Il Blog delle Stelle
Una mappa interattiva mostra i cambiamenti climatici in tutto il mondo

Una mappa interattiva mostra i cambiamenti climatici in tutto il mondo

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 20

dal Blog di Beppe Grillo

Che cosa ha in comune Salt Lake City con Teheran? Più di quanto possiate immaginare.

Il Professore di geografia Tomasz Stepinski ha creato ClimateEx, una nuova mappa interattiva (http://sil.uc.edu/webapps/climateex/) che permette agli studenti o ai ricercatori di confrontare i climi dei luoghi in tutto il mondo. La mappa attinge a cinque decenni di dati meteorologici pubblici registrati da 50.000 stazioni meteorologiche internazionali attorno alla Terra.

I dati sono mappati in una griglia di 4 chilometri quadrati e offrono ai ricercatori una visione di ciò che sta accadendo con le temperature e le precipitazioni da un polo all’altro.

“La mappa dimostra i cambiamenti climatici nel tempo, ma anche la diversità climatica: il concetto è potente e può ispirare molte ricerche”, ha affermato Stepinski.

Stepinski ha trascorso la sua carriera studiando modelli spaziali, sociali e temporali nel suo Space Informatics Lab nel McMicken College of Arts and Sciences. Il suo ultimo progetto cartografico nel 2017 ha esaminato la diversità razziale di ogni quartiere in America. La rivista digitale Quartz ha definito la mappa “follemente dettagliata”.

Stepinski, originario della Polonia, è da tempo interessato al clima e ad altri fenomeni naturali studiati con le statistiche.

“Ho vissuto a Houston, Tucson e Cincinnati, ma in termini climatici non potevano essere più distanti”, ha detto.

Per questo progetto, Stepinski ha collaborato con il ricercatore polacco Pawel Netzel, che ha lavorato nel laboratorio di Stepinski alla UC. Usando i record mensili del database pubblico WorldClim, hanno sviluppato un modo visivo per i ricercatori di studiare i modelli e la variabilità del clima nel tempo, da qualsiasi località nel mondo.

La mappa, denominata ClimateEx, consente inoltre ai ricercatori di studiare quali aree del globo hanno visto i cambiamenti più drammatici nel tempo. Naturalmente le zone dell’artico, a causa del riscaldamento globale, ma con sorpresa anche i tropici attorno all’equatore, che hanno visto importanti cambiamenti. Stepinski ha detto che questo non è dovuto a variazioni di temperatura ma a precipitazioni mensili.

“Quando le persone pensano al cambiamento climatico, pensano alla temperatura: il riscaldamento globale”, ha detto. “Ma il clima ha molte componenti, comprese le precipitazioni: le persone spesso considerano la temperatura e le precipitazioni separatamente, ma il nostro modello matematico include entrambi”.

Netzel ha detto che la mappa è particolarmente utile per confrontare e contrastare luoghi non collegati o geograficamente distanti dal momento che il tempo di mese in mese può variare ampiamente a seconda delle stagioni.

ClimateEx è principalmente uno strumento educativo”, ha detto Netzel. “Usando ClimateEx, è facile ottenere risposte per capire, ad esempio, in quale parte del mondo abbiamo un clima simile a quello di Houston oppure dove si può trovare un posto con un clima piacevole come quello della Florida.”

La mappa potrebbe anche aiutare a prevedere quali aree avranno climi più favorevoli e fenomeni meteorologici estremi, come i tornado in luoghi in cui storicamente ce ne sono stati pochi.

“ClimateEx consente una facile ricerca di luoghi in cui il cambiamento climatico può portare al verificarsi di tali fenomeni estremi in futuro. L’utente indica semplicemente la posizione in cui i tornado sono attualmente frequenti e ClimateEx trova tutte le posizioni in cui in 50 anni il clima sarà favorevole ai tornado”.

“Il clima sta cambiando sempre”, ha detto Stepinski. “Ma di solito cambia in un periodo geologico, non sorprende che il clima di oggi sia diverso dal clima di mezzo milione di anni fa, ma ora stiamo vivendo dei cambiamenti su una scala di 100 anni, è una cosa completamente diversa“.

Un clima più caldo significa che c’è più energia nell’atmosfera. Ciò sta portando all’aumento della frequenza e della gravità delle tempeste e delle siccità più lunghe. Il pianeta si sta riscaldando a causa dell’attività umana, in primo luogo la combustione di combustibili fossili.

“Se guardi al cambiamento climatico su una scala di un milione di anni, non ti preoccuperesti troppo”, ha detto Stepinski. “Ma se vedete cambiamenti radicali nell’ordine di qualche decennio, è un grosso problema, personalmente non sono contento che ci siano persone che sembrano ignorare ciò.”

Netzel ha detto che la mappa non è progettata specificamente per la pianificazione di emergenza. Ma dopo aver visto cosa potrebbe riservare il futuro, la mappa tornerà utile quasi sicuramente.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

26 Mar 2018, 10:06 | Scrivi | Commenti (20) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 20


Tags: beppe grillo, climateex, inquinamento, m5s, Tomasz Stepinski

Commenti

 

so con certezza assoluta che l'attività umana è praticamente ininfluente riguardo al presunto riscaldamento globale, è un'invenzione fatta da chi ha interesse a far credere il contrario per mille motivi ben poco nobili. Veramente non capisco come i 5 stelle, che appoggio pienamente e delle cui proposte sono un sostenitore possano in tutta onestà ritenere possibile fare una battaglia per contenere un presunto cambiamento climatico. D'accordo di ridurre l'inquinamento dato da combustibili fossili nelle città, certo questo è ovvio, ma il clima non c'entra nulla, c'è un sole da qualche anno che svolge la sua funzione e determina il clima. Se qualcuno mi spiega questo lato per me oscuro del movimento lo ringrazio da ora.

lui 29.03.18 13:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://retenews24.it/clima-impazzito-no-e-guerra-climatica-parla-il-generale-nato-ecco-costa-accadendo-davvero-e-cosa-accadra-entro-il-2025/

Mario 27.03.18 00:56| 
 |
Rispondi al commento

Il numero dei commenti a questo articolo: solo 15 di cui uno "fuori tema", la dice lunga sul ruolo e l'importanza che le tematiche ambientali rivestono per l'opinione pubblica, purtroppo anche nel programma del M5S l'ambiente ha un ruolo marginale. Più volte ho cercato di capire quali siano le reali intenzioni di Di Maio premier in tema di difesa dell'ambiente, ma mi pare di capire che non si tratta di una priorità del suo programma di governo. Per quanto importanti possano essere tutti gli altri punti del programma: reddito di cittadinanza, abolizione dei vitalizi ecc... in termini di importanza non sono niente se confrontati con l'emergenza ambientale. Purtroppo la scelta di Di Maio premier ha segnato anche un involuzione "borghese" nelle battaglie del movimento.

giuseppe paris 27.03.18 00:14| 
 |
Rispondi al commento

la posizione dell'inghilterra ne confronti della russia è moralmente ed eticamente indifendibile... alla russia farà pochissimi danni ma confonde ogni essere umano occidentale dotato di un intelletto superiore ad un ragazzino di 14 anni sopratutto quando si fanno campagne perbeniste e poi si vuole difendere l'onorabilità inesistente di uno dei peggiori criminali traditore della sua patria e che ha fatto morire decine di suoi connazionali per puro interesse economico....

è proprio verso che dai tempi di cristo non è cambiato niente si mette a morte cristo per salvare il ladrone.

Questa vicenda come quella di sarko in libia che ha creato migliaia di morti e ancora prima quella che ha creato migliaia di morti in iraq basata anch'essa sulla menzogna inglese ... per non parlare del santo colorato obanana che non ci sono mai state così tante guerre da dopo il vietnam come quando c'è stato lui.... per ora questo è cattivo ma di guerre non ne ha fatte...

meditate gente meditate da chi siamo comandati... ci porteranno alla apocalisse.

apocalittico 26.03.18 23:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In sostanza si parla di ambiente ed ecologia. Per quanto mi sforzi di capire, pur ascoltando programmi scientifici, documentari e leggendo cose tipo questo post, non riesco mica a capire quali siano le soluzioni. Aerei, navi, industrie, automobili, riscaldamenti domestici ecc. Come si fa a fermarli?
Ottime le iniziative per non inquinare fiumi e territori. Galera per chi lo fa. Ma serve solo per le località interessate e credo che percentualmente sia una parte irrisoria del problema. Le grossi disastri tipo Golfo Messico e petroliere naufragate, depositi incendiati pur devastanti sono danni comunque locali anche se estesi e tossici.
Si dovrebbe rinunciare a qualcosa. Ma a cosa? Non certo al pc e allo smartphone. Inquinano, lo sapete? Vanno a energia elettrica che si deve pur produrre.
No ai gasdotti e ai rigassificatori? Via il petrolio? Con le rinnovabili non si trasportano merci, forse si illuminano case e strade e si alimenta qualche attività di minima. Forse tra 100 anni ma ne dubito. E nel frattempo?

GIORGIO S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 26.03.18 19:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tra le componenti del clima c'è anche la natalità. Se l'aumento della popolazione mondiale non è commisurato alla sostenibilità del pianeta terrra tutti gli sforzi sugli altri parametri saranno vanificati. Perché i cambiamenti climatici sono dovuti principalmente alla presenza degli essseri umani sulla Terra.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 26.03.18 15:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie Beppe.

Noi l'amiamo questo nostro Pianeta blu, e ce la metteremo tutta per proteggere il suo dolce e delicatissimo equilibrio, come abbiamo sempre detto e fatto: Forza MoVimento!

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 26.03.18 14:49| 
 |
Rispondi al commento

SCOPRITE COSA SONO LE SCIE CHIMICHE é CAPIRETE TANTI Perché

francesca marcellino 26.03.18 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Scrivevo in risposta a Mauri S., Bologna
Ma per errore la risposta è finita nel thread principale...

Leandro De Persiis 26.03.18 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Interessante che parli di maggiore bufala dai tempi di Galileo. Nel senso che per lei erano bufale anche le osservazioni di Galileo? Non mi sorprenderebbe, visto il tono suo e del suo link.
Se vuole discuterne seriamente invece le consiglio di dare un'occhiata a questo:
https://ugobardi.blogspot.it/2013/11/discutere-di-cambiamento-climatico-in.html?m=1

L'impressione generale è invece che si dia fin troppo spazio a quel 3% (tre per cento!) degli studi che contestano l'origine antropica del cambiamento climatico (e che nella maggior parte dei casi sono finanziati in maniera più o meno evidente da chi avrebbe un danno economico dall'applicazione delle misure richieste per contrastare il cambiamento climatico).
A chi è meno attento potrebbe sembrare che sia ancora una questione da chiarire (che è proprio il risultato che vogliono ottenere), quando invece questi studi sono pochi, marginali e con argomentazioni chiaramente pretestuose.

Leandro D., Aprilia Commentatore certificato 26.03.18 14:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo il nostro pianeta è destinato alla fine, come tutte le cose. Noi gli stiamo dando una mano. E non ci è concesso sapere, quando la fine avverrà.

Stefano Gaetani 26.03.18 13:27| 
 |
Rispondi al commento


Il riscaldamento globale / cambiamento climatico è la PIU' GRANDE truffa pseudo scientifica dai tempi di Galileo, esiste una vasta comunità scientifica che non la vede così:

Alarmism Takes A Big Hit: Flood Of New Scientific Findings Show Nothing Unusual Happening Climatically (25 Marzo 2018)

http://notrickszone.com/2018/03/25/alarmism-takes-a-big-hit-flood-of-new-scientific-findings-show-nothing-unusual-happening-climatically/#sthash.7ee1RnAH.dpbs

Mauri S., Bologna Commentatore certificato 26.03.18 12:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ormai con i cambiamenti climatici,l'inquinamento delle 60.000 super navi che distruggono il mare e nessuno le vede,l'assurdo di costruire dove dovremmo seminare, la distruzione dei polmoni della terra, il deserto che avanza,la corsa alle armi che riprende la sua corsa, parlano del futuro prossimo nostro e dei nostri figli, non arriveremo ai nipoti, perché la fame scatena guerre d'egoismo. Vedete a cosa siamo chiamati?.

bruno fiocca 26.03.18 11:49| 
 |
Rispondi al commento

interessantissimo!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 26.03.18 10:48| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori