Il Blog delle Stelle
Basta smog: dal 2024 stop auto diesel nel centro di Roma

Basta smog: dal 2024 stop auto diesel nel centro di Roma

Author di Virginia Raggi
Dona
  • 78

di Virginia Raggi

I cambiamenti climatici stanno modificando le nostre abitudini di vita. Le nostre città rischiano di trovarsi di fronte a sfide inattese.

Assistiamo sempre più spesso a fenomeni estremi: siccità per lunghi periodi, come sta avvenendo nel Lazio; precipitazioni che in un giorno possono riversare sul terreno la pioggia di un mese intero; o anche nevicate inusuali a bassa quota come quelle che in questi giorni stanno investendo l'Italia.

Per questo dobbiamo agire velocemente. Insieme alle altre grandi capitali mondiali, Roma ha deciso di impegnarsi in prima linea e a Città del Messico, durante il Convegno C40, ho annunciato che, a partire dal 2024, nel centro della città di Roma sarà vietato l'uso di automobili diesel.

Se vogliamo intervenire seriamente dobbiamo avere il coraggio di adottare misure forti. Bisogna agire sulle cause e non soltanto sugli effetti.

SOSTIENI IL RALLY PER ANDARE AL GOVERNO CON UNA DONAZIONE:

scopriprogramma.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

27 Feb 2018, 13:44 | Scrivi | Commenti (78) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 78


Tags: 2024, automobili, diesel, inquinamento, m5s, raggi, roma

Commenti

 

Cara virginia, io ho votato 5 stelle, non trovo giuste queste dichiarazioni fatte in un momento dove è facile demonizzare una motorizzazione e non il vero inquinamento dato da aerei, tir navi ecc ecc , il problema auto private è solo la punta dell iceberg, in realta se si vuole parlare di auto inquinanti dovremmo parlare di auto vecchie e non di diesel di ultima generazione che hanno meno emissioni di co2 e quasi le stesse emissioni di nox delle benzina.
Voi siete sempre stati per la difesa dei diritti dei cittadini, e quello alla salute è il primo, ma chi come me ha appena preso una auto diesel nuova e fa l operaio come fara? Non cadiamo nella trappola dei grandi industriali che ci vogliono far gettate un propulsore da loro spacciato per ecologico fino a qualche mese fa, ora puntano tutti il dito sul diesel, facile farlo col lato b dei consumatori, le case ci guadagneranno i nuove vendite, e azzerando il valore di auto diesel avranno piu ricavi. Poi le auto elettriche avranno bisogno di ricarica l energia non si crea e non si distrugge quindi per generarla per un uso cosi di massa avremo altre forme di onquinamento industriale, insomma a lei basta che benzina e gasolio si bruci fuori roma per darsi un aria da ecologista? E lw infrastrutture dove sono e i suoi bus a gasolio che fine faranno?
Discorso diverso se si lotasse non contro una " motorizzazione" ma contro la circolazione di auto preistoriche.
qui non siamo contro l ecologia ma contro una politica che difende sempre chi ha i soldi per cambiare auto, lei si sta accodando a un treno sbagliato il diesel non è il male assoluto, oggi si dice viva il diesel ora no e come negli anni 80 90 che si diceva giuatamente che i motori benzina inquinano di pii perche l effetto serra non si combatte con i mid ibrid che fanno due metriba batteria e poi il 90 % delle volte camminano a benzina o diesel , bosh ha la tecnologia per abbattere i nox fino a 10.volte gli attuali valori.

Giovanni 23.06.18 11:43| 
 |
Rispondi al commento

ma facciamo che dal 2024 le uniche auto che si potranno immatricolare in italia saranno o elettriche o ibride..inoltre per la sicurezza stradale visto che non ci sono piu controlli sul territorio perche non facciamo che le auto rispettino automaticamente limiti i di velocità soprattutto nelle aree urbane...con tutta l'elettronica che hanno a bordo ora i veicoli credo sarebbe abbastanza semplice mettere un radar che intercetti i segnali passivi della segnaletica limitando la velocità

Ernesto Amatucci 07.03.18 05:11| 
 |
Rispondi al commento

La decisione sui diesel viene giustificata dai cambiamenti climatici quando, come gia scritto qui nei commenti, questa è imputata alle emissioni di CO2. Che nei diesel sono inferiori ai motori a benzina. quindi nella migliore delle ipotesi la decisione ha un effetto contrario a quello che si dichiara di perseguire. Mi chiedo : si prendono le decisioni con ignoranza oppure si conta sulla ignoranza degli interlocutori per raccogliere consensi cavalcando in modo errato temi di moda ? Mi spiace ma mi aspetterei di più da che deve decidere....

euge 03.03.18 13:38| 
 |
Rispondi al commento

BUTTATE GIÙ IL MURO SUL LUNGOMARE DI OSTIA!

il Barone Zazà 02.03.18 02:59| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Luigi Di Maio, vorrei farti notare che l'ambiente è minacciato dai gas serra che le auto diesel emettono in misura assai inferiore alle auto a benzina. Quindi insisto sul fatto che le auto diesel, molto più ecologiche, possono muoversi con olio vegetale e/o con carburanti derivanti da scarti vegetali che si trovano in grande abbondanza un po' dappertutto. Quindi muoviamoci in questa direzione (studiamo i carburanti ecologici) ed arrestiamo le estrazioni del petrolio che, queste si, rappresentano il vero pericolo. Spero di essere ascoltato. Grazie, Penso e Ragiono

luigi dentico 01.03.18 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Cara Virginia se un giorno m5s dicesse dal 2024 Virginia raggi non va bene a Roma proponiamo tizio caio o sempr........ ma veicoli che sostituiscono un autocarro sono ancora pochi e alcuni inesistenti senza parlare degli impianti di rifornimenti pochi lenti e affollati tipo gpl, metano,attacchi elettrici, idrogeno ecc. per rifornire un mezzo bisognerebbe andarci di notte anche perché questo tipo di impianti attualmente non sono self service. Pensaci bisogna prima parlare con l’industria dell’auto , poi con le case petrolifere, e con le banche per avere un prestito immediato . altrimenti ti dai la zappa sui piedi e fermi tutta la catena di distribuzione commerciale nelle zone che vieterai al traffico si è vero si respirerà meglio ma si camperà peggio la cosa deve essere graduale all’offerta che c’è sul mercato ,e come dire da domani si mangiano solo gnentini cià virg.

Alessandro ciccotti 01.03.18 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Grande Virginia, si all'abolizione delle auto a gasolio. L'unica cosa era di partire prima chessò dal 2020 e concedere a chi possiede un'auto a gasolio di max 5-6 anni dei benefits per l'acquisto di una nuova auto. Inoltre il provvedimento è da estendere anche ai camion (dovrebbero essere obbligati a dotarsi di motori a metano) ed ai puzzolenti apecar. Saluti e vai avanti così nonostante le assurde critiche giornaliere che ricevi.

GoldPeppe 01.03.18 12:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA'RENDICONTAZIONE'DELLA 'Rimborsopoli'DEllE Iene di Mediaset (ctd..again!)

14 parlamentari del M5S hanno deluso se stessi,le loro famiglie,i parenti,gli amici e tutto il M5S. Perche'l'abbiamo fatto e'ormai irrilevante:e' qualcosa che si porteranno con loro per il resto della vita.

Eccovi la lista dei versamenti e bonifici mancati:

Parlamentare Imp.Versamento No.di Bonifici

1. 272.000 51
2. 200.000 ?
3. 137.000 ?
4. 81.000 ?
5. 76.000 22
6. 43.000 13
7. 28.000 ?
8. 23.000 ?
9. 21.000 11
10. 20.000 6
11. 19.000 4
12. 13.000 ?
13. 6.000 2
14. 3.500 1

Come si vede,i versamenti mancati vanno dai 3,500 ai 272.000 euro ed i corrispettivi bonifici da 1 a 51!
E'innegabile che i 14 abbiano sbagliato,commesso
un errore, un'aberrazione ma non hanno certamente commesso un reato.Hanno soltanto deluso se stessi e tanti altri.Come essere umani un giorno tutti...
sbaglieremo!'L'unica persona che non ha mai sbagliato...non ha mai fatto niente! Oppure, per dirla alla (San!) Salvini:'Chi non ha peccato scagli la prima pietra'.Non vi potrebbero essere delle circostanze attenuanti, specialmente per quei quattro o cinque in fondo alla lista? Stiamo facendo d'ogni erba un fascio?



Giuseppe Guarriello 28.02.18 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno dovrebbe spiegare ai 'sapientoni' del pd che il Presidente della Repubblica nomina i ministri, ma prima nomina il Presidente del Consiglio.
Ergo, se Di Maio sbaglia, oggi, a presentare la lista dei ministri al pubblico prima che il Presidente li nomini, Allora a maggior ragione, i partiti hanno sbagliato per 25 anni a dichiarare i propri candidati premier prima delle elezioni.
Se vale per i ministri, vale anche per il Primo Ministro!

Zazà

il Barone Zazà 28.02.18 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Come un precedente commento ha fatto osservare, il contributo delle auto , TUTTE, all'inquinamento urbano è molto limitato. Si aggiunga che la sua maggiuor parte NON E ' emessa dai motori, ma sollevata da terra dalle ruote, quindi ANCHE DAI VEICOLI AD EMISSIONI ZERO. Chi si occupa seriamente della materia lo sa dal 1999, anno di pubblicazione degli studi del prof. Hans Peter Lenz, dell'Università di Vienna, recensiti in Italia, da una sola (piccola) testata, e solo nel 2006 ( https://www.automoto.it/eco/polveri-sottili-tutto-quello-che-non-vi-dicono.html ).
I provvedimenti "ambientali" di Virginia Raggi e Chiara Appendino, come la sentenza anti-diesel della Corte Federale tedesca, perciò, SEMBRANO opporsi alle Case Automobilistiche, ma in realtà, stimolando la vendita di nuove automobili, vanno incontro alla loro esigenza di continuare a produrne, di qualsivoglia sistema propulsivo, ancorchè le grandi emissioni di CO2 che i relativi "costi energetici" comportano (30 MILIONI DI TONNELLATE solo per i 2 milioni di nuove auto vendute in Italia nel solo 2017) nuocciano terribilmente al Clima.
L'annuncio della Raggi "Mi preoccupa il Riscaldamento Globale e quindi blocco il traffico delle auto diesel" farebbe perciò ridere se non facesse piangere. I vostri avversari vi accusano soprattutto di "incompetenza", ma sembra che le Sindache di Roma e Torino non si accorgano di dar loro ragione.
E' possibile che domenica io voti ancora per voi, nonostante la delusione Appendino, tanto è lo schifo che mi fanno tutti gli altri, ma certo mi costerà un grosso sforzo.
Leonardo Libero - Torino

Leonardo Libero, TORINO Commentatore certificato 28.02.18 15:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Guardate qua che roba:
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/grillini-do-nascimento-1498882.html
Ma non hanno proprio fondo eh?

Biagio C. Commentatore certificato 28.02.18 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Ma tu non lo sai Virginia che Roma è comunque allo sbando, che la tua
amministrazione è in ogni caso una disgrazia per l'intera popolazione
italiana, che il caso "Spelacchio" è il fatto più grave avvenuto nella
capitale da Marco Claudio Tacito in avanti, e che tu Virginia sei il
peggiore sindaco dell'Eurasia?
Cara Virginia, sei un emblema.
L'operazione di linciaggio mediatico, immotivata e pretestuosa, che si è
scatenata nei tuoi confronti, ha raggiunto livelli talmente patologici che
si è trasformata in materia di studio per sociologi e medici psichiatri.
I Leccachiappe Di Regime con te Virginia hanno superato ogni limite della
decenza, mostrandosi per quello che sono: piccoli uomini meschini e senza
dignità alcuna.
Col paradossale effetto che più sei oggetto di critiche assurde più susciti
simpatia, più si è indotti ad esserti solidali, e maggiormente si consolida
il senso di profondo disprezzo per coloro che ti attaccano.
Virginia, sei il caso Dreyfus italiano del ventunesimo secolo, e la
testimone vivente della marcescenza fascistoide in cui versa la nostra
informazione.
Virginia, sei tutti noi.

Aberto O., BERGAMO Commentatore certificato 28.02.18 09:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sarei stato più drastico, avrei chiuso il traffico anche a quelle a benzina. Solo quelle ad inquinamento zero.Comunque per iniziare va bene anche così.

enricocosimi 28.02.18 08:22| 
 |
Rispondi al commento

Anche altre città europee e mondiali hanno iniziato la politica di eliminazione dei diesel. Solo che lo hanno fatto in modo più graduale sia in termini temporali (parlano del 2030) che di autoveicoli impedendo l'accesso, in maniera progressiva, prima ai veicoli più vecchi e poi ai più recenti. Questo anche per non gravare ulteriormente i cittadini di spese su spese e per un senso di giustizia che, altrimenti, mette tutti sullo stesso piano, anche chi ha affrontato sacrifici per l'acquisto di un nuovo autoveicolo Euro6 e si trova nelle stesse condizioni di un Euro3 con differenze abissali di emissioni.
Fondamentalmente però resta il problema del trasporto in una città che, con l'area metropolitana, diventa enorme costringendo i lavoratori a lunghi spostamenti, il tutto condito da una rete di trasporto pubblico assolutamente insufficiente che invece di migliorare peggiora!
A Parigi vogliono rendere inutile prendere la macchina non vietano e basta. Ho lavorato a Stoccolma e non ho sentito la necessità di avere la macchina per l'efficienza e la capillarità dei mezzi pubblici, passare alla storia sarebbe fare la stessa cosa a Roma e nelle altre grandi città italiane. Prima costruire servizi e poi vietare altrimenti è sempre il popolo che paga.

Massimo Vattani 28.02.18 08:16| 
 |
Rispondi al commento

daje Virginiaaa....
pensa, mo smetto pure io de fumà.....:)
basta smog!!!!

fabio S., roma Commentatore certificato 27.02.18 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Cara Virginia, sei un grande Sindaco.

Permettimi però di osservare che eliminare i diesel non combatte in alcun modo il riscaldamento globale, dato che l'unica differenza tra diesel e benzina è il particolato, mentre i gas serra emessi sono gli stessi identici.

Per combattere il riscaldamento, in Italia ed in special modo a Roma, basterebbe pannellare tutti i tetti delle fabbriche (che sono di solito piatti)e tutti gli edifici pubblci, per poi installare colonnine di ricarica elettrica in tutta la città.
Solo in questo modo potremo fare qualcosa per ridurre i gas serra.

Spero avrai la posibilità di agire anche in questo senso, dopo che avrai ridimensionato il disastro ereditato dai professionisti della politica.

Buon lavoro

Raffaele Casetti 27.02.18 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Le auto secondo recenti studi producono tra un quarto e un quinto dell'inquinamento delle nostre città. Tant'è vero che i blocchi del traffico imposti nei giorni di sforamento dei limiti non servono mai a niente.
Se si vuole davvero ridurre l'inquinamento, prima di accanirsi ulteriormente contro i già esasperati automobilisti sarebbe il caso di agire contro scarichi e ciminiere industriali, impianti di riscaldamento risalenti al dopoguerra, cementificazione selvaggia con conseguente assenza di piante che aiutano a depurare l'aria...

Steven Berton 27.02.18 22:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Wonderful Virginia!!!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 27.02.18 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Nella rubrica "Cittadino cronista" del giornale "La nazione" di Firenze, 7 febbraio 2018 pag. 12 dell'edizione fiorentina, una intera paginata di notizie su buche per le strade e depositi di immondizia a fianco dei cassonetti, con dovizia di foto e dettagli. Pensate che le tv ci apriranno i tg a reti unificate per una settimana? Certo che no, il sindaco non è mica un 5* (e, purtroppo per i fiorentini, si vede. Ma, come dicono da quelle parti, mal voluto non fu mai troppo!).

episto stoppini 27.02.18 21:03| 
 |
Rispondi al commento

Belin, grandissima Virginia in Messico a Women 4 Climate!!! Pensa un po' ci fosse stata un' altra o altro al tuo posto; di questi ultimi intellettuali che hanno governato , o vogliono governare !!!
Probabilmente non capiscono neanche ciò che dici in perfetto inglese!!! Questi che aprono bocca e dicono solo, come diciamo qui in Liguria, musse!!!
Grandissima. Perfetta anche nell'introduzione in spagnolo!!!
Take off, to landing!!! Stiamo arrivando!!!
M5S unica ed ultima speranza
Virginia #1

Giuseppe 27.02.18 20:37| 
 |
Rispondi al commento

DI MAIO SU LA 7

Max Stirner Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 27.02.18 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Raggi ed Appendino... che lusso!

Sempre più belle ed elegante.
Made in Italy.

Grazie di esistere.

gennaro fu 27.02.18 20:15| 
 |
Rispondi al commento

In Germania il Tribunale amministrativo federale di Lipsia ha stabilito che è legale il divieto di circolazione per i veicoli diesel imposto per motivi di tutela della qualità dell’aria. E anche Viginia Raggi ha stabilito che dal 2024 anche a Roma saranno vietato le auto con motore diesel nel centro storico. I veicoli privati a diesel sono sempre più attaccati dagli ambientalisti, specie dopo le truffe della Volkswagen, per cui le case automobilistiche (prima Toyota e poi Fca) hanno deciso di smettere di produrle. Il cambio climatico ormai non può essere più negato da nessuno. La Raggi si adegua a quello che Greenpeace chiede anche alle grandi città italiane come Milano, Torino o Palermo. Sono già molte le città europee che si stanno mobilitando per fermare presto i veicoli più inquinanti: un elenco oramai lungo che include Atene, Madrid, Parigi, Copenaghen, Stoccarda, Oslo e altre
La Germania come del resto Italia, Francia, Spagna e Regno Unito, poco più di un mese fa sono stati convocati a Bruxelles per il superamento dei livelli di No2 (tipico delle emissioni dei motori diesel) e Pm10:“la Commissione procederà al passaggio successivo della procedura d’infrazione, ovvero al deferimento alla Corte” dell’Unione europea.
E Milano cosa aspetta?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.02.18 20:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche se non sono ancora elettori il messaggio del M5S è rivolto agli adulti ma principalmente alle generazioni giovanissime. I futuri cittadini Italiani. Bisognerebbe dare un saluto di incoraggiamento e di sicurezza a tutti gli studenti. Il nostro obbligo è preparare un futuro migliore.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.02.18 20:00| 
 |
Rispondi al commento

OT
Gentiloni, invece di giudicar surreale (Ansa) il governo-ombra dei 5Stelle (che gli Italiani auguro facciamo diventare molto reale già dal 5 marzo) pensi al trattato di Caen da lui firmato e a tutte le porcherie che ha fatto il governo renzi di cui era ministro...è ora che 'sta gente vada via....hanno già fatto troppi danni...e ancora pontificano...una vergogna assoluta.
Berlinguer, se fosse vivo, oggi darebbe ragione a un Movimento di cittadini per I cittadini...
Che si vergognino e basta.

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 27.02.18 19:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL CROLLO MENTALE DI BERLUSCONI.
I giornalisti stranieri sono molto meravigliati che nessuno dei media italiani sembri non notare lo stato di confusione mentale di Berlusconi. Recentemente si è vantato di aver portato le pensioni a mille lire al mese, confonde euro con lire e, quando parla del Pil o del debito pubblico, dimentica i miliardi. E' arrivato a dire che, quando era al Governo, ha abolito 411.000 leggi? Ma quando? Ma quali? Le leggi in Italia in tutto sono 150.000. Forse ha abolito tutte le nostre più quelle di qualche altro Stato.
"Eppure- scrive Gavin Jones, corrispondente di Reuters (agenzia di stampa britannica) i media continuano a trattarlo con reverenza e, quando lo intervistano, si guardano bene dal fargli domande sui suoi processi, sulle sue condanne, sul suo conflitto di interessi, sui processi ancora in corso. In Inghilterra non esisterebbe mai che in una campagna elettorale non venisse citato uno a processo per corruzione di testimoni" (e figuriamoci se fosse a busta paga della mafia!).
Dice sempre Gavin Jones: "La campagna elettorale sembra finta. L'idea di fondo è che non vincerò nessuno e troveranno un accordo dopo il voto.La mia impressione è che nessuno abbia mai voluto dargli il colpo di grazia né a sx né a dx. Renzi ha disegnato la legge elettorale insieme a Berlusconi per danneggiare i 5stelle. Ma Berlusconi non è più così popolare. Forza Italia potrebbe prendere il 16%. Dunque il 10% degli elettori. Il che vuol dire che 9 italiani su 10 non votano Berlusconi. Eppure è ancora lì a capo di uno schieramento che potrebbe vincere le elezioni".
..
Io: O forse no, visto che il Pd sembra inchiodato al 22% e potrebbe prendere anche meno. Così che, fra Pd e Fi non farebbero nessuna maggioranza. Per questo Renzi ha cominciato a dire che è risposto a una alleanza che comprende tutti. Tutti, cani e porci, purché siano contro il M5S. Ma che bella democrazia!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.02.18 19:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nelle TV fanno vedere i senza tetto di Roma e Torino, come se nelle altre città il problema non esistesse.

Andate a vedere nella rossa Firenze o Bologna dove i sindaci sono di un altro schieramento politico.....

Patty Ghera 27.02.18 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fatelo sentire al toscanaccio così impara come si fa bella figura all'estero, mi chiedo cosa avrà detto alla Merkel hahahahahahahaha col suo inglese STRAMPALATO.

Gianfranco Reggiani, Roma Commentatore certificato 27.02.18 18:52| 
 |
Rispondi al commento

DOPO 27 ANNI, DA PARTE DEL GOVERNO SI COMINCIA A RICONOSCERE CHE LA TAV IN VALSUSA E' UNA CAGATA PAZZESCA
PERO' SI VA AVANTI LO STESSO...

Così il giudizio di Crozza

https://twitter.com/notav_info/status/968504607688273920

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.02.18 18:40| 
 |
Rispondi al commento

QUESTO IMBECILLE (Roberto 27.02.18 17:21) E' EVIDENTE CHE E' UN PROVOCATORE

Possibile che non capiate che rispondendogli lo eccitate?

Max Stirner Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 27.02.18 18:22| 
 |
Rispondi al commento

ROMA con la neve ha funzionato BENISSIMO e BASTA con queste falsità ormai l'hanno capito pure i sassi che l'invidia vi sta facendo stradire SIETE RIDICOLI E RIPETITIVI godetevi la vita in una CITTA' RINATA LA PIU' BELLA DEL MONDO ...LA CITTA' ETERNA!!!!!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.02.18 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto ancora qualche commento ipercritico. Pero' la dritta via intrapresa dal M5S+ Raggi non puo' essere fermata da qualche delatore. Mi preoccupano molto di piu' le multinazionali.

Roberto Maccione Commentatore certificato 27.02.18 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Avanti Virginia nei Paesi Scandinavi hanno AUMENTATO talmente tanto i COSTI delle macchine diesel e DIMINUITO altrettanto i COSTI delle macchine ibride ed elettriche da INVOGLIARE gli automobilisti a NON ACQUISTARE MACCHINE DIESEL.
L' Importante è COMINCIARE A PREPARARE COLONNINE ELETTRICHE insomma organizzare le basi per le nuove macchine!!!!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.02.18 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo Virginia, avanti così (tra l'altro ho sentito che FCA cesserà a breve di produrre i puzzolenti diesel )! E non scoraggiarti per le polemiche strumentali e meschine che puntualmente sono arrivate per la decisione di chiudere le scuole e perfino per il fatto che ti trovavi in Messico proprio durante la nevicata!

Marta Buscioni 27.02.18 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Lorenzo Fieramonti è Professore di Politica Economica all'Università di Pretoria (Sudafrica), 39 anni, dove dirige il Centro Studi sull’Innovazione nella Governance e dove assume la carica di vice Direttore del campus sullo sviluppo sostenibile. Si "autodenunciò" come uno dei tanti cervelli in fuga. Fa parte di quella schiera di economisti - sempre più folta - che contesta l'ossessione delle istituzioni economiche, e di conseguenza della politica, verso la crescita del Pil, come se questo indicatore bastasse per misurare il grado di benessere di una nazione. Invece per Fioramonti e gli altri l'attenzione della politica dovrebbe perseguire concetti diversi quali sviluppo sostenibile e qualità della vita. Fieramonti è una eccellenza italiana di grande competenza .Fioramonti ha scritto dieci libri attaccando il Pil e le sue conseguenze e il modo in cui i numeri e le statistiche governano il mondo. Secondo la rivista Hedgehog, il !Gross Domestic Problem" è uno dei tre libri più influenti sul prodotto interno lordo pubblicato nel XXI secolo. Secondo Public Books, la ricerca di Fioramonti mostra che "la dipendenza dal PIL deriva da una visione tecnocratica del mondo che glorifica gli esperti, corrode i valori comuni e svaluta il mondo naturale". Il suo lavoro è stato approvato da intellettuali pubblici famosi come Vandana Shiva, Susan George, Raj Patel e Kumi Naidoo, ex direttore esecutivo dell'organizzazione ambientalista Greenpeace. Dal 2014 hae anche la Cattedra UNESCO in Integrazione regionale, migrazione e libera circolazione delle persone. È membro del Center for Social Investment dell'Università di Heidelberg, della Hertie School of Governance e dell'Università delle Nazioni Unite. I suoi articoli sono apparsi su The New York Times, The Guardian, Harvard Business Review, Die Presse, Das Parlament, Der Freitag, The Mail & Guardian, Foreign Policy e opendemocracy.net. Ha una rubrica mensile nel Business Day, il principale quotidiano finanziario del Sudafrica.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.02.18 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Virginia, ignorante, su Roma c'è stata appena una spolverata di neve ed è bastato a bloccarla per la tua incompetenza.
E dire che era sufficiente fare una telefonata alla tua collega Appendino per avere qualche dritta, anzi, meglio di no visto che anche Torino ha avuto problemi, meglio chiedere ad altri.

Roberto 27.02.18 17:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ORA APETTIAMOCI LE SOLITE IRONIE ...GALLETTI NON PERVENUTO ...DOVE SI è IMBOSCATO ?

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 27.02.18 17:01| 
 |
Rispondi al commento

3
Ma la svolta è arrivata troppo tardi, rispetto al tempo necessario per passare ai raggi X gli “esterni”. Se le primarie per il candidato premier si fossero svolte già l’estate scorsa, Di Maio avrebbe avuto 6-8 mesi per appellarsi alla società civile e scremare le autocandidature senza la fretta precipitosa dell’ultimo minuto. Che ha portato a molti errori, scoperti solo col senno di poi, ma figli di liste annunciate last minute. Comunicarle un mese prima di presentarle avrebbe aiutato a far emergere alcuni incompatibili in tempo utile per rimpiazzarli.
Lo stesso discorso vale per la squadra di governo. È giusto, anzi sacrosanto comunicarla prima del voto. Ma non sarebbe scandaloso tenere coperte le carte di alcuni nomi contattati e disponibili ma solo dopo il 4 marzo, quando le bocce saranno ferme, i numeri saranno certi e le possibili alleanze o convergenze saranno più chiare. Ciò che conta è che l’infelice esperienza fatta con diversi esterni non induca i 5Stelle a rimpiangere i vecchi vizi del settarismo. Le centinaia di Meetup che supportano il M5S nei territori come un tempo facevano le sezioni di partito devono continuare ad aprirsi, organizzando iniziative con professori, professionisti, esperti e cittadini non iscritti per selezionare, anche con corsi di formazione, le candidature indipendenti della prossima tornata elettorale. Che potrebbe essere vicina. Solo frequentando le persone, conoscendole, discutendo con loro e condividendo la Politica si può distinguere chi vuole rendere un servizio da chi cerca solo il taxi più comodo e rapido per arraffare una poltrona. La “società civile” non è un detersivo che lava più bianco. Contiene tutto e il contrario di tutto. In parte è migliore della classe politica, in parte è uguale, in parte è addirittura peggiore. Bisogna setacciarla, conoscerla, metterla alla prova e poi, possibilmente, scegliere il meglio.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.02.18 16:58| 
 |
Rispondi al commento

2
Alcuni dei casi di incompatibili (a norma di statuto e codice etico) emersi dopo la presentazione delle liste avrebbero superato qualsiasi vaglio preventivo. Se uno è indagato e non te lo dice, puoi chiedergli il casellario giudiziale (registra solo le condanne definitive, e nemmeno tutte: quelle troppo recenti non ci sono ancora, quelle vecchie sono spesso cancellate dalla “riabilitazione”) e l’interpello alla Procura di residenza su eventuali indagini (alcune sono coperte da omissis, altre sono aperte in altre procure, come nel caso del potentino Caiata indagato a Siena), ma la cosa non verrà mai fuori. O verrà fuori quando le liste sono già state consegnate e timbrate.
Quanto alla cosiddetta “Rimborsopoli” (che poi è una storia di donazioni promesse e non fatte), il M5S l’avrebbe evitata solo creando un fondo interno per la raccolta, dove controllare mese per mese i versamenti per poi girarli al ministero dell’Economia: invece hanno optato per un fondo direttamente presso il governo, dove una gentile manina ha spifferato i donatori morosi quando ormai erano in lista. Il resto degli incandidabili nasce da una svolta giusta e attesa da tempo: l’apertura dei collegi uninominali agli esterni, cioè ai non iscritti al Movimento, che si sono fatti avanti o sono stati sollecitati a farlo per intercettare consensi più ampi, nello spirito del maggioritario che premia un solo candidato per collegio. Alcuni indipendenti si sono rivelati inadeguati e, quando sono emersi alcuni loro altarini (grembiulini, tessere partitiche o guai giudiziari), è scattata la scomunica. La trasformazione del M5S da setta impenetrabile in movimento aperto alla “società civile” è un fatto positivo e un segno di maturazione, nel solco delle esperienze delle giunte Raggi, Appendino e Nogarin, che hanno attinto assessori fra i non iscritti, soprattutto nelle aree culturali della sinistra e dell’ambientalismo tradite dai partiti.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.02.18 16:57| 
 |
Rispondi al commento

1
“Impresentabili e improvvisati”: Marco Travaglio-27 Feb 2018•
Una decina di furbastri dello stipendio intero, quattro massoni, un imprenditore che sa di essere indagato per reati finanziari e non lo dice, un altro che nasconde una vecchia condannetta prescritta per dvd taroccati, un tipo manesco che si fa i selfie con uno Spada e vanta una casa popolare da 7 euro al mese, tre o quattro ex iscritti o candidati di altri partiti. Quasi tutti espulsi, cioè preventivamente sottratti – in caso di elezione – al prossimo gruppo parlamentare dei 5Stelle. A leggere i giornaloni, pare che i candidati del M5S siano tutti così, ma dei giornaloni e dei tg a rimorchio ormai è inutile parlare, tanto è scoperto il gioco sporco che fanno (chi li legge pensa che le liste “impresentabili” siano quelle di Di Maio, non quelle di Renzi con 29 inquisiti, di Berlusconi con 22, di Salvini con 9, di Noi con l’Italia con 8 ecc.). Ma le scelte sbagliate dei pentastellati dovrebbero indurli a una bella autocritica. E non per l’effetto mediatico negativo che hanno causato, oscurando le parti buone del programma e le tante candidature eccellenti (secondo l’Espresso, i baluba grillini ignoranti e incompetenti hanno il più alto tasso di laureati in lista): senza quei casi, i media ostili a “prescindere” – cioè quasi tutti – si sarebbero inventati qualcos’altro. Come dimostra l’incredibile linciaggio del comandante De Falco per un’accusa di violenze in famiglia, poi smentita persino dall’ex moglie.
No, l’autocritica che, subito dopo le elezioni, dovrebbero fare tutti, da Casaleggio a Grillo a Di Maio in giù, riguarda il meccanismo di selezione delle candidature e, più in generale, della classe dirigente. Che, anche con i correttivi apportati negli ultimi mesi, si è dimostrato inadeguato e rischioso. Intendiamoci: ogni sistema di selezione ha i suoi pro e i suoi contro, e non ne esiste nessuno perfetto.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.02.18 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Salvini, come Berlusconi, come Renzi, mente come respira. Anche Bossi urlava sulle piazze nella piana di Pontida contro “il mafioso di Arcore”, “il grande fascista”, “il suin Napoleone” e lo chiamava 'Berluskaz' o 'Berluskaiser'; diceva che Berlusconi è “peggio di Mussolini”, “un mostro antidemocratico”, “Un nazista, nazistoide, paranazistoide”, un “incapace”, una “febbre malarica”, con una “tendenza alla vaccaggine”. “Bisogna che si mettano in testa tutti. diceva-anche il Berlusconi-Berluskàz, che con i bergamaschi ho fatto un patto di sangue: gli ho giurato che avrei fatto di tutto, che sarei arrivato fino in fondo, per avere il cambiamento. E non c’è villa, non c’è regalo, non c’è ammiccamento che mi possa cambiare strada… Berlusconi deve sapere che c’è gente che ne ha piene le tasche e che è pronta a far il culo anche a lui” (1994).Berlusconi è “Wanna Marchi”, “bollito”, “povero pirla”, “ubriaco da bar”, “piduista”, “molto peggio di Pinochet”.
Berlusconi, di rimando, definiva Bossi “un uomo dalla mentalità dissociata”, “ladro di voti”, “pataccaro”, “cadavere politico”, “sfasciacarrozze” con il quale “non mi siederò mai più allo stasso tavolo”.
Poi all’avvicinarsi delle elezioni politiche del 2001, i due leader del centrodestra capirono che solo una nuova alleanza avrebbe garantito la vittoria nel collegi elettorali del Nord e quindi nel Paese, come in effetti avvenne. Cinque anni di insulti sanguinosi furono archiviati, Berlusconi ritirò la montagna di querele contro Bossi e La Padania. Questo sono sempre stati e questo sono anche ora.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 27.02.18 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Benissimo il futuro verso l'elettrico ma guardatevi questo video preso in considerazione da nessuno nell'attuale governo, in primis dai ministri dei trasporti e ambiente che dovrebbero essere i primi interessati, da notare che il video è del 2015......
https://www.youtube.com/watch?v=W2bAKAXjyew&t=2s
Questa è la soluzione alla transazione verso l'elettrico senza sprecare quello che già esiste e costringere la gente a cambiare continuamente auto.

pugnali lucio 27.02.18 16:46| 
 |
Rispondi al commento

"..fino a quando Charriba non sarà stato catturato o ucciso."

[Sam Peckinpah]

*****

"La celebrità è una persona nota per la sua notorietà."

[Marshall McLuhan]

mauro pino 27.02.18 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Mi auguro che i tuoi successori continuino per la tua strada.

Patty Ghera 27.02.18 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Radio Deejay, ore 10,10 de stamane: 'i du' imbecilli che fanno 'i speakers parlano de l'ATAC e de' 'i guai suoi facendo n' confronto co' i mezzi pubblici de Milano (definiti avveniristici o fantascientifici o qualcosa del genere), dandosi la seguente spiegazione:" e che nell'ATAC ci hanno mangiato tutti, quelli di sinistra, quelli di destra e quelli di adesso". Da querela, nun ve pare????.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.02.18 15:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si potrebbe anche fare prima del 2024 vista la rapidità di messa al bando dei motori diesel da parte delle stesse case automobilistiche. Così come bisognerebbe procedere all!'acquisti di autobus elettrici, bilancio comunale permettendo.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 27.02.18 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Oggi c'è una merda sul blog..il solito troll... non pestatelo che puzza!
Lasciatelo seccare!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 27.02.18 15:53| 
 |
Rispondi al commento

2024????? . Nel frattempo i romani potranno stare tranquilli lo smog in questo periodo che ci separa dal 2024 non sarà nocivo!!!!!! Il coraggio si ha se I drastici provvedimenti venissero presi subito! La salute dei cittadini al primo posto!!!!!

undefined 27.02.18 15:37| 
 |
Rispondi al commento

Brava. Soprattutto parla bene le lingue. Però non fatela salire sul palco con il fiatone. Ci sono delle regole nella comunicazione e nella propaganda che il Movimento continua a trascurare. Riflettete su questo evitabile errore. Forza M5S!

andrea 27.02.18 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Virginia,loro sono rimasti ai fossili,gli hanno dato tanto da mangiare e ci hanno dato tanto inquinamento.Domani, i pezzi di carta del palazzinaro e dell ex portantino(che avevano previsto già da"DOMENICA", il caso Roma, per la neve di.. lunedì) diranno che la Raggi, vuole per la mobilità romana, i cavalli e gli..asini,naturalmente,(per lo scrivente) centomila volte meglio degli invertebrati, che proliferano sui certi pezzi di carta.

Canzio R. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 27.02.18 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Ho votato in questi giorni il movimento (vivo all'estero), spero del mio voto se ne faccia un buon uso. Avrei voluto candidarmi, sarebbe stato stupendo tornare nel mio paese e allo stesso tempo lottare per cambiarlo. Saluti da Berlino

Felice L., estero Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.02.18 14:40| 
 |
Rispondi al commento

OT ELETTORALE
Bologna, sopravvivere con tre contratti
“Faccio le pulizie, non arrivo a 500 euro”
E nel weekend baby e dog sitter –
^^^^
e il bimbominkia dice che i posti di lavoro sono aumentati!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 27.02.18 14:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Virgi sarebbe bello poter evitare il transito di "tutte le vettura"... e fare intervenire solo quelle elettriche(taxi e mezzi pubblici)...sarebbe bellissimo una città a misura d'uomo!
ahhh.... dimenticavo epperò potevi annà cor fonne su li scambi!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 27.02.18 14:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si, va beh!!!!, ma anche tu, Virginia! far nevicare quando eri all'estero! Potevi aspettare qualche giorno per far scendere la neve! insomma.....

VINCENZO ANTONA, Vercelli Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 27.02.18 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Forza Virginia, le misure coraggiose ripagano nel tempo!

Ferruccio B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.02.18 13:50| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori