Il Blog delle Stelle
Bocciata la commissione d'inchiesta sul trasporto di animali vivi

Bocciata la commissione d'inchiesta sul trasporto di animali vivi

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 25

di Eleonora Evi, EFDD - M5S Europa

Qualche giorno fa l'Europa decide di bocciare la costituzione di una commissione d'inchiesta sul trasporto di animali vivi verso Paesi terzi. La Conferenza dei Presidenti del Parlamento europeo infatti, ovvero quell'organo apicale che ha il compito di decidere l'agenda dei lavori, ha impedito la creazione della commissione sopra citata, che avrebbe avuto il compito d'indagare sui motivi delle costanti e continue violazioni della normativa europea per quanto riguarda il trasporto di animali vivi.

Sono infatti oltre 3 milioni gli animali che ogni anno vengono spostati dall'UE a Paesi extra-UE; e come tutti hanno avuto modo di vedere grazie a inchieste e denunce di ogni genere, questi "viaggi" sono a dir poco terrificanti. Un numero spropositato e insensato di animali muore ad ogni giro per via di condizioni di spostamento inimmaginabili.

Questa commissione d'inchiesta avrebbe avuto il ruolo di approfondire i motivi reali per cui le stesse regole europee vengono costantemente violate in nome di chissà quale profitto. Purtroppo, però, i presidenti dei grandi gruppi (popolari e socialisti in testa, quindi PPE ed S&D) hanno deciso di trasformare questa decisione in qualcosa di molto più morbido e meno vincolante. Un semplice rapporto d'implementazione, per usare un termine tecnico, che non ha lo stesso peso - ovviamente - di una commissione creata ad hoc.

Così, in una stanza chiusa, poche persone hanno stravolto la volontà di 223 eurodeputati che nei mesi passati avevano sostenuto ben altro iter istituzionale. Una decisione assurda e antidemocratica che certamente avrà delle ripercussioni. Noi non ci fermeremo e non ci faremo di certo intimidire da queste storture normative. Cercheremo di arrivare nuovamente a una votazione sull'istituzione della commissione d'inchieste in plenaria. Vi terremo costantemente aggiornati.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

21 Mar 2018, 09:30 | Scrivi | Commenti (25) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 25


Tags: animali vivi, commissione, Eleonora Evi, europa

Commenti

 

A questi non frega nulla delle persone,
figurati degli animali!
Quattrini, quattrini e solo quattrini!
Quando finirà quest'incubo schifoso???

Anna M. 26.03.18 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Noi EUROPEI apparterremmo a quella parte di Paesi E V O L U T I ? in che cosa? forse i "barbari" erano più sensibili e rispettosi verso tutti i doni che il pianeta terra ci ha consegnato e che noi stiamo distruggendo.

Anna Maria Curradi 23.03.18 00:33| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna mangiare pochissima carne e mai quella estera, compriamo dai nostri contadini con il passaparola SE NESSUNO LA COMPRA FINISCE IL GUADAGNO e NON la importano più.
TUTTO DIPENDE DA NOI SIAMO SEMPRE NOI A FARE LA DIFFERENZA.
AVANTI M5S!!!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 22.03.18 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Ma non ci sono studi batteriologici, epidemiologici o quant'altro, per dimostrare che la carne di questi poveri animali può risultare tossica per il consumo alimentare?
Viaggiare in condizioni estreme libera tossine nell'organismo umano, figuriamoci in quello animale che viaggia pestato e premuto come un limone! Lo dico perché l'unico motivo per fare accettare una regolamentazione è paventare un serio pericolo per la salute dell'animale uomo!

marta 22.03.18 09:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ANDIAMO AVANTI

FABIO B., bologna 21.03.18 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Bisognerebbe valutare se un solo Paese europeo può prendere autonomamente decisioni in merito, in attesa che ci sia la decisione dell'U.E.. Ogni singolo Paese, avrà pure una certa autonomia legislativa in tema di "maltrattamento di animali".

Giuseppe Stramaglia, Foggia Commentatore certificato 21.03.18 19:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avete rotto le palle a trattare male gli animali.
Siete degli escrementi di coccodrillo andato a male. Taccivostri

cinciarella 21.03.18 19:12| 
 |
Rispondi al commento

..figli di buona donna ...stramaledetti bisogna farli viaggiare su quei carri per 1 paio di mesi ..

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 21.03.18 18:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alla UE, commissioni e quant'altro, potrete chiedere tutto. Ma non chiedeteli di fermare un qualsiasi flusso di denaro, derivante da cosa non ha importanza, purché circoli e renda. Sono tutte brave persone ma i soldi sono soldi mica chiacchiere. Basta fare dei conti semplici: 3 milioni d'animali X EURO Y ciscuno= EURO ????.
Magari questi poveri animali puzzano durante il loro disumano traporto ma il denaro? Lo sappiamo tutti: Pecunia non olet

Eticomorale 21.03.18 17:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ovvio! così possono portare i maiali dell'est con cui fare i prosciutti di san daniele e parma a metà costi,
ma LA COLPA E' DEI CONSORZI DEI PROSCIUTTI PERCHE' SONO LORO CHE FANNO I PROSCIUTTI FASULLI E FRA DI LORO SANNO BENISSIMO NOMI E COGNOMI DI CHI LI FA MA FANNO I FURBI E MANDANO A VOTARE CONTRO pensando di guadagnarci di più, chissenefrega se fregano la gente!

Enrico Marcarlo, Milano Commentatore certificato 21.03.18 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Anche per questo problema, come per tantissimi altri, ci sono interessi troppo grandi di mafie e lobbies europee che sono protette dai poteri forti maligni internazionali. Ci sono persone corrotte nelle istituzioni della UE che ostacolano, anzi proteggono tanti loschi affari.
Esempio: dal 2013 il ministro dell'industria europea Tajani, oggi presidente!!, sapeva dei gravi danni ambientali dei motori auto diesel ma NON ha mosso un dito. Scoperto dal programma REPORT cercava di negare spudoratamente!
Ecco chi oggi berlusconi vorrebbe come premier del nuovo governo in Italia!
Poveri animali e poveri cittadini nelle mani di questa gentaglia dei partiti massonici PD/dc-FI che pensano solo ai loro sporchi affari.
Speriamo il M5* riesca a governare per salvare il salvabile.

mauro caputo 21.03.18 17:35| 
 |
Rispondi al commento

gli allevamenti intensivi concedono quanto detto e altro,vietare questi allevamenti sarebbe gia un bel passo.

andrea a44, genova Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.03.18 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Finché non si fa una politica volta a sensibilizzare le persone a ridurre e a cancellare la domanda di cibi animali le sole leggi sul “benessere animale” serviranno a ben poco.

Erasmo Nocella 21.03.18 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Se saremo al governo, dovremo usare l'unica arma a disposizione di un singolo Stato: controlli più rigorosi e frequenti sui trasporti di animali, con sanzioni molto severe per ogni non conformità riscontrata.

Mauro FERRANDO Commentatore certificato 21.03.18 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Questo conferma un mio sospetto pubblicato nel 2014 nel mio blog e poi in libro nel 2015:
,,Per superare le prestazioni produttive naturali soddisfacendo le esigenze di mercato, agli animali sono stati imposte condizioni di stabulazione, ritmi biologici, trattamenti farmacologici, tecniche di trasporto e
macellazione che con ogni evidenza stravolgono il loro benessere naturale.
Le normative legislative in tema sono rigorose dal punto di vista tecnico ed etico. Ma attuarle ed osservarle è altamente difficile se non impossibile. Ciò è paradossale alla radice. Perché le finalità d'allevamento e le finalità
legislative praticamente richiedono condizioni opposte. Allora può emergere persino il legittimo sospetto che tali normative, come spesso accade per tanti settori sociali,
siano solo deterrenti di facciata per l'opinione pubblica,,

Tratto da:
La curva di Gauss e la normalità in natura
Capitolo- La curva di Gauss e la dieta-etica
Paragrafo- Dal punto di vista etico (Maltrattamento animale)
https://drive.google.com/file/d/0B2cfozpgv5JCWXBIeFNxUTZQNWc/view

Antonio B., Padova Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 21.03.18 14:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono incazzata nera. Ancora una volta la maggioranza dei parlamentari si rivela x come è...insensibili e EGOISTI....completamente senza empatia... nel 2018 continuano a lucrare senza regole su poveri esseri senzienti..scegliere un'alimentazione Vegana è doveroso eticamente....e meno difficile di come può sembrare...ci vorrebbe un giro infernale su quei dannati camion x questi «signori»...ragazzi continuate a lottare x chi non ha voce...

Francesca 21.03.18 12:41| 
 |
Rispondi al commento

.. e che cosa ci si dovrebbe aspettare da una Europa che on tutela neanche il diritto di dignità delle persone?

anna maria carra 21.03.18 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Io sono per la legge del taglione: chiunque sia volutamente e crudelmente coinvolto in questi giri di affari infernali(dagli allevatori ai trasportatori fino ai decisionisti Presidenti Europei)deve soffrire e morire allo stesso modo delle loro vittime. Vorrei fare qualcosa, ma mi sento impotente. Intanto GRAZIE a voi e a tutti i protettori degli animali.

loretta campanelli 21.03.18 11:33| 
 |
Rispondi al commento


Non si mette in discussione il nobile intento del regolamento di ridurre al minimo la sofferenza e la crudeltà durante i trasporti. Il problema è che il provvedimento semplicemente non funziona come "dovrebbe"
Fra il 2007 e il 2014, secondo i dati Eurostat, ad eccezione dei cavalli (-44%) e dei bovini (-3%) la movimentazione di tutti gli altri animali è cresciuta in modo considerevole: suini (+55%), pecore (+13%), pollame (+66%) con un aumento complessivo dei capi trasportati pari al 65%.
Numerosi i problemi rilevati quali: la mancanza di spazio nei camion ai sistemi di abbeveraggio insufficienti, dai piani troppo bassi pere gli animali trasportati, ai viaggi senza le soste di legge.
Le infrazioni riscontrate dagli ufficiali di polizia sono in aumento, nonostante le ispezioni siano davvero minime dal punto di vista della quantità.
In Italia, per esempio, secondo il rapporto annuale ufficiale fornito dalle autorità italiane, il 17,17% dei trasporti di animali controllati nel 2009 hanno violato il Regolamento 1/2005. Nel 2012, la percentuale di irregolarità nei trasporti è stata del 21,39% e nel 2013 è stato pari al 30,35% .
Le infrazioni constatate erano relative all'eccessiva densità di carico, l'insufficiente altezza del soffitto, il trasporto di animali non idonei, l'impossibilità di ispezionare gli animali caricati sui livelli superiori della camion, i sistemi di acqua rotti, il mancato rispetto.
Il lavoro è un "sacrosanto" diritto, ma non bisogna mai dimenticare il rispetto per tutti gli esseri viventi.
Dott.Alessandro Saraceni laureato in Scienze Forestali ed Ambientali

P.S.= sono a disposizione per qualsivoglia chiarimento. Grazie per l'attenzione

Alessandro Saraceni, Nepi Commentatore certificato 21.03.18 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Brava,Eleonora e tutti voi del Movimento!
Il rispetto per la vita anche degli Animali è il fondamento di una società veramente civile.....
.....SEMPRE CON VOI!!!!!

ANNA PONISIO Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.03.18 10:45| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori