Il Blog delle Stelle
La Formula E un simbolo del futuro di Roma

La Formula E un simbolo del futuro di Roma

Author di Luigi Di Maio
ore 16:21
Dona
  • 26

di Luigi Di Maio

Questa mattina sono stato all’Eur e ho visitato i box della Formula E che, come sapete, domani correrà proprio qui a Roma. Grazie alla sindaca Virginia Raggi, alla Giunta capitolina ed all'organizzazione della Formula E si è riusciti a portare qui un simbolo del futuro.

La Formula E infatti non è semplicemente una gara per appassionati (ed io lo sono!) ma rappresenta un nuovo modelllo di mobilità, quella elettrica, che va incentivata e promossa, soprattutto tra i giovani.

In bocca al lupo a tutti i piloti per la gara di domani e grazie ancora agli organizzatori per il giro di stamattina nel dietro le quinte di questa importantissima competizione!



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

13 Apr 2018, 16:21 | Scrivi | Commenti (26) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 26


Tags: di maio, formula e, roma

Commenti

 

;-Avendo nel nostro paese le conoscenza, le competenze, le professionalità (se mi permettete anche una certa genialità) ma non avendo più un’industria automobilistica, l’auto elettrica potrebbe essere un’ottima occasione per avviare una seria ricerca e dei sani investimenti per la produzione di mezzi a trazione elettrica. In termini di PIL e d’occupazione, questo settore, potrebbe essere un’enorme opportunità per il paese. Non avere società produttrici di mezzi meccanici tradizionali, le quali non hanno alcun interesse a un rapido sviluppo massivo di mezzi a trazione elettrica, potrebbe essere un ulteriore vantaggio. Sempre che la cosa non si riduca alle solite inutili, quanto inconsistenti, chiacchiere, tanto per dire.

Barbarossa 17.04.18 01:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ottima cosa il gran Premio FE. Adesso a Roma, come nelle altre città o comuni 5Stelle, si dovrà deliberare che fra tot anni (5 credo siano abbastanza) potranno circolare all'interno della città, tutta, potranno circolare solo mezzi ad emissione zero.

enrico cosimi 16.04.18 08:16| 
 |
Rispondi al commento

Non mi sono mai piaciute le gare di automobili.....ma questa devo dire che è diversa.
Bravi a tutti e buona corsa!
FORZA,MOVIMENTO5STELLE!!!!!

ANNA PONISIO Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 15.04.18 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Il discorso dell'auto elettrica da un punto di vista economica rientra nella possibilità di decoupling, vale a dire di un rientro energetico nel tempo. Purtroppo nel caso delle batterie bisogna distinguere fra quelle costruite con le terre rare e quelle con i normali pannelli solari.
Il caso Tesla fa esempio. Sono stati i primi ad costruire auto che vanno a grande velocità competendo quasi con quelle a benzina, ma naturalmente sono state costruite con le terre rare, altrimenti la velocità verrebbe a mancare.
Le terre rare richiedono un consumo entropico elevatissimo oltre alla fuori uscita di uranio nel processo di lavorazione (in Mongolia c'è stata una strage di lavoratori) che non ha nulla a che fare con il decoupling (che in pratica non esiste).
Quindi questa manifestazione è fasulla e non ha nulla a che fare con la tutela dell'ambiente.
Due sono gli sport che andrebbero anti ambientali eliminati: l'automobilismo e lo sci, entrambi ad altissimo consumo energetico. Non possiamo più permettercelo.
Mi dispiace proprio che il movimento 5Stelle del quale sono stato uno dei primi attivisti non si renda conto dei limiti ambientali.

Alberto Filippi 15.04.18 09:20| 
 |
Rispondi al commento

....Mentre la magistratura sembra voglia vederci chiaro, nei conti della Lega;...Salvini accelera, dichiarando, ormai come unico possibile premier, che è intollerabile, in un momento di crisi internazionale, come quello attuale, che l'Italia non abbia ancora un governo, in grado di prendere una posizione a causa del M 5 S. che, forte della maggioranza vera dei consensi degli Italiani, insite nel non volersi piegare ad accordi con la coalizione di CDX; onnipresente Berlusconi....che da celebrante delle sua persona, continua a voler influenzare la scena politica Italiana, impedendo con la sua presenza di conclamato condannato ed indesiderato dai più, la formazione di un accordo per governare.....Tutto questo, previsto e messo in atti, dalla Legge Elettorale, voluta dal P D .....!

Francesco Talucci 15.04.18 09:10| 
 |
Rispondi al commento

La fretta di dover fare un governo per il problema Siria, non è credibile. Le ragioni dell'intervento non sono credibili. Si è forse cercato di creare un effetto psicologico e un pretesto.
Parimenti ieri, abbiamo letto aggressioni e insulti contro il m5s, da parte della stampa.
Dopo il licenziamento di Del Pietro, La Verità, ha scritto pagine intere di critiche, contro Beppe Grillo.
Il Giornale ha offeso Di Battista, dopo aver osannato i meriti di B. e aver minacciato Salvini, nel caso di tradimento.
L'Huffingtonpost ci elenca e ci ricorda, nel tempo, i meriti della casta (anche di fi), accusando Di Battista di non conoscere la storia italiana e critica il contratto alla tedesca.
Salvini continua a dire che non accetta i no del m5s e si riferisce chiaramente al no a B.

Caro Luigi, è ora di dare una scrollata, devono sentire che i cittadini ci sono e sono per il no a Berlusconi.
Chiedi a noi di esprimerci, chiedi a noi se vogliamo o no Berlusconi. Fateci una consultazione! Non farti bruciare e non assumerti la colpa del no!
Non siamo in vendita e la proposta è sempre quella, programma e Di Maio, garante per la sua applicazione
Da come si sono mossi non avremo nulla di buono, quindi forza, dobbiamo usare l'arma più forte che possediamo che è quella della consultazione.

Paola 15.04.18 06:02| 
 |
Rispondi al commento

TUTTO BENE LA CORSA.
IL CIRCUITO SEMBRA UN PO' SACRIFICATO....FORSE OSTIA E LA PINETA DI CASTELFUSANO SAREBBE PIÙ APPROPRIATO.
BUON LAVORO A TUTTI.

Gianni S. 15.04.18 04:22| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo,come le candele e come i lumi a petrolio per illuminare,come i treni a carbone e come i treni a gasolio per viaggiare sono stati superati da ineluttabile tecnologia,cosi sarà per gli autoveicoli.
Produzione d'elettricità per via fotovoltaica diffusa su tutto il pianeta è il futuro,anche economico.
Saluti e cordialità dalla Romagna.

enzo bargellini, Santarcangelo di Romagna Commentatore certificato 14.04.18 22:11| 
 |
Rispondi al commento

A chi tira in ballo le batterie “elettriche” da smaltire ricordo intere stanze occupate dagli armadi “archivi dati elettronici” di circa trent’anni fa. Adesso è tutto archiviato in un “niente”...basta incentivare la ricerca...senza prendere tangenti dalle aziende che lucrano contro il progresso.

Maurizio P., Roma Commentatore certificato 14.04.18 16:29| 
 |
Rispondi al commento

I piloti hanno trovato l'asfalto del circuito uno dei migliori della stagione... Ma non aveva un asfalto che si sbriciolava Roma?

Gilles 14.04.18 15:03| 
 |
Rispondi al commento

autostrada Korea , qualche anno fa
https://www.youtube.com/watch?time_continue=1&v=LuYsYLqjUtU

Zato Nero 14.04.18 13:08| 
 |
Rispondi al commento

https://www.tomshw.it/svezia-prima-strada-ricarica-auto-elettriche-93185.

new world 14.04.18 12:35| 
 |
Rispondi al commento

CARO FABIO tu puoi essere anche ingegnere elettronico ma il buon senso ci dice che il motore a scoppio ha una fine e pure a breve. La prova? tutti i paesi avanzati stanno tentando vie alternative. Il petrolio e il gas non è illimitato e la temperatura dei mari si sta scaldando. E' vero che gli scienziati ci dicono che l'umanità si dovrebbe estinguere fra i 500 e gli 800 milioni di anni, quindi abbiamo tempo, ma con i parametri attuali. Ma questi, se non si provvede per tempo, quanto precipiteranno?

Giovanni Scarabello 14.04.18 12:30| 
 |
Rispondi al commento

sono d'accordo con Fabio, per non parlare poi dell'impatto ambientale che hanno le batterie una volta esaurite che bisogna riciclare/smaltire. Va bene la ricerca sul campo e le manifestazioni del genere, ma ce n'è di strada da fare... per me bisogna puntare di più sulla mobilità collettiva

Roberto P. TV 14.04.18 09:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO GIOVANNI, NON MI FIDO, DA INGEGNERE ELETTRONICO HO BISOGNO DI QUALCOSA DI PIÙ....TENTA ALMENO DI ARGOMENTARE...OK? SONO QUI...

fabio 13.04.18 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Con i soldi tolti ai vitalviziati si potrebbe ecoincentivare l'ac

maurizio 13.04.18 20:46| 
 |
Rispondi al commento

CARO FABIO NON CAPISCI NIENTE. FIDATI


L'auto elettrica, un giocattolino demenziale per straricchi, che richiede investimenti epici a danno delle nazioni (idiote) che ci si butteranno e che non risolverà mai e poi mai la mobilità di massa, visto che non tutti hanno una villa con garage con tetto coperto da 40.000 euro di pannelli solari per fare il giorno dopo pochi chilometri (a meno di costruire tante nuove megacentrali elettriche, magari nucleari, con scorie da gestire per i prossimi millenni!
NON SCHERZATE!! Queste manifestazioni sono anche carine e divertenti ma "vi diffido" a sperperare i soldi dei contribuenti! Invito tutti ad informarsi seriamente e tecnologicamente, e a non prendere per oro colato tutte le stronzate di questo modernismo da strapazzo


Il nano appestato deve essere trattato come un nano appestato, niente più eniente meno! Nessuna pietà.

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 13.04.18 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Luigi....la prego non molli!!!!
Continui sulla strada della coerenza e rettitudine!
Non si faccia intimidire né irretire da personacce con cui non ha niente da spartire...mantenga quel viso pulito e aperto...
La rivoterei altre 100 volte!!!!
Maica

Maica Putoli 13.04.18 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Progetto interessante, ma per incentivare la mobilita' elettrica servono colonnine di ricarica numerose e prezzi delle auto piu' bassi. Io ho cominciato con una ibrida plugin che posso ricaricarmi a casa e usare sempre in elettrico in paese, ma per le lunghe tratte mancano ancora impianti di ricarica e le auto adatte sono ancora troppo costose.

Enrico Richetti, Carmagnola (To) Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 13.04.18 16:40| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori