Le fake news (a pagamento) di Repubblica

di MoVimento 5 Stelle

Da alcuni giorni Repubblica ha fatto partire una vera e propria campagna a pagamento contro il MoVimento 5 Stelle. Sì, avete letto bene: a pagamento. Dall’account Facebook del quotidiano il cui condirettore è stato eletto in Parlamento con il Pd, vengono pubblicate inserzioni a pagamento che riportano ad articoli scritti ad arte contro il MoVimento. Roba che neanche un partito avversario!

Una dimostrazione lampante di come, in certe redazioni, il giornalismo sia sfociato da tempo nel territorio della più becera propaganda politica. Una prova palese di come, sempre più spesso, dietro al diritto di cronaca si nascondano interessi che nulla hanno a che fare con i lettori e con l’informazione. Lo capiamo benissimo: a Repubblica il governo del Cambiamento fa paura. Ma ogni loro attacco è uno stimolo. Ora la domanda da farsi è una soltanto: ma Repubblica è un giornale o un organo di partito? La risposta la sapete già.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr