Il Blog delle Stelle
Il Molise usato come poltronificio. Liberiamolo dalle cricche dei Patriciello

Il Molise usato come poltronificio. Liberiamolo dalle cricche dei Patriciello

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 17:29
Dona
  • 7


di MoVimento 5 Stelle Europa

La schiera degli europarlamentari che utilizzano il proprio mandato, e il proprio stipendi con relativi fondi, in maniera "allegra" aumenta ad ogni tornata elettorale. Oggi spunta un nuovo nome sulla lista, sconosciuto al grande pubblico, se non ai molisani che si sono ritrovati con Aldo Patriciello eletto al Parlamento europeo per il quarto mandato consecutivo. È lui, assieme al presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, ad aver politicamente iniziato la campagna elettorale di Forza Italia per il Molise. Della credibilità internazionale di cui continua a parlare quest'ultimo, però, non v'è traccia a Bruxelles e Strasburgo, bensì persiste un'accozzaglia di personaggi che cercano di accreditarsi coi falchi tedeschi di cui sono alleati nel PPE. E Aldo Patriciello è uno di questi, anche se non uno qualunque: la sua famiglia è proprietaria di numerose aziende con circa 900 dipendenti, attive nella sanità, nell'edilizia e nell'editoria. Tra queste vi sono vi sono Neuromed, uno dei maggiori complessi sanitari del Molise, Cardiomed, Radiologia Medica Massa, Istituto Clinico Mediterraneo. Di ognuna di queste anche le società collegate, con il cappello della ALPA SAS e L.R. ISVIS SRL (fonte Parlamento europeo).

In Europa ha dato ampiamente prova della sua integrità in questa legislatura: ha votato a favore di pesticidi; del glifosato; degli OGM; ha votato per non rinunciare ai privilegi (pensioni privilegiate e stipendi assurdi); in favore dei fosfati per la conservazione della carne congelata utilizzata per i kebab; per non dichiarare le sue spese da europarlamentare; a favore del CETA; a favore di ogni testo economico che imponeva maggiore austerità; contro la riduzione delle spese delle istituzioni europee; contro il blocco ai finanziamenti dei partiti politici e delle fondazioni europee; in favore dell'invasione dell'olio tunisino; in favore dell'insabbiamento dello scandalo Dieselgate (con i famosi limiti di tolleranza innalzati dal Parlamento europeo); contro norme che inquadrassero e condannassero i paradisi fiscali e molto altro.

Un curriculum di tutto rispetto, possiamo dire. Lui è il dominus della politica molisana, quello che per Forza Italia sposta gli equilibri da decenni. È già stato vicepresidente della giunta regionale, anche assessore all'agricoltura. In generale è uno degli uomini del Sud della formazione berlusconiana, dopo che Raffaele Fitto se n'è andato e, soprattutto, dopo che il collega e amico fedele Nicola Cosentino è stato arrestato. Ricapitolando: televisioni private, squadre di calcio e aziende attive nei settori di sanità e costruzioni, europarlamentare assenteista che conosce i trucchi del mestiere e due belle condanne passate in giudicato. È praticamente un Berlusconi in miniatura che, come l'originale, nonostante venga più volte coinvolto in pesanti procedimenti giudiziari (tra cui Piedi D'Argilla, sfiorato dal reato di 416 bis), riesce sempre a uscirne più o meno pulito. Negli anni, con la casuale e repentina crescita delle sue aziende, Neuromed su tutte, gli viene garantito il bacino di voti necessario, principalmente dalla Campania e dalla Basilicata.

A proposito di credibilità internazionale: Patriciello è famoso in Europa per i più assurdi emendamenti presentanti nei vari report. Ha una passione particolare nel tentare di cambiare in commissione ITRE le "e" con i "ma", oppure i "se" con i "forse": liste di modifiche che manda, come da prassi, a tutti gli oltre 700 europarlamentari europei. La strategia è abbastanza semplice, tentare di scalare l'assurda classifica del cosiddetto "MEP Ranking" che vorrebbe inquadrare i parlamentari più attivi e che tanti problemi gli ha dato in passato. Peccato che, come capita spesso per molti, Patriciello in commissione ITRE (quella per l'industria, la ricerca e l'energia a cui appartiene anche il nostro portavoce Dario Tamburrano) a battagliare sui report e sulle proposte, c'è stato poco o nulla. E se è questa la credibilità di cui parla dall'alto della sua neutralità istituzionale il presidente del PE, si preannunciano giorni complicati per il Molise.

Questa Regione è stata utilizzata negli anni come un bancomat e un poltronificio dalla vecchia politica. È arrivato il momento di dire basta: per il Molise #UnFuturoEsiste. Liberiamolo dalle varie cricche che lo hanno guidato e pervaso fino ad oggi, quelle dei Patriciello e non solo. Stiamo esprimendo in questi giorni i nostri punti del programma, con chiarezza affinché tutti possano conoscerli e scegliere con consapevolezza.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

11 Apr 2018, 17:29 | Scrivi | Commenti (7) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 7


Tags: berlusconi, molise, patricello, poltrone

Commenti

 

Nessun cedimento verso chi applica la logica di cattura e di possesso dei soci.

Giuseppe Maritati 15.04.18 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Meglio un berlusconiano o un nipote di camorrista?? Questo è il dilemma,...

Nicola Bever 12.04.18 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi, in quegli occhi tirati, par di vedere chi vive in terre lontane, laddove gli uomini muovono in seni di sabbia con degli animali che di gobbe ne portano due. Torvo, di costui, è lo sguardo, dicono che il male in seno si culli, a volte in banchetto goduto, altre con donnine giacendo. Nel danaro si adagia, per questo fra altri, si è fatto maggiore, così si aggira tra la gente ingannando. Ma i segni del tempo gli tracciano il volto, seppure a sapienti ha dato mandato affinché gli anni, in lui, trovassero sosta. Camici bianchi al suo capezzale han fatto convegno, taluni col bisturi, altri con strane pozioni, affinché mai giunga il momento in cui anch’egli, stretta, avrà una dimora, laddove il vento, nei cumuli immoti, canterà, triste una nenia. Ma ancora egli vuole il popolo al giogo, come altre volte, portando sciagura alle genti che nacquero in una terra dove ai bimbi i lupi danno poppata!

Kimas 12.04.18 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Una preghiera, evitate queste immagini. Ci sono anche i bambini e potrebbero avere l'incubi.

Barbarossa 11.04.18 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera,
Tutti i soggetti come patriciello saranno
Sconfitti e messi da parte soltanto facendo
Conoscere, puntualmente, le loro azioni.
Tutti i personaggi che vogliono fare azioni furbe o fraudolente gradiscono lavorare
Al buio, accendendo i riflettori su dette azioni scombussola un modo di fare, consolidato e con coperture forti.
Sarebbe bello ed utile, per i cittadini, avere a disposizione un magistrato per formulare in modo corretto le moltissime denuncie che restano nei cassetti, ecco perché una riforma della giustizia e indispensabile ed urgente quanto l'eliminazione del rosatellum.
Per quanto detto va fatto un Governo subito con tutti gli eletti onesti e mandare a casa chi pensa di usare il Parlamento come una succursale Inps per pagare il TFR ai suoi dipendenti che nulla hanno che fare con la politica.
Cordiali saluti
Francesco

Francesco Costantini 11.04.18 22:04| 
 |
Rispondi al commento

Governo 5 stelle puro senza corrotti!

Luca livorno 11.04.18 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Speriamo che non succeda ancora come in Sicilia... perché a questo punto se le persone che abitano in una determinata regione si scelgono certi politici, poi sara' difficile pretendere un cambiamento epocale. Mi auguro che il Molise, regione stupenda e per alcuni versi non valorizzata, diventi la prima regione a guida 5Stelle. Potremo cosi' dimostrare anche a livello regionale la differenza tra vecchia gestione clientelare e le soluzioni innovative del MoVimento, ecologia economia solidarieta' in primis.

Indipendent 11.04.18 19:07| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori