Il Blog delle Stelle
Le balle di Renzi e del Pd sul Reddito di Cittadinanza

Le balle di Renzi e del Pd sul Reddito di Cittadinanza

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 12


fonte: LaVoce.info

A meno di due settimane dal voto, i leader dei partiti dedicano una parte consistente della campagna elettorale a commentare le proposte degli avversari politici. È quello che ha fatto Matteo Renzi nella puntata del 15 febbraio di Quinta Colonna, quando, interrogato da Paolo Del Debbio sulle priorità degli italiani, ha risposto:

Matteo Renzi: "Il lavoro è l’argomento fondamentale italiano e invece purtroppo si continua a discutere del Reddito di Cittadinanza, che vuol dire dare i soldi alla gente perché non lavori".

Paolo Del Debbio: "Però a qualcuno che involontariamente non ha lavoro e non riesce a trovarlo, […] a questi qui che gli si dice?".

Renzi: "Gli si dice che non gli si dà un reddito a tutti per stare a casa. Gli si dà il reddito d’inclusione, che è una misura che abbiamo finanziato […] e che è quello strumento che serve a chi in un determinato momento è senza lavoro, per dire io ti do una mano, ma te ti metti a seguire tutti i corsi di formazione, ti metti in gioco, per poi poter ripartire. Cioè, dare uno stipendio per stare a casa e non far nulla è il reddito di cittadinanza".

Secondo il segretario del Pd, quindi, il reddito di cittadinanza garantirebbe un assegno senza richiedere nulla in cambio ai beneficiari in termini di frequenza di corsi di formazione o di disponibilità al lavoro. Al contrario, il reddito d’inclusione (Rei) avrebbe obblighi stringenti e non darebbe “uno stipendio per stare a casa e non far nulla”.

In realtà, il disegno di legge del M5s impone diversi vincoli, e quindi la dichiarazione di Renzi necessita di qualche precisazione.

Tutti gli obblighi del reddito di cittadinanza

Come spiegato in altri articoli, il disegno di legge M5s (n. 1148/2013) prevede un trasferimento dello Stato a tutte le famiglie che vivono in povertà relativa: una somma, di un reddito equivalente alla differenza tra la soglia di povertà e il reddito famigliare percepito. La platea di famiglie interessate sarebbe circa il 19 per cento del totale per una cifra mensile media di 480 euro.

Tuttavia, al contrario di quanto sostenuto da Renzi, per poter godere dell’assegno mensile il beneficiario deve rispettare diversi obblighi. Ad esempio, l’articolo 9 del disegno di legge prevede che, oltre a fornire immediata disponibilità al lavoro presso i centri per l’impiego, intraprenda un “percorso di accompagnamento all’inserimento lavorativo”, sia tramite gli stessi centri sia tramite le agenzie di lavoro, già previste dal decreto legislativo numero 276 del 2003. Questo significa anche che il beneficiario è obbligato a partecipare a corsi di formazione e a colloqui individuali, oltre che ad altre iniziative finalizzate al miglioramento delle sue competenze lavorative.

Come specificato dal comma 4, il beneficiario ha poi l’obbligo di offrire la propria disponibilità a lavorare per progetti comunali utili alla collettività. In questa categoria sono incluse iniziative che hanno a che fare con la tutela dei beni comuni, la cura dell’ambiente e la promozione di attività culturali. Durante l’intero periodo di fruizione del reddito, quindi, chi lo riceve deve mettere a disposizione otto ore settimanali per lavorare, in coerenza con il proprio profilo professionale, a progetti di pubblica utilità.

Il numero degli obblighi previsti è completato dall’articolo 11, che elenca tutte le attività che il beneficiario deve intraprendere per ottenere una proposta di lavoro. Includono sia i progetti di riqualificazione professionale e reinserimento, sia un’attività di ricerca individuale. Quest’ultima deve avvenire sia dal vivo (presso i centri per l’impiego, le agenzie di lavoro e i centri di formazione) sia attraverso le piattaforme online.

Nel caso in cui anche solo uno di questi obblighi non fosse rispettato, il beneficiario perderebbe il diritto al reddito. L’articolo 12 specifica infatti tutte le cause di decadenza. Oltre ai più noti motivi, come il rifiuto di più di tre proposte di lavoro ritenute congrue, l’assegno decade anche in caso di mancata partecipazione ai progetti comunali, ai corsi di formazione o ai percorsi individuali di reinserimento.

Qual è la differenza con il Rei?

La differenza tra il reddito di cittadinanza e il Rei, quindi, non sembra riguardare gli obblighi previsti per il beneficiario, quanto i criteri per usufruire dei trasferimenti e le modalità di gestione del reinserimento. Come è stato sottolineato da Massimo Baldini e Francesco Daveri, ciò che più distingue la proposta M5s dal Rei è il numero di potenziali beneficiari: mentre il programma del governo dovrebbe raggiungere nel 2018 circa 700 mila famiglie, si stima che il reddito di cittadinanza ne coinvolgerebbe circa 5 milioni. Infatti, se il Rei si pone l’obiettivo di aiutare una buona parte dei poveri assoluti, il reddito di cittadinanza ha come platea tutte le famiglie che vivono nella povertà relativa, un numero ovviamente maggiore.

La notevole differenza porta a due considerazioni. La prima riguarda le coperture: mentre il Rei necessita nel 2018 di circa 2 miliardi di euro, il reddito di cittadinanza costerebbe molto di più. La seconda riguarda invece la capacità dei centri per l’impiego di offrire, nel caso il reddito di cittadinanza diventasse legge, un numero così elevato di progetti di reinserimento. Il Rei delega infatti ai servizi sociali comunali l’elaborazione di percorsi di uscita dalla povertà, mentre il reddito di cittadinanza fa affidamento solamente ai centri per l’impiego, con il probabile rischio di creare un ingolfamento interno. Anche per questo motivo, secondo il programma M5s, il reddito di cittadinanza sarebbe accompagnato da una riforma dei centri per l’impiego, la cui efficacia in termini di numero di offerte lavorative proposte è però difficile da stimare.


Il verdetto


Renzi commette un solo ma importante errore nel confrontare le due misure di sostegno al reddito. Infatti, il reddito di cittadinanza, proprio come il Rei, prevede diversi obblighi e adempimenti da rispettare per poter ricevere l’assegno. Le differenze riguardano invece i costi, il numero di beneficiari e la gestione del reinserimento. Nel complesso, la sua dichiarazione è in evidente contrasto con il contenuto del disegno di legge M5s. Per questo motivo, è chiaramente FALSA.

SOSTIENI IL RALLY PER ANDARE AL GOVERNO CON UNA DONAZIONE:

scopriprogramma.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

22 Feb 2018, 09:59 | Scrivi | Commenti (12) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 12


Tags: balle, m5s, quinta colonna, reddito di cittadinanza, renzi

Commenti

 

Hanno detto...

------------

"Il PD è un partito di sinistra perchè fa cose di sinistra", M.Renzi, PD

"Noi ci rivolgiamo a un popolo del centrosinistra" - P.Bersani, MDP.

"L'unica sinistra siamo noi" - P.Grasso, Liberi & Uguali
------------

In conclusione...


"La sinistra ama talmente i poveri che ogni volta che va al potere li aumenta di numero" - Indro Montanelli

Zampano . Commentatore certificato 23.02.18 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Per uno che dice "fatte le riforme"
e poi in realtà scopri che ti ha dato 80 euro.....
per uno che dice "abbiamo aumentato il lavoro"
e poi scopri che quasi la totalita' dei nuovi lavoratori sono precari...........
per uno che dice "fatto uscire dalla crisi"
e poi scopri che l'Italia è all'ultimo posto come crescita, per i Paesi in Europa......e meno male che sono pochi........
per uno che dice tante cose, che ha studiato poco, ma imparato a parlare bene,
e a mentire meglio..........

fabio S., roma Commentatore certificato 22.02.18 21:42| 
 |
Rispondi al commento

Ma Renzie...ma gli italiani...sanno che l'importo della carta rei è praticamente un'elemosina? Io,come single disoccupato, dovrei percepire circa 190 € mensili. Loro signori hanno mai provato a vivere con 190 € al mese,quando solo un affitto ne costa minimo 300 ? E gli altri 110 € dove li vado a prendere se non trovo lavoro (e lo cerco ogni giorno, o via internet o portando direttamente curriculum alle ditte). E sto parlando solo di soldi che servono x l'affitto. Poi...le bollette? E ...mangiare? In più, una mia cara amica, separata, disoccupata, con figlia minore, percepisce (si fa x dire) 240 € al mese. (altra cifra che può senz'altro permettere spese pazze). Ma il bello è che la ricarica di questa card,che deve avvenire ogni 2 mesi,porta sempre dei ritardi assurdi(lei ha ovviamente esaurito il credito ben prima della scadenza dei 2 mesi, mentre il successivo importo è in ritardo già di 30 giorni). È questo l'aiuto del Paese ai suoi cittadini in difficoltà?

Adamo Francia 22.02.18 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Per avere ancora qualche chance di restare in politica e contare qualcosa con tutto il suo giglio magico massone/mafioso, un piccolo consiglio al pid-nocchio Renzi:

-DIMETTITI DAL PD e prostituisciti con la tua banda boschi-ana al tuo grande magna(ccia)te e padrone adottivo: la mummia puzzolente silvio e la sua FI!
Lui prende tutti i delinquenti/massoni/mafiosi e voltagabbana/fuorusciti/cacciati dagli onesti della politica italiana!
Oramai il nanetto è alla fine ma, con la tua spintarella e furberia di pidocchiosa e provata disonestà e servilismo, riusciresti a prendere il suo posto che,per le tante affinità fra voi (VIGLIACCHERIA,SPOCCHIOSITA',ARROGANZA ecc..), ti spetterebbe di diritto,brunetta permettendo!
Dai ronzino (pardon renzino) prendi questa saggia decisione o altrimenti togliti FOREVER (PER SEMPRE) dai cog..oni, anche perchè tutti i tuoi ex-padri/padroni PD/DC (de Benedetti-prodi -Napolitano-Fassino-ecc...) ti hanno SCARICATO e GETTATO in pasto alle iene e topi di fogna di FI!
Fusse che fusse la vorta bbona!

peppino russo, mola di bari Commentatore certificato 22.02.18 14:42| 
 |
Rispondi al commento

lo sappiamo tutti che se il pd ti da un reddito è solo per comprare il tuo voto

stefano vercesi 22.02.18 14:13| 
 |
Rispondi al commento

renzi è ovviamente falso, come il suo maestro berlusca.

max 22.02.18 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Il bomba che dice una ca22ata? E dov'è la notizia?

Luca P. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 22.02.18 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Girare a piedi per la mia città è sempre stato il mio hobby...ebbene in questi giorni ci dovrebbe essere un certo traffico elettorale,invece niente!
Mi spiego meglio,sedi di partito,le poche rimaste,vuote.
Locali per propaganda liste civiche che nascevano come funghi,per fare propaganda al tale che sovrastava con faccioni assicuranti i cittadini nei manifesti,niente.
Auto noleggiate con tanto di altoparlanti per vendere il "prodotto",niente.
Le uniche sedi,sparite quelle della DC,inesistenti quelle dei nuovi partiti(LU,Europa,Insieme,con te,con me,con nessuno,pensionati statali,pensionati artigiani,vedove,separati,conviventi..ecc.ecc.) dicevo uniche sedi esistenti quelle del PD e Fi: chiuse!
Incontri qualcuno che fa volantinaggio e che non se lo frega nessuno.
Insomma una campagna elettorale imperniata solo sulla TV...quindi un consiglio...spegnetela!
Buon voto a tutti!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 22.02.18 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Spopola su tutte le TV (dové la"par condicio" tanto sbandierata in epoca berlusconiana?!!), questa sua presenza imposta ed incombente, farcita di promesse che non saranno mai mantenute (vedi le precedenti!!!) fa scappare me, tanti cittadini e fin'anco i suoi elettori!! bene proseguite e mostratecelo in tutta la sua pochezza !!!
Voterò M5S con più convinzione.

BRUNO FERRARI 22.02.18 11:33| 
 |
Rispondi al commento

A casa .....ma non era già andato a casa questo qua qua quara qua

Roberto Dimitrov 22.02.18 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Più che un racconta balle è...falso seriale!
Secondo nome ...pinocchio!
Ma la fata turchina....(er nano)...non è ancora arrivata...aspettiamo il 5 marzo!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 22.02.18 10:55| 
 |
Rispondi al commento

per nulla già da piccolo lo chiamavano il "BOMBA"!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 22.02.18 10:51| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori