Il Blog delle Stelle
I prossimi 30 giorni valgono i prossimi 10 anni

I prossimi 30 giorni valgono i prossimi 10 anni

Author di Luigi Di Maio
Dona
  • 100

di Luigi Di Maio

In queste ore i nostri delegati del MoVimento 5 Stelle stanno presentando le liste in tutte le Regioni d'Italia per le elezioni politiche. Tra oggi e domani si devono presentare sia le liste per i collegi plurinominali, che voi avete selezionato con le parlamentarie, sia quelle per i collegi uninominali che sono quelle che abbiamo messo a disposizione per tutti coloro che volevano mettersi in gioco e provare a cambiare questo Paese portando le proprie competenze, le proprie storie personali.

Domani mattina alle 10 a Roma al tempio di Adriano, in piazza di Pietra, presenterò i candidati nei collegi uninominali. Una squadra incredibile. C'è un atleta che ha vinto la medaglia d'oro alle olimpiadi, ci sono presidenti di ordini professionali, c'è un ammiraglio, c'è un capitano dell'Esercito, ci sono persone che vengono dal mondo dell'università, docenti universitari, professionisti, imprenditori, c'è il presidente del Potenza Calcio, il lucano dell'anno. Ci sono tante persone che domani vi presenterò e che rappresentano una squadra fantastica, fortissima, che insieme ai parlamentari uscenti e a tutti gli altri candidati vi racconteranno cosa vogliamo fare per l'Italia, come la vogliamo cambiare e con quali competenze. Mettendoci la testa e il cuore.

Per gli altri la composizione delle liste "è stata un'esperienza devastante" cito Matteo Renzi che l'ha detto. Per me e per noi è stata un'esperienza entusiasmante, bellissima, che ci ha permesso di portare a bordo della prima forza politica del Paese, del MoVimento 5 Stelle tanta gente nuova. Gente di cui dobbiamo essere orgogliosi e di cui siamo onorati per la disponibilità che ci hanno dato.

Il MoVimento sta andando benissimo. E' una campagna che stiamo portando avanti in ogni Regione con il #Rally che io ormai porto avanti da due mesi. Sono arrivati quasi 500.000 euro di donazioni, ma continuate perchè ci servono per finanziare le iniziative: DONA ORA!
Alessandro Di Battista partirà ai primi di febbraio con un altro tour: non ci fermiamo mai. Voglio farvi anche vedere i sondaggi di Ixè di oggi per fari vedere come stiamo andando. Noi siamo la linea gialla che si impenna e continua a crescere verso il 30%, il Pd continua a scendere, Forza Italia e Lega si rubano voti a vicenda. Vedete, il centro destra è una grande allucinazione: quando cresce il partito di Berlusconi cala quello di Salvini, quando cresce quello di Salvini cala quello di Berlusconi. Gli unici che crescono anche quando aumenta l'affluenza al voto, che significa che stiamo portando la gente a votare, siamo noi.

Io sono molto motivato e i prossimi 30 giorni valgono i prossimi 10 anni. Nei prossimi 30 giorni, se diamo tutto, diamo un'alternativa per i prossimi 10 anni all'Italia e finalmente faremo quelle cose che aspettiamo da 30 anni.

SOSTIENI IL RALLY PER ANDARE AL GOVERNO CON UNA DONAZIONE:

scopriprogramma.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

28 Gen 2018, 17:15 | Scrivi | Commenti (100) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 100


Tags: candidature, collegi uninominali, lsite, MoVimento 5 stelle, politiche

Commenti

 

innanzitutto mi congratulo per la continua e crescente presenza nel territorio.
Avrei una domanda, io solitamente mi ritrovo a parlare con amici dell'istruzione italiana (per quanto riguarda la scuola dell'obbligo)
Ritengo indegno il poco tempo che la scuola dedica alla storia italiana.
Dico questo non perchè io sia uno di destra con "prima gli italiani" e slogan vari, ma perchè sono dell'idea che un ragazzino in età di formazione individuale ( quindi periodo delle medie) che ha una buona cultura e sa cosa è successo al paese in tutto e per tutto, abbia anche voglia di informarsi per poterlo migliorare.
A mio avviso manca l'orgoglio di essere italiani ( storicamente e culturalmente parlando) e questo ci porta a non informarci, all'accettare tutto.
In questi anni le riforme della scuola hanno abbassato notevolmente la qualità dell'istruzione.
Un'altra nota dolente è la mancanza di istruzione per quanto riguarda diritto ed economina, un ragazzo che ha una buona infarinatura delle leggi italiane è meno propenso a farsi prendere per i fondelli (perdonate la parola)
Tutta questa manfrina per giungere alla domanda.
Cosa porterebbe il Movimento all'istruzione italiana?
Scusate per eventuali errori.
Giuseppe Casagrade

Giuseppe Casagrande 05.02.18 00:06| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi del movimento 5 stelle, io sono con voi in tutto e ho sempre votato voi da 5 anni a questa parte. Nell'ufficio RAS dove lavoro, qualcuno mi ha messo una pessima fotocopia dell'espresso dell'1 febbraio 2018 cui si va contro di voi. A me non mi smuove nessuno! Anzi ne ho parlato a tanti colleghi e colleghe con trasparenza. Vi chiedo di farmi sapere chi verrà a Cagliari o in quale giorno verrà qualcuno di voi a parlare di tutto. Grazie! Aspetto vostra urgente risposta. Stefano Piga

piga stefano 01.02.18 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei capire,ma non avete paura,che una persona che poco prima faceva campagna elettorale a favore del si al referendum,e che adesso si candida per il movimento, possa fare lo stesso con voi ? Cioè subito dopo l’elezione vi giri le spalle. Una persona capace di cambiare così velocemente idea, può farlo senza problemi nel senso inverso. State attenti, aprite bene gli occhi, potrebbe essere d’accordo con Renzi e lasciargli la strada libera.

Giovanna montoro 30.01.18 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luigi, sono un’accanitissima grillina da anni e sono sempre stata d’accordo con tutti voi, in tutto. Ma su quello che hai detto stasera a proposito della candidatura dell’ex renziano, nel movimento, non lo sono per niente. Avete detto continuamente del problema dei voltagabbana e della multa alla quale coloro incorrerebbero qualora cambiassero idea . Adesso come per incanto, accettate colui che fino ad un anno fa faceva propaganda per il si, assieme a Renzi e non capite che è pericolosissimo dare fiducia ad un individuo che sicuramente vuole salire sul carro del vincitore, come hai detto proprio tu. Fate attenzione, poiché potrebbe essere un’occasione per fare cambiare idea a tanta gente, e ritenervi uguale agli altri. Ripensaci!

Giovanna montoro 30.01.18 21:15| 
 |
Rispondi al commento

AD UNO CHE RITIENI NON APPESTATO PERCHÉ' PRIMA ERA CULO E CAMICIA CON RENZI NON COMMENTO E CI MANCHEREBBE ALTRO.

Ma mi spieghi cosa centra con il fatto che ha attaccato il movimento su una questione d'importanza nazionale, "dare il potere ad un solo uomo", bene questo non ha bisogno di appartenenza ma di convinzioni personali.

Ma se non era così, cioè se era ed è ancora per il si, allora vuol dire che attaccava il movimento anche se era convinto che stava facendo la cosa sbagliata.

Per cui uno che per solo amore del partito andava contro eventuali sue convinzioni come lo giudichi?
Quale credibilità può avere.

Allora con lo stesso giudizio avresti dovuto scegliere quelli o uno tra quelli che hanno votato NO, almeno quelli il No l’avevano detto e votato, seppure del PD.

Tu ti fidi? allora mettilo alla prova.

Chiedi a questo signore di fare un passo indietro se lo facesse sarebbe una prova che è cambiato, ma già se leggesse questo post, dovrebbe fare la scelta da solo senza che tu glie lo chiedessi se è uno che non ama le poltrone ma l'Italia.

Lo dimostri.

Amico mio, mi rivolgo a te, fatti da parte se ami il popolo Italiano.

angelo dam 30.01.18 20:49| 
 |
Rispondi al commento

Quando vi troverete faccia a faccia, rispondi a quel demente di Sgarbi (e con lui rispondi pure al nano pelato e agli altri suoi sodali) che sarai pure "senza laurea" (come lo sono stati e lo sono anche tanti "ministri" di GentilRenzuSconi, del resto...), ma sicuramente non rubi.
Quanto ai congiuntivi, ne sbaglierai pure qualcuno, ma sarà cosa da nulla al confronto col turpiloquio con cui questo losco figuro appesta gli schermi televisivi da oltre trent'anni.

Biagio C. Commentatore certificato 29.01.18 20:15| 
 |
Rispondi al commento

NO, caro Luigi. Non sono cose che stiamo aspettando da trent'anni, ma da quando è stata varata la nostra bellissima Costituzione. E' da allora che questi (e gli altri di prima) buzzurri impuniti fanno di tutto per non applicarla, per metterla sotto i piedi, per violentarla. Noi dobbiamo aumentare le difese della Costituzione e prevedere sanzioni pesanti per coloro che votano leggi che la violano. Dobbiamo introdurre il "giuramento" per tutti i parlamentari, non solo per i ministri. Dobbiamo fare in modo che coloro che tentano di violarla paghino, penalmente, civilmente e disciplinarmente e siano allontanati per sempre dai pubblici uffici e dalle cariche elettive. Questa gentaglia che si riempie la bocca di parole fumose come "assumersi la responsabilità politica" o "metterci la faccia", prive di senso e di significato, non ci bastano più. Devono invece assumersi la responsabilità vera e sostanziale e, come tutti i normali cittadini, pagare quando sbagliano. Questo vuole il popolo "sovrano". Basta con le chiacchiere. Facciamo in modo che fare politica sia finalmente una cosa seria.

Antonio Marra, Galatina Commentatore certificato 29.01.18 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Credo che abbiamo tutte le carte in regola per vincere le elezioni e per governare. Mi auguro che il maggior numero di cittadini italiani lo capisca e si regoli di conseguenza.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 29.01.18 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Dove sono le liste con i nomi degli uninominali?

Andrea B 29.01.18 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Ma la diretta della presentazione ????
Sono le 10.25 e non la vedo ancora...

Adriana Pala 29.01.18 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Francesca Barra candidata del Pd.
Un'altra persona assai incoerente. Dice di essere di sinistra e si candida con il Pd che di sinistra non ha neanche più le radici marcite e sostituite con il giglio magico. Dice di aver lottato contro le trivelle in Basilicata e le trivelle sono state, sono e saranno volute dal Pd di Renzi. Dice di essere appoggiata nella sua scelta dal suo compagno Santamaria che mi pare sia dalla parte del M5S e fermamente contrario alle trivelle e a tante altre cose che ha deciso Renzi alla guida del Pd. Dice perchè per lui e per lei sono importanti le persone e non i partiti. E allora come fa lei a candidarsi con Renzi e lui ad appoggiare questa scelta scellerata?
Dice di voler lavorare per il bene del Paese. Ma non poteva farlo da giornalista libera che ce n'è tanto bisogno in questo Paese?
C'era davvero bisogno di una poltrona per farlo?

cristina cassetti 29.01.18 10:23| 
 |
Rispondi al commento

4 strategie per vincere le elezioni.

1) occupare tutti gli spazi possibili nei talk show, ribadendo il proprio programma e non consentendo sputtanamenti gratuti da parte di tuttologi o elementi di altri partiti. rimanendo comunque aperti a eventuali polemiche che possano essere anche condivisibili, dimostrando cosi' di non essere talebani schematici chiusi a ogni eventuqle dritta che possa arrivare dall'esterno.

2) formare il piu' presto possibile una squadra di governo (ministri, sottoministri, consulenti etcetc.) oggettivamente parlando con i controcoglioni, onesta e capace. inattaccabili. naturalmente lo smerdamento e' sempre possibile, ma con le persone giuste gli torna indietro con gli interessi (ad es col tentativo di sputtanare de falco).

3) non pretendere di rimanere soli a governare, ma essere anche aperti a possibili aiuti che arrivano da fuori jl m5s, anche se questo non premetterebbe di riuscire a fare tutto il programma. si fa quello che si riesce a fare, e al momento va gia' bene cosi'. naturalmente, senza pero' avere do ut des indigeribili e inaccettabili.
pensare di ottenere il risultato sopra il 50% rasenta l'utopia e la posta in gioco e' altissima, non si deve scherzare piu'.

4) smettere di alimentare e perseguire idee e scopi farlocchi e un po' futuristici (inteso nel senso di allucinati). come ad es le menate sull'euro e la "triplice". sempre pero' considerando che tutto e' migliorabile, anzi puo' e deve essere migliorato.

carlo 29.01.18 10:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri dalla D'Urso Renzi ha sparato tante di quelle c...... contro il M5S, che sembrava di assistere al 42° campionato italiano della bugia di Le Piastre, Pistoia.

Zampano . Commentatore certificato 29.01.18 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo,il modello di selezione delle Candidature 5S è sicuramente migliorabile,meglio comunque delle tradizionali selezioni fatte dalle segreterie di partito.
Un solo appunto "tecnico":le onerose certificazioni potevano essere richieste dopo le cd.parlamentarie online solo agli utilmente classificati prima dell'allestimento delle liste definitive.
Saluti e cordialità dalla Romagna.

enzo bargellini, Santarcangelo di Romagna Commentatore certificato 29.01.18 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Per chi propone alleanze. Il progetto della lega è una scusa per avewre il potere e il Congresso giovani padani del 2013 fa capire tante cose....
https://www.youtube.com/watch?v=ogRFjla1ZjQ

Zampano . Commentatore certificato 29.01.18 09:50| 
 |
Rispondi al commento

PARTITI??? E dove? Ma questi non se ne vanno neanche se bruci cuoio.

enzo calderini, meduna di livenza Commentatore certificato 29.01.18 09:30| 
 |
Rispondi al commento

OT ERARIALE
Maroni compra 24.000 tablet(privi di software) al costo di 23.000.000 €... e non funzionanti(958,3 cadauno).
Azz..il mio costa 170 € e funziona!
Saranno state elargite delle mazzette?
Non esiste il danno erariale?

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 29.01.18 09:07| 
 |
Rispondi al commento

Invece di “rompere i coglioni” ai semplici cittadini, perché il governo NON SI FA DARE miliardi di euro dagli iscritti all’elenco dei “Panama Papers”, con i loro conti nei “paradisi fiscali” !!!!....

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/italiani-coinvolti-nei-panama-papers-ecco-i-primi-100-nomi-1243523.html

Movimento 5 Stelle , scatena il finimondo !!

vincenzo matteucci 29.01.18 09:00| 
 |
Rispondi al commento

Ma ve lo immaginate Giachetti sindaco di Roma.
Anzi l'esperto Giachetti. Per fortuna i romani hanno deciso diversamente.

Vincenzo . Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 29.01.18 08:53| 
 |
Rispondi al commento

LE LISTE DEI PARTITI

Non c’è alcuna novità da parte dei partiti nelle formulazione delle liste dei candidati alle prossime elezioni,la politica ormai è ferma agli anni 90.
Ogni candidatura è il frutto di equilibri precari tra i vari simboli e oggetto di scambio tra le segreterie dei partiti.Le poltrone non sono meritate ma costruite a tavolino,non importa il curriculum e le tue esperienze professionali,quello che conta è il valore di scambio che puoi offrire per far parte della grande famiglia dei privilegi e dei poteri.
I partiti,nella loro accezione originaria,sono morti e stramorti e militanti ed attivisti non sono altro che la base della piramide per eleggere gli stessi vertici da trent’anni a questa parte.
In Campania riecheggiano i Mastella,i Pomicino,i Bassolino o gli stessi figli e parenti di generazioni di politici andati a male.
SI sente ancora parlare di Casini,di Tabacci,Napolitano,Renzi,Berlusconi e Boschi.
Gente che costruisce e distrugge nell’arco di pochi anni con l’aiuto di fedelissimi e cerchi magici pronti a vendersi l’anima pur di supportare il potere del momento.
Che noia assistere ai programmi e ai tg che supportano tutto questo,sembra di vedere lo stesso prestigiatore che esegue gli stessi trucchi anche se lo spettatore ne conosce gli inganni.
Più la gente è stufa più si propinano gli stessi volti,gli stessi slogan,le stesse ricette ritrite mentre tutto attorno c’è un mondo che ha bisogno di evolversi che ad ogni elezione si riscopre antico ed immobile.
Vi sembra che il M5S segua lo stesso schema oppure è l’unica e vera novità del panorama elettorale?
Confido nella sincerità e nella lucidità degli elettori,naturalmente di quelli che davvero vogliono rinnovare questo paese.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 29.01.18 08:22| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

GIORNALAI DI REGIME-

I giornalai pennivendoli di regime, ancora una volta danno dimostrazione della grande ipocrisia e della disonestà professionale che ormai non hanno neanche il pudore di nascondere. Ultimo esempio di questo, ieri su un noto programma televisivo ,il conduttore con l'ospite di turno commenta la scelta delle candidature del PD ed afferma che i partiti con un unico padrone non vanno bene, e poi continua mettendo sullo stesso piano Renzi, Berlusconi e Di Maio. quindi secondo lui Il Movimento 5 stelle ,avrebbe un solo capo Di Maio, uguale a Renzi, e Berlusconi. allora mi chiedo, ma questi delle due l'una : O non hanno capito niente del Movimento,opppure scientemente e proditoriamente non perdono occasione di buttare fango sul Movimento . Credendo che non siano a questi livelli di ignoranza è facile pensare che la seconda ipotesi sia quella vera.

Vincenzo . Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 29.01.18 06:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buon giorno! .-|||

Chip En Sai 29.01.18 06:45| 
 |
Rispondi al commento

Un popolo normale voterebbe in massa il movimento 5stelle, speriamo bene...

max 29.01.18 06:42| 
 |
Rispondi al commento

C'è di peggio:

Egitto, Al Sisi rimane solo in corsa
Scade tempo candidature, si ritira anche candidato di facciata.

Gian Giacomo Russò 29.01.18 01:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buona notte! .-|||


Daje Giggì che a stoggìro se sfragna 'a diliggenza..

D. Pavan Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 28.01.18 23:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Di Maio, ok a presidenti, ammiragli, ecc. ma valorizziamo, soprattutto direi, quelli che sono rimasti al loro posto adempiendo al proprio dovere con spirito di abnegazione in tutti questi anni e senza speranza di carriera pur essendo competenti. Sappiamo e non dimentichiamo come sono state promosse le carriere da questa classe dirigente che ha rovinato l'Italia.
Io voto 5stelle perchè è la rivoluzione del ceto medio, è quello che vuole garantire eguale possibilità di accesso a tutti i cittadini per tutto ciò che è pubblico: gare, concorsi, appalti, senza inciuci, raccomandazioni, scambi, corruttele, favoritismi e così via. Siamo quelli della legalità, della trasparenza, della lotta senza quartiere a corruzione e privilegi. Perciò attenzione a chi potrebbe avere nella testa le vecchie logiche! Il cambiamento passa per una rivoluzione culturale.

Mario C., ANGUILLARA SABAZIA Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 28.01.18 21:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un giornale d' "area" , per sua natura, tenderà ad essere di parte, con tutto ciò che di malevolo ne consegue. Ormai è insopportabile l' ipocrisia di certi direttori che fanno dell' antifascismo il loro richiamo per tordi: un giornale d' area o di partito usa le stesse identiche tecniche comunicative dei media presenti nei peggiori regimi sanguinari passati o presenti. Fa propaganda. Propaganda significa: declassare, omettere o storpiare le notizie, significa demonizzare e ridicolizzare la parte avversa, sminuirla costantemente . Questi dirigono giornali con la convinzione che i lettori siano una massa di idioti manipolabili, come in tutti i regimi .

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 28.01.18 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Per il centro destra i prossimi 30 giorni valgono i prossimi 5 mesi come è successo nel 1994.
Come è successo nel 94 è successo anche con lo spread, perchè i governi del centro destra o cadono o fanno danni.

gennaro a., carrara Commentatore certificato 28.01.18 21:37| 
 |
Rispondi al commento

Stampare il programma e le notizie importanti ....il tutto nelle buche delle lettere di condomini e vicini....prima che siano intrastate dai faccioni e dagli appelli dei poltronai.

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 28.01.18 21:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Daje, daje, lottiamo su OGNI MALEDETTO CENTIMETRO!!!
Vota e fai votare M5S

marco ., roma Commentatore certificato 28.01.18 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Andiamo a vincere !! I partitocratici ci denigrano, in tv sparlano dandoci della setta poi però a noi ci sono aggiunte altissime personalità umane e professionali ....che figura hanno fatto !!...Ci dicono inesperti ed hanno ragione non siamo politici esperti non sappiamo vivere sulle spalle dei cittadini come loro ..non accettiamo vitalizi tanto cari a quella brava gente... lasciateci provare a salvare questo paesè. .
Viva il movimento cinque stelle !! Tutti con Di Maio!!!

luca B.B., ancona Commentatore certificato 28.01.18 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Come mai maria etruria è stata candidata. ad ogni costo? Mah..

https://www.nextquotidiano.it/maria-elena-boschi-sapere-conservato-molti-sms/

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 28.01.18 20:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non guardo in TV i talk show perché mi indignano.
Vogliamo vincere le elezioni e per questo tutti stiamo cercando soluzioni che contribuiscano allo scopo.
Fra queste, purtroppo, emerge che il mezzo televisivo è quello più efficace, soprattutto per alcune fasce di elettori.
Quindi:
Mi rivolgo a FICO, affinché convochi ancora una volta la Commissione di Vigilanza RAI per imporre almeno sui canali pagati con il Canone, l'avvio in questo ultimo mese di campagna elettorale di una trasmissione come la vecchia "TRIBUNA POLITICA" (Fico tu sei giovane e forse non la conosci, ma informati) nella quale un giornalista pre-selezionato, pone domande tutte uguali, ai vari candidati di tutti i partiti o Movimenti.
Questo è l'unico sistema per una informazione corretta e divulgativa dei programmi dei vari partiti, senza Gruber, ecc.
Fico, se non ti ascoltano o approvano, lascio a te trovare una forma di contestazione, perché io sarei troppo crudele.
G.Mazz.

G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.01.18 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Il partito del non voto è ancora forte. Vien da chiedersi quale sia il pensiero dominante per questa massa di potenziali elettori.. "Non mi sento rappresentato da nessun partito o forza politica"? È una affermazione molto impegnativa perché fa supporre che chi si esprime così sia profondamente a conoscenza della storia di ogni partito, dei suoi componenti e soprattutto del programma che vuole applicare nell' attivita di governo. Lotta alla corruzione, alle mafie, sostegno alla PMI, un reddito di cittadinanza e un percorso per trovare lavoro, mani libere per affrontare i molteplici conflitti di interesse , senza avere fondazioni foraggiate o promesse da mantenere con alcunché, salvo che con il popolo, unico azionista del m5*.. La cricca CDX - CSX parla di esperienza ? Forse chi non vota è nauseato dalla decennale "esperienza" di questo che ormai è un partito melassa, unico e unito per mangiarsi quel poco che rimane in dispensa Italia . A guida delle banche c' erano esperti, le opere pubbliche, che costano il doppio di tutti gli altri paesi, sono programmate da esperti, i debiti miliardari dei comuni sono stati creati da esperti . Non sentirsi rappresentato, oggi, è una affermazione che necessita profonda revisione a mio avviso. Il tempo , anche se poco, c' è.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 28.01.18 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Scatto del M5s,frenata del cdx e crollo del Pd che rischia di trovarsi a bocca asciutta nei collegi uninominali da Nord a Sud(Ixè per Huffington Post)
M5s ai massimi da luglio, 29,2%, una percentuale di consensi mai raggiunta negli ultimi 6 mesi
Pd al 21,8% e con soli 5 seggi uninominali certi Sulla fiducia nei leader,Renzi è il peggio di tutti
Procede inarrestabile la caduta del Pd che ha perso quasi 6 punti in 6 mesi,21,8%,sotto la soglia psicologica del 22.Il 4 agosto i dem erano al 27,5
Frenata di Fi,che va molto bene nei collegi uninominali.Arretra passando dal 17,4 al 16,7 % con un travaso di voti che non sposta gli equilibri della coalizione di cdx.La Lega guadagna lo 0,6 portandosi all’11,9 e Fratelli d’Italia resta stabile al 4,4 (-0,1)
LeU al 7,mentre tra le varie liste di contorno solo Noi con l’Italia-Udc e +Europa sembrano destinate a portare acqua al mulino:la quarta gamba del cdx è al 2,2 per %,mentre la Bonino è al 2%.
Certi di andare alle urne solo 6 italiani su 10
Con questo quadro, è altamente probabile una “non vittoria” nelle urne. Anche se molto dipenderà dai risultati nell’uninominale. Al momento, il cdx dovrebbe conquistare 290 seggi alla Camera e 152 al Senato.La maggioranza appare ancora lontana.Se si votasse oggi,al Pd e alle liste collegate andrebbero invece 130 scranni alla Camera e 61 al Senato.Addirittura al di sotto dei 200 sulla base
Il cdx dovrebbe conquistare 290 seggi alla Camera e 152 al Senato.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Il 4 Marzo ce in ballo il nostro futuro, dei nostri figli e nipoti, chi non vuole votare sappia che non votando fa vincere la mala politica.

L'unico voto utile è quello per il Movimento

Giampaolo P, Italia Commentatore certificato 28.01.18 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna capire a chi si rivolge Berlusconi.
gli anziani sono il suo obbiettivo, terrorismo puro.

Il PD di Renzi alimenta il voto di scambio con gli statali, i rinnovi contrattuali usati come forma di ricatto. Se vince il M5S noi non ci saremo a fare i nuovi contratti.
Atteggiamenti MAFIOSI.

Delinquenza allo stato puro!!!!!!!!

Bruno Fiocca 28.01.18 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Fossimo al 39% potrei capire l'entusiasmo, ma esaltarsi per il 29% è demenziale.Testa bassa,umiltà e indifferenza verso gli attacchi.Queste sono le uniche cose importanti.

Al. P. Commentatore certificato 28.01.18 18:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MISS VITALIZIO
A 41 anni appena compiuti è già in pensione e percepisce 5100 € netti al mese.Claudia Lombardo, ex presid. del consiglio regionale sardo,è stata soprannominata "Miss Vitalizio".In politica dal 1994,fin da quando aveva 22 anni,ha lasciato da poco la carica.Ma i soldi continuano ad arrivare
"Prima dei 50 anni mai!"aveva giurato tempo fa la baby pensionata.Ora,però,è 'costretta' a tornare sui suoi passi."Capisco che la cifra possa generare indignazione nell'opinione pubblica,ma non sono norme che abbiamo approvato noi",ha detto.Incalzata dal giornalista che le chiede:"Ma le norme varate nel dic.2012 da Monti non fissavano l'età per il vitalizio a 66 anni?"La Lombardo risponde:"Sì,ma dicevamo anche che da questa prescrizione erano esentate le regioni che avevano già legiferato.E noi avevamo già messo tutto nero su bianco un anno prima,nel nov.2011, quando appunto abolimmo il vitalizio"
Stella sul Corriere della Sera ripercorre le tappe della carriera di Miss Vitalizio:"La ragazza era stata eletta giovanissima,senza aver mai lavorato un giorno in vita sua,al consiglio regionale della Sardegna.Merito della bellezza,dei riccioli biondi,del 'tocco magico' che aveva allora B,dei voti di papà Salvatore,consigliere socialista confluito in FI,le aveva lasciato in eredità il seggio come fosse un comò".Poi l'elezione a presid. del Consiglio regionale sardo nel 2009 fino al 2014
Un record assoluto per la Lombardo che è riuscita a superare anche gli 8445 € al mese percepiti da Claudio Gambale,entrato alla Camera nel '92 e andato in pensione nel 2006,a soli 42 anni."Certo non sono gli unici a essere andati a prendere il vitalizio giovani o giovanissimi.Era successo a 49 anni,per lo strascico delle vecchie regole,ad Alfonso Pecoraro Scanio,a 48 a Rino Piscitello,nel 46 ad Antonio Martusciello,un insulto a tutti quegli italiani che, dopo anni di polemiche infuocate, erano convinti che certi privilegi inaccettabili fossero da tempo alle spalle".

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 18:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Portare in Parlamento nuove persone incensurate significa portare i valori della società civile che e’ arcistufa della mafietta, dal malaffare,....vorrei un Parlamento specchiato espressione dei valori democratici con cui sono cresciuta ... anche nelle piccole realtà c’e Molto da fare ed e’ proprio da lì si inizia a ribadire che le cose stanno cambiando.
Si può e si deve ragionare con l’idea di fare il giusto ....senza pensare solo al denaro o alla carriera anche politica....esiste un bene superiore pregno di ideali che voglio rappresentare il più possibile...😊

Natalia Zirizzotti 28.01.18 18:07| 
 |
Rispondi al commento

L'ALLEANZA DI CUI NESSUNO VUOLE PARLARE
di Luigi Di Maio
La vera alleanza è quella di Forza Italia con il Pd. Se ci fate caso, ogni giorno Berlusconi tesse le lodi di Gentiloni e ogni giorno Gentiloni fa altrettanto con lui. Ieri per esempio il premier non eletto ha detto: "Non chiamerei Berlusconi un populista". Ma allora perché non si alleano fin da subito? E' semplice! Farlo ora non conviene a nessuno. Se il Pd si alleasse con Forza Italia arriverebbe in un attimo al 2%. Se Forza Italia si presentasse al voto con il Pd dovrebbe rinunciare a tutti i collegi uninominali che riuscirebbe a conquistare con la finta alleanza con la Lega. Sarebbe quindi un danno per entrambi: meno soldi e meno poltrone per tutti e questa gente qui non pensa ad altro. Quello che propongono ufficialmente è falso, è una vera e propria truffa con lo scopo dichiarato di prendere più poltrone e quindi più soldi. Sono persone senza scrupoli.
Votare centrodestra o centrosinistra è esattamente la stessa cosa. Che diate il voto all'uno o all'altro per loro va bene perchè rientra nei loro piani che sia così. Hanno fatto la legge elettorale apposta in questa maniera per ottenere il massimo di potere e di soldi. Centrodestra o centrosinistra non è la scelta. La scelta è tra partecipare, scegliere il MoVimento 5 Stelle per cambiare l'Italia per fare gli interessi dei cittadini, oppure lasciare che i soliti mantengano potere o poltrone e continuino a farsi i fatti loro. Non fatevi fregare dalle finte alleanze. Scegliete il meglio. Partecipa. Scegli. Cambia.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 18:07| 
 |
Rispondi al commento

La cosa grottesca è che Renzi aveva detto e stradetto che ogni candidato doveva prendersi cura del territorio e che il giudizio sugli eletti lo avrebbero dato gli elettori del suo territorio "Un politico si fa giudicare dai suoi elettori". Peccato che per la Boschi non siano gli elettori di Arezzo! Questa faccenda che Renzi vuole salvare la Boschi, costi quello che costa, non riguarda solo la Boschi ma gli interessi bancari che le stanno dietro e gli ordini della P2 che ha messo le mani sulle banche. Così per la sua protetta ha scelto Bolzano perché quel territorio ha avuto dal Pd la bellezza di 6 miliardi di euro (tasse agevolate, sovvenzioni perché pioveva o perché non pioveva, perché nevicava o perché non nevicava, regali alle cooperative locali ecc.) e quel che un politico dà, un politico chiede. Ora, con la Boschi, è arrivato il momento della resa. Ma ai bolzanini di eleggere la Boschi non gli va giù, né agli elettori di lingua tedesca né agli elettori di lingua italiana. E' un boccone indigeribile che presenta l'assoluta mancanza di rispetto localistico e di autonomia. Blaterava Renzi: "Un cittadino deve guardare in faccia i suoi rappresentanti! e se hanno fatto male li rimandano a casa". Facciamolo ! Ora è arrivato il momento di rimandare la Boschi a Laterina e speriamo che ci resti!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 18:07| 
 |
Rispondi al commento

2 Gelmini
Infatti se diminuiamo troppo quanto entra nelle casse dello Stato, sparisce lo stato sociale, come avviene nei Paesi che hanno la flat tax dove i malati vanno in ospedale portandosi dietro le coperte e le medicine.Il concorso alle spese pubbliche deve essere commisurato alla capacità contributiva per cui le tasse devono essere progressive rispetto al reddito, non fisse.
Articolo 53. Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva. Il sistema tributario è informato a criteri di progressività.
Per mantenere uno stato sociale la flat tax dovrebbe essere superiore al 40%. E dunque?
Per cui Berlusconi fa solo della vuota propaganda elettorale.
.
La Gelmini confondeva anche imposta progressiva e proporzionale.
Ricordo che l'imposta è: proporzionale quando l'aliquota è costante, ovvero l'imposta è direttamente proporzionale all'imponibile; ... progressiva quando, all'aumentare dell'imponibile, l'aliquota aumenta (ovvero l'imposta aumenta in misura più che proporzionale rispetto all'imponibile).

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 18:06| 
 |
Rispondi al commento

1 Gelmini-FLAT TAX
Nello scontro a Porta a Porta con Barbara Lezzi del M5S, la Gelmini ha detto un sacco di falsità, purtroppo, come ha ripetuto Barbara Lezzi, decreti e leggi stanno agli atti, cioè sono registrati. Ma capisco che una flat tax (tassa forfettaria) al 23% per tutti sia un'esca ghiotta che farà abboccare molti. Fu ideata da Friedman ma non è comune nelle economie avanzate, le cui tasse nazionali includono un'aliquota progressiva sui redditi delle famiglie, e sugli utili delle aziende, cosicché l'aliquota aumenta in percentuale all'aumentare del reddito. Nei sistemi democratici evoluti le tasse giustamente sono progressive.
Gli Stati baltici Estonia, Lettonia e Lituania hanno rispettivamente una flat tax pari al 24%, 25% e 33% a partire dalla metà degli anni 90. Il 1º gennaio 2001 è stata introdotta al 13% sul reddito in Russia. Successivamente l'Ucraina ha adottato come la Russia la flat tax del 13% nel 2003, ma che è stata aumentata al 15% nel 2007. La Slovacchia ha introdotto una flat tax pari al 19% sulla maggior parte delle imposte nel maggio 2004, per poi essere abolita nel 2013 dal rieletto governo di sinistra in favore di un sistema progressivo, facente parte di un pacchetto per l'austerità; nel periodo avente la tassa fissa la crescita economica ha raggiunto il 10%, la disoccupazione è calata dal 20 al 10% e il debito pubblico è passato dal 50 al 21% del PIL nel 2008. La Romania ha adottato la flat tax 16% sul reddito e sugli utili delle aziende il 1º gennaio 2005. La Macedonia ha introdotto la flat tax al 12% sul reddito e sui profitti delle imprese il 1º gennaio 2007, portando la percentuale al 10% nel 2008. L'Albania ha introdotto la flat tax al 10% dal 2008. La Bulgaria applica una tassa fissa al 10% per i profitti aziendali e redditi personali dal 2008.
E' nella Costituzione il primo No a questa tassa, articoli 2 e 53 L’obiettivo sembra non la giustizia fiscale ma vuole essere l’eliminazione dello stato sociale.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 18:05| 
 |
Rispondi al commento

**B
Si capisce il senatore Sposetti che è in Parlamento da 30 anni e che non ha solo la pensione privilegiata ma ha anche il vitalizio.E' chiaro che se passa la legge Richetti il suo assegno,non so se di 5000 o 6000 € netti,si dimezza.Dice Toninelli:"Io lo capisco ma non accetto la presa in giro che il Pd fa agli Italiani.Se la Boldini rifiuta la nostra richiesta,troveremo un'altra cosa.Il parlamentare va in pensione 10 anni prima di un cittadino normale e anche con 9 anni di Parlamento.Mi trovi un cittadino normale che con 9 anni di lavoro va in pensione a 60 anni!L'art.3 della Costituzione dice di dare ad ognuno ciò che gli spetta.Non accetto che,quando nel 93 è stata votata l'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti,il mondo politico da cui lei,Sposetti, viene,ha preso un miliardo di finanziamenti pubblici sostituendo fintamente alla parola 'finanziamento' la parola 'rimborso' e il csx ha preso più del doppio dei soldi che ha rendicontato,è accettabile?Quando un lavoratore va in trasferta,presenta la ricevuta e ha indietro i soldi,questo non è accaduto nei partiti.Capisco come sia difficile per il Pd giustificare un No tra l'altro alla sua stessa legge.Ma vi rendete conto che l'Unità aveva più di 100 milioni di debito e il csx ha fatto una legge con cui lo Stato interveniva a coprire i debiti del giornale ma ha fatto peggio:quando le banche creditrici hanno bussato alle porta dell'Unità,grazie alla capacità professionale di Sposetti,che ha creato ben 57 fondazioni politiche in cui ha raccolto più di mezzo miliardo di € in immobili,lì non ha toccato nulla,e i debiti dell'Unità li ha pagati Renzi con 107 milioni degli Italiani!E io devo giustificare la politica,quando i soldi li ha mangiati??Avete esagerato!Se vota meno della metà dei cittadini italiani è colpa vostra.Ma è normale che i parlamentari se vanno in missione prendano 500 € per mezza giornata?Le auto blu sono le stesse,le Province sono sempre lì

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 18:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

**A
Toninelli dalla Gruber
Un Toninelli rigoroso e inflessibile contro Sposetti, tesoriere del Pd, che evidentemente se ne frega altamente di cosa è giusto e cosa no, come sempre ha fatto il Pd.
Ieri i 5stelle hanno depositato una lettera come tentativo estremo del M5S di chiedere a Camera e Senato di applicare a se stessi leggi sul pensionamento uguali a quelle di tutti gli Italiani. La legge Richetti è in aula grazie al M5S, tagliava dalla prossima legislatura i vitalizi dei parlamentari, quelli che hanno fatto un solo giorno. Ma la legge Fornero i parlamentari vogliono applicarla ai cittadini ma non a loro stessi. Siccome i 5stelle non sono riusciti a ottenere tutto, hanno firmato una rinuncia volontaria ai loro vitalizi, come hanno rinunciato a metà del loro stipendio, come hanno rinunciato a 42 milioni di finanziamenti pubblici, diventati incredibilmente 80 milioni in 3 anni e mezzo di Parlamento, e se non ottenessero risultati lo faranno quando saranno al Governo. Il Pd la deve piantare di prendere in giro gli Italiani! Ogni volta che viene proposta una legge di eguaglianza di tutti i cittadini, i pariti si oppongono, per cui oggi i parlamentari vanno in pensione a 60 anni con 10 anni di Parlamento, mentre i cittadini vanno in pensione a 70 anni. Difendono i propri diritti acquisiti e dicono che la legge Fornero è costituzionale ma, quando l'hanno votata, dove era la difesa dei 'diritti acquisiti' dei cittadini? I parlamentari fanno leggi per gli altri ma non per sé. Noi vogliamo che leggi come prima cosa vengano applicate a chi le approva. Ci sono 2.600 ex parlamentari che hanno fatto i parlamentari fino al '93 e che, anche per un solo giorno in Parlamento, hanno diritto a un vitalizio dal primo giorno che sono usciti. Questa legge va cancellata.

SEGUE

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Le offese di Salvini e di Berlusconi ai 5stelle "che non hanno mai lavorato" lasciano il tempo che trovano e danno prova solo della grande stupidità di chi è a corto di argomenti ma vuole insultare lo stesso.
Di Maio era un universitario, quasi laureato in giurisprudenza, dopo aver iniziato ingegneria, e già si dava da fare nella politica dentro l'Università per i diritti di tutti. Quando mai Berlusconi ha fatto qualcosa per i diritti di tutti?
Di Battista era un cooperante, ha quasi due lauree e un master di secondo livello in tutela internazionale dei diritti umani e ha fatto il cooperante in Congo e in Guatemala, dedicandosi a progetti produttivi ed educativi nelle comunità indigene. Nel 2008 era in Africa, dove si occupava di istruzione e in Congo dove curava il microcredito, ma ha collaborato anche con l'Unesco in relazione al diritto all'alimentazione.
Ma Salvini il volontariato o il lavoro per gli altri nemmeno sa cosa sia, mentre per Berlusconi i volontari sono esseri inutili, come volontari apprezza solo quelli a servizio dei politici per fare da servetti a un programma elettorale, mentre per noi è semmai stato il suo 'volontariato' a Cesano Boscone una cosa inutile e ridicola.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Valeria
Paragone: “Il mondo dei competenti rischia di essere il mondo delle élite” Rischia? Che poi.. chi sono questi competenti? La Boschi? Renzi? La Madia? la Lorenzin? E ancora prima... Monti e Fornero, come esperienza e curriculum sono il top della competenza. E hanno distrutto questo Paese.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Fontana (Lega):

"La razza bianca, rischia l'estinzione".


(Parlava der pesce, ne so' quasi sicuro....)


https://www.youtube.com/watch?v=T04fNaB5tGM

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 28.01.18 17:57| 
 |
Rispondi al commento

*2
Da nemici di Berlusconi diventano soci, e adesso succede la stessa cosa. E gli elettori della Lega si bevono tutto, come degli imbecilli, accecati dal potere. Così davanti a un notaio avviene questa turpe compravendita, di un simbolo che non era nemmeno di Bossi ma di sua moglie, creato dall'amica di famiglia che era una fattucchiera che diceva di parlare coi marziani, per l'esattezza con gli alieni di Orione che le avevano suggerito i riti celtici, il dio Po, l'ampolla, la razza pura e tutte le altre fesserie. Si sono venduti per 2 miliardi. E i leghisti a urlare il loro entusiasmo nei prati verdi con le corna in testa, come tanti cretini! E oggi tutto si ripete. Salvini finge di essere contro Berlusconi, poi gli si mette a favore, e ora vuole il contratto davanti al notaio. Per quanti miliardi si è venduto questa volta? Ma questo non è mica un un Paese normale! E la Merkel ora è tutta pappa e ciccia con Berlusconi! E il Financial Times ci viene a dire che se vince il MS è la rovina dell'Italia ??? Ma che si fottano tutti!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono tutti DC, sempre loro, sparpagliati di qua e di là ma con le stesse abitudini!

Mark Heinrich 28.01.18 17:56| 
 |
Rispondi al commento

*1
NON SI SA SE RIDERE O PIANGERE- Viviana Vivarelli
La storia della Lega è da manicomio e pensare che possa tornare di nuovo a governare l'Italia assieme al monarca di Arcore fa venire il gelo ai polsi.
Nel 2000 Bossi vendette il marchio della Lega a Berlusconi davanti a un notaio. Nel '95-'96 c'era stato il ribaltone. A quel tempo, Bossi e altri leghisti, tra cui Borghezio accusavano Berlusconi di mafia. Glielo urlavano contro nelle piazze. Bossi fece una intervista (video che io pubblicai su Masada) alla polizia elvetica che denunciava Berlusconi di aver fatto i soldi col narcotraffico colombiano. I leghisti attaccavano Berlusconi in tutti i modi possibili, dandogli di mafioso, massone e delinquente, cose del resto vere. Berlusconi allora denunciò la Lega per diffamazione chiedendo delle querele miliardarie e Bossi fu condannato in ambito civile. Per cui arriviamo al 2000 con tutte queste querele che devono essere pagate con maxi risarcimenti e la Lega che era in stato fallimentare (è sempre stata in stato fallimentare, incapace di gestire il proprio partito, figuriamoci l'Italia!) coi giornalisti della Padania che non prendevano lo stipendio da mesi. Insomma la Lega era in bancarotta, con la sede di via Bellerio pignorata. Ma la Lega era forte al Nord e senza la Lega Berlusconi non vinceva e nel 2001 ci dovevano essere le elezioni. Berlusconi, che non è scemo e che per vincere al Sud si è alleato con la mafia, capisce che per vincere al nord deve allearsi con la Lega. La Lega vincerà pure sulle piazze ma è travolta dai debiti. Allora Berlusconi, che dalla Lega deve avere un monte di soldi, decide di comprarla, come fosse un frigorifero o un'auto usata, e dice: "Ok, Bossi, ti do 2 miliardi, ritiro le querele, le congelo, però tu mi cedi il simbolo, cioè tu non ti puoi più presentare, se non sono io a dirti di sì, con questo simbolo." I leghisti si sono venduti per 2 miliardi. Da nemici di Berlusconi diventano soci, e adesso succede la stessa cosa.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:56| 
 |
Rispondi al commento

-Il Pd candida Casini in un collegio 'sicuro' di Bologna.
Non solo Thatcher Bonino. C'è anche Casini, vero gioiello della sx secondo il Partito Di Renzi.
Entusiasmo alle stelle degli elettori bolognesi.

-Vendita massiccia del patrimonio dello Stato per tagliare il debito pubblico.
Moscovici 'avverte', il Partito Di Renzi e quello di Berlusconi rispondono con un progetto praticamente IDENTICO.

-Il luccicante Macron chiede, Partito Di Renzi e Partito Di Berlusconi uniti rispondono: tutti insieme in Niger a curare gli interessi neocoloniali della Francia.
Entusiasmo alle stelle degli elettori italiani. Benedizione della Chiesa, del 'Foglio' e del nonviolentogandianovitadaldirittoedirittoallavita Massimo Bordin.

-Il dopo 4 marzo che Bruxelles e il Partito Unico Della Nazione stanno mettendo a punto per la nostra felicità è una robaccia che si va delineando sempre meglio.
Sarà dura, ragazzi...

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:55| 
 |
Rispondi al commento

Anna Maria
Giochi d'inverno
-La Thatcher italiana Emma Bonino, vero gioiellino 'di sx' del Partito Di Renzi, porta in dote l'appassionato annuncio di voto di Elsa Fornero, che nel frattempo pensa anche a promuovere il buon Berlusca, in vista di una futura grande intesa 'di sx' benedetta dall'Europa, da Moscovici, dalle banche, da Soros e da tutti quelli che contano e pensano al bene degli Italiani.
Ma Bonino-Thatcher, che non manca mai di stupirci, coltiva in questi giorni un vero e proprio 'pensiero stupendo': candidare Elsa Fornero nella lista +Europa e offrire il tutto in dono al soldato Renzi.
Oddio, non è detto che anche questo gioco d'inverno 'riesca': ma il pensiero, l'intenzione, il 'programma elettorale' che lorsignori stanno mettendo a punto alle nostre spalle, beh, quello c'è tutto.
Diciamo che il dopo 4 marzo al quale costoro stanno lavorando potrebbe essere una robaccia di questo tipo.
E per noi non sarà una passeggiata. Il pericolo è altissimo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Stefano: "Astenersi dal votare è da idioti. Proporrei una tassa sull’astensione. Ma per Renzi è una manna dal cielo. Non la imporrà mai.Il non voto è tutt’altro che un non voto. Renzi, che sul non voto ci spera, con franchezza dice che “l’astensione è un problema secondario”.Astenersi dal votare induce un vero e proprio sconforto in chi, invece, la speranza che qualcosa cambi la ha. Vanifica sforzi e speranze di cambiamento! L’elevata astensione, infatti, incrementa il peso specifico del voto dell’apparato di partito. Aumenta il peso specifico del voto controllato. Del voto obbligato.Astenersi dal votare è da idioti! Lamentarsi, poi, che non cambia nulla quando con la propria ignavia si è per larghissima parte responsabili del mantenimento dello status quo è da … (ometto perché non mi vengono in mente termini meno offensivi di “idioti”)"

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Invito i responsabili della selezione ad esaminare attentamente la candidata:
LOMBARDIA 2-01 - Posizione n. 1

Questo nell'interesse del Movimento 5 Stelle.

G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.01.18 17:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A
Trovo particolarmente spregevole e falso Floris che contesta Di Maio sul fatto che B sia entrato in politica per salvare le sue aziende.In effetti tutti sanno che B entrò in politica il 23 novembre 1993 per salvarsi dalla galera e da un gigantesco crack finanziario perché aveva un debito verso le banche di 3.000 miliardi di lire,dunque non era quel grande imprenditore di cui si fanno gli elogi ma aveva dissipato l'enorme e misterioso 'regalo' finanziario che alcuni dicono provenisse dalla P2 e altri dalla Banca Rasini in cui lavorava il padre e che era a Milano la banca della mafi
Ebbe il potere grazie al Pd che con gente come D'Alema e Violante semplicemente si 'dimenticò' di applicare la legge 361 del 1957 che gli vietava di candidarsi in quanto all'art.10 afferma la non eleggibilità di chi risulti vincolato con lo Stato per concessioni o autorizzazioni amministrative di notevole entità economica”
B ebbe in regalo le televisioni grazie al gentile dono del Pd,cosa di cui Violante si vantò in pieno Parlamento.Sempre il Pd gli regalò 'opportune' assenze che fecero passare ben 3700 leggi ed emendamenti a suo favore,con meno di 10 voti in più,grazie al Pd che gli ha gentilmente disertato l'aula
Con l'ingresso in politica,le sue aziende ripresero a prosperare e ogni legge,votata con la connivenza del Pd e l'appoggio della mafia(che gli fece subito avere in Sicilia 61 seggi su 61),gli portò nuovi miliardi in cassa.B fu consigliato ad entrare sia in politica che nelle televisioni da Craxi e Dell'Utri.Per 20 anni,che B governasse o no,il Pd gli fu complice nelle sue nefandezze fino ad ereditare il suo intero programma di privatizzazione e di accentramento del potere che fu realizzato grazie al consenso dell'intero Pd, che da complice occulto del berlusconismo lo adottò completamente presentando attraverso le cosiddette riforme l'intero piano della P2

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giorgio Cremaschi
Oggi parte in Lombardia la privatizzazione della sanità voluta dalla giunta Maroni : 3.350.000 malati cronici potrebbero essere tolti al medico di base e assegnati a un "gestore" privato. Vergogna, ribellatevi, restate col vostro dottore nel servizio pubblico.
(e mi raccomando, votateli!)
.

Fontana candidato della destra in Lombardia: "La razza bianca rischia l'estinzione".
Quella degli idioti invece prospera.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Bruno Fusco
COME AI VECCHI TEMPI...
“Io, Silvio Berlusconi, il re della rovina di questo Paese, mi trovo ad affrontare i Grillini? Eppure ho corrotto la Guardia di Finanza, ho comprato uomini, donne, politici, minorenni, ho fatto falsi in bilancio, ho costituito fondi neri, ho fatto falsa testimonianza, patti con la mafia, costruito imperi televisivi con l'aiuto dei socialisti e dei comunisti, e poi arrivano questi giovani che non hanno nemmeno rubato una mela, e vogliono governare l'Italia! E io dovrei perdere tutto il lavoro sporco di tanti anni di corruzione? Partito Democratico, amici massoni, mi rivolgo a voi, si può accettare tutto questo? Si può permettere che quattro ragazzi onesti, puliscano ciò che non avete mai pulito, e lo sappiamo? Violante, tu non dici niente? Prodi, Napolitano, Renzi, Amato, Mattarella, non eravamo d'accordo? Le televisioni a me, e le fondazioni e le banche a voi? Non erano questi i patti? Non si era detto grande coalizione? Non avevamo deciso che le stelle erano l'unico nemico? Posso io a questa età salvarvi ancora il culo? Ok, ho capito..., il mio amico Dell'Utri, non può, in questo momento è impedito, ma abbiamo tanti amici che ci vogliono bene..., forse Graviano lo abbiamo trattato un po' male..., dai si ricomincia come ai vecchi tempi, ci penso io a reti unificate: "italiani vi prometto che...”

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:47| 
 |
Rispondi al commento


RENZI E' IL PEGGIORE DI TUTTI

Dev’essere terribile svegliarsi, aprire il Corriere e scoprire dal sondaggio di Nando Pagnoncelli di essere il candidato premier più detestato e indesiderato dagli italiani. Lo superano persino Grasso, Meloni e Salvini. Tra gli 8 leader di partito presentati ha avuto il gradimento peggiore, col 20%, è ultimo, prende addirittura meno consensi del Pd che almeno sta al 24%, come a dire che se il Pd candidasse qualunque altro fuor che Renzi, prenderebbe di più. Insomma è la scartina, il due di picche che fa crollare tutto il mazzo e fa perdere la partita. Persino Marchionne gli ha votato le spalle, ed è tutto dire.
Ma come si fa a conservare tanta arroganza dopo un simile risultato? E come si fa a venerare e votare ancora uno che quasi tutti gli italiani lo prenderebbero volentieri a calci o gli darebbero il foglio di via? A lui, a suo padre, a tutta la sua famiglia, ai suoi ministri, a tutti i suoi amici, a tutto il suo dannato cerchio magico, a tutti i suoi sodali e protetti, e a tutti quelli che ancora, contro ogni evidenza, ancora lo votano ! Ce ne vuole di stupidità o di supponenza per difendere ancora una feccia simile!! E ce n'è voluta di arroganza per fare un Governo Renzi bis dopo la tranvata del referendum costituzionale e avere tanta sbobbia da imporre gli stessi ministro già sgraditi da prima e a riproporre se stesso come candidato premier!
Intanto Repubblica scrive che su 232 collegi, il Pd può contare come sicuri solo 28 seggi (28!!!!), quasi tutti lungo la dorsale appenninica, con uno spruzzo di rosso nel cuore delle grandi città. E' la debacle totale. Il Nord è perso, il Sud non esiste. Il Pd è fottuto e, grazie a Renzi, si è fottuto con le sue stesse mani. Una cosa stupefacente! A questo si è ridotto quello che era il terzo partito di sinistra d'Europa! I piddini possono solo mettersi davanti a un muro e prenderlo a testate.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Renzi è un bugiardo compulsivo. Se ogni giorno non dice almeno una cazzata inverosimile, non dorme bene. E' più forte di lui. Spero solo che una bugia al giorno levi Renzi di torno. L'Italia ha diritto di essere governata da una persona seria e onesta, non da un bugiardo seriale. Dovrebbero metterlo al circo Togni come stranezza umana: l'uomo che sa solo mentire.
Tendo a credere che sia un bugiardo compulsivo piuttosto che un bugiardo cronico. Il bugiardo patologico mente incessantemente per cercare ottenere qualcosa senza curarsi delle conseguenze che il suo comportamento può avere sugli altri. L'abitudine alla menzogna è un meccanismo per affrontare la realtà, sviluppatosi in età infantile e spesso associato ad altre problematiche psicologiche. Il bugiardo patologico è in genere manipolativo, autocentrato e ben poco empatico. Il bugiardo compulsivo invece non mente per raggiungere un fine specifico; mente semplicemente per abitudine perché mentire lo fare stare meglio di quanto starebbe dicendo la verità. Dire la verità per queste persone diventa un'impresa psicologicamente difficile, così mentono su qualsiasi cosa. La bugia compulsiva in genere si sviluppa nell'infanzia e in ambienti famigliari in cui la menzogna è necessaria. Questo tipo di bugiardo, diversamente dal precedente, non è manipolativo o almeno non lo è apertamente. La bugia diventa una risposta automatica ed irrefrenabile, compulsiva appunto. Il bugiardo patologico è anche definito bugiardo cronico o abituale.
Dunque saremmo passati da un vecchio affetto da satiriasi a un immaturo affetto da bugia compulsiva. Che poi questi due vadano d'accordo tra loro ci sta, perché spesso malati mentali con diversa patologia si spalleggiano e aiutano.
Dunque a oggi Renzi mostra il conto corrente con 15.000 euro e dice che ha gli stessi soldi di quando è entrato in politica. Ma pretende di essere creduto??

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Roberto BO
I piddini parlano dell'incompetenza del M5S e chiedono: vi fareste mai operare da un chirurgo alla prima esperienza? Non chiedono mai agli stessi interlocutori se si farebbero operare da quelli che hanno ucciso tutti i pazienti, distrutto l'ospedale e gli hanno pure rubato il portafoglio?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Maurizio
Le fondazioni sono il rifugio di tutti coloro che cercano un area grigia e impenetrabile entro la quale poter utilizzare il denaro in modo anormale e l'ipocrisia maggiore di questo istituto è che nei loro statuti hanno tutti obiettivi di carità e di sostegno per chi ne ha bisogno, ma se poi vai a vedere come utilizzano i fondi messi a loro disposizione e vedi che non si può sapere da chi provengano, né dove vanno a finire e neppure come siano amministrati, visto che non hanno obbligo né di contabilità ordinaria né di bilanci e che per questo non pagano imposte come tutti gli altri (con la scusa del no profit), allora ti accorgi che i beneficiari di questo fiume di soldi (che si possono dire "neri" e riciclabili senza ombra di smentita) sono loro stessi o le congregazioni politiche e finanziarie dalle quali dipendono o con le quali sono collegati. Una vergogna tutta italiana che lascia spazi sconfinati ai ladri, ai corrotti, alle mafie e ai banditi per meglio maneggiare il denaro pubblico che rubano o quello di dubbia provenienza...cioè a coloro che sono seduti al governo e in parlamento in rappresentanza dei loro stessi interessi e di quelli delle loro consorterie politiche e finanziarie, che li sponsorizzano.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:44| 
 |
Rispondi al commento

LA TURPE AVIDITA’ DEI PARTITI. LE FONDAZIONI
I politici non mollano.Nel 2014 Letta vieta i finanziamenti pubblici ai partiti,ma si arriva al 2017 prima che il divieto entri in uso.E persino oggi mancano le leggi che mettano in chiaro i regali ai politici e alle fondazioni per cui quello che si chiude dalla porta rientra dalla finestra.I singoli finanziatori non sono obbligati a rivelarsi e possono regalare a un politico fino a 100.0000 €,ovviamente il politico poi sarà riconoscente al momento di fare le leggi o i controlli.E sulle fondazioni politiche non si sa niente,non si sa da dove i soldi vengono né cosa ne fanno e,se si pensa che le fondazioni sono tutt’altro che istituzioni no profit e comandano anche sulle banche,diventa chiaro che il sistema è tutto un magna magna e non sarà certo con gente come Renzi e la Boschi che ne verremo fuori.Ma anche D’Alema per es. è a capo di una fondazione, Foundation for European Progressive Studies (Feps),che dal 2008 ha ricevuto dall'Ue 16,7 milioni di €.La dirige fin dalla nascita e al suo interno ha portato sempre una cerchia ristretta di fedelissimi
Negli USA c’è l’obbligo della trasparenza,è vero che i grossi gruppi economici(chimica,armi ecc.) fanno donazioni ad entrambi i partiti,ma almeno il cittadino sa prima per legge chi finanzia chi Da noi nemmeno questo,non è dato sapere quale politico ha ricevuto lauti compensi dalle lobbie Le fondazioni poi sono blindate,non hanno vincoli di trasparenza né obblighi di rendiconto.Se una Fondazione finanzia un candidato,l’elettore può saperlo per es. solo dopo 90 giorni,per cui se il dono è fatto interessatamente prima delle elezioni,il cittadino lo saprà solo dopo ma non saprà chi lo ha fatto.La legge Letta ha poi l’assenza totale di un codice di condotta.Non dice da chi si possono o non possono accettare finanziamenti,per cui le donazioni possono arrivare anche da uno Stato straniero o da un’azienda produttrice di armi o da una grossa multinazionale farmaceutica...

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Barbara Lezzi: "Nessuno lo sta dicendo ma in questi giorni in cui abbiamo il Parlamento ininfluente si sta discutendo in Europa se imporre il fiscal compact a tutti i Paesi europei (noi grazie al Pd siamo stati i primi a prenderlo e lo abbiamo addirittura messo in Costituzione!) In questa legislatura abbiamo aumentato il debito pubblico di 300 miliardi. Siamo ultimi in Europa per crescita economica. Siamo oppressi da clausole di salvaguardia. All'inizio del 2014 la media della disoccupazione in Europa era del 12%, la nostra del 12,9. Oggi la media europea: 7,3; noi siamo all'11. Questi sono dati drammatici.
.
Per capirsi, la clausola di salvaguardia fu introdotta per la prima volta nella manovra di luglio del 2011 dal Governo Berlusconi e più volte modificata, è la norma che prevedeva l'aumento automatico dell'Iva nel caso lo Stato non fosse riuscito a reperire le risorse pianificate. In generale è uno degli strumenti attraverso il quale un governo cerca di "salvaguardare" i vincoli Ue di bilancio dalle spese previste nella manovra. Le misure espresse dalle clausole possono essere di vario tipo: contrazione della spesa pubblica e/o aumento delle tasse e delle imposte.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:40| 
 |
Rispondi al commento

3
C’è poi un altro lato della medaglia: se una donna su 2 sceglie di non avere figli, vuol dire che accanto a lei c’è un uomo che accetta questo, e allora perché colpevolizzare solo le donne? i figli si fanno in due, sembra. Perché nessuna colpevolizzazione ai possibili padri? E cosa si prevede per loro affinché possano crescere i figli e mantenerli in una famiglia? L’Italia ha creato una società dove, tra Stato e Chiesa, hanno saputo solo gravare e colpevolizzare solo le donne. Come dice Elisabetta Ambrosi: “Si parla ancora di un progresso basato, come nel mito fascista, sulle culle piene e non sulle vite piene. Un mito così ipocrita e così falso che nella propaganda della Lorenzin come in tutta l’attuale campagna elettorale spicca l’assenza totale di nuovi asili e di aiuti ai genitori, segno che per la politica, sia di dx che di sx, il voto delle aspiranti madri conta così poco che per loro non vale nemmeno la pena di sprecare qualche promessa a vuoto”.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:39| 
 |
Rispondi al commento

2
Malgrado i fondi strutturali europei siamo in coda all’Europa su questo servizio. Così a Catanzaro c’è solo 1 asilo nido con 45 posti, un posto ogni 100 bambini; a L’Aquila 3 asili nido con 56 posti, 2,5% ogni 100 bambini; a Palermo 24 asili nido con 948 posti; 3,7%; a Bari 7 asili nido con 392 posti per il 3,9%; a Napoli 40 asili nido con 1.520 posti per il 4,3%. Sono cifre assurde, da terzo mondo.
Nel 2016 su 30.000 donne che hanno dato le dimissioni dal posto di lavoro, una su 5 l’ha fatto perché non trovava un posto per suo figlio al nido pubblico, quasi una su 4 perché non riusciva a conciliare lavoro e assistenza al bimbo e il 5% per i costi troppo elevati per l’assistenza al neonato. Ha forse parlato, la Lorenzin, di migliorare i servizi? No, procede sparata sulla linea renziana di tagli all'infinito allo stato sociale, in una privatizzazione dissennata di tutto l’esistente. In nessun Paese simile a noi metà delle donne sceglie di essere senza figli. Ci vuole proprio uno Stato snaturato per spingerle a questo. Esattamente lo Stato della Lorenzin e di Renzi.
Crescere un figlio è una scelta estremamente impegnativa, non solo dal punto di vista umano, ma anche economico. L’elevato tasso di disoccupazione giovanile incide in maniera determinante, costringendo molte coppie a rimandare o a rinunciare ad avere figli fino a quando la loro condizione economica non si stabilizzerà.
Dallo studio sulla spesa per mantenere un bambino nei primi 12 mesi risulta che si va da un minimo di 7.072 € ad un massimo di 15.140 e tutto è aumentato negli ultimi 2 anni.
Se l’asilo pubblico non c’è o non ha posti, resta l’asilo privato ma qui i costi vanno da 539 a 804 euro al mese. Chi se li può permettere?
Che cosa offrono a queste famiglie quelli come la Lorenzin? La prospettiva di alti tagli sullo stato sociale? La colpevolizzazione delle donne? Ma con che faccia?


segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:39| 
 |
Rispondi al commento

1
FIGLI E FESSERIE GOVERNATIVE
Chissà se la Lorenzin nel suo nuovo partito metterà al primo posto l’incremento delle nascite (anche lei vuol salvare la razza italica come Fontana?) e l’ampliamento del numero di vaccini (ovviamente senza dirne costi e coperture e senza dire quali sottrazioni porterà ad altre voci della sanità pubblica)?
Dunque l’Istat ci dice che una donna su 2 tra i 18 e i 49 anni non fa figli, in totale 5,5 milioni di donne. Chiaro che la Lorenzin voleva solo colpevolizzarle. Non ha nemmeno chiesto a loro: perché non li fate questi figli? Forse, muovendo un po’ di più il cervello, avrebbe scoperto una verità lapalissiana: che le donne in Italia sono le peggio pagate, le meno protette e le prime licenziate dell'Unione europea, e avrebbe scoperto anche che fare figli costa e ci devi rinunciare se non hai aiuti dallo Stato e non hai asili pubblici gratuiti almeno per le fasce più deboli della popolazione. Sarebbe bastato un giretto su internet per capire che in media un asilo costa 330 euro al mese, se va bene (ma in Trentino 472!! e a Bolzano 506!), e al Sud spesso nemmeno ce l’hai (7,6% di copertura contro una media del 20% nazionale), e che 330 euro a lei possono sembrare pochi ma a chi soldi non ne ha o deve sommarli al costo della mensa (104 euro in Emilia!) per altri bambini o ad altri costi come pannolini ecc., non tutti possono permetterselo. Provate a moltiplicare questa cifra per più di un bambino e vedete che totale ne esce! Altro che fare figli o mettere al bando i contraccettivi come vuole la Chiesa!
Gli asili spesso mancano e ci sono ancora liste di attesa per il 26% delle mamme e chi proprio ne ha bisogno deve mettere il bambino negli asili privati che ovviamente costano di più, malgrado le laute sovvenzioni dello Stato chiaramente aumentate da Renzi al Vaticano.
Nelle Città capoluogo di Regione gli asili nido pubblici o convenzionati sono 717, per 43 mila posti, ma i bambini sotto i 3 anni sono oltre 334 mila.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:38| 
 |
Rispondi al commento

INDECENZE
Renzi è stato una caterva di danni per l’Italia e una caterva di autogol per il Pd. Ma per questa campagna elettorale cito 5 errori capitali che nemmeno il più dissennato del Paese avrebbe trangugiato:
-rifare un Governo Renzi Bis dopo la tranvata del referendum e ricandidare gli stessi inetti bocciati di prima
-farsi consigliare da Verdini
-allearsi con Berlusconi
-e candidare uno come Casini nella Regione più rossa d’Italia
Il marrano deficiente questi errori li ha fatti tutti!
.
Malagwa
Il Pd cioè Renzi candida Casini a Bologna..adesso aspetto con ansia coloro che si sentono ancora di sinistra, accettare questa prostituta della politica per mandarvi a fare in culo da qui all'eternità.
.
Elio Lannuti
E’ il premio per l’insabbiamento delle responsabilità di Banca Etruria, Boschi, Bankitalia e banchieri
.
..tanto per dire la coerenza: Nel 2012 Renzi fece una campagna per le primarie con i manifesti: "Se vince Renzi, no a Casini".. e dunque!
..
Me li immagino proprio vecchi comunisti, giovani disoccupati, anziani delle case del popolo, precari e operai che votano tutti per Casini !!!! 🤣


viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:37| 
 |
Rispondi al commento

MC7.
un minuto di silenzio per l'elettore piddino che a furia di ingoiare merda oggi ingoia persino Casini. Prosit, compagni
.
Il serpe loco
- Papà. Davvero i comunisti mangiavano i bambini?
+ Una volta forse, ora fanno di peggio.
- Di peggio?
- Sì, amore: ora addirittura votano per Casini.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Francesco.
- Ha iniziato nella DC di Forlani, ha fondato l'UDC con Mastella, è entrato nella Casa delle Libertà con Fini, Bossi e Berlusconi, ha sostenuto i Governi Monti, Renzi e Gentiloni, e ora si candida col PD.
- Cicciolina?
- No, Casini!

Ferula.
Se fossi a Bologna e mi sentissi dire dal pd che devo votare Casini per non far vincere la dx mi sentirei "leggermente" presa per i fondelli.
Ma pare che non dovrei, è tutto nella norma.
Voi del pd siete fuori come un poggiolo.
Cordialità.
.
Fabio
Io penso che la soluzione per far votare Casini era un collegio lontano, magari all'estero, o meglio ancora su Marte, forse lì non lo conoscono.
.
Orfini: "La Candidatura di Casini? Gli alleati vanno aiutati".
Soprattutto se ti salvano il culo.
(FrancoCappellet)

“Non ci sono più i Pepponi di una volta!” (Guareschi che si rivolta nella tomba)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:35| 
 |
Rispondi al commento

faml
In onore del grande Daniele Luttazzi ricordo che non è corretto paragonare certi politici alle prostitute....perche ci sono cose che le prostitute non fanno

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Renzi ha proprio voglia di disintegrare il Pd e in Emilia candida Casini!! Sconcerto massimo tra i militanti.
Ma come? In tutta l'Emilia Romagna, la regione più rossa d'Italia, il Pd non è riuscito a trovare nemmeno uno che fosse di sinistra, o almeno renziano, e ha dovuto finire su Casini???? Ma cosa credono di rappresentare con candidati così??? Si sono bevuti il cervello? E Renzi ha anche fatto pressioni per presentarlo a forza????
Mi sembra di vedere la costernazione degli anziani delle case del popolo.
...e per fortuna che Renzi era uno che 'rottamava!!!
SI VA DA BERLINGUER A CASINI?????????
.
Alessandro
Casini è in politica fin dal 1983, cioè da ben 35 anni:
- con la DC (1983-1992);
- con il Centro Cristiano Democratico, alleato con Silvio Berlusconi (1993-2001);
- con l'UDC, alleato con la Casa delle Libertà (2002-2007);
- in opposizione al Governo Berlusconi e appoggio a Monti (2008-2013);
- in appoggio al Governo Letta e la presidenza della Commissione Esteri del Senato (2014);
- in appoggio al governo Renzi (2014-2016);
- a sostegno al governo Gentiloni con abbandono dell'UdC (2016-2018), presidente della Commissione d'inchiesta sulle banche. Inizio mandato il 27 settembre 2017.
Nel 2012 Matteo Renzi così umiliava pubblicamente Pier Ferdinando Casini: "Se vinco io, no a Casini. Se vinco io nessun inciucio che ci impedisca di governare e di fare
E ora Il Pd candiderà Pier Ferdinando Casini, alleato ed esponente della lista Civica Popolare, nel collegio uninominale del Senato a Bologna. Visto che nessuno lo voterebbe a Bologna non desiste e lo sposta a Parma.
Ma Renzi non voleva fare il rottamatore ?

GermanoGasato
Appunto, cerca di piazzare un rottame... :)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 28.01.18 17:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori