Il Blog delle Stelle
Grazie Adriano

Grazie Adriano

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 20:19
Dona
  • 15

di Davide Casaleggio

É incredibile pensare a come alcune persone lascino il segno per così tanti anni dopo la propria morte. Oggi dopo 117 anni dalla nascita di Adriano Olivetti parliamo ancora di come progettare un'industria e un modello si sviluppo con i suoi ideali. Forse anche per questo ho chiesto ai partecipanti di SUM#02 di scrivere il futuro con le vecchie macchine da scrivere Olivetti. I giganti dell'economia italiana sono ancora lì a indicarci la via. Grazie Adriano



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

11 Apr 2018, 20:19 | Scrivi | Commenti (15) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 15


Tags: adriano olivetti, davide casaleggio, gianroberto, ivrea, sum

Commenti

 


Aiuto ai poveri

Siamo un'agenzia di micro finanze ed assegniamo prestiti ai privati aventi
fonti di reddito sicure a tassi d'interesse ragionevoli del 3% con una
durata da 5 a 20 anni e che rispettano le norme in materia d'usura. Se le
vostre necessità di denaro riguardano uno dei suoi settori non esitare a
noi inviate una domanda: * Finanziare * prestiti immobiliari * prestiti
all'investimento * prestito automobile * debito di consolidamento * margine
di credito * seconde ipoteche * riacquisto di credito * prestiti personali
e le banche rifiutano di concedervi il credito le contattate per
soddisfazione totale. aiutomondiale@gmail.com


cordialmente

Valentina Sillato 13.04.18 21:03| 
 |
Rispondi al commento

Mentre gli stati USA e G. B, investivano cifre notevoli per lo sviluppo dell’informatica, Adriano Olivetti, un uomo illuminato, di enorme spessore è stato costretto a cercare finanziamenti all’estero, in Svizzera, perché in Itale le banche, non gli davano credito. E’ proprio nel viaggio notturno, sul treno Milano Losanna, salito a Arona, nei pressi di Aigle, in Svizzera fu colpito , a mio avviso nel vero senso della parola, da emorragia celebrale, morendo a soli 59 anni. Nessuna autopsia fu fatta. L’anno successivo, il 9/11/1961, l’ing. Mario Tchou, genio dell’informatica, principale responsabile del progetto con Adriano Olivetti, moriva, col suo autista, in uno strano incidente stradale a soli 37 anni. L’intera vicenda è sempre stata avvolta nel mistero. Sta di fatto che l’Italia perse la possibilità di primeggiare nel mondo a a livello informatico. Comne è stana la vita!!!!!!

Barbarossa 12.04.18 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Adriano anche per l'educazione di personalità come Gianroberto !

francesco m., livorno Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 12.04.18 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Adriano Olivetti appartiene alla storia industriale di questo paese, come Ferrari, come Lamborghini, come il conte Agusta, uomini che avevano una visione di sviluppo della nazione e di benessere. Uomini che conservavano sani principi e sane idee di come doveva essere lo sviluppo industriale e il business. Oggi questi valori sono persi, oggi abbiamo i manager della grande industria sia pubblica che privata, se pubblica sono praticamente inutili perche si limitano a condividere perdite e esuberi con altre diramazioni statali, praticamente il gioco delle tre carte. Se sono privati, per ridurre perdite e quadrare i bilanci si limitano a dimezzare il personale mettendolo a carico della collettività. Questo per voi significa fare industria ? questo vuol dire avere coraggio ? E' questo il lignaggio dell'industriale ?? Già, è questo e riprendere certi valori sopra citati, dovremo distruggere questa classe di manager e quella che si stà creando, gente senza palle che teme la sua ombra. personaggi infimi che anziche tentare di salvare tanti lavoratori da una industria in crisi tentando di sviluppare le vendite, di ampliare il parco clienti, aprire a nuovi mercati, incrementando e ottimizzando la produzione interna all'azienda e di converso mantenendo l'occupazione. No, no di certo, troppo difficile, troppo rischioso, troppo complicato e laborioso. Molto più semplice ridurre del 30% il personale e tentare di mantenere lo stesso volume di produzione con la paura e il terrore che domani ci saranno altri licenziamenti. Ora è chiaro, ci sono industriali e manager, e industriali e manager. Ora sappiamo anche quelli che non servono alla nazione. Ma certamente sappiamo anche come devono operare quelli che servono al paese, tutto il resto è aria fritta, lucro personale, disonestà, avidità, che ha distrutto il nostro apparato produttivo. Da Olivetti a oggi, abbiamo solo peggiorato e questi sono alcuni dei motivi.

Fausti12 12.04.18 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Non vogliamo nessuna base in Italia per la nuova guerra “intelligente” di Trump e Macron.
Vorrei sentire una posizione chiara, in merito all'argomento, da parte del MoVimento!

Teresa Barbieri 12.04.18 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Grande era Olivetti, orgoglio dell'industria italiana. Era tanto grande che si contendeva il primato all'IBM americana.
L'Olivetti è stata distrutta e smantellata da colui che ha contribuito a portare l'Italia, così com'è ora, De Benedetti.
Credo che Gianroberto abbia tentato tante volte di informare su ciò che questo signore (De Benedetti) è stato in grado di farci.

Paola 12.04.18 09:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

#M5S Grazie Adriano QUANDO L'UTOPIA SI FA STORIA Olivettihttps://www.facebook.com/photo.php?fbid=10211845476154318&set=a.4583010135279.1073741825.1292735344&type=3
https://youtu.be/aT7xXMRcZUc

Giampaolo Segatel 12.04.18 06:47| 
 |
Rispondi al commento

Davide buongiorno,
Cento anni fa la situazione italiana era diversa è il bisogno aiutava l'innovazione,
Oggi con la legge Fornero che obbliga a fare da badante sino a 70anni ai dipendenti
Che sono felicissimi a far partire la famosa
Industria 4.0,faccio due esempi:
Per avere un pin dall'Inps ci vogliono otto mesi e quando arriva è scaduto, per avere un rimborso Firr (fondo indennità) ci sono tre opzioni per ricevere il pin_scegli la posta elettronica e lo spedisco con la posta e dopo 40 giorni ti rispondono ci vuole pazienza.
Per quanto sopra invito Salvini e Fitto mandate in pensione Berlusconi ad avere il coraggio di prendere iniziative autonome,
Liberate l'Italia da questo immobilismo.
Cordiali saluti
Francesco

Francesco Costantini 12.04.18 06:45| 
 |
Rispondi al commento

Oh ragazzi, mi sa che criticate il testo ma avete preso una cantonata.
Dalla nascita sono 117 anni.
È dalla morte che sono 58

Adriano Olivetti
(Ivrea, 11 aprile 1901 – Aigle, 27 febbraio 1960)

Gian piero 12.04.18 00:52| 
 |
Rispondi al commento

Per favore non mi toccate Adriano Olivetti!
Davide correggi subito il numero di anni in 57, prima che qualche coglione come al solito rompa le scatole.

Enrico G. Solia 12.04.18 00:09| 
 |
Rispondi al commento

Punti di riferimento come lui permetterebbero di vivere in un mondo sicuramente migliore e piu' giusto! Complimenti anche a chi ce lo ricorda!

Diego M 11.04.18 21:32| 
 |
Rispondi al commento

E non bisogna mai smettere di ricordarlo. Persone d'equilibrio che leniscono tensioni sociali.

Roberto Maccione Commentatore certificato 11.04.18 21:22| 
 |
Rispondi al commento

a 117 dalla NASCITA di Adriano .....

Agostino Bozano 11.04.18 20:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori