Il Blog delle Stelle
Gli editori che fanno politica e non informazione

Gli editori che fanno politica e non informazione

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 16

di Alessandro Di Battista

Polemiche, ricerca dell’errore, del caso sul quale scrivere titoloni utili solo ad alimentare le loro vuote invettive. Contenuti: zero. Sembra che a gran parte della stampa interessi solo gettare fumo negli occhi dei cittadini e fango sul MoVimento 5 Stelle.

Manca un mese alle elezioni, ma di idee, progetti, soluzioni agli “opinionisti della TV” non interessa nulla. In pochi mi chiedono cosa abbiamo intenzione di fare per contrastare la povertà, per combattere mafia e corruzione, per rilanciare le imprese e in tanti dicono che noi siamo rabbia e non abbiamo idee. Ma fateci una domanda seria!

Io sono in tour, sto girando l’Italia e neppure sono candidato. È una cosa nuova, non credete? È una conferma del fatto che credo fermamente nel nostro programma, eppure, ogni volta che scendo dal camper, telecamere e microfoni si avvicinano per chiedermi un’opinione su una polemica inventata ad arte. Un parere su una presunta gaffe, su una parola sbagliata. Diamine, io non sono mica un opinionista. Sono un parlamentare uscente che sta combattendo per un Paese migliore. E soprattutto i cittadini e le loro esigenza che fine fanno? Perché non gli interessano?

Ho deciso di non rispondere più e di spezzare questo giochino: vado oltre, volo alto, risponderò parlando del nostro programma, della voglia che ho di incontrare e ascoltare il mio Paese. Solo questo farò.

Decine di giornalisti vengono sguinzagliati per spulciare i curricula dei nostri candidati, le loro pagine Facebook, tutti alla ricerca di una “stronzata” scritta magari 4 anni fa. Ma dei reati commessi l’anno scorso dai candidati degli altri partiti politici non c’è praticamente traccia.

La nostra è l'unica forza politica che candida soltanto incensurati, in un Paese minimamente normale i giornalisti dovrebbero andare dai Renzi, dai Salvini, dai Berlusconi a domandargli: “perché non fate come il MoVimento 5 Stelle?”. La verità è che ci sono editori schierati che non pensano alla libertà di informazione, fanno politica, punto. Si candidino allora, si mettano in gioco i De Benedetti e i Caltagirone, gettino la maschera al posto di difendere con i loro giornali i partiti o i politici che controllano! Sarebbe più onesto. E invece nulla, continuano a praticare disonestà intellettuale.

Io preferisco camminare a testa alta, scelgo l’impegno e la piazza, scelgo la Politica con la P maiuscola. Ognuno faccia la propria scelta!

SOSTIENI IL RALLY PER ANDARE AL GOVERNO CON UNA DONAZIONE:

scopriprogramma.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

5 Feb 2018, 09:49 | Scrivi | Commenti (16) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 16


Tags: caltagirone, de benedetti, di battista, editori, giornali, giornalisti, m5s

Commenti

 

Il problema non è "l'indecisione nel fare il governo". E' che se M5S entra al governo, fa piazza pulita dei vitalizi, rende chiara a tutti l'esatta situazione del paese, toglie gli sprechi, rompe le amiciziette e fa scelte solo a favore dei cittadini perché solo a loro si riferisce, e li RAPPRESENTA, non li vuole manovrare come il PD. Pane al pane, fa una paura fottuta a tutti gli altri... M5S non avrà mai vita facile, in nessuna situazione, perché ha nel DNA il "dare fastidio". Fin quando sarà sgradevole sarà sano e pulito.

bito 23.03.18 00:10| 
 |
Rispondi al commento

M5S ha massacrato il PD per anni con insulti di ogni tipo. Dando prova di maleducazione, protervia, arroganza insostenibili per un partito politico. Di Maio, Di Battista, assieme al loro campetto genovese, hanno pronunciato discorsi denigranti politicamente il PD, ma anche altre forze politiche: praticamente proponendosi presuntuosamente come unica e sola_ forza politica in grado di governare il paese. Bene. Il popolo, specie il sud li ha votati, magari grazie alle balorda promesse. Ora governano. Come? C...zi loro. Se non ce la faranno lo dicano ai loro ingenui elettori. E la prossima volte ci penseremo due volte prima di rivotarli di nuovo.

Jacob 11.03.18 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Si vota scegliendo il meno peggio!!! Quindi non si deve cadere nel tranello dei nidi gratuiti, perché il problema della natalità in Italia non é dovuto alla questione di dove allocare i propri pargoli sotto i tre anni! l'Italia ha bisogno di una riforma culturale prima di tutto; che riporti la donna-madre al centro delle politiche socio-economiche. Perché invece di proporre delle strutture che non potranno mai rispondere alle esigenze specifiche di un età così delicata, non pensiamo di aiutare le famiglie a investire il proprio tempo, competenze, conoscenze con i loro figli. Promuoviamo il part-time vero, economicamente sostenibile, promuoviamo il telelavoro, diamo dei reali sostegni economici alle famiglie. Premiamo chi investe nel futuro, premiamo chi crede nella famiglia non come status symbol, ma come vera forza del cambiamento e del miglioramento.
In prima linea dovremmo metterci noi donne, perché essere madre non sia più una dicotomia fra la scelta della carriera o la scelta responsabile di curare ed educare. I servizi educativi hanno i loro limiti smettiamola di considerarli la soluzione allo svuotamento delle piazze,la scomparsa dei luoghi ritrovo di gioco libero, all'annientamento delle relazioni "vere e spontanee". Ripensiamola questa società italiana che deve riportare la famiglia con figli al centro del suo nucleo culturale e per fare ciò bisogno dare nuovo valore alla figura della donna. Donna che deve poter essere libera di scegliere e quindi sostenuta anche economicamente dalle Istituzioni se vuole non delegare il proprio ruolo educativo. Fare un figlio é più semplice di essere madre o padre per una vita, e dispiace che si possa pensare che realizzare delle forti fondamenta umane possa essere affidato al mondo del professionismo . Piuttosto bisogna investire sulla ricchezza della cultura familiare, perché è una biodiversità che consente di allevare un'umanità più equilibrata e sana.
Dopo il voto meditato, continuano a pensare che siamo noi cittadini

Marta 04.03.18 00:54| 
 |
Rispondi al commento

Basta guardare con quale evidenza hanno pubblicato (corriere.it) che l’autore del post su Facebook con l’immagine della Boldrini sgozzata si sente vicino al M5S. Se si fosse chiato di destra o di sinistra non lo avrebbero sottolineato. Ma che informazione è?!?!?

Mirco Pezzotta, Bosisio Parini Commentatore certificato 05.02.18 22:03| 
 |
Rispondi al commento

Sarà faticoso, difficile, stressante, ma quando l'obiettivo comprende il bene del popolo italiano cosi' defraudato dalla politica devastante che ha messo a rischio qualunque risorsa vale la pena darsi da fare e mettere tutto l'impegno possibile. Bravo Di Battista ... siamo tutti con te, noi vogliamo gente migliore per un futuro possibile. Grazie

Lara Franceschi 05.02.18 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Parole sante !!! Diba aspetteremo tutti il tuo grande ritorno per il secondo mandato, sperando che quando lo farai saranno passati i primi 5 anni di governo 5 stelle e che il tuo piccolo e la tua moglie ci concedano di dividerti fra loro ed il paese. Abbiamo ed avremo bisogno di gladiatori come te. GRAZIE !!!

Antonio.PG 05.02.18 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Ma caro mio, TUTTA la loro vita e carriera economica si è sempre basata sulla disonestà intellettuale, perché dovrebbero cambiare proprio adesso? Al contrario, loro fanno ingaggiare migliaia di aspiranti "giornalisti" tra virgolette a dire bugie, a cercare di cogliere in fallo su un equivoco, un gioco di parole, un'ingenuità, o magari una dimenticanza gli unici Onesti del panorama politico: i portavoce del MoVimento 5 Stelle.

Dar T., dartes Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 05.02.18 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Un caloroso appello a BEPPE GRILLO:
" CI MANCHI " come un papà manca ai figlioli!
"Fatti sentire e fatti vedere sul blogdellestelle"
Speriamo che te la stia passando bene con la famiglia e che durante questa pausa le tue batterie si siano ricaricate per aiutare i bravissimi Di Maio, Di Battista e tutto il tuo M5* a sconfiggere i "MALI" cronici e deleteri del nostro paese che finirebbero di distruggerlo con tutti gli italiani onesti:
Il "TRIO DE LA MUERTE ITALIANA":
BERLUSCONI,RENZI,SALVINI!
Il 4 marzo è vicino con la speranza che il 5 marzo si possa festeggiare la grande vittoria del MOVIMENTO 5 STELLE e la salvezza dell'italia dai partiti massonici e mafiosi PD/DC-FI/lega e gambette varie di verdini,ecc.. Se tutti loro(i mali), con tutte le cupole,caste,cosche non ti vedono e sentono, diranno che stai tramando dietro le quinte contro i grillini!!!!!!!

peppino russo, mola di bari Commentatore certificato 05.02.18 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da quando la politica..quella becera, impresentabile, criminale e collusa ha messo radici in ogni dove..anche gli editori per sopravvivere devono fare e fanno politica..La politica proprio..va eliminata, dobbiamo avere uno Stato che si occupi dei servizi primari per i cittadini e che utilizzi i soldi dei contribuenti per questo.In pratica le nostre 5 stelle sono i temi. Quando la realtà di uno stato più etico e migliore sarà tangibile..i media potranno dire quello che vogliono..perché contro la realtà perderanno sempre.

A L., roma Commentatore certificato 05.02.18 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna essere sinceri e non attenuare le responsabilità di ciascuno, compresi operatori di molti organi di informazione. Continuare a dire che 'è inutile che tv e giornali continuino a fare opera di mistificazione, perchè gli italiani sono più intelligenti' purtroppo non è vero: è invece proprio questa azione di disinformazione diffusa che comprime il Movimento ad un 30% e lascia ancora il 40% a PD e Forza Italia: se tutte le tv, in particolare, ponessero la realtà di fronte ai telespettatori, spiegassero la differenza tra i presunti reati commessi in buona fede, senza interesse personale dai sindaci 5stelle nello svolgimento delle loro funzioni e quelli commessi da intrallazzatori professionali di altri partiti; se parlassero nelle proporzioni reali, per il 99% dei problemi complessivi della sanità e per l'1% dell'obbligo o meno dei vaccini anziché viceversa; se parlassero di ogni singolo problema legato ai 14 miliardi di debito di Roma anziché di qualche buca e sacchetto di spazzatura; se parlassero di chi, e come, ha deciso di affrontare concretamente la povertà estrema anziché lasciar passare parole vuote (reddito di inclusione, pura ridenominazione di risorse già esistenti e del tutto insufficienti); ... bene allora il Movimento avrebbe ben oltre il 50% e l'Italia potrebbe cambiare davvero.
Dunque sappiate, voi giornalisti che vi prestate a questa gigantesca opera di inganno, che questo comportamento è pienamente responsabile di come andrà al macero il popolo italiano (in parte ingenuo, ricattabile, suggestionabile, che si affida alle vostre parole) e che tra 20 anni sarà sottoposto al giudizio storico: allora figli o nipoti vi chiederanno quale fu la vostra parte, e di fronte ai loro occhi, sarete colmi di orgoglio o di vergogna. Sta a voi oggi decidere, per voi e per noi, finchè l'Italia è ancora in tempo! Abbiate coraggio, e comprendo ne occorra molto per andare controcorrente, anche contro i propri attuali datori di lavoro, ma in onore ai fondatori!


Ode a voi, cari, carissimi, stracarissimi Leccachiappe Di Regime Cinquantadueini, che state cioè al 52° posto nella Classifica Internazionale Sulla Libertà di Stampa, redatta da Ballist Sans Frontieres! E vi hanno pure promossi…chissà nel 2018 che sorpresona ulteriore! magari vi fanno scalare di altre 25 posizioni! Sai le risate!
Mi spiace, cari Leccachiappe Di Regime, di vedervi impauriti di perdere l'aura di autorevolezza che non avete mai avuto; lo so, temete che alla fine non vi caghi più nessuno. Cosa che sta già avvenendo. Parliamoci chiaro, a chi frega qualcosa della vostra opinione?
A nessuno.
Non gliene frega niente a nessuno.
Qui non c’è in gioco soltanto la pagnotta, fosse solo quello. Qua c’è in gioco la funzione di stampa e televisioni, un intero apparato informativo prono davanti al sistema corrotto. L'apparato però mostra qualche segno di debolezza, si mormora addirittura di una fase di totale sputtanamento ed auto disintegrazione.
Ahia, si mette male.
L’ordine è chiaro, correre subito ai ripari, delegittimando ogni tentativo di buona politica, e buona politica significa una sola cosa in questo momento in Italia: Movimento Cinque Stelle. Siete dei bambini, infantili fino al ridicolo, cari Leccachiappe! A me non pare comunque che gli italiani si bevano quest’ultima vostra bugia, che il Movimento Cinque Stelle sarebbe la madre di tutti i mali italiani. E’ una forma di difesa, puerile, alla quale il vostro sistema, completamente allo sbando, cerca di aggrapparsi, in un disperato tentativo di salvare le terga.
Cari Leccachiappe, vi vedo e vi compiango, ma mi farete sempre ammazzare dalle risate.

Aberto O., BERGAMO Commentatore certificato 05.02.18 12:01| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Grande Ale.
In alto i cuori.
P. S. Mio figlio l ho chiamato come te. ))

Stefano 05.02.18 11:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori