Il Blog delle Stelle
5 milioni di italiani in povertà assoluta

5 milioni di italiani in povertà assoluta

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 30

da Ansa.it

Aumentano gli italiani in povertà assoluta. Secondo i dati forniti dal presidente dell'Istat, Giorgio Alleva, nell'audizione sul Def, nel 2017 il fenomeno riguarderebbe circa 5 milioni di individui, l'8,3% della popolazione residente, in aumento rispetto al 7,9% del 2016 e al 3,9% del 2008. Le famiglie in povertà assoluta, secondo stime preliminari, sarebbero 1,8 milioni, con un'incidenza del 6,9%, in crescita di sei decimi rispetto al 6,3% del 2016 (era il 4% nel 2008).

La ripresa dell'inflazione nel 2017 spiega circa la metà (tre decimi di punto percentuale) dell'incremento dell'incidenza della povertà assoluta, ha sottolineato Alleva. "La restante parte - ha aggiunto - deriva dal peggioramento della capacità di spesa di molte famiglie che sono scese sotto la soglia di povertà".

Complessivamente, L'Istat stima che nel 2017 siano in povertà assoluta 154 mila famiglie e 261 mila individui in più rispetto al 2016. Dal punto di vista territoriale, i dati provvisori mostrano aumenti nel Mezzogiorno e nel Nord, e una diminuzione al Centro. L'aumento delle famiglie in povertà assoluta è, inoltre, sintesi di una diminuzione in quelle in cui la persona di riferimento è occupata, e di un aumento in quelle in altra condizione.

Un milione di famiglie senza lavoro, raddoppiate in 10 anni - Nel 2017 in 1,1 milioni di famiglie italiane "tutti i componenti appartenenti alle forze di lavoro erano in cerca di occupazione", pari a 4 famiglie su 100, in cui non si percepiva dunque alcun reddito da lavoro, contro circa la metà (535mila) nel 2008. Lo ha sottolineato il presidente dell'Istat, Giorgio Alleva, nel corso dell'audizione sul Def. "Di queste, - ha proseguito - più della metà (il 56,1%) è residente nel Mezzogiorno. Nel complesso si stima un leggero miglioramento rispetto al 2016 (15mila in meno), ma la situazione al Sud è in peggioramento (13mila in più)".



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

12 Mag 2018, 11:20 | Scrivi | Commenti (30) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 30


Tags: ansa, poveri, povertà, povertà assoluta

Commenti

 

Il problema nasce non solo per chi sia privo di reddito ma anche per chi un reddito lo percepisca con il crescente costo della vita ma in special modo delle spese sanitarie a tal punto che molti rinunciano a curarsi...ma come spesso accade preferendo un risparmio immediato ed alimentando così l'evasione fiscale....

Fabio ANIMATORE Ceteroni, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 16.05.18 16:36| 
 |
Rispondi al commento

E' importante lo SVILUPPO (infrastrutturazione, ricerca scientifica, LEGALITA' e GIUSTIZIA VERE, funzionamento e modernità nei servizi...) non l'assistenzialismo.
SVILUPPO è poi una delle 5 stelle, se non ricordo male (Acqua, Trasporti, Energie rinnovabili, Ambiente, SVILUPPO...ricordo male?).
Per cui SVILUPPO per creare lavoro e dare modernità a questo stupido paese asservito all'immigrazione e all'illegalità, e in cui tutto ci casca addosso a calcinacci!

Domiziano . Commentatore certificato 16.05.18 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Io sono d'accordo per il "reddito di cittadinanza", ma spero che non esageriate. Un aiuto è certamente importante e necessario ma bisogna ricordare lo spaventoso debito pubblico che non può essere ulteriormente aumentato.

albino c., GIARDINI NAXOS Commentatore certificato 15.05.18 12:18| 
 |
Rispondi al commento

La sinistra ama così tanto i poveri che quando va al potere li aumenta. (I.M.)

NICCOLO MACHIAVELLI 14.05.18 15:15| 
 |
Rispondi al commento

SPERIAMO CHE LA DIREZIONE MASSIMA DEI 5 STELLE SE NE RENDA CONTO SUBITO DI QUESTO E QUANTO MENO AIUTI LE FAMIGLIE DEGLI OVER 55 DISOCCUPATI CHE ATTUALMENTE CON REDDITO DI INCLUSIONE ( circa 8 euro al giorno che non bastano neanche per mangiare figuriamoci per pagare le bollette ) PER POI COME APPUNTO DICONO LORO DI ESTENDERLO A TUTTI DOPO CHE APPUNTO RIFORMERANNO IN MODO ADEGUATO TUTTI I CENTRI PER L'IMPIEGO CHE E COSA BUONA E GIUSTA VISTO CHE QUELLI CHE CI SONO COSTANO UN SACCO DI SOLDI E NO AIUTANO NESSUNO OLTRE CHE FOTTERSI GLI STIPENDI PER FARE NIENTE!!!!!

antonio gargiulo 13.05.18 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Sulla povertà se ne parla da troppi anni e non finirà qui fate qualcosa altrimenti l'Italia implode

Giuliana Attili 13.05.18 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Di Maio, abolite subito la Legge Fornero!!!!! NON FATECI ASPETTARE UN ALTRO ANNO!!!!
!

Almoira 13.05.18 17:12| 
 |
Rispondi al commento

È ora di prendere una posizione netta a favore degli italiani!
No all'invasione!
No alla apertura delle frontiere ai clandestini!
No IUS SOLI!
BLOCCO DELLE NAVI ONG. PROCESSI A CHI AIUTA GLI INVASORI, SPECIE ISLAMICI!
Referendum propositivi per decisioni importanti!


Ieri in un Centro commerciale a Roma, c'erano 2 Pakistani con il carrello strapieno di tutto,e appoggiati al vetro del banco frigo contavano un mazzetto di Buoni pasto, come fanno ad averli loro è di noi Italiani si dice che siamo in povertà?

Giovanni Lombardi 13.05.18 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
per qualsiasi necessità di prestito o di finanziamento di progetto volete contattare questa signora MANECCHI che potrà aiutarli
silvia19manecchi75@gmail.com
silvia19manecchi75@gmail.com

Buongiorno
per qualsiasi necessità di prestito o di finanziamento di progetto volete contattare questa signora MANECCHI che potrà aiutarli
silvia19manecchi75@gmail.com
silvia19manecchi75@gmail.com

gionna 13.05.18 09:23| 
 |
Rispondi al commento

Tutta colpa del partito delinquenti che ovviamente se ne fotte altamente della povera gente. Un governo 5stelle è l'unica speranza per questo paese.

Mario 13.05.18 09:04| 
 |
Rispondi al commento

"la mancanza di autarchia comporta la carenza di lavoro e quindi poverta' ma
anche nello spirito: non tutti hanno piacere di lavorare come idioti su una
tastiera di computer, un sacco di persone trova soddisfazione nel lavoro
manuale che sempre di piu' sparisce incluso quello relativamente all'
agricultura inquanto si compera tutto all' estero anche inclusi i pomodori
e pertanto torniamo a produrre da noi ed a non importare piu' e tutta la
nostra gente che e' senza lavoro ritonera' a sentirsi utile ed ad avere
soddisfazione con tanta maggiore salute per tutti noi italiani per prodotti
freschi ed in stile italico invece che prodotti piattume da stive
provenienti da chi sa quali super magazzini migliaia di km di distanza."

giampaolo gottardo 12.05.18 21:22| 
 |
Rispondi al commento

la mancanza di autarchia comporta la carenza di lavoro e quindi poverta' ma anche nello spirito: non tutti hanno piacere di lavorare come idioti su una tastiera di computer, un sacco di persone trova soddisfazione nel lavoro manuale che sempre di piu' sparisce incluso quello relativamente all' agricultura inquanto si compera tutto all' estero anche inclusi i pomodori e pertanto torniamo a produrre da noi ed a non importare piu' e tutta la nostra gente che e' senza lavoro ritonera' a sentirsi utile ed ad avere soddisfazione con tanta maggiore salute per tutti noi italiani per prodotti freschi ed in stile italico invece che prodotti piattume da stive provenienti da chi sa quali super magazzini migliaia di km di distanza.

giampaolo gottardo 12.05.18 21:17| 
 |
Rispondi al commento

I clan, le caste, le bande delle massonerie e delle mafie politiche, economiche, industriali, farmaceutiche, ecc.. che stanno distruggendo, inquinando, destabilizzando il mondo ed i popoli, esagerano col TIRARE TROPPO LA CORDA che sta per SPEZZARSI!
La voglia di denaro e di potere sta portando tutta questa gentaglia all'autodistruzione, conseguenza della miseria a cui conducono la povera gente con le loro strategie vergognose!
Si sta avvicinando la reazione dei poveri che sarà difficile da controllare e gestire dai poteri forti, istituzioni ed organi statali perchè sarà troppo tardi!
Chi NON ha niente, non ha niente da perdere!
Chi ha tanto, deve pensarci, prima che potrebbe perdere tutto!
Dove vogliono portarci? Dio solo lo sa!
O forse non lo sa nemmeno DIO?
MEDITATE e MEDITIAMO TUTTI!

linus47 12.05.18 19:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Incredibile la chiusura mentale di tante persone, anche ritenute autorevoli dai media.
Come si può ignorare che un DIRITTO ad un minimo vitale di sussistenza, entro un patto che lo compone con certi doveri, non sono solo soldi pubblici 'elargiti' a qualcuno(altro), non è assistenzialismo, ma una molla potente per il sistema economico e sociale:
- RIDUZIONE accatonaggio e microcriminalità e possibilità di non accettare più l'attenuante dello stato di necessità: GALERA per chi RUBA o infastidisce
- APPORTO DI LAVORO a livello locale per sistemare tanti disservizi non acquistabili x mancanza di fondi ed evitare sprechi
- PRODUZIONE di beni/servizi vendibili anche sul mercato
- AUMENTO molto forte della DOMANDA aggregata, data la grande propensione al consumo dei più poveri, che tra l'altro non esportano capitali ai paradisi fiscali, ma li lasciano nel sistema
- maggior capacità diffusa di pagare propri DEBITI e AFFITTI
- riduzione di SUICIDI e MALATTIE dovute alla crisi, che colpisce non solo i dipendenti (che hanno almeno parziali forme di sostegno) ma anche imprenditori, commercianti, artigiani, autonomi ecc. oggi del tutto abbandonati a sè stessi
e molto altro ...

Mauro FERRANDO Commentatore certificato 12.05.18 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Europa, che suggerisce forme di sostegno contro povertà, DEVE essere messa di fronte alle proprie responsabilità: un sostegno sul modello del reddito di cittadinanza deve essere assicurato dall'Europa stessa: questo sarebbe un modo concreto (non parole) di solidarietà, utile anche a cambiare il giudizio che sempre più cittadini ne hanno. Siccome la vita delle persone viene prima di tutto, finchè la nostra Unione non attuerà questa manovra, non potrà essere ascoltata quando impone limiti e austerità. E guai ad accettare trucchetti quali semplici concessioni di spese non conteggiate nei parametri: a chi ha sete si offre un bicchier d'acqua, non gliela si vende a credito!

Mauro FERRANDO Commentatore certificato 12.05.18 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Monti, Letta, renzi e gentiloni. Grazie.

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 12.05.18 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Le politiche neoliberiste di ormai troppi anni ha portato ad un impoverimento di molti ed un arricchimento di pochi. Un riequilibrio e' indispensabile. Sara' possibile farlo con un partito che si e' nutrito in passato di proposte liberiste?

Roberto Maccione Commentatore certificato 12.05.18 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Una priorità per il governo è necessario fermare questo degrado sociale ed economino.

gennaro amiranda 12.05.18 15:55| 
 |
Rispondi al commento

LO STATO DEVE INIZIARE A FARE LO STATO

Andrea Spezza 12.05.18 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Dietro questi numeri c'è carne viva !... ce ne rendiamo conto?.. è l'inferno terrestre... A.A.A. Cercasi angeli .............

Dino Pautasso 12.05.18 14:59| 
 |
Rispondi al commento

LA COSA CHE FA' PIU' ARRABBIARE,e che per il mio cuore E' INCOMPRENSIBILE,e' che LE POLITICHE EUROPEE,VALUATNO COME MORMALE che questo sistema PREVEDA un certo NUMERO DI PERSONE SOTTO UN PONTE.
BENE..MANDIAMO LORO.,COSI CAPISCONO .
IO PRETENDO DA ME CORAGGIO..E LO PRETENDO ANCHE DALLA POLITICA.
E' ASSOLUTAMENTE INACCETTABILE!
LÒ SAPPIAMO..DOBBIAMO ANDARE A PARLARE CON I POTERI " FORTI",che metto tra virgolette,perche' uno forte,ma veramente forte,NON HA BISOGNO DEL SOPRUSO,
Il sopruso e', in realta' ,DA IMPOTENTI,e loro,nel loro cuore,LO SANNO CHE SONO IMPOTENTI.
E' per quello che giocano sporco.
ABBIAMO PAURA DI POCHI IMPOTENTI.
Sappiamo..NOI SIAMO MOLTI DI PIU',ma SVEGLI E ATTENTI PERO' ,se no,ci FREGANO ANCORA!
SPETTA A NOI!

Luca Fini 12.05.18 13:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho sentito questa mattina che il mascalzone è stato RIABILITATO dalla legge Severino, quindi si potrà presentare come leader di forza Italia alle prossime elezioni? ecco cosa ha avuto in cambio del "passo di lato"-
Qui sul sito sento tanti commenti rivolti a Di Maio: non ti voto più se FAI questo, non ti voto più se NON FAI quell'altro ecc. ecc.
Sembrate quelli che guardano le partite seduti in poltrona, sanno tutto loro, gli altri sono tutti cretini.
Io confermo la mia fiducia a TUTTO IL MOVIMENTO, già c'è tanta gente e giornali che ci stanno massacrando, non ' facile il momento, rimaniamo compatti...A chi non vuole votare più dico:
VOTA COME TI PARE (ma poi per chi?), CE NE FAREMO UNA RAGIONE !!!!

rosella d., roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 12.05.18 12:43| 
 |
Rispondi al commento

In questo paese ancora molti, vittime dei mezzi di distrazione di massa, non si rendono conto che abbiamo una bomba sociale ad orologeria che incombe su di noi. Una forma di reddito anche minimo, che aiuti tutti coloro che perdono il lavoro, o peggio ancora che non sono mai riusciti ad averlo, è indispensabile. Vi dirò di più è necessario anche cominciare a pensare ad una sorta di piano Marshall con finanziamenti anche internazionali, per bonificare e sanare le ns periferie, il degrado porta abbandono, disperazione e nuova povertà.

gianluca peruzzini 12.05.18 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Se penso che con il mio lavoro(come al solito malretribuito!)devo contribuire a mantenere nel lusso lazzaroni,deficienti,puttane,sfruttatori,imbroglioni di ogni genere e grado.....!!!!!

ANNA PONISIO Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 12.05.18 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fa molto male al cuore sentire troppe persone ostili al reddito di cittadinanza. Bastardi! È facile parlare con la pancia piena. Gli auguro di non perdere mai il proprio lavoro, se no sarebbero i primi ad ammazzarsi. Fortunatamente io lavoro e mi faccio il culo dalla mattina alla sera. Non ho diritti e di questo passo non prenderò mai una pensione. Ripeto, sono cmq fortunato! Spero che questo governo si faccia, se no, Signori miei, la guerra civile è all'angolo. Forza M5S.

Ferdinando S. 12.05.18 11:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori