Il Blog delle Stelle
Diritto d'autore: diamo agli artisti la libertà di scegliere

Diritto d'autore: diamo agli artisti la libertà di scegliere

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 10:35
Dona
  • 5

di Sergio Battelli, M5S Camera

L’obiettivo del lavoro parlamentare è lavorare per i cittadini italiani, impegnandosi a fondo ad ogni livello per portare avanti quelle battaglie che giudichiamo sacrosante. Per questo ho deciso di presentare subito, ancor prima dell’inizio dei lavori di questa legislatura, la proposta di legge - debitamente rivista - per migliorare e liberalizzare il settore dei diritti d’autore. Un tema che ha bisogno di nuova linfa e nuovi spunti.

Il Movimento 5 stelle, fin dal suo ingresso in Parlamento, ha portato avanti la battaglia per porre fine al Monopolio SIAE, istituito con una legge risalente al 1941. Un'era fa. Una normativa che ha evidentemente bisogno di profondi cambiamenti, di essere al passo coi tempi.

Con questa proposta di legge ci proponiamo di concedere, finalmente, agli artisti la libertà di scegliere a chi e a quali condizioni concedere la tutela dei propri diritti. Ciò comporta la possibilità di promuovere veramente le proprie opere, con indubbio beneficio degli artisti emergenti e della diffusione di opere d’arte e di cultura innovative.
In questo modo nasceranno start-up interessate ad alimentare un mercato ricco e bisognoso di innovazione. La SIAE, invece, va trasformata in organo pubblico e di controllo, predisposto a vigilare, come necessario, sulla corretta applicazione delle norme e delle disposizioni relative al diritto d’autore.

Questa nuova legislatura non ha affatto cambiato le nostre convinzioni. Come abbiamo già avuto modo di constatare, le finte modifiche della scorsa legislatura non hanno scalfito minimamente il mopolio detenuto dalla SIAE. E questo non è più accettabile. Oggi per beneficiare della concorrenza un autore dovrebbe (e potrebbe) rivolgersi ad un operatore estero, ma non è possibile creare una collecting nel nostro paese. Un paradosso che pone in nostro Paese in una posizione di inferiorità.

E’ urgente ridare linfa al settore, sotto tutti i punti di vista. Nuovi soggetti devono essere messi in condizione di operare liberamente sul mercato italiano, gli artisti devono essere liberi di scegliere a chi affidare le proprie opere, gli operatori devono essere liberi di scegliere a chi affidarsi.

La nostra proposta è ambiziosa, scritta per cambiare davvero, non per mettere una toppa, per questa ragione la dobbiamo sostenere con tutte le nostre forze.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

10 Apr 2018, 10:35 | Scrivi | Commenti (5) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 5


Tags: artisti, diritti d'autore, Sergio Battelli, SIAE

Commenti

 

Bisogna distinguere tra cantautori e autori puri quest'ultimi vivono col diritto d'autore ricavati dalle loro opere di ingegno.Il problema principale qual'é comefa un autore per esempio di Milano a riscuotere i diritti se la propria opera viene rappresentata o eseguita a Catania e qui che la SIAE interviene con la propia caratteristica peculiare cioè quella di avere uffici in tutta Italia una volta più capillarmente per la verità questi uffici provvedono a rilasciare permessi di esecuzione con relativo pagamento che poi viene girato semestralmente agli autori anche quelli minori ,altra cosa che negli anni la SIAE è stata depotenziata perché chiunque fa pagare da fastidio a cominciare dai partiti politici e a seguire il solito Berlusconi che non voleva riconoscere i diritti per gli spettacoli delle sue televisioni quindi una struttura capillare non facile da ricostituire e che comunque non è più la stessa da quando è stata contaminata dalla politica con dirigenti che poco capivano del nobile compito della Società non a caso uno dei fondatori fu Giuseppe Verdi.

ALBERTO G., Teolo Commentatore certificato 10.04.18 22:44| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente d'accordo.

La SIAE è un freno alla creatività italica.
Per di più l'Arte non è mai stata presa realmente in considerazione oltre determinati ambienti, reputata solo un argomento di nicchia anche per un certo tipo di business a cui è vincolata.
Eppure l'Italia ha prodotto sempre bellezza per tutto il mondo, e la creatività, in ogni sua forma, gli italiani ce l'hanno nei geni.

L'Arte, in quanto cultura, dovrebbe essere una risorsa fondamentale per il nostro Paese e merita più attenzioni da parte delle Istituzioni.

Antonio Maria Vinci Commentatore certificato 10.04.18 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Sono pienamente in accordo con tale iniziativa, svolgendo la professione di
scultore (figurativo) nel 2005, quando mi sono trasferito a Roma dopo 10
anni a Carrara, mi sono iscritto all'albo degli artisti Europei sezione
arti figurative gestito all'epoca dalla UIL, ed era una vera farsa, iniziai
a contattare colleghi e persone inerenti tale settore, per cercare di
creare qualcosa che realmente tutelasse coloro che sono impegnati in tale
settore per cercare di realizzare l'albo Italiano degli scultori ed artisti
delle arti figurative,e tutelare gli artisti come qualsiasi altro albo
professionale (contributi pensionistici, tutela delle immagini, copy right,
divisione dei settori come disegnatori, fumettisti, coloristi, ecc) ma da
solo non ci sono riuscito, auguro a voi di riuscire ad ammodernare tale
settore, sono a vostra disposizione (completamente a gratis non mi
interessano compensi, ma la tutela delle persone che dedicano la vita
all'arte). Un fraterno saluto da Giancarlo Frulio soprannominato dalle
persone come "lo scultore di Dio". P.S.Grazie per la vostra attenzione e
viva l'Italia e gli Italiani

Giancarlo Frulio 10.04.18 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Proposta di legge di Sergio Battelli sul Diritto d'autore: concordo anche come compositore di musica contemporanea.
Cordiali saluti.
Google: matteo segafreddo

Matteo Segafreddo 10.04.18 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori