Tagliare i vitalizi: un atto di giustizia sociale

di Giancarlo Cancelleri

«Se non avessi avuto il vitalizio, nel periodo in cui non sono stato deputato, probabilmente sarei stato costretto a tornare a vivere con mio padre che ha 97 anni, in attesa di maturare i 67 anni per la pensione. Sarei stato costretto a chiedere l’elemosina davanti a una chiesa. È questo che si vuole oggi dalla politica? È questo quello che vogliono i Cinquestelle?».

Queste sono le vergognose parole di Miccichè, Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana. Ma andare a lavorare come i normali cittadini? Tagliare i vitalizi è oggi, più che mai, un atto di giustizia sociale.


Sostieni la campagna ContinuareXCambiare. Per arrivare in Europa, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Dona ora e diventa parte del cambiamento: dona.ilblogdellestelle.it