Il Blog delle Stelle
100mila nuovi alberi per far respirare Terni

100mila nuovi alberi per far respirare Terni

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 10:38
Dona
  • 8

di Thomas De Luca, candidato sindaco di Terni per il MoVimento 5 Stelle

100mila nuovi alberi per cambiare la nostra Terni a colpi di verde e tornare a respirare.
Un'utopia sostenibile e un atto rivoluzionario per migliorare la qualità dell’aria nella nostra città. Terni deve tornare a respirare.
Un progetto che può essere finanziato in gran parte tramite i fondi del PSR ed in parte tramite sponsor privati.

La fondazione Carit in passato già si era offerta di donare 10mila alberi al comune di Terni. Gli spazi sono nelle disponibilità del Comune, ma è possibile sostenere anche l’accesso dei privati, ai numerosi bandi regionali che spesso rappresentano un’interessante possibilità economica.

Un albero assorbe ogni anno in media circa 10kg di CO2, non possiamo più esitare.
Vi aspetto tutti questa sera, sabato 26 maggio a piazza Solferino dalle ore 21 con Luigi Di Maio, insieme ai parlamentari Carla Ruocco, Barbara Lezzi, Stefano Lucidi, all'Europarlamentare capo delegazione del M5S Laura Agea Portavoce Eurodeputata M5S, al capogruppo in consiglio regionale del M5s Andrea Liberati e graditissimo ospite il sindaco M5S di Marino Laziale (Roma) Carlo Colizza



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

26 Mag 2018, 10:38 | Scrivi | Commenti (8) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 8


Tags: alberi, sindaco, terni, Thomas De Luca

Commenti

 

UN PIANO STRUTTURALE PER TERNI E SOSTITUIRE IL VECCHIO P.R.G.

Il concetto di Piano Regolatore Generale Comunale deve essere rivista, servono altri strumenti d'intervento due diversi strumenti urbanistici generali di competenza del Comune che, nel loro insieme, sostituiscono il vecchio P.R.G.:
1- Il Piano Strutturale

2- Il Regolamento Urbanistico.

Il Piano Strutturale è lo “strumento della pianificazione territoriale” di competenza comunale, che si deve formare in piena coerenza con il Piano d'indirizzo territoriale di coordinamento della Regione, e con gli altri atti di governo del territorio, di competenza sovra-comunale e contiene:

- Il quadro conoscitivo idoneo a individuare, valorizzare e recuperare le identità locali
- Le previsioni strategiche di sviluppo del territorio

- La valutazione dalle previsioni a livello paesaggistico-ambientale, territoriale, economico, sociale e per la salute dei cittadini.

I FUNZIONI CHIAVE NELL'URBANISTICA; ABITARE, LAVORO, RICREARSI, CIRCOLARE, UN PROGETTO PER TERNI UN PIANO STRUTTURALE

Shir akbari Shahab 27.05.18 08:32| 
 |
Rispondi al commento

TRASFORMARE TERNI A LE SMART CITY 0.4 E' POSSIBILE

Lo stato dell’arte dell’edilizia 4.0 in Italia le smart building, preferisco chiamare le smart city ancora sotto sviluppata, nonostante le norme favorevoli sembrerebbe oramai quasi pletorico continuare ad affermare che l’Internet of Things (l'Internet delle cose) costituisce il driver per realizzare la “gigabit society”, che le smart city costituiscono l’unico modello economicamente e socialmente sostenibile in vista la crescente urbanizzazione a livello globale, che le infrastrutture digitali costituiscono il presupposto per il successo di quell'economia circolare, l’unica in grado di generare crescita economica e sostenibile.

Lo diceva Le Corbusier nel lontano 1923: “la casa è una macchina per abitare” e “l’architettura ha come primo compito, in un’epoca di rinnovamento, quello di operare la revisione dei valori e degli elementi costitutivi della casa”.

Shir akbari 27.05.18 08:27| 
 |
Rispondi al commento

LE MANI SULLA CITTÀ DI TERNI E ELEZIONE COMUNALE...

Il cerchio magico che controlla la Conca tira le fila di un sistema di potere ramificato a cui nulla è sfuggito: dalla gestione partitocratica della sanità, alle cooperative, dalla pianificazione dell’urbanistica collegata alle scelte delle cooperative rosse della grande distribuzione, l’inceneritore, fino ai rapporti opachi con la Chiesa....

Trasformare la ricchezza della città in proprietà privata di pochi, concentrare utili nei conti privati e debiti nei conti del comune di Terni, non resta che aumentare i costi dei servizi ai danni delle imprese e cittadini...povertà, disservizi...

ELEZIONE ULTIMA L'OCCASIONE PER SALVARE TERNI

Shir akbari 27.05.18 08:26| 
 |
Rispondi al commento

UN PROGETTO PER TERNI, LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA E' L'UNICA SOLUZIONE Parte I
1- La gestione del bilancio.
A. La gestione delle entrate.
B. La gestione delle spese.
C. gestione crediti
D. gestione debiti,
Risanamento progressivo e trasparente, un programma economico per i primi 100 giorni e il primo anno e triennale;
-Spendere meno di quello delle entrate
-Ripagare la quota capitale del debito
-liberare risorse
-Razionalizza le spese
-Non fare più debiti
-Chiudere uffici inutili

2- Eliminazione degli sprechi eliminazione di tutte le spese superflue ed eccessive che pesano in maniera sostanziale sul bilancio comunale.

3- Ottimizzazione e l'organizzazione degli uffici comunale e del personale, della produttività del lavoro di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni a servizio dei cittadini.

4-Riduzione delle consulenze esterne con i nuovi criteri, modalità e limiti di attribuzione delle consulenze e delle collaborazioni esterne con lo scopo di ridurne le spese.

5-Recupero dei tributi evasi dei tributi locali.

6-Ufficio per la semplificazione e la sburocratizzazione promuove la qualità della regolazione e le relazioni tra amministrazioni, cittadini e imprese, ridurre i tempi e gli oneri

7-Rilancio dell’economia: favorire l’incontro con categorie industriali, commercianti, artigiani e professionisti per rilanciare economia

8-Terni polo universitario e di ricerca industria 04 e la sinergia tra Imprese, giovani e università

9-Riqualificazione di edifici abbandonati per scopi di pubblica utilità e sedi condivise per associazioni

10-Trasparenza e meritocrazia nell'affidamento dei lavori pubblici in base alla qualità non solo l'offerta più bassa

11-Definizione precisa delle responsabilità e delle penali nei capitolati di appalto con pagamento in funzione del collaudo dell’opera.

10-La pulizia e il decoro urbano

12-Città e territorio più sicuri e accessibili a tutti

13-Tutela e valorizzazione del patrimonio storico e paesaggistico....

Shahab 27.05.18 08:23| 
 |
Rispondi al commento

UN PROGETTO PER TERNI LA NUOVA VISIONE DELLA CITTÀ IL SENO DI COMUNITÀ. parte II

1-Più movimento negli spazi pubblici, la città luogo d’incontro e di cultura, le nostre vite sono ormai così concentrate su se stesse che quasi ci scordiamo di interagire con i nostri concittadini. Stimolare le persone a interagire e collaborare tra loro e dare più possibilità a conoscersi, I luoghi pubblici sono dunque un punto di partenza naturale.

2- Diventare la città un centro di creatività uno spazio di lavoro condiviso per le attività creative e anche un luogo di ritrovo per feste, eventi o performance d’artista.

3- Abbattere le barriere architettoniche

4- Amore per le strade; è una serie di eventi, community, piattaforma e campi di giochi per tutti quelli che vogliono assaporare la vita fino in fondo. Street-Love mette in contatto la gente che vive in città tramite attività comuni.

5- Riorganizzare la mobilità pubblico e privato, con energia pulita, incentivi per le macchine elettriche, nuovi percorsi ciclabili.

6-Tutela e valorizzazione del patrimonio storico-archeologico: fruizione pubblica e promozione di percorsi turistici
Porre l’attenzione sul patrimonio culturale e sulle radici storiche ha l’obiettivo di infondere nei cittadini l'identità collettiva e incrementando anche i flussi turistici.

7- Recuperare spazi culturali chiusi, come teatro verdi, e verifica delle convenzioni urbanistiche in essere al fine di recuperare opere destinate alla collettività.

8-Wifi free in città

9-Scuole “aperte” per tutto l’anno punto di ritrovo e incontri per giovani e i loro genitori per sviluppare attraverso il gioco la multiculturalità, la conoscenza del patrimonio storico e naturalistico della città, la corretta alimentazione, il riciclo dei “materiali di scarto”.Progetto del Piano Educativo Territoriale per riconoscere l’identità locale e promuovere il senso di appartenenza al territorio.

10-Istituzione degli orti urbani contatto con la natura...CONTINUA...

Shir akbari 27.05.18 08:21| 
 |
Rispondi al commento

TERNI IL CONFLITTO TRA AMBIENTE E SALUTE - INDUSTRIA E IL LAVORO

Parlare di salute e il lavoro è ancora possibile. Sembra difficile farlo, quando nel declinare il binomio bisogna inserire un terzo fattore: l’industria. La vicenda di polvere sottili a Terni.

Coniugare ambiente, salute, e continuità produttiva, che non vuol dire soltanto salvare l’industria e mantenere i posti di lavoro, ma come?

2 domande: come l’industria post-moderna si posizioni nella società? e si può fare l’acciaio In Italia?
Esiste solo una soluzione: Il problema è di commisurare il livello d’inquinamento con le tecnologie disponibili, più recenti e aggiornate, per contenerlo e anche di avere una coscienza culturale e sociale della popolazione e delle maestranze rispetto al problema ambientale.

Risolvere l’intrigo tra “l’ambientalismo” e “l’industrialismo”. Per molti la risposta è nella ristrutturazione dei processi manifatturieri e nell'innovazione, per altri semplicemente nell'abbandonarsi all'idea di un futuro migliore.

SALVARE L'AMBIENTE SALVERÀ L'ECONOMIA E I POSTI DI LAVORO

Shir akbari 27.05.18 08:19| 
 |
Rispondi al commento

TERNI LA CITTÀ VERDE URBANIZZAZIONE PRIMARIA AUMENTA LA SICUREZZA E CREA L'ECONOMIA

Non è solo un tema ambientale. Non ci sono soltanto i vantaggi di tipo estetico, l'opere di urbanizzazione primaria; strade urbane ed extra urbane verde, reti, spazi di sosta,verde attrezzato, piste ciclabile sicure, ampie zone pedonali, salvare il centro dalle macchine e creare parcheggi introno al centro storico,... e per questo progettare le aree urbane, aumentano la coesione sociale tra i cittadini e anche la sicurezza. Non esiste luogo di maggiori relazioni umane, per una comunità, di un parco pubblico.

Un ettaro di bosco elimina 15 tonnellate di particolato l’anno. Ma non solo a Melbourne, dove gli amministratori sono riusciti a piantare fino a tremila alberi l’anno, il tasso di omicidi è crollato al 3,1 ogni 100 mila abitanti, contro una media mondiale del 6,2. Tigli, platani, oleandri, palme, tarassici: i viali alberati aiutano a combattere lo stress e la depressione e la solitudine. Gli alberi sono un prezioso deterrente contro la microcriminalità, rapine e borseggi, e rappresentano così un presidio per la sicurezza dei cittadini.
L'aumentano gli spazi verdi ceduti ad associazioni di cittadini che li gestiscono; è diventata di moda l’architettura dei grattacieli e dei grandi palazzi con la verticalizzazione del verde. Quanto all'aspetto economico il florovivaismo in Europa vale una superficie di 210 mila ettari con un fatturato che sfiora i 3 miliardi di euro e il florivivaismo vale oltre 100 mila posti di lavoro nel nostro paese.

LA CITTÀ VERDE L'AMBIENTE, LA SICUREZZA E L'ECONOMIA

Shahab 27.05.18 08:16| 
 |
Rispondi al commento

LE LISTE CIVICHE SONO IL SOTTOBOSCO DEI PARTITI : UN ERRORE GENETICO DELLA DEMOCRAZIA

Le liste civiche nascono in Italia sopratutto con la crisi dei partiti e la fine della prima Repubblica, come associazioni di persone che si mettono insieme per fare politica allo scopo di gestire le varie attività che compongono la vita, soprattutto nei comuni. Col tempo però si sono trasformati come l'occasione per avventurieri, spesso cacciati dai partiti, per riprovare a gettarsi nel " political business": in pratica fungono da serbatoio per raccogliere voti nelle coalizioni, in cambio di poltrone, al punto che oggi sono una vera propria malattia degenerativa del sistema partitico.

Ma non è tutta colpa delle finte coalizioni e delle liste civiche: il problema di fondo del nostro sistema democratico rappresentativo, sono i partiti per quello che sono diventati, e per come gestiscono la politica soltanto a loro uso e consumo, sfruttando il potere che hanno acquisito.

Le liste civiche sono un “errore genetico” della democrazia, una anomalia del sistema politico, che, in quanto anomalia, non sono accreditati a proporre contenuti e soluzioni alternative.

Shir akbari 27.05.18 08:14| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori