Il Blog delle Stelle
Il lavoro secondo Adriano Olivetti

Il lavoro secondo Adriano Olivetti

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 14

Pubblichiamo questo testo per ricordare Adriano Olivetti, morto esattamente 58 anni fa.

di Adriano Olivetti (Ivrea, 11 aprile 1901 – Aigle, 27 febbraio 1960)

Tutta la mia vita e la mia opera testimoniano anche – io lo spero – la fedeltà a un ammonimento severo che mio padre quando incominciai il mio lavoro ebbe a farmi: “ricordati – mi disse – che la disoccupazione è la malattia mortale della società moderna; perciò ti affido una consegna: tu devi lottare con ogni mezzo affinché gli operai di questa fabbrica non abbiano da subire il tragico peso dell’ozio forzato, della miseria avvilente che si accompagna alla perdita del lavoro”. E il lavoro dovrebbe essere una grande gioia ed è ancora per molti tormento, tormento di non averlo, tormento di fare un lavoro che non serva e non giovi a un nobile scopo. L’uomo primitivo era nudo sulla terra, tra i sassi, le foreste e gli acquitrini, senza utensili, senza macchine. Il lavoro solo ha trasformato il mondo e siamo alla vigilia di una trasformazione definitiva.


SOSTIENI IL RALLY PER ANDARE AL GOVERNO CON UNA DONAZIONE:

scopriprogramma.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

27 Feb 2018, 15:43 | Scrivi | Commenti (14) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 14


Tags: 27 febbraio, adriano olivetti, ivrea, lavoro

Commenti

 

De Benedetti
il giorno che ti sbatteranno in galera lo segnerò sul calendario e farò di quel giorno una festa nazionale...

Zampano . Commentatore certificato 02.03.18 08:59| 
 |
Rispondi al commento

Un accordo quadro ‘a trazione metalmeccanica’ per tutta l’industria. https://sindacatounaltracosa.org/2018/02/28/un-accordo-quadro-a-trazione-metalmeccanica-per-tutta-lindustria/

Sabrina p. 28.02.18 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Intanto oggi è stata firmata un intesa tra sindacati confederali e confindustria per salvare i sindacati dal pericolo che gli vengono tolti i soldi degli enti bilaterali. Vanno scoperti questi buffoni. Vergogna

Sabrina p. 28.02.18 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Olivetti era evidentemente un uomo di grande spessore morale ed ha fatto grandi cose. Credo pero che il futuro dobbiamo veramente inventarcelo. Ho visto un video sul blog di beppe che in germania stanno immaginando di dare mille euro a ciascun cittadino che puo anche non lavorare, oppure trovarsi un lavoro che gli piace e sommarlo ai mille euro.
Fantascienza? Non è giusto? Dobbiamo anche noi fare uno sforzo intellettuale perche i posti di lavoro che c'erano non ci saranno più.
I vantaggi sarebbero: eliminazione della povertà, non ricattabilita della gente ad accettare qualsiasi cosa pur di sopravvivere quindi maggior tranquillità sociale e, non ultimo, continueremmo ad essere consumatori e quindi far girare l'economia. Dobbiamo cominciare a pensarci anche noi, soprattutto perché siamo messi molto peggio dei tedeschi.

Andrea L., Venezia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 28.02.18 13:44| 
 |
Rispondi al commento

De Benedetti ha distrutto centinaia di famiglie chiudendo anni fa l'Olivetti nella città di Crema.Tanti padri di famiglia ridotti a cercare lavoro;e dire che il Sig. Olivetti aveva fatto costruire di fronte alla fabbrica un bel villaggio di abitazioni destinate ai suoi dipendenti! Queste abitazioni sono tutt'ora lasciate al degrado al punto che i cremaschi hanno soprannominato quel quartiere il ""Bronx"" di Crema. L'unica nota positiva è che la fabbrica Olivetti è stata acquisita dall'Università statale di Milano e lì si studia Informatica.

Adelaide C., Crema Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 28.02.18 09:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la sua macchina da scrivere era la migliore al mondo. conoscendo il proprio lavoro, essendo capaci e agendo come imprenditore nel modo giusto, non si puo' che arrivare a risultati eccezionali, come olivetti era arrivato.

anni fa lavoravo per un'azienda di cosmetici vicino alla mia citta'. era famosa e il suo marchio era tra i piu' importanti al mondo, nel suo campo.

dalla mia postazione vedevo il giardino che circondava la fabrica, e c'era una piscina, bella, 25 metri, interrata, pero' evidentemente lasciata andare, con l'acqua sporca e piena di sterpaglie e altro.

chiedo a un tipo che lavorava li' da tanto tempo se quella fosse la piscina del padrone della fabbrica. mi rispose che quella piscina l'imprenditore l'aveva fatta costruire per i dipendenti, che durante gli orari di sosta potevano usarla.

poi pero', il padrone della fabbrica era andato in pensione lasciando l'azienda nelle mani del figlio, che se ne fregava. e sia la piscina che l'azienda stessa stavano andando a rotoli.

dopo qualche tempo, ormai non lavoravo piu' li', seppi che l'azienda era stata venduta ai cinesi, e poi piano piano questa e' sparita insieme al suo marchio una volta famoso.

altri tempi, altri imprenditori.

carlo 27.02.18 23:19| 
 |
Rispondi al commento

il mondo credo si migliori con la cultura dell'uomo....
il lavoro ne è un'espressione, riflesso della propria cultura, che lo rende vivo, curioso, alla ricerca del lavoro migliore, utile....
uno dei mezzi migliori per rendere una persona felice delle proprie capacita!
L'Ing.Olivetti ,aveva il senso e lo spirito del lavoro, inteso verso la soddisfazione dell'uomo....
aveva un grande pregio!

fabio S., roma Commentatore certificato 27.02.18 23:17| 
 |
Rispondi al commento

Quando si parla della Olivetti,sembra di parlare di "preistoria industriale",ma era ieri.Il rapporto esistente, padrone/dipendente era quello che dovrebbe essere considerato normale anche oggi. Adesso per i De Benedetti, i Bilderberg, i piddini cazzari,i banchieri e via dicendo,questo modo di interagire era una mostruosità,gli operai "devono morire".Al massimo valgono,come per il piddino,mauro laus(candidato onorevole) della lega coop, quattro euro all'ora e chi chi si azzarda a protestare viene cacciato,metodo Olivetti? ...pardon, brevetto pd.

Canzio R. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 27.02.18 19:22| 
 |
Rispondi al commento

La disoccupazione forzata e prolungata è un isolamento sociale che cambia radicalmente i comportamenti sociali delle persone. Lo stato dovrebbe preoccuparsi più dei cittadini in queste condizioni che dei ministeri

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.02.18 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Se una persona impegna dalle 6/10 ore della sua vita al giorno, insieme ad altri, per anni, in attività industriali o in azienda, di qualsiasi settore, è riduttivo dire che basta avere uno stipendio. Ci sono altre energie e motivazione che bisogna considerare. Se un'azienda la guardiamo in un contesto sociale e locale tutto acquista un significato diverso, si diventa parte del tutto, onori e sconfitte. Ognuno ha le sue responsabilità, dal titolare al giardiniere.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.02.18 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo, di persone cosi illuminate, ne nascono troppo raramente.

Poi, arrivano i vari Romiti, De Benedetti, Passera, Colaninno e cosi via e distruggono tutto ciò che è stato costruito con decenni di sudore e fatica.

Vincenzo C., Strambino Commentatore certificato 27.02.18 18:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'idea di Adriano Olivetti di far partecipare i dipendenti alle sorti dell'azienda e' da riproporre senza titubanze. Le sorti dei dipendenti legate a quelle aziendali. Un nuovo mondo.

Roberto Maccione Commentatore certificato 27.02.18 18:01| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori