eliminazione della vergogna del finanziamento all'editoria,se sanno scrivere campano,altrimenti a casa

franco bertocci, taranto Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 23.06.18 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Predicano il liberismo, la meritocrazia, la concorrenza sfrenata, le privatizzazioni e poi succhiano alla tetta di ciò che è pubblico. dello stato.
Io con i soldi delle mie tasse devo foraggiare questi personaggetti?

Giovanni Palma 23.06.18 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Il finanziamento pubblico ai giornali, una vergogna tutta italiana.
In questa maniera diventano il megafono dei poteri finanziari e sotto perenne ricatto, non essendo una stampa libera ma assoggettata.
Da eliminare immediatamente e non sarebbe a costo zero ma quei soldi risparmiati potrebbero andare a scopi ben più sani.
Cerasa, tutti i giornalisti e tutti i giornali dai quali scarabocchiano, se sono competenti, si guadagnino il pane come tutti senza parassitare alla spalle dello Stato.
Se non riescono a stare in piedi da soli, da buoni ordoliberisti, vadano in qualche redazione di giornale, all'estero, nella loro cara ue, troveranno sicuramente un posto per pulire i cessi delle stesse e la durezza del vivere.

gérard luchetti 23.06.18 12:02| 
 |
Rispondi al commento

ormai la gente che ha ancora un po' di cervello funzionante, capisce che la stragrande maggioranza dei media si accanisce contro il M5S, e i peggiori sono quelli che godono del finanziamento pubblico ai giornali.
Prima eliminate questo sperpero di risorse e meglio é.

mzee.carlo 23.06.18 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente aspettavo questo titolo da anni,togliere il finanziamento ai giornali ,per cacciare via quei giornalisti politici e di parte,e rimanere solo giornalisti seri che scrivono cose esatte nei loro articoli e non buffonate e bugie continue ed in piu' vedere andare falliti quei giornali sorti come funghi dopo la pioggia ,da tanti personaggi del mondo della politica ed infine vedere la gruber che va a fare la nonna ai giardini comunali

benedetto g., roma Commentatore certificato 23.06.18 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Questo post sul Foglio, giornale che non so perchè ho comperato UNA sola volta in vita mia, mi ha fatto tornare alla mente l'uso che mio papà, in tempo di guerra, faceva dei giornali: li tagliava in quadratini che poi appendeva ad un chiodo di fianco al water. Allora la carta igienica era cosa rara.
Mi riferiscono che perfino la proprietà ha espresso il suo disaccordo sul come e cosa veniva scritto in quel giornale. E questo la dice molto lunga.
Ricordo inoltre dalla Gruber, mesi fa, che un suo dipendente asserì che il M5S doveva essere messo fuori legge! Democraticamente s'intende.
D'altronde a pensarci bene quasi nessuna delle cose che scrivono oggi i giornali sono espressione del comune sentire della maggioranza della gente!

paolo boccali, sarteano Commentatore certificato 23.06.18 11:13| 
 |
Rispondi al commento

I commenti che leggo fanno venire i brividi. Possibile che nessuno si renda conto che questa adesione acritica ad un partito, per giunta di governo, è inquietante e pericoloso.La vicenda in questione è esemplare: Bugani è stato beccato a fare una cosa che, se l'avesse fatta uno del PD, il Fatto Quotidiano ne avrebbe ricavato un articolo di denuncia, esattamente coma ha fatto il foglio. Si giustifica dicendo che la moglie è una semplice impiegata, e il Foglio spulcia si Linkedin e scopre che si qualifica "business development Manager". Lo stesso Bugani non trova di meglio che invocare, a sua difesa, l'eliminazione del finanziamento pubblico ai giornali (che può essere anche giusto, ma c'entra come i cavoli a merenda) e la folla osannante gli dà ragione. Fidatevi, fate paura.

Camillo Cardu 23.06.18 11:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravo Cerasa
mi hai convinto
faccio na donazione a Rousseau.....

Attilio Disario R dam Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 23.06.18 09:58| 
 |
Rispondi al commento

fatemi capire, ma se i contributi vengono elargiti nell'anno successivo, in realta' state gia' versando quelli del 2017 come si evince dalla nota del dipartimento , con l'anticipo del 42% dei contributi 2017??? perche' non li avete bloccati???
http://informazioneeditoria.gov.it/it/notizie/anticipo-dei-contributi-alle-imprese-editrici-di-quotidiani-e-periodici/

massimo piacere 23.06.18 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Crimi si dia una mossa con il radere al suolo il finanziamento pubblico, ma di tutti i giornali e anche le radio , riveda anche quelli delle tv private, compresi anche i privilegi sulla pubblicita', le agevolazioni telefoniche etc..e' ora di finirla, aspettiamo dal 2013 e non e' piu' tempo di proclami, lo si faccia subito. Che non vi venga in mente di fare preferenze per i giornali religiosi e vaticani come Avvenire che si pappano milioni di euro..

massimo piacere 23.06.18 09:10| 
 |
Rispondi al commento

BUGANI la ammiro tantissimo per la sua competenza, umiltà e compostezza. Un pilastro del movimento umile come POCHI. Le Provano tutte ma noi cittadini non crediamo più a questi pagliacci dell'informazione. I MIEI PIÙ SENTITI Auguri!


ERA ORA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
PAGATI PER DIRE FALSITÀ....... BASTAAAAAAAA

RUGGERI DAVIDE 23.06.18 08:54| 
 |
Rispondi al commento

Le caste e i clan mafiosi e massoni del potere politico, economico, industriale, mediatico, ecc.. hanno MONOPOLIZZATO l'editoria e le TV italiane con TUTTE le grandi e piccole reti e testate giornalistiche , praticamente hanno tutto il controllo dell'informazione e/o DISINFORMAZIONE!
Gli italiani onesti oramai hanno capito il gioco ed il sistema che questo gruppo di affiliati alle organizzazioni del crimine e del potere italiano usa per condizionare tutto, dalla politica ai consumi, dalla scuola alla sanità, sfruttando i bisogni sociali per il loro sporco interesse, arricchendo sempre di più i clan e poteri occulti della macroeconomia e della politica corrotta ma impoverendo i cittadini onesti riducendoli alla disperazione ed alla povertà!
I berlusconi, agnelli, angelucci, caltagirone, cairo, ecc.. sono i manipolatori, oltre che dell'economia e della politica, anche di tutta l'informazione con evidenti CONFLITTI DI INTERESSE tutto a loro VANTAGGIO!
http://www.libreidee.org/2017/04/padroni-di-tutto-anche-dei-giornali-chi-crede-alle-loro-news/
ORA BASTA con i finanziamenti pubblici a questa banda di delinquenti con tutti i loro leccapalle e mezzeseghe televisive che hanno creato una casta spudorata e privilegiata con il consenso dei partiti massoni e mafiosi PD/dc-FI e soci a delinquere!
LA PACCHIA ed il MAGNA MAGNA è FINITO!
E' giunta l'ora che questi vermi e piattole dell'informazione vadano a lavorare per guadagnarsi da vivere!
AMEN!

giova31 23.06.18 07:50| 
 |
Rispondi al commento

I giornali seri non hanno mai avuto bisogno di finanziamenti dallo Stato. Fanno il passo con le proprie gambe. E questi passi saranno tanto lunghi quanto la credibilità, l'indipendenza e la professionalità di chi saprà "stillare inchiostro di marca VERITÀ"

NUCCIO N., MONZA Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 23.06.18 02:10| 
 |
Rispondi al commento

“Il cammino dell'uomo timorato è minacciato da ogni parte dalle iniquità degli esseri egoisti e dalla tirannia degli uomini malvagi. Benedetto sia colui che nel nome della carità e della buona volontà conduce i deboli attraverso la valle delle tenebre, perché egli è in verità il pastore di suo fratello e il ricercatore dei figli smarriti. E la mia giustizia calerà sopra di loro con grandissima vendetta e furiosissimo sdegno su coloro che si proveranno ad ammorbare e infine a distruggere i miei fratelli. E tu saprai che il mio nome è quello del Signore quando farò calare la mia vendetta sopra di te.”
Ezechiele 25:17

Serafino 23.06.18 00:34| 
 |
Rispondi al commento

Giornale inutile, come tanti altri in questo paese.

Freeman 23.06.18 00:16| 
 |
Rispondi al commento

ERA ORA
NON DICO ALTRO.

caterina c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau 22.06.18 23:43| 
 |
Rispondi al commento

Io per vendere le albicocche mi devo confontare con un libero mercato...perche i giornali...no?? eliminate i finanziamenti per favore...e soprattutto cerchiamo di fare anche luce su ipotetiche e false testate giornalistiche. Cerchiamo di regolarizzare tutto. Grazie

giovanni lasalandra, policoro Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 22.06.18 23:12| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE' DOVREMMO FINANZIARE I GIORNALI?

Per sentirci raccontare tutti i giorni come De Benedetti o Agnelli ecc. voglio controllare il nostro paese?

Vogliono parlarci?
Sono loro che vogliono parlarci dei loro interessi,o come sviare l'attenzione dai loro interessi..CI MANCA SOLO DI PAGARLI PURE!
NON FANNO INFORMAZIONE.
Dovrebbe diventare che,dato che scrivono per loro stessi,che siano loro a pagare noi per ascoltarli.
O no?

Luca Fini 22.06.18 22:51| 
 |
Rispondi al commento

se abolite il finanziamento pubblico ai giornali siete dei grandi !! Tutti quei giornaletti spazzatura che non legge nemmeno il mio cane finalmente spariranno. Sarà solo la qualità del giornale a determinare chi va avanti e chi no. FORZA M5S.

Paolo 22.06.18 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Viva il Movimento5 Stelle, questo provvedimento era ora che qualcuno se ne occupasse. È inutile tenere delle testate giornalistiche in piedi per forza quandoi lettori sono pochissimi....quindi chi deve pagare tutti sti mangioni per scrivere solo cavolate o addirittura rovinare ingiustamente la credibilità di tante persone. Bravi e ancora bravi andate avanti così senza guardare in faccia nessuno....non fatevi intimorire perché dalla vs parte c'è il popolo che è sovrano

Gualtiero Silvestro Marras, ORTOVERO Commentatore certificato 22.06.18 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Grande Massimo hai tutta la nostra solidarietà, che dire: è proprio vero, a che tocchi il portafoglio delle congreghe piduiste riempito di soldi che non gli appartengono, la loro migliore difesa quando sono nel torto marcio è l’attacco con la diffamazione, arrivando a mettere le mani anche dentro alle famiglie.
Maledetti massoni parassiti da propaganda, quando andrete in decomposizione o all’inceneritore per trasformarvi in fuliggine, che l’eternità (alla quale non potrete sfuggire) vi sia per sempre grave.
AVANTI TUTTA PER UN PAESE + EQUO E + GIUSTO.

friso r. Commentatore certificato 22.06.18 21:28| 
 |
Rispondi al commento

Il finanziamento pubblico per la comunicazione a chi presenta un progetto innovativo, per esempio per le categorie che ora non hanno facile accesso a internet o.... non per i servi dei massoni!!!

ADRIANO LEMMI 22.06.18 21:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro sig. Bugani non dovete arrabbiarvi solo quando toccano voi o i vostri familiari, ma dovreste arrabbiarvi anche quando sputano sul popolo che definiscono ignorante per avere scelto voi. O quando manipolano spudoratamente l'informazione per servire quelle lobby e quel potere partitocratico che ha rubato le nostre vite. Togliete il finanziamento a questi parassiti. Fate presto !!!

Giuseppe 22.06.18 21:20| 
 |
Rispondi al commento

EVVAIIIIII 😂😂😂😂 picchiate duro su chi disinforma i cittadini raccontando solo balle propagate da pseudopennaioli asserviti a quel che era Il Circo della CASTA... quando aboliamo il Pd? Ah già, si stanno abolendo da soli tirandosi dietro Leu... 😂😂😂😂

Adriano V. Savona 22.06.18 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Che dire ..Cerasa e' la punta dell'iceberg di un sistema di falliti giornalisti lobbyzzati che da anni sostengono finti sistemi antagonisti che giocano al gatto e al topo alle ns spalle!E' offensivo x l'intelligenza delle persone ascoltare denigrazioni precostituite contro i 5 stelle e tutti i finti avversari politici...non si tratta di imbavagliare la stampa,ma di dare spazio a giornalisti veri e quasi indipendenti almeno...capaci di criticare senza partire da ideologie del 900.Hanno un padrone,quindi si debbono autofinanziare!Voglio vedere poi chi comprera'i giornali dei padroni..da ridere.La questione e'che hanno sempre e solo fatto propaganda.In internet e' l'utente che verifica le notizie e le cerca...quindi qualcosa va cambiato,specie nella tv pubblica in cui paghiamo il canone per sentire tg di regime.Quando va bene non danno le notizie giuste omettendole...parandosi il sedere se qualcuno accusa i caporedattori..Abbiamo una tv di stato vergognosa e sottoculturata.L'informazione deve cambiare.Coraggio a tutti e avanti tutta!!!

Aldo T., Torino Commentatore certificato 22.06.18 20:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo che il ragionier Cerasa, "direttore" del foglio, è un eccellente esecutore di ordini. Ordini da parte dello stesso che manovra "il giornale". E' solo questione di tempo.

Giuseppe Stramaglia, Foggia Commentatore certificato 22.06.18 20:47| 
 |
Rispondi al commento

E'solo nella logica delle cose che si tolga il finanziamento all'editoria. Sono casta. Privilegio vergognoso. Mancanza di rispetto dei CITTADINI.

Roberto Maccione Commentatore certificato 22.06.18 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Ma perche' i giornali hanno ancora finanziamenti statali ? Strano , ma solo pochi giorni fa un giornalista a Rai3 asseriva che il suo giornale non prendeva una lira , poi correggendosi in euro !!
Questo a prescindere dal giornale piu' o meno allineato, e propio questo e' il vero problema sulla sana informazione ,che non deve essere viziata dalla parrocchia d'appartenenza.

Francesco De Rita 22.06.18 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Che belle parole! È sempre un piacere leggere i commenti di un sincero democratico. È dai tempi dell'editto bulgaro di Berlusconi che non si udiva una tanto "soave" melodia.
Se allora si parlò di uso criminoso del servizio pubblico quale sarà il capo d'imputazione di Colombo? Forse lesa maestà?
Peccato che non abbia una scorta potremmo minacciare di toglierla, vero? Spero che, se questo sito ha un moderatore, qualcuno intevenga per fermare le farneticazioni.

Eraclito 22.06.18 20:19| 
 |
Rispondi al commento

questo cerasa, senza arte nè parte, è spesso ospite in tv ad esprimere il suo inutile e squallido parere

Maria P., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 22.06.18 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Ti sbagli caro Massimo nel dire "..questi oggi hanno raschiato il fondo del barile".
Questi immorali che si autodefiniscono Giornalisti,vivono sulla manipolazione dell'informazione e che per sopravvivere proveranno ad andare ben oltre il fondo.
Bene hai fatto a dare una risposta pubblica alla provocazione subìta.
Un abbraccio a tutto il MoVimento.

Clo' 22.06.18 19:53| 
 |
Rispondi al commento

abolire immediatamente questa forma di pizzo occulto ai partiti che ne sono propietari che si chiama FINANZIAMENTO PUBBLICO AI GIORNALI

giuliano m., Coccaglio Commentatore certificato 22.06.18 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Anche se Il Fatto Quotidiano non riceve finanziamenti pubblici, devo richiamare l'attenzione del suo Direttore perché cacci un certo F. Colombo che in modo falso e irragionevole, tramite il suo giornale, disprezza il Movimento 5 Stelle e il nuovo corso politico.
G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 22.06.18 19:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi auguro veramente che il "reddito di cittadinanza"erogato ai giornali finisca.

Miranda Cravero, Cavour Commentatore certificato 22.06.18 19:21| 
 |
Rispondi al commento

Se urlano e spargono letame è perchè sono colpiti direttamente. Essi, molti servi, sono sicuri che senza il foraggiamento pubblico falliranno e verranno certamente abbandonati dai loro padroni. Ora chi fa giornalismo con la schiena dritta non teme nulla. Il perchè? E' semplice: sono liberi. Liberi di dire e scrivere il vero ogni giorno! Chi vive e opera nel giusto non ha paura di nulla!

Umberto Sivieri (santommaso), Castrovillari Commentatore certificato 22.06.18 19:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

finalmente, era ora!!!!!! e mo vediamo se sono giornalisti capaci

Claudio pierotti 22.06.18 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo e spero che avvenga presto questa abolizione in primis ai giornali e poi a tutti i privilegi di qualsiasi provenienza (parlamentari dirigenti e giornalisti rai e personale per trasferimenti e diarie) e se impegnano soldi pubblici devono essere rendicontate con ricevute verificate e controllate una ad una.
Facciamo in fretta queste modifiche e non perdere altro tempo.
Cerchiamo di denunciare per diffamazione di più e di non aver paura di essere criticati perchè il fango che vi tirano è tanto e non stare zitti credendo che la gente sappia dividere le notizie vere da quelle false perchè quelle false fanno più clamore.
Buon Lavoro

FRANCO GIACOMUCCI, ANCONA Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.06.18 18:54| 
 |
Rispondi al commento

beh,venderanno le mutande di ferrara

alessandro verona 22.06.18 18:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Negli ultimi mesi sto assistendo ad una vera guerra mediatica di giornalisti, conduttori e “ esperti opinionisti” nei confronti del governo. Titoli, mezze frasi dette e scritte in malafede con l’intento di creare dubbi e scandalo sui personaggi eletti nel movimento 5S , sul primo ministro Conte e sui ministri del governo. Volontà chiara e precisa di mettere in difficoltà, cattiva luce e pregiudizi d’incapacità degli eletti del movimento. Chiaro sintomo di gentaglia che ha paura di perdere i privilegi ottenuti con l’atteggiamento prono ai padroni dell’editoria che dettano i titoli e le righe dei contenuti editoriali. Non hanno ancora capito che i “populisti” non sono persone stupide che non capiscono i giochi di potere. Sappiamo tutti che i cosiddetti editori “per caso o per vantaggio” scelgono di acquistare giornali e tv per il solo scopo di ottenere favoritismo di massa diretto ed indiretto ai loro lucrosi affari di altro tipo e per fini di bassa politica, supporto elettorale promiscuo e per dossieraggio senza scrupoli secondo le convenienze imprenditoriali o politiche del momento. Inoltre, con le leggi che si sono fatti approvare dagli amici degli amici ottengono anche i benefici dei finanziamenti all’editoria. Vorrei vedere se cominciassero a perdere denaro più di quello che già oggi perdono, se venderebbero i loro giornali rinunciando a “fare ” gli Editori. Ben vengano leggi che rimettono in ordine questo settore ormai fortemente deviato e che permetta di far crescere solo imprenditori editoriali capaci e liberi di fare notizia nella verità.

Sandro Sabatini 22.06.18 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Benissimo...
Credo che, non solo la cricca del ferra-ra, sono preoccupati sicuramente tutti, esclusi quelli che non hanno ricevuto mai un soldo...è sono liberi di scrivere senza condizioni.

rolando c. Commentatore certificato 22.06.18 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Avanti tutta! È importantissimo levare i contributi ai giornalai che spalano merda quotidianamente e impunemente. È ora di finirla! Non ne posso più di aprire un giornale e provare nausea e rabbia. Spero sia la volta buona.

Markingegno 22.06.18 18:29| 
 |
Rispondi al commento

prima il popolo lo controllavano con soldati mercenari e le armi erano spade e fucili , poi dopo la rivoluzione francese i dittatori ed i tiranni sono stati costretti a cambiare metodo , non potendo fare più esecuzioni in piazza usano i mezzi di informazione per controllare il popolo . I nuovi soldati mercenari sono i giornalisti e le armi sono le televisioni ed i giornali . Praticamente è cambiato poco fino all'avvento di Internet , la vera grande rivoluzione . Grazie ad internet è nato il M5S e grazie ad internet ci liberereno dei tiranni e dei loro soldati mercenari .

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 22.06.18 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Evviva era ora basta spreco dei nostri soldi dati a magna patate😄😄

Anna C. Commentatore certificato 22.06.18 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Anche il mio cagnolino si offende se raccolgo i suoi escrementi con il foglio!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.06.18 18:20| 
 |
Rispondi al commento

FINALMENTE!Che vadano a consegnare cibo a domicilio come fanno tantissimi ragazzi laureati,rischiando anche fisicamente nel traffico delle città, per qualche misera mancetta!Senza parlare,poi, dei rischi che corrono per via delle avversità meteo e la delinquenza che scorrazza nelle ore serali.
I denari che si risparmierebbero con l'abolizione dei finanziamenti pubblici a giornali e TV si potrebbe creare un futuro migliore a tutti questi ragazzi sfortunati,a cominciare dall'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro,un salario garantito di dignità per crearsi una famiglia onesta e laboriosa!Io sono vecchio, ma voglio che le nuove generazioni vivano meglio di me.

antonio sepe Commentatore certificato 22.06.18 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Alla fame i falsificatori di verità!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 22.06.18 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Spero davvero che aboliscano tutti i finanziamenti ai giornali, al cinema, ai teatri e ai partiti e a tante altre organizzazioni parassitarie piene di gente ipocrita, maldicente e addirittura già pagata dal loro "padrone" per fare il suo interesse, tanto adesso con internet non c'è bisogno dei giornali e siamo tutti giornalisti, e invece destinino tali risorse alla Sanità pubblica (vedi taglio dei posti letto, sosta di giorni al Pronto Soccorso in tutta Italia) ai disabili e malati in generale poveri i quali molto spesso rinunciano a curarsi perchè i farmaci costano molto, oppure gli specialisti e certe terapie sono molto costose. I giornali come i partiti e il mondo dello spettacolo si deve finanziare con chi compera i giornali o i biglietti del cinema o teatro ecc. sempre che qualcuno li apprezzi abbastanza, altrimenti cambino lavoro!

MARIA STELLA LONGO, VENEZIA Commentatore certificato 22.06.18 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Spero sia davvero imminente imminente questa abolizione... Non é mai abbastanza presto.

Valentina B., Colloredo di Monte Albano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 22.06.18 17:36| 
 |
Rispondi al commento

La Fornero dice che hanno salvato l'Italia noi con l'avvenuta del nostro governo populista,e non dei venduti ai poteri forti .facciamo man bassa e si taglia dove altri non volevano. tagli di tutti i privilegi. tagli alla spesa al personale dei Parlamentari, al Senato alla RAI ai giornali indistintamente dalle testate.in poche parole basta privilegi,,punto e basta,ai rosiconi dico andate a lavorare .anche ai dirigenti fgc e altri x la precisione

Donato V., Paderno d'Adda Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.06.18 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me tagliare il finanziamento pubblico ai giornali é un atto dovuto e soprattutto urgente. Fatelo il prima possibile così poi potete dedicarvi a cose più importanti senza dover perdere tempo a denunciare questi diffamatori recidivi. Io non leggo più giornali da una vita, ogni tanto leggevo qualche articolo gratuito online ma ora non faccio più nemmeno quello perché mi annoio a morte. Hai presente quando hai mangiato troppo e il solo vedere il cibo ti fa vomitare?Ecco, solo a sentire nominare certi giornali mi viene il vomito. 🤮🤮🤮🤮🤮
In alto i cuori, sempre ⭐⭐⭐⭐⭐

Valentina B., Colloredo di Monte Albano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 22.06.18 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Cerasa adesso a tutti i pappagalli ammaestrati come tè e il tuo giornale buono solo per incartare il pesce vi facciamo pelo è contropelo. Poi vediamo come ve la cavate col libero mercato, buono solo per gli altri. Il manga magna cerasa è finito.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 22.06.18 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Pensa che valanga di giornali parassiti ricevono i finanziamenti pubblici...è il primo decreto da fare al più presto, sono società per azioni e devono vivere con i loro ricavi altrimenti chiudono come tutti.

GIUSEPPE 22.06.18 17:21| 
 |
Rispondi al commento

L'abolizione del finanziamento pubblico ai giornali?FINALMENTE!FINALMENTE!FINALMENTE!Sono anni che solo i 5 stelle lo vogliono.Sono felicissimo e continuerò a votare 5 stelle.Che vadano a consegnare cibo a domicilio con la bici come fanno tantissimi ragazzi laureati! Ecco spiegato perché abbiamo tutti i giornalisti della carta stampata e TV contro.

sepe antonio 22.06.18 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Il Foglio è volutamente in mala fede, talmente che rischia la stupidità.

Pietro Sorrentino, San Giorgio a Cremano Commentatore certificato 22.06.18 17:09| 
 |
Rispondi al commento

sono sempre stati così,vi cercano le pulci anche dove non ci sono. Non si fanno capaci che al Governo del paese ci siano finalmente gente del popolo VERO come il marito di una dipendente privata e non marito di una presidente di chissà quale grande ente. pensa che non si curano nemmeno che non hanno più credibilità da nessun pseudo lettore sono convinti che crediamo ancora alle loro panzanate di titoloni e non vedono i nostri sorrisi ironici ai loro TITOLONI. non gli interessa essere credibili tanto vivono lo stesso con le sovvenzioni dello stato: Cioè i nostri soldi ma io non voglio più che siano destinati a loro ma a un padre di famiglia 50enne che a perso il lavoro. Non ti curar di loro ma guarda e passa.....avanti tutta ora che ci siete e occhi aperti a chi vi vuole fare lo sgambetto (vedi Roma e Raggi).

lucy 22.06.18 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Un po alla volta (calma e sangue freddo e non abbiate fretta) si arriverà ad abolire anche questo spreco di denaro pubblico.
Sappiate che nei periodi di crisi per molti anni si sono congelati gli incrementi dello stipendio e/o pensione, mentre all'editoria si sono assicurati ingenti quantità di denaro pubblico e ai non contrattualizzati dirigenti di ogni categoria si sono elargiti i soliti aumenti biennali.
Queste cose mi fanno ....... come una bestia, ma IL VENTO STA CAMBIANDO.
Abbiate un po di pazienza un po alla volta avremo nel nostro Paese una maggiore ed equa giustizia sociale, maggiore trasparenza ed una informazione dei mass media più libera da pressioni esterne.

Giovanni C., PALERMO Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.06.18 17:04| 
 |
Rispondi al commento

QUOTIDIANI CHE POCHI LEGGONO (e menomale).
Era ora che si abolisse lo scandaloso finanziamento pubblico a favore di quotidiani inutili, di propaganda politica e con mediocri giornalisti. Quotidiani stampati in soprannumero per esaltare i vecchi partiti decotti. Basta con lo Stato che sovvenziona la distorta informazione politica.

Giuseppe C., Sinalunga Commentatore certificato 22.06.18 17:03| 
 |
Rispondi al commento

È inaccettabile che giornali che diffamano e diffondono fake news ricevano finanziamenti pubblici. Se non sono in grado di sopravvivere con le proprie forze è giusto che chiudano.

Fabrizio C. 22.06.18 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Abolite davvero il finanziamento pubblico all'editoria ?????
Fantastico...per protesta non li compro da anni...li leggo online ..solo quelli gratuiti..terribile !
Per fortuna c'è il blog..poi uso social per leggervi.
Notizie in diretta dai Ministri! Bellissimo!
Mi domando come mai , non capiscano che, buttare fango è scandaloso e ad un eventuale lettore, dà molto fastidio , questo stile, chiamiamolo giornalistico.
É stancante sentirsi costantemente presi in giro.
Ma veramente ancora si illudono che gli crediamo???
Mi pare un po' puerile !
Penare che , basterebbe un po' di bel giornalismo e farebbe anche piacere leggerli..leggere pensieri altrui è sempre interessante..leggere bugie ti fa sentire uno stupido , venuto al mondo per essere usato..no grazie....da' fastidio.

Grazia 22.06.18 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente si parla di togliere le mani dalle tasche dei contribuenti

Nicola Ciulli 22.06.18 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Non vedo l'ora che venga abolito il finanziamento pubblico si giornali.. così riiniziero' a comprarli!

Tiziana 22.06.18 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Caro ce costa un fojo.
Penza na' risma.
Famo prima a brucià tutto.
Così risparmiamo.

Pier Franco Gnesotto, Roma Commentatore certificato 22.06.18 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Capirai? E quello sarebbe un giornale? Lo leggeranno si è no 2 persone; il direttore e il suo editore. Direi più finanziamento privato che pubblico!👎

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 22.06.18 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la lotta dura per eliminare tutti questi parassiti che sono veramente tanti Ma sappiate che stiamo con voi e se avete bisogno di noi ci saremo questa volta Ricordatevi anche della Rai falsi bugiardi giornalisti

Fabrizio Angelini 22.06.18 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Si anche io voglio vedere come se la cava Il Foglio senza i finanziamenti pubblici. Io al posto del ragionier Cerasa non mi preoccuperei, anzi sarebbe una bella sfida personale e dei miei giornalisti

antonia ruoto 22.06.18 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Sono ultrafelice, denuncia e taglio finanziamento edicola e tv.

Sebastiano Di Gaetano 22.06.18 16:38| 
 |
Rispondi al commento

È ora di finirla con i finanziamenti alle testate giornalistiche, sono aziende private e come tali devono gestirsi con quello che riescono a vendere, basta finanziare testate schierate politicamente con i nostri soldi.

Alessandro Della Fonte 22.06.18 16:37| 
 |
Rispondi al commento

la notizia mi lusinga basta privilegi spero anche repubblica sia esclusa finanziamenti...

danielelombardini 22.06.18 16:37| 
 |
Rispondi al commento

benissimo buon segnale ...vedremo salvini se ...o ...

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 22.06.18 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Se Il Foglio riesce campare con la vendita di cento copie al giorno sono affari suoi, a me basta non contribuire al suo bilancio.
La frescaccia della "pluralità" dell'informazione poteva essere smerciata agli italiani ai tempi di Napolitano, ora non più.
La democrazia, con o senza Il Foglio, non aumenta nè diminuisce.

giorgio peruffo Commentatore certificato 22.06.18 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Bene la denuncia per diffamazione e...bene l'abolizione del finanziamento , diretto e indiretto, all'editoria ! Se son bravi vanno avanti ...diversamente...chiudono ! Io non voglio contribuire a pagare lo stipendio di Ferrara, Cerasa, Sallusti ec ec ec...

ROSARIO ARDIZZONE Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 22.06.18 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Godoooooooooooooooo.

antonio mennuni 22.06.18 16:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da questo governo, come pentastellato della prima ora, non mi aspetto pulizie etniche ne tantomeno censure. Invece vorrei tanto che questi tromboni che affollano giorno per giorno i salotti televisivi e io mi chiedo sempre, che titolo hanno per parlare di uno specifico argomento, senza un minimo di obiettività con più pesi e molte misure.

Santi Richiusa 22.06.18 16:12| 
 |
Rispondi al commento

Da questo governo, come pentastellato della prima ora, non mi aspetto pulizie etniche ne tantomeno censure. Più Semplicemente auspico che ognuno di noi per le proprie caratteristiche venga gratificato dal proprio lavoro. In questo caso e mi riallaccio all’argomento, scoprirei e ne sarei felice, che uno come Cirasa e compagnia bella, piuttosto che passare le proprie giornate nei salotti televisivi a sputare veleno in modo indecente a spese di tutta la collettività, dovrebbero occuparsi di fare un giornale che qualcuno dovrà leggere se vogliono fregiarsi e definirsi tali. Su questo dubito che ne abbiano le capacità e allora penserei che la l’ora attività dovrebbe essere altra. Magari lavorare nei campi chi lo sa

Santi Richiusa 22.06.18 16:12| 
 |
Rispondi al commento

MA mandateli affareinc… sti lustra scarpe di giornalisti. Sono una vergogna.

MARCO GIUSEPPE FIORELLI 22.06.18 16:11| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori