Il Blog delle Stelle
Privilegiare il merito per lo sviluppo delle nostre imprese

Privilegiare il merito per lo sviluppo delle nostre imprese

Author di Luigi Di Maio
Dona
  • 109

di Luigi Di Maio (dall'intervento all'incontro con gli imprenditori di Confcommercio riuniti a Milano)

Oggi sono stato a Milano per un incontro con Confcommercio. Davanti a persone che con le loro attività stanno portando avanti l’economia del Paese ho detto che adesso è il momento dei fatti ed è il momento di mettersi al lavoro, per garantire all’Italia stabilità economica e politica.

Per questo vogliamo mettere al centro del confronto le soluzioni per risolvere i problemi degli italiani: di ministeri si parla con il Capo dello Stato, ma con le forze politiche in Parlamento parliamo di temi. E anche per le nomine dei vertici delle società partecipate proporremo lo stesso approccio: privilegiamo il merito, perché qui in gioco c’è lo sviluppo dell’Italia.

Allora partiamo da temi concreti: il MoVimento 5 Stelle, nel suo Def programmatico, ha come priorità il blocco degli aumenti Iva previsti a partire dal 2019 e legati alle famigerate clausole di salvaguardia che i precedenti governi ci hanno lasciato. Non possiamo permetterci un rinvio tecnico. La ripresa dei consumi e la fiducia dei cittadini sono ancora deboli: non possiamo permetterci di soffocarle, bisogna anzi dare ulteriore respiro ai bilanci delle famiglie italiane.

Ma il MoVimento ha da tempo un approccio integrato ai problemi del settore. Abbiamo difeso e siamo convinti che vadano tutelati i piccoli esercizi e i negozi di prossimità, creando regole equilibrate per una competizione sana con la grande distribuzione. Non a caso, in Parlamento, su nostra iniziativa, si sta discutendo di un fondo a sostegno delle Pmi del comparto.

La stessa tutela va data alle strutture ricettive di tipo tradizionale rispetto alle nuove forme di accoglienza turistica legate alle piattaforme informatiche. 
È poi necessario colmare il vuoto lasciato dall'abolizione dei voucher, che erano stati trasformati in una forma di abuso a danno dei lavoratori. Serve uno strumento che dia flessibilità al datore e nello stesso tempo diritti al dipendente. 

Ma uno dei temi che abbiamo più a cuore è quello della semplificazione burocratica e fiscale, ecco perché abbiamo previsto la creazione della local tax, alla quale ricondurre tutti i tributi locali. Pagare semplice, infatti, è già come pagare meno. 
Però il M5S vuole anche far pagare meno davvero. Ecco perché abbiamo previsto un dimezzamento dell'Irap per tutte le imprese, che vale circa 12 miliardi, e l'introduzione di un incentivo strutturale all'occupazione giovanile.

Tutto questo si può fare tagliando la spesa improduttiva laddove gli altri governi tagliavano i commissari alla spending review. E rilanciando quegli investimenti pubblici ad alto moltiplicatore che possono trainare tutte le componenti della domanda, consumi inclusi, grazie a un vero rilancio dell'occupazione. Agli imprenditori e ai commercianti che ho appena incontrato ho detto e ripeto: lavoriamo insieme e facciamo il meglio per l'Italia.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

14 Mar 2018, 16:07 | Scrivi | Commenti (109) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 109


Tags: Confcommercio, luigi di maio, m5s, milano, pmi

Commenti

 

LUIGI, SIAMO TUTTI CON TE.SEI IL NOSTRO LEADER E IL NOSTRO PREMIER. SARÀ UN OTTIMO GOVERNO,MAI CON LA LEGA LEPENISTA E XENOFOBA! FORZA LUIGI! CE LA FAREMO. W IL MOVIMENTO!

Mario Ambrogi 21.03.18 01:13| 
 |
Rispondi al commento

☆☆☆☆☆

undefined 18.03.18 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Se si mette al centro, come dovrebbe essere, il valore del lavoro, a tutti i livelli, qualsiasi esso sia, ne dovrebbe conseguire che le capacità, la competenza e la correttezza, dovrebbero essere l’insieme delle specifiche che ne determinano il merito. Il problema, da sempre, è stabilire quali debbano essere i parametri di giudizio, ma più che altro, chi e in base a quali criteri dovrà stabilire e giudicare chi è più o meno meritevole. Questo presuppone una civiltà etica/sociale lontanissima dalla realtà. Per essere pragmatici e sbagliare il meno possibile, potremmo cominciare a definire quali debbano essere i paletti atti a sbarrare il conflitto d’interesse a tutti i livelli. Che nessuno politico, a qualsiasi livello, possa esercitare la sua professione durante il mandato. Che nessun magistrato possa fare consulenze o entrare in politica se non dopo aver dato le dimissioni ed essere stato almeno cinque anni fuori dalla magistratura per poi non potervi più rientrare. Che nessun figlio di politico o professore universitario o altro incaricato di alto rango, possa svolgere la sua professione in contiguità col genitore ma solo in altre regioni. Che nessun imprenditore possa continuare a imprendere durante un mandato politico oltre a non poter mai avere incarichi politici vicini al settore/i di cui si occupava da imprenditore, nemmeno marginalmente. E cosi via, tanto per mettere le cose in chiaro. Poi, una volta fatta pulizia, da questi marci costumi, il merito diventerà sempre più necessario fino a dover diventare la regola. Il percorso sarà lungo e doloroso, specialmente per coloro che si sono convinti che il diritto dinastico sia l’unica cosa che fa girare il mondo. Non bisogna mai dimenticare che una società civile si fonda su regole chiare, semplici, condivise e non interpretaabili.

Eticomorale 16.03.18 02:16| 
 |
Rispondi al commento

Ecco le "Società partecipate"!
Un tema importante, che mi sta particolarmente a cuore; anche perché ci lavoro.
Non potete capire come ci hanno ridotto.
Una lottizzazione selvaggia in cui gli ultimi sono diventati i primi, senza poter capire da dove sono venuti e quali meriti hanno.
I vecchi quadri intermedi messi da parte e rilegati a compiti umilianti. E come se questo non bastasse, la ulteriore umiliazione di sentire l'azienda sventolare gli slogan della meritocrazia.
Mi sembra di vivere nella "Animal Farm" di George Orwell .
Per favore fate presto prima che sia troppo tardi.

Fiorenzo Necci 15.03.18 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo Luigi, ricordati però che lo sviluppo passa per la rete e i servizi di telecomunicazioni, e questo comparto va tutelato e con esso la forza lavoro, cortesemente una particolare attenzione a quello che sta succedendo in TIM dove migliaia di dipendenti (tra cui me) stanno subendo da anni continue angherie da parte dei vari proprietari, non ultima il ricatto della possibile cassa integrazione se i sindacati non firmeranno la solidarietà espansiva. Per ricordare in questi ultimi anni abbiamo avuto aumento delle ore di lavoro con la riduzione dei permessi, riduzione salariale per la solidarietà e anche per il riassorbimento, nei superminimi, del misero ultimo aumento contrattuale. Tutto questo lo fa un'azienda che ha dichiarato quasi un miliardo di utile netto ed elargiva milioni di euro di buoneuscite. Toglieteci da questo incubo. Grazie

Gino P., ROMA Commentatore certificato 15.03.18 16:49| 
 |
Rispondi al commento

Adesso o mai più! Prime tre cose da fare; DOPO LA PRESENTAZIONE DEL DEF PREVISTA PER IL 10 APRILE E' URGENTE UN DECRETO LEGGE SICUREZZA : ASSUNZIONE DI 10 MILA nuove UNITA' di FORZE DELL'ORDINE E RIAPERTURA DELLE STRUTTURE PENITENZIARIE INUTILIZZATE. Subito dopo è ALTRETTANTO urgente intervenire sul controllo e identificazione dei "MIGRANTI" e avviare la creazione delle banche dati per il LAVORO e Reddito di Cittadinanza. Luciano Mario

luciano m., sassari Commentatore certificato 15.03.18 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno.. vorrei fare qualche domanda so che non verrà letta e nemmeno evasa però ci provo anche per verificare da cittadino italiano la vostra serietà.
1) VOTI PRESI IN TUTTO IL SUD cioè dalla Campania alla Sicilia.
Avete sbandierato in questa campagna elettorale passata che centro destra e centro sinistra negli anni passati prendevano voti provenienti dalle varie mafie, considerando anche che avevano delle percentuale divisi tra loro voto più voto meno..
DOMANDA: voi avete fatto cappotto a tutti gli schieramenti politici da destra a sinistra in tutto il sud prendendo una percentuale superiore al 70 x cento, non pensate che la maggior parte provengono dalle cosiddette mafie?
2) REDDITO DI CITTADINANZA:
Promettete soldi a tutti, ma nn pensate che chi lavora e paga le tasse farà la rivoluzione essendo che la peggior parte dei disoccupati sono del sud e la maggior parte degli occupati al nord?
Sono convinto da cittadino del profondo sud che i redditi bisogna guadagnarli lavorando quindi invece di promettere stipendi a tutti create lavoro lavoro e lavoro per il mezzogiorno.
Capisco che grillo nn li ha guadagnati perché di sicuro non sa cosa significa lavorare. Ma nn può essere per tutto uguale.
Inoltre dovete confrontarvi con la gente comune in giro per le strade fateli voi stessi i sondaggi andando in giro e parlando con la gente. Grazie


Ricordo a chi non lo ha ancora chiaro in mente, mancano 100 seggi per governare ... dove li andate a prendere? Le opzioni sono due: o dal PD o dalla Lega! Io preferisco di gran lunga la seconda perchè alcune affinità col programma del M5S ci sarebbero. Il PD è troppo sporco per non rimanerne irrimediabilmente infettati.

Paolo De Sanctis

De_Sanctis 15.03.18 09:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avanti con la lega e spazzateli via tutti! No inciuci con il PD e subito al voto.

Guerriero Gardi 15.03.18 09:28| 
 |
Rispondi al commento

Silvio è terrorizzato dalla possibilità di un accordo programmatico M5S-Lega. E' ovvio! Perchè se così fosse il peso di FI si ridurrebbe tantissimo fino all'irrilevanza, approssimando quella del PD.
Una collaborazione con la lega produrrebbe effetti collaterali che il movimento cerca da quando è nato.
Meditate gente ... meditate!

Paolo De Sanctis

De_Sanctis 15.03.18 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Ricordiamoci sempre che il fine giustifica i mezzi. Cerchiamo in tutti i modi di andare a governare con Di Maio presidente, cominciando a realizzare le vere riforme che aspettiamo da troppi anni. Convergenza con qualsiasi forza politica interessata realmente, senza giochi di palazzo con programma di azione definito e condiviso.

adolfo palazzini 15.03.18 09:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Veramente mi ripugna sentire tanti del M5S chiedere di allearci con la Lega.Ma vi siete dimenticati cosa è stata e cosa è la Lega????
PROMEMORIA
La storia della Lega è da manicomio e pensare che possa tornare di nuovo a governare l’Italia assieme al monarca di Arcore fa venire il gelo ai polsi.
Nel 2000 Bossi vendette il marchio della Lega a Berlusconi davanti a un notaio. Nel ’95-’96 c’era stato il ribaltone. A quel tempo, Bossi e altri leghisti, tra cui Borghezio accusavano Berlusconi di mafia. Glielo urlavano contro nelle piazze. Bossi fece una intervista (video che io pubblicai su Masada) alla polizia elvetica che denunciava Berlusconi di aver fatto i soldi col narcotraffico colombiano. I leghisti attaccavano Berlusconi in tutti i modi possibili, dandogli di mafioso, massone e delinquente, cose del resto vere. Berlusconi allora denunciò la Lega per diffamazione chiedendo delle querele miliardarie e Bossi fu condannato in ambito civile. Per cui arriviamo al 2000 con tutte queste querele che devono essere pagate con maxi risarcimenti e la Lega che era in stato fallimentare (è sempre stata in stato fallimentare, incapace di gestire il proprio partito, figuriamoci l’Italia!) coi giornalisti della Padania che non prendevano lo stipendio da mesi. Insomma la Lega era in bancarotta, con la sede di via Bellerio pignorata. Ma la Lega era forte al Nord e senza la Lega Berlusconi non vinceva e nel 2001 ci dovevano essere le elezioni. Berlusconi, che non è scemo e che per vincere al Sud si è alleato con la mafia, capisce che per vincere al nord deve allearsi con la Lega. La Lega vincerà pure sulle piazze ma è travolta dai debiti. Allora Berlusconi, che dalla Lega deve avere un monte di soldi, decide di comprarla, come fosse un frigorifero o un’auto usata, e dice: “Ok, Bossi, ti do 2 miliardi, ritiro le querele, le congelo, però tu mi cedi il simbolo, cioè tu non ti puoi più presentare, se non sono io a dirti di sì, con questo simbolo.”

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 15.03.18 09:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno amici stellati e non...

Ma è normale che un condannato in via definitiva, abbia ancora la possibilità di parlare??? dice di aver aperto la porta per cacciarci via..... va alla CAMERA ( nonostante l'interdizione da pubblici uffici) per parlare con i suoi deputati... e tenta per l'ennesima volta di cambiare le carte in tavola.....

ENZO GRILLO, san tammaro Commentatore certificato 15.03.18 08:48| 
 |
Rispondi al commento

vorrei che una buona volta qualcuno andasse in tv a spiegare che il reddito di cittadinanza c'è gia in tutti i paesi civili e che va dato per motivi di dignità altrimenti la gente si riduce in schiavitù o si suicida..e che la cosa è strettamente legata all'iscrizione al collocamento e alla disponibilità a lavorare..nessuno starà a casa stipendiato, nessuno lascierà il lavoro perche l'obbiettivo è lavorare e vivere dignitosamente non essere mantenuti a vita..anno rotto le palle a dire che al sud hanno votato per il reddito, abiamo votato tutti per una vita decorosa e per dei servizi che funzionino e non l'italia dei politici "proessionisti" dei lavori pubblici incompiuti

Ernesto Amatucci 15.03.18 08:47| 
 |
Rispondi al commento

ecco appunto come si fa a fare un paese meritocratico se ci alleiamo co la lega che ha il merito di aver fatto solo casino in passato..forse è il caso di puntare su Emiliano, Crocetta ed altri che stanno gia mostrando simpatia nei confronti del movimento e di Luigi e che qualcosa per il paese hanno cercato di fare nonostante i mezzi limitati..sarebbero meritevoli? e anche i giovani appena entrati con forza italia, quanti di loro potrebbero voler lasciare un partito moribondo..qualcuno responsabile e degno dei 5 stelle ci potrebbe essere tra loro?

Ernesto Amatucci 15.03.18 08:14| 
 |
Rispondi al commento

MA CHI O COSA SIETE?

Rappresentanti del popolo o monarchi assoluti?
Siamo in una democrazia o in una oligarchia di poteri impazziti che hanno piegato la costituzione al loro volere senza averne alcuna autorità?
Un Berlusconi che dichiara di voler cacciare i grillini.Ma da dove dalle istituzioni e con quale potere?
Io che sono un elettore del M5S e quindi un grillino da dove devo essere cacciato dalla nazione o non ho alcun diritto di partecipare alla democrazia come tutti gli altri cittadini?
Che autorità ha questo borioso pluripregiudicato che non può neanche essere rieletto per tutti i suoi trascorsi giudiziari a fare dichiarazioni di questo tipo?
Un partito incapace come FI che senza questo delinquente seriale(lo hanno detto i giudici) non riesce neanche a trovare un alternativa ed ancora si illude di rappresentare il centro destra.
Se non fosse per la lega di Salvini sarebbero scomparsi insieme a tutti quei giornalisti ed opinionisti che sognano ancora gli anni 90.
E vogliamo parlare del PD?Un Franceschini che rappresenta la minoranza degli elettori vorrebbe imporre la linea governativa alla maggioranza degli Italiani costringendoli ad andare a nuove elezioni.
E questi sarebbero i responsabili?E dov’erano prima della sconfitta elettorale?
E il PDR non si è accorto di niente?O sperava che le cose sarebbero andate in maniera diversa?
Perché il senso della responsabilità caro Presidente è per sempre e non quando conviene. Lei ha il DOVERE di far rispettare TUTTI gli elettori altrimenti la costituzione e la bandiera che ha nei suoi uffici sono solo pezzi di antiquariato da mostrare durante le noiose interviste che ci propina a Natale.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 15.03.18 08:06| 
 |
Rispondi al commento

@

Toto A., Milano Commentatore certificato 15.03.18 07:50| 
 |
Rispondi al commento

ecco Borghi che mi era simpatico adesso ha dimostrato di essere ne piu ne meno di Salvini..solo chiacchiere..e noi dovremmo allearci co sta gente? https://www.youtube.com/watch?v=7SSauakJwE8


La lega, un partito serio e onesto... 😁

https://youtu.be/n9JcfNNNRyQ

max 15.03.18 03:04| 
 |
Rispondi al commento

Meritocrazia, una forma di governo dove le cariche pubbliche, amministrative, e qualsiasi ruolo o professione che richieda responsabilità nei confronti di altri, è affidata secondo criteri di merito, e non di appartenenza a lobby, o altri tipi di conoscenze famigliari (nepotismo e in senso allargato clientelismo) o di casta economica (oligarchia). Governo 5stelle unica speranza per questo paese.

max 15.03.18 02:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mamma mia la meritocrazia! :)) Cosa mi merito io? Chi lo decide? E chi decide è meritevole di decidere? Quel bel giovane baffuto venuto da Paterson [New Jersey]... a proposito se ne possono produrre con le stampanti virtuali? :)

"Ma voi direte, sono questi i mezzi da usare? Credetemi non ce ne sono altri" [cit.]

lord mountbatten bum bum 15.03.18 00:42| 
 |
Rispondi al commento

qualcuno ha visto la trasmissione delle iene: quanti imprenditori ci saranno che a causa del mancato pagamento dello stato delle fatture hanno perso impresa e casa??

Ernesto Amatucci 15.03.18 00:11| 
 |
Rispondi al commento

OT
Leggersi l'ultimo post di http://orizzonte48.blogspot.it/

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.03.18 23:31| 
 |
Rispondi al commento

Le strutture ricettive tradizionali tutelate:
Adesso dobbiamo cavare gli occhi a chi si é inventato una piccola entrata sacrificando una parte della sua casa?
Quindi un cittadino deve "stare attento" a non avere troppe iniziative, che magari smette di piovere sul bagnato!
Magari grazie alla rete riesce ad arrangiarsi.
Che fesseria incolpare airbnb o uber o booking!!
FORSE SAREBBE MEGLIO CERCARE DI AVERLE NOI CERTE IDEE, E LAVORARE IN TAL SENSO, prendere esempio.
Invece si vuole difendere un mercato fatto spesso di nulla e di sfrenato consumismo.

Giovanni 14.03.18 23:01| 
 |
Rispondi al commento

I dizionari italiani dovrebbero essere ripubblicati, aggiungendo una errata corrige che elimini la parola "meritocrazia" o che ne modifichi la definizione. Sì! perché invero la meritocrazia è concetto assente nella penisola del "Belpaese".
O meglio potremmo dire che un certo qual merito c'è, un merito che risiede nel cognome o nella provenienza geografica o in taluni aspetti che riguardano l'apparenza in luogo della sostanza.
Ma cosa importa alla fine? Dalle splendide vette alpine, passando per i meravigliosi monumenti artistici sino ai cristallini fondali marini delle coste mediterranee, il Belpaese va avanti, male ma a va avanti lo stesso, navigando nelle onde della mediocrità.
E lasciando ai margini, dimenticate e bistrattate, le tante persone veramente meritevoli. Così è.
Saluti a tutti.

Gianluca S. Commentatore certificato 14.03.18 22:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cambiare paradigma
Non è il rdc
È tagliare gli stipendi dei parlamentari
Calmierando lo stipendio parlamentare a cascata si contraggono tutti gli stipendi statali e parastatali.
I magistrati i parlamentari regionalii siciliani tra i primi a dover sottostare e via via tutti gli altri dipendenti pubblici e parapubblici superpagati

Chupa chups

Psichiatria. 1 14.03.18 22:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ottimo intervento.
Chiaro, coerente, lungimirante, strategico.
Forza così DiMa!

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 14.03.18 21:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Guardate il profilo fb di di maio e quello di salvini

Giuseppe C. Commentatore certificato 14.03.18 21:42| 
 |
Rispondi al commento

Okkio il "maiale" sta comprando le vacche!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.03.18 20:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Poiché sono convinto che l'Italia sia fallita, in primo luogo moralmente, ed in secondo luogo economicamente, penso che la prima cosa da fare sia ripristinare la moralità soprattutto negli enti pubblici. Non vedo molte persone occuparsi di questi temi se non in modo molto evasivo. Ad esempio nella maggior parte dei casi,quando sento parlare di appalti pubblici, si dice che la colpa dei lavori fatti male sia da imputare ai forti ribassi che le imprese fanno. Questo è vero solo in minima parte. Il vero problema sta nelle progettazioni fatte malissimo. Nessuno prende in considerazione le seguenti, purtroppo, realtà:
Gli incarichi di progettazione vengono date per via politica(ovviamente non vengono date ai migliori)
In caso di gravi errori del progettista, egli viene protetto dalla politica stessa. In termini pratici, per rimediare agli errori progettuali occorre fare una perizia( o come spesso accade adesso "un progetto di completamento" da affidare alla stessa impresa ovviamente).
Il sistema degli appalti denominato(offerta economicamente più vantaggiosa) è semplicemente un nuovo metodo di finanziamento dei partiti. Lo sanno tutti ma tutti tacciono. Per quanto sono le mie conoscenze del mondo degli appalti con questo sistema la percentuale di appalti truccati è almeno dell'ottantacinque per cento. Ci sono appalti che sono palesemente truccati ma a nulla serve segnalarli all'ANAC. Avendo quasi finito il numero delle parole massime utilizzabili, saluto tutti sperando che questa mia, apra un dibattito un po' più serio di quanto veda fino ad ora. Ciao a tutti

Fernando Locci 14.03.18 20:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutti insieme perdutamente prima delle elezioni...24h dopo tutti incazzati ognuno per la propria poltrona!
Avevamo ragione...per i cittadini ,..."Nulla" ..se ne battono i cog**i!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.03.18 20:20| 
 |
Rispondi al commento

A mio avviso il Movimento 5 Stelle deve presentare un programma e proporlo agli altri partiti, vediamo chi ci sta e chi no, fate tutto in streaming cosi' la gente capirà chi vuole fare le cose per il popolo e chi invece pensa alle poltrone.

Giampaolo 5 Stelle Commentatore certificato 14.03.18 20:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

berlusconi è nella capitale per fare shopping!!!!!!.....ma non in via condotti ehh......

silvana 14.03.18 20:03| 
 |
Rispondi al commento

dei programmi del rispetto del voto del bene del paese alla fine non frega niente a nessuno l'importante è la poltrona o quel poco che a fatica si è riusciti a conquistare individualmente.
Tutto il resto è noia (califfo)

Psichiatria. 1 14.03.18 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Bene, d'ora in poi i tributi locali (per i diversamente italiani) si chiameranno "local tax", se non altro una grande riforma della lingua(?).
Tagliamo le spese improduttive a partire da quelle private che evidentemente sono la gran parte (pure quelle delle aziende private piene di raccomandati e del cittadino che vuole godersi la vita...):
perché la spesa improduttiva pubblica è brutta mentre quella privata che è molto maggiore va sempre bene?
E come si fa a capire se una spesa è improduttiva??

Non sarebbe il caso di dare un'occhiata al programma del centro destra e magari sottolineare i punti su cui esiste convergenza?
O si tenta un accordo o finisce che Berlusconi farà il solitio shopping di politici (pure nel m5s).

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 14.03.18 19:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che bisogna congelare le idee e i principi delle forze politiche che hanno vinto le elezioni, e amministrare il paese per le cose che servono agli italiani. cominciare dalle proposte delle forze politiche, come reddito di cittadinanza, emigrazione, legge fornero, e l'europa della moneta unica più democratica, queste cose e altre o si fanno adesso o non si fanno mai più.

gennaro a., carrara Commentatore certificato 14.03.18 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Bruno Fusco

GRAZIE

Volevo fare una riflessione insieme a voi, abbiamo votato il 4 Marzo, grande vittoria del movimento cinque stelle che ha preso quasi undici milioni di voti, due milioni in più al 2013, e questo anche grazie alle buche di Roma, alla neve, ai cinghiali, a quel porco che ha scandalizzato la Meloni, e non parlo di Sgarbi, offenderei i porci, grazie a rimborsopoli, alla Merlino, alla Bordone di Agorà, alla Gruber, a Vespa, a Floris, Formigli, Giannini, Augias, a Saviano, che è scomparso da fb, grazie alla Berlinguer, alla Meli, Lavia, Fusani, grazie a Repubblica, alla Stampa, a Sky, a Mediaset, a Barbara D'Urso, a Sorgi, un ringraziamento particolare a Mannoni di linea notte, è stata meraviglioso, senza di lui non credo che avremmo raggiunto questi risultati, grazie, grazie, grazie siete stati grandi, avete attaccato il movimento dai vostri megafoni sgonfi e dai vostri giornali che non compra più nessuno, ma voi avete insistito, fiumi d'inchiostro, dagli al grillino, trovo la talpa, inseguili..., grazie Iene, meravigliose iene, grazie Fabio Fazio, grazie Mario Orfeo sei stato l'indecenza che ha superato l'infimo, grazie. Grazie alla Camusso, a Fassino, senza di te il nulla, mitico! Non mollare mai, ti prego!
Ma un grazie particolare va al cazzaro di Rignano, unico della sua specie, Tatteo Tenzi, grazie di cuore, mi hai fatto sognare il 4 marzo come una data indimenticabile, le tue sputazzelle invadenti, i tuoi sorrisi vuoti, quegli occhi da marmotta ferita, la tua intelligenza politica, le tue trame con il pregiudicato, mi mancherai, sappi che mi mancherai, e un ultimo grazie a Eugenio Scalfari, gli auguro altre cento candeline sulla torta, uno come lui non si denigra mai, è l'esempio di cosa sia stata la Repubblica, quella di carta e quella delle istituzioni, che ancora esiste, e questo mi lascia godere, sapere che esistono e impotenti affondano piano, piano, mentre il cielo si riempie di stelle.


viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.03.18 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione alle società partecipate, sono mal gestite e piene di debiti. Se si vuole tenerle in piedi occorre staccarle dalla politica. Se non è possibile meglio chiuderle o privatizzarle del tutto. Altrimenti continueranno ad essere il rifugio dei trombati e dei portaborse come sono stati finora con grossi danni al bilancio dello Stato e dei comuni. Un esempio per tutti: l'AMTAB di Bari riceve continuamente sovvenzioni dal comune per stare in piedi. L'elenco sarebbe lungo se si volesse anche solo citare le situazioni di altre partecipate. auguroni e buon lavoro.


Leggo sul post
“Tutto questo si può fare tagliando la spesa improduttiva....”
Bello. Ma dove va la spesa improduttiva? Cartacce, impiegati che maneggiano cartacce, timbri ( vedi Zalone in “la prima repubblica ), burocrazia.
E noi che dobbiamo pagare i commercialisti / ingegneri per capire la burocrazia.
Questi che “ci” fanno ammattire ( “ci” in rapporto alle partite IVA, gli utenti ) cosa li facciamo fare, dopo? Pulire i fiumi? Sarebbe bello avere un fisco amico, che sapendo cosa hai, ti dice cosa hai fa pagare, per esempio. Ma purtroppo metteremmo nella strada i commercialisti....
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 14.03.18 19:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

berlusconi vuole il governo con il Pd per estromettere il Movimento 5 Stelle.

Se succede questo la gente deve scendere nelle piazze e protestare fortemente.

Giampaolo 5 Stelle Commentatore certificato 14.03.18 18:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

anche la politica si è arricchita molto con immigrati e rom: mafia capitale docet !!! E' il sistema Italia ad essere marcio a cominciare dalla testa fino alla base !

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 14.03.18 18:39| 
 |
Rispondi al commento

BENISSIMO argomento per argomento CON TUTTE LE SOLUZIONI possibili BRAVO!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.03.18 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Ci vogliono infrastrutture utili, come ferrovia diminuire il trasporto su gomma ci vogliono controlli sugli appalti e pene dure e certe bisogna cambiare la mentalità mafiosa di tutti hli italiani

undefined 14.03.18 18:07| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti a Di Maio per quello che ha detto nei pochi minuti del video.

giorgio peruffo Commentatore certificato 14.03.18 17:34| 
 |
Rispondi al commento

altro problema è l'ingresso indiscriminato di immigrati senza controllo, voluto maggiormente dalla criminalità organizzata che impiega i clandestini, sotto gli occhi delle forze dell'ordine e della magistratura che se ne frega, nei campi, nel commercio ambulante, nell'edilizia e nelle cucine nonché nelle fabbriche clandestine negli scantinati che producono falsi. Li impiegano nel lavoro nero che abbassa quindi le soglie degli stipendi, nello spaccio di droga, nella prostituzione. Spesso le industrie agricole e tessili o di servizi che speculano sul lavoro nero prendono appalti da multinazionali che non guardano certo alla onestà di chi opera. Tanto nessuno controlla ed alla fine è una guerra fra poveri che arricchisce solo la criminalità e le multinazionali. Fra l'altro occorre liberalizzare le droghe leggere per togliere potere e soldi alle mafie come pure legalizzare e proteggere la prostituzione, altro settore in mano alla criminalità.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 14.03.18 17:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Luigi, per passare dalle parole ai fatti c'è da abbattere le spese statali!
3 milioni di dipendenti di cui almeno 1 milione di fannulloni, gli ospedali della malasanità che costano 10 volte rispetto a quelli buoni, eccetera
le cose le fai solo con un governo molto forte, più del 50%, almeno il 55% o il 60%, con il 33% rimangono parole....

Enrico Marcarlo, Milano Commentatore certificato 14.03.18 17:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON è importante solo togliere le tasse, ma anche eliminare la maggior parte degli adempimenti inutili e ripetitivi che le sinistre ultraburocratiche slegate dalla realtà hanno inserito. 4 invii di elenchi clienti e fornitori, moduli F24 da inviare tramite le piattaforme dell'agenzia entrate quando c'è anche una sola lire di compensazione, limiti alle compensazioni di imposte, fatture elettroniche per tutti dal 2019 anche per il salumiere ed il fruttivendolo. Praticamente un piccolo artigiano ha gli stessi gravami di una SPA. Ma anche gli amministratori di condominio non stanno meglio. Per non parlare poi di quanto necessita per una autorizzazione commerciale di somministrazione alimenti e bevande o una licenza per costruire o cambiare destinazione ad un immobile i cui condoni del 2004 ancora non sono stati lavorati fra il fallimento di una ditta appaltatrice e quello di un'altra. Tutta la burocrazia e le relative norme nonché gli appalti di servizi pubblici a ditte poco serie e affidabili vanno rivisti o non se ne esce !

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 14.03.18 17:23| 
 |
Rispondi al commento

occorrerà eliminare enti inutili come fondazioni a associazioni politiche create dai politici per mangiare e far mangiare parenti ed amici e creare invece strutture di ricerca, di sviluppo, di cultura, di preparazione dei giovani al lavoro. Non c'è più posto per gli sprechi ed il lavoro di tutti per essere remunerato deve produrre, i parassiti devono scomparire come anche manager pubblici che guadagnano oltre 100 volte lo stipendio di un semplice dipendente. Occorrono anche sistemi anticorruzione, antiraccomandazione, antinepotismo.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 14.03.18 17:20| 
 |
Rispondi al commento

occorre poi conciliare il fatto che in Italia chi dà lavoro deve rispettare certe garanzie e certi stipendi, ma chi sposta le fabbriche all'estero, in paesi dove non esistono questi strumenti, può liberamente produrre a costi stracciati senza regole in quei paesi ed esportare poi i prodotti in Italia facendo concorrenza ai nostri prodotti i cui costi sono logicamente maggiori per il fatto che da noi non è ammessa la schiavitù. In sostanza la globalizzazione incontrollata fa allineare i guadagni dei grandi imprenditori ed i salari da schiavi dei paesi tipo Moldavia, Cina e peggio a danno delle classi più deboli ed a vantaggio dei grandi imprenditori.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 14.03.18 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Non sarà ne facile ne veloce impostare un governo con questa massa di arrivisti scalda sedie.

O accettano il nostro programma o almeno i punti più urgenti oppure si va a nuove elezioni.( con una legge giusta )

Sono convinto che il successo sarà ancora maggiore rispetto alle elezioni del 4 Marzo, moltissimi non hanno votato Movimento, in quanto erano convinti che il voto sarebbe andato perso, invece il risultato ha dato loro torto, ad una nuova tornata voteranno anche loro Movimento.

W M 5 * * * * *

Enz 14.03.18 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente sì per l'accordo fra il Movimento e la Lega!

sergio s., genova Commentatore certificato 14.03.18 17:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutto il blog, riporto una notizia Ansa:
"Ho aperto la porta per cacciarli via". Risponde così Silvio Berlusconi arrivando alla Camera per l'assemblea dei gruppi a chi gli chiede se avesse aperto all'ipotesi di un governo con i Cinque Stelle."
sei l'ultima persona che ha il DIRITTO DI PARLARE, E LAVATI LA BOCCA PRIMA DI MENZIONARE IL MOVIMENTO.
QUANTO ALTRO TEMPO BISOGNA ATTENDERE PER TOGLIERCELO DAI PIEDI????

M5S Sempre

maurizio d., Terracina Commentatore certificato 14.03.18 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FATE PRESTO ,vogliamo svegliarci da un incubo ,che sia una dolce, calda ,e prospera primavera.

Roberta da padova 14.03.18 16:50| 
 |
Rispondi al commento

A me pare che il blog si sia riempito di nuovi arrivati che caldeggiano l'accordo con Pagnottella.
Va be', lasciamoli fare, anzi lasciamo che s'illudano sull'"Elasticità" del M5S.
Verranno presto disillusi.

Aberto O., BERGAMO Commentatore certificato 14.03.18 16:44| 
 |
Rispondi al commento

Per il bene del paese bisogna uscire dallo stallo politico con un accordo programmatico con la Lega. Con Matteo Salvini si può ragionare, è ben differente dall'altro Matteo quello da evitare ed escludere dalla scena politica. I compromessi talvolta sono indispensabili per sbloccare una situazione di impasse! I punti di un programma con la lega si possono trovare, con una certa elasticità i punti di contatto si possono individuare.
Io sono favorevole alla trattativa M5S - Lega per un governo di buona volontà!

De_Sanctis 14.03.18 16:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BIG

Stefano 14.03.18 16:22| 
 |
Rispondi al commento

avanti tutta per un governo a 5 Stelle!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 14.03.18 16:20| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori