Il Blog delle Stelle
 Il concetto di 'pubblico' ritorna ad essere 'delle persone', grazie alla blockchain

Il concetto di 'pubblico' ritorna ad essere 'delle persone', grazie alla blockchain

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 15:14
Dona
  • 31

di Davide Casaleggio

In questi giorni sono stato al Blockchain Summit a Londra per discutere e capire lo stato degli sviluppi mondiali della tecnologia che come Internet venti anni fa sta per rivoluzionare il modo in cui si interagisce e il modo in cui opereranno le aziende.

E' una tecnologia che mi ricorda quando ho creato la mia prima email senza l'utilizzo di un browser nel 1995 con il sistema Telnet, uno schermo nero con comandi scritti con caratteri verdi, pochi sapevano cosa fosse l'email e ancora meno ne apprezzavano l'utilità. Oggi i browser e i sistemi di email delle blockchain stanno ancora per nascere.

In tutti i casi in cui oggi non facciamo un'azione perché 'non ci fidiamo' della controparte e il costo di un ente di garanzia é troppo elevato sarà possibile ricorrere a una blockchain per avere un garanzia pubblica e distribuita.

Il concetto di 'pubblico' ritorna ad essere 'delle persone' e non necessariamente sempre 'dello Stato'.

Esponenti dell'ONU hanno parlato di un possibile progetto di criptovaluta universale emessa dalle Nazioni Unite. Imprenditori hanno descritto molti casi in cui le raccolte fondi o la condivisione della proprietà di oggetti fisici e digitali sono oggi gestite con la vendita di token sulla blockchain. La cosiddetta tokenomics. Esponenti governativi hanno parlato della possibilità di utilizzare la capacità computazionale non utilizzata delle server farm pubbliche per creare criptovaluta. Sono stati discussi esempi di controlli esterni su processi esistenti come quello sulle vendite giudiziarie in Ucraina soggette a possibili manipolazioni e ora verificate con un sistema su blockchain che ne certifica ogni passaggio. Sono state presentate gestioni di filiera che permettono una migliore comunicazione tra imprese e sistemi per tracciare l'intera vita di un prodotto per evitarne la contraffazione.

Tutto parte dalla possibilità di identificare in modo univoco le persone, gli oggetti e gli eventi. Per questo é essenziale avere un sistema di identificazione personale sovrano, dove le persone possano possedere la propria identità digitale. E a catena una serie di oggetti e sensori collegati a Internet.

Il paradigma di fornire i propri dati a società terze per migliorare la profilazione della pubblicità che riceviamo può essere ribaltato. Come individui possiamo usare i nostri dati per identificare i prodotti che fanno al caso nostro.

La blockchain permette di decentralizzare veramente i processi e non avere bisogno di enti centrali di gestione e organizzazione. Non a caso uno dei primi settori che ne risentirà é quello delle piattaforme, dei marketplace. L'era dei marketplace come li conosciamo é al tramonto. Non sarà più necessario il marketplace in tutti i settori della sharing economy. Le persone potranno accedere direttamente e avere le transazioni garantite dalla blockchain stessa. Un primo esempio sono le assicurazioni per il tempo atmosferico o per i ritardi di voli entrambi già completamente automatizzabili senza la necessità di avere una società che incassi e redistribuisca i premi. Questi sistemi oggi funzionano usando gli smartcontract, contratti che si eseguono in automatico senza l'intervento umano.

Oggi si pensa alla blockchain quasi esclusivamente per le criptovalute. E visto che il tempo medio di possesso di un token é di 17 secondi é ovvio si stia parlando di speculazione pura. Non a caso ogni giorno si transano criptovalute per 12 miliardi di dollari in controvalore.

Anche nel 2000 l'attenzione era sul valore di borsa delle newco valutate spesso per il numero di persone che ne parlavano, dopo la bolla ci si è concentrati sul valore economico del business portato dalla Rete e oggi le prime aziende per capitalizzazione di borsa sono proprio quelle sopravvissute alla bolla del 2000 perchè concentrate sul business.

L'entusiasmo per le criptovalute sarà presto superato da quello per la potenzialità della blockchain di impatto sul mondo reale.

Non é necessario aspettare di vedere i nuovi browser e applicazioni delle blockchain per apprezzare l'impatto dirompente che avranno. É necessario iniziare a inventarli e costruirle.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau


bannerrousseau.jpg

29 Giu 2018, 15:14 | Scrivi | Commenti (31) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 31


Tags: Blockchain, Blockchain Summit, criptovalute, davide casaleggio, pubblico, sicurezza

Commenti

 

Preg.mo Dott. Casaleggio,
ho cominciato a leggere il post alle ore 23 circa. Non ho capito molto. Tuttavia ancora la testa mi funziona e quindi mi sono "informato su internet" come si sul dire e mi sono venuti un po' di dubbi, che su un orizzonte che non è chiaro non ci si deve avventurare.
Ho capito che la blockchain e quindi le cryptovalute si basano essenzialmente sui numeri primi. Il calcolo dei numeri primi è difficile e consuma molte energie e molto tempo sia quando si faceva a penna che ora che si fa con il computer o meglio con i computer. Generare delle semplici sequenza alfanumeriche (i cosiddetti token) che servono a giustificare se stesse con enorme dispendio di energia potrebbe portare dei problemi e si potrebbe rivoltare contro i suoi sostenitori. Le principali minig farm sono in Cina, la Cina non ha grandi risorse energetiche (petrolio), il petrolio nonostante gli incrementi di produzione decisi sta salendo inesorabilmente. Dei miners disonesti attraverso virus informatici sfruttano le capacità di calcolo di altri computer connessi in rete e fanno consumare energia agli ignari utenti a loro insaputa oltre che rallentarne il lavoro. Se non si dispone di energia elettrica da fonti rinnovabili temo che la blockchain aumenterà i problemi del pianeta. I computer che partecipano alla Blockchain lavorano senza sosta giorno e notte a pieno ritmo. Sono dei computer tossicodipendenti alla ricerca spasmodica di "potenza di calcolo". A quel punto se si bloccano i computer (server) si blocca la blockchain? A me piace una compartecipazione planetaria più slow, più lenta, più felice non solo come decrescita. Se ho detto troppe imprecisioni fatemelo sapere.
cordiali saluti
dott. massimo m. alosi

massimo m. alosi 03.07.18 02:25| 
 |
Rispondi al commento

Non ci ho capito niente....

Raffaele . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 02.07.18 05:18| 
 |
Rispondi al commento

La blockchain è conosciuta dal 5% della popolazione, con il bitcoin già si arriva al 30% e questo la dice lunga sul futuro.Quando la gente non vedrà Etherium,Eos e tra un po Cardano come crypto ma come opportunità di renderci la vita più facile, allora inizieranno a essere regolamentate e probabilmente inizierà la vera bolla finanziaria, che scremerà per bene i progetti scadenti e spingerà ancora più in alto quelli validi.
TRA 8/10 ANNI POTREMO CREARE IL NOSTRO SMART CONTRACT PERSONALIZZATO.

Federico Zen 01.07.18 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Elezioni in Sierra Leone , un esempio pratico di una piattaforma blockchain per evitare brogli.

http://www.beppegrillo.it/in-sierra-leone-la-prima-votazione-al-mondo-con-sistema-blockchain/

La tecnologia blockchain é la nuova frontiera , sostituirà Internet come lo conosciamo oggi e rivoluzionerá a 360 gradi il concetto di proprietá e sicurezza dei dati e della privacy. Tutti i maggiori player si stanno giá attrezzando chi non lo fará a breve sará destinato a sparire. Una grande occasione per intaccare il monopolio delle piattaforme Usa ( google ,microsoft , amazon , oracle , facebook ...) una grande opportunitá di sviluppo e crescita . Il sogno di una rete sicura ( trusted network ) é ormai alla portata di tutti.

Lucio Turolla 01.07.18 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Interessante il discorso di Davide .
Ho una idea delle blochchain ma vaga e mi piacerebbe tanto saperne di più' anche capire perché blochchain e popolo non possono andare d'accordo.
Non si può parlarne su Rosseau come abbiamo fatto per la nostra legge elettorale? .
Secondo me è importante che le persone non siano allontanate dalle novità dalla paura o ignoranza ma ne siano attratti dalla curiosità.

Antonella Ancidei 01.07.18 08:28| 
 |
Rispondi al commento

blockchain for dummies: https://www.youtube.com/watch?v=fTjdCgsnqrw

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 30.06.18 19:55| 
 |
Rispondi al commento

BRAVISSIMO DAVIDE, cerhiamo di non arrivare utlimi a questo appuntamento!!! Gli italiani capiranno polo alla volta. Si spera che almeno i giovani abbiano la curiosità di anticipare il futuro.

*******************
Niente scuse italioti, basta interessarsi e aprire il cervello. oggi con internet non si ammette ignoranza:

https://www.youtube.com/watch?v=2iF73cybTBs

https://ethereum.org = smart contract

https://www.blockchain4innovation.it/esperti/blockchain-perche-e-cosi-importante/

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 30.06.18 19:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUALCUNO SPIEGHI, PANE E PATATE, KE KOSA ESSERE KVESTO BLOKCIEIN!!!!!!!!!!!!!!!!! please...

Pierpaolo W., Trieste Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 30.06.18 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Il sistema Blockchain è una tecnologia dirompente che cambierà il mondo.

“Abilitando la digitalizzazione dei beni e dei patrimoni, la Blockchain sta guidando un cambiamento fondamentale dall’Internet dell’Informazione, dove possiamo istantaneamente vedere, scambiare e comunicare informazioni, all’Internet del Valore, in cui possiamo scambiare istantaneamente risorse economiche.

Una nuova economia globale che permette trasferimenti immediati di valori economici è già alle porte, una economia dove i grandi intermediari non svolgono più un ruolo di primo piano e dove la fiducia è stabilita non da organi centrali, ma attraverso il consenso e la garanzia di un complesso codice informatico” (https://sulfuturo.wordpress.com).

“La tecnologia che avrà il maggiore impatto sui prossimi decenni è arrivata. E non sono i Social Media, non sono i Big Data, non è la robotica e non è nemmeno l’Intelligenza Artificiale. Sarete sorpresi di apprendere che è la tecnologia che sta alla base di valute digitali come il Bitcoin. Si chiama Blockchain”( Don Tapscott).

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 30.06.18 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Molto interessante, sono termini ancora giovani e non da tutti completamente comprensibili. Ma come spesso accade, quando si inizia una nuova era come la terza rivoluzione industriale si aprono nuovi orizzonti, si delineano nuove idee e modi di agire diversi da come siamo abituati a credere e vedere.
Lo sforzo che ognuno di noi può cercare di fare è quello di non chiudersi di non rimanere ai margini, ma di allargare il nostro orizzonte delle idee, una ginnastica mentale che può aiutarci a capire meglio cosa accade intorno a noi.

Giampiero Rossi 30.06.18 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Blockchain è una tecnologia interessante che stiamo applicando nel settore dell'efficienza energetica in maniera per ora sperimentale in Svizzera dove esiste già una normativa di riferimento. Pensiamo si possa utilizzare in tantissimi campi, ma in Italia è ancora vista come attività speculativa. Il nuovo Governo dovrà occuparsene per regolamentata.

Roberto Salimbeni 30.06.18 11:15| 
 |
Rispondi al commento

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Blockchain


Gentile Davide,
encomiabile la sua riflessione. Ma evidenza anche il limite del movimento. Questo post lo hanno capito in pochi. Praticamente nessuno. Siamo una decina che le rispondono. Per quanto consapevole della qualità delle sue parole, la scelta di campo fatta sarà allo stesso tempo il limite alle cose. Non è realistico conciliare scelte di popolo e blockchain, per quanto come da lei sottolineato possibile. Sono purtroppo binari paralleli che non riuscirà ad avvicinare a causa di una base troppo distante dalla realtà delle cose.
M.C.

m.c. 30.06.18 00:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Andrebbe usato subito come sistema per gestire l'identitá delle centinaia di migliaia o milioni di migranti che sono sprovvisti di documenti. Aiuterebbe ad assegnare gli aiuti alle persone senza sprechi ed errori e d'altra parte anche a evitare le multi-identitá usate spesso da quelli che delinquono.

Michele B., Campodarsego Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 29.06.18 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Le tecnologie si evolvono, ho studiato come diploma elettronica, alla mia epoca, io sono del 76, non esisteva una materia che si chiamava informatica, ma questa disciplina era inglobata nei programmi di matematica o spesso della fisica. Ho iniziato ad usare il PC (che ho imparato ad amare ma allo stesso tempo ad odiare), a 15 anni, i famosi 386 o 486, che al confronto degli attuali non erano niente di più di una macchina da scrivere o calcolatrice con un minimo di interfaccia grafica. Oggi abbiamo telefoni, pc, e qualunque dispositivo sempre connessi, abbiamo tante tecnologie, però abbiamo perso il senso del lavoro e dell'ingegno, diventando manipolabili e dipendenti da questi mostri immaginari. Le criptovalute sono gli strumenti di pagamento legate alle nuove tecnologie, ma tutto ha diverse facie , questo sempre nel bene e nel male, ricordiamo che l'avvento delle carte di credito è stato accompagnato da una serie di spiacevoli conseguenze di cui non trovo nessun senso nel ricordare

Fabio Sardegna 29.06.18 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Le criptovalute sono un mezzo straordinario che va oltre la speculazione. La speculazione è la carota posta sul muso dell'asino, serve a trainare gli investimenti, questi investimenti creano aziende importanti e posti di lavoro, quelle stesse aziende e lavoratori oggi sono gli unici (o quasi) che stanno contribuendo attivamente alla crescita della tecnologia Blockchain. Volendo semplificare direi che senza criptovaluta e senza speculazione non ci sarebbero investitori, senza investitori non nascerebbero le aziende del settore, senza le aziende non ci sarebbe blockchain, perchè nessuno o quasi nessuno oggi sarebbe disposto ad investire in un settore che ha come obiettivo quello di "decentralizzare i dati", tutte le aziende tecnologiche di oggi sono avide di dati e non avrebbero alcun interesse per una tecnologia che punta a privarle di questo "prodotto". Credo comunque che Casaleggio ne sia cosciente e che abbia solo semplificato il concetto per renderlo immediato e comprensibile.

Asda Dodici 29.06.18 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Non ho capito niente di tutto questo articolo. Forse è il caso, come dicono a Roma, di parlare come si mangia.O, forse, è un'articolo per iniziati?
Buona serata.

Angelo Minervini (), Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 29.06.18 20:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Speriamo di non arrivare tardi anche a questo appuntamento.

E' necessario e tornerebbe assai proficuo per tutti in termini di guadagni, di lavoro...dare finalmente priorità al finanziamento pubblico all'innovazione, che in Italia è in colpevole ritardo.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 29.06.18 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Ok. Sono ignorante in materia e non ho capito un cacchio. Qualcuno di buona volontà che mi semplifica il discorso? Harry se ci sei batti un colpo!

Markingegno 29.06.18 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Sono molto nervoso .... pur avendo lavorato con l'informatica per 25 anni non riesco a capire un tubo di blockchain e criptovalute. Mi sento un cretino .... non riesco proprio a crearmi un modello mentale. Mi sembra quasi di parlare di fisica quantistica .... quella che non sanno spiegare neppure gli scienziati che ci lavorano. Che nerviiiiiiiiiiiiiiiii !

Clark R., Palermo Commentatore certificato 29.06.18 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna primo riconsolidare in concetto di Pubblico. Penso dia un' impresa ardua, dopo decenni di individualismi. Dopo non so quando poter attuare il blochchain Pubblico. Per quanto riguarda la criptovaluta e' un concetto di smaterilizzazione che va fuori della mia immaginazione. Speculatori a prescindere.

Roberto Maccione Commentatore certificato 29.06.18 17:43| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori