Il Blog delle Stelle
La cultura al centro della Rete

La cultura al centro della Rete

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 35

Daniela Tisi, Direttrice della rete museale dei Sibillini, si è occupata della messa in sicurezza del patrimonio dei musei colpiti dal sisma. Ha siglato un protocollo di intesa con Osimo e i Comuni dell’area del cratere che ha avuto anche il riconoscimento al valore del Presidente della Repubblica Mattarella. Candidata uninominale del MoVimento 5 Stelle per la Camera dei Deputati nel Collegio di Macerata.

Con la Rete Museale dei Sibillini abbiamo dimostrato che siamo capaci di grandi progetti: siamo andati "oltre il campanile" e abbiamo messo in rete 20 musei in dieci comuni tra le province di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata. Abbiamo mostrato come dall'arte e nell'arte si possa trovare un fare cooperativo che da sempre caratterizza la nostra regione e l'Italia in genere. I Musei non sono dei semplici spazi di tutela e di conservazione ma molto di più: sono dei veri e propri presidi territoriali in cui la comunità si riconosce e partecipa.

È per questo che ho aderito con convinzione al manifesto Culture Action Europe
, poiché credo che la cultura debba essere al centro del dibattito e delle decisioni pubbliche, così come ben dichiarato nel programma politico del Movimento 5 Stelle, in cui si evidenzia la necessità di effettuare investimenti nell'intero settore dei beni culturali, con un incremento di spesa di almeno l'1% rispetto al PIL.

Occorre sostenere e promuovere iniziative che prevedano la messa in rete dei servizi culturali e che impieghino delle figure professionali qualificate e riconosciute, che possano garantire il raggiungimento di elevati standard qualitativi. Per la regione Marche in particolare, questa sarà una scelta strategica che porterà il settore dei beni culturali al vertice di una strategia di crescita, creando opportunità e occupazione.

SOSTIENI IL RALLY PER ANDARE AL GOVERNO CON UNA DONAZIONE:

scopriprogramma.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

26 Feb 2018, 09:35 | Scrivi | Commenti (35) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 35


Tags: beni culturali, cultura, daniela tisi, musei, rete

Commenti

 

alla faccia di quel cafone prezzolato di sgarbi

Maria P., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 26.02.18 14:21| 
 |
Rispondi al commento

HA HA HA
Giornalisti idioti.
Pure per la neve ha colpa la Raggi (!!) :-)

https://www.msn.com/it-it/intrattenimento/notizie/neve-a-roma-le-foto-della-nevicata-sulla-capitale-ma-virginia-raggi-è-allestero-ecco-dove-sta-il-sindaco-di-roma/ss-BBJAYzE?ocid=spartanntp

ma non si rendono conto che si ridcolizzano da sè e che poi nessuno li legge più?
ma è così tanta la paura che hanno del M5S? 8-o

Gianluca S., Prato Commentatore certificato 26.02.18 12:29| 
 |
Rispondi al commento

L’INUTILITA’ DI VOLERE RENDERE “COSCIENTI” I POPOLI E DI DEMONIZZARNE LA STRUMENTALIZZAZIONE

E’ ormai dimostrato che Il nostro cervello sembra "sapere" che vogliamo compiere una certa azione con un anticipo di circa mezzo secondo. La consapevolezza è dunque in ritardo su una parte del nostro cervello e quindi la convinzione di aver deciso liberamente e autonomamente di compiere una certa azione sembra configurarsi come un’illusione.
Se si batte un dito sul tavolo si ha la percezione dell’evento come se accadesse in “tempo reale”. Soggettivamente, cioè, si sente il tocco nello stesso momento in cui il dito entra in contatto con il tavolo. Ma i risultati sperimentali di Libet, conducono con ogni evidenza a una scoperta sorprendente, direttamente contrapposta alla nostra personale intuizione e percezione: il cervello ha bisogno di un periodo relativamente lungo – fino a circa mezzo secondo – per attivarsi in modo appropriato e indurre la consapevolezza dell’evento! L’esperienza cosciente o la consapevolezza del dito che tocca il tavolo appare così solo dopo che le attività cerebrali si sono attivate per produrne la consapevolezza.
Secondo Libet la grande maggioranza degli impulsi sensoriali rimane inconscia perché non sviluppa nel cervello una durata sufficientemente lunga di attività neurali appropriate.
Dunque il cervello sembra iniziare i propri processi circa 550 msec prima dell’atto
‘liberamente volontario’.
Questi esperimenti hanno una risonanza fondamentale per le implicazioni che portano alla questione del libero arbitrio.
Detto molto semplicemente le aree del cervello preposte al movimento del dito si attivano circa mezzo secondo prima che l’ordine cosciente venga dato! Questa è una cosa davvero sorprendente, perché è naturale pensare che il movimento sia una CONSEGUENZA dell’ordine, e dunque che le aree in questione si debbano attivare DOPO che esso viene dato.

Continua sotto


La cultura al centro della Rete è un bel titolo e stranamente vedo pochi commenti: 13. Ma scherziamo? E dove è la "base"? Sappiate che il problema dell'Italia è culturale. La faccenda economica va bene, ma non è tutto ed è una faccenda a valle. A monte c'è la cultura che dovrebbe essere al centro. Credete che la situazione attuale sarebbe possibile con un paese meno rimbecillito dalle televisioni? La RAI dovrebbe trasmettere SOLO cultura e realmente essendo televisione ciò è un argomento delicato. La televisione è l'asssassinio del pensiero libero.

Felice L., estero Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.02.18 12:16| 
 |
Rispondi al commento

presidenzialismo? qualcuno vuole accentrare il potere su di sè e trasformare l'italia
in un sultanato?

dico la mia 26.02.18 12:15| 
 |
Rispondi al commento

"L'umanità è una mandria di esseri che devono essere governati con la frode, con l'inganno e con lo spettacolo." Edmund Burke
Purtroppo la descrizione ben si adatta agli italiani che si sono lasciati governare da un signore condannato per frode fiscale, che ha promesso molto senza mai fare nulla salvo gli interessi propri, che ha dato in pasto ad un pubblico acclamante un servizio televisivo privo di ogni aspetto pedagogico, culturale, informativo, intellettualmente onesto e libero, che ha reso la politica puro spettacolo propagandistico minimamente influente sulla realtà e pertanto incapace di qualunque azione concreta atta al cambiamento o anche solo alla semplice risoluzione di problemi. Nonostante ciò ancora è presente sulla scena politica, interlocutore impresentabile e pur ascoltato e votato. A tutti coloro che pensano di astenersi alle prossime elezioni va ricordato che non saranno solo complici di una mancata occasione di cambiamento e crescita del paese, ma saranno ancora più colpevoli perché pur consapevoli , a differenza di chi vota una tale mostruosità per interesse o ignoranza, del baratro in cui rischiamo di finire, avranno scelto di non agire. Scelta legittima ma carica di responsabilità.
"L'unica cosa che serve perché il male trionfi, è che gli uomini buoni non facciano nulla." Edmund Burke.
Non ci sono più scuse per nessuno e ognuno si dovrà fare carico delle proprie decisioni. Io comunque temo gli italiani


Alessandro Di Battista da Lucia Annunziata«Non è scontato dare l’incarico di governo a chi vince le elezioni? Allora mi sta dicendo che non c’è democrazia in questo Paese?».
Di Battista fa la figura dell'incompetente; esempio: la DC nel 1979 aveva il 38,80 ( altro che il M5S che se arriverà al 31% ci sarà da ubriacarsi ) https://it.wikipedia.org/wiki/Elezioni_politiche_italiane_del_1979 dei voti, e presidente del consiglio fu, ANCHE, Spadolini, PRI, col 3,03 dei voti.
E NESSUNO dice che l'Italia del 1979 non era democratica. Tutti andavano in parlamento, non c'erano sbarramenti, il voto era tutto proporzionale.
Madre mia, che incompetenza da chi deve governarmi. Almeno io sono solo uno che ha la terza media....

Il problema è la ns costituzione, che il M5S ha sempre detto che è bellissima, figa, e con grandi padri.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 26.02.18 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I Sibillini sono meravigliosi, vi invito ad andarci in primavera.

Alessia 26.02.18 11:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi il TG5 ..."problemi per la neve" a Roma con tanto di interviste...colpa della Raggi che è "assente".... bastardi!
Altra puntata anche Torino.... e te pareva!
Si ma ce lo ricorderemo,tranquilli leccaculisti!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 26.02.18 11:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

leggo che l'europa e' li' che trama per spolparci completamente.

si e' partiti dalle critiche il piu' delle volte assurde, come ad esempio quella sull'euro "tedesco", in realta' l'euro e' stato fatto sul dollaro per favorire i rapporti commerciali col resto del mondo, e neanche tanto lentamente, si e' arrivati a immaginare un'europa che vuole la nostra devastazione.

senza considerare una cosa: se l'europa (in particolare i paesi del nord europa sono accusati di questo) avesse voluto "divorarci", sarebbe stato semplicissimo per loro, bastava non farci entrare nella zona euro, e noi saremmo falliti gia' verso la fine degli anni '90, e gli stati esteri avrebbero potuto fare shopping con i nostri beni gia' da allora.

perche' il debito pubblico italiano era gia' insostenibile allora, essendo li'li' per superare la soglia del 125%, soglia che a detta di tutti gli economisti e amnbienti finanziari nostrani e stranieri, avrebbe portato il debito pubblico a essere ingestibile, cioe' con l'impossibilita' di pagarne gli interessi, e quindi ci sarebbe stato il fallimento.

invece siamo entrati nella zona euro, e come primo vantaggio gli interessi sul debito sono crollati da cifre ormai fuori portata al 2%.

strana mossa per un gruppo di paesi che vogliono spolpare un'altra nazione, quella di farla entrare in un consesso economico di maggior solidita' e sano, e di fatto quindi salvarla. bastava lasciare che le cose avessero fatto il loro corso, e l'italia sarebbe stata gia' loro.

oltretutto, condividendo con l'italia la stessa moneta, se l'italia fallisce ci sarebbero contraccolpi enormi per tutta la zona euro, perche' l'italia fa parte di quei paesi cosiddetti "troppo grandi per poter fallire". l'italia non e' la grecia, che anche se mezzo scoppiata comunque si puo' tenere per i capelli. se l'italia salta, salta tutta la zona euro.
o in europa sono unni selvaggi assatanati idioti e incapaci, oppure girano tante cazzate (negative) sul suo conto.

carlo 26.02.18 11:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un amico questa mattina mi ha detto: stiamo a vedere sulla 5 i tre Di Maio ,il Nano,e il seghista!
Ditemi che non è vero!Se è vero chi ci rimette sarà il nostro Gigino!
Riesumare coloro che ci hanno distrutto? No non è possibile!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 26.02.18 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Niente laurea in legge, la sindaca Pd smascherata

Santa Luce, dagli anni ’90 falsifica il curriculum con il titolo accademico. Giamila Carli rimette il suo mandato politico ma non lascia la carica di sindaca

SANTA LUCE. Una sola falsa dichiarazione. Ma replicata per anni. Ad ogni nuovo incarico pubblico. Nero su bianco, tutte le volte Giamila Carli, attuale sindaca di Santa Luce, arricchisce il suo curriculum vitae di un titolo accademico mai conseguito. “Laurea in Giurisprudenza”, si legge. Senza alcuna indicazione dell’anno in cui avrebbe indossato la corona di alloro e dell’università frequentata. Dagli anni Novanta per tutti è una dottoressa in Legge. Quel falso titolo di studio lo si trova nella sezione dedicata alla trasparenza del Comune di Santa Luce come in quella della Provincia di Pisa, dove siede nell’assemblea dei sindaci.

***********

Immaginate questa storia spostata sul M5S.......

Patty Ghera 26.02.18 10:29| 
 |
Rispondi al commento

NEL FUTURO DEL PARLAMENTO CI SARA' POSTO PER TUTTI

Il partito della tartaruga di estrema destra per la prima volta in tutti i collegi, dal “Venerabile” della P2 al l'esponente del clan. Una truppa di parlamentari, più coatti da strada e pericolosi lumpen.

Centrodestra sceglie i suoi fedelissimi e non manca, l'ormai classica carica di indagati , imputati e condannati o i loro figli, ripropone pericolosamente il modello Sicilia per elezione nazionale.

Tutti pronti a portare istanze e metodi tipici di totale ignoranza fra le mura di Montecitorio e Palazzo Madama.

LA DEMOCRAZIA RISCHIA DI NON FUNZIONARE SE CONFERISCE RESPONSABILITÀ DI COMANDO A PERSONE PALESEMENTE IGNORATI.

Shahab Shirakbari 26.02.18 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Dieci minuti fa, il Ministro Franceschini intervistato sulla sette, si "autoproclamava" il salvatore dei beni culturali italiano.Dopo avere (senza contraddittorio) snocciolato una serie di dati trionfalistici,"avvisava" gli italiani di "non votare" gli incompetenti (sic), i fascisti e tutti coloro che non sono in grado(salvo loro) di gestire il patrimonio artistico italiano,per non vedere irrimediabilmente distrutto il suo immane lavoro.

Canzio R. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 26.02.18 10:16| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori