Il Blog delle Stelle
Diteci adesso che il Reddito di Cittadinanza non è una priorità

Diteci adesso che il Reddito di Cittadinanza non è una priorità

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 09:42
Dona
  • 58

di MoVimento 5 Stelle

Ci hanno spiegato che il Paese aveva finalmente incrociato la ripresa economica, dopo anni di crisi. Hanno citato numeri e indicatori per dirci che la strada imboccata era quella giusta. Eppure l’Istat oggi ci racconta una storia diversa: le persone che in Italia vivono in povertà assoluta hanno ormai sfondato quota 5 milioni.

È un dato relativo al 2017 e si tratta del valore più alto da 12 anni, cioè dall’inizio delle serie storiche. La povertà cresce in particolare al Sud, ma anche nelle periferie delle città del Nord Italia. Colpisce le famiglie giovani, le donne e i minori. Non basta tutto questo a farci capire che dobbiamo agire con urgenza? Non abbiamo più tempo da perdere. La povertà è ormai la vera grande emergenza degli italiani. Non affrontarla radicalmente significherebbe ignorare la realtà: noi non lo faremo. L’Italia avrà un reddito di cittadinanza.

Anche la Corte dei Conti, oggi, ne ha riconosciuto la piena dignità. Ecco cosa faremo: estenderemo tutele e opportunità per tutti. Chi dice che il reddito di cittadinanza è una misura assistenzialista mente sapendo di mentire: è uno strumento pensato per reinserire i disoccupati nel mondo del lavoro e per restituire dignità a chi l’ha persa in questi anni di crisi. È il momento di riconoscere questo diritto sociale. È il momento del reddito di cittadinanza.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

27 Giu 2018, 09:42 | Scrivi | Commenti (58) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 58


Tags: istat, m5s, poveri, reddito di cittafinanza

Commenti

 

Buonasera, vorrei dei chiarimenti in merito al Reddito di Cittadinanza:
Nucleo familiare di 4 persone,tre adulti e un minore, con un solo percettore di reddito ( mensile di euro 2.100), gli altri due componenti, disoccupati, hanno diritto al Reddito di Cittadinanza?

Giuseppe Mosca 08.07.18 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Facciamolo al più presto. Tanti giovani sono senza lavoro aspettano i vecchietti che vedano in pensione.

Serafina Pace, Noto (SR) Commentatore certificato 30.06.18 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Ma poi non capisco, il PD e i suoi simili che sono contro il reddito di cittadinanza e contro i miloni di poveri italiani e poi dicono di essere a favore dell`emigrazione, quella stessa emigrazione che nel futuro può capitare agli italiani se non si prenderanno delle misure. questa questione del PD e chi è contro mi puzza.

gennaro a., carrara Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 30.06.18 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Chi dice che il reddito di cittadinanza è una misura di assistenzialismo e non ci sono le coperture e altre scuse del genere non solo mente, ma è uno di quelli che ha paura che qualcuno gli mette le mani nelle tasche, questa gente non ama la sua patria e non può essere neanche un buon padre di famiglia.

gennaro a., carrara Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 30.06.18 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Ho 53 anni sono qualificata (studi universitari interrotti causa tasse esose, due diplomi col max dei voti e buona conoscenza di tre lingue straniere e scolastica di altre due) ma disoccupata grazie alla Legge Biagi dal 2004(ex precaria "pubblico") salvo una breve supplenza come bidella nel 2009. Sono sola al mondo, disabile al 46% senza alcun sussidio, con affitto, cibo e bollette da pagare e il prossimo inverno (non avendo soldi per pagare il riscaldamento) morirò di freddo e se nevicherà, senza il reddito di cittadinanza, tornerò a dormire in auto. Questa cosa del servizio obbligatorio al Comune non mi pare vada bene! Il Comune NON mi ha dato nulla e preso TUTTO! Ora dovrei cedergli pure la mia dignità? Un disabile non può fare accompagnamento scolastico o pulizie e, poi, "servizio" toglierebbe altri potenziali posti di lavoro. Il lavoro NON esiste neanche in Veneto e neanche per gli iscritti al collocamento mirato. Come disoccupata ed ex senzatetto dico che 30 minuti di internet gratis è una buona idea ma per recarsi ai colloqui di lavoro i disoccupati dovrebbero anche accedere gratis ai mezzi pubblici ed esservi in ogni città sopra i 5000 abitanti una mensa che garantisca ai senza reddito almeno un pasto al giorno (ho patito la fame oltre al freddo) e dei servizi di docce pubbliche(purtroppo, so cosa significa lavarsi con l'acqua fredda del cimitero in piena notte d'inverno e NON ho visto nessuna ONG o volontario soccorrermi... in fondo sono solo un'italiana di m... e non un business) e anche dei servizi gratuiti di dentista e taglio capelli (la bella presenza è un requisito ai colloqui di lavoro ma senza soldi non puoi andare dal parrucchiere).SBRIGATEVI o molti di noi moriranno, al Nord anche assiderati.Nessuno mi dica di andar da assistente sociale perchè mi ha detto: "Si trovi un lavoro" ma dopo i 40/50 nessuno mi assume, neanche gratis, mi ero offerta come volontaria alle suore in cambio di letto/cibo, mi han cacciato dicendo che era "lavoro nero"! Grazie

Monica Pistori 30.06.18 03:24| 
 |
Rispondi al commento

Sono un po’ stufo di annunci. Ora siete al governo, c’è n contratto con la lega, piaccia o meno dovete fare lavoro di squadra. Non si può fare un annuncio e poi essere stoppati dal ministro dell’economia perché sta lavorando su altro.
La lega punta alla flat tax, il movimento al reddito di cittadinanza.
Dovete fare lavoro di squadra. Avere un cronoprogramma ordinato. Non fate gara a chi mette prima la bandierina sulle proprie proposte.

paolo p. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 30.06.18 01:16| 
 |
Rispondi al commento

Tassando la droga leggera e la prostituzione si avrebbero i soldi per il reddito di cittadinanza.
Fateci un pensiero...

Eduard Georgescu 29.06.18 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Il reddito minimo è sacrosanto e va fatto al più presto! Esiste in quasi tutta Europa da molti anni e deve esistere anche in Italia.

Freeman 29.06.18 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Qualunque cosa è meglio del nulla,
ma la priorità è restituire dignità al lavoro, con buste paga adeguate, ripristino dell'articolo 18 (messaggio per i colossi in cerca di carne da macello) e aiuti alla piccola impresa, l'unica che ha reso grande il nosrti Paese!
Meno tasse, meno burocrazia, meno concorrenza sleale... e nessuno avrà più bisogno della mancetta!

Anna M. 28.06.18 23:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se sarà come in Germania va bene, farà in modo di trattenere, e formare e avviare al lavoro, i giovani italiani arrestandone l'emorragia verso l'estero. Ma ho paura che in Italia si perderà a fiumi per mantenere gli immigrati! Come qualunque altra risorsa: case popolari, assistenza sanitaria, sussidi scolastici, assegni per i figli, bonus per le partorienti, inclusioni varie, ....tutto è preordinato a far vivere bene in Italia gli immigrati ma non gli italiani. Scommettiamo che finirà così anche per questa misura? I giovani continueranno ad andarsene e in Italia vivranno (e continueranno ad affluire) orde di immigrati con il cosiddetto "reddito di cittadinanza". BOH!

Domiziano . Commentatore certificato 28.06.18 16:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Isee -Importante
Per esperienza vissuta, occorre una ridefinizione dei parametri isee, anche per il reddito di cittadinanza.
Gli attuali parametri richiedono anche la giacenza media depositata sul conto corrente personale.
La stortura comprende diversi casi.
Di cui segnalo, se hai ricevuto un TFr o liquidazione anche con cifre modeste 20/25mila euro scordati l'attuale reddito di inclusione, che si fa in questo caso si aspetta che la persona sia alla canna del gas e si rosichi tutti i risparmi? Stessa condizione se per necessità sei costretto a vendere una proprietà. Vorrei porre il quesito a qualcuno che fattivamente sta lavorando al progetto e avere il suo parere. Saluti

Giuseppe Larato 28.06.18 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Cosi' come viene impostato e' eccessivo,ho sempre pensato che fosse necessario dare quelle cifre,ma oggi penso sia troppo e troppo facile essere aggirato da lazzaroni che aspettano questo per poi lavorare in nero e avere doppia paga.Va posta una riflessione piu' profonda per non fare un passo falso.

mariangelo valsecchi 28.06.18 14:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"E chi in questi 12 anni ha faticato fino a spezzarsi la schiena?fra l'altro
avendo la metà dei contributi xche' spesso ha dovuto lavorare in nero per
sfamare la famiglia ?chi negli anni precedenti nn si è trovato i reali
contributi perche' raggirato e ha scoperto di aver ricevuto molto meno
degli anni effettivi di contributi?E non può neanche dimostrare xche magari
defunto il titolare,eccc..ecccc... COME PUO RAGGIUNGERE UNA VECCHIAIA
DECENTE AL MINIMO DELLA SOPRAVVIVENZA? TUTTI GUARDANO LE PROPIE TASCHE
SENZA RENDERSI CONTO LE MIGLIAIA DI DEFUNTI NEGLI OSPEDALI PERCHÉ VENGONO
CONSIDERATI PESO PER LA SOCIETÀ,MA NN SI SOFFERMANO NEMMENO A CONSIDETARE
QUANTO HANNO DATO E VE LO ASSICURO SOLO AI SACRIFICI CHE HANNO SUDATO
FISICAMENTE .......POVERI FIGLI.......CHE AVVENIRE LE SPETTA , E COME
POSSONO NON ESSERE ARRABBIATI X TUTTO CIO? Che futuro si prospettano ? C'È
SOLO LA SPERANZA DI POTER LOTTARE PER UN MONDO MIGLIORE .MA SOLO SPERARE ?
Perché troppo alto è il debito ?PRIMA SI COMINCIA E PRIMA SI ARRIVA A
QUESTO SOGNO SPERANDO CHE STRADA FACENDO NON SI STALLI NULLA SULLA STRADA
DELLA REDENZIONE ......... ❤cercando di dare il meglio fino a che ne
si ha la forza ,auguri di ❤a tutti compresi noi poveri disastrati
.(non c'è rimasto neanche il tempo di rifletterci )
SANITÀ,LAVORO,REDDITO,PENSIONI,ECONOMIA,COMMERCIO,AGRITURISMO,AGRICOLTURA,I
NFRASTRUTTURE,CASA,STUDIO .....tutti principi fondamentali,PER OGNIUNO CHE
NASCE ,VIVE E INFINE MUORE ,con il dolore di ciò che
lascerà..........ASSURDO!!!non credete? 😢💚Eppure la VITA
dovrebbe essere il dono meraviglioso qualunque sia stata vissuta. .. .....
Mi sono dilungata ma credo di aver spiegato il concetto in maniera
esauriente .c'è ne sarebbe da esporre ma mi fermo qui .GRAZIE PER
L'OCCASIONE CONCESSA."

BartoliClaudia 28.06.18 14:17| 
 |
Rispondi al commento

il reddito di cittadinanza è essenziale in una società di uguali;AL DIAVOLO I SOPRUSI AL MONDO CI SONO TANTE RICCHEZZE BLOCCATE E NASCOSTE CHE SE ENTRASSERO NEL MERCATO PERMETTEREBBERO IL BENESSERE A TUTTO IL MONDO

franco bazzani (), seregno Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 28.06.18 13:14| 
 |
Rispondi al commento

ASSEGNO DI SOSTEGNO TEMPORANEO PER IL LAVORO
---------------------------------------------
Il Reddito di cittadinanza così citato induce in errore , sarebbe preferibile il titolo di Assegno di sostegno temporaneo al lavoro destinato a coloro che perdono il lavoro e a chi deve inserirsi nel circuito lavorativo. E' uno strumento di investimento economico targato M5S che però , prima di essere operativo, necessita della implementazione dei Centri per l'impiego nazionali . Non è un progetto assistenziale ,come alcuni sostengono, ma un primo investimento per la dignità al lavoro e a una vita dignitosa per chi perde il reddito che deriva dal lavoro. E' assolutamente prioritario, basta vedere italiani che frugano nei cassonetti o che dormono in macchina!

luciano m., sassari Commentatore certificato 28.06.18 12:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutte le economie più avanzate hanno il reddito di cittadinanza che è fondamentale per la tenuta democratica e sociale perchè garantisce un certo livello di benessesre, costante, necessario per lo sviluppo e il progresso di una nazione....

settimio m. Commentatore certificato 28.06.18 11:54| 
 |
Rispondi al commento

In risposta a freeman:
Le entrate dello Stato (le nostre tasse) ammontano a circa 900 miliardi di euro.

I soldi ci sono sia che si voglia fare il reddito di cittadinanza sia il reddito universale.

Se già paghiamo così tanto dove vanno questi soldi? In carrozzoni megagalattici, sistemi inefficienti come l'INPS e la sanità patchwork che ci ritroviamo e in sinecure per burocrati e reggipanza.

Basta radere al suolo questi obbrobri per riuscire a fare cose inimmaginabili.

Gian Giacomo 28.06.18 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Dite reddito di cittadinanza solo a italiani? Ma chi sono? Non crediate ma sono italiani anche i rom e tanti stranieri allora a loro no? Ho paura che si farà un botto perché si dice che lo si perderà se non si accettano i lavori proposti dalla ufficio impiego. Ma quali lavori offriranno che di lavoro non c'è ne è? E quali percorsi formativi a laureati 60 enni con cv grossi come 1 casa? Boh avrei bisogno di spiegazioni più esaurienti.

Anna C. Commentatore certificato 28.06.18 08:26| 
 |
Rispondi al commento

Penso che il reddito di cittadinanza non possa essere ingabbiato nelle 8 o 10 ore lavorative da assegnare al Comune o enti pubblici vari per prestazione di lavoro manuale o intellettuale, ma che dette ore prestate da chi usufruisca del sostegno al reddito, debbano giocoforza integrarsi per numero con le ore da stabilirsi per formazione professionale. Questa modalità dovrà, a mio parere essere la base per evitare i furbetti, ed evitare doppi e tripli lavoretti, in danno degli altri cittadini. La povertà verso cui stiamo andando inesorabilmente è dovuta ad una tassazione abnorme ed in particolare è quella che grava sul settore immobiliare dove i Comuni applicano aliquote altissime, e porta come conseguenza un immissione sul mercato di un enorme quantità di beni immobili con immobilità del mercato. Quindi proprio con il reddito di cittadinanza si potrebbe orientare il lavoro delle ore lavorative prestate ai Comuni o alle comunità per la sistemazione organica delle città e dei beni di proprietà comune, organizzandolo attraverso i centri per l'impiego.

Vincent C 28.06.18 06:57| 
 |
Rispondi al commento

il reddito di cittadinanza è sacrosanto.....se usato come strumento per tutelare la crisi momentanea di soggetti in difficoltà.....
ma le difficoltà momentanee, oggi accadono in maggior modo alle imprese, soprattutto in Lombardia e nel Lazio.....ne chiudono a decine ogni giorno.....
quindi il reddito funziona, se funziona lo "Stato" in generale, con le imprese e famiglie tassate il giusto, quindi drasticamente di meno.....
le imprese, se sgravate dalle imposte, possono investire e generare lavoro...
per avere diritto al reddito di cittadinanza, si deve accettare almeno un lavoro che viene proposto nei tre anni successivi,quindi va generato più lavoro per soddisfare la domanda...
il reddito è giusto, ma va sistemata l'Italia del mondo del lavoro, va tutelato questo rapporto tra datore di lavoro e lavoratore....
lo Stato deve diventare l'intermediario che risolve e avvicina le parti.....il Cambiamento è anche questo!

fabio S., roma Commentatore certificato 28.06.18 00:21| 
 |
Rispondi al commento

La priorità è la cancellazione dell'infame legge "Fornero". In tal modo si potrebbero liberare dei posti di lavoro, anziché intervenire con modalità che ad alcuni potrebbero sembrare privilegi o regali clientelari.

Marcello 27.06.18 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Con oltre 5 milioni di italiani che vivono in stato di povertà assoluta il reddito di cittadinanza proposto dal M5S diventa una priorità assoluta,il punto di partenza per ridare dignità alle persone e sviluppare la crescita attraverso il reinserimento nel mondo del lavoro di tante persone che vivono ai margini della società:grazie al M5S lo stato e il Governo sono a fianco dei cittadini perchè nessuno deve rimanere indietro.

Rino Siconolfi, Ferrara Commentatore certificato 27.06.18 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Cerchiamo di essere SERI :
Se permettiamo al CAZZARO VERDE di fare la Flat Tax, tagliare cioè le tasse ai ricchi, COL CAVOLO che facciamo il reddito di cittadinanza.
A Salvini bisogna mettere la museruola!!!!

Roberto C., Venezia Commentatore certificato 27.06.18 20:37| 
 |
Rispondi al commento

Reddito di cittadinanza. Bene. voglio fare qualche considerazione.
A Roma, ma forse anche in altre città, ci sono un'infinità di lavori che andrebbero svolti per i quali non ci sono i soldi. Faccio degli esempi concretissimi: 1) normali spazzini per tutta la città; 2)ricercatori universitari e medici ospedalieri; 3) infermieri e personale di pulizia all'interno degli ospedali; 4) portieri degli istituti ospedalieri; 5) personale nelle sovrintendenze per prendersi cura di nostri infiniti beni culturali; 6) vigili urbani; 7) polizia stradale; 8) vigili del fuoco, ridotti al lumicino; 9) forze dell'ordine, ridotte anch'esse al lumicino da anni. Queste sono le figure lavorative che per esperienza personale io conosco. Ma sicuramente ci sono molte altre figure professionali numericamente carenti.

Detto questo mi chiedo: perchè con i soldi che dobbiamo destinare al reddito di cittadinanza non assumiamo questo ed altro tipo di personale, sempre considerato carente, aumentando il livello di funzionalità delle nostre istituzioni e l'ordine della nostra società?
Perchè dobbiamo chiedere soltanto 10 ore di lavoro gratuito a settimana alle persone che usufruiranno del reddito di cittadinanza quando abbiamo veramente bisogno del lavoro a tempo pieno di una serie infinita di figure professionali estremamente importanti e che sono invece estremamente carenti dopo anni ed anni di blocco del turn over?

Infine, gentile ministro Di Maio, spero bene che soltanto gli italiani siano destinati a ricevere il reddito di cittadinanza. Se noi dessimo il reddito di cittadinanza anche agli stranieri presenti, a qualsiasi titolo, sul nostro territorio, questo sarebbe il miele capace di attirare migranti da tutto il mondo sul suolo italiano. La prego faccia capire bene che il reddito di cittadinanza è destinato esclusivamente agli italiani.
Grazie

gabriella bianchini, roma Commentatore certificato 27.06.18 18:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il reddito minimo va fatto al più presto e i soldi si trovano, volendo, basta combattere seriamente evasione fiscale e corruzione, che valgono oltre 200 miliardi di euro!!!

Freeman 27.06.18 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Tutto giusto, per carità. Però....permettetemi una piccola obiezione. Siccome il nostro paese è anche quello dei "lavoretti" in nero, dei falsi invalidi, dei timbratori di cartellino, della manovalanza, ecc.ecc. Chi ci dice che queste persone poi non seguiterebbero a fare la vita di prima però incassando un assegno sicuro?
E' vero che dovrebbero prestare lavoro presso il proprio comune per 10 ore alla settimana in lavori socialmente utili, oppure dopo aver rifiutato 3 lavori sarebbero esclusi, (quale lavoro se ora non c'è? ).
La cosa non so perchè non mi quadra ...
I centri per l'impiego, l'unico lavoro che hanno trovato è il LORO !!!

rosella d., roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.06.18 15:26| 
 |
Rispondi al commento

La miseria e ancora di più gli squilibri sociali dilagano in Italia, vedi chi si può permettere una macchina di grossa cilindrata, fare le vacanze, andare al ristorante, ogni tipo di lusso. Qualche turista arriva sempre da noi in Sardegna. E poi ci sono quelli che come me hanno sempre creduto nella flessibilità, adattarsi a tutto, nel riprendere gli studi, laurearmi, sebbene non esisto. Devo fare una visita medica, chiedo l'esonero ticket, mi impongono di aggiornare la scheda anagrafica, e mi fissano l'appuntamento con una psicologa al centro dell'impiego. Deluso, malato e deriso in faccia, sono forse nessuno, in questa Italia dove per anni si parla di crescita dell'occupazione. Io che ha 40 anni mi propongo gratis alle aziende per poter fare uno stage formativo, la legge lo vieta, ma gli uffici di collocamento dicono che sia impossibile non trovarlo, quando una azienda ti deve versare solo di tasca 150 euro, dicono somma irrisorie. Non c'è più quasi niente, i centri dell'impiego non esistono e continuano ad operare non si sa per chi o per cosa

Fabio Sardegna 27.06.18 14:30| 
 |
Rispondi al commento

A 52 anni. Una settimana prima di compierne 53, sono stato Licenziato....o meglio messo nelle condizioni di licenziarmi perche troppo in la con gli anni.....Non mi interessa lucrare allo stato con il reddito di cittadinanza ma almeno avere la possibilita di avere un po di dignita' specialmente nei confronti dei miei figli. E avere ancora la possibilità. Di lavorare visto che non mi sento affatto vecchoo...

Vincenzo Panico 27.06.18 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Il reddito di cittadinanza è un'ottima cosa ma comporta costi "di gestione" per individuare i meritevoli e si presta ai soliti abusi all'Italiana.

La vera iniziativa risolutiva (e definitiva) è il REDDITO UNIVERSALE DI BASE, di cui peraltro parla da tempo Beppe Grillo. Non necessita controlli e fa automaticamente diventare ridondanti le pensioni e i sussidi alle famiglie.

Lo stato risparmia non avendo necessità di schiere infinite di contabili e addetti allo sportello (INPS e altri).
Sarebbe difficile se non impossibile abusarne perché qualunque età e condizione tu abbia ti spetterebbero sempre 780 euro (numero Ipotetico)

Questo porta infiniti benefici tra cui:
-lavoratori non più ricattabili. Comunque vada hanno un paracadute
-diventa inutile stabilire (e far rispettare)un salario minimo, qualsiasi lavoro inutile, rischioso e sottopagato verrebbe semplicemente ignorato dagli italiani che ora potranno permettersi di cercarne uno migliore.
-nessuna paura che l'automazione rubi il lavoro
-opportunità di lavoro a basso prezzo per immigrati (non recipienti il reddito) che a quel punto sarebbero facilmente assorbibili dal nostro sistema (fermo restando i diritti umani e di garanzia della dignità sul lavoro, che comunque vanno garantiti dal sistema giudiziario)
-semplificazione della decisione pubblica e democratizzazione delle politiche economiche (la dicotomia sinistra destra sarà sovrapponibile a quella più redistribuzione- meno redistribuzione e i risultati saranno immediatamente verificabili)

-meno drenaggio di risorse da parte della macchina pubblica. Non c'è necessità di stabilire importi e condizioni di erogazione caso per caso

-meno contenziosi riguardanti misure assistenziali.

-eliminazione delle sacche di povertà e disperazione che forniscono la manovalanza per la criminalità Organizzata.

-sostegno demografico automatico

-equità sociale (niente più pensioni d'oro)

-fine fuga cervelli (perché andarsene se puoi ricercare qui e comunque hai un reddito?


Sono d'accordo sul reddito di cittadinanza . Anni fa il socialista francese Jospin fece una battaglia per ottenerlo. Io pensai che era un'ottima idea. Noi , nel Sud, sappiamo quanta gente povera c'è. E molti ragazzi,ragazzini si consegnano alla camorra per mantenere le famiglie. Questa è la criminalità. E non riusciremo mai ad eliminarla, se pensiamo solo ai migranti. Mi fa molta più paura la camorra dei furtarelli di alcuni rom. Ma si può mettere ordine dappertutto, senza lasciare i megranti ,i diseredati della terra, per tanti giorni sulle navi. Se c'è ancora un briciolo di umanità. Se si parla di persone e non di merci

gloria gaetano, Terni Commentatore certificato 27.06.18 13:37| 
 |
Rispondi al commento

ricordatevi di quelle persone che hanno perso il lavoro 8 anni fa e che non hanno piu lavorato perche'dopo i 50 anni sei morto e che oggi a 58 gli mancano le marchette per la pensione ....chi vi manda questo commento è un pensionato con 1070,00 euro al mese che ci deve vivere in 2 persone molto male...Belforti Walter

walter belforti 27.06.18 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Molti cittadini onesti, con famiglie e figli, alla disperazione ed all'esasperazione, aspettano con ansia un aiuto da parte delle istituzioni e da questo governo! E siamo sicuri che farete il più presto possibile ad attuare leggi necessarie a ridare la dignità a chi l'ha persa per colpa dei politicanti PD/dc-FI e piattole mediatiche al seguito!
I vigliacchi stanno arrendendosi ma per loro non ci saranno redditi di cittadinanza anzi gli saranno tolti tutti i proventi e gli averi, frutto delle loro manipolazioni ed agganci mafiosi e massoni che li manderanno in galera!
Molti stanno già scappando all'estero cercando di portarsi i malloppi rubati agli onesti cittadini! Tanti INGORDI stanno ancora provando a resistere e magari vendere tutto quello che possono ma saranno costretti a lasciare molto!
Saranno aperte NON solo scatole di sardine ma tanti grossi barili pieni di sterco che finora hanno cercato di tenere sigillati!
E' FINITA! CONSEGNATEVI ALLE AUTORITA' ed AUTODENUNCIATE le vostre MALEFATTE!
AMEN!

giova31 27.06.18 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Sono un plurilaureato e avrei tante competenze che potrebbero servire a tanti. Dopo aver perso un lavoro, nessuno sbocco, vista anche la mia età. Vorrei servire a qualcuno.
AVANTI CON FORZA E ATTENTI AI TRABOCCHETTI DI CHI NON SI RASSEGNA AD AVER PERSO, SONO ANCORA PERICOLOSI!

56 FIRENZE 27.06.18 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Avanti senza mollare un centimetro.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 27.06.18 12:38| 
 |
Rispondi al commento

In Italia ed in Europa ci vuole usa società più giusta.
Non è tollerabile che ci siano bambini che in Italia crescono in povertà.
I bambini devono studiare ed avere una infanzia serena.
Meglio nelle loro famiglie naturali. Se invece I genitori non sono adeguati a crescere un bambino si provveda a farli adottare.

In Italia si spendono cifre immense per mantenere strutture che si occupano dei bisognosi quando costerebbe meno aiutare direttamente I bisognosi.

Quando ad esempio un comune spende 2000 euro al mese x ospitare una famiglia in un residence invece di dare 1200 euro ad una famiglia che in questo modo forse potrebbe provvedere in proprio.

Le famiglie con problemi divrebbero anche essere aiutate a ricollocarsi in aree del Paese dove ci possono essere piu opportunità di lavoro e futuro x I figli.

Insomma serve lo Stato.

Ciro 27.06.18 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Ho 57 anni. Ho lavorato tutta la vita, da quando ne avevo 18. Dal 2012 sono disoccupato con famiglia a mio carico. Ci spero nel reddito di cittadinanza. Non tanto per me, quanto per mio figlio quindicenne. Fate presto se potete.
Grazie

Dimitri W. 27.06.18 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Credo, purtroppo, che il fenomeno "povertà" sia destinato ad aumentare, le area interessate potrebbero anche allargarsi; prevedere dei redditi minimi per cittadini in difficoltà è sicuramente un principio giusto, resta però il nodo di dove reperire le risorse. La parte leghista di questo governo ha idee un po' diverse e indica altre priorità, ce la farete?

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 27.06.18 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Se è vero che i nostri problemi sono innumerevoli, è altrettanto vero che il più antico e grave rimane il sempre più fragile destino a cui è condannato il Sud. La nuova ministra meridionale, Barbara Lezzi, sembrerebbe consapevole circa la priorità nazionale che questo tema rappresenta, tanto da avere annunciato che presto sarà il Parlamento a decidere sui contenuti non, definitivi, della contrattazione approvata insieme alla Lega. Ma il punto cruciale che non si può minimizzare è l’incidenza negativa esercitata dal gruppo leghista con la richiesta di particolari forme di autonomia (già avanzata nella XVII Legislatura dai Consigli regionali di Veneto e Lombardia col referendum sull’autonomia regionale), che intende trattenere nelle due regioni maggiori risorse fiscali rispetto a prima. Ma lo spostamento di competenze dallo Stato alle regioni dovrebbe significare solo che quanto oggi lo Stato spende per finanziarle venga domani deciso direttamente dai governatori. Invece con le nuove competenze le regioni chiedono di incassare anche quote dei gettiti erariali riferiti ai propri territori, cioè più risorse e più residui fiscali da redistribuire. Così la maggiore autonomia non beneficia più le regioni del Sud, quelle a statuto speciale o col reddito pro capite più basso e quelle di piccole dimensioni, ma si estenderebbe ai territori del Nord a spese del Sud. C’è da chiedersi cosa sarebbe accaduto se le regioni del Sud avessero reclamato soldi per fronteggiare la crisi mentre qui il tasso di crescita era dimezzato rispetto a quello greco. Quanto ai fieri propositi posti in atto della Lega c’è da registrare un forte scetticismo sulla efficacia dell’azione governativa e sulla validità del Contratto.

Giuseppe Maritati 27.06.18 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Meno disoccupati? Meno poveri? Hahaha!
Se qualcuno ancora pensa che i passati governi non ci hanno raccontato cazzate sullo stato di salute e benessere dei Cittadini si vergogni e si faccia sostituire tutto il cranio e quel poco che lo contiene, cioè niente, il nulla, forse la segatura.

Pier Franco Gnesotto, Roma Commentatore certificato 27.06.18 11:08| 
 |
Rispondi al commento

NN è solo una misura di giustizia e di equità,quante persone troverebbero un minimo di pace,anche nn poter comprare un paio di scarpe x un figlio diventa un dramma,come possiamo continuare a far finta di niente,ma ci sono anche vantaggi pratici e nessuna persona con un pò di cervello può negare,solo chi è inmalafede,perchè Berlusconi è contro, xkè ha paura che gli tolgono qualchhe briciola e poì chissenefrega di chi soffre,bè io nn voglio essere così cominciamo x una volta ad essere generosi di cuore farebbe bene anche a quelle persone avide e inaridite nell'anima.questa nn è una misura di conteggi o bilanci questo vuol dire essere giusti e persone migliori e di questo ne abbiamo bisogno veramente.

lanfranco sandri, roma Commentatore certificato 27.06.18 11:01| 
 |
Rispondi al commento

Il reddito di cittadinanza non fa comodo!!!,perché non ci sarebbe più "Sfruttamento e Ricatto ,andate avanti è la cosa giusta che fa la stra maggioranza di Nazioni civilizzate e coerenti con il popolo, perché è responsabilità di chi governa garantire dignità a chi ci vive... Buon lavoro
Forza e Onore

Francesco B., Montecchio Maggiore Commentatore certificato 27.06.18 11:00| 
 |
Rispondi al commento

In linea di principio non fa una grinza. Pero' bisogna attivare dei controlli che limitino L'APPROFITTO che persone senza scrupolo che donneghiano l'onesta' della maggioranza.

Roberto Maccione Commentatore certificato 27.06.18 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Non riceviamo laREI da sei mesi ho tre bimbi piccoli e senza lavoro come fare per mia figlia ed io guadagno solo 300 euro mese ,come pagare casa bollette medicine con bimbi piccoli

undefinedsrosanna lobrisco 27.06.18 10:44| 
 |
Rispondi al commento

La corte dei conti fa rilevare che ci sono milioni di poveri in Italia! "ma mi faccia il piacere " diceva Antonio De Curtis, in arte Toto'; lo ha verificato solo adesso? Quando venivano elargite gratifiche milionarie, pensioni, liquidazioni d'oro la Corte dov'era? Oggi parte della popolazione per sopravvivere ha bisogno del reddito di cittadinanza. Non ci sono i soldi "mi dicono". Ebbene la BCE li stampi e distribuisca al bisogno,come fanno il Giappone,gli Stati Uniti ed altre nazioni in cui la banca ceentrale e' banca della popolazione in mano agli stati e non ai banchieri,alle holding,ai poteri forti.EUROPA DEI POPOLI E NON DEI MAGNATI.

giovanni osvaldo cicero, catania Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 27.06.18 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bhe se si importa povertà da altri paesi è normale che aumenta. Guardate se si riesce a togliere la tassa sul presunto imponibile. Cioè se tu hai investito 1 mil di Euro devi dichiarare almeno 100mila alla anno. Io terrei aperta la società anche se incasso 20mila non mi interessa quanto ho buttato via ma così sono obbligato a chiudere. Hanno chiuso tutti x quella maledetta tassa. Lo stato deve fidarsi della dichiarazione dei suoi cittadini al massimo aumentare le pene. Sono sicuro che anche nel piccolo ripartirebbe un po tutto

Ivan Rizzi 27.06.18 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Avanti TUTTA.

Pietro Sorrentino, San Giorgio a Cremano Commentatore certificato 27.06.18 09:59| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori