Il Blog delle Stelle
Jobs act, la credibilità del centrodestra è zero

Jobs act, la credibilità del centrodestra è zero

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 19

di MoVimento 5 Stelle

Ancora una presa in giro agli italiani. Ora Berlusconi dice di voler abolire il Jobs act e se la prende con la precarietà imposta dalle riforme del Pd. Ancora una volta, la sua credibilità sta a zero.

Nessuno ha dimenticato la famigerata riforma del 2003, con il governo del centrodestra e Roberto Maroni ministro del Lavoro e del Welfare. Per farcela digerire hanno dato alla legge il nome del giuslavorista ucciso dalla Brigate Rosse, la “legge Biagi” appunto, dimenticando però le sue prescrizioni sulla necessità di norme per tutele, ammortizzatori, estensione del sussidio di disoccupazione e di politiche attive per i lavoratori. C'era una ragione: servivano a compensare la sempre maggiore flessibilità delle forme contrattuali.

Le protezioni, però, Berlusconi e Maroni non si sognarono mai di inserirle. E la flexsecurity rimase precariato spinto. Così la famigerata “legge 30” ha tradito l’eredità del pensiero di Biagi e ha dato vita a una miriade di nuovi tipi di precari che hanno segnato almeno una generazione. Accanto ai Co.co.co, sono nati con Berlusconi e Maroni i co.co.pro., il job sharing, il contratto intermittente, il lavoro interinale, accessorio e occasionale, la somministrazione.

E' stato Berlusconi e il suo governo a lanciare la precarizzazione spinta nel mondo del lavoro, il Jobs act è solo la sua naturale prosecuzione.

SOSTIENI IL RALLY PER ANDARE AL GOVERNO CON UNA DONAZIONE:

scopriprogramma.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

10 Gen 2018, 15:12 | Scrivi | Commenti (19) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 19


Tags: berlusconi, forza italia, jobs act, maroni, pd

Commenti

 

destra o sinistra equivale a dividi e impera fai le leggi e trovi l'inganno perche'non ti informi e leggi lo statuto ???

sergio boscariol 14.01.18 17:31| 
 |
Rispondi al commento

ADESSO HAI ROTTO PATTY! VAFFANCULO!

O.T. @ Patty Ghera:

Fai la campagna contro Fornero e ultimamente
la Fornero è risorta in tutte le televisioni!

Hai fatto la campagna contro la meningite e
Beatrice Lorenzin impone 10 vaccini obbligatori agli Italiani!

Sei contro i comunisti e il pd vara una nuova legge più repressiva
contro l'apologia del fascismo!

Sei contro i musulmani e il governo li importa!

Fai campagna contro gli immigrati e il trattato di Dublino
resta colonna portante dell'unione europea!

NON ABBIAMO BISOGNO CHE IL PD VINCA LE PROSSIME ELEZIONI
GRAZIE ANCHE AL TUO SUPPORTO!!!

Chi ti legge nutre grossi dubbi sulla credibilità del Blog
e di conseguenza per il Movimento Cinque Stelle.
Chi ti legge preferisce astenersi dal voto piuttosto che
votare il M5S!

Forse sarebbe il caso che rivedessi la tua paranoia
contro comunismo e comunisti.

Tu sei qui solo perchè il Movimento professa che
anche gli ultimi (paranoici patologici) non devono rimanere indietro!

CURATI!

Benita Ghera 13.01.18 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Nel 2005 io, con due lauree e due abilitazioni sono passata di ruolo come insegnante; dopo 25 anni di precariato inventato molto prima. Non diamo le colpe a chi non ne ha.

Ewa Wojcikowska 11.01.18 18:47| 
 |
Rispondi al commento

A mio avviso il primo problema italiano è proprio il caos legale-burocratico-amministrativo che rende difficile applicare la legge a partire proprio dai cittadini che la legge la vogliono rispettare, e cioè quelli onesti. Il caos non è casuale, non è frutto di una presunta creatività o ingenua fanciullaggine dei nostri legislatori: si tratta di una palude ben organizzata dove ci sguazzano ampi settori di questo disgraziato paese. Bene fa il M5S con Di Maio a mettere in evidenza questo punto fra le proposte di governo.

Distinti saluti
Alessandro Caliari

ALESSANDRO CALIARI 10.01.18 23:53| 
 |
Rispondi al commento

Non dimentichiamo la porcata delle partite iva

Alfonso C 10.01.18 20:57| 
 |
Rispondi al commento

Come si suol dire: "Il diavolo fa le pentole, ma non i coperchi".

Stefano M. Commentatore certificato 10.01.18 20:04| 
 |
Rispondi al commento

https://youtu.be/bsalzNfhaN8

Ottimo video! Destra cloaca

max 10.01.18 19:58| 
 |
Rispondi al commento

Destra italiota falsa marcia senza vergogna. Forza 5stelle, unica speranza.

max 10.01.18 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Sono da sempre una persona di sinistra perché credo nei valori quali: l'onestà, l'educazione e la coerenza che oggi fanno ridere con quel che assistiamo tutti i giorni in primis con i nostri pseudo "politici" . Spero tanto che ci siano rimaste ancora persone corrette o quanto meno che danno il massimo per essere tali come i ragazzi Penta Stellati.il 4 marzo voterò x la prima volta Movimento 5 Stelle perché vorrei contribuire a spazzar via tutto questo marciume che non mi rappresenta e spero anche di ricredermi sul fatto che questa volta non voterò per.....ma voterò contro! E il mio slogan per il movimento è questo: 5 STELLE AD OLTRANZA! IO CI CREDO E CI SPERO NEL 40%!! CORAGGIO RAGAZZI UN'ALTRA ITALIA È POSSIBILE ALTRIMENTI È LA FINE!

Angelina Mileto 10.01.18 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Se andiamo ai giorni nostri, recentemente è stato votato l'adeguamento della data pensionabile, all'apettativa di vita, altra legge micidiale. Pare sia peggiore della Fornero.

Paola 10.01.18 17:30| 
 |
Rispondi al commento


Come devo fare per la tessera 5stelle
Se non ho un indirizzo web?

Luisa Ducco 10.01.18 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Chi dice che il Popolo è imbecille dovrebbe ricordarsi che l'Esimia Commissione per l'Assegnazione dei Premi Nobel ha assegnato quello per la Pace a uno che ha iniziato sette guerre (con donne e bambini ammazzati al seguito) e che le altrtettanto "Onorevoli" Nazioni Unite, con sede a New York, hanno nominato l'Arabia Saudita alla Presidenza del Consiglio (ONU) sui Diritti Umani.

Domanda: chi è più imbecille? Il Popolo o quelli che lo stanno comandando?

giorgio peruffo Commentatore certificato 10.01.18 17:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basterebbe guardarli negli occhi per non fidarsi di questi personaggi che usano la politica per i propri interessi, è dagli anni 90 che forza italia e lega prendono in giro i propri elettori.

Giampaolo M5S, Italia Commentatore certificato 10.01.18 17:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Molti si pongono questa domanda "Ma il M5S è di destra o di sinistra?"

Dovendo fare un paragone ai partiti del passato lo posizionerei dentro la vecchia RIFONDAZIONE COMUNISTA al 70% anche se ci sono elementi di ideologia destra presi dal fascismo ( voto palese e non segreto e vincolo di mandato ) e alcuni elementi presi dalla destra proletaria.

niente democrazia cristiana
niente socialisti craxiani ma molto dei socialisti originari
qualcosa del vecchio partito social democratico
niente dei liberali
qualcosa dei repubblicani
qualcosa dei radicali ma poco poco

in effetti, se togliamo la parte riguardante la corruzione piddiota, proprio quella che fece da stimolo per creare rifondazione comunista, è molto ma molto più simile al PD che non a forza italia.

ci sono punti in comune anche con la lega e con i fratelli d'italia ma per ragioni di consenso elettorale fanno finta di non averli.

i due aspetti che caratterizzano di più l'elettore del M5S sono il giustizialismo nei confronti dei benestati che devono andare tutti in galera o devono per forza essere condannati dalla magistratura...

e poi secondo punto una certa preferenza sullo stato rispetto al privato che è tipico del fascismo in quanto i fascisti sempre dicevano che tra stato e privato sempre prevale lo stato e lo misero nelle loro leggi che sono tuttora vigenti tranne quelle che ha modificato certa politica attuale.

dovendo definire il movimento da un punto di vista straniero privo del giudizio morale italiota su certi eposodi tristi del passato, potrebbero definire SOCIALISTI e MODERATAMENTE NAZIONALISTI con un occhio di riguardo verso il PROLETARIATO e molto AVVERSI al CAPITALISMO.

LA dirigenza invece non è come l'elettore ci sono forti discrepanze tra chi decide dentro il movimento e come la pensano gli elettori.

gli elettori si affidano alla dirigenza perché sono scontenti dello stato attuale ma spesso non si rendono conto di questa differenza di vedute tra il vertice della piramide e la base.

destri o sinistri? BOH! 10.01.18 17:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori