Il Blog delle Stelle
Preso l'hacker di Rousseau, adesso tocca ai mandanti

Preso l'hacker di Rousseau, adesso tocca ai mandanti

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 23

di Davide Casaleggio

Oggi la polizia postale ha individuato l'hacker che aveva attaccato Rousseau la scorsa estate. La sua casa è stata perquisita ed è ora indagato con l'accusa di accesso abusivo a sistema informatico. Ringrazio a nome dell'Associazione Rousseau gli uomini e le donne della polizia postale e del Cnaipic, il Centro nazionale contro i crimini informatici, che hanno condotto le indagini.

L'attacco al sistema Rousseau ha rappresentato una grave violazione nei confronti di migliaia di iscritti ed è giusto che chi è responsabile dei crimini paghi. Chi ha voluto colpire Rousseau lo ha fatto per scopi politici. È stato fermato l'esecutore materiale, ma ora spero che vengano individuati al più presto anche i mandanti e gli eventuali finanziatori delle operazioni criminali contro Rousseau, il MoVimento 5 Stelle e i suoi iscritti.

SOSTIENI IL RALLY PER ANDARE AL GOVERNO CON UNA DONAZIONE:

scopriprogramma.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

6 Feb 2018, 10:30 | Scrivi | Commenti (23) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 23


Tags: Cnaipic, davide casaleggio, hacker, m5s, rousseau

Commenti

 

Con i soldi delle truffe evitate ai cittadini ora noi M5S potremo fare molte cose per il popolo . Mi raccomando a rimanere sempre gli stessi . W M5S.

Alberto Luongo 07.03.18 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Ma implementare la tecnologia blockchain open source in questo "sistema operativo" per renderlo più sicuro e trasparente è tanto difficile da realizzare per il primo partito politico del paese?!

Andrea C. 11.02.18 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Zanero, che in questi giorni è general chair di Itasec18, evento organizzato dal Cini e dal Laboratorio Nazionale di Cybersecurity, definisce la vicenda “un passo indietro” anche sul piano della comunicazione, perché “mescola due figure che hanno fatto due cose ben diverse”. Da una parte Evariste Galois, indagato per aver segnalato una vulnerabilità; dall'altra R0gue0, un hacker “nero” (non ancora identificato) che, dopo essersi intrufolato in Rousseau, ha rivelato documenti e dati sensibili." (fonte: Agi)

Bravi, avete preso chi ha cercato di aiutarvi, e invece chi ha rivelato i documenti è ancora libero e felice.

cerebro84 09.02.18 17:55| 
 |
Rispondi al commento

Io partecipo alla discussione in rete dal 1985, in Olivetti, mi interesso di web da quando esiste, cioè da quando è stato annunciato da Tim Berners Lee, ho usato le prime copie di Mosaic e prima di allora ftp, gopher e tutto quanto il resto, ho partecipato all'apertura del primo provider Internet in Italia. Insomma, ne ho vista di acqua scorrere nel web.
Ti posso dire che, da quello che è trapelato, le vulnerabilità che gal0ois ha - responsabilmente - segnalato riservatamente, sono conosciute a tutti i ragazzini che fanno i ganassa in rete e sono scrupolosamente evitate da tutti i professionisti. Lo testimonia anche il rapporto del garante della privacy.
Quindi, non c'è da stupirsi se rogue0 ha potuto entrare nel sito con un modico dispendio di energie e software disponibile ovunque.
Quindi, a parte la solidarietà per gli attacchi subiti, bisogna anche invitare gli amministratori a essere più tempestivi nel risolvere i problemi e a considerare la sicurezza in ogni fase dello sviluppo.
Quanto ai mandanti, molto probabilmente non ce ne sono,. Una intrusione era finalizzata a verificare la robustezza di un sistema ed è stata responsabilmente segnalata. L'altra è stata fatta per sberleffo da un hacker meno etico.
Insistere su complotti e mandanti vi rende molto simili agli altri intoccabili al potere (che si sono fatti bucare anche loro, anche peggio: il sito della Lega era utilizzato per vendere Viagra a loro insaputa).
Siete giovani: la boria non vi si addice. Umiltà e mettere a posto il sistema: password più solide e dati personali criptati.

Michele Costabile 08.02.18 00:22| 
 |
Rispondi al commento

Caro Davide Casleggio
la notizia sarebbe più interessante se si facesse anche il nome della persona. Il M5S, proprio per trasparenza, dovrebbe fare sul blog nomi e cognomi di chi commette illeciti, rendere pubblica l'identità del criminale e non solo il fatto. Bisogna abituarsi a questo, così da mettere in guardia gli utenti o altre potenziali vittime di hackeraggio (o di differenti reati).

Zampano . Commentatore certificato 07.02.18 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Tesserato, vero?

Biagio C. Commentatore certificato 06.02.18 22:40| 
 |
Rispondi al commento

La facilità con la quale vengono attaccati sistemi informatici, dimostra che il 100% della sicurezza non esiste. Peggio ancora se trattasi poi di attaccare il M5s che, facendo uso della rete, ha creato un sistema semplice e funzionale per evitare che elementi della malavita organizzata possano individuare i nomi degli iscritti. Questo preclude l'uso che ne farebbero, come fanno con gli altri partiti per la maggior parte coinvolti con gli stessi i quali determinano l'elezione di chi si adegua ai loro desiderata. E' chiaro che gli elementi capaci a svolgere questa azione criminosa, prezzolati, producono i danni come ha fatto l'hacker appena individuato.

Cesare De Prosperis 06.02.18 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Ah ah ah, pagliaccio piddino!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 06.02.18 17:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo gli spunti sono infiniti, e utilizzo anche questo. Con la normativa di depenalizzazione approvata dal PD, qui ci troveremo di fronte ad una pena massima di 3 anni (635 ter cp), dunque inferiore a 5, per cui nel caso di specie verrà dichiarato ex 133bis cp 'tenuità del fatto' il non doversi procedere.
E' ora di riformare il codice penale: bene pene alternative (es.lavori sociali gratuiti) ma ciascuno DEVE espiare anche un solo mese, se lo ha meritato!
BASTA IMPUNITA'.


ROUSSEAU UN PROGETTO COLLETTIVO E UN SOGNO REALIZZATO

Ho cercato di dare il mio modesto contributo sulla questione d'immigrazione con la mia proposta sul Rousseau - Lex Iscritti e l'importanza dei voti dei nuovi cittadini italiani d'origini diversi nella prossima elezione.

I nuovi italiani sono potenziali elettori, che il M5S non li deve lasciare alla sinistra e al centro sinistra.

La questione d'immigrazione è determinante nella campagna elettorale dobbiamo dedicare più l'attenzione e organizzare incontri con attivisti ma sopratutto con i cittadini indecisi.

L'immigrazione ha condizionato elezioni in Europa e condizionerà anche quello del 4 marzo, conta il 30% dei voti dei cittadini non li dobbiamo lasciare alla destra.

Shahab Shirakbari 06.02.18 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Visto che le Iene hanno tempo fa intervistato ragazzi di uno Studio che lavoravano per il Pd che dicevano che loro lavoravano sul Web per lanciare fake news sugli avversari, probabilmente verrà fuori che sono loro!

Giuseppe Nardella 06.02.18 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Bene e che si vada fino in fondo! Grazie

Sara Taddei, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.02.18 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Non credo che sia opera di una sola persona. Ho l'impressione che Rousseau sia stato alquanto pressato.
Non è stato un dilettante a fare ciò, poi ci vuole tempo a disposizione e quindi anche soldi per le spese.

Paola 06.02.18 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna rendere impossibili simili attacchi ai sistemi della Rete.

m.rita nucci 06.02.18 11:28| 
 |
Rispondi al commento

spero vengano fuori i mandanti

Pietro Orlando 06.02.18 11:25| 
 |
Rispondi al commento

Da domani, l'informazione di regime ,si scaglierà contro "Beatrice Di Maio",accusandola di essere la mandante.Alla prossima uscita, il cazzaro ed il suo socio in "affari"(con il foglietto in mano),accusando il M5S, diranno che(dalle notizie in loro possesso) l'hacher è il fratello di Beatrice. Naturalmente tutta la stampa, le tv, compresa la reziraipd, a reti unificate confermeranno la cosa,cosi l'informazione di regime,avrà, di nuovo fatto, il suo "trasparente e imparziale"..lavoro.

Canzio R. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.02.18 11:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo alla resa dei conti. Scoperto il colpevole (ancora da dimostrare processualmente) ci saranno dei danni da riconoscere ai violati? Grazie

andrea gabelli 06.02.18 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Buona notizia. Ora però, con i contributi nostri e degli eletti, mettiamo in sicurezza il portale, visto che è diventato vitale per le scelte di indirizzo della prima forza politica del nostro paese. Sono certo che ce la faremo. Buon lavoro.

Daniele Cultrera, Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.02.18 10:41| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori