Il Blog delle Stelle
L'uomo spread che vuole il 3%. Povera Italia

L'uomo spread che vuole il 3%. Povera Italia

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 20

di MoVimento 5 Stelle Europa

Lo spaventoso quadretto che incornicia Silvio Berlusconi, Jean-Claude Juncker e Antonio Tajani in quel di Bruxelles fa paura all’Italia. Sono la rappresentazione della folle direzione che il Bel Paese prenderebbe con un altro governo di centro-destra: un evasore fiscale condannato e incandidabile, un elusore fiscale internazionale che non ha ancora fornito alcuna spiegazione sugli scandali che l’hanno coinvolto (da LuxLeaks in poi) e un presidente del Parlamento europeo filo-tedesco, rappresentazione di quel gruppo - il PPE - che al Parlamento europeo ha fatto sempre e solo gli interessi della Germania (dallo scandalo Dieselgate in giù).

Due italiani e un lussemburghese uniti dal vincolo del 3%, un’arma per impoverire i Paesi del Sud Europa già strangolati da decenni di crisi economica aggravata da vincoli europei insostenibili. Silvio Berlusconi, l’uomo spread che tanto si è affannato in passato per dire che l’Europa aveva ordito un complotto contro il suo Governo, ha voluto ben ribadirlo ancora una volta: i vincoli che strangolano l’economia non si toccano e con l’Europa serve dialogare. Come queste due affermazioni possano coesistere resta un mistero, il dialogo con Bruxelles dovrebbe infatti essere volto a impegni reciproci di convivenza e valorizzazione - nel nostro caso - dell’Italia. È nella logica elementare che il rispetto assoluto di assurdi dogmi (come quello sul 3%) non possa essere la partenza di una trattativa, specialmente se nel programma elettorale si promettono miliardi di Euro a pioggia nelle tasche degli italiani.

È poi paradossale il ruolo della Lega (non più Nord), alleata con Forza Italia e Fratelli d’Italia, seduta agli antipodi sugli scranni di Strasburgo. Gli stessi falchi tedeschi del PPE a cui la Lega è affiliata oggi per vie traverse (leggasi alleanza con Berlusconi) dicono di non condividere il senso del partito di Matteo Salvini. È il corto circuito di persone che hanno fatto un patto solo ed esclusivamente per dividersi poltrone e potere all’interno del Parlamento italiano. Ed è facile immaginare chi farà le spese di questa smania autoreferenziale di conquista: i cittadini italiani. Saremo noi a pagare le conseguenze di manovre e manovrine di partiti politici sul viale del tramonto, che tentano di accaparrarsi gli ultimi posti disponibili con l’insopportabile arma della retorica. Il 3% è solo un esempio, ma potremmo parlare della vuota narrazione sull’immigrazione, costruita ad arte per anni con solo intento di racimolare voti dalla pancia degli italiani. Spaventati e preoccupati, quello sì, da decenni di malapolitica e da una mancanza totale di coordinamento nazionale e peso politico a livello internazionale.

Non dimentichiamo poi un dettaglio, cessato il teatro delle elezioni nazionali arriveranno quelle europee. Se tanto ci da tanto, come si suol dire, potremo assistere alla più incredibile rappresentazione politica del dopoguerra, con Forza Italia e Lega unite che si faranno campagna elettorale contro. Questa alleanza di centro-destra e ciò che ne consegue manifesta in maniera emblematica a cosa si è ridotta la politica italiana oggi, ovvero una spartizione di potere tra personaggi a cui manca talento, intelligenza, cultura e, soprattutto, amore per il proprio Paese. Se l’uomo spread che reclama il 3% è ancora un soggetto politico con cui confrontarsi, possiamo dirlo: povera Italia.

SOSTIENI IL RALLY PER ANDARE AL GOVERNO CON UNA DONAZIONE:

scopriprogramma.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

23 Gen 2018, 15:18 | Scrivi | Commenti (20) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 20


Tags: 3 percento, berlusconi, europa, junker, lega, m5s, spread, tajani

Commenti

 

La faccia di bronzo mummificata dell'ormai
sclerotico e delirante berlusconi (colpa degli
anni di bunga-bunga e di vita da nababbo) ha
avuto il coraggio di andarsi a prostituire ai
poteri forti europei che, guarda caso, furono
quelli che CACCIARONO sia lui che il suo ultimo
governo!
Purtroppo deve continuare a proteggere i suoi
privilegi,amici massonici e mafiosi e tutto
l'apparato corrotto e corruttore che, insieme al PD/DC/Lega di bossi/ganbe varie, ha creato
negli ultimi trentanni di potere!
BASTA CON LE MUMMIE dei vecchi partiti!
Diamo fiducia agli INNOVATORI e COMPETENTI
CITTADINI ONESTI del MOVIMENTO CONQUE STELLE!
meditate gente!!

peppino russo, mola di bari Commentatore certificato 27.01.18 11:01| 
 |
Rispondi al commento

Diciamo NO all'UE e all'euro. Prima che sia troppo tardi, Italexit!!!!

https://scenarieconomici.it/50-volte-no-allunione-europea-e-alleuro-di-paolo-becchi-e-fabio-dragoni/

Zampano . Commentatore certificato 27.01.18 08:25| 
 |
Rispondi al commento

CARO MAX
I POLITICI SONO QUELLI DI SEMPRE, HANNO SEMPRE RUBATO E FATTO PORCATE DAL DOPOGUERRA A OGGI, MA E' STATO L'EUROPA E LA SUA MONETA, L'EURO O MARCO TEDESCO, CHE HA TRASFORMATO UN PAESE CHE ERA QUINTA POTENZA INDUSTRIALE NEL MONDO IN UN PAESE DEL TERZO MONDO. DA QUANDO SIAMO IN UE IL NUMERO DI SUICIDI E' AUMENTATO E IL NUMERO DI IMPRESE CHE FALLISCE PER DIRETTIVE FOLLI CRESCE SEMPRE DI PIU'. CON LA TROJKA NOI RISCHIAMO DI FARE LA FINE DELLA GRECIA. LA SOLUZIONE? FUORI DALL'EURO E DALL'UE!!! SUBITO!!!

Zampano . Commentatore certificato 26.01.18 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Questo paese è stato rovinato dalla politica marcia ovviamente, non dall'euro. Molti paesi hanno l'euro e stanno molto meglio di noi...

max 24.01.18 18:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FUORI DALL'EURO,
SUBITO!!!

Zampano . Commentatore certificato 24.01.18 15:00| 
 |
Rispondi al commento

ITALIA: UN PAESE DISTRUTTO
DOPO 15 ANNI DI EURO-TRUFFA!!!

Dall’introduzione dell’euro i prezzi sono aumentati in modo esponenziale. È dal 31 dicembre 2001 che l’euro è sul banco degli imputati come principale motivo della perdita di potere d’acquisto degli italiani, peggiorata dalla crisi economica che ha colpito le difficoltà del nostro Paese. Il cambio ottenuto allora come una grande vittoria, quelle 1936,27 lire per un euro, fece improvvisamente diventare povera la gran parte degli italiani. Dall’introduzione dell’euro ad oggi il nostro potere d’acquisto è crollato di oltre il 15%.
http://www.stopeuro.news/italia-un-paese-distrutto-dopo-15-anni-di-euro-truffa/

Zampano . Commentatore certificato 24.01.18 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Il problema vero sono proprio i politici marci come b, altro che euro...

max 24.01.18 13:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo sbaglio sta all'origine, ovvero nel credere che si debba discutere se sforare o meno il dogma del 3% del rapporto deficit/pil.
Lo sbaglio sta nel rivolgersi all'eurocrazia in maniera deferente, con il cappello in mano, come sudditi di un paese colonizzato. Vergogna!
Ieri sera guardavo Danilo Toninelli arrampicarsi sugli specchi di fronte alla Gruber (che ne godeva assai) la quale gli chiedeva se il M5S avrebbe sforato il rapporto deficit/pil, e finalmente rispondere quasi a mezza voce, dopo mezzora che quella insisteva, un "Sì" quasi strozzato. Ci voleva tanto a rispondere che in caso di ricatti da parte delle oligarchie criminali eurocratiche, il M5S sosterrà l'ITALEXIT, cioè l'uscita dell'Italia non dall'Eurozona, ma da tutta l'Unione Eurocratica, inutile e pericoloso coacervo d'interessi lobbistici e massonici?
Perchè il M5S non ha il coraggio di guardare in faccia il problema vero, cioè l'uscita dell'Italia dall'Unione Europea e la ricollocazione della Banca D'Italia sotto il controllo del Ministero del Tesoro?

Aberto O., BERGAMO Commentatore certificato 24.01.18 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Si però, il centrodestra nei momenti topici fa quadrato, si allea mettendo da parte differenze che esistono e molto probabilmente governerà il paese; meglio sarebbe "concentrare il ns. tiro" sulla sinistra e pensare invece alla destra come interlocutore x dividersi la guida del paese.
Scusate la franchezza...

Pietro Lodi 24.01.18 02:56| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che il truffatore è coerente con la sua storia politica, truffatore era e truffatore è, invece quelli che non sono onessi e coerenti con i loro elettori sono Matteo Salvini e Giorgia Meloni sia per la legge elettorale e poi per le conseguenze che ci potrebbero essere dopo il 4 marzo per il regalo fatto al PD e a Berlusconi

gennaro a., carrara Commentatore certificato 23.01.18 22:59| 
 |
Rispondi al commento

La saluto Di Maio, ma pensavo che tra le persone prescelte almeno uno di noi che rappresenta sia per la Sicilia che l'Italia, visto che ormai siamo tutti collegati tramite i nostri centri dei pensionati dell'Arma dei Carabinieri e forze di Polizia in generale, come anche quelli delle varie armi dell'Esercito ed altro, sarebbe stato scelto a rappresentare migliaia di persone al governo con le varie esigenze del caso, oltre la sicurezza di migliaia di voti, non riesco a capire il motivo che non ha indotto Di Maio a fare una simile scelta e quindi venire meno anche ad una proposta fatta dallo scrivente a formare un gruppo di tutto il personale militari di qualsiasi arma ed appoggiare esclusivamente i 5 stelle ed assicurare tutti questi voti che già vi era accordo e continua ad esserci , quindi attendo una vostra risposta se ancora vi è spazio a tal fine, visto che dovrete completare le candidature , cordiali saluto

DOMENICO FRANZA 23.01.18 20:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Peggio di b c'e' solo la ue, che ieri lo ridicolizzava e oggi gli stende il tappeto rosso e si spende in salamelecchi, per salvarsi le chiappe, nella speranza abbia piu' voti in coalizione cdx

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 23.01.18 17:19| 
 |
Rispondi al commento

La destra italiota è ovviamente marcia. Forza 5stelle, unica speranza.

max 23.01.18 17:06| 
 |
Rispondi al commento

La pazienza è l'ultima a morire....ma lui mi sa che è il penultimo....

Stefano Zublasing 23.01.18 16:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

orrore!non dobbiamo permettere una schifezza simile!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 23.01.18 16:27| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori