Un welfare per le famiglie: priorità per l’Italia!

di Luigi Di Maio

Dal palco di Caserta ho lanciato la terza convergenza programmatica alle altre forze politiche: si tratta del “contratto aiuta famiglie” per introdurre dalla prossima legislatura il welfare per le famiglie con aiuti economici fino al terzo figlio per baby sitter, asili nido, assegno per l’istruzione del figlio e accesso preferenziale ai servizi della pubblica amministrazione.

È un modello che si ispira a quello della Francia, dove lo Stato aiuta concretamente le famiglie e i risultati si vedono: il tasso di natalità francese è tra i più alti d’Europa, mentre noi abbiamo il più basso. Questo perchè in Italia, a causa del precariato, è difficile mettere su famiglia e anche quando si mette al mondo un figlio, di fatto non si è supportati. Mettere al mondo un figlio è un atto d’amore, ma per farlo devi sapere che lo Stato ti aiuta, che è dalla tua parte. In Italia oggi non è così. In Italia lo Stato è solo l’esattore delle tasse. E’ il tuo socio al 70% quando le cose vanno bene e quando vanno male ti abbandona. Basta! Noi vogliamo uno Stato elargitore di servizi, a partire da quelli per la famiglia: salute, istruzione, sicurezza.

Invertire questa tendenza si può, se lo fa la Francia possiamo farlo anche noi

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr