Il Blog delle Stelle
Un solo pensiero fisso: migliorare la qualità della vita dei cittadini italiani

Un solo pensiero fisso: migliorare la qualità della vita dei cittadini italiani

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 16:04
Dona
  • 21

di MoVimento 5 Stelle

Stiamo concludendo in tempi record un contratto di governo scritto con un solo pensiero fisso: migliorare la qualità della vita dei cittadini italiani, dei 5 milioni di poveri certificati dall’Istat, delle piccole e medie imprese oggi sommerse dalle tasse e dei lavoratori precari che faticano ad arrivare a fine mese. In tutti i Comuni amministrati dal Movimento 5 Stelle il debito è sceso e gli interventi alle municipalizzate hanno consentito grandi risparmi per i cittadini senza diminuire la qualità dei servizi che in molti casi sono anche migliorati. Adotteremo lo stesso principio prendendo in mano il bilancio nazionale, quindi, ci aspettiamo rispetto e non un processo alle intenzioni da parte dell'Unione Europea.

Quando qualcuno vuole speculare sull’Eurozona, gli avvoltoi iniziano a comprare titoli di Stato tedeschi, vendendo contemporaneamente i titoli sovrani dei Paesi del Sud Europa (Italia, Grecia, Portogallo, Spagna), facendo salire lo spread. Questo può avvenire perché non abbiamo tutti quei sistemi che da anni invochiamo e che erano stati anche promessi nel momento in cui è stata creata l’Unione Monetaria: trasferimenti fiscali, eurobond su tutti.

Abbiamo già visto un governo italiano passato dal voto popolare cadere sotto i colpi dei mercati finanziari. Non abbiamo alcuna intenzione di fare la stessa fine e di lasciare il posto a politici travestiti da tecnici che continuerebbero il massacro sociale degli ultimi anni. Non vogliamo distruggere né l’Unione Europea, né l’Euro, né i mercati, ma i vincoli esterni che ci hanno soffocato in questi anni devono essere ridiscussi e resi di nuovo compatibili con il nostro dettato costituzionale, che ci impone di valorizzare il lavoro e la libera iniziativa d’impresa e non di distruggere l’economia reale a favore di quella finanziaria.

I Governi telecomandati da Bruxelles hanno approvato riforme pesanti, impopolari, imposte dall'alto e volte alla svalutazione salariale. I cittadini italiani e del sud Europa hanno fatto sforzi immani ed ingiusti per salvare un’Unione Monetaria incompleta e non ottimale. Ora le persone hanno alzato la testa con il voto del 4 marzo e tocca quindi all'UE fare i compiti a casa varando quelle riforme che sono attese da anni. Ai falchi dell’austerità chiediamo: dove sono gli Eurobond, i trasferimenti fiscali tra i Paesi in surplus e quelli in deficit e la fine dei paradisi fiscali nell'Eurozona? Le chiacchiere stanno a zero, noi aspettiamo i fatti, tanto più che lo stesso Presidente della BCE Mario Draghi, settimana scorsa durante il suo discorso a Firenze, ha ammesso che servono trasferimenti fiscali fra gli Stati membri e che siamo lontani dall'avere un'area valutaria ottimale. I Paesi che violano il six pack con un surplus inaccettabile sulle partite correnti come Germania e Olanda devono essere messi di fronte ai loro obblighi.

Siamo stufi delle dichiarazioni fuori luogo di burocrati europei (che nessuno conosce) e che parlano per slogan di un Paese come il nostro, di cui non riconoscono le potenzialità e i meriti. L’Italia ha fatto sacrifici folli negli ultimi vent’anni con uno degli avanzi primari più alti dell’intera UE, governi di ogni colore hanno tagliato ingiustamente le spese produttive per investimenti e i servizi pubblici anno dopo anno, impoverendo l’economia reale per pagare interessi sul debito pubblico decisi dai mercati. Nel 2011, dopo la più grande crisi mondiale del dopoguerra, sempre la BCE ha lasciato scatenare gli spread scegliendo di non intervenire, permettendo al governo Monti di tagliare ancora e ancora, in un circolo vizioso senza fine.

Lo spread a 150 non ci spaventa, i mercati si convinceranno che abbassare le tasse alle imprese e sostenere il reddito dei più deboli aumenterà il tasso di crescita della nostra economia e il gettito fiscale, portando il rapporto debito/PIL su di un sentiero di costante decrescita nel medio periodo.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

17 Mag 2018, 16:04 | Scrivi | Commenti (21) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 21


Tags: contratto di governo, m5s, programma, qualità della vita, spread

Commenti

 

LA PRIMA COSA DA FARE E IL CONFLITTO DI INTERESSE LE TELEVISIONI PUBBLICHE E PRIVATE SONO TUTTE CONTRO IL MOVIMENTO DA IERI AD OGGI ORA ATTACCANO ANCHE SALVINI.
SE UN QUALSIASI MEDIA DA FALSE INFORMAZIONI DEVE ESSERE PUNITO.....

salvatore stassi (sito), roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.05.18 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Pareggio di bilancio, Orlando: “mi vergogno, la Bce ci ricattò”.

Marcello 19.05.18 01:19| 
 |
Rispondi al commento

beh... niente da fare... non riesco ad entrare...
comunque il mio sarebbe un SI, forse non del tutto convinto che ci si riesca a portare in porto tutto quanto, ma BISOGNA TENTARE !
Considerando tutte le reazioni scomposte a cui si assiste in questi giorni, davvero sembra che sia un tentativo da fare; anzi CORAGGIO e andando avanti ALZIAMO TUTTE LE VELE !!
SI, AL CAMBIAMENTO ! di quanto indicato nel contratto e poi del resto che manca !!!

PIO ZENI 18.05.18 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Se si fa il governo, bisogna far subito qualcosa sui temi di punta: legge Fornero, reddito di cittadinanza, flat tax. In televisione ho sentito parlare di 2019 o 2020...
Fino al 2019 o 2020 i sabotatori hanno tutto il tempo di farvi cadere ma, se almeno su queste tre questioni sarà stato fatto qualcosa, a nuove elezioni gli elettori non potranno che darvi maggiore forza.
Ricordiamoci che Monti operò con commovente rapidità per decreto legge chiamandolo sfrontatamente "salva Italia". Facciamo ora noi un vero "salva Italia".

Cesare R., Pomezia Commentatore certificato 18.05.18 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Migliorare la qualità della vita vuol dire:
1) Dare serenità, dignità e un equo rapporto tra diritti e doveri nel lavoro.
2) Avere rapporti con la pubblica amministrazione paritari. Per potersi confrontare, quando necessario, con un’amministrazione amica, giusta e equilibrata e non vessatoria e avversa per principio e metodo.
3) Stabilire la misura delle sanzioni, per qualsiasi cosa, in base al reddito.
4) Sapere di poter contare su una sanità pubblica gestita da personale competente . Eliminare la commistione tra sanità pubblica e privata.
5) Ridisegnare una scuola veramente dell’obbligo (libri in comodato d’uso fino ai 16 anni e fino alla maturità per gli studenti meritevoli con le risorse reperibili dall’abolizione del finanziamento pubblico alla stampa). Garantire una scuola veramente formativa, eliminando la piaga del precariato permanente degli insegnanti, ridando loro l’adeguata dignità del fondamentale ruolo di educatori. Evitando d’inserire in posizioni, cosi delicate, personale adeguato.
6) Procedere alla riforma bancaria, ripristinando le banche commerciali e banche d’affari. Esigere, se dobbiamo rimanere in Europa, che la BCE diventi una vera banca centrale a maggioranza pubblica, prestatrice di ultima istanza, unica autorizzata e emettere titoli di stato in modo da stroncare qualsiasi forma di speculazione sui tassi d’interesse.
7) Definire sistemi fiscali e di sostegno chiari, equi e trasparenti.
8) Dividere la previdenza dall’assistenza.
9) Agevolare l’iniziativa privata, esonerando da qualsiasi onere fiscale e previdenziale, lo startup per almeno tre anni.
10) Obbligo d’investire in ricerca per tutte le aziende produttive e di servizi, con la partecipazione pubblica di almeno 1/3 della spesa, affinché il valore della produzione non debba essere ad esclusivo beneficio di pochi, esentando questi investimenti da qualsiasi tipo d’imposta. Obiettivo arrivare al 5% del PIL.

Questo potrebbe essere un buon inizio

NICCOLO M., FIRENZE Commentatore certificato 18.05.18 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Se il contratto finale verrà confermato dalla bozza in circolazione la valutazione sarà NO . Avete svenduto tutte le ns battaglie ( F35 , NO TAV , NO TAP , ILVA , RAI , prescrizione , giustizia , ambiente , grandi inutili opere , il SUD,) . A cosa è servito avere consulenze e consigli o battere le mani a DiMatteo . La pretesa di essere più furbi fi Salvini Calderoli e Giorgetti vi ha fregato in pieno. Peccato , ero convinto fosse l'occasione storica , grande rammarico e delusione. Non voglio pensare a cosa succederà alla prossima votazione elettorale . NO. NO. NO. NO.

mimmo f., policoro Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 18.05.18 09:30| 
 |
Rispondi al commento

"La vergogna degli italiani.
E' una vergogna che questa persona, dichiarata delinquente naturale, che ha
un nuovo processo per aver corrotto testimoni, che forse è implicato nella
strage dei due magistrati, giri per l'Europa a rappresentare il suo partito
e l'Italia.
E' una vergogna che fi si vanti del reinserimento di costui, facendolo
passare come un salvatore e di essere l'orgoglio del partito per il peso
che riesce ad esercitare sulla politica italiana.

Sarebbe altrettanto vergognoso che avesse posto il veto di Di Maio a pdc.
Se fosse così dovremmo votare sì a questo governo solo a condizione che Di
Maio possa essere il Capo del Governo nascente.

paola 18.05.18 09:27| 
 |
Rispondi al commento

La diagnosi è esatta, la cura è sbagliata ed il paziente morirà.
Sono quindi sempre più convinto del mio NO al contratto con la Lega (e Berlusconi nell'ombra).
L'unica soluzione per vedere diminuire il Debito Pubblico, ripartire da una posizione di parità con gli altri stati europei, far ripartire le esportazioni ed i consumi interni, è uscire dall'Eurozona e riportare la Banca D'Italia sotto il controllo del Ministero Del Tesoro. Avevate promesso il Referendum sull'Euro, ora ve lo rimangiate consapevoli che se si indicesse la maggioranza degli italiani voterebbe per l'uscita.
Come volete, ma non parteciperò alla distruzione economica del paese in cui sono nato. Vi state assumendo una responsabilità enorme, di cui vi sarà chiesto conto molto presto, quando si vedrà che la soluzione di "Andare a sbattere i pugni sui tavoli di Bruxelles", non serve a niente.

Aberto O., BERGAMO Commentatore certificato 18.05.18 07:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sulla giustizia non sono affatto ottimista, visto che salvini obbedisce al suo padrone berlusca... Comunque vedremo come sarà questo contratto di governo...

Mario 18.05.18 00:56| 
 |
Rispondi al commento

Migliorare la qualita'della vita prevede redistribuzione del reddito...quindi taglio a vitalizi...partecipate statali..baby pensioni..pensioni d'oro..stipendi d'oro...e ladrocini vari delle regioni a statuto speciale.Sara' dura ma se giornali e tv ci stanno attaccando vorra' dire che abbiamo preso il bivio giusto.La liberta' dell'individuo viene dalla cultura dell'informazione che si puo'avere solo avendo anche disponibilita'economiche normali..in questo paese la sottocultura e' stata sdoganata x anni ed ora ne si paga lo scotto.Crediamoci tutti

Aldo T., Torino Commentatore certificato 18.05.18 00:36| 
 |
Rispondi al commento

Qui al Sud ci aspettiamo tanto dai 5 stelle, non dimenticatevi di noi che vi abbiamo dato tanti voti..

Giampaolo 5 Stelle Commentatore certificato 18.05.18 00:20| 
 |
Rispondi al commento

Un consiglio a Luigi, nostro legittimo candidato a ricoprire la carica di Presidente del Consiglio: prendi un foglio scrivi il tuo nome ed il nome di un altra figura del Movimento, fai fare la stessa cosa a Matteo Salvini, poi chiudete la busta e datela al Presidente Mattarella, scelga lui tra i 4 nomi, o tutti a casa o si torni al voto!

Andrea PEDRAZZA 17.05.18 23:05| 
 |
Rispondi al commento

Andate avanti e falciateli tutti...

Biagio C. Commentatore certificato 17.05.18 22:06| 
 |
Rispondi al commento

l'UE ci ha dissanguato....la soglia di povertà, in Italia, è salita a numeri indegni per un Paese che si definisce "democratico".....
qui in Italia, di democratico è rimasto poco......
abbiamo permesso a Marchionne di pagare le tasse in altri Paesi.....
i precedenti governi hanno permesso alle grandi multinazionali tedesche e francesi di acquistare a due soldi le imprese d'eccellenza italiane....
per poi anche loro pagare le tasse in altri Paesi....
si è creato tanto lavoro precario....e la legge Fornero ha devastato tante famiglie italiane....
la classe politica dirigente, si è voltata dall'altra parte, quando sono accaduti processi come sul Mise, sul Consip, su MPS.....
abbiamo raggiunto uno schifo...talmente alto, che l'Everest è arrossito......
ed oggi....a pochi giorni dalla formazione di un nuovo governo, votato dai cittadini, le stesse persone elencate, si permettono di "parlare"....
"giudicare"...."continuare a sparare caxxate per spaventare i cittadini su fantomatici esiti"....
questa casse dirigente di MALEDETTI BASTARDI...
andrebbe arrestata......ma ora cominciamo con il togliergli soldi, vitalizi, rimborsi, privilegi......reset!!!! come dice il grande Beppe......
in alto i cuori delle persone per bene!

fabio S., roma Commentatore certificato 17.05.18 21:36| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Finora il pensiero fisso dei politicanti corrotti, dei parassiti economici/industriali, dei clan e caste mafiose e massone, dei bilderberg e di tutti i poteri occulti e malefici italiani e mondiali è stato l'ooposto: migliorare la qualità della LORO vita, moltiplicare i loro guadagni e distruggere la vita dei cittadini onesti!
Le masse oppresse si stanno svegliando grazie a persone oneste e giuste come BEPPEGRILLO e davide CASALEGGIO che ricordiamo e ringraziamo con affetto!
Questi sono i momenti che bisogna essere tutti uniti per combattere e vincere le FORZE del MALE della società civile!Consci che stanno per essere distrutte, aumentano i loro attacchi vigliacchi a chi cerca di resistere alle loro
ingiustizie!
Purtroppo i partiti PD/dc-FI delle mummie e loro servi (berlusconi, renzi, gentiloni,letta, monti) hanno ridotto l'italia ad un COLABRODO e gli italiani onesti a PEZZE DA PIEDI!
Hanno abolito e vietato la DEMOCRAZIA con la regia del traitor napoletano(pace all'animaccia sua)! Ma, d'ora in avanti, chi ha commesso e
commette crimini contro il popolo, pagherà le sue colpe! RASSEGNATEVI servi dei poteri forti!
Siete finiti e saranno i cittadini onesti a vincere la guerra!
AMEN!

giova31 17.05.18 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Contro la speculazione che fa allargare lo spread (differenziale fra i tassi dei titoli del debito pubblico italiano e quello tedesco)dobbiamo informare i cittadini sui vantaggi e sulla sicurezza che l'investimento in BOT - BTP - CCT ha rispetto alle altre forme che propinano le banche per i loro interessi economici.
La tranquillità dell'investimento nel debito italiano sta nella sicurezza che lo Stato ha sempre onorato i suoi debiti anche in momenti difficili del passato.
Che senso ha andare ad acquistare i BUND tedeschi che hanno rendimento negativo?
Il sistema bancario colloca in modo forzato prodotti (fondi, gestioni, ecc.) che contengono prevalentemente titoli esteri con rendimenti negativi che, gravati da onerose commissione, non producono risultato.
Al contrario gli investitori esteri acquistano i titoli italiani perché molto remunerativi in termini di tassi (circa il 40% del debito italiano è in mani estere) e quindi ne deriva che:
- gli italiani investono in Germania a tasso negativo;
- i tedeschi acquistano i ns. titoli e gli paghiamo fior d'interessi.
Quindi siamo noi cittadini che dobbiamo sostenere il ns. Paese anche investendo i ns. risparmi nei titoli di Stato italiani.
Alle banche andrebbero date indicazioni in tal senso.
G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 17.05.18 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Senza la cancellazione del "Pareggio di bilancio", introdotto con un golpe nella Costituzione, non si va da nessuna parte. Non sarà possibile finanziale le riforme.

Marcello 17.05.18 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto una delle ultime bozze del contratto e si parla di referendum abrogativo senza quorum e di referendum propositivo e di discutere tutte le leggi di iniziativa popolare con sollecitudine. Queste tre cose da sole saranno una rivoluzione. E solo questo varrebbe tutta l'attesa e tutti gli altri compromessi di questi 2-3 mesi. Finalmente la democrazia tornerà ad essere un governo del popolo.
Come in Svizzera dove su tutte le leggi (anche i trattati internazionali e le tasse), il popolo ha sempre la possibilità di dire la sua con un veto (ref abrogativo lì chiamato solo referendum) o facendo proposte (con il ref propositivo, lì chiamato iniziativa).
Un sogno.
Spero davvero che questo governo nasca il prima possibile e attui queste 3 cose.

Paolo Michelotto 17.05.18 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Si può migliorare la vita ad esempio mantenendo le promesse elettorali: tutela della Costituzione, abolizione della "Fornero" (non la presa in giro dei 41 anni di servizio, così chi ha riscattato vodrà pagare contributi per 46 anni!), "Buona scuola", "Job Acts". Il resto sono prese in giro, che i cittadini ricorderanno, come si sono ricordati di quelle del PD.

Marcello 17.05.18 19:03| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori